Menopausa precoce

La menopausa precoce è un complesso di cambiamenti che si verificano durante la carenza di estrogeni e sono accompagnati da una sospensione prematura (fino a 45 anni) o prematura (fino a 40 anni) delle mestruazioni. Il livello degli ormoni sessuali femminili in giovane età diminuisce con l'ereditarietà, le lesioni, l'infiammazione e le neoplasie ovariche, la loro rimozione, l'inibizione della droga o l'inibizione tossica della funzione. La menopausa precoce può manifestarsi anche come disturbi vasomotori, emotivi e metabolici-trofici. La diagnosi viene effettuata sulla base dei reclami tipici e della riduzione confermata in laboratorio dei livelli di estrogeni. Il principale metodo di trattamento è la terapia ormonale sostitutiva.

Menopausa precoce

L'inizio precoce della menopausa (menopausa precoce o menopausa) è una condizione piuttosto rara, la cui prevalenza non è stata ancora stabilita con precisione. È osservato nelle donne di 35-45 anni con funzioni mestruali e riproduttive in precedenza normali. Alcuni specialisti nel campo della ginecologia si riferiscono a casi di estinzione prematura della funzione ovarica, non correlata al loro danno o rimozione, sindrome ovarica esaurita. Sebbene la menopausa sia uno dei periodi fisiologici della vita di una donna, il suo primo sviluppo nel 60-80% dei casi è accompagnato da sensazioni soggettive scomode di varia gravità e cambiamenti patologici in vari organi e sistemi.

Cause della menopausa precoce

L'estinzione prematura della funzione riproduttiva delle donne è associata ad una diminuzione o cessazione della produzione di ormoni sessuali. Di regola, portare alla menopausa precoce:

  • Anomalie genetiche. Gli scienziati hanno identificato i geni che interrompono prematuramente la funzione ovarica o riducono la loro sensibilità all'azione dell'ormone follicolo-stimolante (FSH). L'insorgenza precoce della menopausa dovuta alla deplezione delle ovaie si osserva anche in un certo numero di malattie ereditarie (galattosemia, blefarofimosi, ecc.).
  • Tumori ovarici. Le neoplasie volumetriche con crescita intensiva possono danneggiare il tessuto follicolare sano.
  • Operazioni sulle ovaie. La resezione o la rimozione delle ovaie viene eseguita con la loro lesione traumatica, il trattamento chirurgico dei tumori benigni e maligni, la gravidanza ectopica.
  • Intensa esposizione alle radiazioni L'ottenimento di una dose totale di radiazioni di 6 Gray durante la radioterapia degli organi pelvici o l'irradiazione durante un incidente su un oggetto atomico provoca danni irreversibili al tessuto ovarico.
  • La chemioterapia. La produzione di estrogeni può essere compromessa quando si trattano tumori con farmaci che sopprimono la divisione cellulare. Lo schema per il trattamento dei tumori maligni ormono-sensibili prevede la nomina di fondi che inibiscono la funzione ovarica.
  • Malattie autoimmuni Quando i processi autoimmuni si verificano nelle gonadi, i follicoli vengono sostituiti da tessuto cicatriziale. Malattia ovarica si verifica anche nella malattia di Addison, diabete mellito insulino-dipendente e alcune altre malattie.

patogenesi

Con la menopausa precoce, il numero di follicoli nelle ovaie diminuisce gradualmente e, di conseguenza, la secrezione di estrogeni diminuisce. Entro la fine del terzo anno di postmenopausa, possono essere identificati solo singoli follicoli, che successivamente scompaiono completamente. Sullo sfondo di un ridotto livello di estrogeni, la ghiandola pituitaria secerne più FSH, che porta alla comparsa di ipogonadismo ipergonadotropico. Poiché i recettori per gli ormoni sessuali femminili si trovano nella maggior parte degli organi e dei tessuti, lo sviluppo della carenza di estrogeni è accompagnato non solo da una compromissione della funzione riproduttiva (amenorrea, involuzione uterina, ecc.), Ma anche cambiamenti nel sistema limbico e in altri sistemi.

classificazione

La classificazione della menopausa precoce si basa sulla natura graduale del suo sviluppo. Si distinguono le seguenti fasi:

  • Premenopausa. La fase tra i primi sintomi e l'ultima mestruazione, che dura in media 6-8 anni.
  • Menopausa. Il periodo di 12 mesi di assenza delle mestruazioni dopo l'ultima mestruazione, che passò indipendentemente come risultato del funzionamento delle ovaie.
  • Postmenopausa. L'intervallo di tempo dopo la menopausa a 65-69 anni: postmenopausa precoce - i primi 5 anni dopo il periodo della menopausa; postmenopausa tardiva - oltre 5 anni dopo la menopausa.

I sintomi della menopausa precoce

Il primo segno di insufficienza ovarica prematura è un cambiamento nel ciclo mestruale. L'intervallo tra i singoli periodi di solito si allunga a 35 giorni o più, meno spesso si accorcia. Le allocazioni diventano abbondanti o, al contrario, scarse. Alla fine della premenopausa precoce, ci sono periodi di amenorrea secondaria - l'assenza di mestruazioni per sei mesi o più. Di solito una donna non può rimanere incinta. A causa della mancanza di ormoni, ci sono vampate di calore: c'è la febbre, il viso è rosso e, in alcuni casi, la parte superiore del corpo, il sudore viene abbondantemente rilasciato e improvvisamente si respira. Il paziente diventa irritabile, piange, il suo sonno è disturbato, le sue prestazioni diminuiscono e l'esecuzione dei compiti associati alla memorizzazione e all'analisi delle informazioni peggiora.

Cambiamenti dishormonali nel miocardio portano a mancanza di respiro quando si cammina e l'attività fisica, interruzioni nel lavoro del cuore. Nella parte sinistra del petto, appare il disagio e il dolore di una puntura, non legati ai carichi, ma a volte piuttosto intensi e prolungati. Violazione del tono vascolare è accompagnata da mal di testa, vertigini, un improvviso aumento o diminuzione della pressione sanguigna. A causa del rallentamento del metabolismo dei lipidi, il peso corporeo aumenta. Nell'area del mento e sopra il labbro superiore, si verifica una crescita eccessiva dei peli.

Durante la menopausa e la postmenopausa precoce, la pelle appare più secca e rugosa, le unghie e i capelli diventano fragili, opachi e la loro crescita rallenta. Si sviluppano tipici disturbi urogenitali: minzione imperativa, incontinenza urinaria durante movimenti improvvisi, tosse e risate. A causa della secchezza delle mucose della vulva e della vagina, appaiono prurito e bruciore. Desiderio sessuale ridotto Durante il tardo periodo postmenopausale, la memoria, l'udito e la vista possono essere disturbati, la pressione arteriosa può aumentare, c'è una curvatura e una maggiore fragilità ossea, dolore alle ossa e alle articolazioni, postura scorretta, artrite.

complicazioni

La menopausa precoce è complicata da sanguinamento uterino disfunzionale, infertilità e malattie associate alla carenza di estrogeni. Senza correzione delle violazioni, l'osteoporosi con tendenza a fratture patologiche, aterosclerosi con un aumentato rischio di sviluppare ipertensione, infarto miocardico e ictus è significativamente più frequente. I processi autoimmuni si presentano o sono aggravati - tiroidite di Hashimoto, alopecia autoimmune, insufficienza surrenalica, diabete mellito insulino-dipendente. Il rischio di sviluppare tumori benigni e maligni delle ghiandole mammarie, delle ovaie e dell'utero aumenta.

diagnostica

L'individuazione tempestiva dei segni di un inizio precoce della menopausa può non solo prevenire lo sviluppo di malattie sufficientemente gravi, ma anche migliorare la qualità della vita delle donne. Il piano di indagine completo comprende:

  • Ginecologo di consultazione Quando la raccolta della storia ha rivelato sintomi tipici, che viene valutata utilizzando l'indice di Kupperman. Se osservato nelle dinamiche del sintomo di "allievo" rimane sempre negativo, e la tensione del muco cervicale - bassa.
  • Studi ormonali. Già nel primo periodo della menopausa precoce, la concentrazione di estradiolo, inibina (specialmente inibina B), globuline leganti gli ormoni sessuali (SHBG) è ridotta. Allo stesso tempo aumenta il contenuto di FSH. Il rapporto tra i livelli di ormoni follicolo-stimolanti e luteinizzanti è disturbato. Sia un aumento sia un'insufficienza di ormoni androgeni possono esser osservati.
  • Studio colpocitologico C'è uno spostamento a sinistra dell'indice di maturazione (IP) con un aumento del contenuto di cellule parabasali e basali dell'epitelio vaginale.
  • Lo studio del metabolismo lipidico. Il livello generale di colesterolo e di lipoproteine ​​a bassa densità aumenta, il contenuto di lipoproteine ​​ad alta densità diminuisce.
  • Ultrasuono transvaginale. Sono stati rilevati assottigliamento dell'endometrio, aree ipoecogene caratteristiche della fibrosi miometriale, sinechia postmenopausale e un piccolo accumulo di liquido nell'utero.
  • Ecografia Doppler. C'è una diminuzione del flusso sanguigno nello strato muscolare dell'utero.

