Fluido addominale mediante ultrasuoni

L'accumulo di liquido libero nella cavità addominale si verifica a seguito di una reazione infiammatoria, compromissione della fuoriuscita della linfa e della circolazione sanguigna a causa di vari motivi. Questa condizione è chiamata ascite (idropisia), il suo aspetto può portare allo sviluppo di gravi conseguenze per la salute umana.

Il fluido accumulato nel peritoneo è un habitat ideale per la microflora patogena, che è l'agente eziologico della peritonite, della sindrome epatorenale, dell'ernia ombelicale, dell'encefalopatia epatica e di altre patologie altrettanto pericolose.

Uno dei metodi più sicuri e non invasivi, ma estremamente accurati, viene utilizzato per diagnosticare l'ascite: uno studio che utilizza onde ultrasoniche. La rilevazione della presenza di fluido nella cavità addominale mediante ultrasuoni viene effettuata come prescritto dal medico curante sulla base dei segni clinici esistenti del processo patologico.

La cavità addominale è una zona anatomica separata, che, per migliorare la planata dei fogli viscerali del peritoneo, rilascia costantemente umidità. Normalmente, questo versamento può essere assorbito dinamicamente e non accumularsi in aree adatte a questo. Nel nostro articolo, vogliamo fornire informazioni sulle cause di riserve anomale di liquidi, la diagnosi di una condizione patologica sugli ultrasuoni e metodi efficaci per il suo trattamento.

Perché il liquido libero si accumula nella cavità addominale?

L'ascite si sviluppa a causa di vari tipi di processi patologici negli organi pelvici. Il transudato inizialmente accumulato non è infiammatorio, la sua quantità può variare da 30 ml a 10-12 litri. Le cause più comuni del suo sviluppo - una violazione della secrezione di proteine, che assicurano l'impermeabilità dei tessuti e dei percorsi, conducendo linfa e sangue circolante.

Questa condizione può causare anomalie congenite o lo sviluppo nel corpo:

  • cirrosi epatica;
  • insufficienza cardiaca o renale cronica;
  • ipertensione portale;
  • fame di proteine;
  • linfostasi;
  • lesioni peritoneali tubercolari o maligne;
  • diabete;
  • lupus eritematoso sistemico.

Spesso, l'idropisia si sviluppa durante la formazione di formazioni tumorali nelle ghiandole mammarie, nelle ovaie, negli organi digestivi, nelle membrane sierose della pleura e nel peritoneo. Inoltre, il liquido libero può accumularsi sullo sfondo di complicanze postoperatorie, pseudomixoma peritoneo (accumulo di muco, che nel tempo subisce una riorganizzazione), distrofia dell'amiloide (violazione del metabolismo delle proteine), coma ipotiroideo (mixedema).

Segni di ascite

Nelle prime fasi dello sviluppo di questa condizione, i pazienti non hanno lamentele, l'accumulo di liquido libero può essere rilevato solo dagli ultrasuoni. I sintomi visibili si verificano quando la quantità di transudato supera un litro e mezzo, una persona sente:

  • un aumento della pancia addominale e della massa corporea;
  • deterioramento del benessere generale;
  • sensazione di pienezza nella cavità addominale;
  • gonfiore delle estremità inferiori e dei tessuti dello scroto (negli uomini);
  • eruttazione;
  • bruciori di stomaco;
  • nausea;
  • difficoltà a respirare;
  • flatulenza;
  • tachicardia;
  • protrusione del nodo ombelicale;
  • disagio e dolore nell'addome;
  • feci alterate e minzione.

Se un esame ecografico della cavità addominale ha mostrato la presenza di umidità in eccesso, il medico curante dovrebbe determinare con precisione la causa alla radice della condizione patologica. Condurre il pompaggio del trasudato accumulato non è un trattamento efficace per l'ascite.

Preparazione per gli ultrasuoni e il suo progresso

Questo studio non ha controindicazioni o restrizioni, in casi di emergenza è effettuato senza previa preparazione del paziente. Una procedura pianificata richiede una migliore visualizzazione dei cambiamenti patologici negli organi. Il paziente è raccomandato per 3 giorni prima dello studio per escludere dalla dieta alimenti che contengono una grande quantità di fibre e aumentare la formazione di gas.

Alla vigilia dello studio, bevi un lassativo o un clistere purificante. Per ridurre l'accumulo di gas nell'intestino il giorno dell'ecografia devi prendere Mezim o carbone attivo. I moderni metodi di diagnostica ad ultrasuoni consentono di determinare le aree più probabili di accumulo di liquidi liberi nella cavità addominale.

Ecco perché specialisti qualificati effettuano l'ispezione delle seguenti zone anatomiche:

  • Il "pavimento" superiore del peritoneo, che si trova sotto il diaframma. Di particolare importanza diagnostica sono gli spazi situati sotto il fegato e formati dalla sezione principale dell'intestino tenue - le parti ascendenti e discendenti del colon. Normalmente, i cosiddetti canali laterali non esistono - le coperture del peritoneo aderiscono perfettamente all'intestino.
  • Piccola pelvi, in cui lo sviluppo di processi patologici può accumulare effusione, scaturendo dai canali laterali.

Le caratteristiche fisiche dell'umidità accumulata nel peritoneo per qualsiasi motivo, non consentono di riflettere l'onda ultrasonica, questo fenomeno rende la procedura diagnostica quanto più informativa possibile. La presenza di versamento negli spazi anatomici studiati crea sul monitor del dispositivo un focolare mobile scuro. In assenza di liquido libero, la diagnosi dura non più di 5 minuti.

Se non è possibile rilevare un transudato, la prova indiretta può indicare la sua presenza:

  • lo spostamento delle anse del colon;
  • cambiamento del suono durante la percussione (toccando) - timpanico nelle sezioni superiori del peritoneo, opaco nella parte inferiore.

Tipi di gonfiore addominale mediante ultrasuoni

La qualificazione internazionale delle malattie non secerne l'ascite in una malattia separata - questa condizione è una complicazione degli ultimi stadi di altri processi patologici. La luminosità dei sintomi clinici distingue le seguenti forme di ascite:

  • iniziale: la quantità di acqua accumulata nell'addome raggiunge 1,5 litri;
  • con una moderata quantità di liquido - gonfiore delle gambe manifestato, un notevole aumento delle dimensioni del torace, mancanza di respiro, bruciore di stomaco, stitichezza, sensazione di pesantezza nell'addome;
  • massiccia (volume di effusione superiore a cinque litri) è una condizione pericolosa caratterizzata da tensione nelle pareti della cavità addominale, sviluppo di insufficienza della funzione del cuore e dei sistemi respiratori, infezione del transudato.

La valutazione batteriologica della qualità del fluido libero, che viene prodotta in speciali condizioni di laboratorio, distingue tra l'idropisia (assenza di microrganismi patogeni) e l'infettività (presenza di microbi patogeni).

Cosa fare dopo la conferma della patologia mediante ultrasuoni?

