Polipi nell'utero: sintomi, diagnosi e trattamento

La formazione di polipi nell'utero è difficile da notare senza un esame speciale. Il più delle volte si trovano casualmente durante un esame di routine o la diagnosi di malattie ginecologiche completamente diverse. La comparsa di tumori nell'utero può influenzare il lavoro del sistema riproduttivo, causando complicazioni come l'infertilità. Raramente, ma ancora, c'è una degenerazione maligna dei polipi, quindi vengono rimossi. I metodi di rimozione dipendono dalla dimensione e dal numero di neoplasie.

Cosa sono i polipi

Questi tumori compaiono all'interno dell'utero, crescendo fuori dalle cellule endometriali e nel collo dell'organo. Hanno un "cappuccio" arrotondato e una "gamba", attraverso cui si collega alla mucosa. Lo fa sembrare un fungo.

Compaiono in donne di qualsiasi età, a partire dall'inizio della pubertà. Soprattutto spesso si trovano nel periodo di premenopausa, quando la probabilità di disturbi negli organi riproduttivi è maggiore.

Il diametro del cappuccio di solito non supera 1 cm, ma si verificano neoplasie di dimensioni fino a 3 cm, formate singolarmente (singolare) o sotto forma di "colonia" intera (plurale). Hanno una natura benigna, la degenerazione in un tumore maligno si verifica in circa una donna su cento.

Il corpo e la gamba del polipo sono trafitti con vasi sanguigni e ricoperti da uno strato di cellule epiteliali.

La degenerazione maligna non è l'unica complicazione. È possibile deformare la lesione del tumore. La circolazione del sangue alterata porta alla necrosi del tubercolo polipo, ulcerazione della parete del polipo. Quando questo si verifica, infezione dell'utero, la comparsa del processo infiammatorio.

Video: tipi di polipi, cause e conseguenze della loro formazione. Come sbarazzarsi di loro

Tipi di polipi

I polipi cervicali si trovano sulla superficie del canale cervicale. Nel corpo dell'utero, di solito si formano nell'area del suo fondo, negli angoli e nelle pieghe.

La composizione delle cellule che compongono il polipo, distingue i seguenti tipi di tumori:

  1. Ghiandolare. Formato da cellule delle ghiandole situate nell'endometrio. Assomigliano a cisti piene di liquido. Iperplasia endometriale di questo tipo di solito si verifica nelle donne giovani, poiché la crescita e l'aggiornamento dell'endometrio nell'utero è più attivo in esse.
  2. Fibromi. Sviluppare da tessuto fibroso che separa gli strati interno ed esterno dell'endometrio. Tali polipi sono più comuni nelle donne di età superiore a 40 anni.
  3. Fibroso ghiandolare. Il corpo di un tale polipo è costituito da cellule di entrambi i tipi. Tumori simili si riscontrano nelle donne dopo 35 anni.
  4. Adenomatosa. Sono costituiti da cellule ghiandolari di struttura atipica, che possono degenerare in maligna. La presenza di tali polipi è considerata una condizione precancerosa e rappresenta il pericolo maggiore.
  5. Placentare. Si formano in caso di rimozione incompleta della placenta dopo il parto o aborto, aborto e aborto mancato. L'aspetto di tali polipi è irto di sanguinamento uterino e infertilità.

Video: come si verificano i polipi nell'utero. Diagnostica e metodi di trattamento

Cause della formazione di polipi

La ragione per la comparsa di tali tumori può essere la presenza di problemi endocrini di una donna, varie malattie e lesioni.

Fallimento ormonale. Spesso si verifica quando un aborto improvviso (dopo un aborto o aborto), così come l'uso di farmaci ormonali con un alto contenuto di estrogeni. Con un eccesso di estrogeni, l'endometrio si espande eccessivamente e si presenta in forma alterata.

Il danno alle pareti interne dell'utero durante il curettage diagnostico o l'aborto dà lo stesso risultato.

Processi infiammatori nella cervice e nella cavità uterina. Dopo queste cicatrici rimangono, nella regione di cui l'endometrio è formato in modo errato. Spesso la causa della patologia sono le malattie veneree. L'infiammazione può facilmente diffondersi alle tube e alle ovaie, causando una disfunzione ovarica, che porta a un fallimento ormonale. Il policistico è anche la causa della disfunzione ovarica. L'insorgenza di malattie infiammatorie contribuisce a ridurre l'immunità, la carenza di vitamine, l'ipotermia della parte inferiore del corpo.

La presenza di tumori (fibromi, adenomiosi). Tali patologie portano a iperplasia endometriale, una violazione della sua struttura. Disturbi metabolici, malattie delle ghiandole endocrine, diabete mellito sono anche fattori che contribuiscono alla formazione della poliposi. Un certo ruolo è giocato dalla genetica - una predisposizione ereditaria al verificarsi di patologie. Tali tumori nell'utero possono anche essere formati in presenza di disturbi congeniti della sua struttura.

Avvertenza: a rischio sono le donne obese che conducono uno stile di vita sedentario, utilizzare farmaci ormonali per alleviare la menopausa, aumentare l'endometrio durante l'ipoestrogenismo e la terapia farmacologica per i tumori uterini. Il fattore scatenante è l'ipertensione.

Sintomi di polipo nell'utero

I sintomi dei polipi uterini sono gli stessi della presenza delle malattie che li hanno provocati. Questi includono:

  1. Sanguinamento uterino di intensità variabile (da piccole impurità del sangue nelle secrezioni intermestruali a sanguinamento pericoloso). Il grado di manifestazione non dipende dal tipo di polipo, ma è associato solo al grado di alterazioni patologiche nella cavità e nella cervice.
  2. Rafforzamento del sanguinamento mestruale, dovuto al fatto che la struttura della rete vascolare è disturbata.
  3. L'emergere di sensazioni dolorose durante il contatto sessuale. Questo sintomo dovrebbe essere preso molto sul serio, specialmente se appare sistematicamente, il dolore è accompagnato da una scarica sanguinolenta.
  4. L'aspetto del sangue nella scarica dopo la menopausa. Ciò è dovuto al danneggiamento dei polipi. Durante questo periodo, è particolarmente importante essere esaminati, poiché la formazione di un tumore maligno può essere causa di sanguinamento.
  5. La comparsa di segni di anemia a causa della costante perdita di sangue. Tali segni sono pallore della pelle, mal di testa, nausea, vertigini e debolezza generale.
  6. Crampi al dolore addominale associati all'esposizione al polipo dei tessuti circostanti.

I primi segnali con cui si può sospettare la comparsa di una tale patologia è una violazione della regolarità dell'arrivo delle mestruazioni, un aumento della loro abbondanza e del loro dolore. Se il polipo è abbastanza grande, ha una gamba lunga, possono comparire sintomi di complicanze. Prima di tutto, è un forte dolore nel luogo in cui la gamba è attorcigliata, la temperatura sale quando si verifica un ascesso nell'area del danno al polipo e il sanguinamento si verifica quando il polipo viene staccato dalla parete.

Spesso i sintomi che fanno andare una donna da un medico e vengono sottoposti a test sono l'incapacità di rimanere incinta o abortire ripetutamente.

diagnostica

Prima della nomina del trattamento per i polipi uterini, vengono effettuate le diagnosi per stabilirne il numero, la posizione e le dimensioni.

Il primo stadio è un esame ginecologico sugli specchi, che consente di rilevare l'educazione nella cervice. In questo caso, esiste un'alta probabilità che vengano rilevati nell'utero. Pertanto, è necessaria l'isteroscopia: un'ispezione della cavità uterina mediante un dispositivo ottico. L'ispezione di una superficie particolarmente illuminata e ingrandita otticamente consente di rilevare facilmente i tumori. I singoli polipi vengono solitamente rimossi senza ricorrere a interventi chirurgici più gravi.

Viene eseguita un'ecografia transvaginale (utilizzando una sonda vaginale), in cui vengono misurate le dimensioni dell'utero e della cervice. La superficie studiata viene visualizzata sullo schermo e studiata in dettaglio. A volte viene eseguito un curettage diagnostico: rimozione dell'endometrio e studio della sua struttura cellulare.

