Punti dopo l'intervento: complicazioni

Spesso c'è un problema quando la sutura dopo l'operazione si bagna, quello che molti non sanno. Se il processo infiammatorio è iniziato e tali sintomi sono apparsi, è necessario agire immediatamente, poiché tali infezioni rallentano o interrompono completamente la guarigione e talvolta causano gravi complicazioni.

Inoltre, questo problema non è solo un inconveniente fisico, ma peggiora anche lo stato mentale. Le misure per la cura delle cuciture includono non solo il loro trattamento con disinfettanti, ma anche la dieta e la corretta attività fisica. Il compito principale è accelerare la guarigione e prevenire l'infezione. Per cominciare, vediamo perché c'è suppurazione della linea di giunzione.

Cause di infiammazione della sutura

L'infiammazione dei punti dopo l'intervento può iniziare per diversi motivi:

  1. Penetrazione nelle ferite di infezione durante o dopo l'intervento chirurgico.
  2. Lesioni al tessuto adiposo sottocutaneo e agli ematomi e necrosi risultanti.
  3. Scarso drenaggio.
  4. La scarsa qualità dei materiali utilizzati nelle cuciture.
  5. Immunità ridotta e indebolimento dovuto all'intervento chirurgico.

Oltre ai motivi elencati, l'infiammazione delle suture può verificarsi a causa di un lavoro non qualificato di chirurghi o di azioni scorrette del paziente stesso.

Gli agenti causali sono di solito Pseudomonas aeruginosa e Staphylococcus aureus. L'infezione è diretta e indiretta. Nel primo caso, i microrganismi vanno d'accordo con strumenti e materiali che non sono stati sufficientemente elaborati. Nel secondo caso, l'infezione si verifica da un'altra fonte di infezione, che trasporta sangue, ad esempio, da un dente malato.

Sintomi di infiammazione della sutura

Puoi vedere che la cucitura è infiammata, puoi già il terzo giorno dopo la sua imposizione. Se i punti dopo l'intervento si bagnano, cosa si può fare, solo il medico può dirlo. Sono annotati i seguenti:

  • arrossamento della pelle;
  • gonfiore del tessuto attorno alla cucitura;
  • aumento della temperatura;
  • ascessi;
  • dolore nell'area di imposizione;
  • sanguinamento.
  • reazione generale:
  • febbre;
  • brividi;
  • l'emicrania;
  • battito cardiaco elevato;
  • aumento della pressione sanguigna.

Se questi sintomi cominciano a comparire, allora puoi fare una diagnosi: infiammazione dei punti. Al fine di rimuovere la suppurazione, è necessario prendere misure per trattare la complicazione che è sorta.

Meccanismo di sutura

  1. Si forma il tessuto connettivo con fibroblasti. Queste sono cellule che accelerano il recupero ed eliminano i difetti del tessuto.
  2. La formazione dell'epitelio sulla ferita, che impedisce la penetrazione di microrganismi patogeni.
  3. Tessuto di tensione: la ferita viene ridotta e chiusa.

Molti fattori influenzano il processo di guarigione:

  1. Età. In giovane età, il recupero è più veloce e molto più facile e la probabilità di complicanze è inferiore. Ciò è dovuto all'immunità del corpo e alle sue risorse.
  2. Fattore di peso La ferita guarirà molto più lentamente nelle persone grasse o magre.
  3. Potenza. Il recupero dipenderà dalla quantità di sostanze ingerite con il cibo. Dopo le operazioni, una persona ha bisogno di proteine ​​come materiale da costruzione, vitamine e oligoelementi.
  4. Bilancio idrico La disidratazione influisce negativamente sul lavoro dei reni e del cuore, rallentando la guarigione.
  5. L'immunità debole può portare a complicazioni: suppurazione, varie secrezioni, irritazione della pelle e arrossamento.
  6. La presenza di malattie croniche. Particolarmente influenzato da malattie endocrine, vasi sanguigni e tumori.
  7. Il lavoro del sistema circolatorio.
  8. Restrizione di ossigeno Sotto la sua influenza nella ferita si verificano processi di recupero più rapidi.
  9. Farmaci anti-infiammatori lento recupero.

Trattamento dell'infiammazione delle suture postoperatorie

Mentre il paziente è in ospedale, l'infermiere si prenderà cura dei punti per i primi cinque giorni. La cura consiste nel cambiare la medicazione, trattare le suture e, se necessario, installare il drenaggio. Dopo la dimissione dall'ospedale, devi prenderti cura di te stesso. Per questo è necessario: perossido di idrogeno, Zelenka, bende sterili, ovatta, batuffoli di cotone e bastoncini. Se le giunture dopo l'operazione si bagnano, cosa fare, considereremo a tappe.

  1. Elaborazione giornaliera A volte è necessario più volte al giorno. Un'attenzione particolare dovrebbe essere prestata all'elaborazione dopo la doccia. Durante il lavaggio, non toccare la cucitura con una salvietta. Dopo la doccia, è necessario asciugare la cucitura con un tampone da una benda. Il perossido di idrogeno può essere versato in un flusso sottile direttamente sulla cicatrice, e quindi applicato alla cucitura Zelenka.
  2. Dopo, fai una medicazione sterile.
  3. Trattamenti fino a quando la cicatrice non è completamente guarita. A volte anche dopo tre settimane, diventa bagnato, sanguina e succhia viene rilasciato. I fili vengono rimossi in circa 1-2 settimane. Dopo questo, è necessario elaborare le cuciture per un po 'di tempo. A volte i medici sono autorizzati a non fasciare la sutura. Se la benda deve essere eseguita, prima di elaborare la vecchia benda deve essere accuratamente rimossa, poiché la cucitura si bagna e la benda si attacca alla ferita.

Chiunque abbia affrontato questo problema si chiede cosa fare se le cuciture si bagnano. Se la cucitura è infiammata, allora c'è un arrossamento del luogo di imposizione, irritazione. Ciò è dovuto alla guarigione attiva.

Ma se ci sono chiari segni di una complicazione, la prima cosa da fare è andare dal medico, che manipolerà per fermare lo sviluppo dell'infezione.

Sceglierà un trattamento adeguato, mirato non solo a fermare la suppurazione, ma anche a migliorare l'immunità per la guarigione rapida della ferita. Se necessario, rimuoverà i punti, pulirà la ferita con una soluzione antisettica e installerà il drenaggio in modo che fuoriescano scarichi purulenti, e quindi la sutura non si bagnerà. Se necessario, il medico prescriverà antibiotici e farmaci immunostimolanti, poiché le complicanze si verificano più spesso nelle persone con un'immunità indebolita. Come metodo aggiuntivo, possono essere applicati unguenti, soluzioni, vitamine, farmaci anti-infiammatori e persino la medicina tradizionale.

Medicina di erbe nella lotta contro le complicanze delle suture postoperatorie

Lo studio dei benefici delle piante medicinali e la preparazione delle tasse coinvolse più N. E Pirogov in un ospedale militare. La medicina moderna ha da tempo confermato scientificamente le azioni medicinali di ricette popolari. La fitoterapia è meglio utilizzata come trattamento ausiliario, che viene effettuato in combinazione con i metodi principali. L'essenza della fitoterapia è la selezione della combinazione ottimale di piante medicinali, la cui azione è volta ad eliminare un sintomo. In base a questo principio, ad esempio, si formano raccolte pettorali, tè ai reni, cariche antinfiammatorie e così via. Il trattamento con erbe e raccolte non è ancora una panacea, specialmente in questi processi infiammatori. Di per sé, questa tecnica è inefficace, ma in combinazione con la medicina tradizionale può essere un buon aiuto e accelerare la ripresa. Ad esempio, phytomaz può essere utilizzato se la vecchia sutura è improvvisamente infiammata, cosa che spesso accade anche. Le piante utilizzate come rimedio aggiuntivo per le cuciture cicatrizzanti hanno una serie di proprietà utili:

  • anti-infiammatori;
  • farmaci per il dolore;
  • antimicrobica;
  • rigenerazione accelerata;
  • migliorando la funzione del fegato.

