INSUFFICIENZA SANITARIA ACUTA NEI BAMBINI

La PN acuta è una malattia in rapido sviluppo della funzione sintetica del fegato, caratterizzata da grave coagulopatia e PE. L'assenza nella storia della malattia epatica è una condizione necessaria per la diagnosi di PN acuta.

Il termine "insufficienza epatica fulminante" è stato introdotto per la prima volta in Tgeu e BauVizop nel 1970 per definire una sindrome clinica caratterizzata da esordio acuto, coagulopatia e PE, che si è verificata entro 8 settimane dall'inizio della malattia.

La diagnosi di insufficienza epatica secondaria è stabilita con lo sviluppo di insufficienza epatica che non è accompagnata da EP per 26 settimane.

In alcuni casi, PN acuta si verifica sullo sfondo di una malattia epatica precedentemente non specificata. Ad esempio, la PN può essere il primo sintomo della malattia di Wilson o del deficit di o-α-antitripsina. Quando si rilevano malattie pregresse, il termine "PN acuta" non viene utilizzato (poiché la durata della malattia supera le 26 settimane). Tuttavia, a volte è impossibile stabilire il fatto di una malattia cronica del fegato. L'eccezione è rappresentata dai pazienti con malattia di Wilson, sullo sfondo dei quali si verifica l'infezione dal virus dell'epatite B o dallo sviluppo di epatite autoimmune. Queste malattie sono le cause dirette di insufficienza epatica a lungo termine (meno di 26 settimane).

Concetti utilizzati in considerazione del momento in cui si è verificata l'encefalopatia epatica dopo il rilevamento dell'ittero

• Ultrasharp PN (meno di 7 giorni).

• PN acuta (da 8 a 28 giorni).

• PN subacuta (da 4 a 12 settimane).

K 72.0. Insufficienza epatica acuta e subacuta.

A 72,9. Insufficienza epatica, non specificata.

La prevalenza di PN acuta è relativamente bassa. Gli studi hanno dimostrato che negli Stati Uniti vengono diagnosticati ogni anno circa 2000 casi. Non ci sono dati sull'incidenza di PN acuta nella letteratura russa. La mortalità da PF acuta è in media di 3-4 persone all'anno per 1 milione di abitanti e dipende da molti fattori, principalmente dall'eziologia e dall'età del paziente. Le cause più prognosticamente ostili di insufficienza renale acuta sono l'epatite B virale e l'epatite delta, così come l'età (più giovane di 10 e oltre 40 anni).

La prevenzione prevede il trattamento e la prevenzione delle malattie del fegato, che possono causare insufficienza renale acuta, evitare l'uso di sostanze potenzialmente epatotossiche, il sovradosaggio di farmaci, incluso il paracetamolo.

L'epatite virale e indotta da farmaci sono le principali cause di PN acuta (tab. 15-62). Secondo i dati ottenuti negli Stati Uniti, più della metà dei casi di PN acuta si verificano a causa di un danno al fegato. Inoltre, nel 42% dei casi, lo sviluppo di PN acuta è causato dal sovradosaggio di paracetamolo. In Europa, il sovradosaggio di paracetamolo è anche una delle principali cause di PN acuta. Nei paesi in via di sviluppo, l'epatite virale B e il delta (sotto forma di coinfezione o superinfezione) prevalgono tra le malattie che causano PN acuta. Altre epatiti virali hanno meno probabilità di causare lo sviluppo di PN acuta. È impossibile stabilire la causa della PN acuta in circa il 15% dei pazienti.

I principali sintomi clinici della PN acuta sono l'ittero (non sempre diagnosticato) e il dolore nell'ipocondrio destro. Il fegato durante l'ispezione non viene ingrandito. Caratteristico è lo sviluppo di ascite e la sua combinazione in casi gravi con edema periferico e anasarka. Sulla superficie della pelle a volte si trovano degli ematomi. Spesso si osserva un sanguinamento dalle mucose del tratto gastrointestinale, mentre si osservano pazienti con sgabelli catramosi (melena) o vomito con sangue. Encefalopatia e ICP elevato sono determinati a vari gradi di gravità. Quando si verifica un edema cerebrale, si osservano ipertensione sistemica, iperventilazione, riflessi pupillari alterati, rigidità muscolare e nei casi gravi, coma cerebrale.

Dopo aver assunto grandi dosi di paracetamolo, l'anoressia si sviluppa durante il primo giorno, il paziente è preoccupato per la nausea e il vomito (successivamente scompaiono). Quindi rilevare i sintomi della PN acuta, sopra descritta.

In caso di avvelenamento da funghi, si verificano forti dolori addominali e diarrea da acqua, che si verificano dopo 6-24 ore dal consumo dei funghi e della durata di alcuni giorni (di solito da 1 a 4 giorni). Dopo 2-4 giorni, si verifica PE.

DIAGNOSTICA Prove di laboratorio

• Cambiamenti nei parametri che riflettono la funzione sintetica del fegato. Ridurre la concentrazione di albumina e colesterolo, fattore di coagulazione V e fibrinogeno; diminuzione dell'attività del dolore; diminuzione in PTI (o prolungamento del tempo di protrombina).

• Aumento significativo dell'attività delle transaminasi: ALT e AST. In caso di sovradosaggio di paracetamolo, l'attività di AST può superare 10.000 U / L (la norma è fino a 40 U / l). Un aumento dell'attività della fosfatasi alcalina non è sempre registrato.

• Aumento delle concentrazioni di bilirubina sierica e ammoniaca.

• Aumento del lattato sierico.

• Aumento della creatinina sierica e delle concentrazioni di urea (con sviluppo della sindrome epatorenale).

Gli studi a ultrasuoni e Doppler rivelano cambiamenti non specifici: esaurimento del pattern vascolare; violazioni del flusso sanguigno portale di vari gradi e fluido libero nella cavità addominale. Il fegato è piccolo

L'esame istologico della biopsia epatica indica la necrosi degli epatociti, che nella maggior parte dei casi non consente di stabilire la causa della malattia. Con PN acuta, la biopsia con puntura non viene eseguita a causa dell'elevata probabilità di sanguinamento sullo sfondo di ipocoagulazione. Questo studio viene effettuato solo se necessario trapianto di fegato o autopsia.

Le basi del trattamento della PN acuta sono misure volte ad eliminare i fattori eziologici (se presenti) e la terapia post-sindromica, che consente di correggere le complicanze.

In caso di avvelenamento con paracetamolo, il lavaggio gastrico viene eseguito attraverso un'ampia sonda. Quando si trova una compressa nell'acqua di lavaggio, vengono prescritti enterosorbenti (ad esempio carbone attivo). In assenza di una compressa nell'acqua di lavaggio, si raccomanda di somministrare acetilcisteina alla dose di 140 mg / kg (contemporaneamente attraverso un sondino nasogastrico) e quindi di prescrivere 70 mg / kg per via orale ogni 4 ore per tre giorni. L'acetilcisteina produce l'effetto maggiore quando viene usata nelle prime 36 ore dopo l'avvelenamento da paracetamolo.

