Adenocarcinoma intestinale o cancro ghiandolare

L'intestino fa parte del tratto gastrointestinale. Parte dal piloro dello stomaco e termina con l'ano. L'intestino digerisce e assorbe il cibo, sintetizza gli ormoni intestinali ed è coinvolto nei processi immunitari.

Cos'è l'adenocarcinoma intestinale?

L'intestino forma l'intestino tenue e crasso. L'intestino tenue si trova tra lo stomaco e l'intestino crasso.

Consiste di suddivisioni:

  • ulcera duodenale;
  • digiuno;
  • ileo.

L'intestino crasso finisce il tubo digerente e l'acqua viene assorbita e le feci escrete si formano dalla poltiglia di cibo.

Consiste di suddivisioni:

  • cieco con appendice;
  • due punti con sottosezioni: il colon ascendente, il bordo trasversale, il colon discendente e il colon sigmoideo;
  • retto con ampolla, ano e ano.

Cancro nell'intestino

L'adenocarcinoma intestinale (cancro del colon-retto) colpisce i tessuti di tutte le sezioni dell'intestino tenue e crasso. Tumore maligno dell'intestino costituito da cellule epiteliali ghiandolari. L'oncologia di questo tipo è pericolosa a causa della sua crescita lenta, pertanto è difficile identificare un tumore nelle prime fasi. L'adenocarcinoma è caratterizzato da una crescita aggressiva negli stadi avanzati, dalla germinazione negli organi vicini e dai linfonodi, da metastasi a fegato, polmoni e altri tessuti.

Intestino tenue

Il cancro dell'intestino tenue è spesso localizzato nella sezione iniziale e nell'ileo e si manifesta con una certa consistenza e natura del tumore. Nel caso dell'adenocarcinoma dell'anulus, il lume intestinale si restringe e il sarcoma intestinale si manifesta nell'ostruzione intestinale. La crescita del tumore si verifica a causa della degenerazione delle cellule della mucosa. Può essere combinato con tumori di altro tipo e localizzazione.

Nell'ileo, il linfoma intestinale è meno comune (18%), nell'intestino crasso - 1%. È combinato con la malattia celiaca e si riferisce alla linfogranulomatosi (malattia di Hodgkin) e ai linfomi non-Hodgkin (linfosarcomi). Ci sono linfoma non-Hodgkin a cellule B. È diviso in: malattia della catena A pesante e linfoma di tipo occidentale.

L'adenocarcinoma della forma infiltrante si diffonde in tutto l'intestino e può essere localizzato in diverse aree senza catturare l'intera circonferenza dell'intestino.

Capezzolo Faterov

L'adenocarcinoma del capezzolo Vateri può combinare tumori di diversa origine. Sono distribuiti nella regione distale del dotto biliare e si diffondono nell'area duodenale e manifestano un gran numero di sintomi. Il tumore cresce dall'epitelio pancreatico o dalle cellule rigenerate del tessuto ghiandolare del pancreas.

L'oncogenesi cresce lentamente e ha piccole dimensioni. Ma nel caso della crescita metastatizza il fegato e altri organi e linfonodi. Le cause dello sviluppo non sono completamente comprese, ma è noto che la causa dell'adenocarcinoma del capezzolo Vater si riferisce a una poliposi ereditaria oa una mutazione del gene K-ras.

I sintomi principali di questo tipo di onco-tumori includono:

  • grave perdita di peso, compresa l'anoressia;
  • ittero cronico;
  • prurito e vomito;
  • disturbi digestivi;
  • dolore nell'addome superiore;
  • mal di schiena nelle fasi avanzate;
  • un aumento della temperatura senza motivo;
  • macchie di sangue nelle feci.

Intestino crasso

L'adenocarcinoma dell'intestino crasso è simile nei sintomi a un tumore dell'intestino tenue. Combina tumori con diversa posizione, struttura e struttura delle cellule nel cieco, nel colon e nel retto. Come risultato della degenerazione delle cellule della mucosa intestinale e dell'oncro-tumore inizia a crescere.

Sebbene i tumori maligni si sviluppino allo stesso modo, ogni specie ha le sue caratteristiche di crescita: crescita lenta o ritrovamento a lungo nei confini dell'intestino. Ma tutti i tumori provocano processi infiammatori nei tessuti, che contribuiscono alla diffusione del cancro ad altri organi e tessuti. Pertanto, si formano tumori secondari che non danno metastasi nelle prime due fasi. Nelle fasi successive, l'adenocarcinoma dell'intestino si metastatizza, le cellule portano il sangue nella cavità linfatica, nel fegato e nei polmoni. Diversi tumori possono verificarsi contemporaneamente o uno dopo l'altro.

Quando l'adenocarcinoma dell'intestino crasso colpisce la mucosa, cambia le sue cellule. Il tumore cresce attraverso la membrana nel peritoneo. I sintomi si manifestano con dolore ricorrente nell'addome inferiore, alternando costipazione con diarrea, diminuzione dell'appetito, nausea e vomito irragionevole. Le fasi iniziali dello sviluppo degli onco-tumori sono caratterizzate da somiglianze con la poliposi, pertanto la differenziazione è necessaria nella diagnosi. Un tumore progressivo porta alla comparsa di secrezioni purulente, muco e sangue nelle feci.

Nell'intestino crasso, il tumore viene rapidamente ulcerato a causa dell'effetto costante delle feci. Pertanto, il corpo è infetto, che porta a intossicazione, forte dolore all'addome, febbre, peritonite. Puoi vedere questi fattori tramite analisi del sangue.

Colon sigmoide

L'adenocarcinoma del colon sigmoideo si sviluppa come segue:

  • non ci sono metastasi, il tumore ha un diametro di 15 mm;
  • le singole metastasi regionali compaiono quando la dimensione della metà del diametro dell'intestino, nessuna germinazione attraverso la parete intestinale esterna;
  • molte metastasi distanti con completa chiusura del lume del colon sigmoideo, crescono in organi situati nelle vicinanze.

Nel colon sigmoideo, una neoplasia si sviluppa a causa di un eccesso di carne e grasso animale, mancanza di fibre, vitamine.

E anche per la ragione:

  • età avanzata:
  • stile di vita sedentario;
  • costipazione, mucosa intestinale traumatica;
  • polipi, ileite terminale, diverticolosi;
  • colite ulcerosa.

La displasia della mucosa precancerosa precede l'adenocarcinoma. I sintomi di adenocarcinoma si manifestano come dolore nella regione ileale, flatulenza, diarrea e stitichezza, trasformandosi in ostruzione intestinale, muco con pus e sangue nelle feci.

cieco

La neoplasia intestinale più comune è l'adenocarcinoma del cieco. Si trova in bambini e anziani. Prima del suo sviluppo c'è un periodo di una condizione precancerosa, ad esempio, la crescita di polipi. Il cancro del cieco compare per gli stessi motivi del sigmoide, nonché degli alimenti non bilanciati e grassi, farina e prodotti affumicati, sesso anale, presenza di tumori villosi e napillomovirus.