Il metodo di erboristeria in questo caso è quello di prendere le tasse all'interno (infusi, estratti) e per uso locale (unguento).

Gli obiettivi di questo trattamento sono i seguenti:

  • migliorare lo stato dell'ambiente interno del corpo e del sistema escretore, riducendo l'intossicazione;
  • normalizzazione della digestione e prevenzione degli effetti negativi dei farmaci;
  • normalizzazione dell'immunità;
  • trattamento delle suture postoperatorie.

Questa terapia può essere prescritta dal medico curante. Se la cicatrice è peggiorata, allora le caratteristiche della selezione professionale di tali fondi sono nel fatto che le composizioni sono selezionate individualmente, la diagnosi e le caratteristiche personali del paziente sono prese in considerazione, lo specialista determina la durata del corso, la fitoterapia è adatta ad altri metodi di trattamento e riabilitazione e determina un approccio integrato al recupero del paziente.

Puoi usarlo se la vecchia cicatrice festeggia, a volte succede anche questo. Questo accade a causa della ridotta immunità o danni alla cicatrice. Se le vecchie cicatrici vengono graffiate, è possibile creare applicazioni in grado di alleviare questi sintomi.

Prevenzione della suppurazione della sutura

Con misure terapeutiche tempestive nel 95% dei casi, è possibile ottenere una rapida e completa cessazione dell'infezione. È importante drenare tempestivamente la ferita per cambiare l'antibiotico. In caso di corso sfavorevole, le conseguenze possono essere molto gravi. C'è la probabilità di sviluppare cancrena o sepsi.

Inoltre, la prevenzione della suppurazione post-operatoria della sutura dovrebbe prevedere la conformità con un numero di regole asettiche e antisettiche. Consistono nel preparare il paziente prima dell'operazione e prendersi cura di lui dopo di esso. La preparazione all'intervento comporta l'identificazione delle infezioni nel corpo e la loro eliminazione. Cioè, per curare tutte le malattie esistenti, riorganizzare la cavità orale. Dopo l'operazione, è necessario monitorare strettamente l'osservanza dell'igiene, condurre correttamente un trattamento antisettico e adottare misure per eliminarlo ai primi sintomi di infiammazione.

Affinché i punti possano guarire più velocemente, seguire tutte le regole, non sollevare pesi per evitare divergenza della cucitura, non rimuovere la crosta che si forma, mangiare completamente e aumentare il livello di immunità. Solo così sarà possibile ridurre significativamente il rischio di complicanze. Ecco perché è così importante seguire tutte le raccomandazioni.

Come si formano le cicatrici dopo l'intervento: 4 fasi principali

Indipendentemente da quanto sia accurato ed esperto il chirurgo, qualunque sia il materiale di sutura moderno che usa, una cicatrice rimane inevitabilmente sul sito di qualsiasi incisione chirurgica - una speciale struttura di tessuto connettivo (fibroso). Il processo della sua formazione è diviso in 4 fasi successive che si sostituiscono a vicenda, e cambiamenti interni significativi dopo la fusione dei bordi della ferita continuano per almeno un altro anno, e talvolta molto più lungo - fino a 5 anni.

Cosa succede in questo momento nel nostro corpo? Come accelerare la guarigione e cosa deve essere fatto in ciascuna delle fasi in modo che la cicatrice rimanga il più sottile e invisibile possibile? TecRussia.ru racconta in tutti i dettagli e fornisce consigli utili:

Fase 1: epitelizzazione della ferita della pelle

Inizia immediatamente, non appena il danno viene ricevuto (nel nostro caso, un'incisione operativa) e dura 7-10 giorni.

  • Immediatamente dopo la lesione, si verificano infiammazione e gonfiore. I macrofagi, "divoratori", escono dai vasi adiacenti nel tessuto e assorbono le cellule danneggiate e puliscono i bordi della ferita. Si forma un trombo - in futuro diventerà la base per le cicatrici.
  • Per 2-3 giorni, i fibroblasti vengono attivati ​​e iniziano a moltiplicarsi - cellule speciali che "crescono" nuove fibre di collagene ed elastina, oltre a sintetizzare la matrice intercellulare - una sorta di gel che riempie le cavità intracutanee.
  • In parallelo, le cellule dei vasi iniziano a dividersi, formando numerosi nuovi capillari nella zona danneggiata. Nel nostro sangue ci sono sempre proteine ​​protettive - anticorpi, la cui principale funzione è la lotta contro agenti estranei, così la rete vascolare sviluppata diventa un'ulteriore barriera alla possibile infezione.
  • Come risultato di questi cambiamenti, il tessuto di granulazione si accumula sulla superficie lesa. Non è troppo forte e non collega saldamente i bordi della ferita. Con qualsiasi, anche un piccolo sforzo, possono disperdersi - anche se l'incisione è già ricoperta da epitelio.

In questa fase, il lavoro del chirurgo è molto importante - quanto uniformemente gli innesti cutanei sono abbinati quando viene applicata la sutura, sia che contengano eccessiva tensione o "rimboccarsi". Inoltre, un'emostasi attenta (per arrestare il sanguinamento) è importante per la formazione della cicatrice corretta e, se necessario, per il drenaggio (rimozione del liquido in eccesso).

  • Eccessivo gonfiore, ematoma, aderenza all'infezione, interferiscono con la normale cicatrizzazione e aumentano il rischio di formazione di cicatrici grossolane. Un'altra minaccia durante questo periodo è una reazione individuale al materiale della sutura, di solito si manifesta sotto forma di edema locale.
  • Tutto il trattamento necessario per una ferita polare in questa fase viene eseguito dal medico o dall'infermiere sotto il suo controllo. Non puoi fare nulla da te, e non ha senso interferire nel naturale processo di guarigione. Il massimo che uno specialista può raccomandare dopo aver rimosso le suture è quello di fissare i bordi con un adesivo siliconico.

Fase 2: cicatrice "giovane" o fibrillogenesi attiva

Si verifica nel periodo di 10-30 giorni dopo l'intervento chirurgico:

  • Il tessuto di granulazione matura. In questo momento, i fibroblasti sintetizzano attivamente il collagene e l'elastina, il numero di fibre sta crescendo rapidamente - da qui il nome di questa fase (la parola latina "fibrilla" significa "fibra") - sono disposti casualmente, per cui la cicatrice sembra piuttosto voluminosa.
  • Ma i capillari diventano più piccoli: man mano che la ferita guarisce, non c'è più bisogno di un'ulteriore barriera protettiva. Ma, nonostante il fatto che il numero di navi nel suo complesso diminuisca, ce ne sono ancora relativamente molte, quindi la cicatrice emergente sarà sempre di un rosa acceso. È facilmente estensibile e può essere ferito in caso di carichi eccessivi.

Il principale pericolo in questa fase è che i punti già fusi possono ancora rompersi se il paziente è eccessivamente attivo. Pertanto, è importante seguire scrupolosamente tutte le raccomandazioni postoperatorie, comprese quelle relative allo stile di vita, all'attività fisica, ai farmaci, molte delle quali mirano solo a garantire le condizioni per cicatrici normali e non complicate.

  • Come prescritto dal medico, è possibile iniziare a utilizzare creme o unguenti esterni per trattare la sutura formante. Di regola, questi sono agenti di guarigione accelerati: Solcoseryl, Actovegin, Bepanten e simili.
  • Inoltre, le procedure di hardware e fisioterapia volte a ridurre il gonfiore e prevenire l'ipertrofia del tessuto fibroso danno un buon risultato: Darsonval, elettroforesi, fonoforesi, magnetoterapia, drenaggio linfatico, microcorrenti, ecc.