L'avvelenamento più comune è causato dai funghi del genere AtaIa e Ssieppa. I funghi AtaIa contengono a-amanitina, che ha un effetto tossico mediante l'inibizione irreversibile della RNA polimerasi. La terapia di questa condizione include l'uso di silibinina [per via orale alla dose di 20-50 mg di Dhgsut)] e la penicillina C [per via endovenosa a una dose di 1 mg di Dhgsut) o di 1.800 LLC EDDhghsut)]. L'azione della silibinina si basa sulla sua capacità di prevenire la cattura di a-amanitina da parte degli epatociti e di aumentare l'attività antiossidante. Questo farmaco produce il massimo effetto durante le prime 48 ore dopo l'avvelenamento. La penicillina C aiuta a ridurre la concentrazione di a-amanitina nella bile interrompendo la circolazione epato-intestinale della tossina.

Attività svolte nel rilevamento dell'insufficienza epatica acuta di qualsiasi eziologia

• Assicurare un'ossigenazione adeguata. Fornire ossigeno supplementare e, se necessario, ventilazione meccanica.

• Correzione di disturbi metabolici, elettroliti e KOS.

• Monitoraggio dei parametri emodinamici.

• Glucosio parenterale per la correzione dell'ipoglicemia.

• Introduzione del mannitolo per ridurre l'ICP.

• Somministrazione per via parenterale di inibitori della pompa protonica o bloccanti del recettore di tipo II dell'istamina per prevenire il sanguinamento gastrointestinale.

Trattamento delle complicanze dell'insufficienza epatica acuta

Per la correzione del PE, è necessario limitare l'assunzione di proteine ​​con il cibo e somministrare il lattulosio alla dose di 3-10 g / die per via orale (per bambini fino a un anno - 3 g / giorno; da 1 a 6 anni - 3-7 g / giorno; 7-14 anni - 7 -10 mg / giorno).

Edema cerebrale

Le misure generali comprendono il riposo e una certa posizione della testa (con un angolo di 100 gradi rispetto alla superficie orizzontale), la prevenzione dell'ipotensione arteriosa e l'ipossiemia. La terapia specifica consiste nella somministrazione di mannitolo alla dose di 0,4 g / kg ogni ora (bolo endovenoso) fino alla normalizzazione di ICP. Va notato che l'uso di questo farmaco è inefficace con insufficienza renale e iperosmolarità del siero. Con lo sviluppo del coma epatico, l'iperventilazione spesso ha un effetto positivo. Nel trattamento dell'edema cerebrale causato da PN acuta, la somministrazione di farmaci glucocorticoidi è poco pratica (a causa della mancanza di effetto).

L'introduzione di FFP [gocciolamento endovenoso in una dose di 10 ml di Dhghsut]] e di vikasola * [per via intramuscolare o endovenosa in una dose di 1 mg di Dhgsut]] viene effettuata. Con insufficiente efficacia dei farmaci, vengono utilizzati fattori di coagulazione del sangue (Feiba TIM-4 Immuno - fattori di coagulazione del sangue II, VII, IX e X in una combinazione di 75-100 UI / kg). Per la prevenzione del sanguinamento gastrointestinale sullo sfondo dell'ipocoagulazione, la somministrazione parenterale di inibitori della pompa protonica o bloccanti del recettore istamina del secondo tipo (ad esempio, quamel * 1-2 mg DGsSut) in 2-3 dosi, ma non più di 300 mg / giorno viene eseguita.

Le misure terapeutiche includono il rifornimento di BCC con ipovolemia (infusione di soluzione di glucosio al 5%), la somministrazione di dopamina [ad una dose di 2-4 μg Dhgh] e con l'inefficacia dei preparati, l'HD viene eseguita. Raccomanda anche l'uso dell'emofiltrazione venosa-venosa.

Lo sviluppo della sepsi è un'indicazione per l'uso di farmaci antibatterici. I preparati sono prescritti, data la sensibilità della microflora seminata. L'uso di antibiotici è combinato con l'immunizzazione passiva con pentaglobina.I neonati vengono prescritti 250 mg / kg ciascuno; Neonati - 1,7 ml di DKHH) per via endovenosa. Si consiglia ai bambini più grandi e agli adulti di somministrare 0,4 ml di Dcghx fino a raggiungere una dose totale di 100 ml, quindi per le successive 72 ore viene eseguita un'infusione continua di Pentaglobina * [a 0,2 ml di Dcc], aumentando la velocità di somministrazione a 15 ml di Dcghc]].

Con l'inefficacia del trattamento conservativo e l'assenza di controindicazioni, si raccomanda il trapianto di fegato. Determinare le indicazioni per il trapianto di fegato è un compito estremamente difficile. Anche con forme gravi di PN acuta, c'è una possibilità di recupero. D'altra parte, cambiamenti irreversibili in altri organi, incluso il cervello, che sono considerati controindicazioni per il trapianto di fegato, possono verificarsi in qualsiasi momento.

Con lo sviluppo della PN acuta il recupero spontaneo si verifica raramente in pazienti con ridotta funzionalità epatica sintetica (bassa concentrazione di albumina, grave coagulopatia), alti livelli di bilirubina, bassa attività ALT, nonché un periodo più lungo tra l'insorgenza della malattia e segni di encefalopatia.

Criteri per determinare le indicazioni per il trapianto di fegato nello sviluppo di insufficienza epatica acuta (secondo vari studi)

• Aumento della concentrazione di bilirubina superiore a 299 μmol / l.

• Aumento del tempo di protrombina (più di 62 s).

• Diminuzione dell'attività di ALT inferiore a 1288 U / l.

• Leucocitosi (più di 9 mila).

• La durata della malattia prima dello sviluppo di EP è superiore a 10,5 giorni.

• Età inferiore a due anni.

In caso di sovradosaggio di paracetamolo, vengono utilizzati criteri aggiuntivi per valutare la gravità delle condizioni del paziente.

• Ipoglicemia (meno di 2,5 mmol / l).

• Aumento della concentrazione di creatinina (più di 200 mmol / l).

• La presenza di acidosi metabolica (pH inferiore a 7,3).

• Aumento del tempo di protrombina (più di 100 s).

La presenza di questi disturbi nei bambini indica un aumento della probabilità di morte e indica anche un peggioramento della prognosi.

Fattori prognostici sfavorevoli nello sviluppo della PN acuta.

• Aumento del tempo di protrombina (più di 100 s).

• Riduzione del contenuto del fattore di coagulazione V (meno del 20-30%).

• Ittero prolungato (più di 7 giorni).

• Età (meno di 11 anni e oltre 40 anni).

La PN acuta a causa dell'epatite A o dopo l'avvelenamento da paracetamolo è caratterizzata da una buona prognosi.