Per la diagnosi dei polipi, viene utilizzata anche una radiografia dell'utero riempita con un liquido speciale (contrasto). La metrografia consente di scattare un'istantanea dell'utero, notare su di esso i tubercoli dei polipi.

trattamento

Il trattamento viene effettuato sia con metodi conservativi che chirurgici. Senza chirurgia, puoi farlo se i polipi sono di piccole dimensioni, non aumentare. Se questo trattamento non produce risultati e le crescite crescono, possono essere rimosse chirurgicamente.

prudente

Il più delle volte, il trattamento farmacologico viene effettuato nel trattamento di pazienti nulliparosi per i quali la formazione di cicatrici nella cavità e sulla cervice uterina è pericolosa (può portare a infertilità, aborti, complicazioni durante il parto). I preparati ormonali sono usati per sopprimere la produzione di estrogeni (i contraccettivi orali sono spesso prescritti). In questo modo, fermano la crescita di un polipo, il suo riassorbimento.

Vengono usati farmaci anti-infiammatori, farmaci immunomodulatori, vitamine. In combinazione con la terapia farmacologica, dopo aver consultato un medico, vengono utilizzati rimedi popolari basati su piante che possono aiutare a regolare gli ormoni e indebolire il sanguinamento dei polipi. Sono presi sotto forma di infusi o tamponi di azione locale.

chirurgia

Questo trattamento è il più affidabile. Le indicazioni sono:

  • rilevamento di polipi di diametro superiore a 1 cm;
  • la presenza nella neoplasia delle cellule atipiche rilevata mediante esame istologico del campione prelevato durante isteroscopia e curettage diagnostico;
  • manifestazione della tendenza alla crescita del polipo.

Quando vengono rilevati più polipi uterini, i metodi di trattamento sono il curettage completo delle membrane mucose dell'utero e della cervice, oltre alla laparoscopia. Durante la laparoscopia, i polipi vengono rimossi attraverso le punture nell'addome inferiore. Questo metodo è meno traumatico ed efficace.

Dopo la rimozione dei polipi, viene eseguita la terapia ormonale e il trattamento riparativo per prevenire la recidiva. È stato anche sviluppato un metodo di rimozione laser dei polipi. Dopo una tale operazione nell'utero non rimane cicatrice.

Polipi durante la gravidanza

Di regola, in presenza di polipi nell'utero, la gravidanza non si verifica, poiché una violazione della struttura endometriale non consente all'embrione di consolidarsi nell'utero.

Se i polipi sono solitari, l'area di danno all'endometrio è piccola, può verificarsi il concepimento. I polipi non sono pericolosi. Tali neoplasie riscontrate durante la gravidanza di solito non vengono rimosse, il trattamento viene posticipato fino a dopo la nascita.

Se una donna soffre di infertilità a causa della presenza di polipi, vengono tagliate fuori, viene eseguita la terapia ormonale, dopo di che una normale gravidanza può verificarsi in pochi mesi.

Polipi nell'utero: sintomi e trattamento, conseguenze

I polipi nell'utero sono di natura benigna che provengono dalla mucosa. Di norma, l'aspetto dei polipi è accompagnato da un aumento generale delle membrane (iperplasia) della cavità uterina. Le formazioni stesse hanno un corpo principale e una gamba, che è attaccata al muro dell'utero. All'interno di questa gamba c'è il flusso di sangue.

La rilevazione di sintomi sospetti e il trattamento della malattia uterina dovrebbero avvenire il prima possibile e sempre sotto la supervisione di un ginecologo. Di norma, stiamo parlando di forti emorragie, non correlate al ciclo mestruale e ricorrenti sensazioni dolorose nell'addome. Tra le cause dei polipi uterini vi è l'incapacità di osservare la corretta sterilità e accuratezza durante le manipolazioni ginecologiche, ad esempio, prendendo una raschiatura per studi istologici o l'aborto per ragioni mediche.

Per capire il concetto di polipi, cosa è, cosa sono pericolosi, i loro sintomi e metodi di trattamento, si dovrebbe prestare attenzione alla possibilità della loro degenerazione in tumori maligni, così come l'assenza di alcuna possibilità di rimanere incinta. Dopo tutto, la presenza di formazioni sulla mucosa uterina non consente all'uovo fecondato di attaccarsi al muro per un'ulteriore crescita e sviluppo del feto. Quanto prima e più correttamente viene prescritto il trattamento dei polipi, maggiori sono le probabilità di avere un bambino in futuro. La rimozione dei polipi viene eseguita chirurgicamente. È estremamente importante rimuovere completamente i polipi esistenti, poiché le particelle rimanenti possono causare una ricaduta della malattia. Dopo l'operazione, il medico prescrive la terapia ormonale. Il corso dura da tre a sei mesi.

Cosa sono i polipi

Se ci sono molte neoplasie di natura benigna sulla mucosa, il medico diagnostica la poliposi uterina. Le formazioni differiscono in una forma nodosa, hanno il corpo principale e la gamba attaccata a una membrana mucosa di un utero. Possono apparire a causa della proliferazione dello strato funzionale dell'utero o non del suo completo rifiuto durante l'inizio dei giorni critici del ciclo mestruale.

I polipi in ginecologia si distinguono per la proprietà di modificare la loro struttura e di riempirsi nello stesso modo in cui avviene nei tessuti dell'utero. In assenza di un adeguato trattamento ginecologico, la struttura delle neoplasie inizia a cambiare, acquisendo la forma di tumori maligni. I polipi sono formati dallo strato funzionale (esterno) o basale dell'endometrio dell'utero.

Per diagnosticare la malattia stessa nelle donne può essere in modi diversi, a seconda della posizione dei polipi. Se le formazioni erano localizzate sulla cervice, sono già visibili con un esame standard. Nella maggior parte dei casi, i polipi vengono diagnosticati durante l'ecografia, l'isteroscopia (esame con una speciale preparazione ottica) e l'esame istologico (esame dei tessuti uterini).

Polipi nell'utero: le cause dell'educazione

Nella pratica medica, non esiste una spiegazione definitiva del perché compaiano polipi, ma ci sono diverse versioni di un effetto causale.

  1. Interruzione dell'equilibrio ormonale nel corpo. Un aumento degli strati interni dell'utero (iperplasia) può provocare una quantità eccessiva di estrogeni o un basso livello di progesterone. Di conseguenza, possono apparire polipi, sia singoli che in grandi quantità (poliposi).
  2. Aumento anormale dei vasi sanguigni nell'utero. L'espansione delle pareti dei vasi sanguigni può causare la comparsa di polipi, se perdono la loro elasticità o si bloccano, causando una riproduzione accelerata delle cellule epiteliali attorno a loro.
  3. Diagnosi dei processi infiammatori nell'area genitale. Con questo tipo di disturbo nel funzionamento dell'utero, si osserva la comparsa di speciali cellule immunitarie che inibiscono lo sviluppo dell'infiammazione (uccidono l'infezione) e provocano un aumento del numero di cellule endometriali (formando polipi) allo stesso tempo.
  4. Malattie della ghiandola endocrina (tiroide). Dal momento che il funzionamento di tutte le ghiandole del corpo è interrelato, le interruzioni nella ghiandola tiroidea, così come le ghiandole surrenali o il fegato possono provocare problemi alle ovaie e un'eccessiva produzione di ormoni sessuali da parte dell'organismo.
  5. Aborti condotti e raschiamento infruttuoso in violazione delle regole di sterilità e sicurezza. Manipolazioni impropri possono provocare l'erosione del rivestimento uterino, che a sua volta provoca la comparsa di polipi.
  6. Diagnosi di pressione alta (ipertensione) e diabete. Il pericolo di queste malattie sta nella violazione del processo di circolazione del sangue nei piccoli capillari, a causa della quale le cellule non ricevono la quantità di ossigeno necessaria e iniziano a moltiplicarsi rapidamente dividendo. L'iperplasia formata è una causa diretta dell'insorgenza di polipi singoli o multipli nella cavità uterina.
  7. Peso in eccesso La particolarità del tessuto adiposo risiede non solo nell'accumulo sotto la pelle e nelle cellule degli organi, ma anche nella capacità di produrre in aggiunta ormoni estrogeni, causando l'apparizione e lo sviluppo di neoplasie di forma nodulare e un carattere benigno.
  8. Stile di vita sedentario In assenza di attività regolare, così come la costante esecuzione delle mansioni lavorative in posizione seduta, con conseguente ristagno di sangue negli organi pelvici. Per questo motivo, una quantità sufficiente di ossigeno non fluisce verso l'utero e le ovaie, il che a sua volta influisce sulla distruzione del processo di produzione degli ormoni e sulla riproduzione di nuove cellule endometriali.
  9. Eredità. La propensione alla manifestazione e allo sviluppo della malattia può essere basata sui fattori ereditari.
  10. L'uso di Tamoxifen per il trattamento dei tumori. I principi attivi dei recettori del blocco del farmaco che sono responsabili della sensibilità agli ormoni sessuali e, quindi, possono provocare l'apparizione della poliposi.

