Quali sono i sintomi e i segni della malattia del fegato e i principali metodi di trattamento?

Secondo le statistiche, la malattia epatica in Russia è al terzo posto dopo patologie neurologiche e cardiovascolari. Il fegato è la più grande ghiandola del corpo umano, che svolge le funzioni vitali più importanti. Questo organo funziona come un potente laboratorio biochimico che produce la bile (necessario per la normale digestione e la scomposizione dei grassi), deposita depositi di glicogeno, neutralizza i veleni e le tossine dal cibo. Il fegato prende parte a tutti i processi metabolici, al metabolismo delle vitamine, agli ormoni e al rafforzamento delle funzioni del sistema immunitario. Pertanto, è così importante mantenere la salute di questo organo, conoscere i principali segni di malattie del fegato e le loro cause.

Malattia del fegato - le cause principali

I tessuti epatici mostrano un'elevata resistenza agli effetti esterni avversi e hanno un elevato potenziale di rigenerazione. Questo è l'unico organo umano in grado di recuperare da solo. Ci sono casi in cui una persona è sopravvissuta e ha continuato a condurre una vita normale con una perdita del 70% del fegato. Tuttavia, sotto l'influenza di fattori nocivi, il potenziale del fegato è ridotto, il che porta all'emergere di varie patologie. Elenchiamo le cause principali che innescano il meccanismo della malattia:

  1. Intossicazione del corpo. L'assunzione sistemica di tossine e sostanze tossiche porta a danni al fegato. Ciò contribuisce al lavoro a lungo termine nelle industrie pericolose associate ai sali di metalli pesanti, piombo, mercurio, acidi e altri composti chimici. A volte per violazione delle funzioni del fegato è sufficiente l'esposizione a una sola fase di sostanze nocive in alte concentrazioni. Con effetti tossici, i segni di danno si sviluppano gradualmente, ma la malattia progredisce nel tempo e finisce con la necrosi cellulare, che porta alla comparsa di insufficienza renale.
  2. Ricevimento di medicine I farmaci lunghi e disordinati impoveriscono le cellule del fegato, che sono costrette a neutralizzare le sostanze tossiche contenute nei preparati. Antibiotici, farmaci antifungini, ormoni e farmaci usati nella chemioterapia hanno il più alto grado di epatotossicità.
  3. Infezioni virali. L'infezione da virus dell'epatite di diversi tipi (A, C, B) provoca processi infiammatori acuti o cronici nei tessuti del fegato e distrugge gradualmente l'organo, causando cirrosi. L'epatite di tipo B è considerata la più pericolosa e raramente si manifesta con sintomi gravi e diventa rapidamente cronica. I medici non hanno motivo di chiamarlo "un gentile assassino". La prognosi più favorevole accompagna l'epatite A (popolarmente chiamata "ittero"), che non ha uno stadio cronico e non provoca gravi danni al fegato.
  4. Malattie infettive e parassitarie. Quando viene infettato da parassiti (ascaris, echinococcus, Giardia), il fegato soffre di tossine rilasciate da loro nel corso dell'attività vitale. Se non trattati, i sintomi della lesione aumentano e sviluppano una malattia epatica cronica. Nei processi infettivi si verificano ascessi epatici, si formano formazioni cistiche, si sviluppano insufficienza epatica e altre patologie.
  1. Abuso di alcol L'uso sistematico ed eccessivo di alcool porta alla distruzione del tessuto epatico e della cirrosi alcolica, che è fatale.
  2. Errori nell'alimentazione. La passione per piatti grassi, fritti, speziati e speziati, spezie, carni affumicate e altri prodotti nocivi provoca una violazione del deflusso della bile. Di conseguenza, la stagnazione favorisce la formazione di calcoli nei dotti del fegato.
  3. Povera ereditarietà, le malformazioni sono alla base delle patologie dei dotti e dei vasi epatici. Anomalie nella struttura del corpo causano ipoplasia epatica, fermentopatia e altre anomalie.
  4. Lesioni all'addome e agli organi interni. In tali situazioni, i problemi epatici possono verificarsi non solo nei primi giorni dopo il fattore traumatico. Anche dopo alcuni anni, gli effetti della lesione possono ricordare la formazione di cisti o il gonfiore nel parenchima epatico.
  5. L'impatto delle radiazioni o radiazioni ionizzanti. Tale esposizione può causare il cancro delle cellule del fegato.
  6. I fattori che influenzano lo stato del fegato sono molti, ma la maggior parte di essi sono legati allo stile di vita che conduce una persona. E questo significa che eliminando l'influenza dannosa, una persona può proteggersi da molte malattie gravi.