L'acclimatazione dell'organo dopo trapianto di fegato, eseguita in caso di PN acuta, di regola, non è troppo alta (rispetto all'operazione nella malattia epatica cronica). Secondo la letteratura, la sopravvivenza dei pazienti dopo il trapianto di emergenza durante il primo anno è del 66%, entro cinque anni - 59%. Dopo le operazioni eseguite per insufficienza epatica cronica, a seconda della diagnosi, si registra un aumento del tasso di sopravvivenza fino all'82-90% nel primo anno e fino al 71-86% entro cinque anni.

Insufficienza epatica nei bambini

Molto spesso, nonostante l'esperienza, i medici pediatrici non tengono conto di alcuni sintomi da parte del corpo dei bambini. Soprattutto se riguarda bambini fino a un anno che ancora non sanno come parlare e lamentarsi di qualche disagio. Ecco perché non è raro che i genitori portino il loro bambino da uno specialista troppo tardi, ed è già impossibile cavarsela con la terapia convenzionale.

• la pelle e le mucose, in particolare gli occhi, in un bambino di età leggermente superiore a due settimane assumono un colore itterico (sì, alcuni medici indicheranno le caratteristiche fisiologiche dell'età infantile, ma devono ancora essere controllati);

Non è necessario posticipare una visita a uno specialista e l'inizio di esami con tali sintomi sul retro di esso. Quanto prima stabilirà la causa del giallo e della pancia gonfia, tanto più facile sarà il processo della sua eliminazione.

Insufficienza epatica: sintomi e trattamento della malattia

Il nostro corpo è un meccanismo incredibilmente complesso. Migliaia di processi stabiliti assicurano il funzionamento stabile dell'intero organismo. Il fallimento in uno degli organi può portare all'interruzione di tutti i processi vitali. Una delle malattie comuni è l'insufficienza epatica, i suoi sintomi dipendono dal tipo e dalla natura della malattia. Necrosi del tessuto epatico o sindrome colestasi.

Perché si verifica l'insufficienza epatica?

Le cause di molto. È necessario assegnare il più frequente di loro:

  • epatite acuta e cronica;
  • tumori maligni;
  • malattie del cuore, vasi sanguigni e altri organi;
  • malattie infettive;
  • avvelenamento (cibo, droghe);
  • stress trasferito (ustioni estese, lesioni gravi, shock settico, grosse perdite di sangue).

Tipi e sintomi

Sindrome colestasi. La malattia è la scarsa schiudibilità della bile dal tessuto epatico. I sintomi sono:

  • con olistasi funzionale. Diminuzione del normale movimento della bile, dell'acqua, della bilirubina, degli acidi lungo i canalicoli del fegato;
  • in olistasi morfologica. Accumulo di composti biliari nei dotti biliari;
  • con holistasis clinico. L'accumulo nel sangue di componenti tradotti in bile. Prurito della pelle, ittero, aumento della bilirubina nel sangue.

Sindrome da necrosi Questa malattia distrugge la struttura del fegato, a causa di vari fattori. Malattia molto pericolosa Spesso porta a complicazioni e morte. I sintomi sono divisi in base al tipo:

  • tonalità della pelle gialla;
  • perdita di peso;
  • aumento della temperatura;
  • prurito, l'aspetto della rete vascolare;
  • diarrea, vomito, dolore al fegato;
  • condizione emotiva instabile;
  • il fegato e la milza sono ingranditi.
  • prurito della pelle, desquamazione;
  • urina scura;
  • insolito, feci leggere;
  • aumento del colesterolo nel sangue e della bilirubina.

Attenzione! Se ti trovi almeno alcuni di questi sintomi, dovresti consultare immediatamente un medico.

Insufficienza epatica acuta

Grave malattia del fegato, suddivisa in tre fasi di gravità:

  • facile. Procede senza sintomi visibili, è possibile rivelarlo quando si effettuano test speciali;
  • peso medio Dolore al fegato, colica, pelle gialla e mucose;
  • palcoscenico difficile Può causare gravi malfunzionamenti del corpo, portando a coma epatico.

Malattia cronica

Nel processo di distruzione a lungo termine delle cellule del fegato a causa di diversi effetti, si verifica una forma cronica di insufficienza epatica. La conseguenza potrebbe essere il verificarsi di encefalopatia, disturbo mentale del comportamento, coscienza.

sintomi:

  • nausea, vomito, diarrea;
  • insonnia o viceversa sonnolenza;
  • eczema;
  • gonfiore, ascite;
  • infertilità.
  • anoressia;
  • malfunzionamento del cuore;
  • sete costante;
  • deterioramento della memoria.

Insufficienza epatica nei bambini

Spesso, la malattia del fegato si verifica nei bambini. Nella maggior parte dei casi, sono difficili e richiedono un intervento immediato da parte di uno specialista. Le cause della malattia del fegato nei bambini sono molte, eccone alcune:

  • anomalie congenite del fegato. A volte lo sviluppo anormale del fegato inizia nel grembo materno. Questa potrebbe essere una ciste epatica, un'ernia, una violazione della lobulazione del fegato;
  • introduzione del virus dell'epatite B nel processo di trasfusione di sangue;
  • intossicazione dopo avvelenamento, ustioni estese;
  • assunzione eccessiva di proteine;
  • abbondante perdita di sangue.

Ricordate! L'ammissione tempestiva all'ospedale e un comportamento adeguato contribuiranno a preservare la vita e la salute del bambino.

Trattamento domiciliare

Se si decide di essere trattati a casa, il corso di terapia è ancora prescritto solo da un medico. Il processo di trattamento dell'insufficienza epatica dipende direttamente dal tipo di malattia, dalla sua complessità.

In casi particolarmente difficili con un decorso grave e pericoloso della malattia - il trattamento deve essere solo stazionario. Nelle forme più lievi, la lotta contro la malattia può essere eseguita a casa, sotto stretto controllo medico. Ricevere farmaci e vitamine volte a combattere la malattia, nel nostro tempo dà buoni risultati. Seguendo il corso del trattamento e una dieta speciale, è possibile sbarazzarsi della malattia per un certo periodo di tempo.

Interessante da sapere! Il fegato umano ha cinquecento funzioni. In un minuto, 20 milioni di reazioni chimiche avvengono in questo piccolo organo.

Uso di droghe

Il trattamento spesso avviene secondo uno schema specifico:

  • l'assunzione di proteine ​​e sale da cucina è severamente limitata;
  • vengono somministrati farmaci antibatterici come la ciprofloxacina;
  • infusione a gocce di farmaci come ornitina, glucosio, cloruro di sodio;
  • iniezioni di lattulosio;
  • È necessario usare vitamine del gruppo B;
  • calcio, magnesio;

Questo è solo un regime di trattamento approssimativo e primitivo. Non tentare di prescrivere un trattamento da soli. Questo è estremamente pericoloso per la vita e la salute. Le conseguenze potrebbero essere irreversibili. Solo gli specialisti con una conoscenza chiara possono prescrivere il trattamento giusto.