Cambiamenti caratteristici dell'endometria dell'utero possono essere innescati dall'attivazione di malattie croniche esistenti degli organi genitali, specialmente per tali lesioni infiammatorie come l'ooforite o l'adnexite.

specie

La caratteristica principale dei polipi risiede nella loro struttura: il corpo principale è attaccato ai tessuti dell'utero a causa della stretta gamba, all'interno della quale scorre il flusso sanguigno. Le dimensioni del corpo e la lunghezza delle gambe possono essere molto diverse: dai parametri dei semi di sesamo al tennis da tavolo o palle da golf (38 - 42 mm di diametro).

I polipi nella pratica medica distinguono la struttura della struttura e la posizione all'interno dell'endometrio.

A seconda della posizione, le crescite benigne nodulari possono essere indicate come:

  • polipo cervicale (polipo cervicale);
  • polyp body uterus.

Per quanto riguarda le caratteristiche delle cellule coinvolte nella formazione dei tumori, i tipi di polipi nell'utero sono i seguenti:

  • ghiandolare (formato da cellule ghiandolari);
  • fibroso (germinativo dovuto alle cellule del tessuto connettivo);
  • fibroso ghiandolare (combina le cellule delle ghiandole uterine e delle cellule del tessuto connettivo);
  • polipi adenomatosi (caratterizzati dalla presenza di cellule atipiche che innescano la trasformazione di un polipo in un tumore maligno);
  • placentare (formato come conseguenza della rimozione incompleta della placenta dopo il travaglio).

Se il primo tipo è più caratteristico delle giovani donne e può assumere la forma di una cisti con riempimento di fluido interno, i polipi fibrosi appaiono più densi e sono più spesso osservati in pazienti di età superiore a 40 anni.

I più pericolosi sono i polipi adenomatosi, poiché sono la base per lo sviluppo delle cellule tumorali e lo sviluppo di polipi in un tumore maligno. Particolare attenzione dovrebbe essere rivolta a tali tipi di polipi come placentali, poiché sono spesso accompagnati da sanguinamento prolungato, non correlato al ciclo mestruale, e sono anche una seria minaccia nella forma di infezione degli organi interni e lo sviluppo di infertilità.

Che cos'è il polipo pericoloso - conseguenze

Nonostante il fatto che i polipi siano inizialmente caratterizzati come formazioni benigne, rappresentano una seria minaccia per la salute delle donne. Questo è il motivo per cui devono essere rimossi e quindi sottoposti a un ciclo piuttosto lungo di terapia ormonale.

Le conseguenze meno pericolose di questa malattia si riferiscono a disturbi mestruali con un aumento del sanguinamento, trasformandosi in una forma cronica. Le complicazioni durante la gravidanza e un aumentato rischio di infertilità dovrebbero essere distinti dai risultati più gravi dello sviluppo della malattia. La mancanza di un trattamento corretto e tempestivo può portare alla necessità di rimuovere il corpo uterino dal corpo femminile. L'opzione più pericolosa per lo sviluppo della malattia è la degenerazione dei polipi nei tumori maligni con cellule tumorali (malignità).

Può uscire un polipo con cadenza mensile

Il rilevamento delle particelle di polipo nel sanguinamento mestruale consente ai pazienti di sperare che le formazioni possano risolversi da sole e che l'operazione prescritta dal medico sia una manipolazione facoltativa per il recupero. In effetti, l'uso di droghe dalla medicina alternativa potrebbe precedere il rilascio di polipi in questo modo o le formazioni stesse erano troppo piccole. Tuttavia, non vi è alcuna garanzia che tutte le neoplasie siano state eliminate dall'endometrio dell'utero, e non vale la pena rischiare le pericolose complicazioni del loro sviluppo e della rigenerazione in ogni caso.

diagnostica

La diagnosi della malattia uterina può avvenire in più fasi. Il paziente può ascoltare la presenza di neoplasie di una forma nodulare per la prima volta visitando un ginecologo per sottoporsi a un normale esame di routine. Se i polipi si trovano nell'area della cervice, sono visibili durante una visita medica di routine con specchietti. Per controlli più seri e approfonditi si possono usare dispositivi medici speciali. In uno qualsiasi dei casi di rilevamento di formazioni sporgenti, viene eseguita un'istologia del polipo, che consente di studiare la natura e la struttura delle cellule coinvolte. Dopo un esame approfondito sulla sedia, solo il medico può decidere cosa fare con il paziente in futuro.

Esame di un ginecologo

Questo è un esame ginecologico (standard), in cui le formazioni caratteristiche sporgenti vengono rilevate con l'aiuto di specchi speciali. Gli stessi tumori si distinguono per una forma rotonda o prodigiosa, così come un colore rosso vivo (meno spesso rosa). Quando si utilizza questo metodo diagnostico, si presta particolare attenzione alle condizioni della cervice, che, di norma, è caratterizzata da ispessimento e ipertrofia (aumento doloroso). Se le formazioni sono viola o bordeaux, questo può indicare disturbi circolatori nella crescita stessa. La struttura del polipo, di regola, rimane morbida ed elastica.

Cervicopia e colposcopia

Il metodo di cervicopia è un processo di esame strumentale della cervice utilizzando un isteroscopio (un apparato a guida di luce dotato di fibre ottiche per l'esame visivo delle patologie uterine esistenti). La videocamera integrata consente di valutare adeguatamente le condizioni del paziente, senza arrecare disturbo o lesioni al corpo stesso. Con questo metodo, è possibile distinguere i polipi più piccoli e diagnosticare la necrosi (morte cellulare parziale) dei cerotti endometriali. Con l'aiuto della cervicopia, un polipo nell'utero viene studiato non solo in termini di dimensioni e condizioni, ma anche sul tipo di crescita strutturale. Per confermare o smentire completamente il rischio di cellule tumorali nelle neoplasie, viene eseguita una biopsia (asportazione di particelle delle formazioni per ulteriori studi di laboratorio).

Durante la colposcopia, il medico può valutare le condizioni generali dell'apertura vaginale e delle sue pareti. A tale scopo viene utilizzato un colposcopio: uno speciale design ottico, dotato di un binocolo e un dispositivo di illuminazione.

Durante la diagnosi dei polipi sulla cervice, rimane sempre il rischio che si verifichino sulle mucose interne dell'utero stesso. In questi casi, è possibile esaminare e studiare il polipo sugli ultrasuoni. In questo caso, il medico riceve informazioni dettagliate sullo spessore dell'endometrio dell'utero, sulla sua struttura, nonché sul numero totale e sulla dimensione dei tumori esistenti. Un importante vantaggio dell'ecografia dell'utero è la capacità di determinare ulteriormente le condizioni delle ovaie e delle tube di Falloppio, che viene necessariamente presa in considerazione dal ginecologo con ulteriore trattamento del paziente.

isteroscopia

Questo metodo di diagnosi delle malattie si basa su interventi microchirurgici (minimamente invasivi) per un esame dettagliato dell'utero attraverso l'uso di uno speciale sistema ottico dell'isteroscopio. Durante un'isteroscopia, è consentita la rimozione simultanea di polipi rilevati con l'invio obbligatorio di escrescenze a uno studio di laboratorio sulla struttura e sulla natura delle cellule.

I polipi possono anche essere visualizzati mediante metrografia - procedure a raggi X della cavità uterina utilizzando un agente di contrasto, contro cui spiccano i contorni irregolari della cavità uterina (polipi).