Il corso delle misure correttive dipende da quale malattia ha causato l'accumulo di umidità in eccesso nel peritoneo. Per diagnosticare con precisione il processo patologico, i professionisti conducono un esame completo del paziente, tra cui:

  • test biochimici e generali su sangue e urine;
  • ricerca di marcatori oncologici e indicatori del metabolismo degli elettroliti;
  • radiografia generale delle cavità toracica e addominale;
  • coagulogramma - stima dei parametri del sistema di coagulazione;
  • angiografia di navi, permettendo di valutare la loro condizione;
  • Scansione RM o TC della cavità addominale;
  • epatoscintigrafia - una tecnica moderna per studiare il fegato con una gamma camera, che consente la visualizzazione dell'organo;
  • laparoscopia diagnostica con puntura di liquido ascitico.

Si raccomanda ai pazienti con cirrosi epatica di sottoporsi a shunt portosistemici intraepatici, la cui tecnica è quella di allestire uno stent metallico per creare una comunicazione artificiale tra il colletto e le vene epatiche. Nella forma grave della malattia, è richiesto un trapianto d'organo.

In conclusione delle informazioni di cui sopra, vorrei sottolineare ancora una volta che l'accumulo di liquido libero nella cavità addominale è considerato una manifestazione sfavorevole di un corso complicato della malattia principale. Lo sviluppo dell'ascite può provocare una violazione dell'attività funzionale del cuore e della milza, emorragia interna, peritonite e gonfiore del cervello.

Il tasso di mortalità dei pazienti con una forma massiccia di idrope addominale raggiunge il 50%. Le misure che impediscono il verificarsi di questa condizione patologica consistono nel trattamento tempestivo di processi infettivi e infiammatori, corretta alimentazione, rifiuto di bere alcolici, esercizio fisico moderato, esami preventivi di specialisti medici e attuazione accurata delle loro raccomandazioni.

Ascite: trattamento, cause, complicanze, diagnosi, prevenzione e sintomi

Cos'è l'ascite?

L'ascite addominale o l'idratazione addominale è una malattia che si manifesta nell'accumulo di fluido libero. Il fatto è che l'interno della cavità addominale è coperto da un peritoneo a doppio strato. Come risultato di varie deviazioni tra i due strati di questa struttura, inizia un accumulo graduale di un grande volume di liquido, che nel suo contenuto è molto simile al plasma sanguigno.

Cause di ascite

Molto spesso, l'ascite si verifica quando:

  • malattia renale
  • insufficienza cardiaca
  • distrofia nutrizionale,
  • cirrosi epatica,
  • a causa della sconfitta del dotto toracico linfatico, del peritoneo (tubercolosi, semina del cancro, ecc.),
  • a seguito di compressione della vena portale portale del fegato o trombosi dei suoi rami.

Nei neonati, l'ascite si sviluppa con perdita di sangue nascosta o in presenza di una malattia emolitica nel feto. Nei bambini sotto i tre anni, l'ascite è solitamente associata a malattia del fegato, ma può anche essere il risultato di enteropatia essudativa, disturbi alimentari cronici e sindrome nefrosica. L'emergere di ascite contribuisce alle violazioni del metabolismo del sale marino.

Meccanismi di inizio e sviluppo di ascite

Il fluido nella cavità peritoneale può essere un filtrato di siero o linfa (trasudato), oppure può essere un essudato formatosi durante l'infiammazione del peritoneo stesso. Il liquido nella cavità addominale può essere sieroso, emorragico, chilo, purulento. Nella maggior parte dei casi, è sieroso. Il fluido emorragico si verifica più spesso nella tubercolosi, nei tumori maligni, nello scorbuto. Quando il liquido ascitico ha un aspetto lattiginoso, parlano di ascite chilosa. Si forma come risultato dell'ingresso nella cavità peritoneale di una significativa quantità di linfa dal dotto linfatico toracico o dai vasi linfatici della cavità addominale. Il liquido chiloso è sterile, contiene un gran numero di linfociti e in piedi è diviso in strati.

L'accumulo di liquido nella cavità addominale (a volte più di 20 litri) porta ad un aumento della pressione intra-addominale e spinge il diaframma nella cavità toracica. Di conseguenza, i movimenti respiratori dei polmoni sono significativamente limitati (fino allo sviluppo dell'insufficienza respiratoria), l'attività cardiaca è disturbata, la resistenza al flusso sanguigno negli organi addominali, le cui funzioni sono anche compromesse, aumenta. La concentrazione di proteine ​​nel liquido ascitico sierico è relativamente piccola, ma la sua perdita totale con ascite massiva può essere significativa, specialmente con frequente ripetuta rimozione del liquido mediante puntura della cavità addominale (con perdita di proteine ​​combinata con perdita di sale), che porta allo sviluppo di carenza proteica.

Patogenesi dell'ascite nella cirrosi epatica. Materia:

  • ipertensione portale
  • ipoalbuminemia,
  • aumento della formazione linfatica nel fegato,
  • ritenzione di sodio dai reni per iperaldosteronismo, aumento della produzione di reninangiotensina.

Il processo di vasodilatazione arteriosa periferica causato da endotossine e citochine inizia, l'ossido di azoto funge da mediatore, di conseguenza, il volume plasmatico "efficace" è ridotto, i meccanismi di ritenzione di sodio compensatori vengono attivati ​​dai reni per mantenere il volume intravascolare costante. In ascite grave, il contenuto del fattore natriuretico atriale nel plasma sanguigno è elevato, ma non abbastanza da causare natriuresi.

Tipi di ascite

Nella qualificazione internazionale delle malattie, l'ascite (idratazione addominale) non è una malattia separata. In realtà, questa è una complicazione di altre patologie sorte nelle fasi finali.

Secondo la luminosità della manifestazione, l'idropisia dell'addome può essere di diversi tipi:

  • Ascite addominale iniziale con una piccola quantità di liquido all'interno dell'addome (fino a un litro e mezzo).
  • Ascite con una quantità moderata di acqua. Si manifesta sotto forma di edema degli arti inferiori e un marcato aumento delle dimensioni del torace. Il paziente è costantemente preoccupato per mancanza di respiro, bruciore di stomaco grave, sensazione di pesantezza allo stomaco. La condizione peggiora la comparsa di stitichezza.
  • L'enorme idropisia (grandi quantità d'acqua, con un volume di oltre 5 litri) è una malattia pericolosa. La pelle sull'addome diventa liscia e trasparente, il muro del peritoneo tende il più possibile. In questa fase, il paziente sviluppa insufficienza respiratoria e cardiaca, il liquido può infettarsi e provocare la peritonite, che nella maggior parte dei casi è fatale.

Per qualità del fluido:

  • Idropisia sterile (l'analisi dell'assunzione di liquidi indica l'assenza di agenti patogeni). Idropisia infetta (l'analisi dell'assunzione di liquidi rivela la presenza di batteri patogeni in essa contenuti).

Previsioni attese:

  • Irritato dell'addome, suscettibile alla terapia farmacologica.
  • Ascite persistente (ripetuta idropisia, o ascite, che non è suscettibile di trattamento medico).

Complicazioni ascite

Lo sviluppo di ascite è considerato un segno prognostico sfavorevole e complica in modo significativo il decorso della malattia di base. L'ascite può essere complicata da sanguinamento, peritonite, insufficienza della milza, fegato, danno cerebrale dovuto ad edema, disfunzione cardiaca. In media, la percentuale di mortalità nei pazienti con ascite grave raggiunge il 50%.