Rimedi popolari per il trattamento

Come con molte altre malattie, per malattie associate al fegato, alcuni rimedi popolari possono aiutare. La loro varietà è molto grande. Naturalmente, non vi è alcuna certezza che tali fondi ti aiuteranno con una garanzia del 100%. Inoltre, l'uso di alcuni metodi popolari può causare complicazioni e danni irreversibili alla salute. Allergia, perdita di pressione e altri fenomeni non sono esclusi nel trattamento dei rimedi popolari. Prima di utilizzare qualsiasi prescrizione, si assicuri di consultare il medico. Questo trattamento è solo accessorio nel caso di trattamento farmacologico. Proviamo a capire di più.

Ricette per la pulizia del fegato

  1. Seta di mais (utilizzare solo orecchie mature) versare acqua bollente e cuocere per 10 - 15 minuti. Decotto preso al mattino e alla sera, 200 grammi.
  2. Erba di iperico (1 cucchiaino di cucchiaio) versare il latte (200 grammi). Far bollire per 10 minuti, filtrare, lasciare riposare. Prendi 50 grammi 3-4 volte al giorno.
  3. Grattugiare le barbabietole grattugiate, farle bollire in acqua per 15 minuti. Lo strumento deve essere assunto in un quarto di tazza 3-4 volte al giorno.

Trattamento della cirrosi

  • curcuma (1 cucchiaino di cucchiaio) sciolto in un bicchiere d'acqua. Per il gusto è possibile aggiungere un po 'di miele o zucchero. Bere mezzo bicchiere più volte al giorno;
  • tritare uno spicchio d'aglio, mescolare con un bicchiere di kefir o yogurt. Bevi tutte le mattine prima dei pasti;
  • tritare due spicchi d'aglio, versare acqua bollente (una tazza). Lasciare infuso per 24 ore. Bevi la mattina a stomaco vuoto prima di mangiare;
  • l'avena bolle per un'ora, insisti. Prendi mezza tazza 2-3 volte al giorno;
  • limone, miele, aglio. Gli ingredienti si mescolano in un rapporto di 2: 2: 1. Prendi un cucchiaino 2 volte al giorno;
  • prendere il succo di carota in mezzo bicchiere, 2 volte al giorno per la cirrosi;
  • Il succo di patata fresco può essere preso con la cirrosi in mezzo bicchiere.

odori

Sin dai tempi antichi, i nostri antenati hanno notato e apprezzato le proprietà estremamente benefiche di alcune erbe. Le piante sono in grado di alleviare l'infiammazione, normalizzare la pressione sanguigna, ricaricare, ringiovanire, lenire, guarire le ferite e molto altro. Oggigiorno, i medici stessi prescrivono spesso prescrizioni erboristiche come terapia adiuvante per molte malattie.

Per aiutare a curare le malattie del fegato, esistono le seguenti ricette:

  • Erba di San Giovanni, radice di dente di leone, immortelle sabbiose si mescolano nel rapporto 2: 2: 1. Far bollire 500 grammi di acqua bollente. Prendi un bicchiere al mattino e alla sera;
  • ortica, rosa selvatica, agropiro mescolano in un rapporto di 1: 1: 1. Preparare un bicchiere di acqua bollente, insistere 2-3 ore. Assumere con cirrosi per 2-3 dosi al giorno;
  • foglie di cowberry, stigmi di mais, radice di tarassaco, colore del tiglio, erba dell'erba madre mescolata in quantità uguali. Versare un litro di acqua bollente, insistere per 5-6 ore. Prendi mezza tazza 2 volte al giorno;
  • achillea, erba di erba di San Giovanni, i frutti di ginepro mescolati nel rapporto 2: 2: 1. Versare un litro d'acqua Far bollire per 10 minuti, filtrare, lasciare in infusione per 12 ore. Prendi mezza tazza 2-3 volte al giorno;
  • menta alle erbe, uva ursina, poligono, erba di San Giovanni, semi di aneto, tè kuril mescolano il tutto in proporzioni uguali, tritarli bene. Far bollire in un litro d'acqua per 10-15 minuti, filtrare. Lasciare riposare per 10-12 ore. Fai un quarto di tazza 2-3 volte al giorno.

Dieta per insufficienza epatica

Per le malattie del fegato è assolutamente necessaria una dieta speciale. Ci sono prodotti che possono aggravare il decorso della malattia, e viceversa, per diventare assistenti nel trattamento.

Ricordate! L'obiettivo di qualsiasi dieta è di alleviare la condizione della malattia ed evitare complicazioni.

Regole di nutrizione nelle malattie del fegato:

  • il cibo dovrebbe essere facile da digerire, essere leggero;
  • escludere piccante, salato, acido, affumicato, grasso, fritto;
  • i cereali dovrebbero essere ben cotti I cereali grossolani sono meglio strofinare su un setaccio;
  • includere alimenti che hanno una proprietà coleretica. Questo mais, girasole, burro di arachidi. Da aneto, spinaci, sedano. Da arance di frutta, limoni, pompelmi. Albicocche secche utili, cavolfiore, carciofi;
  • limitare l'assunzione di proteine, non più di 20-70 grammi al giorno;
  • Una volta alla settimana, organizza un giorno di digiuno.

Prodotti proibiti:

  • funghi;
  • carne grassa;
  • alcol;
  • caramella di cioccolato;
  • latticini grassi;
  • forte tè nero;
  • ravanello, acetosa;
  • pane di segale, pasticcini freschi.

Questa non è l'intera lista di prodotti consentiti e proibiti. Per fare una dieta adatta per ogni tipo di malattia dovrebbe consultare un medico e un nutrizionista. La tua salute è nelle tue mani. Sii sano

Insufficienza epatica nei bambini

La sindrome da insufficienza epatica è un complesso di sintomi caratterizzato da compromissione di una o più funzioni del fegato a causa di un danno acuto o cronico al suo parenchima. Ci sono insufficienza epatica acuta e cronica e le sue 3 fasi: stadio I iniziale (compensato), stadio II espresso (scompensato) e stadio III - terminale (distrofico). Lo stadio terminale di insufficienza epatica termina con coma epatico.

Eziologia, patogenesi. Insufficienza epatica acuta può verificarsi in forme gravi di epatite virale, avvelenamento industriale (composti di arsenico, fosforo, ecc.), Pianta (funghi non commestibili) e altri veleni epatotropici, alcuni farmaci (estratto di felce maschile, tetraciclina, ecc.), Trasfusione di sangue non di gruppo e in un certo numero di altri casi. L'insufficienza epatica cronica si verifica con la progressione di molte malattie croniche del fegato (cirrosi, tumori maligni, ecc.).

sintomi

La natura dell'insufficienza epatica è determinata principalmente da due processi patologici: la colestasi e la necrosi del tessuto epatico.