Sintomi di polipi nell'utero

La caratteristica principale di questa malattia sta nell'assenza di sintomi o segni, se il polipo è singolo o ha dimensioni ridotte. Puoi conoscere i tumori della forma nodulare solo durante una visita di routine dal ginecologo. Ecco perché è così importante sottoporsi periodicamente a un esame ginecologico, almeno una volta ogni sei mesi.

Segni clinici di polipi nell'utero si manifestano spesso quando c'è già un'infiammazione delle membrane o un'infezione delle escrescenze dopo le manipolazioni. Di regola, è:

  • sull'aumento della quantità di scarico bianco;
  • sul verificarsi di sentimenti dolorosi atipici di tipo tirante, che compaiono durante il periodo di giorni critici o si verificano durante l'intimità con un partner;
  • sulla comparsa di sanguinamento, non associato al ciclo mestruale.

L'infertilità può anche indicare che i polipi appaiono e continuano a svilupparsi nella cavità uterina. Spesso le crescite dei polipi bloccano il passaggio nella cervice, causando una rottura dell'equilibrio ormonale nel corpo e un fallimento del solito ciclo mestruale. Come sintomo della poliposi uterina, vale la pena sottolineare l'aumento della profusione e l'aumento della durata della mestruazione stessa. Ciò è dovuto ad un aumento patologico della quantità di estrogeni e ad un significativo ispessimento dell'endometrio (strato mucoso) dell'utero.

Come trattare il polipo uterino

I polipi rilevati sono soggetti a terapia obbligatoria, garantendo la loro completa rimozione riducendo al minimo il rischio di recidiva. Se i polipi dell'endometrio dell'utero si trovano nelle prime fasi della malattia e sono di dimensioni relativamente piccole, un ginecologo può prescrivere un trattamento conservativo (senza intervento chirurgico). Va tenuto presente che le crescite non scompaiono del tutto e c'è sempre il rischio della loro ricrescita e successiva degenerazione in tumori maligni. Eliminare completamente la poliposi dell'utero è possibile solo rimuovendoli con un'operazione.

Trattamento senza chirurgia

Il trattamento dei polipi nell'utero in modo conservativo consente solo di sospendere il processo della loro crescita e ulteriore sviluppo. Per fare questo, al ginecologo dei polipi vengono prescritti farmaci appropriati, che causano un arresto della loro crescita e un possibile riassorbimento.

  1. Quando si diagnostica una malattia virale o infettiva della cavità uterina, che causa la comparsa di polipi, la terapia antibatterica è considerata efficace. Gli antibiotici sono prescritti esclusivamente dal medico curante. Ciò è particolarmente vero per il dosaggio giornaliero e la durata del ciclo di trattamento, poiché l'uso di tali farmaci può portare a complicazioni nel sistema endocrino.
  2. Nelle prime fasi della malattia (i primi mesi) per i pazienti in età riproduttiva (non oltre i 35 anni), contraccettivi orali combinati possono essere prescritti come trattamento.
  3. L'uso del progestinico è causato dalla presenza di sanguinamento forte e prolungato. Contribuiscono anche alla sospensione delle crescite interrompendo l'afflusso di sangue attraverso i vasi capillari.
  4. La nomina di una terapia sostitutiva con ferro, accompagnata da dieta e farmaci sedativi può essere effettuata da un medico se i pazienti vengono curati per l'anemia. In questo caso, le sedute di fisioterapia non sono superflue.
  5. L'ultima fase del trattamento conservativo è l'assunzione obbligatoria di complessi vitaminici e minerali.

L'attenzione separata nel processo di trattamento richiede l'uso di farmaci ormonali che aiutano a ripristinare l'equilibrio, in particolare per quanto riguarda il rapporto tra la quantità di estrogeni e progesterone. La durata totale del corso di trattamento, di norma, dura circa sei mesi.

chirurgia

Il modo più efficace e affidabile per trattare i polipi uterini è di rimuoverli chirurgicamente. La terapia stessa può essere effettuata in modi e strumenti diversi, ma è estremamente importante che le escrescenze vengano rimosse il più accuratamente possibile e completamente. Dalla qualità della manipolazione dipende dal rischio di ri-manifestarsi della malattia, nonché dal benessere generale del paziente.

Uno dei metodi di trattamento disponibili è il curettage di un polipo nell'utero utilizzando un isteroscopio (un dispositivo ottico con un dispositivo di illuminazione speciale che consente la visualizzazione della condizione dell'organo, nonché la qualità dell'operazione). L'obiettivo principale di questo metodo di polipectomia (rimozione dei polipi) è quello di ottenere materiale per ulteriori ricerche di laboratorio.

Se a un paziente viene diagnosticata una poliposi con abbondante emorragia aperta, è necessario eseguire il curettage (rimozione dello strato superiore dell'endometrio dell'utero) utilizzando strumenti speciali. Inoltre, la procedura stessa è mirata principalmente a fermare l'emorragia (emostasi) e viene eseguita in anestesia generale. La rimozione delle crescite viene effettuata a causa dell'introduzione di un anello metallico. Il risultato del raschiamento deve essere inviato alla ricerca per escludere la malignità delle formazioni stesse.

La rimozione di un polipo nell'utero può essere eseguita anche con metodi più delicati e minimamente invasivi, ad esempio utilizzando un laser. In uno qualsiasi dei casi dopo l'operazione di rimozione, il punto di attacco delle escrescenze viene inoltre trattato con azoto liquido (criodistruzione). Ciò consente di ridurre al minimo il riemergere e la crescita di crescite pericolose sulla membrana mucosa dell'utero. Le nuove tecnologie possono rimuovere con successo polipi di qualsiasi dimensione, dai parametri dei semi di sesamo a una pallina da ping pong (circa 40 mm di diametro).

Recupero dopo la rimozione

Dopo l'intervento, il paziente rimane sotto controllo medico per qualche tempo. Ciò è dovuto al rischio di sanguinamento, alle manifestazioni di dolore nell'addome o ad un aumento della temperatura corporea. Dopo un'operazione riuscita, è obbligatorio ripristinare l'equilibrio ormonale nel corpo assumendo i farmaci appropriati. Inoltre, i farmaci antinfiammatori e analgesici possono essere prescritti per il periodo di riabilitazione.

Una particolare attenzione dovrebbe essere rivolta alla dieta, che non consente cibi piccanti e salati, così come l'alcol.

Terapia popolare

Oltre all'intervento chirurgico e ai farmaci raccomandati, c'è sempre l'opportunità di trattare i polipi nell'utero e accelerare il processo di ripristino del corpo con i rimedi popolari. In questo caso, si consiglia di visitare il medico ogni due o tre mesi, poiché solo un ginecologo può dire se la terapia domiciliare utilizzata è efficace.

Semi di zucca

I semi di zucca possono aiutare a rimuovere i polipi nell'utero. Per fare questo, avrai bisogno di 6 cucchiai di semi secchi (non fritti), che sono pre-macinati in un macinino da caffè. Alla massa risultante, è necessario aggiungere 7 tuorli d'uovo sodo e mezzo litro di olio di girasole (raffinato). La massa finita viene riscaldata a bagnomaria per 20 minuti. La miscela deve essere conservata in frigorifero. I farmaci vengono assunti una volta al giorno prima dei pasti. Dopo un corso di cinque giorni di trattamento, si riposa per la stessa durata. Il corso stesso viene ripetuto fino a quando c'è una medicina, di regola, dura almeno tre mesi.

Infusione di baffi d'oro

Questa è una pianta d'appartamento, che prende 20 giunti dai processi esistenti. Sono riempiti con due bicchieri di acqua o alcool medico diluito in un rapporto 1: 3. La composizione risultante dovrebbe infondere in un luogo buio per 10 giorni. Il farmaco viene utilizzato nella quantità di 20 gocce per 100 ml di acqua alla volta. Durante il giorno, ci sono due assunzioni del genere, 30 minuti prima dei pasti. Il corso generale di trattamento dura 30 giorni.

Tamponi di cipolla

In questo caso, vengono utilizzate le cipolle cotte al forno, da cui viene rimosso il nucleo trasparente e morbido. Viene impastato con una forchetta, e poi un cucchiaino della grana ottenuta viene steso su un doppio strato di garza. Da questo forma una sorta di tampone, legato con un filo forte (per poterlo rimuovere in seguito dalla vagina). Un tampone è inserito all'interno di notte. La procedura viene ripetuta ogni giorno per tutta la settimana. Quindi segue una pausa di 10 giorni. In totale, dovrebbero esserci 3 di questi cicli. Questo metodo ha un efficace effetto anti-infiammatorio e combatte anche i virus.