Sintomi di ascite

Con un'ispezione generale attirerà l'attenzione di una pancia allargata. Nella posizione verticale del corpo, l'addome si blocca come un "grembiule", mentre nella posizione sdraiata il ventre sarà disteso - il "ventre della rana". Con un volume maggiore di liquido ascitico nella cavità addominale, è possibile rilevare una protrusione dell'ombelico.

Se la causa dell'ascite era la presenza di ipertensione portale, quindi sulla parete addominale anteriore è possibile vedere un pattern venoso nella forma della "testa di Medusa". Questo modello deriva dal fatto che ci sono collaterali venosi dilatati e convoluti sulla parete addominale anteriore, che si trovano intorno all'ombelico. Quando i FGD possono essere trovati vene varicose dell'esofago.

Con un grande accumulo di liquido nella cavità addominale, la pressione addominale aumenterà significativamente, a seguito della quale il diaframma verrà spinto nella cavità toracica. A causa di ciò, il movimento dei polmoni nella cavità toracica sarà limitato, il che, a sua volta, può portare allo sviluppo dell'insufficienza respiratoria. Il paziente avrà dispnea grave (frequenza respiratoria di 20 o più), cianosi cutanea, tachicardia.

Con ascite significativa, le proteine ​​totali diminuiranno. Per questo motivo, è possibile:

  • gonfiore sul viso
  • gonfiore degli arti superiori e / o inferiori.

Se la causa dell'ascite era lo sviluppo dell'insufficienza cardiaca, allora oltre ai segni dell'ascensione stessa, ci sarà:

Da parte del sistema digestivo sono possibili:

Diagnosi di ascite

La diagnosi può essere fatta sulla base di un esame fisico nel caso di una quantità significativa di fluido, ma gli studi strumentali sono più istruttivi. L'ecografia e la TC possono rilevare un volume di fluido significativamente più piccolo (100-200 ml) rispetto all'esame obiettivo. Il sospetto di peritonite batterica spontanea si verifica quando un paziente con ascite ha dolore addominale, febbre o un deterioramento inspiegabile.

Laparocentesi diagnostica del colorante è indicata se l'ascite è stata rilevata di recente, la sua causa è sconosciuta o si sospetta una peritonite batterica spontanea. Vengono raccolti circa 50-100 ml di liquido per la valutazione macroscopica, il test delle proteine, il conteggio e la differenziazione cellulare, per l'esame citologico, per la coltura batteriologica e, se clinicamente indicato, per la colorazione per resistenza agli acidi secondo il test Zilsen-Nielsen e / o amilasi.

A differenza delle ascite, durante l'infiammazione o l'infezione, il fluido ascitico con ipertensione portale appare trasparente e giallo paglierino, ha una bassa concentrazione proteica (di solito inferiore a 3 g / dl, ma a volte superiore a 4 g / dl), una bassa quantità di PMN (meno di 250 cellule / μl), un più alto gradiente di concentrazione di albumina sierica rispetto al fluido di ascite, che è determinato dalla differenza tra le concentrazioni di albumina sierica e le concentrazioni di albumina di ascite (più informativo).

Un gradiente superiore a 1,1 g / dl indica che l'ipertensione portale è la causa più probabile di ascite. Il fluido ascitico fangoso e il numero di PMN di oltre 500 cellule / μl indicano infezione, mentre il liquido emorragico è di solito un segno di un tumore o di una tubercolosi. L'ascite lattea (chilosa) è rara e solitamente è associata al linfoma.

La diagnosi clinica di peritonite batterica spontanea può essere difficile; la sua verifica richiede un esame approfondito e una laparocentesi diagnostica obbligatoria, compresa la semina fluida batteriologica. È anche indicata la coltura ematica batteriologica. La semina di fluido ascitico su una emocoltura prima dell'incubazione aumenta la sensibilità di quasi il 70%. Poiché la peritonite batterica spontanea è solitamente causata da un singolo microrganismo, il rilevamento della flora mista durante la semina batteriologica può suggerire la perforazione di un organo cavo o la contaminazione del materiale in esame.

Trattamento dell'ascite

Arrivando ai problemi della terapia, vorrei sottolineare che il sollievo della sindrome ascitica dipende dalla malattia di base. Dopo tutto, l'ascite è sempre una conseguenza, ma non la causa dello sviluppo di una malattia. Nell'arsenale della medicina tradizionale ci sono due modi di trattamento: conservativo (sintomatico) e chirurgico. In alcuni casi, viene data preferenza al metodo chirurgico, perché è considerato il più efficace (lesioni valvolari del cuore). Oppure indicazioni per la sua condotta è il miglioramento del benessere del paziente.

Per quanto riguarda la terapia conservativa, spesso diventa una priorità. Sfortunatamente, a volte succede, quindi non c'è più nulla per aiutare questi pazienti. Ciò è particolarmente vero per i casi avanzati (oncopatologia, cirrosi epatica, fase distrofica). Lo scopo di questo approccio è di mantenere le condizioni del paziente ad un certo livello, prevenendo il deterioramento della sua salute (insufficienza cardiaca ventricolare destra).

Certamente, il trattamento dell'ascite, sia conservativamente che chirurgicamente, è tutt'altro che innocuo. Pertanto, il trattamento di questa sindrome dovrebbe essere affrontato molto, molto individualmente.

Trattamento conservativo della sindrome ascitica

Dovrebbe essere complesso, rimuovere il fluido ascitico. Per questo è necessario:

  • creare un bilancio negativo di sodio (riducendo il suo reddito il suo corpo);
  • aumentare l'escrezione di sodio nelle urine.

La creazione di un bilancio negativo si ottiene limitando l'assunzione di sodio dal cibo nel corpo (sale fino a 3 g al giorno). È dimostrato che una dieta completamente priva di sale influisce negativamente sul metabolismo delle proteine ​​nel corpo. Aumento dell'escrezione di sodio. Viene praticata la prescrizione di farmaci diuretici (risparmiatori di potassio e di potassio).

L'industria farmacologica non ha un singolo farmaco diuretico (diuretico) per il trattamento dell'ascite, che soddisfa pienamente i medici sotto tutti gli aspetti. L'uso del più potente diuretico Lasix (Furosemide) è limitato perché favorisce l'eliminazione di potassio dal corpo. Viene prescritto sotto forma di preparati di potassio (Panagin, Asparkam, miscele polioniche, orotato di potassio) e controllo dell'equilibrio elettrolitico del corpo. Lasix somministrato durante la settimana per via intramuscolare o endovenosa, quindi il farmaco viene prescritto in compresse più volte alla settimana.

Dei diuretici risparmiatori di potassio, gli spironolattoni (Veroshpiron) sono usati secondo il programma - 4 dosi durante il giorno. L'effetto si sviluppa dopo 2-3 giorni. Gli spironolattoni hanno anche una massa di effetti collaterali - nelle donne, disfunzione mestruale, negli uomini, ginecomastia (ingrossamento del seno), diminuzione della libido (desiderio sessuale) in entrambi i sessi.

Le dosi sono calcolate individualmente, tutto dipende da come si sente il paziente, da quali altre malattie ha. È necessario tener conto del fatto che alti dosaggi minacciano lo sviluppo di effetti collaterali: uno squilibrio di elettroliti nel corpo, lo sviluppo di encefalopatia (non malattie infiammatorie del cervello), disidratazione.