Nel primo caso, l'ostruzione dei dotti biliari e, di conseguenza, la cessazione della normale eliminazione della bile, avviene l'ittero. È la manifestazione più caratteristica e prominente della malattia del fegato e può essere acuta e cronica. La gravità dell'ittero può variare da pigmentazione luminosa a aspetto quasi impercettibile.

Nel secondo caso, vengono avviati processi più pericolosi. L'insufficienza epatocellulare porta non solo alla febbre, ma anche a vari disturbi del sistema cardiovascolare (alterazioni della circolazione sanguigna, tachicardia, ipertensione e ipotensione) e del tratto gastrointestinale (feci sbiancate).

Inoltre, la necrosi acuta e cronica del fegato accompagna separatamente le loro malattie e disturbi. La necrosi acuta causa una parziale disfunzione dei polmoni (edema polmonare), che si verifica a causa del sangue che penetra negli alveoli; così come i disturbi dei reni e del sistema nervoso (ottusità di coscienza, nausea, letargia o ipereccitabilità).

Ipertensione portale e ascite sono caratteristici della necrosi cronica (sudorazione fluida nella cavità addominale). Inoltre, nei pazienti con questa sindrome, si osservano plessi venosi superficiali e pronunciati, vene dei ragni e anemia.

Trattamento della sindrome epatorenale per riferimento.

Segni di

Nel quadro clinico della compromissione epatica si devono distinguere sindromi di insufficienza epatocellulare ed encefalopatia epatica.

L'insufficienza epatocellulare è caratterizzata da un aumento delle sindromi di ittero, emorragico, edematoso, dispeptico, dolore addominale, febbre, una diminuzione delle dimensioni del fegato e perdita di peso. L'odore epatico dalla bocca appare a causa del rilascio di metil mercaptano in connessione con alterati processi di demetilazione nel fegato.

I segni di laboratorio dell'insufficienza epatocellulare sono una progressiva diminuzione della funzione proteico-sintetica del fegato, un aumento della concentrazione di bilirubina, fenoli e ammoniaca nel siero del sangue. C'è stata una diminuzione dell'attività precedentemente aumentata di aminotransferasi nella dinamica, una diminuzione di colesterolo e colinesterasi.

L'encefalopatia epatica è caratterizzata da disturbi mentali (instabilità emotiva, ansia, apatia, stati deliranti sono possibili, accompagnati da agitazione, aggressività, disordine nell'orientamento, sonno ecc.) E disturbi neuromuscolari (disturbi del linguaggio, tremori alle dita, disturbi della scrittura, miglioramento dei riflessi, atassia).

motivi

Le cause di insufficienza epatica possono essere i seguenti stati:

• Malattie epatiche (epatite acuta e cronica, cirrosi portale e ciliare, neoplasie maligne, echinococco e altri);

• Ostruzione dei dotti biliari, che porta ad un aumento della pressione dell'ipertensione biliare, che interrompe il flusso linfatico e il sangue nel fegato e porta allo sviluppo di alterazioni distrofiche negli epatociti (cellule epatiche);

• Malattie di altri organi e sistemi: cuore, vasi sanguigni, ghiandole endocrine, malattie infettive e autoimmuni;

• Avvelenamento con sostanze epatotossiche (farmaci, funghi velenosi, dicloroetano, surrogati di alcool, antibiotici, aminazina, sulfonamidi);

• Effetti estremi sul corpo (lesioni estese, ustioni, shock traumatico, massicce perdite di sangue, massicce trasfusioni di sangue, allergizzazione, shock settico).

Studi clinici e sperimentali mostrano che, qualunque sia la ragione, i cambiamenti morfologici nel tessuto epatico sono sempre gli stessi. Poiché le cellule del fegato sono molto sensibili alla carenza di ossigeno, i cambiamenti patologici si verificano molto rapidamente.

diagnostica

Quando raccolgono l'anamnesi in pazienti con sospetto insufficienza epatica, chiariscono i fatti dell'abuso di alcol, epatite virale pregressa, malattie metaboliche esistenti, malattie epatiche croniche, tumori maligni e farmaci.

Lo studio di un'analisi del sangue clinica rivela anemia, leucocitosi. Secondo il coagulogramma, i segni di coagulopatia sono determinati: riduzione della PTI, trombicytopenia. Nei pazienti con insufficienza epatica è necessario uno studio dinamico di campioni biochimici: transaminasi, fosfatasi alcalina, γ-glutamil transpeptidasi, bilirubina, albumina, sodio, potassio, creatinina, KHS.

Nella diagnosi di insufficienza epatica, vengono presi in considerazione i dati degli ultrasuoni degli organi addominali: utilizzando l'ecografia, vengono valutate le dimensioni del fegato, lo stato del parenchima e i vasi del sistema portale e vengono esclusi i processi tumorali nella cavità addominale.

Con l'aiuto di epatoscintigrafia, lesioni epatiche diffuse (epatite, cirrosi, epatosi grassa), vengono diagnosticati tumori epatici, viene valutata la velocità della secrezione biliare. Se necessario, l'esame per l'insufficienza epatica è integrato con la risonanza magnetica e la TCM della cavità addominale.

L'elettroencefalogramma è il modo principale per rilevare l'encefalopatia epatica e la prognosi dell'insufficienza epatica. Con lo sviluppo del coma epatico all'EEG, si registrano un rallentamento e una diminuzione dell'ampiezza delle onde di attività ritmica

I risultati morfologici della biopsia epatica variano a seconda della malattia che ha portato all'insufficienza epatica.

L'encefalopatia epatica è differenziata con ematoma subdurale, ictus, ascesso e tumori cerebrali, encefalite, meningite.

Nei bambini

Nonostante il fatto che questa condizione sia abbastanza rara nei bambini del primo anno e mezzo di vita, è fatale nel 50% dei casi. E solo da azioni competenti e tempestive di genitori e medici dipende la salvezza della vita del bambino.

Nei neonati di età inferiore ai 15 giorni, l'insufficienza epatica è spesso causata dall'immaturità della produzione di alcuni enzimi.

Inoltre, nei bambini, la causa di questa condizione può essere l'ipossia e una maggiore quantità di proteine ​​nel corpo.

L'insufficienza epatica nei bambini causa molti disturbi. Il bambino è debole, inattivo, dorme molto, ha mal di testa. La digeribilità del cibo è disturbata: diarrea, gonfiore, vomito. Lo stomaco fa male, il ritmo cardiaco viene abbassato.

Se non dai al bambino un aiuto urgente, cade in coma.

Il trattamento di un bambino con insufficienza epatica è effettuato solo in ospedale. In futuro, dopo essere stato dimesso a casa, il bambino deve seguire una dieta speciale per lungo tempo e assumere dosi rinforzate di vitamine B, A, C, K.

palcoscenico

3 stadi di insufficienza epatica sono classificati:

I stage-iniziale (risarcito)
Stadio II - pronunciato (scompensato),
Stadio III - terminale (distrofico).