Un tumore nel cieco è difficile da rilevare negli stadi da 1 a 2 della malattia. Pertanto, gli scienziati medici non hanno ancora trovato metodi per la prevenzione del cancro nel cieco.

retto

L'adenocarcinoma del retto è un flagello per chi ha più di 50 anni. Le ragioni del suo sviluppo sono associate a una cattiva alimentazione e alla mancanza di fibre nella dieta, con il lavoro in cattive condizioni: contatto con l'amianto, sostanze chimiche, emissioni radio. L'infiammazione del retto e del papillomavirus, la poliposi, il sesso anale contribuiscono allo sviluppo del tumore. I sintomi compaiono anche attacchi sgradevoli o dolorosi nel retto, durante lo svuotamento, così come i falsi impulsi di defecare, costipazione e diarrea, l'aspetto della secrezione dal sangue.

Il retto ha tre parti: anale, ampio e sopragiliare. Più spesso, un tumore di adenoma o tumore solido viene dispiegato nella zona ampollare e cresce dal tessuto epiteliale della struttura ghiandolare.

Nella regione anorettale, il melanoma deriva da diversi strati di epitelio squamoso, nella sezione anale - carcinoma a cellule squamose.

Ha diversi tipi ed è diviso in:

  • adenocarcinoma;
  • squamose;
  • anello cricoide;
  • adenocarcinoma della mucosa;
  • squamoso ghiandolare;
  • indifferenziata.

L'adenocarcinoma spesso cresce nell'intestino del colon rettale e nel retto - un tumore a cellule squamose o un cancro dell'intestino cellulare squamoso. La sua forma è irregolare e ricorda un'ulcera o un cavolfiore. Il corso è aggressivo e veloce, metastatizza presto, interessando i linfonodi e gli organi interni.

Cause di adenocarcinoma intestinale

Sulla base dell'anatomia dell'intestino, ci sono diverse aree in cui può verificarsi adenocarcinoma intestinale, ci sono cause comuni e tali che si riferiscono a una certa parte dell'intestino.

Le cause comuni di adenocarcinoma intestinale sono legate al modo di vita e alle predilezioni di una persona. Vale a dire:

  • cibi grassi, dolciumi, alcol;
  • mancanza di cereali, frutta e verdura;
  • passione per i piatti a base di carne;
  • costipazione - il primo segno di adenocarcinoma;
  • colite e polipi e infiammazioni;
  • predisposizione genetica;
  • condizioni di lavoro e di vita dannose (in zone patogene);
  • scarsa qualità dell'acqua consumata;
  • papillomavirus e sesso anale.

Sintomi e segni della malattia

Saranno assenti i sintomi specifici dell'adenocarcinoma intestinale, specialmente nelle prime fasi. Successivamente, i pazienti dovranno recarsi dal medico con denunce di dolore ricorrente all'addome, gonfiore, gas, un cambiamento di stitichezza e diarrea, la comparsa di secrezione sanguinolenta e muco-purulenta nelle feci.

Con la crescita, i segni di adenocarcinoma intestinale si aggravano, si manifestano nausea e vomito irragionevole, si perde l'appetito e si riduce il peso. Un tumore ingrossato può essere palpato attraverso la parete peritoneale.

Nelle fasi 3-4, l'adenocarcinoma intestinale si fa sentire, compaiono i sintomi:

  • ostruzione dell'intestino: l'incapacità di defecare;
  • l'aspetto del vomito fecale;
  • sensazioni spiacevoli nell'intestino;
  • sanguinamento e anemia;
  • letargia, debolezza e perdita di prestazioni;
  • fenomeni peritoneali.

Tipi di tumori maligni intestinali

Le cellule tumorali sono diverse dalle cellule normali. Il livello di differenze determina le proprietà delle cellule tumorali e prescrive il trattamento. Questi studi istologici aiutano a identificare il grado di differenziazione delle cellule di adenocarcinoma.

Adenocarcinoma intestinale altamente differenziato

Le cellule tumorali differiscono dalle cellule normali con un certo aumento dei nuclei delle cellule. Eseguono la stessa funzione. Pertanto, dopo un adeguato trattamento, il corpo dà una risposta positiva al cancro ghiandolare altamente differenziato e una cura completa è possibile. Nei pazienti anziani, il tumore non cresce e non si metastatizza in altri organi dopo la terapia. Nei pazienti giovani, rimane una probabilità di recidiva entro 12 mesi dopo l'intervento chirurgico e la formazione di tumori secondari.

Adenocarcinoma intestinale moderatamente differenziato

Le conseguenze di adenocarcinoma di questo tipo sono più gravi. Le cellule epiteliali crescono e portano all'ostruzione intestinale. Il tumore raggiunge una grande dimensione e spesso rompe la parete intestinale, causando sanguinamento.

Nell'intestino si formano fistole sulle pareti e si sviluppa la peritonite, che aggrava il corso dell'oncologia. Quando viene rimosso un tumore e viene eseguito un trattamento complesso, è possibile ottenere un buon risultato di previsione della sopravvivenza a cinque anni: 65-75%.

Adenocarcinoma dell'intestino scarsamente differenziato

Il decorso della malattia è aggressivo nel severo polimorfismo cellulare. Si verifica una rapida crescita delle cellule tumorali e delle prime metastasi agli organi vicini e ai linfonodi. Il tumore non ha confini chiari. Durante l'operazione e il trattamento complesso in una fase precoce, la remissione può essere lunga. Nelle fasi successive del trattamento dà una prognosi bassa.

Il cancro dell'intestino ghiandolare è di diversi tipi ed è suddiviso in adenocarcinoma:

  1. Mucinous (mucoso) senza confini pronunciati, costituito da muco con mucine ed elementi epiteliali. Le metastasi si sono diffuse ai linfonodi regionali. C'è un'alta recidiva della malattia, perché il tumore non mostra sensibilità alle radiazioni.
  2. Cellulare squillato, che scorre in modo aggressivo. Al momento della diagnosi possono essere rilevate metastasi nella LU e nel fegato. Il tumore cresce e si sviluppa nello strato interno dell'intestino, specialmente nello spessore. Più spesso i giovani si ammalano.
  3. Cellula squamosa, costituita da cellule piatte e procedente malignamente. Più spesso trovato nel canale anale. In grado di germinare nella vagina, nella vescica, nell'uretere e nella prostata. La malattia spesso si ripresenta ed è caratterizzata da un basso tasso di sopravvivenza. Dopo aver confermato la diagnosi, i pazienti muoiono entro 3-4 anni. Dopo il trattamento, la soglia di vita di cinque anni è del 30%.
  4. Tubolare, costituito da formazioni tubolari. Per le piccole dimensioni, i confini del tumore sono confusi. Questa forma di patologia è stata osservata nel 50% dei pazienti con cancro ghiandolare.

Si verificano anche tumori intestinali:

  1. endofitico - che si alza sul muro all'interno dell'intestino;
  2. esofitico - derivante dall'esterno sul rivestimento intestinale.

Un tumore esofitico è più facile da palpare attraverso la parete peritoneale. I tumori endofitici causano l'ostruzione intestinale.

Fasi di adenocarcinoma intestinale

Mette in atto l'adenocarcinoma intestinale secondo la classificazione TNM:

Cancro del duodeno: come riconoscere e curare?

Il tumore duodenale è una malattia rara con un alto tasso di mortalità. Nonostante sia diagnosticato solo nello 0,5% dei casi, è necessario trattare questo problema con particolare attenzione. Devi essere in grado di distinguere lo stato normale del corpo dai primi segni della comparsa dei patologi.