Nel periodo postmenopausale, un ruolo importante è svolto dagli studi che determinano le possibili complicanze: osteodensitometria per l'osteoporosi, un ECG per la diagnosi di cardiopatie, mammografia e citologia della raschia cervicale (PAP) per la rilevazione di neoplasie che si presentano sullo sfondo di uno squilibrio ormonale. La menopausa precoce deve essere differenziata dalle malattie delle ghiandole surrenali, della tiroide, dell'iperprolattinemia, dei tumori ipofisari e delle ovaie. Vengono mostrate le consultazioni di un endocrinologo, oncologo, oncoginecologo, neuropatologo.

Trattamento iniziale della menopausa

Poiché le manifestazioni cliniche della sindrome climaterica sono associate a carenza di estrogeni, nel suo decorso patologico è indicata la correzione ormonale. A tal fine, il paziente è assegnato:

  • Terapia ormonale sostitutiva (HRT). Gli ormoni sessuali femminili più efficaci. A seconda della malattia di base che ha provocato lo sviluppo precoce della menopausa, vengono utilizzati estrogeni, progestogeni, combinazioni di estrogeni con progestinici o androgeni. Dati i possibili effetti collaterali dell'uso di farmaci ormonali, la presenza di controindicazioni assolute e relative alla terapia ormonale, un ginecologo specifico dovrebbe selezionare uno schema specifico.
  • Farmaci fitoestrogeni. Se ci sono controindicazioni alla terapia ormonale sostitutiva o al rifiuto della donna di assumere farmaci ormonali, si raccomandano farmaci fitoestrogeni. Sono prodotti da materiali vegetali contenenti molecole di tipo non steroidei con effetto estrogeno-simile.
  • Uso topico di agenti contenenti estrogeni. L'appuntamento con candele, creme, gel, ecc. È giustificato da cambiamenti involutivi nella mucosa del canale cervicale, della vagina e degli organi genitali esterni.

Al fine di prevenire e trattare possibili complicazioni, sedativi, cuore e flusso sanguigno cerebrale agenti migliorativi, complessi vitaminici e vitaminici, possono essere utilizzati preparati di calcio. Efficace esercizio terapeutico finalizzato a preservare il tono dei muscoli del pavimento pelvico e lo stato funzionale del sistema muscolo-scheletrico.

Prognosi e prevenzione

Con la conservazione del tessuto ovarico, la nomina della terapia ormonale sostitutiva può ridurre i sintomi tipici della menopausa nel 92-95% dei casi, ridurre la gravità dei disturbi urogenitali nell'85% delle donne, migliorare la condizione della pelle e dei capelli e, in alcuni casi, preservare e persino ripristinare le mestruazioni (fino al 10% dei pazienti). Nelle donne che assumono regolarmente farmaci ormonali e ormonali, il rischio di fratture patologiche è ridotto di un terzo. Tenendo conto delle possibili cause della menopausa precoce, per la sua prevenzione è importante condurre uno stile di vita equilibrato, monitorare la salute degli organi riproduttivi, visitare un ostetrico-ginecologo almeno una volta all'anno, evitare lesioni addominali, scegliere i metodi di trattamento chirurgico meno traumatici (se indicato).

Menopausa precoce

La menopausa precoce è una sorta di condizione patologica nelle donne, che è caratterizzata da un'improvvisa interruzione prematura delle mestruazioni nell'arco di un anno, il cui verificarsi si verifica in varie patologie di fondo. La menopausa precoce viene stabilita dagli specialisti, di regola, quando la mestruazione regolare cessa all'età di meno di quarantacinque anni.

Il climax in tenera età nella maggior parte delle situazioni dovrebbe essere considerato come un indicatore sfavorevole che indica una violazione della salute delle donne. Durante la comunicazione iniziale con il paziente che lamenta la cessazione prematura delle mestruazioni, va tenuto presente che la menopausa precoce nelle donne può essere ereditaria e in questa situazione agire come uno stato fisiologico.

L'inizio precoce della menopausa può essere patogeneticamente causato dalla precoce deplezione delle scorte ovariche, alterata funzione ovarica che produce ormoni, precedentemente utilizzata per la rimozione chirurgica delle ovaie. In condizioni fisiologiche normali, prima della completa cessazione del ciclo mestruale, vi è sempre un lungo periodo di perimenopausa, durante il quale vi è un inizio irregolare e una cessazione parziale delle mestruazioni.

Durante l'inizio della perimenopausa, ogni donna deve sottoporsi a un esame ginecologico di routine, durante il quale lo specialista valuta la tempestività della menopausa. Quindi, la menopausa in tenera età, a causa della prematura estinzione della funzione ovarica, è difficile da trattare. Per una verifica affidabile della diagnosi e la causa dello sviluppo della menopausa precoce nelle donne, è necessario raccomandare l'esecuzione di test specifici che implichino una valutazione del livello dell'ormone follicolo-stimolante, oltre che dell'estradiolo. Clinicamente, la menopausa precoce nelle donne si manifesta con amenorrea secondaria, infertilità, livelli elevati di ormoni follicolo-stimolanti e luteinizzanti, con una diminuzione simultanea dei livelli di estradiolo.

Una caratteristica distintiva di una condizione patologica come una menopausa precoce nelle donne è l'esaurimento incompleto delle scorte ovariche delle uova, che rende possibile il verificarsi delle mestruazioni e dell'ovulazione. Quindi, anche con l'inizio della menopausa precoce, una donna potrebbe non perdere completamente la sua funzione riproduttiva. Fino al 25% dei pazienti affetti da menopausa precoce sono donne sottoposte a intervento chirurgico sulle ovaie, seguite da una potente chemioterapia.

Molti sono preoccupati per la menopausa precoce nelle donne di 40 anni. È possibile respingerlo se è iniziato? Gli esperti non possono dare una risposta inequivocabile a questa domanda, poiché in ogni situazione la patogenesi della menopausa precoce ha una natura diversa.

Cause della menopausa precoce

Un ampio spettro di stati patologici e fisiologici può agire come provocatore dell'inizio della menopausa precoce o prematura. Recenti studi scientifici si sono conclusi con le conclusioni di specialisti che, per molti aspetti, lo sviluppo della menopausa precoce nelle donne contribuisce all'eredità gravata (un difetto nel cromosoma X). Nel normale sviluppo sessuale di una donna, ci sono due cromosomi X e, allo stesso tempo, solo uno è attivo. In presenza di qualsiasi difetto del secondo cromosoma, si nota lo sviluppo della menopausa prematura precoce. Il difetto cromosomico è una violazione della produzione di uova.

Un'altra variante dell'anomalia cromosomica, in cui si nota il lancio dei meccanismi patogenetici della menopausa precoce, è la cosiddetta sindrome di Shereshevsky-Turner, caratterizzata da un'assenza parziale o completa del secondo cromosoma. Con questa patologia, non vi è alcuna funzione mestruale in quanto tale, e la menopausa precoce non si sviluppa nelle donne di 40 anni. Può essere respinto se è iniziato? Decisamente - no, dal momento che le anomalie cromosomiche non sono suscettibili di correzione. In presenza di un numero eccessivo di cromosomi nelle donne, si creano anche condizioni per lo sviluppo della menopausa precoce, che è in gran parte dovuta alla disfunzione delle ovaie.