È importante ricordare che i diuretici riducono non solo l'ascite, ma contribuiscono anche alla rimozione del liquido da altri tessuti. Mentre c'è gonfiore non è pericoloso, ma se continui a ricevere diuretici dopo la loro scomparsa, allora potrebbero svilupparsi le seguenti complicanze:

  • diminuzione del volume ematico circolante;
  • l'insorgenza di insufficienza renale funzionale dovuta a una diminuzione del flusso ematico renale;
  • sviluppo di disturbi da squilibrio elettrolitico fino a crisi epilettiche;

Diuretici Abolire preferibilmente a passi. All'inizio di Lasix, poi Veroshpiron.

Ora ha iniziato a utilizzare per il trattamento di ascite, farmaci come Captopril, Enalapril, Fozinopril. La loro azione si basa sull'aumento dell'escrezione di sodio dal corpo e sull'aumento della quantità di urina quotidiana. Allo stesso tempo trattengono il potassio nel corpo. Ciò è particolarmente vero per i casi di sindrome ascitica che si è sviluppata sullo sfondo della cirrosi epatica.

Dopo la scomparsa dell'edema, si raccomanda di seguire una dieta con una diminuzione dell'apporto di sale alimentare. Controindicazioni per la nomina di farmaci diuretici sono la presenza nel paziente di tali patologie come:

  • insufficienza renale;
  • squilibrio elettrolitico pronunciato (squilibrio nei fluidi fisiologici di acqua, sodio, potassio, fosfati, cloruri);
  • encefalopatia epatica.

Nel trattamento conservativo della sindrome ascitica è l'osservanza del riposo a letto. È dimostrato che migliora il flusso sanguigno renale e portale venoso, riducendo così la formazione di metaboliti tossici (sostanze) nel fegato, e il funzionamento del sistema linfatico sta migliorando. Mentre si migliora il benessere generale, si raccomanda una modalità a mezzo letto, altrimenti il ​​rischio di sviluppare stagnazione e piaghe da decubito è abbastanza grande. Insieme al riposo a letto con ascite grave, si raccomanda di limitare l'assunzione di liquidi (in media 1 litro al giorno).

Trattamento chirurgico della sindrome ascitica

Spesso utilizzato manipolazione chirurgica, che si chiama laparocentesi. L'obiettivo è rimuovere il volume in eccesso di liquido ascitico dalla cavità addominale. Le indicazioni per la sua condotta sono l'accumulo di una grande quantità di liquido ascitico o l'assenza dell'effetto di prescrivere farmaci diuretici. Laparocentesi viene eseguita più spesso in posizione seduta in anestesia locale.

Uno strumento speciale (una trokar) esegue una puntura nella parte inferiore della parete addominale anteriore dell'addome, attraverso la quale viene rimosso il liquido in eccesso. Quanto fluido sarà rimosso in una volta, o verrà installato un catetere permanente, decide il medico curante. È importante ricordare che la rimozione di grandi volumi di liquidi alla volta (più di 5-6 litri) può causare una serie di complicazioni. Il più grave - un forte calo della pressione sanguigna, arresto cardiaco.

Prognosi per ascite

La prognosi dell'ascite è determinata principalmente dalla gravità della malattia che ha causato l'ascite. Pertanto, la prognosi per i pazienti con patologia oncologica, le metastasi nei linfonodi e l'ascite è molto peggiore rispetto ai pazienti con glomerulonefrite, ecc. L'accumulo di liquido nell'addome non è particolarmente influenzato dalla durata della vita. Semplicemente aumentando l'ascite può aggravare il corso della patologia sottostante e peggiorare il benessere del paziente.

Prevenzione delle ascite

La prevenzione dell'ascite è la prevenzione delle malattie che la causano. Cioè, è necessario trattare le malattie infettive in modo tempestivo, non abusare di alcol, esercitare moderatamente e mangiare bene. Se hai problemi di cuore, reni o fegato, dovresti sottoporti periodicamente all'esame da specialisti e segui attentamente le loro istruzioni.

Domande e risposte su "Ascite"

Domanda: Ciao. Dopo un esame ecografico del fegato e della cistifellea, mi è stato detto che c'era del liquido nella cavità addominale. La pelle ha un colore giallastro. Domanda: è possibile bere un diuretico? Il fegato è leggermente ingrossato, anche la bile, ma senza pietre. Grazie

Domanda: buon pomeriggio. Mia moglie ha 32 anni, mi è stato diagnosticato un adenocarcinoma gastrico T4N2M2. È stata eseguita una laparoscopia di prova. Dal protocollo operativo: durante la revisione: lo stomaco è totalmente colpito da un tumore infiltrante, la copertura sierosa cresce, si estende fino all'esofago addominale fino al livello del diaframma. L'esofago nel conglomerato tumorale non è differenziato. denso aumentato a 1,5-2 cm l paracardico, nello spazio addominale, nel conglomerato di arteria gastrica sinistra di denso fino a 2,5 cm. Il tumore cresce nello spazio addominale, pancreas, milza cancelli. sul peritoneo parietale, più nodi biancastri di 0,3-1,0 cm. Ad oggi, il marito non è stato rimosso, e l'ascite è iniziata - si lamenta di dolore addominale, gonfiore, che lo tiene sveglio di notte. La moglie ha debolezza generale, sudorazione eccessiva e nausea. Dimmi, come puoi liberarti dell'ascite? I medici non prescrivono nulla di diverso dai diuretici e non ci sono risultati, il dolore sta solo peggiorando. L'ascite non dipende dalla quantità di fluido consumato?

Domanda: buon pomeriggio. Quale specialista contattare per rimuovere il liquido dalla cavità addominale?

Domanda: buon pomeriggio. Mia madre ha 68 anni. Le viene diagnosticata una malattia coronarica, fibrillazione atriale, diabete di tipo 2, cirrosi cardiaca e gotta. Lei ha ascite. Pancia molto grande Forte dolore e gonfiore delle gambe. Cammina con difficoltà. Prende furosemide 3 compresse 40 mg + 0,5 compresse 100 mg di hypoteasite e asparkam. Ma il gonfiore non passa. Per favore, dimmi quale medico è meglio per la sua specialità?

Domanda: buon pomeriggio. Due anni fa, mia madre si è sottoposta a un intervento chirurgico per asportare 4/5 dello stomaco (cancro), dopo l'intervento chirurgico, la chemioterapia non è stata prescritta, nell'ottobre 2012. la mamma aveva una temperatura di 38-39, che non si placò nell'arco di un mese, furono esaminati, gli ultrasuoni mostrarono un grande accumulo di liquido libero nella cavità addominale, i medici prescrissero due sedute di chemioterapia, ma l'accumulo di liquidi aumenta ogni giorno. Posso sbarazzarmi di ascite senza chemioterapia?

Ascite addominale - cause del sintomo, diagnosi e metodi di trattamento

L'accumulo di liquido nello stomaco è chiamato idropisia o ascite. La patologia non è una malattia indipendente, ma solo il risultato di altre malattie. Più spesso - è una complicanza del cancro (cirrosi) del fegato. La progressione dell'ascite aumenta il volume del liquido nell'addome e inizia a fare pressione sugli organi, il che aggrava il decorso della malattia. Secondo le statistiche, un terzo dropsy è fatale.

Cos'è l'ascite addominale?