Fase 3: la formazione di una forte cicatrice - "maturazione"

Durante questo periodo - 30 - 90 giorni dopo l'intervento chirurgico - l'aspetto della cicatrice torna gradualmente alla normalità:

  • Se in fasi precedenti le fibre di collagene ed elastina sono state disposte in modo casuale, durante la terza fase iniziano a ricostruire, essendo orientate nella direzione del massimo allungamento dei bordi dell'incisione. I fibroblasti diventano più piccoli, il numero di vasi diminuisce. La cicatrice è compattata, ridotta di dimensioni, raggiunge il massimo della sua forza e diventa pallida.
  • Se in questo momento le fibre fresche del tessuto connettivo sono sottoposte a pressione eccessiva, stress o altri effetti meccanici, il processo di ristrutturazione del collagene e di rimozione dell'eccesso si rompe. Di conseguenza, la cicatrice può diventare ruvida, ipertrofica o persino acquisire la capacità di crescita permanente, diventando cheloide. In alcuni casi, ciò è possibile anche senza l'influenza di fattori esterni - a causa delle caratteristiche individuali dell'organismo.

A questo punto, non è più necessario stimolare la guarigione, è sufficiente che il paziente eviti carichi eccessivi sull'area operata.

  • Se la tendenza all'eccessiva fibrosi diventa evidente, il medico prescrive iniezioni che riducono l'attività di cicatrizzazione - di regola, farmaci a base di corticosteroidi (idrocortisone o simili). Buoni risultati sono ottenuti mediante elettroforesi con Lidasa o collagenasi. In casi meno complessi, oltre che a scopo preventivo, vengono utilizzati agenti esterni non steroidei: Kontraktubeks, Dermatiks, ecc.
  • È importante capire che tale terapia deve essere effettuata esclusivamente sotto la supervisione di un dermatologo o di un chirurgo. Se ti assumi da solo pomate ormonali o iniezioni, solo perché l'aspetto della cucitura non soddisfa le aspettative o diversamente dalla foto da Internet, puoi interrompere in modo significativo il processo di riparazione dei tessuti, fino alla loro parziale atrofia.

Fase 4: la ristrutturazione finale e la formazione di una cicatrice matura

Inizia 3 mesi dopo l'intervento chirurgico e dura almeno 1 anno:

  • I vasi che hanno penetrato il tessuto cicatriziale in fase di maturazione nelle fasi precedenti scompaiono quasi completamente e le fibre di collagene ed elastina acquisiscono gradualmente la loro struttura finale, allineandosi nella direzione delle forze principali che agiscono sulla ferita.
  • Solo in questa fase (almeno 6-12 mesi dopo l'operazione) è possibile valutare lo stato e l'aspetto della cicatrice, nonché pianificare alcune misure correttive, se necessario.

Qui, il paziente non richiede più precauzioni così gravi come i precedenti. Inoltre, è possibile condurre un'ampia gamma di procedure correttive aggiuntive:

  • I filamenti chirurgici vengono solitamente rimossi molto prima che la superficie della cicatrice sia finalmente formata, altrimenti il ​​processo di cicatrizzazione può essere disturbato a causa dell'eccessiva spremitura della pelle. Pertanto, immediatamente dopo la rimozione delle suture, i bordi della ferita vengono solitamente riparati con appositi cerotti. Quanto a lungo indossarli - il chirurgo decide, ma il più delle volte il periodo di fissazione coincide con il periodo "medio" di formazione di cicatrici. Con un tale ritiro, la traccia dall'incisione operatoria sarà la più sottile e impercettibile.
  • Un altro, meno noto, metodo che viene utilizzato principalmente sul viso sono le iniezioni di tossina botulinica. "Spegnere" i muscoli facciali adiacenti consente di evitare la tensione della cicatrice formante senza utilizzare un cerotto.
  • Gli svantaggi estetici delle cicatrici mature sono scarsamente suscettibili al trattamento conservativo. Se le iniezioni ormonali e gli unguenti esterni utilizzati in precedenza non fornivano il risultato desiderato, al 4 ° stadio e al suo completamento vengono utilizzate tecniche basate sulla rimozione meccanica delle eccedenze fibrose: dermoabrasione, peeling e persino escissione chirurgica.

Come trattare e trattare in modo indipendente le suture postoperatorie?

Con la stabilizzazione delle condizioni generali e la dimissione dall'ospedale, è possibile elaborare autonomamente le cuciture. Come elaborare autonomamente i punti dopo l'intervento a casa?

La fase principale in cui è necessario seguire attentamente le regole di asepsi e antisepsi - elaborazione.

Usare una benda sterile per trattare adeguatamente la pelle nella direzione della ferita, ad una distanza di almeno 2,5 cm e solo allora applicare una benda da una benda sterile.

Un cerotto può essere utilizzato per il fissaggio, eviterà lo scivolamento e terrà saldamente la benda. Le cuciture domestiche devono essere disinfettate ogni giorno, allo stesso tempo.

Cos'è il sieroma?

Se la cucitura fa male e appare un nodulo, questi sono i primi sintomi di sieroma.

Si sviluppa a causa del fatto che durante l'operazione una grande quantità di tessuto viene sezionata e la linfa fluida viene rilasciata attorno ad esso.

Con un'introduzione insufficiente nel corpo di analgesici e farmaci contro l'edema, il liquido ristagna nel canale della ferita e il paziente è doloroso a toccare i tessuti.

E questo suggerisce che è ora di contattare urgentemente il medico curante o il chirurgo operativo.

Guarigione e rimozione delle suture, in quale giorno?

Fare una previsione accurata e articolare chiaramente il tempo di guarigione delle suture postoperatorie è quasi impossibile. Quanti giorni puoi rimuovere i punti dipende da molti fattori.

In diverse parti del corpo, la rigenerazione dei tessuti molli avviene a velocità diverse.

  1. Con un taglio cesareo, le suture possono essere rimosse per 10 giorni.
  2. Con l'amputazione - il giorno 12.
  3. Durante le operazioni sull'addome e sugli organi addominali - per 7-8 giorni.
  4. Durante le operazioni sugli organi del torace - in 14-16 giorni.
  5. Quando le operazioni sul viso - dopo 7 giorni.

Se il sito di incisione è graffiato, questo indica una normale cicatrizzazione della tensione primaria della ferita.

Normalmente, dopo che i bordi della ferita si rimarginano, è facile rimuovere i fili, ma se si ignorano i tempi della rimozione, inizierà l'infiammazione e il rossore della cicatrice.

Spesso, quando si tenta di rimuovere le cuciture stesse, parte del filo rimane nella ferita. All'esame, è facile vedere il punto in cui il filo sporge e entra nei tessuti molli.

Le conseguenze di tale auto-trattamento - una fistola alla cucitura, attraverso la quale si verifica l'infezione. Gli organismi patogeni entrano liberamente nella cavità del corpo, notevolmente un ispessimento significativo della cicatrice e un odore sgradevole appare dalla ferita.

Cosa fare se la cucitura viene venduta?

I punti dopo l'operazione sono piuttosto rari, sotto molti aspetti questo è favorito da una grave malattia attuale, ma ci sono altri motivi:

  1. Se la ragione per l'operazione è stata malattie purulente - colecistite purulenta, peritonite.
  2. Gestione errata del periodo postoperatorio: uno sforzo fisico precoce, un trauma alla sutura postoperatoria.
  3. Troppo cucito.
  4. Basso tono muscolare, sovrappeso, gonfiore.

Se gli organi interni, tessuto adiposo sottocutaneo può essere visto al posto della cucitura divergente, è indicato il ricovero immediato.

Se i bordi della ferita sono parzialmente separati e quando viene premuto, il liquido sieroso o il pus ne escono, quindi è possibile contattare un chirurgo che ha eseguito l'operazione.

Ulteriori tattiche di trattamento si baseranno sui dati dei risultati degli esami del sangue, sulla semina batteriologica del contenuto della ferita e sulla diagnosi mediante ecografia o TC forniranno informazioni sullo stato degli organi interni.

Rimedi casalinghi

Nel periodo postoperatorio, quando le condizioni del paziente sono completamente stabilizzate e non ci sono complicazioni, ulteriori cure e cure vengono eseguite a casa.