Le malattie più comuni

Lo stato dei dotti biliari e della cistifellea, con cui questo organo interagisce, si riflette necessariamente nel lavoro del fegato. Pertanto, in medicina è consuetudine suddividere le patologie epatiche in primarie e secondarie.

Le lesioni primarie del fegato comprendono le malattie acute che si verificano nei tessuti, vasi del fegato e delle vie biliari:

  • epatite (virale, batterica, tossica, ischemica);
  • attacco al fegato;
  • trombosi venosa epatica;
  • cirrosi epatica;
  • pileflebity;
  • pylethrombosis;
  • malattie del fegato e della colecisti (colangite, colangioepatite).

Le seguenti condizioni sono riferite a malattie epatiche secondarie:

  • processi tumorali (benigni e maligni);
  • malattie concomitanti del sistema endocrino, nervoso o vascolare che causano cambiamenti nel fegato;
  • epatosi grassa, glicogenosi, emocromatosi;
  • patologie associate della colecisti e delle vie biliari (discinesia, colecistite, colelitiasi);
  • Infezioni parassitarie (ascariasis, echinococcosi, giardiasi, trichinosi, ofchirchiasi).

Questa classificazione delle malattie del fegato non è definitiva, nella scienza ci sono altre opinioni nell'approccio a questo problema. Inoltre, la classificazione delle malattie con lo sviluppo delle possibilità della medicina è in continua evoluzione e in corso di revisione.

I sintomi della malattia del fegato

Le malattie del fegato possono a lungo non riuscire ad affermarsi, poiché questo è uno degli organi più "silenziosi", in cui non ci sono terminazioni nervose responsabili dell'insorgere del dolore. I dolori gravi di solito compaiono già in gravi danni al fegato, quando crescono di dimensioni e iniziano a esercitare pressione sulla membrana fibrosa (capsula del glisson), in cui i punti del dolore sono concentrati. I sintomi caratteristici della malattia epatica sono i seguenti:

  • malessere generale, debolezza;
  • sensazione di pesantezza nel giusto ipocondrio;
  • pelle gialla e sclera;
  • decolorazione delle urine;
  • disordini di feci, cambiamento in coerenza e colore di feci;
  • gonfiore;
  • sudorazione eccessiva;
  • fragilità dei vasi sanguigni, comparsa di ematomi;
  • tendenza al sanguinamento;
  • sapore amaro in bocca al mattino, alito cattivo, placca sulla lingua;
  • un aumento del volume dell'addome, la comparsa di un pattern venoso su di esso;
  • eruzioni cutanee, prurito, sensazione di bruciore;
  • drammatica perdita di peso;
  • mal di testa, problemi di memoria, menomazioni mentali;
  • disturbi dei sistemi nervoso e ormonale;
  • un aumento delle dimensioni del fegato.

La maggior parte dei sintomi di cui sopra si verifica già nelle fasi successive della malattia, quando la malattia diventa cronica. Un segno caratteristico che indica un danno al fegato può essere intorpidimento dei muscoli, sensazione di freddo alle dita delle mani e dei piedi, un cambiamento nella forma delle unghie e la comparsa di macchie rosse simmetriche sui palmi. L'ittero si sviluppa più spesso sullo sfondo di epatite virale o tossica acuta. Con la cirrosi, il caratteristico colore itterico della pelle, della sclera e delle mucose si verifica già nelle fasi successive.

Con danni al fegato, i pazienti spesso lamentano una sensazione di bruciore, prurito della pelle o vampate di calore, accompagnato da abbondante sudore. Tali sensazioni di solito si verificano durante la notte e non consentono al paziente di addormentarsi. Il dolore severo nell'ipocondrio destro di solito si verifica con lesioni concomitanti della colecisti e dei dotti biliari, o si verificano in stadio avanzato di epatite e cirrosi.

Il decorso dell'epatite o della cirrosi può essere accompagnato da un leggero aumento della temperatura corporea. Se aumenta in modo significativo (oltre 39 ° C), ciò può indicare lo sviluppo di un processo purulento nei dotti biliari e nella cistifellea.

Da parte del sistema nervoso centrale, si verificano disturbi come stanchezza, sonnolenza, debolezza, apatia, perdita di memoria e concentrazione e disturbi del sonno. Il fatto è che le cellule nervose sono molto sensibili a una diminuzione della funzione neutralizzante del fegato. Le tossine e i prodotti metabolici non sono completamente eliminati e influenzano negativamente lo stato del sistema nervoso, causando sintomi di nevrastenia, letargia o irritabilità e sensibilità. I pazienti si lamentano di mal di testa, vertigini, insonnia, disturbi della sfera sessuale.