12 il cancro duodenale, di regola, ha una manifestazione secondaria, cioè è il risultato della germinazione dei tumori di un altro organo. Spesso il carcinoma del pancreas raggiunge una dimensione tale che cresce nell'epitelio del duodeno 12. In questi casi, le previsioni sono deludenti.

Cancro duodenale

I tumori primitivi possono comparire dai recessi dei tessuti ghiandolari mucosi e densi, nonché dall'epitelio. Questa malattia ha limiti di età ed è più comune nelle persone di età pari o superiore a 50 anni.

In altri casi, quando si manifestano i sintomi, la causa dovrebbe essere cercata altrove. Il cancro duodenale si manifesta negli stadi successivi, il che complica la diagnosi e l'ulteriore trattamento. Quali sono i motivi, come vengono trattati e quanto tempo vivono con il cancro duodenale, è possibile scoprire analizzando alcuni fatti.

Cause dello sviluppo

Qualsiasi malattia inizia ad apparire molto prima della comparsa di una vera minaccia alla vita. Abbiamo bisogno di capire cosa può causare il cancro duodenale.

I principali fattori che possono causare malignità sono:

  • stile di vita non salutare: fumo, alcol, uso frequente di bevande al caffè, grassi animali e prodotti a base di carne;
  • ereditarietà;
  • rottura cronica del tratto gastrointestinale;
  • forma avanzata di polipi adenomatosi.

Ciascuno dei motivi non ha conferma scientifica, quindi, non può servire come garanzia per lo sviluppo di una malattia così grave. Molte persone che hanno condotto uno stile di vita sano per tutta la vita, aderito alle regole di base dell'alimentazione e non erano a rischio, possono diventare vittime di una malattia così acuta come il cancro duodenale. Di particolare importanza nella diagnosi sono i sintomi.

I sintomi del cancro duodenale

I sintomi della malattia compaiono a seconda dello stadio di sviluppo del cancro. I primi sintomi sono così sottili che possono facilmente essere confusi con il solito disturbo del tratto gastrointestinale. Con una certa periodicità, comincia a verificarsi un dolore sordo nell'ipocondrio e una sensazione di pesantezza nella regione addominale. Di norma, il dolore che si manifesta sullo sfondo del cancro duodenale, si verifica durante un periodo in cui una persona ha fame.

Il principale sintomo dello sviluppo tardivo del cancro è l'intossicazione completa del corpo.

  • c'è una costante debolezza e malessere. Perdita di appetito, depressione persistente, apatia, frequenti emicranie, disturbi del ritmo;
  • eruttazione e bruciore di stomaco;
  • tonalità della pelle pallida e bluastra. L'aspetto di ittero è possibile;
  • fioritura bianca sulla lingua, mucose secche;
  • temperatura corporea costantemente aumentata;
  • dolori acuti nel giusto ipocondrio. La localizzazione può essere confusa con il fegato;
  • sudorazione pesante, specialmente di notte;
  • vomito quotidiano e nausea continua;
  • il dolore può essere dato alla schiena;
  • stenosi che induce il vomito di fondi di caffè;
  • indurimento allo stomaco, che nel 60% può essere palpato da un medico qualificato;
  • quando si esprime un tumore, si verifica sanguinamento;
  • feci nere;
  • anemia.

I sintomi cambiano e aumentano in base alla posizione e alle dimensioni del tumore. Anche la malattia può procedere, mostrando segni di un'ulcera. Tuttavia, quando si prescrive un trattamento e una dieta speciale, il dolore non diminuisce, ma continua ad aumentare.

Localizzazione e forme della malattia

Come le crescite benigne, il cancro si sviluppa all'interno del duodeno e all'esterno. La manifestazione esterna è di natura secondaria ed è il risultato della germinazione di altri tumori. Il principale tipo di cancro primario è l'adenocarcinoma.

Secondo la localizzazione, si notano tre luoghi:

  • l'intestino più basso - il 75% di tutte le formazioni maligne del duodeno;
  • la parte orizzontale superiore è del 15%;
  • parte orizzontale inferiore - 10%.

Si distinguono i seguenti tipi di cancro:

  • cambiare il tipo di cellula di qualsiasi parte dell'intestino;
  • cancro papillare: elevazioni con aperture del duodeno;
  • fibrosarcoma: l'educazione non più grande di 3 cm, ha un colore bianco. I sintomi spesso non compaiono;
  • linfosarcoma: 15% di tutti i tumori maligni del duodeno. Caratterizzato da lesioni dei linfonodi;
  • leiomiosarcoma: tumore duodenale, che germina dalla muscolatura liscia;
  • formazioni di origine non epiteliale: neurofibrosarcoma, neuroma, ganglioneuroblastoma.

Fasi e gravità

Qualsiasi tipo di tumore ha 4 fasi principali, che sono determinate da sintomi, manifestazioni e dimensioni.

  • Fase I - la formazione di una dimensione chiara, piccola, i sintomi sono indiretti. Il tumore si trova nello strato sottomucoso. Senza metastasi;
  • Stadio II - la formazione inizia a crescere nel tessuto muscolare, ma non raggiunge la regione degli organi vicini. Le metastasi regionali compaiono nei linfonodi;
  • Stadio III - il tumore duodenale raggiunge dimensioni considerevoli e si estende oltre le mura. Può germogliare nel pancreas. Compaiono numerose metastasi;
  • Stadio IV - la formazione di varie dimensioni con la presenza di metastasi nei polmoni, nello stomaco, nel fegato.

Inoltre, durante la compilazione delle carte, vengono utilizzati simboli speciali che caratterizzano la gravità, la presenza di metastasi e la dimensione del tumore. Per decodificare da solo ciò che è scritto, nota:

T - diffusione e dimensioni del cancro:

  • T1 - germinazione del tumore nella parete intestinale;
  • T2 - germinazione del tumore nel tessuto muscolare;
  • T3 - germinazione del tumore attraverso il guscio superficiale;
  • T4 - il tumore è penetrato nella parte esterna dell'intestino.

Formazioni n - nodulari nei linfonodi:

  • N0 - nessun nodo;
  • N1 - fino a due linfonodi sono affetti da cellule tumorali;
  • N3 - diffusione multipla del cancro nei linfonodi vicini.

M - Il cancro duodenale colpisce gli organi vicini:

  • M0 - nessuna distribuzione;
  • M1 - organi lontani colpiti.

diagnostica

Il paziente pensa alla presenza di cancro nel corpo solo nel momento in cui i sintomi diventano più pronunciati: c'è costante vomito, ostruzione, ittero. Tuttavia, questa diagnosi non è limitata a:

  1. I raggi X vengono eseguiti in qualsiasi momento, il che consente di scoprire la posizione del tumore e le sue dimensioni;
  2. quadro clinico complessivo stimato;
  3. il lume dell'intestino si riduce, con conseguente stenosi diagnosticata;
  4. Inoltre, grazie alla diagnostica ecografica, è possibile determinare i cambiamenti nell'epitelio della superficie della mucosa
  5. vengono eseguiti tutti gli esami del sangue necessari, le feci per la caprografia, i marcatori tumorali, l'analisi delle urine, la biochimica del sangue;
  6. per l'esame effettuato esophagogastroduodenoscopy;
  7. Recentemente, tomografia computerizzata e risonanza magnetica spesso utilizzati.