Un fenomeno sintomatico in cui un trasudato o essudato è raccolto nel peritoneo è chiamato ascite. La cavità addominale contiene parte dell'intestino, stomaco, fegato, cistifellea, milza. È limitato al peritoneo: il guscio, che consiste nello strato interno (adiacente agli organi) e esterno (attaccato alle pareti). Il compito della membrana sierosa traslucida è di fissare gli organi interni e partecipare al metabolismo. Il peritoneo viene abbondantemente rifornito di vasi che forniscono il metabolismo attraverso la linfa e il sangue.

Tra i due strati del peritoneo in una persona sana c'è una certa quantità di fluido, che viene gradualmente assorbito nei linfonodi per liberare spazio per nuovi ingressi. Se per qualche ragione il tasso di formazione di acqua aumenta o il suo assorbimento nella linfa rallenta, allora il transudato inizia ad accumularsi nel peritoneo. Tale processo può verificarsi a causa di molteplici patologie, che saranno discusse di seguito.

Cause di accumulo di liquidi nella cavità addominale

Spesso l'ascite della cavità addominale in oncologia e molte altre malattie quando la barriera e la funzione secretoria del peritoneo sono compromesse. Questo porta al riempimento dell'intero spazio libero dell'addome con liquido. L'essudato in costante aumento può arrivare fino a 25 litri. Come già accennato, la causa principale del danno alla cavità addominale è il suo stretto contatto con gli organi in cui si forma il tumore maligno. La stretta aderenza delle pieghe del peritoneo l'una all'altra garantisce la rapida cattura dei tessuti circostanti da parte delle cellule tumorali.

Le principali cause di ascite addominale:

  • peritonite;
  • mesotelioma peritoneale;
  • carcinoz peritoneale;
  • cancro degli organi interni;
  • polisierosite;
  • ipertensione portale;
  • cirrosi epatica;
  • sarcoidosi;
  • steatosi;
  • trombosi venosa epatica;
  • congestione venosa con insufficienza ventricolare destra;
  • insufficienza cardiaca;
  • mixedema;
  • malattie del tratto gastrointestinale;
  • slittamento di cellule atipiche nel peritoneo.

Nelle donne

Il liquido all'interno della cavità addominale nella popolazione femminile non è sempre un processo patologico. Può essere raccolto durante l'eiaculazione, che si verifica ogni mese nelle donne in età riproduttiva. Tale liquido viene assorbito indipendentemente, senza presentare rischi per la salute. Inoltre, la causa dell'acqua spesso diventa malattie puramente femminili che richiedono un trattamento immediato: infiammazione del sistema riproduttivo o gravidanza ectopica.

Provocano lo sviluppo di ascite con tumori intra-addominali o emorragie interne, ad esempio, dopo un intervento chirurgico, a causa di lesioni o taglio cesareo. Quando l'endometrio che riveste l'utero si espande incontrollabilmente, a causa di ciò che va oltre i limiti dell'organo femminile, l'acqua si accumula anche nel peritoneo. L'endometriosi si sviluppa spesso dopo aver sofferto di infezioni virali o fungine del sistema riproduttivo.

Negli uomini

In tutti i casi, l'insorgenza di idropisia nel sesso forte è la base di una combinazione di violazioni di importanti funzioni corporee, che portano all'accumulo di essudato. Gli uomini spesso abusano di alcol, che porta alla cirrosi del fegato, e questa malattia provoca ascite. Fattori come le trasfusioni di sangue, le iniezioni di stupefacenti, i livelli elevati di colesterolo a causa dell'obesità e il tatuaggio multiplo sul corpo contribuiscono al manifestarsi della malattia. Inoltre, le seguenti patologie causano gli uomini con idropisia:

  • lesione peritoneale tubercolare;
  • disturbi endocrini;
  • artrite reumatoide, reumatismo;
  • lupus eritematoso;
  • uremia.

neonati

Il liquido nello stomaco viene raccolto non solo negli adulti, ma anche nei bambini. Molto spesso, l'ascite nei neonati deriva da processi infettivi che si verificano nel corpo della madre. Di regola, la malattia si sviluppa nell'utero. Il feto può presentare difetti nel fegato e / o nelle vie biliari. Per questo motivo, la bile ristagna, portando a idropisia. Dopo la nascita in un bambino, l'ascite può svilupparsi sullo sfondo:

  • disturbi cardiovascolari;
  • sindrome nefrosica;
  • anomalie cromosomiche (sindrome di Down, Patau, Edwards o Turner);
  • infezioni virali;
  • problemi ematologici;
  • tumori congeniti;
  • gravi disturbi metabolici.

sintomi

I sintomi dell'ascite addominale dipendono dalla rapidità con cui il liquido ascite si raccoglie. I sintomi possono comparire nello stesso giorno o per diversi mesi. Il segno più evidente di idropisia è un aumento della cavità addominale. Ciò provoca un aumento del peso corporeo e la necessità di capi più grandi. In un paziente con una posizione verticale, l'addome si blocca come un grembiule e, quando è orizzontale, è steso su due lati. Con una grande quantità di essudato, l'ombelico si gonfia.

Se l'ipertensione portale è la causa dell'idropisia, allora si forma un pattern venoso sul peritoneo anteriore. Si manifesta a seguito di varici ombelicali varicose e varici dell'esofago. Con un grande accumulo di acqua nell'addome, la pressione interna aumenta, in conseguenza del quale il diaframma si sposta nella cavità addominale, e questo provoca insufficienza respiratoria. Il paziente ha pronunciato mancanza di respiro, tachicardia, cianosi della pelle. Ci sono anche sintomi comuni di ascite:

  • dolore o sensazione di dolore nell'addome inferiore;
  • dispepsia;
  • fluttuazione;
  • edema periferico del viso e degli arti;
  • costipazione;
  • nausea;
  • bruciori di stomaco;
  • perdita di appetito;
  • rallentatore.

palcoscenico

Nella pratica clinica, ci sono 3 fasi di idratazione addominale, ognuna delle quali ha le sue caratteristiche e caratteristiche. Il grado di sviluppo dell'ascite:

  1. Transient. Lo sviluppo iniziale della malattia, i cui sintomi non possono essere visti in modo indipendente. Il volume del liquido non supera i 400 ml. L'acqua in eccesso viene rilevata solo durante gli esami strumentali (esame ecografico della cavità addominale o RMN). Con tali volumi di essudato, il lavoro degli organi interni non è disturbato, quindi il paziente non nota alcun sintomo patologico. Nella fase iniziale, l'edema è curabile con successo se il paziente osserva il regime di acqua salata e aderisce ad una dieta appositamente prescritta.
  2. Moderato. In questa fase, lo stomaco diventa più grande e il volume del liquido raggiunge i 4 litri. Il paziente nota già sintomi ansiosi: il peso aumenta, diventa difficile respirare, soprattutto in posizione supina. Il medico determina facilmente l'idropisia durante l'esame e la palpazione della cavità addominale. Patologia e in questa fase è ben curabile. A volte è necessario rimuovere il liquido dalla cavità addominale (puntura). Se una terapia efficace non viene eseguita in tempo, si verifica un malfunzionamento dei reni, si sviluppa lo stadio più grave della malattia.
  3. Stressante. Volumi liquidi superiori a 10 litri. Nella cavità addominale, la pressione è notevolmente aumentata, ci sono problemi con il funzionamento di tutti gli organi del tratto gastrointestinale. Le condizioni del paziente peggiorano, ha bisogno di assistenza medica immediata. La terapia precedente non dà il risultato desiderato. In questa fase, laparocentesi viene eseguita necessariamente (puntura della parete addominale) come parte della terapia complessa. Se la procedura non ha alcun effetto, si sviluppa l'ascite refrattaria, che non è più suscettibile di trattamento.