Nella fase 1 non ci sono sintomi clinici, ma l'immunità all'alcol e altri effetti tossici sono ridotti.

Il secondo stadio è caratterizzato da sintomi clinici: una sensazione di debolezza, una diminuzione delle capacità lavorative, dispepsia, comparsa di ittero, diatesi, ascite, edema. Test di laboratorio mostrano anomalie significative di molti o tutti i campioni di fegato.

Nello stadio III, ci sono profondi disturbi metabolici nel corpo, fenomeni distrofici non solo nel fegato, ma anche in altri organi (CNS, reni, ecc.);

Lo stadio terminale di insufficienza epatica termina con coma epatico.

Metodi di trattamento

La natura del trattamento dipende dalla causa e dalle caratteristiche delle manifestazioni cliniche. Solitamente prescritto:

Dieta rigorosa Il consumo di proteine ​​è attentamente controllato: il loro eccesso può causare una violazione delle funzioni cerebrali e la mancanza di - portare alla perdita di peso. L'assunzione di sodio deve essere bassa per evitare l'accumulo di liquidi nell'addome (ascite).

Correzione della patologia del sistema di coagulazione e disturbi elettrolitici.

Il metodo di trattamento chirurgico è il trapianto di fegato.

Insufficienza epatica: sintomi e trattamento

Insufficienza epatica - i sintomi principali:

  • mal di testa
  • vertigini
  • temperatura elevata
  • nausea
  • Perdita di appetito
  • Perdita di capelli
  • Pesantezza nell'ipocondrio destro
  • Gonfiore delle gambe
  • Dolore nell'ipocondrio destro
  • Alito cattivo
  • febbre
  • aggressività
  • Aumento dell'addome
  • Arti tremanti
  • Ingiallimento della pelle
  • Vene varicose
  • Gonfiore del viso
  • Stratificazione delle unghie
  • Rossore dei palmi
  • Atrofia delle ghiandole mammarie

La malattia, che è caratterizzata dalla violazione dell'integrità del tessuto epatico a causa del loro danno acuto o cronico, è chiamata insufficienza epatica. Questa malattia è considerata complessa, a causa del fatto che i processi metabolici sono disturbati dopo il danno epatico. Se non si adottano le misure appropriate per curare la malattia, quindi, in determinate condizioni, l'insufficienza epatica può svilupparsi rapidamente ed essere fatale.

classificazione

La malattia è classificata in base a due caratteristiche: la natura del corso e le fasi.

Per la natura del corso ci sono due fasi della malattia:

L'insufficienza epatica acuta si verifica a causa della perdita della capacità del fegato di svolgere le sue funzioni. Si manifesta principalmente malattia per diversi giorni ed è caratterizzata da una grave forma di sintomi. Spesso, l'aspetto acuto è fatale, quindi è molto importante conoscere i sintomi al fine di riconoscere la malattia in una fase precoce.

L'insufficienza epatica acuta è divisa, a sua volta, in grandi e piccoli. Grande è la forma classica della malattia, che è chiaramente visibile negli studi clinici e di laboratorio. Piccolo insufficienza epatica acuta si verifica più spesso nei bambini con gravi malattie (avvelenamento, infezioni intestinali, polmonite, ecc.). Questa sottospecie è molto difficile da diagnosticare a causa dell'assenza di sintomi della malattia. Una piccola specie può svilupparsi sia rapidamente che per diversi anni.

L'insufficienza epatica cronica si sviluppa attraverso la lenta progressione della malattia. A causa della graduale disfunzione del fegato con il decorso progressivo della malattia cronica del parenchima, si forma un tipo cronico della malattia. Malattie come la cirrosi epatica o l'epatite cronica sono il risultato di insufficienza epatica cronica. Entrambe le manifestazioni finiscono con il coma epatico, seguito dalla morte.

Inoltre, ci sono due tipi di insufficienza epatica:

Per le specie endogene è caratterizzata dalla manifestazione di complicazioni nei cambiamenti morenti o distrofici nei tessuti epatici. Questo tipo è caratteristico della cirrosi e dell'epatite cronica.

L'apparenza esogena si forma a causa di auto-avvelenamento del corpo, che è causato da prodotti metabolici e sostanze prodotte dalla microflora intestinale. Si verifica a causa dell'ingresso di queste sostanze nel sangue attraverso le pareti intestinali, quando si fermano nel fegato. La causa dell'arresto può essere un blocco delle vene, che è il motivo per cui si osserva una auto-liquidazione del fegato.

Secondo i gradi di gravità, ci sono quattro fasi:

  1. Primario o compensato, che è caratterizzato dal decorso asintomatico della malattia. Nella fase iniziale, il fegato inizia a rispondere attivamente alle tossine.
  2. Scompensata. Manifesta i primi segni della malattia. Nella fase di questo stadio, un esame del sangue indica lo sviluppo della malattia.
  3. Distrofico o terminale. La fase pre-finale, all'inizio della quale il paziente ha gravi violazioni del funzionamento del fegato. Sullo sfondo del quale si verifica anche la rottura di tutto il corpo dal sistema nervoso centrale al metabolismo.
  4. Stage di coma epatico. È caratterizzato da un danneggiamento approfondito del fegato, che alla fine porta alla morte. L'ultimo stadio è caratterizzato dalla complessità del trattamento, dal momento che il fegato va in uno stadio di appassimento.

Cause della malattia

La malattia "insufficienza epatica" è diagnosticata sia negli uomini che nelle donne, inoltre, non ha limiti di età, quindi puoi ammalarti durante l'infanzia e la vecchiaia. Le cause dell'insufficienza epatica sono diverse e imprevedibili. Sono importanti da sapere per poter determinare prematuramente la diagnosi e la cura rapida. Quindi, i motivi che possono causare insufficienza epatica negli esseri umani sono i seguenti:

  1. Malattie epatiche, che comprendono: tumori maligni e altre neoplasie, cirrosi, epatite acuta e cronica, echinococco, ecc. Qualsiasi di questi segni può dare origine a una malattia mortale. La cirrosi e l'epatite possono essere sia la causa della malattia che le sue conseguenze.
  2. Il dotto biliare è intasato e, di conseguenza, si prevede un aumento della pressione dell'ipertensione biliare. Il fallimento dell'ipertensione interrompe la circolazione del sangue nel fegato, che causa lo sviluppo di anomalie distrofiche nelle cellule di questo organo.
  3. Malattie del cuore, vasi sanguigni, infezioni infettive del corpo, insufficienza delle ghiandole endocrine, malattie autoimmuni. Qualsiasi violazione nel corpo può causare lo sviluppo di una malattia grave, quindi è molto più facile eliminare i segni di anomalie in una fase precoce che cercare di riprendersi da gravi malattie.
  4. L'assunzione di farmaci (soprattutto per molto tempo) può lasciare il segno sul fegato. Come sapete, qualsiasi medicina colpisce il fegato, quindi è molto importante mantenere il dosaggio corretto dei farmaci e non disturbare la frequenza di assunzione.
  5. Avvelenamento con varie sostanze di natura organica e inorganica: funghi velenosi, alcool, tabacco, sostanze chimiche, ecc.
  6. Effetti estremi. La causa di una malattia mortale può essere anche una lieve ustione sulla pelle, a cui semplicemente non verranno prese misure mediche appropriate. Inoltre: lesioni, perdita di sangue, allergie, shock settico e altri fattori possono essere la causa principale dell'insufficienza epatica.
  7. Anomalie nel funzionamento dei reni, tubercolosi, urolitiasi, pielonefrite, anomalie congenite e molto altro, sono cause di una malattia come il disagio renale-epatico.