Pelle con malattie del fegato

Con danni al fegato si verificano cambiamenti caratteristici sulla pelle. Perde la sua elasticità, diventa pallido, asciutto e traballante. Ci sono gonfiore pronunciato nel viso e nelle estremità, una tendenza a manifestazioni allergiche (dermatiti, eczemi). Ci sono vari tipi di eruzioni cutanee sulla pelle sotto forma di elementi pustolosi, rash allergico o emorragico (porpora epatica).

Le malattie del fegato nelle donne sono accompagnate dall'apparizione di caratteristiche vene varicose sulla pelle e smagliature (smagliature sotto forma di sottili strisce bluastre nell'addome). Anche con poco effetto sulla pelle, possono apparire ematomi (contusioni) che non vanno via per molto tempo. La ragione di tali cambiamenti è lo squilibrio ormonale nel corpo femminile, in cui il fegato malato non può neutralizzare completamente gli ormoni steroidei.

Un'altra caratteristica caratteristica è il giallo della pelle, delle mucose e della sclera degli occhi. Inoltre, dovresti prestare attenzione ai punti caratteristici delle malattie del fegato:

  • la comparsa di macchie brunastre e rughe profonde sulla fronte tra le sopracciglia;
  • oscuramento della pelle nella zona delle ascelle;
  • occhiaie e gonfiore sotto gli occhi;
  • macchie marroni sulla pelle nella spalla destra e scapola;
  • l'aspetto di un'eruzione con le teste nere sugli avambracci e sul dorso della mano;
  • chiari punti simmetrici rossi delle palme (palme del fegato).

Questi segni indicano un decorso cronico di una malattia del fegato. Inoltre, le donne possono sperimentare una diminuzione della crescita dei capelli sotto le braccia e nella zona pubica o, al contrario, un'eccessiva crescita dei capelli, atrofia delle ghiandole mammarie e disturbi mestruali. E per gli uomini - assottigliamento del cuoio capelluto sulla testa, fino a completa calvizie, un disordine della libido.

Il prurito nelle malattie del fegato è un sintomo caratteristico. La causa di questa condizione diventa una violazione della funzione di disintossicazione del fegato. Di conseguenza, le sostanze nocive si accumulano nel corpo, le tossine entrano nel flusso sanguigno e con esso penetrano nella pelle, causando irritazione delle terminazioni nervose e prurito doloroso.

diagnostica

Se ci sono problemi con il fegato, è necessario sottoporsi a un esame completo per chiarire la diagnosi e iniziare il trattamento. Per fare questo, andare da un terapeuta, un epatologo o un gastroenterologo. I test diagnostici per le malattie del fegato si basano su metodi di laboratorio, invasivi e non invasivi.

In laboratorio effettueranno esami del sangue e delle urine (generali e biochimici), condurranno ricerche per identificare l'epatite o le cellule cancerose e, se necessario, eseguiranno test genetici e immunologici.

L'uso della tecnologia informatica è un metodo di ricerca moderno, indolore (non invasivo). Il paziente sarà riferito ad un ecografia degli organi addominali, nei casi dubbi sarà eseguito con risonanza magnetica (RM) o TC (tomografia computerizzata), che fornirà informazioni complete sulla condizione, la dimensione dell'organo, la struttura dei suoi tessuti e l'estensione della lesione.

Nei casi difficili, vengono utilizzati metodi invasivi - biopsia, laparoscopia o puntura percutanea, che aiutano a fare una diagnosi accurata.

Metodi di trattamento

Il complesso delle misure terapeutiche per le malattie del fegato è l'uso di farmaci, dieta, adattamento dello stile di vita. La terapia farmacologica si basa sull'uso di droghe nei seguenti gruppi:

  1. Preparazioni a base di erbe Per ripristinare la funzione del fegato sono farmaci ampiamente utilizzati a base di cardo mariano. Tali farmaci come Gepabene, Karsil, Silymarin, Silymar contengono estratti di questa pianta e sono utilizzati nel trattamento di epatite, cirrosi, colecistite o danno epatico tossico. Lo stesso gruppo include farmaci LIV-52 (a base di achillea e cicoria), Hofitol (a base di carciofo). Dal gruppo di integratori alimentari, la droga Ovesol è molto popolare.
  2. Fosfolipidi essenziali I rappresentanti di questo gruppo (Essentiale, Essentiale Forte, Essliver, Phosphogliv) aiutano a normalizzare i processi metabolici nelle cellule epatiche e ad accelerarne la rigenerazione e il recupero.
  3. Medicinali di origine animale. I rappresentanti di questo gruppo sono fatti sulla base di idrolizzati di fegato di bovini, hanno proprietà protettive e forniscono la disintossicazione e la pulizia del fegato. I farmaci popolari sono Hepatosan e Syrepar.
  4. Farmaci con aminoacidi. Questi sono medicinali come Heptral e Heptor. Mostrano un potente effetto antiossidante e anti-tossico, proteggono il fegato e accelerano il suo recupero.