complicazioni

La malattia stessa è uno stadio di scompenso (complicazione) di altre patologie. Le conseguenze dell'edema includono la formazione di ernia inguinale o ombelicale, prolasso del retto o delle emorroidi. Questa condizione contribuisce ad un aumento della pressione intra-addominale. Quando il diaframma preme sui polmoni, porta a insufficienza respiratoria. L'aggiunta di un'infezione secondaria porta alla peritonite. Altre complicazioni di ascite includono:

  • sanguinamento massiccio;
  • encefalopatia epatica;
  • trombosi della vena splenica o portale;
  • sindrome epatorenale;
  • ostruzione intestinale;
  • ernia diaframmatica;
  • hydrothorax;
  • infiammazione del peritoneo (peritonite);
  • la morte.

diagnostica

Prima di fare una diagnosi, il medico deve assicurarsi che un aumento dell'addome non sia il risultato di altre condizioni, come la gravidanza, l'obesità, una cisti o un'ovaia di un mesentere. La palpazione e le percussioni (dito sul dito) del peritoneo aiuteranno ad eliminare altre cause. L'esame del paziente e la storia raccolta sono combinati con l'ecografia, la scansione della milza e del fegato. Gli ultrasuoni escludono il liquido nello stomaco, i processi tumorali negli organi peritoneali, lo stato del parenchima, il diametro del sistema portale, la dimensione della milza e il fegato.

La scintigrafia epatica e milza è un metodo diagnostico radiologico utilizzato per valutare le prestazioni del tessuto. L'inizializzazione consente di determinare la posizione e la dimensione degli organi, i cambiamenti diffusi e focali. Tutti i pazienti con ascite identificata sono riferiti per paracentesi diagnostica con fluido ascitico. Durante lo studio del versamento pleurico vengono contati il ​​numero di cellule, la quantità di sedimenti, albumina, proteine ​​e vengono eseguite la colorazione e la colorazione di Gram. Il campione Rivalta, che dà una reazione chimica alla proteina, aiuta a distinguere l'essudato dal transudato.

La doppleroscopia bidimensionale (UZDG) dei vasi venosi e linfatici aiuta a valutare il flusso di sangue nei vasi del sistema portale. Per casi difficili da differenziare di ascite, viene eseguita anche laparoscopia diagnostica, in cui un endoscopio viene inserito nella cavità addominale per determinare con precisione la quantità di fluido, la crescita del tessuto connettivo e lo stato dei cicli intestinali. Determinare la quantità di acqua aiuterà e revisionerà la radiografia. Esofagogastroduodenoscopia (EGDS) offre una buona opportunità per vedere la presenza di vene varicose nello stomaco e nell'esofago.

Trattamento di ascite addominale

Indipendentemente dalla causa dell'ascite, la patologia dovrebbe essere trattata insieme alla malattia di base. Esistono tre principali metodi terapeutici:

  1. Trattamento conservativo Nella fase iniziale dell'ascite, viene prescritta una terapia medica per normalizzare il funzionamento del fegato. Se a un paziente viene diagnosticato un parenchima infiammatorio dell'organo, vengono prescritti anche farmaci che alleviano l'infiammazione e altri tipi di farmaci, a seconda dei sintomi e della malattia che ha provocato l'accumulo di liquido.
  2. Sintomatica. Se il trattamento conservativo non dà risultati o i medici non riescono a prolungare la remissione per un lungo periodo di tempo, al paziente viene data una puntura. Laparocentesi della cavità addominale con ascite viene effettuata raramente, poiché vi è il pericolo di danneggiare le pareti intestinali del paziente. Se il liquido riempie troppo rapidamente l'addome, viene installato un catetere peritoneale sul paziente per prevenire lo sviluppo di aderenze.
  3. Chirurgia. Se i due precedenti regimi di trattamento non aiutano, al paziente viene assegnata una dieta speciale e trasfusioni di sangue. Il metodo consiste nel collegare il collare e la vena cava inferiore, che crea una circolazione collaterale. Se un paziente ha bisogno di un trapianto di fegato, subirà un intervento chirurgico dopo un ciclo di diuretici.

preparativi

Il trattamento principale per l'ascite è la terapia farmacologica. Include l'uso a lungo termine di farmaci diuretici con l'introduzione di sali di potassio. La dose e la durata del trattamento sono individuali e dipendono dal tasso di perdita di liquidi, che è determinato dalla perdita di peso giornaliera e visivamente. Il dosaggio corretto è una sfumatura importante, perché l'appuntamento sbagliato può portare il paziente a scompenso cardiaco, avvelenamento e morte. Spesso prescritti farmaci:

  • Diakarb. Un inibitore sistemico dell'anidrasi carbonica, con una debole attività diuretica. Come risultato dell'applicazione, il rilascio di acqua aumenta. Il farmaco provoca l'escrezione di magnesio, fosfato, calcio, che può portare a disturbi metabolici. Il dosaggio è individuale, viene applicato rigorosamente secondo la prescrizione del medico. Effetti indesiderati sono osservati dal sangue, sistema immunitario e nervoso, metabolismo. Controindicazioni per l'assunzione del farmaco sono insufficienza renale ed epatica acuta, uremia, ipopotassiemia.
  • Furosemide. Loop diuretico, causando una diuresi forte ma a breve termine. Ha un pronunciato effetto natriuretico, diuretico, cloruretico. La modalità e la durata del trattamento prescritto dal medico, a seconda delle prove. Tra gli effetti collaterali: una pronunciata diminuzione della pressione sanguigna, mal di testa, letargia, sonnolenza, ridotta potenza. Non prescrivere Furosemide per insufficienza renale / epatica acuta, iperuricemia, gravidanza, allattamento, bambini sotto i 3 anni di età.
  • Veroshpiron. Azione prolungata diuretica risparmiante il potassio. Sopprime l'effetto di escreto di potassio, previene la ritenzione di acqua e sodio, riduce l'acidità delle urine. L'effetto diuretico appare nel 2-5 giorno di trattamento. Quando l'edema è sullo sfondo della cirrosi, il dosaggio giornaliero è di 100 mg. La durata del trattamento è scelta individualmente. Reazioni avverse: letargia, atassia, gastrite, costipazione, trombocitopenia, disturbi mestruali. Controindicazioni: morbo di Addison, anuria, intolleranza al lattosio, iperkaliemia, iponatriemia.
  • Panangin. Un farmaco che influenza i processi metabolici, che è una fonte di ioni di magnesio e di potassio. È usato come parte della terapia complessa per l'ascite, al fine di compensare la carenza di magnesio e potassio, che vengono escreti durante l'assunzione di diuretici. Assegna 1-2 compresse al giorno per l'intero corso dei farmaci diuretici. Gli effetti collaterali sono possibili dal bilancio idrico-elettrolitico, il sistema digestivo. La panangina non è prescritta in presenza di morbo di Addison, iperkaliemia, ipermagneemia, grave miastenia.
  • Asparkam. Fonte di ioni di magnesio e potassio. Riduce la conduttività e l'eccitabilità del miocardio, elimina lo squilibrio degli elettroliti. Durante il ricevimento di farmaci diuretici prescritti 1-2 compresse 3 volte al giorno per 3-4 settimane. Possibile sviluppo di vomito, diarrea, arrossamento del viso, depressione respiratoria, convulsioni. Non nominare Asparkam in violazione del metabolismo degli amminoacidi, dell'insufficienza surrenalica, dell'iperkalemia, dell'ipermagnesemia.

dieta

Quando l'idrope addominale ha bisogno di una dieta limitata. La dieta prevede un piccolo apporto di liquidi (750-1000 litri / giorno), un rifiuto totale dell'assunzione di sale, l'inclusione nella dieta di alimenti naturali con un effetto diuretico e una quantità sufficiente di proteine. Salatura, marinate, carni affumicate, cibo in scatola, pesce salato, salsicce sono completamente esclusi.