La causa principale della malattia renale-epatica è la mancanza di equilibrio tra contrazioni e dilatazioni delle navi. La ragione della mancanza di equilibrio può servire come causa banale di abuso di alcool, così come di avvelenamento, sia alimentare che respiratorio. La malattia dell'insufficienza renale-epatica non è meno grave del danno solo al fegato, poiché si osserva un aumento della mortalità per questo tipo di malattia ogni anno.

Sulla base di tutte le cause, appare un complesso di sintomi della malattia. Quali sono questi sintomi e le loro caratteristiche principali daranno un'occhiata più da vicino.

I sintomi della malattia

I sintomi di insufficienza epatica sono i più diversi, ma sono i primi fattori, dopo la scoperta di cui è necessario affrettarsi dal medico. Le fasi iniziali della malattia si manifestano sotto forma di malessere generale del corpo, comparsa di mania e altre ansie motorie. Durante la flessione / estensione delle dita, si può osservare un sintomo di tremore, cioè segni laterali o tremori, che si verificano spesso durante i movimenti improvvisi.

L'insufficienza epatica ei suoi sintomi sono sempre accompagnati dallo sviluppo di ittero e neurite. Il paziente ha un innalzamento della temperatura fino a 40 gradi durante l'esacerbazione della malattia, oltre al gonfiore delle gambe. Un odore sgradevole, ma particolare, nasce dalla bocca, indicando l'inizio della formazione di trimetilammina e dimetil solfuro. C'è un disturbo del sistema endocrino, c'è un aumento della caduta dei capelli, fino alla calvizie, diminuzione della libido, atrofia dell'utero e delle ghiandole mammarie che si verificano nelle donne, separazione e sbriciolamento delle unghie. Nelle donne, l'insufficienza epatica in tenera età può influire negativamente sulla fertilità, cioè provocare lo sviluppo di infertilità.

Inoltre, l'intero periodo della malattia in un paziente ha un aumento del mal di testa, manifestazioni febbrili, vertigini, compresi svenimenti e uno stato aggressivo. Consideriamo più in dettaglio quali sintomi sono insiti nelle tre fasi della malattia.

Fasi di insufficienza epatica cronica

Spesso l'insufficienza epatica cronica è caratterizzata da quattro fasi, che hanno i loro sintomi.

  1. Lo stadio compensato è spesso asintomatico, ma i seguenti processi negativi sono osservati all'interno del corpo: un aumento della pressione nel sistema epatico, un trabocco di plessi venosi sull'addome e vene varicose. Nella fase iniziale, è possibile notare il vago aspetto degli asterischi vascolari sul corpo del paziente e il rossore dei palmi. Il paziente si rifiuta di mangiare cibo a causa del disgusto. C'è una leggera perdita di peso.
  2. Stadio scompensato a causa di un aumento dei sintomi della malattia. Cominciano a manifestarsi i primi segni della malattia: aggressività, disorientamento nella località, linguaggio confuso, tremito delle estremità. I parenti possono osservare un cambiamento significativo nel comportamento umano.
  3. Lo stadio distrofico è causato dal verificarsi di uno stupore. Il paziente diventa inadeguato, è molto difficile svegliarlo, e nei momenti di veglia, l'apatia viene periodicamente sostituita con l'eccitazione. Gonfiore del viso, delle gambe, accumulo di liquido nella cavità addominale. Inoltre, il paziente può comparire nei periodi mattutini o serali di sanguinamento dal naso o dal tratto gastrointestinale.
  4. Nella fase finale, il paziente ha l'aspetto del coma epatico, a causa del quale il paziente è incosciente, mentre non vi è alcuna reazione agli stimoli esterni del dolore. La visione del paziente diminuisce, si sviluppa lo strabismo, si verificano edema cerebrale e accumulo di liquidi. L'insufficienza epatica cronica si sviluppa in ciascun caso individuale in modi diversi, spesso per decenni.

I sintomi di uno sguardo acuto

L'insufficienza epatica acuta si verifica prevalentemente rapidamente con un quadro pronunciato dei sintomi. I seguenti sintomi sono inerenti a questa specie:

  • un'improvvisa apparenza di debolezza;
  • nausea, vomito e altri segni simili all'avvelenamento;
  • aumento della temperatura corporea;
  • la crescita di ittero, mentre è possibile vedere un cambiamento nel colore della pelle in giallo. Anche gli occhi del paziente diventano gialli;
  • odore del respiro;
  • diminuzione delle dimensioni del fegato, che si manifesta sotto forma di segni del dolore;
  • letargia, ansia e disturbi del linguaggio.

L'insufficienza epatica acuta è caratterizzata da un cambiamento nella composizione del sangue: vi è un aumento della bilirubina, che indica la scomposizione dell'emoglobina e la sua diminuzione, nonché una diminuzione dell'indice di protrombina.

È molto importante consegnare il paziente alla clinica in tempo utile per avere la possibilità di un effetto medico. Altrimenti, l'insufficienza epatica acuta può essere fatale alla scadenza.

Sintomi di malattia renale ed epatica

I sintomi di malattia renale ed epatica sono quasi identici a quelli sopra indicati, l'unica differenza è il danno renale, che indica il loro dolore e i seguenti sintomi:

  1. La presenza di dolore nel fegato prima e poi nell'area renale.
  2. Aumento della temperatura
  3. Segni di ittero.
  4. Eritrociti, proteine ​​e bile composto si trovano nelle urine.
  5. Si forma una diatesi emorragica, la cui causa è l'intossicazione del corpo.

Il principale pericolo della malattia renale-epatica è il coinvolgimento della patologia e di altri organi e sistemi: il tratto gastrointestinale, il sistema nervoso centrale, gli organi respiratori, ecc. Nella forma cronica, il funzionamento dei tessuti epatici si ferma, con conseguente tossine che iniziano ad essere eliminate attraverso il tratto gastrointestinale e i polmoni. Questa è una condizione anormale, quindi il corpo è sotto stress severo.