Oltre alla terapia conservativa, viene utilizzata la ginnastica terapeutica, che consiste in una serie di esercizi appositamente progettati. Nelle patologie epatiche, hanno un effetto benefico sui processi metabolici, eliminano gli spasmi delle vie biliari, rafforzano i muscoli addominali e migliorano il funzionamento dei sistemi nervoso, digestivo e cardiovascolare. Esegui questi esercizi meglio sotto la guida di un istruttore esperto.

Un buon effetto dà l'uso di metodi di medicina tradizionale, basati sulla ricezione di decotti e tinture di erbe medicinali. Ma prima di iniziare il trattamento, assicurati di consultare il tuo medico, questo ti aiuterà ad evitare complicazioni indesiderate. Per il trattamento del fegato, vengono utilizzati farina di cardo, decotti di radici di tarassaco e carciofi, vengono utilizzate piante con proprietà coleretiche e diuretiche (rosa selvatica, foglie di fragola, erba di San Giovanni, seta di mais, ecc.). Leviron Duo, farmaco naturale di provata efficacia.

Ma di particolare importanza nel trattamento delle patologie epatiche è la dieta. Quale dovrebbe essere la nutrizione per le malattie del fegato, cosa è possibile e cosa non dovrebbe essere incluso nel menu del giorno? Raccomandazioni su questo argomento possono essere ottenute dal medico e dal nutrizionista.

Dieta per malattie del fegato

Con danni al fegato, la dieta è vitale. La dieta scelta correttamente aiuterà a normalizzare i processi di secrezione biliare e digestione, a ridurre il carico sull'organo malato ea ripristinarne le funzioni. La base di una dieta terapeutica dovrebbe essere proteine, carboidrati, vitamine e oligoelementi, l'assunzione di grassi deve essere ridotta al minimo. I seguenti prodotti sono consentiti per le malattie del fegato:

  • minestre a base di latticini, verdure, cereali per muco;
  • prodotti lattiero-caseari fermentati (senza grassi);
  • carne magra (pollame, coniglio, vitello);
  • frutti di mare e pesce (varietà a basso contenuto di grassi);
  • pasta, cereali (grano saraceno, orzo, farina d'avena);
  • omelette proteiche al vapore;
  • insalate di verdure fresche con olio vegetale;
  • verdure, frutta fresca, verdura.

Non è consigliabile utilizzare il pane fresco, è meglio asciugarlo, fare crackers e non mangiare più di 2-3 fette al giorno con il primo piatto. Un altro requisito importante riguarda il metodo di cottura. Gli alimenti fritti devono essere completamente esclusi dalla dieta, si consiglia di cuocere a vapore, cuocere o cuocere al forno. Inoltre, è necessario monitorare la conformità con il regime idrico e bere almeno 1,5 litri di liquidi al giorno. Utile tè verde e alle erbe, composte, bevande alla frutta, acqua minerale (consigliato dal medico).

Cosa è proibito?

Per le malattie del fegato, il divieto si applica ai seguenti prodotti:

  • pasticcini, muffin, pasticcini, pane bianco fresco;
  • ricchi brodi, carne e pesce grassi;
  • dolci, caramelle, cioccolata;
  • prodotti semilavorati, cibo in scatola;
  • carne affumicata, salsicce;
  • alcol;
  • soda dolce;
  • forte caffè nero e tè;
  • salse grasse; grassi animali;
  • spezie e condimenti;
  • fagioli;
  • farina d'avena proveniente da orzo, mais, orzo e miglio;
  • ravanello, ravanello, aglio, rapa, cavolo bianco, acetosa, cipolle, spinaci;
  • uva, pomodoro, succo d'arancia.