Preparazione per FGD con biopsia

Trattamento del cancro duodenale

Per il trattamento del cancro, il metodo più efficace è la resezione, cioè la rimozione chirurgica della neoplasia e dei linfonodi vicini. Se il tumore non supera 1 cm di dimensione e l'età del paziente non consente la resezione radicale, viene eseguita un'asportazione parziale del duodeno insieme al cancro in via di sviluppo.

Il trattamento del cancro comprende anche la chemioterapia. I potenti farmaci distruggono o rallentano la crescita delle cellule tumorali.

Roentgenoscopy del duodeno

Trattamento con radiazioni. Di norma, può essere usato solo in combinazione con la chirurgia e la chemioterapia.

L'operabilità del tumore è determinata dall'esame istologico ed è di circa il 70%.

Quanti vivono?

Con un trattamento appropriato, la sopravvivenza dei pazienti a 5 anni supera il 50% dei pazienti. In assenza di complicanze e recidive postoperatorie, i pazienti vivono più a lungo. La cosa principale è prevenire la diffusione multipla delle metastasi. Quanto vivi dipenderà da te!

Cancro duodenale

Il cancro duodenale è la sconfitta dell'intestino con un tumore maligno. La patologia è più spesso formata nella divisione discendente (75% dei casi), così come nelle parti superiore e inferiore del dpc. La malattia è rara e colpisce i pazienti di entrambi i sessi oltre i 55 anni di età. In giovane età viene diagnosticata in casi isolati. Il processo primario ha bisogno di differenziazione da tumori del dotto biliare e papilla duodenale. Spesso rilevato tumore duodenale secondario, formato come risultato della germinazione di una neoplasia maligna dallo stomaco o da altri organi.

Sintomi e cause

Le prime fasi della malattia si verificano senza segni di neoplasia gastrica. Con la progressione del processo oncologico, compaiono i sintomi del cancro duodenale:

  • vertigini;
  • nausea;
  • debolezza generale;
  • stanchezza;
  • diminuzione dell'appetito;
  • perdita di peso veloce;
  • mucose secche;
  • scolorimento della pelle - cianosi, pallore o giallo;
  • aumento della sudorazione;
  • dolore nell'ipocondrio;
  • sensazione di pesantezza nello stomaco;
  • aumento della temperatura corporea.

Il disagio è aggravato dopo aver mangiato, in situazioni stressanti, mentre si beve alcolici. Per migliorare il loro benessere, i pazienti assumono spesso la posizione di un "embrione" per alleviare il dolore.

Un ruolo significativo nella formazione del cancro duodenale appartiene a fattori ambientali: la situazione ambientale nel luogo di residenza, le condizioni di lavoro e l'influenza delle radiazioni ionizzanti. Altri provocatori sono:

  • ereditarietà;
  • malattie croniche del tubo digerente;
  • diabete mellito;
  • abitudini alimentari (consumo eccessivo di cibi pronti, caffè, sottaceti, cibo in scatola, cibi grassi, fritti);
  • bere e fumare.

Sullo sfondo di un sistema immunitario indebolito, la combinazione di diversi fattori di rischio provoca la mutazione delle cellule duodenali.

classificazione

Il cancro dello stomaco e del duodeno è caratterizzato da metastasi. Nel caso del carcinoma dpc colpisce principalmente i linfonodi nella testa del pancreas.

Per tipo di crescita, si verifica un tumore duodenale:

  • endofitico - germinando oltre l'area interessata;
  • esofitico - cresce nel lume dell'intestino.

Nella maggior parte dei casi, l'adenocarcinoma viene diagnosticato, meno spesso - altri tipi di cancro. Le principali forme di tumori maligni nel cancro duodenale sono:

  • cancro della papilla maggiore;
  • cancro da tessuto epiteliale;
  • leiomiosarcoma;
  • fibrosarcoma;
  • neuroma;
  • cancro indifferenziato;
  • cancro non classificato;
  • carcinoma cellulare persistente;
  • linfosarcoma.

Il tumore duodenale può essere la fase di metastasi nel cancro dello stomaco, della mammella, dell'utero, del polmone.

La malattia ha 4 fasi di sviluppo, che differiscono per i segni, la dimensione del tumore e l'estensione delle metastasi:

  • Io - il tumore è piccolo, ben definito, situato nello strato sottomucoso. La sintomatologia è assente. La metastasi non è;
  • II - un tumore di 2-5 cm di diametro, cresce nello strato muscolare. Ci sono metastasi nei linfonodi;
  • III - neoplasia tumorale di oltre 5 cm di volume, si estende oltre i limiti di dpc. Compaiono metastasi multiple;
  • IV - caratterizzato da disintegrazione del tumore, ampie metastasi.

Diagnosi e trattamento

Il tumore del duodeno inizia a preoccuparsi dei sintomi man mano che la malattia progredisce. Le misure diagnostiche che confermano la patologia maligna consistono in metodi di esame strumentali e di laboratorio, nonché un esame del medico con palpazione della cavità addominale.

Per gli studi di laboratorio sono inclusi l'analisi di marcatori tumorali, sangue occulto fecale, OAK, OAM.

I metodi strumentali sono i più importanti per stabilire una diagnosi. Lo standard è quello di eseguire esofagogastroduodenoscopia, durante il quale con un endoscopio sottile inserito attraverso la bocca nello stomaco, il medico esamina gli organi interni della cavità addominale e, se necessario, effettua una biopsia. Ulteriori opzioni per la diagnosi sono anche:

  • radiografia a contrasto;
  • Scansione TC;
  • radiografia del torace;
  • sigmoidoscopia;
  • risonanza magnetica;
  • clisma opaco;
  • Ultrasuoni degli organi addominali.

La diagnosi completa e l'esame dei sintomi consentono di specificare la forma, la natura e lo stadio del cambiamento, per pianificare un ulteriore trattamento efficace.

Quando viene rilevato un tumore maligno, la neoplasia viene rimossa, insieme a una parte del dpc. Può essere fatto in tre modi:

  • quando il processo maligno si diffonde al grande capezzolo duodenale e al dotto escretore del pancreas, viene eseguita la resezione gastropancreatoduodenale (GPDR) - l'intestino interessato, la testa pancreatica e la parte inferiore della bile e i dotti virsung vengono tagliati;
  • in caso di piccola patologia, viene eseguita una resezione circolare - rimozione dell'area danneggiata con ripristino della pervietà della sezione intestinale;
  • viene anche usata una variante della resezione circolare, quando l'intestino si collega da un capo all'altro.

Nelle prime fasi del processo maligno, la rimozione delle cellule atipiche viene eseguita mediante laparoscopia.

Le complicanze più pericolose del cancro duodenale sono: stenosi, sanguinamento, perforazione del tumore. Un problema serio è la vasta metastasi tardiva, la cachessia.

Trattare il cancro duodenale con i rimedi popolari aiuta a bloccare i sintomi. Anche le funzioni protettive del sistema immunitario aumentano in modo significativo. È usato nel processo maligno nel duodeno come metodo ausiliario nel trattamento.