Nell'ultimo decennio, gli esperti hanno notato un aumento dell'incidenza della menopausa precoce a causa di una rapida accelerazione. Quindi, fino a poco tempo fa, l'età media alla quale il ciclo mestruale regolare era stabilito era di quattordici anni, e al momento si tende a diminuire a dieci o undici anni. Tra le patologie di fondo comuni in cui vi è un inizio precoce della menopausa, va notato: squilibrio ormonale, malattie della natura autoimmune, dismetaboliche, un lungo ciclo di chemioterapia. I fattori di rischio modificabili per lo sviluppo della menopausa precoce comprendono: cattive condizioni ambientali, obesità, terapia ormonale prolungata, disturbi alimentari e immunodeficienza.

Con diversi tipi di disturbi autoimmuni, durante i quali si osserva una produzione aggressiva di immunoglobuline protettive contro le proprie ovaie, si creano condizioni favorevoli per lo sviluppo della menopausa precoce in una donna. Con una prolungata aggressione autoimmune, la menopausa precoce è irreversibile e si conclude con una violazione completa della funzione ovarica estrogenica. Le malattie associate allo sviluppo dei meccanismi autoimmuni della menopausa precoce comprendono: diabete mellito, patologie della tiroide e corteccia surrenale. In questa situazione, le donne lamentano la cessazione anticipata del ciclo mestruale in combinazione con sudorazione eccessiva, disturbi del sonno, irritabilità aumentata.

Il percorso prolungato di vari tipi di patologie tumorali non è solo un profilo ginecologico, ma gli specialisti lo considerano un meccanismo provocatorio per lo sviluppo della menopausa precoce, dal momento che aggressivi preparati farmacologici sintetici sono utilizzati nel trattamento di questi tipi di malattie. L'uso di trattamenti radioterapici per il cancro ha un effetto molto negativo sul funzionamento delle ovaie, pertanto questa categoria di pazienti ha una menopausa dieci anni prima rispetto alla donna mediamente sana.

Sintomi e segni della menopausa precoce

Nelle donne clinicamente sane, la menopausa non è accompagnata dallo sviluppo di una grave compromissione del benessere, ed è anche prolungata, durante la quale si verifica una graduale estinzione della funzione ovarica. La menopausa patologicamente precoce nelle donne è caratterizzata da una forte diminuzione della funzione ormonale delle ovaie, accompagnata da una ridotta attività di quasi tutti gli organi e sistemi del corpo femminile.

I primi segni dell'inizio della menopausa precoce comprendono: una violazione del ciclo mestruale sistematico e regolare, la presenza di cosiddetti episodi di "vampate di calore", manifestazioni psico-emotive pronunciate, sonno disturbato, tendenza all'aumento di peso e violazione del turgore cutaneo, disturbi disurici e assenza di secrezioni vaginali.

Interruzione del ciclo mestruale, come il principale segno clinico di un inizio precoce della menopausa, può verificarsi in diversi modi. Quindi, è possibile osservare un allungamento degli intervalli tra i periodi o la perdita di uno o più cicli mestruali. Il più grande pericolo è il sanguinamento uterino, che sono anche marcatori clinici della menopausa.

Un altro sintomo che si manifesta durante una menopausa precoce è la comparsa di episodi di "marea" e aumento della sudorazione, la cui frequenza può raggiungere cinquanta episodi durante il giorno. L'episodio "marea" si manifesta con iperemia della pelle della parte superiore del corpo, una sensazione di "calore interno", alternata a sudorazione profusa, accompagnata da brividi marcati. I precursori indiretti dell'episodio di marea durante la menopausa precoce sono la tachicardia sinusale, l'ansia psico-emotiva irragionevole e l'ansia aumentata. Con la menopausa precoce, la durata media dell'episodio di marea è di pochi minuti.

Nel valutare la gravità di una menopausa precoce in una donna, la frequenza e la durata degli episodi di "maree" viene valutata prima di tutto. Quindi, con un leggero decorso della menopausa precoce durante il giorno, le donne sviluppano fino a quindici episodi di "marea". La menopausa precoce moderata è caratterizzata dallo sviluppo di fino a trenta episodi di "marea" durante il giorno. Nel caso in cui la frequenza degli episodi di "marea" superi i trenta, si dovrebbe stabilire una diagnosi di una forma grave di menopausa precoce. Vari tipi di situazioni stressanti, l'assunzione eccessiva di cibo piccante e la presenza prolungata nei climi caldi agiscono come provocatori per lo sviluppo dell'episodio di marea.

Con la menopausa precoce, la funzione degli estrogeni non è disturbata nella fase iniziale, quindi lo sviluppo di questa condizione patologica non è inizialmente accompagnato da pronunciati disturbi psico-emotivi. Con la menopausa precoce prolungata, vi è una diminuzione della produzione di estrogeni da parte delle ovaie, la cui funzione è di mantenere i livelli di serotonina e noradrenalina nel sangue, così le donne iniziano a lamentarsi di una maggiore fatica, incapacità di svolgere attività fisica normale, irritabilità irragionevole e persino depressione prolungata.

Nella metà delle donne che soffrono di menopausa precoce, si sviluppa insonnia, la cui patogenesi è causata da una diminuzione della concentrazione di ormoni (estrogeni e progesterone), portando ad una diminuzione dei livelli di melatonina, la cui funzione è quella di regolare la profondità del sonno. L'insonnia prolungata aggrava il decorso dei disturbi psico-emotivi e può causare lo sviluppo di uno stato depressivo.

Menopausa precoce nelle donne di 30 anni

L'inizio del processo di regolazione ormonale del corpo della donna è inevitabile, tuttavia, il tempo del suo sviluppo può variare ampiamente. Il primo stadio di questo processo fisiologico è la cessazione della funzione fertile, dopodiché inizia lo stadio dell'interruzione del ciclo mestruale. Questa variante del flusso è chiamata dagli esperti come "periodo della menopausa". L'età media alla quale l'inizio della menopausa è fisiologico è nell'intervallo di 50-55 anni, e allo stesso tempo, nella pratica dei ginecologi, ci sono casi di insorgenza della menopausa in 30 anni. La stragrande maggioranza di tali situazioni costituisce una menopausa patologica, sebbene possa essere osservata anche l'estinzione fisiologica della funzione riproduttiva del corpo femminile a 30 anni. L'esordio precoce della menopausa in questa situazione è più spesso innescato da un potente fattore di stress acuto.

Il periodo di premenopausa è uno stadio tra la cessazione della gravidanza, ma la piena conservazione della regolarità e della durata del ciclo mestruale. In questa fase si nota l'estinzione patologica delle funzioni ormonali delle ovaie e la durata media di questo periodo è di un anno e mezzo. Va notato che la funzione riproduttiva durante la menopausa precoce all'età di 30 anni si estingue in modo non uniforme, quindi non è esclusa la possibilità di concepire un bambino. Le donne che non stanno pianificando una gravidanza dovrebbero continuare a ricevere contraccettivi durante questo periodo.

Dopo una media di un anno e mezzo dopo l'inizio della menopausa precoce in una donna all'età di 30 anni, vi è un aumento degli intervalli tra le mestruazioni e riduce anche la profusione del flusso mestruale. Questa condizione è il criterio clinico principale che consente ai ginecologi di verificare la diagnosi preliminare di "menopausa precoce". In alcuni casi, la durata della comparsa della menopausa precoce a 30 anni può raggiungere cinque anni. I meccanismi patogenetici dello sviluppo precoce della menopausa all'età di 30 anni sono una netta e pronunciata diminuzione della produzione di estrogeni e progesterone contemporaneamente ad un aumento dell'attività della produzione di ormoni follicolo-stimolanti.

Nel caso in cui la produzione di ormoni maschili diminuisca con minore intensità di estrogeni e progesterone, si creano le condizioni per lo sviluppo dell'iperandrogenismo, la cui principale manifestazione clinica è un progressivo aumento del peso corporeo. L'inizio del periodo della menopausa con menopausa precoce a 30 anni è dovuto ad un aumento della produzione di ormone follicolo-stimolante, quindi c'è un aumentato rischio di osteoporosi, una forma acquisita di diabete e obesità in questo periodo.