Può un polipo svilupparsi nel cancro

Il principale pericolo dell'espansione dei polipi è quello di aumentare il rischio di degenerazione nei tumori maligni. Ecco perché il trattamento dei polipi uterini deve essere effettuato il prima possibile e nel modo più efficiente possibile.

Fasi della rinascita

I polipi nella cavità uterina appaiono dagli strati dell'endometrio e possono variare nella struttura. A causa di cambiamenti nel corpo delle escrescenze, possono comparire cellule cancerogene. La loro distribuzione è dovuta a processi alterati di differenziazione e proliferazione (proliferazione dei tessuti per divisione cellulare). Il processo di cambiamento della struttura delle cellule nella direzione dei tumori maligni è chiamato malignità.

prevenzione

Poiché il polipo uterino è il risultato di un'interruzione delle ovaie e, di norma, è causato da un eccesso di ormoni estrogeni, le misure preventive dovrebbero includere:

  • rifiuto di carne e alimenti contenenti ormoni;
  • optare per il tempo libero attivo all'aria aperta;
  • prevenzione dei genitali da ipotermia;
  • Consultazione obbligatoria con un medico quando si scelgono i contraccettivi ormonali;
  • regolare esame ginecologico (almeno 2 volte l'anno).

Recensioni di donne sul trattamento dei polipi

Valeria, 32 anni.

Dopo un esame di routine, il ginecologo sospettava polipi nell'utero e inviava un'ecografia. La diagnosi è stata confermata. Il medico raccomanda la rimozione utilizzando un laser. Ho sentito parlare di ricette popolari, ma ho più fiducia nella medicina tradizionale. Già registrato per un intervento chirurgico.

Catherine, 44 anni.

Al primo rilevamento di polipi, ha scelto un trattamento con preparati ormonali e rimedi popolari come "tamponi di cipolla". Inizialmente, la condizione è migliorata, ma sei mesi dopo, i sintomi hanno iniziato a ripresentarsi, ora solo un'operazione e sotto la stretta supervisione di un medico. È molto spaventoso pensare che il cancro possa svilupparsi.

Sintomi del polipo uterino

I polipi nell'utero sono formazioni dall'endometrio che compaiono da 9 anni. Più spesso trovato prima della menopausa in 40 - 50 anni. Il polipo si riferisce a neoplasie benigne, ma se non vengono prese misure per trattarlo, a determinate condizioni può diventare maligno. La probabilità di una tale rinascita è 1 - 2%.

I polipi sono singoli su una base ampia o sulla gamba e multipli (poliposi).

I polipi nell'utero sono presenti nelle donne in circa il 10% dei casi. Tra le malattie ginecologiche rappresenta il 25% dei casi, indicando un problema diffuso.

Polipi nell'utero - cause

Studiando questa patologia, è emerso che i polipi nell'utero, le cui cause in ciascun caso sono differenti, appaiono sullo sfondo:

• stress e allungamento nervoso prolungato;

• cambiamenti causati dall'età della donna.

Inoltre, ci sono ancora molti fattori di rischio che provocano lo sviluppo di polipi nell'utero:

1. Malattie degli organi genitali nelle donne (cisti ovariche, miomi, endometriosi).

2. Danni meccanici alla cervice che si verificano durante gli esami ginecologici strumentali a causa di malattie infiammatorie (endocervicite), durante il travaglio o l'aborto.

3. Infezioni, infezioni sessualmente trasmesse (IPP), nonché sullo sfondo della violazione della microflora della vagina. I più pericolosi di loro sono: ureaplasmosis, herpes, toxoplasmosi, micoplasmosi, candidosi.

4. predisposizione genetica.

6. Trattamento a lungo termine con Temoxifen - un farmaco usato in presenza di tumori per bloccare i recettori sensibili agli ormoni. Di conseguenza, in alcuni pazienti le cellule endoteliali iniziano a crescere rapidamente e si formano polipi.

Crescita vascolare: quando attorno ad essa si forma una rete vascolare, inizia la riproduzione attiva delle cellule epiteliali.

Il gruppo a rischio comprende le donne che hanno:

Il meccanismo di formazione dei polipi nell'utero

A causa di un'interruzione ormonale, il normale funzionamento delle ovaie può essere interrotto e quindi una grande quantità di estrogeni entra nel flusso sanguigno.

Normalmente, la sua produzione avviene entro due settimane dal ciclo mestruale. Quando i disturbi ormonali, entra nel flusso sanguigno continuamente. Sotto la sua influenza, c'è una maggiore proliferazione dell'endometrio.

Durante il periodo delle mestruazioni, l'endometrio non si esfolia completamente, una parte di esso rimane nell'utero. Questo processo avviene su più cicli e provoca la formazione di un endometrio.

In futuro, la germinazione dei vasi sanguigni e delle fibre del tessuto connettivo - si forma un polipo.

Tipi di polipi nell'utero

I polipi, a seconda delle cellule da cui sono formati e della loro struttura, emettono:

1. Polipi ghiandolari - formati in giovane età, simili a cisti fluide.

2. I polipi fibrosi sono densi, poiché si basano sul tessuto connettivo, si sviluppano dopo i 40 anni, prima della menopausa e in menopausa.

3. ghiandolari - fibrose, si formano, rispettivamente, dalle cellule delle ghiandole e del tessuto connettivo.

4. I polipi sono adenomi: le cellule atipiche si trovano nella loro struttura, quindi il cancro può svilupparsi.

5. I polipi placentari sono formati da particelle della placenta conservate dopo la nascita.

La dimensione dei polipi nell'utero varia da pochi millimetri a 3,0 cm. Fondamentalmente, ci sono polipi fino a 1,0 cm.

Polipi nell'utero - i primi sintomi

I polipi nell'utero possono essere asintomatici. In questi casi, sono una scoperta quando si prova per un'altra patologia o quando si individuano le cause dell'infertilità.

Al raggiungimento di una certa dimensione di polipi nell'utero, compaiono i primi sintomi:

• una varietà di disturbi mestruali;

• sanguinamento uterino tra mesi;

• sanguinamento durante la menopausa;

• dolore e disagio durante il sesso, e dopo di esso - striscio.

Un polipo può anche essere rilevato se si sviluppa un'infiammazione o si verifica una lesione. Ciò porta, in aggiunta a quanto sopra, alla manifestazione dei seguenti sintomi clinici:

• dolori di natura trascinante, che si manifestano non solo durante i rapporti sessuali, ma anche poco prima dell'inizio delle mestruazioni;

• presenza di sangue nella scarica, non associato alle mestruazioni.

Polipi nell'utero - segni

Mentre i polipi crescono nell'utero, i loro sintomi diventano più pronunciati:

• interruzione persistente del ciclo mestruale;

• cancro dell'utero, che è il principale pericolo dei polipi.

Diagnosi di polipi nell'utero

Ultrasuono dell'utero: il metodo diagnostico più accessibile, informativo e indolore. Durante la procedura, il sensore intravaginale ottiene i risultati più precisi.

L'isteroscopia viene eseguita per uno studio dettagliato: il dispositivo (un tubo sottile con una fotocamera) viene inserito nella cavità uterina. Un isteroscopio viene utilizzato per prelevare materiale bioptico secondo necessità. Anche attraverso l'apparato nell'utero, puoi inserire un agente di contrasto e fare una radiografia.

Trattamento dei polipi nell'utero

Il trattamento dei polipi nell'utero è interamente chirurgico. Quando viene trovato un singolo polipo, viene tagliato. Nella poliposi, lo strato superiore della mucosa uterina viene raschiato.

Le indicazioni per il trattamento chirurgico sono:

• mancanza di effetto dal trattamento ormonale;

• età oltre 40 anni;

• dimensione dell'istruzione superiore a 1,0 cm;

• se si riscontrano cellule atipiche durante l'esame istologico.

Attualmente, il trattamento dei polipi nell'utero viene effettuato con metodi isteroscopici e laparoscopici.

Il metodo isteroscopico è considerato una procedura a basso impatto, viene eseguito in anestesia leggera e dura circa 20 minuti.