Se l'area cablata dopo l'operazione si bagna, è meglio eseguire il trattamento due volte al giorno, osservando le condizioni della cicatrice.

Se la suppurazione è sotto la sutura, sotto la supervisione del chirurgo, viene mostrato un blocco della ferita con una soluzione di novocaina allo 0,25-0,5% con antibiotici e vengono prescritti farmaci che assorbono il pus.

Se uno qualsiasi dei componenti dell'unguento è risultato allergico, il trattamento viene effettuato con detergenti per pelli sensibili.

I rimedi popolari che promuovono la guarigione e la levigatura delle cicatrici possono essere applicati dopo l'approvazione del medico.

Un semplice unguento per guarire le cicatrici più veloci: 5 gr. crema con calendula, 1 goccia di olio d'arancia e rosmarino.

L'unguento risolve delicatamente la cicatrice e gli oli nella composizione sono responsabili della graduale chiarificazione della cicatrice. Sei mesi dopo, il luogo in cui si formava la vecchia cicatrice era quasi uguale al colore della pelle.

Drenaggio di sutura

Drenaggio posto nella ferita postoperatoria per accelerare la guarigione rimuovendo da esso coaguli di sangue, linfa, pus.

Di solito, il drenaggio delle ferite viene mostrato per un periodo non superiore a 3-4 giorni. Questo termine è sufficiente per cancellare la ferita e guarire se stessa con una tensione secondaria.

Complicanze postoperatorie

Complicanze locali Complicazioni nell'area della ferita operativa comprendono sanguinamento, ematoma, infiltrazione, suppurazione delle ferite, divergenza dei bordi con perdita di visceri (eventration), fistola della legatura, sieroma.

Il sanguinamento può verificarsi a causa dell'emostasi eseguita in modo insufficiente durante l'intervento chirurgico, dello scivolamento della legatura dalla nave e dei disturbi emorragici.

Il sanguinamento viene interrotto da noti metodi di emostasi finale (freddo sulla ferita, tamponamento, legatura, farmaci emostatici), intervento chirurgico ripetuto effettuato a questo scopo.

L'ematoma si forma nei tessuti del sangue proveniente dalla nave sanguinante. Viene assorbito dal calore (comprimere, irradiazione ultravioletta (UV)), viene rimosso mediante puntura o intervento chirurgico.

L'infiltrazione è l'impregnazione dell'essudato tissutale a una distanza di 5-10 cm dai bordi della ferita. Le ragioni sono l'infezione della ferita, il trauma del grasso sottocutaneo con la formazione di aree di necrosi ed ematomi, il drenaggio inadeguato della ferita nei pazienti obesi, l'uso di materiale ad alta reattività tissutale per la sutura sul grasso sottocutaneo. Segni clinici di infiltrazione compaiono sul 3-6 ° giorno dopo l'operazione: dolore, gonfiore e arrossamento dei bordi della ferita, dove l'indurimento doloroso non è palpabile senza contorni chiari, deterioramento della condizione generale, febbre, altri sintomi di infiammazione e intossicazione. Il riassorbimento dell'infiltrazione è anche possibile sotto l'azione del calore, quindi viene utilizzata la fisioterapia.

La suppurazione della ferita si sviluppa per le stesse ragioni dell'infiltrazione, ma gli eventi infiammatori sono più pronunciati.

I segni clinici compaiono entro la fine del primo - l'inizio del secondo giorno dopo l'operazione e l'avanzamento nei giorni successivi. Entro pochi giorni, le condizioni del paziente si avvicinano al settico.

Quando si suppura la ferita, è necessario rimuovere le suture, diluire i bordi, rilasciare il pus, disinfettare e drenare la ferita.

Eventration - passo corpi attraverso la ferita chirurgica - può verificarsi per vari motivi: a causa della degradazione rigenerazione tissutale (per hypoproteinemia, anemia, avitaminosi, esaurimento) sufficientemente durevole suturare i tessuti, suppurazione della ferita, aumento repentino e prolungato della pressione intra-addominale (flatulenza, vomito, tosse, ecc.).

Il quadro clinico dipende dal grado di evento. Prolasso si verifica spesso viscere 7 -10 ° giorno prima o durante il forte aumento della pressione intra-addominale, e manifesta deiscenza, organi resa attraverso di esso che possono provocare lo sviluppo di necrosi e infiammazione, ileo, peritonite.

Alla eventration, la ferita deve essere coperta con una medicazione sterile inumidita con una soluzione antisettica. In condizioni operative in anestesia generale, le soluzioni antisettiche sono trattate con un campo chirurgico e con gli organi superati; questi ultimi vengono ripristinati, i bordi della ferita sono stretti con strisce di gesso o con un materiale di sutura forte e sono sostenuti da un bendaggio stretto dell'addome, con una benda stretta. Al paziente viene mostrato un rigoroso riposo a letto per 2 settimane, stimolazione dell'attività intestinale.

La fistola della legatura appare come risultato dell'infezione di materiale di sutura non assorbibile (in particolare seta) o intolleranza individuale da parte del macroorganismo sofferente. Un ascesso si forma attorno al materiale, che viene aperto nell'area della cicatrice postoperatoria.

La manifestazione clinica della fistola della legatura è la presenza di un passaggio fistoloso attraverso il quale viene secreto il pus con pezzi di legatura.

Il trattamento di una fistola legatura comporta la revisione con un morsetto del percorso fistoloso, che consente di trovare il filo e rimuoverlo. In caso di più fistole, così come una singola fistola individuale per un lungo periodo, viene eseguita un'operazione - escissione della cicatrice postoperatoria con un percorso fistoloso. Dopo la rimozione della legatura, la ferita guarisce rapidamente.

Seroma - accumulo di liquido sieroso - nasce dalla intersezione dei capillari linfatici, la linfa che vengono raccolte nella cavità tra il grasso sottocutaneo e aponeurosi, che è particolarmente pronunciato in individui obesi in presenza di grandi cavità tra questi tessuti.

Dal punto di vista clinico, il sieroma si manifesta con lo scarico di un fluido sieroso color paglia proveniente da una ferita.

Il trattamento con sieroma è di solito limitato a una evacuazione singola o doppia di questa secrezione nei primi 2-3 giorni dopo l'intervento. Quindi si interrompe la formazione di sieroma.

Complicazioni comuni Tali complicazioni derivano dall'impatto generale delle lesioni operative sul corpo e manifestano la disfunzione dei sistemi d'organo.

Molto spesso dopo l'intervento c'è dolore nella ferita postoperatoria. Per ridurlo, gli analgesici narcotici o non narcotici con analettici sono prescritti per 2-3 giorni dopo l'intervento chirurgico o una miscela di antispastici con analgesici e agenti desensibilizzanti.

Complicazioni del sistema nervoso. Spesso dopo l'intervento chirurgico, si osserva insonnia, molto meno spesso un disturbo mentale. Quando l'insonnia è prescritto sonniferi. I disturbi mentali si riscontrano in pazienti debilitati, alcolizzati dopo operazioni traumatiche. Con lo sviluppo della psicosi, dovresti stabilire un digiuno individuale, chiamare il medico di turno o uno psichiatra. Per calmare i pazienti eseguire un'anestesia completa, utilizzare neurolettici (aloperidolo, droperidolo).

Complicazioni del sistema respiratorio. Bronchite, polmonite postoperatoria, atelettasia si verificano a causa di ventilazione insufficiente, ipotermia e più spesso si sviluppano nei fumatori. Prima dell'intervento chirurgico e nel periodo postoperatorio, ai pazienti è severamente vietato fumare. Per la prevenzione della polmonite e dell'atelettasia, ai pazienti vengono prescritti esercizi di respirazione, massaggio vibratorio, massaggio al torace, impiastri e cerotti di senape, l'ossigeno terapia viene data a metà seduta nel letto. È necessario escludere la sovraraffreddamento. Antibiotici, rimedi cardiaci, analeptici e ossigenoterapia sono prescritti per il trattamento della polmonite. Con lo sviluppo di insufficienza respiratoria grave imporre la tracheotomia o intubare il paziente con la connessione di un apparato respiratorio.