Dal menu dovresti escludere le verdure con fibre grossolane, alcune bacche e frutti (agrumi, ribes, mirtilli rossi, lamponi, uva), abbandonare completamente qualsiasi bevanda, anche a bassa gradazione alcolica. Una tale dieta dovrebbe diventare uno stile di vita, dovrebbe essere tenuta costantemente, quindi, in combinazione con il trattamento farmacologico, aiuterà a ripristinare le funzioni del fegato.

Prevenzione delle malattie del fegato

Prevenire le malattie del fegato aiuterà misure come un'alimentazione corretta e adeguata, il rifiuto delle cattive abitudini, l'aderenza al lavoro e al riposo, aumenterà l'attività fisica, lo sport. Cerca di utilizzare solo prodotti freschi e sani, elimina completamente l'alcol dalla tua vita, abbandona l'uso incontrollato dei farmaci.

Per prevenire l'infezione da virus dell'epatite, è necessario eliminare il sesso non protetto e avere un solo partner affidabile e sano. Quando si lavora in industrie pericolose, è assolutamente necessario osservare le precauzioni di sicurezza quando si lavora con sostanze tossiche e usare dispositivi di protezione individuale.

Ricorda che la malattia del fegato è una seria minaccia per la salute. Pertanto, si dovrebbe cercare aiuto medico in modo tempestivo, quando compaiono i primi segnali di avvertimento che indicano una violazione delle funzioni del fegato.

I primi sintomi di problemi al fegato che non dovrebbero essere ignorati

Negli ultimi anni, le statistiche indicano un costante aumento del numero di malattie del fegato in gruppi di età molto diversi. Provocare questi disturbi può essere una varietà di ragioni. Disturbi metabolici (ad esempio, obesità), intossicazione con sostanze chimiche o medicinali, cattive abitudini, infezioni, lesioni, crescita di tumori maligni o benigni - tutti questi fattori possono influenzare la struttura del fegato e causare una violazione delle sue funzioni, il cui valore per la normale attività di vita è difficile da sovrastimare.

I segni della patologia di questo organo vitale sono molto diversi, ed è spesso per loro che il dottore riesce in tempo a sospettare lo sviluppo della malattia, a effettuare l'esame necessario del paziente e a prescrivere un corso di terapia. Allo stesso tempo, il pericolo di alcune malattie del fegato sta nel fatto che nelle fasi iniziali sono quasi asintomatiche e la malattia è già rilevata in quelle fasi in cui lo specialista deve esercitare il massimo sforzo per correggere i cambiamenti che si sono verificati.

Ecco perché la diagnosi precoce delle patologie epatiche è così importante per il mantenimento della salute e richiede l'attenzione più attenta, sia dal paziente che dal medico. In questo articolo vi presenteremo i principali primi sintomi delle patologie di questo organo. Questa conoscenza ti aiuterà in tempo a sospettare l'inizio dello sviluppo della malattia, e tu, avendo contattato il medico, non permetterne la progressione.

16 sintomi di problemi al fegato che non dovrebbero essere ignorati

Segni di interruzione della funzione di questo organo vitale possono manifestare una serie di sintomi caratteristici. Il grado della loro gravità e combinazione dipenderà dal tipo specifico di malattia, dalla sua gravità e dalla presenza di altre patologie associate.

Nella maggior parte dei casi, è possibile sospettare un malfunzionamento del fegato a causa di tali sintomi caratteristici:

  • Pain. La natura del dolore nelle patologie del fegato può essere diversa. Di regola, sono localizzati nell'ipocondrio destro e possono essere somministrati alla scapola destra o alla regione interscapolare.

Dolori minori di natura lamentosa o inarcata, accompagnati da sensazioni di pesantezza, possono segnalare il verificarsi di una patologia lenta di origine infiammatoria, tossica o di altra natura. Di solito, in questi casi, il paziente non può indicare una posizione chiara per la localizzazione del dolore, e questo tipo di sensazione dolorosa è provocata da un aumento delle dimensioni dell'organo e da un allungamento eccessivo della sua capsula.

Dolore più intenso nell'ipocondrio destro si verifica con gravi processi purulenti e infiammatori, lesioni o con la comparsa di calcoli nei dotti biliari. Sensazioni dolorose pronunciate, dolorose e acute appaiono con colica epatica. Sono causati dal movimento delle pietre nei dotti biliari e sono osservati nei calcoli biliari.

L'assenza di dolore nell'area dell'ipocondrio destro può essere osservata in caso di processi patologici lenti nel fegato (ad esempio, in caso di cirrosi epatica o epatite C). Tali patologie possono passare inosservate a lungo e vengono rilevate solo nelle fasi successive della malattia.