Con l'inizio dei periodi postmenopausali con menopausa precoce di 30 anni, si può osservare anche una maggiore concentrazione di ormone follicolo-stimolante nel sangue e nelle urine e, allo stesso tempo, le principali manifestazioni cliniche della menopausa sono completamente assenti. Con l'inizio della menopausa precoce a 30 anni, una donna dovrebbe prima di tutto assumere un'origine patologica. Il quadro clinico della menopausa precoce in questa situazione è la comparsa di un mal di testa gratuito di natura intensa, brividi e vertigini, oltre a vari disturbi psico-emotivi sotto forma di irritabilità, frequenti cambiamenti di umore, progressiva stanchezza e diminuzione del desiderio sessuale.

Menopausa precoce nelle donne di 40 anni

Nel caso in cui la funzione di produzione ormonale delle ovaie sia disattivata all'età di 40 anni, gli specialisti stabiliscono la conclusione "insufficienza ovarica prematura", che non è altro che una menopausa precoce. Gli aspetti negativi di questa situazione sono la completa perdita della funzione di fertilità di una donna all'età di quarant'anni, nonché un aumento più intenso del processo di invecchiamento di varie strutture del corpo femminile. Ad esempio, le donne che soffrono di menopausa precoce all'età di 40 anni costituiscono la categoria di rischio per lo sviluppo di malattie cardiovascolari, fratture e insorgenza precoce di disturbi mentali e cognitivi. Con l'inizio della menopausa precoce nelle donne over 40, il rischio di sviluppare patologie neurologiche come parkinsonismo e malattia di Alzheimer aumenta significativamente.

Un fattore scatenante per lo sviluppo della menopausa precoce in una donna di 40 anni può essere una varietà di fattori, ma nella maggior parte delle situazioni avviene la determinazione genetica. Va tenuto presente che l'esordio precoce di questo stato viene tramandato di generazione in generazione e, secondo il parere della maggior parte degli specialisti, è quasi impossibile posticipare l'inizio di questo processo. Un altro motivo per cui diventa possibile l'inizio precoce della menopausa all'età di 40 anni, sono vari disordini autoimmuni. Una categoria separata di pazienti che soffrono dall'esordio della menopausa all'età di 40 anni sono donne, che anche dopo un lungo esame non hanno potuto stabilire la causa dello sviluppo di questa condizione.

Secondo recenti studi scientifici, l'influenza regolare dei fattori psico-emotivi stressanti, così come il fumo prolungato, contribuiscono all'insorgere della menopausa precoce all'età di 40 anni. Nel caso di dati anamnestici sull'uso di qualsiasi aiuto operativo per gli organi pelvici di una donna, è possibile associare l'inizio precoce della menopausa con una diminuzione della riserva ovarica.

Un fatto interessante è che le donne che vivono sul territorio dei paesi asiatici sono clinicamente molto più facili da sperimentare l'inizio della menopausa, anche se si sviluppa all'età di 40 anni. Ciò è dovuto alla mancanza delle cosiddette "maree durante la menopausa", che sono spiegate dalle peculiarità scientifiche dell'alimentazione in questa regione. Quindi, nel periodo di inizio della menopausa precoce, ogni donna dovrebbe esercitare un controllo attento sul peso. Pur mantenendo un peso corporeo costante e riducendo il grasso corporeo, l'incidenza delle vampate di calore è ridotta. Pertanto, la prevenzione della menopausa precoce è quella di razionalizzare il comportamento alimentare delle giovani donne, implicando l'uso di cibi a bassissimo contenuto calorico che prolungano l'età riproduttiva. Le giovani donne dovrebbero trascorrere abbastanza tempo in una notte di sonno, poiché il sonno sano è la chiave per ridurre il rischio di sviluppare la menopausa precoce.

La prevenzione della menopausa precoce tra le donne di 40 anni comprende anche l'uso di biancheria intima realizzata esclusivamente con tessuti naturali che hanno una buona conduttività termica.

Trattamento iniziale della menopausa

Tutti gli specialisti nel campo della ginecologia e della gerontologia sono concordi nell'affermare che è impossibile posticipare l'inizio della menopausa precoce e tutte le misure terapeutiche utilizzate in questo stato sono utilizzate solo per alleviare le manifestazioni cliniche e migliorare la qualità della vita del paziente. Nel caso in cui una donna abbia i primi marcatori clinici della menopausa precoce, è necessario chiedere consiglio ad uno specialista per verificare la diagnosi e stabilire la causa dello sviluppo di questa condizione patologica. Il volume e la fattibilità delle misure correttive in questa situazione dipenderanno direttamente dalla presenza di qualsiasi patologia ginecologica di fondo.

Dato che lo sviluppo della menopausa precoce si verifica esclusivamente a causa di una violazione della funzione ormonoproduttiva delle ovaie, i preparati ormonali sono un elemento fondamentale nella terapia farmacologica. Le caratteristiche della terapia ormonale sostitutiva per la menopausa precoce consistono nella selezione di una singola dose dell'ormone. Al fine di bilanciare l'assunzione di estrogeni nel corpo della donna insieme al farmaco sostitutivo, il progesterone dovrebbe essere incluso nel trattamento complesso.

Quindi, se le donne hanno marcatori clinici brillanti della menopausa precoce sotto forma di vampate di calore, disturbi psico-emotivi, disturbi degli organi urinari, è imperativo utilizzare farmaci per la terapia ormonale sostitutiva. Già dal primo giorno di utilizzo di un farmaco farmacologico, le donne che hanno un inizio precoce della menopausa, notano un miglioramento del benessere generale, che è la normalizzazione della pressione arteriosa, un miglioramento delle condizioni della pelle, nonché un significativo miglioramento della componente psico-emotiva. E allo stesso tempo, va ricordato che Femoston durante la menopausa precoce, così come altri farmaci, sono autorizzati a utilizzare solo previa consultazione medica, dal momento che ciascuna delle droghe sintetiche ha una vasta gamma di reazioni avverse che peggiorano il corso della patologia di base.

Separatamente, va notato che in alcune situazioni è assolutamente controindicato l'uso di qualsiasi farmaco ormonale nel trattamento della menopausa precoce sotto forma di aumento della coagulazione del sangue, dati anamnestici disponibili sulla trombosi venosa profonda, presenza di oncopatologia ginecologica, cirrosi epatica, sanguinamento uterino, diabete mellito. Quando si presentano i primi segni della menopausa precoce, la frequenza di un esame preventivo ginecologico deve essere due volte l'anno.

Preparativi per la menopausa precoce

Le aziende farmaceutiche di tutto il mondo sono impegnate nello sviluppo di farmaci altamente efficaci che sono utili per fermare le manifestazioni cliniche della menopausa precoce. Ad esempio, Divina è un farmaco anti-menopausa il cui principio attivo è l'estrogeno e il progesterone. L'attività farmacologica del farmaco consiste nel ridurre il numero di episodi di marea, prevenire l'osteoporosi e i cambiamenti aterosclerotici nel letto vascolare. Come con qualsiasi farmaco appartenente alla categoria della terapia ormonale sostitutiva, Divine deve essere assunto regolarmente per 21 giorni, seguito da una pausa di sette giorni.

Femoston con menopausa precoce è ampiamente utilizzato a causa della capacità di arrestare efficacemente le manifestazioni cliniche psico-emotive e di altro tipo nelle donne. La composizione di questo farmaco è rappresentata da estradiolo e progesterone. Come ulteriore effetto farmacologico derivante dall'uso di Femoston durante la menopausa precoce, si deve notare una diminuzione della concentrazione di colesterolo nel sangue dei pazienti. Poiché nel gruppo di donne che soffrono di menopausa precoce, si osserva una maggiore vigilanza sullo sviluppo dell'iperplasia endometriale, il progesterone è incluso in Femoston, che impedisce la formazione di questo processo patologico pericoloso per la salute delle donne. A seconda dell'età e del peso corporeo del paziente, i ginecologi raccomandano l'uso di due dosaggi di Femoston 1/10 e 2/10. Le caratteristiche di Femoston non differiscono dall'uso di altri farmaci per la terapia ormonale sostitutiva.