Complicazioni del sistema cardiovascolare. L'insufficienza cardiovascolare acuta è la più pericolosa - ventricolare sinistro o ventricolare destro. Con un insuccesso del ventricolo sinistro, si sviluppa un edema polmonare caratterizzato da bruciore affannoso, rantoli spumeggianti nei polmoni, aumento del polso, diminuzione della pressione arteriosa e aumento della pressione venosa. Per prevenire queste complicazioni, è necessario preparare accuratamente i pazienti per la chirurgia, misurare la pressione sanguigna, il polso, l'ossigenoterapia. Come prescritto dal medico, gli agenti cardiaci (Korglikon, strophanthin) vengono somministrati, i neurolettici, adeguatamente riempiono la perdita di sangue.

Trombosi acuta ed embolia si sviluppano in pazienti gravi con aumento della coagulazione del sangue, presenza di malattie cardiovascolari, vene varicose. Al fine di prevenire queste complicazioni, bendare le gambe con bende elastiche, impartire una posizione elevata dell'arto. Dopo l'intervento, il paziente dovrebbe iniziare a camminare presto. Appuntamento Il medico utilizzato desagregants (reopoligljukin, Trental), con un aumento della coagulazione del sangue eparina somministrare sotto il controllo del tempo di coagulazione, o basso peso molecolare (fraxiparine, Clexane, Fragmin), parametri della coagulazione esaminate.

Complicazioni del sistema digestivo. A causa di insufficiente igiene orale possono sviluppare stomatite (infiammazione della mucosa orale) e parotite acuta (infiammazione delle ghiandole salivari), quindi per evitare queste complicazioni, facilità igienica orale (risciacquare soluzioni antisettiche e il trattamento di permanganato di potassio per via orale, l'uso della gomma da masticare o spicchi di limone per stimolare la salivazione).

Una complicazione pericolosa è la paresi dello stomaco e dell'intestino, che può manifestarsi come nausea, vomito, flatulenza, non scarica di gas e feci. Iniettato nel tubo del gas del retto, in assenza di controindicazioni usato clistere ipertonico. Per trattare paresi da un medico per stimolare Neostigmine intestinale somministrato per via endovenosa soluzioni ipertoniche di cloruri di sodio e potassio, clistere applicata attraverso la vasca (10% di cloruro di sodio, glicerolo, acqua ossigenata al 20,0 mL) è stata effettuata perirenale o peridurale giperbaroterapiyu blocco.

Complicazioni del sistema genito-urinario: la ritenzione urinaria più frequente e il trabocco della vescica. In questo caso, i pazienti lamentano forti dolori al petto. In questi casi, è necessario isolare il paziente con uno schermo o posizionarlo in una camera separata, provocare riflessivamente la minzione con il suono di un flusso d'acqua che cade e mettere il calore sulla zona del cuore. In assenza di effetti, la cateterizzazione della vescica viene eseguita con un catetere morbido.

Per prevenire la ritenzione urinaria, il paziente deve essere istruito a urinare nel letto mentre si trova a letto prima dell'intervento chirurgico.

Complicazioni della pelle. La lettiera si sviluppa spesso in pazienti esausti e indeboliti, con una lunga posizione forzata del paziente sulla schiena, disturbi trofici dovuti a lesioni del midollo spinale. Per la prevenzione, un accurato servizio igienico per la pelle, una posizione attiva nel letto o la trasformazione del paziente, è necessario un cambio tempestivo di biancheria e biancheria da letto. Le lenzuola dovrebbero essere prive di pieghe e briciole.

Efficace cotone-garze, platorello, materasso antidecubito. In caso di piaghe da decubito, vengono utilizzati antisettici chimici (permanganato di potassio), enzimi proteolitici, agenti di guarigione della ferita, escissione di tessuto necrotico.

Rimozione temporizzata dei punti

La tempistica della rimozione dei punti è determinata da molti fattori: la regione anatomica, il suo trofismo, le caratteristiche rigenerative del corpo, la natura dell'intervento chirurgico, le condizioni del paziente, la sua età, le caratteristiche della malattia, la presenza di complicanze locali della ferita chirurgica.

Durante la guarigione della ferita per intenzione primaria, la formazione di una cicatrice postoperatoria si verifica il 6 ° - 16 ° giorno, che consente di rimuovere i punti durante questi periodi.

Quindi, rimuovi i punti dopo l'intervento:

· In testa - il sesto giorno;

· Associata a una piccola apertura della parete addominale (appendicectomia, riparazione dell'ernia) - il 6-7 ° giorno;

· Richiede un'ampia apertura della parete addominale (laparotomia o celiaca) - il 9-12 ° giorno;

· Sul torace (toracotomia) - il 10-14 ° giorno;

· Dopo l'amputazione, il 10-14 ° giorno;

· Nei pazienti anziani, debilitati e oncologici a causa della ridotta rigenerazione - il 14-16 ° giorno.

Domande di prova

1. Che cosa si chiama chirurgia? Dai un nome ai tipi di interventi chirurgici.

2. Nomina le fasi delle operazioni chirurgiche.

3. Quali sono le operazioni per la rimozione dello stomaco nel cancro dello stomaco, la rimozione di una parte della ghiandola mammaria in caso di crescita benigna, la rimozione del colon sigmoideo alla parete addominale anteriore in caso di danno rettale?

4. Che effetto ha la chirurgia sul paziente?

5. Qual è il periodo preoperatorio? Quali compiti vengono risolti nel periodo preoperatorio?

6. Qual è il significato del periodo preoperatorio per la prevenzione delle complicanze associate alla chirurgia?

7. Qual è la preparazione del paziente per la chirurgia?

8. Quali test possono determinare la violazione della funzione del sistema circolatorio?

9. Quali test possono rilevare la disfunzione del sistema respiratorio?

10. Come determinare lo stato funzionale del fegato?

11. Quali test sono giudicati per compromettere la funzionalità renale?

12. Qual è il periodo postoperatorio? Assegna un nome alle fasi del periodo postoperatorio.

13. Che cosa si chiama il normale e complicato decorso postoperatorio?

14. Quali sono le principali complicanze postoperatorie?

Guarigione delle suture dopo l'intervento chirurgico

I punti rimasti sul corpo dopo ogni operazione sono sempre un oggetto che richiede particolare attenzione non solo dal personale medico, ma anche dal paziente stesso.

È importante seguire scrupolosamente le istruzioni del medico, seguendo tutte le raccomandazioni e non mostrando ipocrisia durante il processo di trattamento, poiché solo in questo caso il recupero sarà completo e avverrà a tempo debito.

Fasi di guarigione suture postoperatorie

La guarigione delle suture postoperatorie avviene in tre fasi principali:

  • La formazione di nuovo tessuto connettivo dalle fibre di collagene, la cui sintesi viene effettuata da fibroblasti attivati ​​da microfagi. Dopo l'attivazione, dopo un infortunio, i fibroblasti iniziano a migrare verso uno specifico sito di danno (nel caso della chirurgia, questi sono tessuti tagliati e cuciti). I fibroblasti si legano attraverso la fibrronectina alle strutture fibrillari, mentre svolgono la sintesi attiva delle fibre di collagene e di altre sostanze appartenenti alla categoria della matrice extracellulare. Le fibre di collagene sono necessarie per eliminare il difetto che è sorto nei tessuti, formando così una forte cicatrice. La forza di tale connessione dipende sempre dalla quantità di fibre di collagene e dall'attività della loro produzione, così i giovani guariscono i punti dopo l'intervento abbastanza rapidamente, e le persone anziane spesso hanno difficoltà ad aumentare significativamente questo periodo di tempo.
  • Il secondo stadio è la formazione di un nuovo epitelio sulla superficie della ferita, che si verifica quando le cellule epiteliali migrano dai bordi della ferita alla sua parte centrale sulla superficie del danno. Il completamento del processo di epitelizzazione del danno tissutale derivante dall'operazione crea una barriera completa alla penetrazione di tutti i tipi di microrganismi dannosi. Di norma, le ferite fresche si distinguono per una resistenza molto bassa a varie infezioni. Il ripristino della resistenza, a condizione che la ferita non abbia complicazioni, si verifica circa 4 o 5 giorni dopo l'operazione. Se l'epitelizzazione della sutura non si verifica durante questi giorni, la sutura può iniziare a divergere anche con un piccolo carico. Se le ferite sono molto grandi, allora si dovrebbe ricordare che l'epitelizzazione dei bordi non sarà in grado di fornire l'aspetto dell'epitelio su tutta la superficie, quindi in questo caso è necessario un innesto cutaneo.
  • Riduzione della superficie delle ferite, così come la loro completa chiusura, dovuta all'accrescimento e al restringimento dei tessuti.