Il dolore nell'ipocondrio destro è spesso causato dall'assunzione di cibi grassi, speziati, fritti e affumicati, dall'alcool o dallo sforzo fisico.

  • Nausea e vomito. Questo sintomo è caratteristico di molte malattie dell'apparato digerente, ma nelle patologie epatiche è più pronunciato. Sullo sfondo della nausea, i pazienti notano spesso disturbi significativi nel loro appetito (può scomparire completamente), avversione a certi cibi (specialmente cibi grassi), dolore nell'ipocondrio destro e comparsa di diarrea. A volte la nausea si conclude con il vomito, che dà al paziente un sollievo temporaneo. Nelle patologie del fegato nel vomito si possono osservare impurezze della bile.
  • Fioritura gialla sulla lingua. Nelle malattie del fegato, la lingua è spesso coperta da una fioritura gialla. Il grado della sua intensità e l'intensità della colorazione dipendono dal tipo di malattia. Nelle prime fasi dell'epatite, l'ittero può comparire sulla parte anteriore della lingua. La densa fioritura giallo-verde può indicare gravi patologie dell'apparato digerente, del fegato o delle vie biliari e la fioritura gialla indica spesso il ristagno della bile.
  • Aumento della temperatura Questo sintomo è la risposta difensiva del corpo a un agente patogeno. Nelle patologie del fegato (epatite, cirrosi), la temperatura di solito sale a 38 ° C e si mantiene a 37-37,5 ° C. A volte rimane nell'intervallo normale durante il giorno e si alza solo di sera. Un quadro leggermente diverso si osserva nelle malattie delle vie biliari - la temperatura corporea sale a numeri più alti (39 ° C e oltre) ed è spesso accompagnata da contrazioni muscolari (muscoli scheletrici e facciali).
  • Amarezza in bocca Questo sintomo è caratteristico di molte patologie (compreso il tubo digerente) e può essere di natura diversa. Per problemi al fegato, è causato dal passaggio della bile dallo stomaco all'esofago. L'amaro in bocca può manifestarsi con giardiasi, epatite virale, steatosi, cirrosi o tumori epatici. Spesso questo sintomo è causato da situazioni stressanti e dall'assunzione di determinati farmaci o viene osservato in caso di malattie della cistifellea o dei dotti biliari e degli organi del tratto gastrointestinale. Ecco perché per identificare le cause dell'amarezza nella bocca, viene sempre effettuata una diagnosi differenziale delle patologie epatiche con malattie di altri organi.
  • Disturbi dispeptic. La bile prodotta dal fegato assicura una digestione normale, e malfunzionamenti in questo organo possono portare a tali disturbi dispeptici: respiro di pesce o odore dolciastro, dolore addominale e ipocondrio destro, diarrea o stitichezza, flatulenza e gonfiore, nausea e vomito. Successivamente, disturbi digestivi causati da patologie del fegato, possono portare allo sviluppo di malattie di altri organi del tratto gastrointestinale.
  • Giallo di pelle, sclera e mucose. Tali segni di patologie epatiche sono provocati dall'accumulo nel sangue e nei tessuti dei pigmenti presenti nella bile. Questi sintomi sono spesso osservati in epatite di varia natura o cirrosi e sono accompagnati da scolorimento fecale e oscuramento delle urine. L'ittero può anche essere osservato nella colelitiasi, ed è per questo che, per chiarire la diagnosi, al paziente vengono prescritti ulteriori test strumentali e di laboratorio.
Nelle persone che soffrono di malattie del fegato, la pelle può diventare itterica.
  • Cambiamenti nel colore delle urine. Con la cirrosi epatica ed epatite, il livello di bilirubina aumenta nel sangue. Successivamente, viene espulsa attraverso i reni e colora l'urina in un colore scuro (acquisisce un accenno di birra scura). Un altro segno di danno epatico può essere la comparsa di una schiuma gialla sulla superficie dell'urina (appare quando è agitata).
  • Scolorimento delle feci. Il colore chiaro delle feci può essere osservato in alcune malattie del fegato, del pancreas e dei dotti biliari o causato dall'assunzione di farmaci e cibi eccessivamente grassi. Nelle malattie del fegato, la decolorazione fecale viene osservata per diversi giorni ed è accompagnata da ulteriori sintomi (febbre, dolore o disagio nell'ipocondrio destro, nausea, urine scure).
  • Cambiamenti nella pelle. Oltre all'itterizia, molte patologie epatiche possono essere accompagnate da altri cambiamenti nella pelle. Possono essere osservati in diversi stadi della malattia.