Ovestin con menopausa precoce è stato recentemente usato meno frequentemente a causa del fatto che contiene esclusivamente estriolo. Tra gli effetti farmacologici positivi di Ovestin, va segnalata una riduzione dell'occorrenza di episodi di vampate di calore, la prevenzione della secchezza vaginale e l'eliminazione della disfunzione degli organi del sistema genito-urinario. Ovestin è usato per la menopausa precoce in varie forme farmacologiche (crema, supposte e compresse). Il lato negativo dell'uso di Ovestin è la necessità di utilizzare quotidianamente fino a quattro compresse con una diminuzione graduale del dosaggio. Per eliminare questo spiacevole sintomo della menopausa precoce come secchezza vaginale, dovresti usare i tappi vaginali Ovestin in un periodo massimo di un mese.

Un'altra variante del farmaco combinato anti-menopausa è Angelique, la cui composizione consiste nel contenuto di estradiolo e drospirenone. Il vantaggio di questo farmaco è l'assunzione giornaliera di una sola pillola senza interruzioni. Anche il farmaco anti-menopausa con attività ormonale continua è Divisek.

Menopausa precoce - quale medico devo contattare? In presenza o sospetto dello sviluppo di questa condizione dovrebbe consultare medici come ginecologo, oncologo, gerontologo.

Caratteristiche della menopausa precoce: cause, segni, trattamento e deposizione

Con il tempo, ogni donna matura saprà che un tale climax. Dopotutto, climax o climaterico, è un fenomeno naturale che accade prima o poi per tutto il gentil sesso. La natura ha organizzato il corpo femminile in modo che dall'età di 44-45 anni una donna inizi a svanire la funzionalità delle ovaie.

Di solito, all'inizio di questo periodo, le donne hanno il tempo di rendersi conto di essere una persona, un coniuge, una madre e, a volte, persino diventare una nonna. Pertanto, a livello morale, sono pronti per la transizione verso un periodo non riproduttivo e l'inizio della menopausa. Ma ci sono casi che portano al fatto che una donna viene superata da un'enorme delusione, quando l'inizio della menopausa cade 10 anni prima.

Cosa fare con esso, come continuare a vivere le donne, se arriva una menopausa precoce e l'età riproduttiva finisce? E c'è ancora la possibilità di diventare madre quando inizia il primo periodo della menopausa?

Qual è la menopausa precoce nelle donne?

Entro un certo periodo, lo stock di uova nel corpo di una donna è esaurito e le ovaie iniziano a svanire. Questo porta ad una diminuzione della produzione di ormoni sessuali, che è la causa principale dei cambiamenti caratteristici in molti sistemi del corpo. I primi sintomi di tali cambiamenti sono cambiamenti nel ciclo mestruale, manifestati da interruzioni nella regolarità e scarsità del numero delle mestruazioni.

La natura stessa ha predeterminato l'evento naturale della menopausa, che rappresenta 44-45 anni. Il tasso di menopausa accettato è pari a 50-56 anni.

Ma ci sono casi in cui i primi cambiamenti nel ciclo mestruale iniziano a 33-34 anni. Le donne con tali cambiamenti cominciano a preoccuparsi e a farsi prendere dal panico. E questo non è irragionevole, perché essendo ancora in piena fioritura del potere, poche persone pensano alla possibilità di un inizio di menopausa precoce, e tali cambiamenti sono spesso indicati come gravidanza non pianificata dalle donne.

Ma quando si conferma la diagnosi dell'inizio del periodo menopausale, le donne cominciano a provare sentimenti di completa delusione, nonostante il fatto che la vita moderna imponga le proprie regole e le ragazze abbiano una carriera in primo luogo, quindi all'età di 32-33 anni, non tutte le donne sono madri.

La prima età di esordio dei cambiamenti climaterici nelle statistiche è 25-26 anni. Pertanto, gli specialisti medici insieme ai pazienti adottano tutte le misure possibili per estendere l'età riproduttiva e ritardare l'inizio della menopausa.

Le principali cause della menopausa precoce

Al fine di scegliere il regime di trattamento giusto, è necessario prima scoprire cosa ha causato l'insorgenza di un tale periodo iniziale della menopausa.

È grazie all'identificazione della vera causa, sotto l'influenza di cui i primi sintomi della menopausa in una donna, che non sono caratteristici dell'età fisiologica, si può dire per prevenire lo sviluppo della menopausa precoce o il suo rinvio. Secondo le statistiche, la menopausa precoce può verificarsi a causa dei seguenti motivi:

  • anomalie nella funzionalità della ghiandola surrenale, varie patologie tiroidee, così come lo sviluppo del diabete mellito nelle ragazze giovani possono causare disturbi autoimmuni che contribuiscono all'insorgenza della sintesi di componenti attivi, la cui azione principale è volta a bloccare la funzionalità delle ovaie;
  • uso regolare di potenti farmaci, che sono utilizzati principalmente per il trattamento terapeutico dei tumori del cancro. Inoltre, l'arresto della salute delle ovaie può causare sia la chemioterapia che l'esposizione alle radiazioni;
  • il fumo dei prodotti del tabacco in età giovanile diventa la causa della menopausa precoce nel 16% dei casi;
  • l'impatto negativo di situazioni stressanti frequenti, perché lo stato psico-emotivo della donna ha una forte influenza sullo stato degli organi riproduttivi;
  • predisposizione genetica dovuta alla presenza di patologie genetiche trasmesse di generazione in generazione, a causa del danno o dell'assenza di un cromosoma X in un adolescente, contribuendo all'insorgere della menopausa prematura, fino all'inizio della menopausa precoce a 25 anni.

Tra le altre cose, la menopausa precoce nelle giovani donne può iniziare sullo sfondo degli interventi chirurgici nel sistema riproduttivo degli organi. Quindi, dopo l'isterectomia (rimozione dell'organo uterino), si verifica il climax chirurgico, che non può essere curato o ritardato.

Manifestazioni della menopausa precoce

Tutti i sintomi della menopausa precoce nelle donne, così come i successivi cambiamenti nel corpo, sorgono sullo sfondo di un livello ridotto del contenuto di ormoni sessuali femminili - estrogeni. Tutto inizia con una diminuzione del livello di produzione di estrogeni da parte delle ovaie. Inoltre, con la menopausa precoce, i sintomi compaiono durante la sintesi dei progesteroni, dopo di che iniziano a sviluppare cambiamenti patologici nel corpo della donna.

L'intero periodo della menopausa consiste di tre stadi, sintomi caratteristici manifestati. Consideriamo più in dettaglio come ogni fase del periodo menopausale si riflette nella condizione della donna e in tutte le manifestazioni della menopausa precoce nelle donne.

Sintomatologia del primo stadio - premenopausa

Una manifestazione precoce di una menopausa precoce può disturbare una donna per un periodo di 3-4 anni. Ma, le situazioni sono possibili quando il periodo di premenopausa procede in modalità accelerata e la sua durata difficilmente va oltre un anno.

Con l'inizio del periodo di premenopausa, cominciano a verificarsi i seguenti cambiamenti nel corpo di una donna:

  • Disturbi del ciclo mestruale, caratterizzati da un aumento o una diminuzione della durata alla quale cambia anche il numero di mestruazioni. L'intervallo tra le mestruazioni può essere uguale a diversi mesi e i processi di ovulazione non si verificano ogni mese e il ciclo mestruale cambia. A volte può esserci una selezione di natura imprevedibile.
  • Le maree sono molto luminose con un primo periodo di menopausa. Gli attacchi possono iniziare con una sensazione di pressione nella testa, il rossore della pelle si forma in tutte le aree della metà superiore del corpo, dove sono diretti i flussi di sangue. Al momento dell'attacco, la donna sente una febbre soffocante, che passa in pochi minuti, il sudore freddo appare sul suo corpo, e il suo stato generale di salute è accompagnato da un leggero svuotamento.

Durante il giorno, le maree possono farsi sentire fino a 45-50 volte. Al fine di ridurre la loro frequenza di comparsa, è necessario abbandonare piatti speziati, vestiti stretti, non surriscaldarsi al sole e ridurre la quantità di attività fisica.