Fattori di cura della sutura

Una serie di fattori influenzano il processo di guarigione dei punti dopo le operazioni, in particolare:

  • L'età del paziente, meno è, più velocemente avviene la guarigione.
  • Il peso del paziente. Se una persona è obesa in qualsiasi grado, allora la sutura di eventuali ferite diventa difficile e il processo di guarigione è notevolmente allungato, poiché c'è una quantità eccessiva di tessuto adiposo sotto la pelle. L'apporto di sangue del tessuto adiposo è molto debole, quindi la guarigione di qualsiasi ferita diventa lunga. Inoltre, il tessuto adiposo è molto suscettibile alle infezioni e spesso causa complicanze.
  • Uomo di nutrizione Dopo le operazioni, il corpo umano ha bisogno di consumare determinati prodotti al fine di fornire tessuti aggiuntivi con materiale plastico ed energetico. La malnutrizione o la malnutrizione spesso portano ad una diminuzione del tasso di guarigione.
  • La disidratazione. La mancanza di fluido nel corpo ha un impatto negativo su quasi tutte le funzioni e i sistemi, compresi i processi metabolici, che complica anche la guarigione dei tessuti.
  • L'afflusso di sangue nella zona della ferita prima dell'intervento chirurgico, così come le condizioni di questo aspetto, sono di grande importanza per il processo di guarigione. Più vasi si trovano nel sito chirurgico, più velocemente le suture si cureranno.
  • l'immunità di Stato. Durante il normale funzionamento del sistema immunitario, la guarigione delle suture postoperatorie è rapida e senza complicazioni. Con l'indebolimento dell'immunità di qualsiasi malattia o infezione, nonché in presenza di immunodeficienza (HIV), il processo di guarigione è molto complicato e può richiedere molto tempo.
  • La velocità di guarigione è anche influenzata da varie procedure mediche, in particolare la chemioterapia, l'irradiazione dei raggi X e l'assunzione di farmaci corticosteroidi per un lungo periodo.
  • La presenza di varie malattie in una forma cronica. Prima di tutto, le complicazioni per la guarigione di ferite e punti dopo le operazioni creano varie interruzioni nel sistema endocrino, in particolare il diabete mellito.
  • Il livello di ossigeno nel tessuto. Dovrebbe essere sufficiente, poiché è una condizione necessaria per la normale guarigione dei tessuti danneggiati. Senza una quantità sufficiente di ossigeno nel corpo, la sintesi del collagene non è possibile.
  • Rallenta il processo di guarigione e l'infezione, compreso il secondario, e la formazione di suppurazione.
  • La guarigione è anche influenzata dalle condizioni in cui vi è una violazione dell'ingresso nel corpo di sostanze importanti e ossigeno, in particolare, ipotensione, ipossiemia, grave insufficienza vascolare, nonché ischemia dei tessuti feriti, che si verifica nei casi in cui i punti sono serrati troppo.
  • L'uso di farmaci anti-infiammatori, in particolare, i farmaci del gruppo steroideo nei primi giorni dopo l'intervento rallenta anche il processo di guarigione, ma nei periodi successivi, circa una settimana dopo la sutura, l'uso di tali agenti non influisce negativamente.

Trattamento della ferita dopo la rimozione della sutura

Come può essere trattata una ferita dopo aver rimosso le suture? Nella maggior parte dei casi, le suture postoperatorie per una migliore guarigione vengono trattate con una soluzione di permanganato di potassio, furatsilina, perossido di idrogeno o antisettici liquidi, ad esempio con soluzione di clorexedina. La pelle attorno alla ferita postoperatoria e la posizione del materiale di sutura nei tessuti di solito viene trattata con soluzioni di Zelenka o iodio, impedendo loro di penetrare in una nuova ferita.

Inoltre, nella medicina moderna, vengono usati vari unguenti per accelerare la guarigione delle ferite dopo l'intervento chirurgico, che hanno un effetto speciale. Ma c'è un punto importante che non può essere ignorato. Se una persona ha una forte immunità e un'infezione non si è infiltrata nella ferita postoperatoria, cioè non ci sono segni di suppurazione o infiammazione, quindi non è necessario usare unguenti.

L'uso di unguenti nel trattamento delle ferite postoperatorie è giustificato solo nei casi in cui vi sia una seria minaccia di complicanze e processi infiammatori e purulenti.

In questo caso, vengono usati pomate specializzate per prevenire la formazione di suppurazione o il suo trattamento, ma solo quando il materiale di sutura viene rimosso. Questi unguenti di solito includono: la composizione di Vishnevsky, Solcoseryl, Levomekol e altre droghe. Va ricordato che la cura della ferita dopo la rimozione delle suture richiede un'attenzione speciale, pertanto, prima di utilizzare qualsiasi mezzo, è necessario consultare il proprio medico.

Rimedi popolari

La medicina tradizionale offre molti metodi diversi di trattamento delle suture postoperatorie, che hanno un'alta efficienza e consentono di accelerare il processo di guarigione delle ferite.

Più spesso a casa per la guarigione dei punti dopo l'intervento chirurgico utilizzando i seguenti strumenti:

  • Frutti di Sophora giapponese in uno stato sminuzzato, mescolato con una base grassa, che può essere usato come grasso animale. Molto spesso, la preparazione di questa composizione curativa utilizza il grasso di oche o tasso. La massa dovrebbe essere mescolata e riscaldata per due ore a bagnomaria, ripetendo questo processo nei tre giorni successivi. Il quarto giorno, la miscela deve essere rapidamente portata ad ebollizione, raffreddare un po 'e, dopo la filtrazione, versare in un contenitore con un coperchio per la conservazione. Uso ottimale di contenitori in ceramica o vetro. L'unguento viene applicato in piccola quantità su una garza sterile e applicato sulla ferita. Cambiare la benda dovrebbe essere quotidiana fino al momento in cui la cucitura non si cicatrizza.
  • È possibile gestire le cuciture e l'olio speciale di olivello spinoso, nonché il mais e la rosa canina. Per preparare lo strumento, devi prendere il prodotto selezionato (rosa canina o olivello spinoso o chicchi di mais fresco), cera d'api naturale e olio vegetale. I componenti vengono mescolati e infusi per circa una settimana. Per una migliore miscelazione, le materie prime possono essere schiacciate. L'applicazione di tale olio può accelerare significativamente il processo di cicatrizzazione dei tessuti danneggiati.

Ti piace questo articolo? Condividilo con i tuoi amici sui social network:

Trattamento delle suture postoperatorie: raccomandazioni di base

L'operazione trasferita lascia cicatrici. Il trattamento delle suture postoperatorie è un periodo importante dopo l'intervento chirurgico. È importante creare condizioni ottimali per la guarigione rapida delle superfici delle ferite. Per fare questo, seguire le raccomandazioni del chirurgo, gestire correttamente la ferita a casa.