Il momento più adatto per la manipolazione è 2-3 giorni dopo le mestruazioni: la mucosa dell'utero è sottile in questo momento, il polipo è facilmente determinato, perché si alza sopra di esso, è possibile rimuoverlo rapidamente. Il metodo ha diversi vantaggi:

• mancanza di tagli e, rispettivamente, cuciture operative;

• La fotocamera dell'isteroscopio è in grado di rilevare anche piccoli polipi e rimuoverli.

La laparoscopia viene eseguita sotto il controllo del laparoscopio attraverso il foro (0,5 - 1,5 cm) nell'addome inferiore. Il metodo è molto efficace in presenza di formazione maligna. Se si trovano cellule atipiche in un polipo, che indica un rischio elevato di tumore, l'utero viene rimosso con questo metodo.

I vantaggi della laparoscopia sono:

• il dolore postoperatorio è raro;

• non ci sono praticamente complicazioni;

• rapido recupero del corpo.

Trattamento dei polipi nell'utero

Il trattamento di polipi nell'utero in alcuni casi viene effettuato senza intervento chirurgico. Questo è possibile in alcuni casi:

• nelle donne che non hanno partorito, poiché la chirurgia causa problemi al concepimento;

• in pazienti di età giovane (descritti i casi in cui sono stati trovati polipi nelle ragazze durante l'adolescenza)

• se c'è un piccolo polipo, può essere ridotto prendendo alcuni farmaci e scomparendo completamente.

Dato che il polipo si forma nell'utero sotto l'influenza di alti livelli di estrogeni, vengono prescritti preparati ormonali per ridurre la quantità di estrogeni e aumentare il livello di progesterone. Eliminano il fattore eziologico (estrogeni), con conseguente riduzione significativa del polipo, si asciuga e lascia l'utero durante le mestruazioni.

I preparativi per il trattamento dei polipi sono prescritti per età:

• fino a 35 anni - contraccettivi di estrogeni - progestinici (Regulon, Janine, Yarin);

• dopo 35 anni - gestagens (Duphaston, Utrogestan, Norkolut);

• dopo 40 anni e con l'inizio della menopausa, antagonisti dell'ormone rilasciante la gonadotropina (Zoladex, Diferelin) - proteggono dagli effetti degli estrogeni che causano cambiamenti nell'utero;

• a qualsiasi età vengono prescritti farmaci antibatterici - sono necessari nei casi in cui si è verificata la formazione di polipi in connessione con il processo infiammatorio nell'utero (zitrolide, monomicina, ecc.).

Tutti i farmaci sono prescritti da un ginecologo in una determinata fase del ciclo e secondo uno schema speciale.

Prevenzione dei polipi nell'utero

La prevenzione dei polipi nell'utero è associata a disfunzione ovarica, producendo una grande quantità di estrogeni. Pertanto, le misure preventive comprendono:

• visite regolari dal ginecologo per escludere patologie e corretta selezione dei contraccettivi;

• esercizio attivo, la lotta contro l'inattività fisica preclude la stagnazione del sangue nella pelvi;

• eliminare il sesso promiscuo;

• Non mangiare prodotti a base di carne che contengono ormoni;

• Evitare il congelamento improvviso.

È sempre necessario trattare con cura il proprio corpo e in caso di minimi guasti consultare in tempo uno specialista per evitare spiacevoli complicazioni.

Polipi nell'utero: rimozione, chirurgia, sintomi, trattamento, foto

I polipi uterini sono iperplasia focale dell'endometrio o neoplasie benigne. Con la proliferazione della membrana mucosa dell'utero, si possono formare polipi multipli (poliposi) o singoli su una base ampia o su una gamba sottile. Il sintomo più grave del polipo uterino è il sanguinamento uterino. Inoltre, i polipi possono causare dolore ricorrente o infertilità nelle donne. Il trattamento di tale patologia consiste solo nella rimozione chirurgica utilizzando vari metodi per questo.

Diagnostica la malattia con l'aiuto di istologia, isteroscopia, ecografia e un semplice esame ginecologico. La dimensione del tumore può variare da una pallina da golf a semi di sesamo. Molto spesso, un polipo endometriale nell'utero può essere combinato con un polipo nella cervice. Le ragioni per la formazione di tale patologia risiedono nei processi infiammatori dell'endometrio e dei disturbi ormonali, mentre la formazione dei polipi non dipende dall'età della donna e può verificarsi sia nel periodo precedente alla menopausa che nelle giovani ragazze. Tra tutte le patologie ginecologiche, i casi clinici di neoplasie di questo tipo prendono il 6-20%. Considerando che la presenza di un polipo nell'utero in ginecologia è considerata una condizione precancerosa o lo stadio iniziale del cancro, la sua rimozione è necessaria.

Tipi di polipi nell'utero

La struttura morfologica dei polipi può essere suddivisa in:

Adenomato - la specie più pericolosa. L'epitelio ghiandolare di tali polipi ha segni di proliferazione (nucleazione delle cellule tumorali), quindi è necessario un attento controllo di tali formazioni, poiché sono essenzialmente una condizione precancerosa.

Ferro-fibroso - trovato nelle donne dopo 35 anni, è una miscela di tessuto connettivo e ghiandole.

Fibrosi: dopo 40 anni sono costituiti da un tessuto connettivo denso, a volte possono essere presenti ghiandole isolate.

Ghiandolare - formato da tessuti endometriali, che sono composti da ghiandole. Più spesso trovato in giovane età.

I polipi uterini sono costituiti dai seguenti componenti: il canale vascolare centrale, la ghiandola endometriale e lo stroma. La gamba è costituita da uno stroma fibroso e vasi dalle pareti spesse, la superficie del tumore è ricoperta da epitelio. Se un polipo esiste da molto tempo, può necrotizzare, ulcerare, infettarsi e può anche verificarsi il trasferimento di cellule tissutali da un tipo all'altro (malignità).

I polipi placentari si distinguono separatamente, che appaiono sulla base di elementi della placenta rimasti dopo il travaglio o l'aborto, tali tipi di polipi possono anche svilupparsi dopo l'aborto o l'aborto. I polipi placentari hanno sintomi caratteristici, che si manifestano con un sanguinamento prolungato e intenso, che porta all'infezione e, in alcuni casi, persino alla sterilità.

Cause dei polipi nell'utero

Le principali cause di crescita nello strato basale dell'endometrio sono disturbi ormonali e alterazioni infiammatorie.

Disturbi ormonali.

Disfunzione ovarica, aumento della secrezione di estrogeni porta a focolai con iperplasia dello strato interno dell'utero. Di conseguenza, si verifica un ispessimento endometriale e si sviluppano polipi. Pertanto, tali disturbi possono portare non solo alla poliposi, ma anche all'iperplasia ghiandolare endometriale, all'ovaio policistico, ai fibromi uterini, alla mastopatia, specialmente nelle donne con disfunzione ovarica ed estrogenica.

Processi infiammatori degli organi genitali femminili.

Endometrite, oofrite, salpingoofrite, andexite e altre patologie croniche del sistema riproduttivo femminile, così come le infezioni trasmesse sessualmente, possono anche essere la causa dello sviluppo di polipi nell'utero.

Lesioni meccaniche.

L'uso prolungato del dispositivo intrauterino, il curettage diagnostico, aborti frequenti, interventi chirurgici infruttuosi, manipolazioni ginecologiche comportano anche un aumento del rischio di sviluppare tumori benigni.

Altre malattie sistemiche

La presenza di malattie della tiroide, malattie mentali, disordini immunitari, ipertensione, obesità e diabete mellito aumenta il rischio di sviluppare polipi.

Segni e sintomi

Indipendentemente dalla struttura e dal tipo di polipo, i sintomi non differiscono. Inizialmente, la neoplasia non si manifesta in alcun modo a causa delle sue piccole dimensioni, dopo la crescita e la durata del polipo rimangono nell'utero, i seguenti sintomi possono svilupparsi:

Periodi dolorosi, oltre a periodi abbondanti con precedenti secrezioni brune.

Scarico uterino ciclico e aciclico.

Scarica del sangue tra i cicli.

Dolore durante il rapporto sessuale seguito da sanguinamento.

Sanguinamento durante la menopausa.