  • Shakiness del sistema psico-emozionale. Un livello insufficiente di ormoni sessuali contribuisce alle violazioni della sintesi di serotonina, che è responsabile sia di un atteggiamento positivo che dell'adeguatezza della psiche. Sullo sfondo di queste violazioni cominciano a manifestarsi qualità come pianto, irritabilità, costante malcontento e attacchi di aggressività.
  • Insonnia, manifestata sullo sfondo di una diminuzione della sintesi di una sostanza come la melanina, causata da cambiamenti ormonali nel corpo.
  • L'accumulo di grasso corporeo. La mancanza di estrogeni nel corpo porta ad uno stato di stress, sullo sfondo del quale i processi di deposizione dei tessuti grassi nello strato di grasso sottocutaneo iniziano ad intensificarsi: questo porta ad un aumento del peso corporeo. Affinché i chili in eccesso non crescano sui fianchi della vita, sull'addome, sui fianchi e su altre parti ugualmente attraenti del corpo femminile, è necessario mangiare bene e condurre uno stile di vita attivo.

Se la menopausa è iniziata in tenera età, allora alle sue prime manifestazioni è necessario cercare immediatamente l'aiuto di specialisti medici, perché in questa fase di sviluppo del periodo climaterico è ancora possibile posticiparlo in un secondo momento.

Manifestazioni del secondo stadio - menopausa

La menopausa precoce è caratterizzata dalla completa cessazione del ciclo mestruale e dai seguenti sintomi:

  • Invecchiamento della pelle, accompagnato da perdita di elasticità e turgore, nonché dalla presenza di secchezza, disidratazione e rughe. Gli stessi cambiamenti riguardano la struttura di capelli e unghie.
  • Secchezza delle superfici mucose nella vagina, che provoca lo sviluppo di arrossamento, infiammazione, prurito e disagio durante il contatto sessuale.
  • Violazione del sistema urinario, accompagnata da incontinenza e minzione frequente. Inoltre, la mancanza di perdite vaginali protettive aumenta il rischio di patologie infettive nei genitali femminili.

La misura in cui una donna manifesta sintomi in questa fase dipende dalla presenza di chili in più e da altre caratteristiche individuali del suo corpo.

Manifestazioni di postmenopausa

La menopausa precoce porta a gravi conseguenze, specialmente se la menopausa precoce si verifica prima di 33 anni. Consideriamo più in dettaglio il pericolo della menopausa precoce e di come ciò possa influire sulla salute della donna.

La prima menopausa, che si verifica all'età di 25-28 anni, è cattiva perché aumenta il rischio di sviluppo dei seguenti processi patologici nel periodo postmenopausale:

  • L'osteoporosi è una patologia causata dalla lisciviazione del calcio dalle ossa del corpo femminile, portando ad una forte diminuzione della densità ossea e ad un alto rischio di sviluppare fratture croniche. Le fratture croniche si verificano spesso nell'area del collo del femore e praticamente non crescono insieme.
  • Patologie autoimmuni rappresentate da gotta o artrite reumatoide.
  • Patologie del sistema endocrino associate a funzionalità tiroidea compromessa e sviluppo del diabete.
  • Aterosclerosi che si manifesta sullo sfondo dell'accumulo di colesterolo negativo nel sangue, che è caratteristico della postmenopausa.

Inoltre, durante il periodo iniziale della menopausa, il rischio di lesioni oncologiche del sistema riproduttivo femminile aumenta più volte.

Cosa fare con la menopausa precoce?

Le prime violazioni del ciclo mestruale dovrebbero servire come motivo urgente per andare dal medico, soprattutto se i periodi mestruali non arrivano entro 3 mesi.

Al fine di confermare la diagnosi di un inizio precoce della menopausa, una donna ha bisogno di essere testata per gli ormoni.

Molto importante! Mentre le ovaie non hanno interrotto la loro funzionalità, e non vi è menopausa nel ciclo mestruale (e talvolta le mestruazioni si manifestano ancora), c'è sempre la possibilità di posticipare l'inizio della menopausa e ripristinare la funzione riproduttiva del corpo.

Inoltre, le possibilità di ovulazione nelle prime fasi della manifestazione della menopausa precoce persistono ancora, e le probabilità di concepire un bambino sono pari al 60%.

Per il trattamento della menopausa precoce nelle donne, viene prescritta la terapia ormonale, che include la somministrazione di farmaci con estrogeni in combinazione con progesterone.

Per normalizzare il ciclo mestruale e le condizioni generali di una donna, i medici prescrivono farmaci ormonali, come:

Si tratta di preparazioni contenenti estrogeni sintetici e progesteroni, che sono vicini nella composizione agli ormoni sessuali naturali. Ciò è dovuto ai loro effetti relativamente lievi sul corpo. Ma senza una prescrizione medica, questi farmaci non sono raccomandati per essere presi, in quanto questo è irto di conseguenze gravi e probabilmente irreversibili.

Il lato positivo della terapia ormonale sostitutiva è il seguente:

  • l'eliminazione della menopausa, manifestata da vampate, sudorazione, disfunzione sessuale e molti altri sintomi spiacevoli;
  • prevenire lo sviluppo di tali malattie in età più giovane, come l'aterosclerosi, le patologie del sistema cardiovascolare e tutte le conseguenze che ne derivano;
  • prevenzione della formazione di osteoporosi e fratture patologiche delle parti ossee scheletriche;
  • per prevenire l'obesità, aumentare i livelli di zucchero nel sangue e il successivo sviluppo del diabete.

Coloro che hanno controindicazioni ai farmaci ormonali, è necessario assumere farmaci omeopatici, che includono:

La maggior parte delle donne pone questa domanda: "Possono tornare dopo un mese di rigorosa aderenza a tutte le prescrizioni di terapia ormonale?". È abbastanza possibile migliorare il funzionamento delle ovaie e ripristinare il ciclo mestruale, ma solo con un trattamento tempestivo da parte del medico e l'assunzione di farmaci che mirano a stimolare le ghiandole sessuali.

Se la terapia ormonale non riesce ancora ad attivare la funzionalità delle ovaie, in nessun caso dovremmo evitare un ulteriore trattamento dei sintomi della menopausa, che contribuirà a migliorare il benessere generale e prevenire ulteriori complicazioni nell'area genitale.

Le giovani donne, che sono entrate in un periodo di climaterizzazione in tenera età, hanno semplicemente bisogno di adeguare tutti i loro mezzi di sostentamento per continuare a vivere e godere di tutti i piaceri della vita. Dopotutto, il loro stato di salute, la giovinezza e la bellezza dell'apparenza dipenderanno dalla correttezza della nutrizione e dall'attività dello stile di vita.

Video interessante e informativo sull'argomento:

Cosa è pericoloso la menopausa precoce, i suoi segni e metodi di trattamento

Climax - un periodo naturale nella vita di ogni donna. Arriva quando il tempo assegnato alla natura di sopportare e dare alla luce dei figli (periodo fertile) finisce. Le fluttuazioni cicliche dello sfondo ormonale diminuiscono gradualmente, l'ovulazione scompare, il sanguinamento mestruale si ferma. L'ultima mestruazione nella vita di una donna è chiamata menopausa, e il periodo della menopausa dura un altro anno, quindi la menopausa di solito finisce.

Perché arriva presto la menopausa

L'inizio della regolazione ormonale avviene individualmente in ciascuna donna, ma la menopausa in tenera età è più spesso associata a malattie. Si verifica in circa 1 su 100 donne di mezza età, l'incidenza aumenta nel tempo.

La soppressione precoce dell'attività ormonale delle ovaie si verifica nelle donne di età pari o superiore a 40 anni (fino a 45 anni). Se il climax inizia a 35-40 anni, si chiama prematuro. La prima età di insorgenza di questa condizione non è limitata, perché può essere causata, ad esempio, dalla rimozione delle ovaie a seguito di traumi addominali o cancro, anche in una giovane donna. Tuttavia, la menopausa, iniziata all'età di 30 anni, è una casistica, cioè un fenomeno molto raro, richiede necessariamente un trattamento. Quanto prima è sorta la malattia, tanto più gravi sono le sue conseguenze.