Pronostici e prevenzione di sopravvivenza

Se il tumore duodenale viene diagnosticato e trattato nelle prime due fasi, il tasso di sopravvivenza a 5 anni è di circa il 70%. Con un successivo rilevamento del tumore, la prognosi peggiora del 15-20%. Altrettanto importante è il tipo istologico di neoplasia, età e salute generale del paziente.

Per ridurre la probabilità di alterazioni maligne nel duodeno, si raccomanda: correzione della dieta, evitamento di situazioni stressanti, rifiuto di cattive abitudini, trattamento tempestivo delle malattie gastrointestinali e esame preventivo annuale da parte di uno specialista dopo 50 anni o prima, se esiste una predisposizione ereditaria.

Adenocarcinoma rettale altamente differenziato: prognosi

La diagnosi "adenocarcinoma ben differenziato del retto" non significa altro che il cancro. Per capire quali sono le previsioni per la cura di questa malattia, è necessario conoscere il meccanismo del suo sviluppo.

Il meccanismo di sviluppo dell'adenocarcinoma del retto

L'adenocarcenoma del retto è anche chiamato cancro del colon-retto. Questa malattia è persino considerata problematica anche nel nostro XXI secolo avanzato, poiché si sviluppa in modo piuttosto silenzioso - la sua fase iniziale è quasi impossibile da diagnosticare. Il cancro nel corpo del paziente si manifesta negli stadi successivi, difficili da trattare.

A seconda dello stadio di sviluppo dell'adenocarcenoma del retto, gli esperti hanno sviluppato una classificazione speciale:

  1. Il primo grado di luce è chiamato altamente differenziato.
  2. Il secondo è moderatamente differenziato.
  3. Il terzo è a bassa differenziazione.
  4. Il quarto è indifferenziato.

Il primo grado di cancro del colon-retto, cioè altamente differenziato, viene trattato al meglio.

Ma è lei che si sviluppa lentamente, progredendo per molti anni. Un tumore maligno copre l'epitelio ghiandolare del retto (copre l'intera superficie interna). Non tutti gli specialisti possono diagnosticare questo stadio di adenocarcinoma del retto, ma i sintomi principali esistono ancora.

Sintomatologia e quadro clinico

Come già accennato, i sintomi di un tipo altamente differenziato di cancro del retto sono molto difficili da notare. Ma quella persona che monitora costantemente lo stato della sua salute, ovviamente, sarà in grado di riconoscerli per consultare un medico qualificato in tempo utile. Questi sono i segni di questa malattia:

  1. Diminuzione dell'appetito
  2. Debolezza in tutto il corpo.
  3. Forte diminuzione del peso totale.
  4. Pallore della pelle.

Ma tutti questi sintomi possono cadere in molte malattie diverse che non hanno assolutamente nulla a che fare con il retto. Se parliamo dell'individualità di un tumore del cancro in questo organo, devono essere osservati i seguenti segni:

  1. Il dolore lancinante nel perineo, che aumenta significativamente al momento delle feci (tali sensazioni non sempre si presentano, ma inizialmente solo periodicamente, poi sempre più spesso)
  2. Nelle feci si può notare lo scarico mucoso (sono purulenti o sanguinanti).
  3. Stitichezza e diarrea si alternano.
  4. La sedia diventa irregolare.

Se, dopo aver notato i sintomi simili di adenocarcinoma del retto, si reca immediatamente in ospedale, allora c'è un'alta probabilità di completa guarigione a seguito di efficaci misure di trattamento.

Cause e fattori predisponenti di progresso

Uno dei motivi principali, secondo i risultati della ricerca degli oncologi, è la predisposizione ereditaria (genetica) della persona malata. Ma ci sono una serie di fattori che possono innescare un aumento di questa malattia o aumentare il rischio di sviluppo accelerato di un cancro:

  1. Vecchiaia
  2. Malattie croniche del retto.
  3. Tumori già esistenti di natura benigna.
  4. Contatto costante con sostanze che contengono reagenti tossici (inclusi farmaci).
  5. Papillomavirus infettivo.
  6. Lesioni fisiche
  7. Stress costante

Questi fattori possono contribuire a una crescita più rapida di un cancro.

Il processo di diagnosi di adenocarcinoma rettale

Per stabilire una diagnosi accurata in presenza di sintomi di cancro del retto, è possibile contattare i seguenti medici:

  • a un oncologo (specialista nel campo della diagnosi e del trattamento terapeutico di tumori di vario tipo);
  • al coloproctologo (specialista che è impegnato nel trattamento e nella prevenzione delle malattie del retto e del colon);
  • a un proctologo (un medico la cui qualifica è di diagnosticare e curare malattie patologiche dell'intestino crasso).

Il processo di diagnosi si svolge in più fasi:

  1. Il primo è raccogliere i reclami da un paziente malato e la loro successiva valutazione.
  2. Il secondo è l'esame del paziente, compreso l'esame delle dita.
  3. Il terzo è il test per i test clinici di laboratorio (serie standard: sangue, urina, feci).
  4. Quarto: test per i marcatori tumorali.

Se, in base ai risultati di tutti gli esami e le analisi, il medico fa una diagnosi di "adenocarcinoma del retto", allora dovremmo aspettarci la continuazione di ulteriori studi diagnostici per chiarire la terribile diagnosi. Questi studi includono:

  1. Ultrasuoni (tipo transrettale) - uno studio con l'uso di ultrasuoni, che viene effettuato da uno speciale apparato introdotto nel retto.
  2. La rectoromanoscopia è un esame di un paziente di tipo endoscopico, cioè utilizzando un sigmoidoscopio, inserito attraverso l'ano direttamente nel retto.
  3. La colonscopia è un altro metodo endoscopico, ma il medico esamina e valuta le condizioni del retto usando un endoscopio.
  4. L'irrigoscopia è un esame di tipo a raggi X, durante il quale vengono iniettate sostanze a contrasto nel retto (spesso si usa il solfato di bario per questo).
  5. Una biopsia è un'asportazione di un pezzo di tessuto da una zona infetta del retto per condurre ulteriori ricerche al microscopio.
  6. Esame istologico - comprende contemporaneamente due tipi di esame: una biopsia e un futuro tessuto chirurgico, è necessario identificare un tipo differenziato di adenocarcinoma.
  7. La tomografia computerizzata è un esame diagnostico strato-a-strato del retto che utilizza i raggi X su uno scanner per tomografia computerizzata multistrato, necessario per determinare la posizione delle metastasi.

Naturalmente, il paziente non ha bisogno di sottoporsi a questi esami tutti in una volta. Ma questo processo richiede un lungo periodo di tempo.

Metodi moderni di trattamento di adenocarcinoma

I vari metodi di trattamento moderno di cancro dei dottori di retto usano, secondo il grado di differenziazione della malattia.

  1. La chemioterapia è l'uso di farmaci che sono in grado di sopprimere la crescita di tumori maligni, oltre a distruggerli, ad esempio, Cisplatino, Docetaxel, Adriamicina (un grado più aggressivo della malattia richiede farmaci tossici).
  2. Il trattamento con radiazioni viene utilizzato per rallentare la crescita di un tumore e per distruggerne le metastasi (un grado piuttosto aggressivo della malattia richiede dosi più elevate di radiazioni).
  3. Terapia neutronica - un metodo simile alla radioterapia, ma le radiazioni si verificano con l'aiuto di neutroni, che influenzano e distruggono solo le cellule tumorali, senza toccare i tessuti sani.
  4. Chirurgia: estirpazione del retto.