Nel menu paziente dovrebbe essere presente l'ascite:

  • pollame magro, carne di coniglio;
  • legumi, noci, latte di soia;
  • frutti di mare, pesce magro;
  • riso integrale, farina d'avena;
  • oli vegetali, semi di girasole;
  • latticini, ricotta;
  • prezzemolo, cumino, maggiorana, salvia;
  • pepe, cipolla, aglio, senape;
  • alloro, succo di limone, chiodi di garofano.

Metodi chirurgici

Quando l'ascite progredisce e il trattamento non aiuta, in casi particolarmente avanzati viene prescritto un trattamento chirurgico. Sfortunatamente, non sempre, anche con l'aiuto dell'operazione, il paziente può salvare la vita, ma oggi non ci sono altri metodi. Il trattamento chirurgico più comune:

  1. Paracentesi. C'è una rimozione dell'essudato attraverso una puntura della cavità addominale sotto il controllo degli ultrasuoni. Dopo l'intervento chirurgico, viene stabilito il drenaggio. In una procedura, non vengono rimossi più di 10 litri di acqua. In parallelo, al paziente viene somministrata flebo salina e albumina. Le complicazioni sono molto rare. A volte i processi infettivi si verificano sul sito di puntura. La procedura non viene eseguita per violazione della coagulazione del sangue, grave distensione addominale, lesioni dell'intestino, ernia del vento e gravidanza.
  2. Derivazione intraepatica transgiugulare. Durante l'operazione, le vene epatiche e portali sono artificialmente comunicate. Il paziente può avere complicazioni sotto forma di emorragia intra-addominale, sepsi, smistamento artero-venoso, infarto del fegato. Non prescrivere un'operazione se il paziente ha tumori o cisti intraepatici, occlusione vascolare, ostruzione dei dotti biliari, patologia cardiopolmonare.
  3. Trapianto di fegato Se l'ascite si sviluppa in presenza di cirrosi, può essere prescritto un trapianto d'organo. Pochi pazienti hanno una possibilità per un'operazione del genere, dal momento che è difficile trovare un donatore. Le controindicazioni assolute al trapianto sono malattie infettive croniche, grave interruzione di altri organi e cancro. Tra le complicanze più gravi c'è il rigetto del trapianto.

prospettiva

L'aderenza alla malattia principale dell'ascite peggiora significativamente il suo decorso e peggiora la prognosi per il recupero. Particolarmente sfavorevole è la patologia per i pazienti più anziani (dopo 60 anni), che hanno una storia di insufficienza renale, ipotensione, diabete mellito, carcinoma epatocellulare, insufficienza epatocellulare o cirrosi epatica. La sopravvivenza a due anni di questi pazienti non supera il 50%.

Fluido nella cavità addominale

L'accumulo di liquido nella cavità addominale (sierosa o sierosa-emorragica) è ascite. Questa malattia può verificarsi a causa di vari motivi, in alcuni casi anche i più gravi.

Cause del liquido nella cavità addominale

Molto spesso, il liquido nell'addome appare a causa di una stasi venosa formata nel sistema delle vene portale (blocco portale extra-epatico della vena, cirrosi epatica), anche nel sistema della vena cava inferiore (pericardite). Il fluido nella cavità addominale può essere formato a causa di insufficienza ventricolare destra, a causa della sconfitta della cavità addominale con un tumore maligno (mesotelioma, semina cancerogena) e tubercolosi. Inoltre, l'ascite può apparire per ragioni comuni, a causa di accumuli nelle cavità e nei tessuti del fluido (ipoproteinemia, nefrosi).

Segni clinici di accumulo di liquido addominale

I segni clinici di questa malattia sono di solito rivelati nel caso in cui la quantità di liquido nella cavità addominale supera un litro, dal momento che piccoli volumi di accumulo di liquido sono distribuiti tra le anse intestinali e nella piccola pelvi. I principali sintomi di ascite sono: un aumento del volume dell'addome, che in posizione orizzontale assume una forma schiacciata; nei posti in pendenza dell'addome ottuso del suono della percussione; il fenomeno di fluttuazione (fluttuazione), che viene avvertito dalla mano, se applicato alla parete laterale dell'addome durante la maschiatura sulla parete opposta dell'addome.

Sulla base dei suddetti sintomi, così come dell'identificazione della malattia, che può essere complicata dall'accumulo di fluido nel peritoneo, si basa la diagnosi di questa ascite patologica. Con un esame approfondito della diagnosi differenziale con un aumento del volume dell'addome con flatulenza, l'obesità non è difficile. La più grande difficoltà è quella di differenziare questa malattia con cisti ovariche piuttosto grandi, che possono essere accompagnate dall'accumulo di liquido nella cavità addominale. In questo caso, una diagnosi viene fatta sulla base di un esame bimanuale, uno studio di contrasto a raggi X dell'intestino, che viene messo da parte durante le cisti, diffondendosi sulla cisti.

Trattamento dell'ascite

È possibile ridurre la quantità di accumulo di liquidi nella cavità addominale con l'uso di diuretici al mercurio (merkuzal), novurita, ecc. Inoltre, viene condotta una terapia per eliminare la causa della formazione di fluido nella cavità addominale. Questa trasfusione di liquidi proteici, la lotta contro l'ipoproteinemia (dieta), il trattamento dell'insufficienza circolatoria, ecc. La cura radicale dell'ascite può essere raggiunta curando la malattia che ha causato l'accumulo di liquido nell'addome. Questa è una commissurotomia mitrale nella stenosi dell'apertura atrioventricolare (sinistra); pericardectomia con spremitura di pericardite; organo-organo o anastomosi diretta per l'ipertensione (portale); rimozione del tumore e trattamento di TioTEF nel carcinoma ovarico.

Nel caso in cui il paziente in posizione seduta, il fluido che si muove liberamente raggiunga l'ombelico e sopra, con l'ascite, viene eseguita una puntura della cavità addominale. Eseguire la foratura nella posizione del paziente seduto con un trocar. Sono richiesti il ​​rispetto dell'anestesia locale e l'aderenza a una rigorosa asepsi. Al centro della distanza tra l'ombelico e il pube, viene selezionato un punto di foratura. La puntura si consiglia di fare a stomaco vuoto e dopo aver svuotato la vescica. Per facilitare la puntura, la pelle dopo l'anestesia viene incisa e viene inserito un trocar, il nucleo viene rimosso e il fluido viene rilasciato gradualmente (intervalli fino a 2 minuti) in modo da non causare un forte cambiamento nell'emodinamica. Per prevenire il flusso di liquido dopo che il trocar è stato rimosso, la pelle viene leggermente spostata prima della puntura. Dopo la procedura, la pelle può essere suturata.