Con la cirrosi biliare e altre patologie, accompagnate da congestione della bile nel fegato, il paziente può avvertire prurito della pelle. Questo sintomo porta a graffi e piccole abrasioni sulla superficie della pelle.

Le violazioni della secrezione biliare normale possono portare alla comparsa di iperpigmentazione in varie parti del corpo. Il paziente può sviluppare macchie pigmentate di sfumature marroni (di vari gradi di intensità) o macchie di iperpigmentazione sui palmi, nell'inguine e / o sotto le ascelle nel colore grigio fumo o bronzo.

Con la cirrosi e altri disturbi cronici del fegato, sulla pelle possono comparire delle "vene varicose". Si trovano spesso sulle guance o sulla schiena e si formano a causa di disturbi metabolici e di una violazione della struttura delle pareti dei capillari (diventano più fragili e fragili). Con un lungo e grave decorso di tali malattie, possono verificarsi lividi sul corpo del paziente, che si verificano dopo una leggera pressione sulla pelle.

Le lesioni autoimmuni del fegato e l'epatite infettiva possono portare alla comparsa di varie eruzioni cutanee di natura allergica o infiammatoria. Successivamente, il paziente può sviluppare malattie della pelle come psoriasi, eczema e dermatite atopica.

Nelle patologie del fegato (cirrosi ed epatite) si può osservare un sintomo come "palmi del fegato": macchie rosse si trovano sulla pelle dei palmi e dei piedi, situati sulle altezze o sui bordi. Tale arrossamento si attenua con la pressione e diventa rapidamente rosso se la pressione sulla pelle cessa.

Con patologie del fegato, accompagnate da una violazione del deflusso della bile e un aumento del livello di grassi nel sangue, gli xantomi possono apparire sulle palpebre, mani e gomiti delle mani, ginocchia, piedi, glutei e sotto le ascelle. Queste formazioni sono placche giallastre che si trovano per via intracutanea.

Il danno epatico è spesso accompagnato da ipo e avitaminosi. La mancanza di vitamine causa aree di secchezza e desquamazione sulla pelle, crepe negli angoli della bocca e macchie della lingua in un lampone.

Un disturbo metabolico che accompagna molte patologie epatiche croniche può portare a macchie bianche o strisce sulla superficie delle unghie. Tali cambiamenti sono spesso osservati in pazienti con epatite cronica o cirrosi.

Grave distruzione del fegato (ad esempio, in caso di cirrosi) può provocare ascite, accompagnata da un eccessivo allungamento della parete addominale e dall'accumulo di liquido nella cavità addominale. Successivamente, le striature (smagliature) appaiono sulla pelle dell'addome del paziente.

  • Cambiamenti nei livelli ormonali. Malattia epatica cronica può portare allo sviluppo di squilibrio ormonale, che è accompagnato da perdita di capelli sotto le ascelle e peli pubici. Negli uomini, il livello di androgeni diminuisce e vi sono segni di femminilizzazione - un aumento delle ghiandole mammarie, atrofia dei testicoli, crescita dei capelli di tipo femminile, diminuzione del desiderio sessuale e impotenza. Elevati livelli di estrogeni nelle donne possono provocare un'eruzione cutanea, aggravare i segni della sindrome premestruale, causare lo sviluppo di tumori ormono-dipendenti e disturbi mestruali.
  • Tendenza a sanguinare. Disturbi a lungo termine nel funzionamento del fegato (ad esempio, nell'epatite) possono portare ad una diminuzione della sintesi di molti fattori di coagulazione del sangue. In questi casi, il paziente può sperimentare vari tipi di emorragia interna spontanea (stomaco, intestino, ecc.), E sangue dal naso, pesante ciclo mestruale, tendenza al sanguinamento delle gengive, ecc.
  • Sanguinamento dalle vene dell'esofago. Con la cirrosi epatica, vi è un aumento della pressione nella vena porta (ipertensione portale), che può portare a sanguinamento dalle vene dell'esofago. Il paziente inizia a emettere sangue scuro dalla bocca (a volte sotto forma di coaguli). Questo sintomo è spesso assunto da alcuni pazienti per segni di sanguinamento da parte dello stomaco o degli organi respiratori.
  • Sintomo "testa di medusa". L'aspetto di questo sintomo è associato allo sviluppo di ipertensione portale che accompagna la cirrosi. Di conseguenza, le vene dilatate e chiaramente visibili appaiono sulla parete addominale anteriore.
  • Disordini nel sistema nervoso. Le patologie epatiche acute e croniche sono accompagnate da un rallentamento nei processi di disattivazione ed eliminazione dell'ammoniaca dal corpo. La ricezione di questa sostanza nel sangue porta allo sviluppo di vari disturbi neurologici: grave affaticamento, sonnolenza, disturbi del sonno, ansia eccessiva o letargia, disturbi della memoria, tremori delle dita, cambiamenti di personalità e convulsioni.
  • Intossicazione. La distruzione del fegato causata da processi infettivi, immunitari e neoplastici, porta allo sviluppo di intossicazione. I pazienti presentano tali disturbi e sintomi: debolezza, perdita di appetito, dolore alle articolazioni e ai muscoli, febbre, placche della lingua e perdita di peso.