L'attività delle ghiandole sessuali femminili e il ciclo mestruale è un sistema complesso che è regolato sia dal meccanismo di feedback che dalla partecipazione degli ormoni ipofisari gonadotropici. Le gonadotropine sono prodotte sotto l'influenza di fattori rilascianti (sostanze che promuovono il loro rilascio), che produce l'ipotalamo. Tutta questa catena ha connessioni con la corteccia cerebrale e il sistema nervoso autonomo, che assicura il funzionamento dell'organismo senza la partecipazione della coscienza. Qualsiasi impatto su questo o quel link di regolamento potrebbe causare una violazione.

Le cause della menopausa precoce hanno un'origine diversa, ma la maggior parte di esse agisce direttamente sulle ovaie, danneggiandole irreversibilmente.

  1. Alcune donne hanno un'anomalia genetica responsabile della cessazione precoce della funzione ovarica. Almeno due di questi geni sono noti. Inoltre, con le mutazioni genetiche, il tessuto ovarico diventa insensibile all'ormone follicolo-stimolante (FSH), di conseguenza, l'ovulazione si interrompe o è completamente assente (qui puoi leggere l'ovulazione compromessa). La natura genetica spiega i casi di menopausa precoce in famiglie in cui la menopausa si verifica prematuramente in una nonna, madre, figlia e così via.
  2. Alcune malattie ereditarie si manifestano non solo dalla menopausa precoce, ma anche da altri sintomi. Ad esempio, le donne con galattosemia hanno danni al cervello e al fegato, sviluppano cataratta (ridotta trasparenza della cornea dell'occhio) e amenorrea (nessuna mestruazione). La blefarofimosi, malattia ereditaria, si manifesta con danni agli occhi ed è accompagnata da una deplezione prematura delle ovaie.
  3. Aumentare la probabilità di un intervento chirurgico precoce in menopausa sugli organi pelvici - le ovaie, i tubi, l'utero. Pertanto, la rimozione di una cisti ovarica danneggia direttamente il tessuto funzionante con i follicoli, e la rimozione dei fibromi uterini provoca aderenze, incluse le ghiandole sessuali. Un altro meccanismo è l'infiammazione asettica (priva di germi) dopo l'intervento chirurgico. Anche le malattie infiammatorie croniche delle ovaie (salpingoophorite) svolgono un ruolo.
  4. Trattamento dei tumori maligni con l'aiuto della radioterapia. Se una donna è stata esposta al cancro dell'utero o agli organi vicini e ha ricevuto una dose totale di 6 Gray, le sue ovaie saranno irreversibilmente danneggiate. La stessa situazione può verificarsi in caso di incidenti negli impianti nucleari industriali. Sotto l'azione di una dose inferiore di radiazioni, le conseguenze dipendono dall'età del paziente, dalla durata dell'influenza della radiazione e da altri fattori.
  5. La menopausa precoce è possibile nel trattamento di tumori maligni di qualsiasi localizzazione con l'aiuto di farmaci chemioterapici. Innanzitutto, sopprimono la divisione delle cellule in rapida proliferazione (sia tumorali che follicolari). In secondo luogo, la chemioterapia ha un effetto dannoso diretto su queste cellule, distruggendole.
  6. Le malattie autoimmuni sono processi in cui il corpo, a causa di un errore nel sistema immunitario, inizia a considerare le sue cellule aliene. Molto spesso ciò accade nelle malattie infettive, quando i patogeni (batteri o virus) hanno nelle loro aree di materiale genetico vicino alle cellule del corpo. Le malattie autoimmuni includono la malattia di Addison con la ghiandola surrenale, il diabete di tipo 1, alcuni tipi di ipotiroidismo (una diminuzione dell'attività della ghiandola tiroidea). Tutte queste condizioni sono accompagnate da danni alle ovaie. A volte solo le ghiandole sessuali subiscono un effetto autoimmune, sviluppano un'infiammazione cronica e i follicoli vengono sostituiti con tessuto cicatriziale.
  7. Per molte donne, la causa della menopausa precoce rimane sconosciuta. Ora ci sono più informazioni su ciò che causa la sua infezione virale precedentemente trasferita. Le particelle virali sono incorporate nelle cellule normali e non si manifestano, ma gradualmente causano la morte delle cellule follicolari.

Quadro clinico e conseguenze

Segni di menopausa precoce

  • Violazione del ciclo mestruale, allungamento dello spazio tra i periodi, riduzione del volume di scarico e completa cessazione delle mestruazioni (amenorrea).
  • Infertilità.
  • Manifestazioni di carenza di estrogeni.

Interruzione delle mestruazioni è uno dei primi sintomi di insufficienza ovarica. A proposito di amenorrea, se il mese non era di almeno sei mesi. Se si verificano più spesso, ma meno di una volta ogni 35 giorni, questa condizione è chiamata oligomenorrea. Parla anche dell'approssimazione della menopausa precoce. L'amenorrea è secondaria, cioè prima del suo esordio, la donna ha avuto un normale ciclo mestruale.

Un segno importante della menopausa è l'infertilità: l'incapacità di rimanere incinta. Ha una natura secondaria ed è associata alla sconfitta delle ghiandole sessuali femminili. La diminuzione della produzione di ormoni sessuali nelle ovaie mediante il meccanismo di feedback provoca un aumento della secrezione dell'ormone follicolo-stimolante dell'ipofisi (FSH), la cui concentrazione nel sangue aumenta significativamente. Il livello di questo ormone viene valutato in base al grado di inibizione dell'attività delle ghiandole sessuali. Se la concentrazione di FSH supera 20 unità / l, l'inizio della gravidanza è quasi impossibile.

I sintomi della menopausa precoce sono anche dovuti a una diminuzione dell'effetto degli estrogeni su tutti gli organi e tessuti. Assomigliano a un normale periodo menopausale, ma sono più pronunciati:

  • sensazione di calore, arrossamento del viso, sudorazione, attacchi improvvisi di dispnea - le cosiddette "vampate di calore";
  • disturbi della sfera emotiva e mentale - irritabilità, pianto, disturbi del sonno, difficoltà nel ricordare e analizzare le informazioni, ridurre le prestazioni;
  • danno al muscolo cardiaco con lo sviluppo di distrofia miocardica disormonale, che si manifesta con interruzioni nel cuore, mancanza di respiro durante la deambulazione, dolori di cucitura nella metà sinistra del torace senza connessione con il carico, vari disturbi al petto, a volte lunghi e piuttosto forti;
  • secchezza della mucosa della vagina, bruciore e prurito nella regione degli organi genitali esterni, incontinenza urinaria in caso di tosse, risate, movimenti bruschi.

Le conseguenze della patologia

A causa di un prematuro fallimento nel contesto ormonale, le donne sviluppano gli effetti della menopausa precoce, che riducono significativamente la qualità della sua vita per molti anni:

  • l'osteoporosi;
  • aterosclerosi;
  • processi autoimmuni.

L'osteoporosi e l'osteopenia sono condizioni causate dalla carenza di estrogeni. Come è noto, sotto l'influenza di questi ormoni, le ossa assorbono i minerali dal sangue, specialmente il calcio. Inoltre, l'estrogeno stimola la produzione di calcitonina - un altro ormone che rafforza la struttura ossea.

Con una diminuzione del livello degli ormoni sessuali femminili, il calcio cessa di fluire nel tessuto osseo, nonostante il suo alto contenuto nel sangue. Allo stesso tempo, il riassorbimento osseo, cioè il "riassorbimento", è migliorato. Le ossa alla fine perdono la loro forza, si verificano fratture patologiche. Anche con una piccola ferita o una svolta senza successo, una donna può ottenere una frattura del collo del femore, un raggio o una frattura da compressione della colonna vertebrale. Sintomi dell'osteoporosi: riduzione della crescita, dolore alle ossa e alla schiena, cambiamenti nella postura.

Gli estrogeni proteggono le donne dallo sviluppo dell'aterosclerosi. Con la loro mancanza di lipoproteine ​​a bassa densità ("colesterolo cattivo") danneggiano attivamente la parete vascolare, causando infiammazione e formazione di placche aterosclerotiche nelle arterie. La conseguenza dell'aterosclerosi precoce è l'infarto, l'ictus, la trombosi mesenterica e altre malattie vascolari.