Lo sviluppo di anemia, accompagnato da debolezza, pallore, vertigini, a causa di frequenti sanguinamento uterino.

Con un grande polipo, i sintomi comuni possono essere accompagnati da dolore crampi, perdite di muco, dolore nel basso ventre.

I sintomi di polipi nell'utero sono simili ai segni di endometriosi, fibromi uterini, pertanto, con periodi pesanti, disturbi mestruali, disagio, si dovrebbe sottoporsi a un esame completo da parte di un ginecologo.

Diagnosi di polipi

Prima della nomina delle misure diagnostiche il ginecologo raccoglie una storia del paziente, ginecologica e riproduttiva. Dopo questo, viene eseguito un esame vaginale, viene eseguita l'istologia dei materiali dopo il curettage diagnostico, l'isteroscopia e la metrografia e viene eseguita un'ecografia.

Un esame ginecologico viene effettuato al fine di rilevare i polipi cervicali, l'esame dell'utero non può essere eseguito con questa procedura. Tuttavia, se viene stabilita la presenza di un polipo della cervice, è più probabile che i tumori siano presenti nella cavità uterina.

L'ecografia viene effettuata in modo mirato con particolare attenzione all'espansione dell'utero. In presenza di polipi visibili crescite chiare della membrana mucosa di una struttura omogenea, l'endometrio si ispessisce.

L'isteroscopia è lo studio più informativo, poiché l'esame della cavità uterina viene eseguito utilizzando un dispositivo speciale dotato di una videocamera. Questo dispositivo è inserito attraverso il canale cervicale. Questa procedura consente di determinare la dimensione, il numero e la posizione dei polipi. Tali polipi possono avere un colore diverso, dal viola scuro al giallastro, e avere una forma diversa. La procedura prevede anche la rimozione di singoli polipi o la raccolta di materiale per studi morfologici al fine di effettuare una diagnosi accurata.

Inoltre, per la possibilità di esame istologico, viene eseguito il curettaggio diagnostico.

La metrografia è un esame radiografico dell'utero utilizzando un agente di contrasto. Nel corso di tale studio, è possibile determinare i contorni irregolari dell'utero, che corrispondono ai polipi.

Metodi e metodi per rimuovere un polipo nella cavità uterina

L'isteroscopia è il metodo moderno più efficace per la rimozione dei polipi endometriali, che implica il successivo curettage della cavità e della cervice (curettage e polipectomia). Il materiale ottenuto durante l'operazione può essere esaminato istologicamente. Inoltre, il curettage diagnostico può essere eseguito separatamente dalla rimozione laser dei polipi.

La tattica della diagnosi e della terapia dipende dalla presenza di malattie metaboliche ed endocrine nel paziente, dalle cause dello sviluppo del polipo, dalla natura dell'endometrio, dall'età del paziente, dalla struttura e dalle dimensioni del polipo.

I polipi fibrosi devono essere rimossi dal paziente.

La presenza di un polipo fibroso ghiandolare in una donna è conferma al cento per cento di un fallimento ormonale, pertanto, la terapia ormonale è raccomandata dopo l'operazione.

Con i polipi adenomatosi nel periodo prima della menopausa, in una donna o in menopausa, viene mostrata un'amputazione sopra-vaginale con una revisione completa delle ovaie e in alcuni casi con la rimozione di appendici o l'estirpazione (rimozione) dell'utero.

Rimozione polipare - Isteroscopia uterina

Se è necessario rimuovere un polipo nell'utero, il paziente deve contattare una clinica moderna specializzata che utilizza il metodo di isteroscopia dell'utero e ha anche uno staff altamente qualificato di chirurghi che effettuano la rimozione dei polipi.

Questo metodo è anche una versione moderna dell'esame della cavità uterina. Il processo di rimozione in sé non può seriamente influire sulla salute del paziente, è una procedura delicata che viene eseguita sotto il controllo visivo di un chirurgo. Per ottenere la migliore visualizzazione possibile del polipo e della cavità uterina, da cui dipende il successo dell'operazione, è meglio eseguire l'isteroscopia dopo le mestruazioni, ma non oltre il decimo giorno del ciclo mestruale. Al fine di evitare la nausea dopo l'intervento chirurgico, non si dovrebbe né mangiare né bere 6 ore prima dell'inizio dell'operazione.

L'isteroscopia uterina viene eseguita in anestesia generale, in alcuni casi in anestesia locale. L'operazione inizia con il processo di introduzione nella cervice di un tubo flessibile sottile che ha una videocamera alla fine - un isteroscopio, che trasmette i dati al monitor di un chirurgo. Dopo questo, lo studio dell'utero inizia a determinare la posizione del polipo, il numero di neoplasie e le loro dimensioni. Quindi, utilizzando uno strumento speciale situato sull'isteroscopio, il polipo stesso viene rimosso direttamente. Il tessuto rimosso dopo l'operazione viene trasferito al laboratorio per l'esame istologico.

Se un polipo ha una gamba, la sua rimozione viene eseguita mediante "svitamento" e il punto di attacco diretto della formazione è suscettibile di trattamento criogenico o elettrocoagulazione (cauterizzazione). Per evitare la recidiva della malattia, è possibile utilizzare un laser che distrugge il tessuto patologico e impedisce la ricrescita. Il tempo di isteroscopia dura da 10 a 30 minuti, il tempo dipende dallo stato dell'endometrio.

Raschiatura diagnostica

Circa il 30% dei casi di polipi nell'utero ricorrono dopo la rimozione, rispettivamente, una misura importante durante l'intervento chirurgico è di ottenere un trauma minimo e un'attenta cauterizzazione del polipo. Se viene eseguito solo il curettaggio diagnostico, la rimozione del gambo del polipo è impossibile, poiché il medico lavora ciecamente. Pertanto, è preferibile eseguire il curettage dopo l'isteroscopia. Oggi molte istituzioni mediche non dispongono di moderni isteroscopi e di personale qualificato: ciò comporta la pratica di un curettaggio diagnostico separato.

Il curettage diagnostico oggi è considerato una procedura inutile nel trattamento dei polipi nell'utero. Ecco perché è necessario prima eseguire l'isteroscopia (rimuovere il polipo e bruciare il luogo della sua dislocazione), e solo allora eseguire il curettage diagnostico, il cui scopo sarà quello di ottenere per l'analisi dell'endometrio rimanente nell'utero e determinarne le condizioni.

La raschiatura viene spesso eseguita anche come misura urgente per prevenire gravi emorragie che appaiono sullo sfondo dell'iperplasia o dei polipi dell'endometrio. In questi casi, lo scopo del curettage è di ottenere l'emostasi e non di rimuovere il polipo.

Questo metodo di curettage comporta la dilatazione primaria della cervice con strumenti speciali, e quindi in anestesia generale con una curette in metallo (loop), i campioni di tessuto vengono raschiati dalle pareti dell'utero per condurre la loro ricerca.

Rimozione laser del polipo nell'utero

Oggi è possibile utilizzare tale servizio solo nella capitale del nostro paese, ma nel prossimo futuro si prevede che tale operazione compaia in ogni città. Il metodo consiste nella rimozione mirata dei polipi della cavità uterina utilizzando un laser e si distingue per l'assenza di cicatrici e per il generale basso impatto, mentre viene preservata la funzione riproduttiva del corpo della donna, che è molto importante per i pazienti che vogliono avere bambini in futuro. La probabilità di gravidanza dopo la chirurgia laser ha una grande percentuale. In generale, il processo di esame e rimozione diretta di un polipo con un laser in centri moderni utilizzando la tecnologia più recente richiede circa 3 ore, mentre la cavità uterina non è danneggiata, la capacità di lavoro rimane e non è necessario essere in ospedale.

Se è necessaria una diagnosi più approfondita, viene utilizzato il metodo dell'isteroscopia da ufficio o mini-isteroscopia, che viene eseguita senza anestesia e traumi al collo. La valutazione delle condizioni del paziente e la scelta del metodo di trattamento vengono eseguite insieme al medico curante. Questa apparecchiatura consente di determinare altre patologie dell'utero: sinechia intrauterina, iperplasia endometriale, mioma uterino.