Prima di iniziare il trattamento, è importante diagnosticare correttamente la malattia. Quello che devi diagnosticare, puoi imparare dalla prossima sezione.

diagnostica

Se vengono rilevati tutti i sintomi sopra indicati, è necessario recarsi immediatamente in ospedale o chiamare un'ambulanza. La clinica avrà bisogno di una diagnosi per poter fare una diagnosi corretta. Prima di tutto, la diagnosi inizia con un sondaggio e un esame del paziente. Spesso questo non è sufficiente per fare la diagnosi corretta, quindi il medico prescriverà misure cliniche.

Le attività cliniche comprendono la donazione di sangue per la rilevazione di dati biochimici su bilirubina, fosfatazione alcalina, LDH, AST e ALT. Secondo questi indicatori, il medico rivela non solo la presenza di segni di malattia, ma anche a quale stadio si trova la malattia epatica. Maggiore è la performance, più attivo è il processo di scomposizione delle cellule epatiche, rispettivamente.

Inoltre, può essere richiesta un'ecografia, sulla base della quale può essere determinata la natura della malattia (acuta o cronica), la dimensione del fegato e la presenza di alterazioni strutturali e distrofiche.

Le seguenti misure diagnostiche non sono escluse:

Queste analisi e dati aggiuntivi daranno un'idea di come sono coinvolti altri organi e sistemi umani nel processo della malattia.

trattamento

Il trattamento dell'insufficienza epatica è una procedura piuttosto complicata e lunga, che dipende principalmente dallo stadio della malattia.

Un ruolo importante nel processo di trattamento è dato alla terapia infusionale, attraverso la quale viene fornita una corretta alimentazione e il corpo è disintossicato. È anche necessario migliorare la microcircolazione del fegato, normalizzare o ripristinare l'equilibrio dell'equilibrio acido-base.

Al paziente vengono assegnati lassativi e clisteri per pulire il tratto digerente dalle tossine e liberarsi della stitichezza. Un contagocce con una soluzione di glucosio, vitamine B6, B12 e acido lipoico viene somministrato ogni giorno.

Se la malattia è passata allo stadio del coma epatico, ricorrere agli effetti intensivi della droga. Lo scopo di queste attività è di mantenere la vita del paziente in modo che il fegato possa funzionare normalmente. Viene iniettata una soluzione di bicarbonato di sodio o di potassio e l'inalazione di ossigeno umidificato viene effettuata attraverso un catetere nasale. Se la pressione è ridotta, l'albumina viene iniettata per via endovenosa.

Il paziente deve essere in ospedale e sotto la supervisione delle infermiere. Oltre alle procedure mediche, sono soddisfatte le seguenti condizioni:

  • monitoraggio giornaliero degli esami del sangue per determinare la composizione dell'albumina;
  • monitoraggio urinario;
  • profilassi del piaghe da decubito;
  • condurre pesando giornalmente.

Le preparazioni di effetti di ipoammonio possono ridurre il livello di ammoniaca nel corpo.

Se un paziente ha una connessione per insufficienza renale, sarà necessario l'emodialisi oltre a rimuovere l'ammoniaca e altre tossine dal sangue, che in condizioni normali vengono neutralizzate dal fegato. Per edema o ascite, è necessaria la paracentesi, che aiuterà a rimuovere il fluido in eccesso dal corpo.

Oltre a tutto quanto sopra, per la normalizzazione del fegato sarà necessario il mantenimento di una corretta alimentazione e, più precisamente, l'osservanza della dieta.

dieta

La dieta nel trattamento della malattia del fegato è una procedura obbligatoria, dal momento che un colpo significativo porta il fegato dalla dieta sbagliata. La dieta include le seguenti procedure:

  1. Ridurre il livello di proteine ​​e grassi a 30 grammi al giorno e carboidrati a 300.
  2. Mangiare preferibilmente cibo vegetale, che include: frutta, verdura, miele, composte, gelatina.
  3. Cibo consumato solo in composizione liquida o semiliquida. Nello stesso momento è necessario mangiare un po ', ma ogni 2 ore.
  4. Il sale esclude dalla vostra dieta.
  5. Se non c'è edema, è necessario bere circa 1,5 litri di liquidi al giorno.

La dieta svolge un ruolo importante nel trattamento dell'insufficienza epatica, pertanto l'effetto combinato eliminerà i sintomi della malattia e tornerà alla vita sana precedente.

Se pensi di avere insufficienza epatica e sintomi caratteristici di questa malattia, i medici possono aiutarti: un epatologo, un gastroenterologo, un terapeuta.

Suggeriamo inoltre di utilizzare il nostro servizio di diagnostica online delle malattie, che seleziona le possibili malattie in base ai sintomi inseriti.

L'ittero è un processo patologico, la cui formazione è influenzata da un'alta concentrazione di bilirubina nel sangue. Per diagnosticare la malattia può sia adulti che bambini. Qualsiasi malattia può causare una condizione patologica del genere e sono completamente differenti.

L'epatite B virale è un disturbo virale di natura infiammatoria, che colpisce prevalentemente il tessuto epatico. Dopo che una persona si riprende da questa malattia, sviluppa un'immunità duratura per la vita. Ma è possibile la transizione della forma acuta di epatite B a progressione cronica. È anche possibile trasportare il virus.

La Fascioliasi è una elmintiasi extraintestinale causata dall'effetto patologico del parassita sul parenchima epatico e sui dotti biliari. Questa malattia è classificata come la più comune invasione elmintica del corpo umano. La fonte della malattia è l'agente patogeno, che può essere un colpo di fortuna epatico o un colpo di fortuna gigante. Inoltre, i medici identificano diversi modi per infettare un tale microrganismo.

La porpora trombocitopenica o il morbo di Verlgof è una malattia che si manifesta sullo sfondo di una diminuzione del numero di piastrine e della loro tendenza patologica ad attaccarsi ed è caratterizzata dalla comparsa di emorragie multiple sulla superficie della pelle e delle mucose. La malattia appartiene al gruppo di diatesi emorragica, è abbastanza rara (secondo le statistiche, 10-100 persone si ammalano all'anno). Fu descritto per la prima volta nel 1735 dal famoso medico tedesco Paul Werlhof, da cui ricevette il nome. Più spesso, tutto si manifesta all'età di 10 anni, mentre colpisce le facce di entrambi i sessi con la stessa frequenza, e se parliamo di statistiche tra gli adulti (dopo i 10 anni di età), le donne si ammalano due volte più degli uomini.

L'echinococcosi è un disturbo parassitario comune negli esseri umani. È distribuito in modo non uniforme in tutto il mondo. Frequenti casi di morbilità sono noti in quei paesi in cui prevale l'attività agricola. Echinococcus può attaccare qualsiasi organo nel corpo umano. L'echinococcosi si sviluppa nei bambini e negli adulti di diverse fasce d'età.

Con l'esercizio e la temperanza, la maggior parte delle persone può fare a meno della medicina.