L'aterosclerosi dei vasi coronarici provoca lo sviluppo di malattia coronarica. È raro nelle giovani donne, ma con una menopausa precoce, l'incidenza della malattia aumenta in modo significativo. L'ischemia miocardica si manifesta premendo o bruciando dolori dietro lo sterno, che si verificano quando si cammina o si salgono le scale e si passa rapidamente dopo un arresto.

Cos'è pericoloso la menopausa precoce per altri organi? Se è dovuto alla cosiddetta sindrome dell'ovaio resistente, è spesso accompagnata da altri processi autoimmuni. Con il danno simultaneo alla tiroide, si sviluppa la tiroidite autoimmune di Hashimoto. Questa malattia può manifestare segni di ipo e ipertiroidismo. L'attività del cuore, del sistema nervoso, della digestione viene disturbata, la condizione della pelle e dei peli peggiora. Si trova in tali pazienti e alopecia autoimmune - alopecia. La trombocitopenia autoimmune è accompagnata da sanguinamento con lesioni lievi, formazione di lividi sulla pelle e sulle mucose.

Il diabete mellito di tipo 1 e la malattia di Addison (insufficienza surrenalica) hanno una natura autoimmune. Queste sono condizioni gravi che possono portare alla disabilità e persino alla morte di una donna.

Trattamento iniziale della menopausa

Se ricordiamo le cause di questa condizione patologica, vedremo che nella maggior parte dei casi è impossibile influenzarle. Pertanto, la terapia etiotropica non viene praticamente utilizzata.

Cosa fare con la menopausa precoce? Prima di tutto, devi contattare un ginecologo. Il medico esaminerà il paziente, scoprirà la storia della sua vita e malattia, prescriverà una ricerca:

  • determinazione del livello di ormoni gonadotropici, estradiolo, prolattina, ormone stimolante la tiroide;
  • escludere l'adenoma ipofisario - esame a raggi X della sella turca, calcolo o risonanza magnetica di quest'area;
  • ecografia degli organi riproduttivi - utero, ovaie;
  • mammografia o ecografia del seno;
  • analisi genetiche per rilevare anomalie ereditarie;
  • densitometria per il riconoscimento tempestivo dell'osteoporosi.

Sfortunatamente, la risposta alla domanda su come interrompere la menopausa precoce, la medicina è sconosciuta. Non è stato ancora inventato alcun mezzo per ripristinare la funzione perduta delle ghiandole sessuali, anche il trapianto di questi organi non viene eseguito.

Pertanto, viene eseguita una terapia sostitutiva patogeneticamente dimostrata - sono prescritti preparati ormonali.

Gli effetti positivi della terapia ormonale sostitutiva nella menopausa precoce:

  • eliminazione dei sintomi spiacevoli di questa condizione patologica - vampate di calore, sudorazione, disfunzione sessuale e così via;
  • prevenzione di aterosclerosi e malattie cardiovascolari, quindi, e le loro complicanze - infarto miocardico, ictus, cancrena degli arti e altri;
  • normalizzazione del metabolismo dei lipidi e dei carboidrati, prevenzione dell'obesità, diabete mellito, ipertensione arteriosa secondaria;
  • prevenzione dell'osteoporosi e delle sue conseguenze - fratture della colonna vertebrale e delle ossa delle estremità.

Cosa prendere con la menopausa precoce, avvisare il medico. Questi sono di solito preparazioni di estradiolo o la sua combinazione con progestinici. Il componente progestinico viene utilizzato per prevenire l'effetto stimolante dell'estrogeno sull'endometrio al fine di prevenire l'iperplasia o la trasformazione maligna dello strato interno dell'utero. Pertanto, Duphaston (progestinico) e Estrofem (estradiolo) vengono spesso prescritti insieme.

Le pillole più comunemente prescritte, tuttavia, sono macchie cutanee, creme vaginali o gel che possono essere utilizzati con scarsa tolleranza alle compresse. Un esempio è il sistema transdermico con estradiolo Climar, gel per pelle Estrogel.

Uno dei farmaci più popolari per il trattamento della menopausa, compresa la prima, è Angelique. Contiene estradiolo e drospirenone, che ha un effetto gestageno e altre proprietà benefiche. Il farmaco viene prescritto continuamente, non provoca emorragie e rimuove efficacemente tutti i segni e le complicanze della menopausa precoce e precoce.

Farmaci prescritti per la menopausa precoce

Terapia alternativa

I restanti metodi di trattamento sono solo ausiliari. Le vitamine A, E, C sono prescritte per rallentare il danno alle ovaie e la patologia vascolare. Dopo aver consultato uno specialista, viene utilizzato anche l'omeopatia: farmaci Acidum Sulfuricum, Glonoin, Remens, Klimadinon. Allevia i sintomi vegetativi della menopausa - vampate di calore, debolezza.

Dovrebbe essere chiaro che nessuno di questi farmaci ha dimostrato di essere efficace nella ricerca scientifica e non è raccomandato per l'uso, ad esempio, da linee guida straniere. Ciò significa che, prendendo questi farmaci, una donna nella maggior parte dei casi spenderà i soldi, ma non otterrà l'effetto desiderato. Tuttavia, perderà il tempo necessario per un trattamento adeguato.

Alcune cliniche offrono un trattamento di plasmaferesi per alleviare i sintomi della menopausa precoce, in particolare le vampate di calore. Il metodo consiste nell'estrarre una parte di sangue attraverso un vaso venoso, dividendolo in globuli e siero e sostituendo parte del siero con soluzioni neutre.

La plasmaferesi si è dimostrata nei casi di avvelenamento, insufficienza renale cronica, ustioni e altre condizioni accompagnate da intossicazione. Con il culmine, non c'è bisogno di una tale procedura. È piuttosto costoso, il suo effetto è molto breve, e i benefici per la salute e l'impatto sulla qualità della vita in questo caso sono discutibili.

Alcune domande interessanti sulla patologia

È possibile ripristinare mensilmente con la menopausa precoce?

Molte donne che hanno sofferto in giovane età dall'estinzione della funzione ovarica sono interessate a questo problema. In alcuni casi questo è possibile, ma solo dopo un esame completo da parte di un ginecologo qualificato. E, naturalmente, senza la terapia ormonale, stimolando il lavoro delle ghiandole sessuali, non è sufficiente.

Posso rimanere incinta con una menopausa precoce?

Sì, nelle prime fasi della malattia, mentre le mestruazioni persistono e c'è una possibilità di ovulazione, puoi rimanere incinta. Se questo non è incluso nei piani del paziente, dovrebbe consultare un medico in merito a metodi di protezione adeguati. Se si desidera una gravidanza, questo dovrebbe essere segnalato anche al ginecologo. Dopo le mestruazioni non è più di un anno, la probabilità di gravidanza tende a zero.

C'è un mito abbastanza stabile che l'allattamento al seno prolungato provoca una menopausa precoce durante l'allattamento. In realtà, non lo è. La causa della menopausa precoce è un danno irreversibile al tessuto ovarico, che non si verifica quando il bambino viene alimentato con latte.

L'assenza fisiologica dell'ovulazione durante l'allattamento al seno è una reazione naturale dell'organismo, "concepito" dalla natura come protezione contro le ripetute gravidanze prima che il bambino precedente venga alimentato (amenorrea allattamento). Questa amenorrea lattazionale non ha nulla a che fare con la menopausa precoce.

Come prevenire la menopausa precoce?

La risposta a questa domanda diventa ovvia se ricordiamo nuovamente le cause principali di questa condizione. Una donna non può cambiare la sua genetica, non è in grado di influenzare lo sviluppo delle malattie ereditarie.

Pertanto, la prevenzione è la seguente: fin dalla tenera età, una ragazza, e poi una ragazza e una donna, dovrebbero essere insegnate a prendersi cura della propria salute, evitare le malattie infiammatorie del tratto genitale, il sesso occasionale e l'aborto. Ogni donna dovrebbe essere controllata regolarmente da un ginecologo e da un medico generico al fine di rilevare un tumore o un'altra grave malattia che può essere curata in una fase precoce senza gravi conseguenze per le ghiandole sessuali.