Spesso, gli oncologi prescrivono il trattamento in una combinazione: radioterapia + chemioterapia + rimozione chirurgica del tumore. Come trattamento concomitante, la terapia del dolore è prescritta per alleviare il dolore - l'uso di potenti analgesici.

Inoltre, la chirurgia moderna offre laparoscopia senza aprire la cavità - la chirurgia, che viene eseguita sugli organi interni di una persona malata con l'aiuto di piccoli fori (da 0,5 cm a 1,5 cm).

Adenocarcinoma rettale altamente differenziato: prognosi presuntiva

I medici considerano questa malattia pericolosa per una serie dei seguenti motivi:

  • non trasmesso da goccioline trasportate dall'aria;
  • non può essere trasmesso sessualmente;
  • è posto a livello genetico.

L'adenocarcenoma del retto viene diagnosticato in quasi un quarto della popolazione mondiale. Il suo pericolo è che nello stato attivo una persona muoia durante l'anno.

I medici possono prevedere la condizione del paziente in questo caso, a seconda dello stadio di sviluppo del tumore:

  • lo stadio iniziale - il tasso di sopravvivenza dei pazienti è piuttosto alto, ma se i medici eseguono un'operazione radicale - il 90% del recupero;
  • stadio, eccitante il sistema linfatico - il 50% dei pazienti con sopravvivenza a cinque anni;
  • stadio, che copre il lato destro del colon - il 20% della sopravvivenza a cinque anni.

Più alto è lo stadio della proliferazione del tumore nel retto, minore è la percentuale di pazienti sopravvissuti, anche dopo la chirurgia radicale dei chirurghi. Perché stiamo parlando di un periodo di sopravvivenza di cinque anni? Gli esperti spiegano questo come segue: per cinque anni, il corpo impara a combattere il cancro, dopo il periodo indicato, il corpo diventa molto più facile, quindi, le possibilità di recupero sono maggiori.

Misure preventive

I medici raccomandano di non trascurare le misure preventive per prevenire l'adenocarcinoma del retto. Per fare ciò, segui alcune semplici regole:

  1. Affrontare tempestivamente i reclami riguardanti gli organi del tratto gastrointestinale ai medici e sottoporsi a un ciclo di trattamento prescritto.
  2. Mangia giusto e pieno.
  3. Evitare l'esposizione a sostanze tossiche nocive, comprese quelle contenute nei farmaci.
  4. Evita gli stati stressanti.
  5. Trattare completamente le infezioni infettive.

Si dovrebbe anche prestare attenzione alla presenza di malattie ereditarie di natura simile e, se del caso, in anticipo per sottoporsi a un esame diagnostico.

Adenocarcinoma dell'intestino e del colon

L'adenocarcinoma intestinale è un tumore che cresce dalle cellule ghiandolari (calice) dello strato interno dell'intestino. Rende fino all'80% di tutti i tumori maligni dell'intestino. Spesso colpisce i reparti dell'intestino crasso, almeno - sottile.

Secondo le statistiche, nelle donne, l'adenocarcinoma del colon è il secondo tumore più comune dopo il cancro al seno e negli uomini, il terzo, solo il cancro del polmone e della prostata passa avanti. In totale, il cancro del colon rappresenta il 15% dei casi di tutti i tumori maligni.

La malattia è un problema serio nei paesi sviluppati. La più alta prevalenza negli Stati Uniti, in Giappone, in Inghilterra. Non dimentichiamo che in questi paesi la scoperta dell'oncopatologia è meglio stabilita. La Russia è al quinto posto.

L'incidenza massima si osserva all'età di 40-70 anni. L'Organizzazione Mondiale della Sanità ha registrato una tendenza verso il ringiovanimento della patologia. La difficoltà della diagnosi tempestiva risiede nell'assenza di sintomi nelle fasi iniziali e in una marcata progressione della crescita in futuro.

Un po 'di intestino e cellule responsabili della malattia

L'intestino umano è diviso in 2 sezioni: sottile e spessa. La connessione con lo stomaco inizia con il sottile. Ci sono:

  • duodeno;
  • magro;
  • ileo.

Ecco il numero massimo di enzimi, è la divisione e l'assimilazione dei nutrienti. Tutto ciò di cui hai bisogno è assorbito nel sangue. L'intestino crasso prevede l'accumulo e il riassorbimento dell'acqua, la formazione di massa dalle scorie, la loro rimozione dal corpo. Lui condivide:

  • sul cieco con l'appendice (appendice);
  • due punti con quattro parti (ascendente, due punti trasversali, discendente, sigmoide e dritto).

Il segmento finale è l'ampolla del retto, il canale anale e l'ano. Le cellule ghiandolari si trovano sulla membrana mucosa di tutti i reparti. Sono incuneati tra l'epitelio, assente sulla cima dei villi. In totale fino al 9,5% della composizione cellulare della membrana mucosa dell'intestino tenue, la concentrazione aumenta man mano che ci si avvicina alla sezione spessa. Differiscono dai loro vicini nella capacità di produrre muco, che è necessario per proteggere il muro dalle feci che passano.

Dopo la secrezione del segreto nell'intestino, diventano nuovamente prismatici. La degenerazione maligna è caratterizzata dapprima da una lenta crescita dell'intestino (crescita endofitica) o verso l'esterno (esofitica), quindi da una rapida transizione verso la metastasi attraverso i vasi ai linfonodi, polmoni, fegato e altri organi più vicini.

Il corso più grave si verifica in giovane età. Ciò è spiegato dai cambiamenti anatomici dei vasi sanguigni nelle persone dopo 40 anni: il lume è ridotto, l'attività del trasferimento di metastasi è meno pronunciata. E fino a 30 anni, l'intestino ha una rete vascolare e linfatica pronunciata, fornisce un alto rischio di metastasi.

motivi

Per considerare le cause dell'adenocarcinoma, cerchiamo di individuare la parte comune che è caratteristica di qualsiasi localizzazione di tumori. E i fattori di rischio più tipici saranno considerati in casi specifici.

È stato scoperto che la degenerazione tumorale delle cellule ghiandolari può essere causata da una dieta scorretta con un maggiore uso:

  • grassi animali da carne, olio;
  • dolci in eccesso;
  • piatti fritti, affumicati, speziati;
  • bevande alcoliche

Allo stesso tempo nella dieta non è abbastanza:

I fattori di rischio includono:

  • una tendenza alla stitichezza;
  • polipi intestinali;
  • infiammazione cronica (colite, enterocolite);
  • predisposizione genetica;
  • acqua potabile di scarsa qualità;
  • lunga esperienza lavorativa con rischi professionali;
  • la presenza di papillomavirus;
  • passione per il sesso anale.

Tipi di tumore in base ai cambiamenti delle cellule

La crescita tumorale cambia l'aspetto delle cellule ghiandolari. Quelle cellule che hanno poca differenza dalle cellule normali hanno il minimo pericolo. Distinguere (distinguerli) in base al grado di deviazioni può essere nell'esame citologico del materiale bioptico. Quanto più pronunciate sono le caratteristiche distintive, le cellule tumorali meno differenziate hanno.