Tipi di punti

L'operazione non passa mai senza lasciare traccia. La prima volta, mentre il paziente è in ospedale, lo staff medico è responsabile per il trattamento dei punti. L'elaborazione avviene più volte al giorno.

In caso di complicanze, può essere necessario un trattamento aggiuntivo con antisettici speciali e agenti antinfiammatori e disinfettanti contro i microbi.

Dopo aver rimosso la sutura, la completa guarigione delle ferite può durare da 2 settimane a diversi mesi. Questo periodo di tempo il paziente stesso continua a elaborare la cicatrice.

Se per la sutura vengono utilizzate suture autoassorbibili, non sarà necessaria la rimozione. Il paziente rimane cucito, ma continua a trattare la ferita fino a quando la punta del filo e la crosta non cadono.

Esistono diversi tipi di punti dopo l'intervento:

  1. senza spargimento di sangue. Per l'accrescimento della ferita, non usano un filo speciale, ma uno speciale cerotto medico adesivo.
  2. sanguinosa. Cuciti con filamenti medicali realizzati con materiali sintetici, naturali e sintetici

Le cicatrici possono essere suddivise in diversi tipi:

  1. Normotroficheskie. Si forma dopo un intervento chirurgico superficiale standard. Sulla pelle, un leggero difetto, arrossamento della pelle
  2. Atrofica. Formato a causa della rimozione di verruche o altre crescite patologiche, appare come un cavo. Con le rimozioni profonde puoi ricucire i punti
  3. Ipertrofica. Si manifesta con la patologia della cucitura: infiammazione, trauma, suppurazione
  4. Cheloidi. È formato a causa di un'operazione profonda. Spesso una tale cicatrice appare sopra la pelle ed è chiaramente visibile.

Con il metodo di sutura distinguere le cuciture:

  • il nodale
  • intradermica
  • verticale
  • orizzontale
  • per materie plastiche
  • per organi interni e tessuti

Per la sutura è possibile utilizzare un ago convenzionale e strumenti meccanici. La velocità di ulteriore riabilitazione, guarigione e persino il metodo di trattamento dipende dal tipo di sutura. Qualsiasi tipo di cicatrice richiede un trattamento disinfettante obbligatorio.

Importante: la guarigione dipende dalla complessità dell'operazione. È necessario prendere in considerazione le caratteristiche fisiologiche individuali del paziente. Ad esempio, la capacità della pelle di essere fornita con la giusta quantità di sangue.

Se prendi cura della ferita in modo appropriato e regolare, puoi rapidamente aiutare la ferita a guarire. Inoltre, con la dovuta cura, la cicatrice e i punti non causavano disagio durante il processo di guarigione.

Metodi di elaborazione

Metodi di trattamento della cicatrice

La chiave per una corretta guarigione della sutura è una terapia tempestiva, regolare e corretta. Il tempo e l'efficacia del risultato sono influenzati da:

  • sterilità
  • prodotti per il trattamento

Prima di iniziare il trattamento con sutura, è necessario comprendere che quando un'infezione viene introdotta in una ferita aperta, non sarà facile curare il processo. Pertanto, il trattamento della cicatrice inizia solo dopo la disinfezione delle mani, degli strumenti e di tutti gli accessori.

Il trattamento delle cuciture inizia con l'uso di preparati antisettici:

  • iodio. Non consigliato per l'uso frequente e in grandi quantità. La ferita è leggermente impregnata di cotone idrofilo leggermente inumidito con iodio.
  • permanganato di potassio. È applicato rigorosamente secondo le istruzioni con l'osservanza del dosaggio.
  • verde brillante
  • alcool medico
  • perossido di idrogeno
  • speciali farmaci anti-infiammatori

Oltre ai preparati farmaceutici, puoi usare i rimedi casalinghi:

  • olio dell'albero del tè
  • cera d'api 100 g, olio di semi di girasole 400 g mescolare e cuocere su oge per 15 minuti. Raffreddare le cuciture
  • estratto di calendula mescolato con gelatina di petrolio o panna, aggiungere un po 'di arancia o rosmarino.

La scelta del farmaco dovrebbe essere coordinata da un medico. Evitare l'intolleranza del paziente al farmaco o reazioni allergiche. Per massimizzare i tempi di guarigione, è necessario seguire le seguenti regole per il trattamento delle cicatrici:

  • disinfettare tutti gli strumenti di elaborazione necessari
  • rilasciare lentamente la cicatrice dalla medicazione. Se la ferita è ancora fresca e la medicazione non vuole restare indietro, allora devi versare un po 'di perossido sulla benda
  • prendere un tampone di cotone o una garza e trattare la cicatrice con l'antisettico selezionato
  • mettere una nuova medicazione pulita sulla parte superiore e fissarla in modo che non cada

È importante! L'elaborazione avviene al mattino e alla sera. Aumentare il trattamento è possibile solo dopo aver consultato il medico. La bagnatura costante della cucitura non è sempre favorevole. La cicatrice dovrebbe essere attentamente osservata per l'assenza di processi infiammatori e putrefattivi. Non c'è bisogno di cercare di rimuovere le croste dalla ferita prima del tempo, è meglio aspettare che scompaiano. Durante il lavaggio fare attenzione a non danneggiare accidentalmente la cucitura con un asciugamano.

Se durante il periodo postoperatorio, la cucitura inizia a disturbare, si formano troppo piaghe o si formano processi putridi, si dovrebbe consultare immediatamente un medico.

La rimozione dei punti di sutura da solo

La rimozione dei punti di sutura da solo

La sutura chirurgica, che è stata applicata con l'aiuto di fili, deve essere rimossa in tempo. Qualsiasi filo, eccetto assorbibile, è considerato alieno per l'organismo. Se si dimentica il momento di rimozione della cucitura, i fili possono crescere nel tessuto, il che porterà a formazioni infiammatorie.

Per rimuovere il filo dovrebbe essere un medico in presenza di speciali strumenti disinfettati. Tuttavia, se non è possibile visitare il medico, e il tempo per la rimozione dei fili è arrivato, è necessario rimuovere il materiale estraneo da soli.

Segui le istruzioni:

  • Preparare tutti i materiali necessari per il trattamento della cicatrice: antisettico, forbici, bende per medicazione, unguento antibiotico
  • Maneggiare utensili di metallo. Lavati le mani al gomito e anche trattare
  • Rimuovere con attenzione la benda dalla cicatrice e trattare la ferita e l'area circostante. L'illuminazione dovrebbe essere il più confortevole possibile per esaminare la cicatrice per la presenza di processi infiammatori.
  • Usando le pinzette, solleva il nodo dal bordo e taglia il filo con le forbici
  • Tirare lentamente il filo e cercare di estrarlo completamente. Quando il filo viene rimosso, è necessario assicurarsi che tutto il materiale di sutura venga rimosso.
  • Tratta la cicatrice con un antisettico. Chiudere la sutura con una benda per ulteriore guarigione.
  • Quando i filamenti vengono rimossi, si formano micro ferite. Pertanto, la prima volta è necessario continuare l'elaborazione, applicando una benda.

Si sconsiglia di toccare i punti o il filo da soli. Se, dopo aver rimosso il filo, la ferita ha iniziato a sanguinare, è necessario consultare un medico. Il sito della cicatrice non può essere esposto a raggi UVA e lesioni.

Come sbarazzarsi dei sigilli sulla cucitura?

Il sigillo sul rumine appare a causa dell'accumulo di linfa. Di solito non è pericoloso per la salute, ma a volte può causare gravi danni:

  • con infiammazione. Ci sono sintomi di dolore, arrossamento, aumento t
  • educazione purulenta
  • l'aspetto delle cicatrici cheloidi - quando la cicatrice diventa più pronunciata

Se si riscontrano i sintomi sopra riportati, è necessario informare il chirurgo. Il dottore ti esaminerà, ti dirà la diagnosi esatta. Raccomandazioni per la manipolazione di sigilli benigni:

  • mantenere la cicatrice pulita, evitare infezioni nella ferita
  • continuare il trattamento di sutura 2 volte al giorno, cambiando la benda
  • non bagnare la ferita nel bagno
  • non sollevare pesi
  • procurati vestiti con tessuti naturali che non contribuiscano allo sfregamento della cucitura
  • prima di uscire, applicare la medicazione sulla cucitura
  • non automedicare e pulire la cucitura con il decotto di erbe senza il permesso del chirurgo

Come sbarazzarsi dell'infiammazione?