Al fine di prevenire la perdita di proteine ​​durante le punture ripetute, specialmente nei pazienti con cirrosi epatica, è possibile utilizzare il fluido ascitico per l'autotrasfusione in una vena. L'intervento chirurgico per garantire l'assorbimento di tale fluido o deflusso nel sistema del transudato della vena cava inferiore dà l'effetto è molto breve.

Quando il liquido si accumula nella cavità addominale, è importante diagnosticare la malattia per il trattamento tempestivo.

Accumulo di liquido nella cavità addominale

Alcune malattie causano una ridotta circolazione linfatica nell'addome. Di conseguenza, si verifica l'ascite, che è una condizione pericolosa per la vita.

Cause di patologia

L'ascite (gonfiore addominale) non è una malattia indipendente. L'accumulo di acqua nell'addome è un complesso di sintomi indipendente, una complicazione della malattia di base. Il trasudato si accumula a causa della difficoltà nel deflusso della linfa o insufficiente nutrizione della membrana sierosa, che avvolge gli organi addominali. I principali segni dell'idropisia sono l'addome molto grande e i dolori ricorrenti, senza localizzazione costante.

Perché circola la circolazione della linfa libera? Ci sono diverse ragioni che contribuiscono a questo processo. Questi includono:

  1. Patologia del fegato e dei reni. Questi fattori contribuiscono alla ritenzione di acqua nei tessuti.
  2. Malattie del sistema cardiovascolare. L'edema, innescato da alta pressione sanguigna o disturbi del ritmo cardiaco, si sviluppa in ascite.

Tali ragioni contribuiscono al verificarsi di ascite con un prolungato decorso del fattore provocante, nella fase di scompenso.

Malattie del fegato

I processi distruttivi che si verificano nel fegato in varie patologie portano alla graduale morte delle cellule del parenchima e alla degenerazione del tessuto. Questi includono:

  • epatite di varie eziologie, che hanno maggiori probabilità di causare complicanze negli uomini;

I processi distrofici causano danni al sistema vascolare, impedendo il flusso sanguigno e rallentando l'uscita del fluido libero circolante nello spazio retroperitoneale.

La stragrande maggioranza dei pazienti con diagnosi di accumulo di trasudato presenta danni cirrotici al fegato, nella fase di scompenso o nella fase terminale.

La cirrosi è accompagnata da ipertensione portale. La vena porta e le navi adiacenti subiscono cambiamenti distrofici e impediscono il flusso di sangue. Nel peritoneo c'è una violazione della circolazione sanguigna e dell'innervazione, che contribuisce alla formazione intensiva del plasma linfatico libero. L'uscita lenta del transuso contribuisce al suo accumulo in un grande volume.

Patologia cardiovascolare

Le malattie del cuore e del sistema vascolare provocano interruzioni nella circolazione sanguigna stabile. Il flusso sanguigno rallenta o ha una distribuzione irregolare, che porta alla malnutrizione dei tessuti. Come risultato dell'indebolimento delle pareti dei vasi sanguigni e del flusso sanguigno ostruito, i tessuti iniziano a produrre intensivamente il transudato. In primo luogo, il fluido rimane nella struttura dei tessuti, causando gonfiore. Se la fonte dei cambiamenti distruttivi non viene interrotta, l'acqua in eccesso penetra nella cavità, limitata dal peritoneo.

L'accumulo graduale di liquido nella cavità addominale è causato dalle seguenti patologie:

Le malattie cardiovascolari sono spesso accompagnate da gonfiore dei tessuti. L'ascite si verifica nella fase della malattia cronica, con un eccesso di transudato nei tessuti e difficoltà di deflusso linfatico.

Altri motivi

L'idrope intensiva è osservata in oncologia della cavità addominale. Le metastasi, che si formano durante la carcinomatosi della membrana sierosa (peritoneo) e altri tipi di cancro, causano la morte cellulare e la compromissione funzionale, accompagnate dal rilascio di un grande volume di liquido linfatico.

La filtrazione alterata e le funzioni escretorie dei reni portano anche alla stagnazione del fluido e al suo rilascio eccessivo. L'ascite, provocata dalla disfunzione renale, si manifesta nei seguenti processi distruttivi:

  • nefrite di varie eziologie;
  • nefropatia diabetica;

Nelle patologie renali, vi è una significativa perdita di albumina. Di conseguenza, si verifica un gonfiore globale di tutti i tessuti.

L'ascite può anche essere causata da invasioni parassitarie, tubercolosi e peritonite. Nelle donne, i disturbi ormonali causati dalla condizione patologica della ghiandola tiroidea possono agire come un fattore provocante.

Trattamento dell'ascite

Il successo delle misure correttive dipende dalla diagnosi tempestiva della condizione e dall'identificazione della causa che ha provocato l'accumulo di liquidi. Ultrasuoni, risonanza magnetica, esame a raggi X vengono utilizzati per la diagnosi. Per identificare la fonte di idropisia, effettuare un'ulteriore diagnosi differenziale, utilizzando l'ECG, test di laboratorio su sangue e urine, biopsia tissutale.

Il trasudato si accumula gradualmente nell'addome, come la progressione della malattia sottostante. Il piano di trattamento di un paziente si compone di diversi punti:

  • rimozione del fluido in eccesso;
  • stabilizzazione dello stato;
  • terapia della patologia principale.

Con una grande quantità di acqua, al paziente viene prescritta laparocentesi.

Durante la procedura, il drenaggio viene stabilito e il transudato accumulato viene rimosso.

Se l'ascite è una conseguenza della cirrosi allo stadio terminale, può essere curata solo con un trapianto di fegato.

La terapia conservativa per l'ascite include farmaci, fisioterapia e compliance alimentare. La tabella mostra i farmaci mirati a fermare il complesso dei sintomi.

Il paziente limita la quantità giornaliera di fluido consumato, fino a 1,5 litri. Il sale è escluso dalla dieta e viene prescritta una dieta ricca di proteine ​​(tabella n. 7 di Pevzner).

La prognosi per la vita

Lo stadio iniziale di ascite, con una piccola quantità di transudato, non rappresenta un pericolo immediato per la vita. Questa forma è curabile e non influisce molto sulla qualità della vita dei pazienti, con trattamento tempestivo e rispetto del giusto stile di vita.

La prognosi per la vita dei pazienti con ascite complessa, dovuta allo scompenso o allo stadio terminale della malattia di base, non è così confortante. I pazienti scompensati sono a rischio di morte nel 20% dei casi, entro 3-7 anni. La fase terminale dell'ascite porta alla morte del paziente, nel 70% nel decorso cronico, e nel 95%, nel decorso acuto della patologia.

L'accumulo di liquido nello spazio retroperitoneale può essere causato da diversi motivi. Un transudato che si accumula dietro la membrana sierosa non rappresenta una minaccia immediata per la vita se la patologia viene diagnosticata in una fase precoce. Misure terapeutiche tempestive possono arrestare lo sviluppo di ascite, ripristinare la funzionalità degli organi e dei sistemi che hanno provocato la condizione patologica.