Tra i neoplasmi come l'adenocarcinoma intestinale, ci sono:

  1. Tumore altamente differenziato - sotto un forte ingrandimento di un microscopio, in contrasto con i normali nuclei delle cellule ingranditi, non ci sono cambiamenti funzionali, quindi il trattamento tempestivo può essere efficace. La terapia di pazienti anziani è particolarmente efficace. Può ottenere una remissione a lungo termine. Nei pazienti giovani, la probabilità di recidiva nei prossimi 12 mesi non scompare.
  2. Adenocarcinoma moderatamente differenziato - raggiunge una grande dimensione, le cellule si espandono notevolmente, causando un quadro di ostruzione intestinale, sanguinamento, rottura della parete. Il decorso clinico è complicato da peritonite, la formazione di passaggi fistolosi. Alto rischio di transizione verso una visualizzazione di basso livello. Tuttavia, dopo la rimozione chirurgica e il successivo trattamento, la sopravvivenza a 5 anni è stata osservata nel 70-75% dei pazienti.
  3. Basso differenziato - il tumore è caratterizzato da polimorfismo (una diversa composizione di cellule), cresce molto attivamente, si diffonde rapidamente ad altri organi, colpisce i linfonodi. Non ha confini chiari. L'operazione è mostrata in una fase iniziale, è difficile prevedere la durata della remissione in anticipo. Nei periodi tardivi di trattamento è inefficace.

A seconda del tipo di cellule ghiandolari, l'adenocarcinoma intestinale è suddiviso in:

  1. Tumore mucinoso (membrana mucosa) - consiste di epitelio, muco con mucine, non ci sono confini chiari, si metastatizza principalmente ai linfonodi adiacenti. È importante che questa specie non sia sensibile agli effetti della radioterapia. Pertanto, dà frequenti ricadute.
  2. L'anello cricoide - è caratterizzato da una significativa malignità, spesso rilevata con più metastasi. Soprattutto nel fegato e nei linfonodi. Colpisce più giovani ed è localizzato nella mucosa del colon.
  3. Squamoso - ha un alto grado di malignità, la localizzazione più comune - il retto. Germina nella vescica, nella vagina, nella prostata, negli ureteri. I risultati del trattamento sono caratterizzati da frequenti recidive, bassa sopravvivenza (fino a cinque anni non più di 1/3 dei pazienti vivi, il resto muore nei primi 3 anni).
  4. Tubolare - un tumore con contorni sfocati consiste di formazioni tubolari sotto forma di cubi o cilindri. Le dimensioni possono essere piccole, crescono gradualmente ed è soggetto a sanguinamento massiccio. Si verifica in metà dei pazienti con cancro intestinale.

I sintomi dipendono dalla localizzazione nell'intestino

La lesione maligna delle diverse parti dell'intestino tenue e piccolo ha le sue proprietà speciali e le sue differenze nel decorso clinico.

Sconfitta dell'intestino tenue

L'adenocarcinoma è spesso localizzato nell'ileo e 12 nell'ulcera duodenale. Può crescere sotto forma di un anello e coprire l'intero lume dell'intestino, portando a stenosi e ostruzione. Ma la crescita infiltrativa è possibile in alcune aree, quindi i sintomi di ostruzione sono assenti.

È combinato con altri tipi di tumori: con linfoma ileale (nel 18% dei casi è localizzato nella regione ileale), con linfogranulomatosi (malattia di Hodgkin), con linfosarcomi (linfomi non Hodgkin).

Tumore del capezzolo di Vater

La formazione a forma di cono, chiamata nell'anatomia della papilla Vater, si trova nel mezzo della parte discendente del duodeno, 12-14 cm al di sotto del piloro. È lo sfintere di Oddi. È uno sfintere muscolare che regola il flusso della bile e del succo pancreatico nel duodeno. Determina il blocco del ritorno del contenuto intestinale ai dotti soprastanti.

Nell'area della papilla di Vater si combinano tumori di varia origine. Qui, i tumori dall'epitelio del pancreas, il dotto biliare sono possibili. Differiscono nelle piccole dimensioni e nella crescita lenta.

I pazienti trovano:

  • perdita di appetito;
  • vomito;
  • perdita di peso significativa;
  • giallo della pelle e della sclera;
  • prurito della pelle;
  • il dolore nell'addome superiore, irradiato alla schiena è possibile;
  • aumento della temperatura poco chiaro;
  • sangue nelle feci.

Tumori al colon

La posizione e la struttura dei tumori ghiandolari del colon variano per consistenza, dimensione, grado di differenziazione. Nel 40% dei pazienti troviamo un colon trasverso del tumore. Nel 20% dei casi si osserva adenocarcinoma del cieco. Approssimativamente lo stesso spesso - cancro del retto.

Tutti i tumori causano una reazione infiammatoria dell'intestino e nel tardo periodo si diffondono sotto forma di metastasi, stasi singola o multipla. Crescendo nel peritoneo attraverso il muro, anche l'adenocarcinoma altamente differenziato del colon provoca gradualmente:

  • perdita di appetito;
  • nausea frequente con vomito;
  • dolore moderato instabile lungo l'intestino;
  • costipazione e diarrea;
  • impurezze di muco, pus e sangue si trovano nelle feci.

Con l'aumentare dell'intossicazione in connessione con l'adesione dell'infezione in un paziente compaiono:

  • intenso dolore addominale;
  • febbre alta;
  • segni di peritonite.

Caratteristiche della lesione del colon sigmoideo

I fattori di rischio per il cancro sigmoideo sono:

  • vecchiaia del paziente:
  • stile di vita sedentario;
  • costipazione prolungata, pietre fecali traumatiche della membrana mucosa.

Per lo sviluppo del cancro sono malattie come:

  • poliposi;
  • ileite terminale;
  • diverticoli intestinali;
  • colite ulcerosa.

Un tumore è caratterizzato da tre varianti del corso:

  • fino a 15 mm di diametro in assenza di metastasi;
  • fino a metà del lume dell'intestino, ma senza germogliamento del muro e con singole metastasi regionali;
  • completa sovrapposizione del lume intestinale, germinazione negli organi vicini, con molte metastasi distanti.

In una fase iniziale della lesione, è possibile la formazione di displasia precancerosa della mucosa. Sintomi tipici:

  • dolore nell'addome inferiore a sinistra;
  • flatulenza (gonfiore);
  • alternanza di diarrea e costipazione;
  • periodicamente segni di ostruzione intestinale;
  • nelle feci la presenza di impurità di muco, pus, sangue.

Qual è la differenza tra i tumori del cieco e del retto?

Il cieco si trova sul bordo dell'intestino tenue e crasso. Qui il più spesso trova malattie precancerose (poliposi). La sconfitta colpisce sia i bambini che i vecchi. La più importante tra le cause sono i papillomavirus, un'alimentazione squilibrata.

Il processo digestivo è completato nel retto. Nello sviluppo di adenocarcinoma della principale importanza:

  • danno con pietre fecali durante costipazione prolungata;
  • papillomavirus;
  • l'azione di sostanze tossiche tossiche escrete nelle feci;
  • ragadi anali non cicatrizzanti;
  • colite ulcerosa;
  • sesso anale.