Come sbarazzarsi dell'infiammazione?

Per capire che la cicatrice si è infiammata, possono essere i seguenti sintomi:

  • aumentato di dimensioni
  • rossore
  • sensazioni dolorose
  • educazione densa
  • aumento del corpo
  • ipertensione
  • debolezza generale, dolori muscolari

L'infiammazione può iniziare a causa di:

  • infezione della ferita
  • ferendo i tessuti sottocutanei
  • reazione allergica al materiale di sutura
  • bassa immunità del paziente

L'infiammazione può verificarsi a causa di strumenti insufficientemente trattati o a causa di un trattamento improprio della ferita.

Il tasso di guarigione dipende direttamente dalle caratteristiche individuali del corpo: peso, età, nutrizione, presenza di malattie croniche. Nelle persone in sovrappeso, il processo di guarigione dura sempre di più. Nei giovani, il rinnovamento cellulare è più veloce. Aiuta nella guarigione della sutura - proteine. Si consiglia di mangiare più latticini, carne.

Quando si riferisce a un chirurgo, il medico assisterà:

  • se necessario, rimuovere le cuciture
  • lavare la ferita, trattare con antisettico
  • installerà uno scarico per la rimozione di formazioni purulente
  • prescrivere farmaci anti-infiammatori, antibiotici

Il trattamento tempestivo proteggerà contro tali complicazioni come la cancrena, la sepsi. Oltre ai consigli medici, si consiglia inoltre di eseguire le seguenti azioni:

  • effettuare un trattamento di cucitura due volte al giorno
  • fare un bagno con delicatezza per non ferire la cucitura con una salvietta
  • prendere un complesso di vitamine e minerali
  • mangiare una doppia porzione di cibo proteico
  • disinfettare la bocca per prevenire l'infezione

Fistola postoperatoria: come trattare?

Dopo l'intervento chirurgico, sono possibili complicazioni - la formazione della fistola postoperatoria. Nel foro pus si accumula. Non può andare fuori. Le cause delle formazioni possono essere diverse:

  • infiammazione cronica
  • infezione durante l'intervento chirurgico
  • intolleranza alla sutura

I pazienti hanno spesso reazioni al materiale di sutura. I fili avvolgono il tessuto - sigilli. Le fistole possono formarsi immediatamente dopo l'intervento chirurgico o diversi mesi dopo. la sintomatologia:

  • rossore
  • aspetto del sigillo
  • dolore e gonfiore
  • scarico purulento
  • t boost

Il trattamento della patologia è possibile in due modi:

  1. Locale. Pulizia della sutura dal tessuto morto, trattamento della ferita, assunzione di antibiotici
  2. Chirurgicamente. Il medico fa un'incisione, pulisce la ferita dal pus, rimuove la legatura. Forse l'escissione completa della cucitura. Antibiotici prescritti, immunoterapia
  • mummia mescolare con succo di aloe. Indossare una benda e fare un impacco per 2-3 ore
  • lavare la ferita con decotto di iperico
  • applicare la foglia di cavolo

Trattamento degli unguenti post-chirurgici per sutura

Trattamento degli unguenti post-chirurgici per sutura

Per il rapido riassorbimento e la cicatrizzazione delle cicatrici usate antisettiche: verde brillante, iodio, clorexidina. Con lo sviluppo dell'industria farmaceutica, è possibile acquistare preparazioni più specializzate sotto forma di unguenti.

  • sono convenienti da usare a casa
  • prezzo ragionevole, un'opportunità per entrare in qualsiasi farmacia
  • ampio spettro d'azione
  • non secca la pelle, creando una pellicola protettiva sulla parte superiore
  • ammorbidisce e nutre perfettamente la pelle giovane

Per un punto fresco, l'unguento non è raccomandato. Vengono utilizzati 7-10 giorni dopo l'applicazione dei fili. A seconda del tipo di sutura, la profondità del danno alla pelle, applicare il seguente unguento:

  • Antisettico - adatto per piccole cicatrici superficiali
  • La composizione contiene componenti ormonali - usati per ferite profonde.

L'unguento più efficace:

  1. Pomata Vishnevsky. Eccellente pus tira, favorisce una rapida guarigione, riduce l'infiammazione
  2. Levomekol. L'unguento allevia l'infiammazione, è un antibiotico, è raccomandato per le formazioni purulente
  3. Vunuzan. Ingredienti naturali
  4. Stellanin. Aiuta a rimuovere il gonfiore dalla cicatrice, ha un effetto antimicrobico.
  5. Aktovegin. La versione economica del farmaco "Solcoseryl". Entrambi gli unguenti guariscono con successo cicatrici, sono permesse per l'allattamento e le donne incinte.
  6. Eplan. Un rimedio popolare e potente per la cucitura. Anestetizza e allevia l'infiammazione

Degli unguenti riassorbibili, i seguenti sono particolarmente apprezzati:

  • Naftaderm. Allevia l'infiammazione, leviga la cicatrice, ha effetto analgesico e ammorbidente
  • Kontraktubeks. Può essere utilizzato dopo la rimozione delle suture, levigando perfettamente le cicatrici.
  • Mederma. Aumenta l'elasticità del tessuto, imbianca la pelle, si risolve

L'unguento sopra prescritto da un medico. È meglio non sperimentare droghe, perché ci sono tipi di punti che non sono adatti per unguenti specifici e possono solo aggravare l'infiammazione.

Patch di cicatrizzazione cicatriziale

Le patch postoperatorie di assorbimento per cicatrici e cicatrici sono diventate estremamente popolari. La base del prodotto include silicone medico. L'intonaco è un piccolo piatto impregnato con una composizione specifica. È incollato alla superficie della cicatrice. Ideale per piccole ferite.

Patch di cicatrizzazione cicatriziale

Vantaggi dell'applicazione delle patch:

  • non penetra nella ferita dell'infezione
  • succhia formazioni purulente dal rumine
  • non causa reazioni allergiche
  • perfettamente traspirante, permettendo alla ferita di guarire più velocemente
  • ammorbidisce e nutre la pelle giovane, aiuta a lisciare la cicatrice
  • non lascia asciugare la pelle
  • protegge la cicatrice da lesioni e stiramenti
  • facile da usare, facile da rimuovere

L'elenco delle patch più efficaci dopo l'intervento chirurgico:

Per un efficace irrigidimento della cicatrice sulla superficie del pastore si possono applicare farmaci:

  • Antisettici. Avere un effetto di guarigione della ferita, proteggere contro l'infezione
  • Analgesici e farmaci non steroidei hanno un effetto analgesico.
  • Gel: aiuta la cicatrice a dissolversi

Regole per l'applicazione delle patch:

  • Rimuovere l'imballaggio, rilasciare il lato adesivo del cerotto dalla pellicola protettiva
  • Applicare adesivo sul corpo con il lato adesivo in modo che il cuscinetto morbido si trovi sul rumine.
  • Utilizzare una volta ogni 2 giorni. In tutto questo periodo la patch dovrebbe essere sul rumine.
  • È importante controllare periodicamente le condizioni della ferita, sciogliendo il pastore

Non dimenticare che il ripristino della sutura dopo l'intervento chirurgico dipende dalla sterilità. È importante che i microbi, l'umidità e lo sporco non cadano sulla ferita. La brutta cucitura gradualmente guarisce e si risolve, solo se adeguatamente curata per la cicatrice. Prima di utilizzare qualsiasi mezzo, è necessaria una consultazione obbligatoria con un chirurgo.

Notato un errore? Selezionalo e premi Ctrl + Invio per dircelo.