Il metodo laser è il più delicato ed efficace, poiché il medico può controllare la profondità della penetrazione del laser negli strati, riducendo la perdita di sangue, il periodo di recupero, prevenendo le lesioni. Allo stesso tempo, la sigillatura simultanea dei vasi sanguigni aiuta a prevenire la formazione di cicatrici e riduce il periodo di recupero a 6-8 mesi, il che è molto favorevole per pianificare una futura gravidanza.

Selezione dopo la rimozione del polipo

Effetti normali dopo la rimozione del polipo nell'utero:

Scarico minore dopo la procedura per 14-20 giorni.

Dopo un'isteroscopia, possono verificarsi lievi dolori di natura spasmodica durante la contrazione uterina, come durante le mestruazioni.

Una settimana dopo la rimozione dei polipi nell'utero, il paziente deve sottoporsi a un esame ginecologico standard, che sarà seguito da una terapia di riabilitazione, a seconda della causa della neoplasia, dell'età della donna e della natura del polipo rimosso.

Trattamento dopo rimozione di un polipo uterino

Il rischio di complicanze durante l'intervento attraverso l'isteroscopia è minimo, una procedura del genere è abbastanza sicura. Tuttavia, la vera causa della comparsa di neoplasie deve essere determinata al fine di condurre un successivo trattamento profilattico.

Durante i primi tre giorni, si consiglia di assumere 3 p / die No-shpu per rilassare i muscoli uterini, per escludere l'emtometro - l'accumulo di sangue nell'utero a causa di uno spasmo al collo.

Viene anche prescritta una terapia post-infiammatoria antinfiammatoria, poiché nella maggior parte dei casi i polipi sono di natura infiammatoria.

I risultati dell'esame istologico sono solitamente pronti in 10 giorni. I loro dati devono essere mantenuti dopo la discussione con il medico.

In presenza di polipi fibrosi e ghiandolari ghiandolari comparsi dopo interruzione ormonale, il medico può prescrivere gestageni (agenti ormonali) - Utrogestan, Norkulut, Dufason. Anche i farmaci contraccettivi ormonali per somministrazione orale - Dimia, Regulon, Jess, Janine, Yarin.

Inoltre, il paziente può ricorrere all'aiuto di un fitoterapeuta o di un omeopata per l'eventuale nomina di una terapia profilattica alternativa utilizzando metodi non tradizionali. Il trattamento dei rimedi popolari dopo la rimozione dei polipi uterini ha un obiettivo profilattico per mantenere i livelli ormonali e l'immunità generali. Puoi applicare boro utero, celidonia e anche rimedi omeopatici secondo la prescrizione del medico.

Complicazioni e conseguenze dell'operazione

Dovresti andare immediatamente in ospedale se compaiono i seguenti sintomi dopo l'isteroscopia o il curettage:

dolore o dolore severo e acuto per più di 2 giorni;

febbre;

colore scuro e odore;

Possibili complicazioni dopo la raschiatura:

È un fenomeno abbastanza raro, il cui sviluppo è possibile durante un'operazione sullo sfondo di un processo infiammatorio, un'infezione sottotracciata e anche se le regole di settico e antisettico vengono violate durante l'operazione. In questi casi viene eseguita una terapia antibiotica.

Puntura dell'utero, che può verificarsi con scarsa espansione o pareti mobili dell'utero. Le perforazioni di grandi dimensioni vengono suturate, quelle piccole crescono in modo indipendente.

L'insorgenza di un forte dolore sullo sfondo della cessazione della scarica sanguinolenta postoperatoria può essere una manifestazione di spasmo cervicale che porta alla formazione di un ematometro. In tali casi, sono possibili dolore e infezione, che vengono eliminati con l'uso di antispastici e terapia antinfiammatoria.

Cosa non fare dopo l'intervento chirurgico

Considerando il fatto che dopo aver rimosso i polipi nell'utero, la scarica ematica viene osservata per 2-3 settimane, una donna non può:

Fare sesso e doccia per un mese dopo l'intervento.

Osservare attentamente l'igiene intima.

Fare sport e sollevare pesi per un mese.

Prendi l'aspirina, l'acido acetilsalicilico, il cui effetto aumenta il sanguinamento.

Fai una sauna, un bagno, un bagno caldo, è meglio usare solo la doccia, perché il surriscaldamento del corpo porta ad un aumento del sanguinamento.

Trattamento dei rimedi popolari polipi dell'utero

Il trattamento dei rimedi popolari per un polipo nell'utero non ha un'alta efficienza e non dà un effetto tangibile. Qualsiasi donna, soprattutto oltre i 40 anni, dovrebbe capire che è pericoloso curare la malattia senza esame istologico e senza intervento chirurgico in modo indipendente con l'aiuto di erbe e omeopatia.

In caso di rilevamento di una neoplasia, è imperativo stabilire se vi siano mutazioni cellulari, poiché il corpo si trova in una condizione precancerosa con un polipo adenomatoso e il trattamento con i rimedi popolari non solo può fallire, ma può anche portare alla morte del paziente a causa dell'aggravamento del processo. Oggi vi è una situazione di accresciute tensioni oncologiche, quindi qualsiasi neoplasma può trasformarsi in oncologia, anche se il paziente è piuttosto giovane. Di conseguenza, sperando in rimedi popolari e ritardando il tempo relativo alla rimozione di un'istruzione o di un organo, una donna crea così un enorme rischio per la sua vita.

È noto da tempo che qualsiasi oncologia è meglio curabile allo zero o al primo stadio. Pertanto, è impossibile ritardare l'operazione e, dopo la rimozione della patologia, il medico può consigliarvi di contattare un fitoterapeuta o usare rimedi popolari per mantenere l'equilibrio ormonale e l'immunità generale. Tra i mezzi con questo effetto, l'utero celidonia e boro più frequentemente usato.

Tuttavia, va ricordato che tutti i rimedi a base di erbe hanno molte controindicazioni, così come i prodotti farmaceutici, inoltre, l'uso di erbe medicinali può portare a manifestazioni allergiche (con pollinosi). Pertanto, l'uso di tali farmaci è consentito solo dopo aver analizzato la presenza di una risposta immunitaria di risposta e dopo aver consultato un fitoterapeuta.

Baffi d'oro.

Versare 500 ml di vodka 50 giunchi baffi dorati e insistere per 10 giorni. Prendi l'infusione 2 volte al giorno 30 minuti prima di un pasto, diluisci le 20 gocce desiderate con 1/3 dell'acqua. Dopo un mese di terapia con l'aiuto dell'infusione, è necessario fare una pausa di 10 giorni. 5 portate consentite.

Trattamento celidonia

Un rimedio molto noto usato in molte malattie della pelle, ma uno dovrebbe essere consapevole delle proprietà velenose di questa erba e usarlo solo con grande cura. Il trattamento dei polipi celidonia è possibile con l'aiuto del douching, ma la maggior parte dei ginecologi non accetta con favore la lisciviazione della mucosa vaginale e considera questa procedura non solo inefficace, ma anche indesiderabile. Pertanto, per determinare la necessità di eseguire l'irrigazione di una celidonia, è necessario consultare il proprio medico. Per preparare l'infusione per la siringatura, è necessario ripiegare l'erba della celidonia in un barattolo da un litro e versare acqua bollente su di essa, quando l'infusione si è raffreddata, è possibile eseguire la procedura. L'introduzione dell'infusione deve essere effettuata una volta al giorno, preferibilmente la sera, per 2 settimane, seguita da una pausa di 2 settimane.

Vitex è sacro.

È anche chiamato l'Abram tree o monk pepper. 50 g di frutta secca vengono versati con alcol al 70% e infusi per 2 settimane, agitando regolarmente. Successivamente, iniziano a ricevere il rimedio, ovvero 30 gocce di infuso per ¼ di tazza d'acqua 3 volte al giorno un'ora prima dei pasti. Il farmaco viene utilizzato solo nella seconda fase del ciclo mestruale, che porta a una migliore produzione di progesterone. La terapia viene effettuata entro 3-4 mesi.

Rosa canina, ortica, mirtillo rosso.

Rosa canina e ortica 6 cucchiai ciascuno, e i 4 cucchiaini di cowberry vengono accuratamente schiacciati prima, quindi versati con un bicchiere di acqua bollente e lasciati riposare per 3 ore. Utilizzare questa infusione 3 volte al giorno per 0,5 tazze.