Più spesso colpisce gli uomini dopo 50 anni. I sintomi includono:

  • dolore al retto durante i movimenti intestinali;
  • falsi impulsi (tenesmo);
  • sanguinamento rettale.

L'anatomia del retto distingue 3 zone:

L'adenocarcinoma si sviluppa spesso nell'epitelio della zona ampollare. Per la sezione anale, il carcinoma a cellule squamose è più caratteristico. I contorni del tumore irregolare, assomigliano a un'ulcera con bordi incurvati. Progredisce rapidamente e dà metastasi.

Classificazione dello stadio

Al fine di creare un approccio unificato per valutare la gravità dell'adenocarcinoma, è stata adottata una classificazione internazionale. Divide tutti gli adenocarcinomi intestinali in 5 fasi. Per ogni identificato:

  • dimensione ammissibile della crescita del tumore;
  • presenza di metastasi vicine e lontane.

Nello stadio 0, il tumore è minimo, non germina da nessuna parte e non ha metastasi. Nella fase I-II - le dimensioni sono accettabili da 2 a 5 cm o più, ma non vi sono metastasi. La terza fase è divisa in:

  • IIIa - germinazione negli organi adiacenti e presenza di metastasi nei linfonodi;
  • IIIc: combina grandi dimensioni e presenza di metastasi solo negli organi adiacenti.

Stadio IV - messo in scena con metastasi a distanza, anche se la dimensione del tumore stesso è relativamente piccola.

Esiste una classificazione del cancro intestinale, inclusa una caratteristica come la differenziazione della composizione cellulare. Implica che:

  • Gx: impostare nella diagnosi, se le celle non possono essere differenziate;
  • G1 - il grado di differenziazione è valutato come alto, le cellule sono simili alle normali epiteliali;
  • grado di tumore del colon G2 - mostra il grado medio di degenerazione;
  • G3 - le cellule tumorali sono un po 'simili alla norma;
  • G4 - il tipo di cellula è scarsamente differenziato, caratterizzato dalla più alta malignità.

Sintomi e segni diagnostici

Oltre ai suddetti sintomi comuni, è possibile aggiungere i segni dello stadio avanzato della malattia:

  • il tumore è palpabile attraverso l'addome;
  • c'è il sospetto di peritonite;
  • con lo sviluppo dell'ostruzione, il paziente appare feci vomitanti, la cessazione dello scarico dei gas, il dolore intenso;
  • accompagnato da debolezza, perdita di peso;
  • sanguinamento intestinale è spesso osservato.

I metodi diagnostici più significativi e informativi sono:

  • marcatori tumorali;
  • biopsia;
  • studi istologici;
  • diverse opzioni di endoscopia.

La rilevazione dei marcatori tumorali sono sostanze che aumentano regolarmente in concentrazione con un certo tipo di cancro, sono determinate nel sangue venoso. Nel cancro dell'intestino determinare:

  • la presenza di cellule tumorali marcatore CA 19-9 e CEA per sospetto cancro del retto;
  • antigene embrionale del cancro.

Effettuare studi endoscopici con l'introduzione del sigmoidoscopio, il fibrocolonoscopio nel retto, il laparoscopio nella cavità addominale e la capacità di esaminare il tessuto con urgenza durante l'operazione offre ai medici un modo per stabilire una crescita moderatamente differenziata delle cellule ghiandolari. Adatto per la citologia:

  • frammenti di tessuto;
  • impronte della membrana mucosa rimossa;
  • secrezione purulenta e mucosa.

L'adenocarcinoma del colon è ancora diverso nella struttura istologica, ci sono:

  • tumore delle cellule oscure;
  • mucinoso;
  • cancro senza classificazione.

trattamento

L'adenocarcinoma intestinale viene trattato con tre metodi:

  • rimozione chirurgica;
  • la chemioterapia;
  • radioterapia.

Molto spesso devi combinare e combinare tutti i metodi disponibili. Per selezionare il metodo di operazione sono presi in considerazione:

  • localizzazione;
  • dimensioni;
  • natura della differenziazione cellulare;
  • classificazione per sistema internazionale.

Nel periodo di preparazione per l'operazione, viene utilizzata un'alimentazione speciale con miscele senza scorie, un sistema di preparati lassativi e clisteri detergenti e mezzi di Fortrans per rimuovere sostanze nocive.

Operativamente condotto:

  • resezione (escissione) dell'area interessata;
  • estirpazione (rimozione) dell'intestino, dei linfonodi e degli organi adiacenti durante la germinazione delle metastasi in essi.

Di solito, l'operazione termina con la formazione di escrezione artificiale di feci sulla parete addominale anteriore (colostomia). La radioterapia viene effettuata 5 giorni prima dell'operazione e un mese dopo di essa. La zona di irradiazione è determinata dalla localizzazione della crescita del tumore.

Per la chemioterapia utilizzare una combinazione di farmaci ripetuti:

Caratteristiche della cura del paziente

Nel periodo postoperatorio, i pazienti sono notevolmente indeboliti. In connessione con l'uso della chemioterapia e delle radiazioni, lo stato immunitario diminuisce drasticamente. Sono minacciati di infezione da qualsiasi agente patogeno. Pertanto è raccomandato:

  • cambiare la biancheria più spesso;
  • procedure igieniche quotidiane (spazzolare i denti, sciacquare la bocca, pulire il corpo);
  • per prevenire la formazione di piaghe da decubito (cambiare la posizione del corpo, lisciare le pieghe del lino, lubrificare la pelle con alcool di canfora, fare un massaggio);
  • nei primi giorni, l'alimentazione viene effettuata utilizzando una sonda e miscele endovenose;
  • i pannolini dovrebbero essere usati per l'incontinenza urinaria;
  • quando si sostituisce il contenitore della colostomia, trattare la pelle intorno alla colostomia con acqua tiepida, asciugare;
  • il medico può consigliare la scrematura.

Che tipo di cibo è necessario?

Il cibo dovrebbe supportare la forza del paziente, avere calorie sufficienti, non contenere elementi irritanti, facilmente digerito. Fortemente controindicato:

  • piatti grassi;
  • condimenti piccanti;
  • prodotti a base di carne fritti e affumicati;
  • alcol;
  • fagioli;
  • verdure fresche in insalata.

Il paziente deve essere nutrito 6 volte al giorno, in piccole porzioni. utile:

  • polpette al vapore, polpette di carne magra, pollame;
  • frutti di mare non taglienti;
  • latticini a basso contenuto di grassi;
  • porridge in forma liquida con un cucchiaino di burro;
  • zuppe di latte, verdure;
  • frutta e verdura bollite;
  • gelatine di bacche, composte, tisane.

Il paziente dovrà seguire la dieta per il resto della sua vita.

prospettiva

Come risultato del trattamento combinato dell'adenocarcinoma intestinale, è possibile raggiungere una sopravvivenza a cinque anni, a seconda dello stadio:

  • con il primo stadio e il trattamento completo - nell'80% dei pazienti;
  • nella seconda fase - fino al 75%;
  • di pazienti con IIIa - in metà dei pazienti;
  • con IIIb - non più del 40%.

I pazienti al quarto stadio ricevono cure sintomatiche. Questa informazione ha lo scopo di offrire ai lettori di proteggere attivamente la loro salute e le persone care. Se non puoi essere salvato, prova a consultare un medico il prima possibile.