Tutti i suddetti sintomi possono indicare la presenza di patologie del fegato e sono un motivo per andare dal medico-gastroenterologo o da un epatologo. Dopo aver esaminato e intervistato il paziente, lo specialista sarà in grado di redigere il piano più efficace per un ulteriore esame, che consenta una diagnosi accurata. Per questo, il paziente può essere raccomandato di condurre tali metodi di laboratorio e strumentali di esame:

  • biochimica del sangue;
  • Test FibroMetr®;
  • esami del sangue per i marcatori del cancro del fegato;
  • esami del sangue per epatite virale;
  • ultrasuoni;
  • risonanza magnetica;
  • Scansione TC;
  • test immunologici;
  • biopsia epatica, ecc.

Un piano per il trattamento delle malattie del fegato viene elaborato individualmente per ciascun paziente, dopo aver analizzato tutti i dati degli studi diagnostici. Può includere metodi terapeutici e chirurgici.

Non ritardare una visita dal medico quando si identificano i primi sintomi di problemi al fegato. La tua vigilanza, una diagnosi accurata e una terapia tempestiva ti libereranno dalle gravi complicazioni causate dalle malattie di questo organo vitale. Ti benedica!

Quale dottore contattare

Se compaiono sintomi come quelli elencati nell'articolo, puoi rivolgerti prima a un medico generico che prescriverà test e ulteriori metodi di indagine. Quindi il paziente viene inviato per la consultazione al gastroenterologo. Se possibile, è consigliabile prendere un appuntamento con uno specialista di epatite, un epatologo. Può essere necessaria un'ulteriore consultazione con un oncologo, uno specialista in malattie infettive (per epatiti virali e malattie parassitarie).

Notizie su salute, medicina e longevità

Informazioni interessanti, utili e necessarie per la tua salute.

Il ruolo del fegato è difficile da sovrastimare. La sua funzione principale è la neutralizzazione delle sostanze nocive che entrano nel corpo o si formano in esso durante la sua vita. Il nostro benessere e la nostra salute dipendono da quanto efficacemente il fegato affronta i suoi compiti. Malfunzionamenti del fegato portano a una varietà di malattie. Come determinare lo stato di questo importante organismo per agire in tempo?

Fegato - timido

La difficoltà di diagnosticare molte malattie del fegato è che per il momento molti di loro sono asintomatici. Il fatto è che nel fegato stesso non ci sono terminazioni nervose e non può farsi male, anche se la malattia è già iniziata. A causa della mancanza di una evidente sindrome del dolore, è possibile saltare l'insorgere di una grave malattia. Ma tutto non è così fatale - molte malattie del fegato possono essere identificate da segni indiretti, nonostante tutta la sua modestia, il fegato ci segnala ancora i problemi con tutti i mezzi disponibili. Quindi, sul nostro sito web a2news.ru diamo i segni più tipici di possibili problemi.

Debolezza e stanchezza

Certo, da soli, debolezza e stanchezza non parlano di nulla. Possono essere una conseguenza di una malattia recente, problemi di pressione, un segno di insufficienza cardiovascolare, gastrite. Potrebbero essere un segno di un freddo imminente. In breve, qualsiasi malattia può causare debolezza.

Ma se non ci sono tracce di una malattia infettiva, una persona riceve costantemente abbastanza sonno, va a letto in tempo e non soffre di malattie cardiache, ma sperimenta costantemente debolezza, affaticamento, malessere senza motivo, quindi vale la pena controllare il fegato. Questo stato indica l'intossicazione del corpo. Il fegato è responsabile della neutralizzazione delle tossine. Non appena cessa di far fronte a questo, i sintomi dell'autoavvelenamento del corpo aumentano. Da qui il primo sintomo: debolezza e affaticamento.

Fa ancora male?

Il dolore nell'ipocondrio destro può indicare un malfunzionamento del fegato. In questo caso, non fa assolutamente male. Le terminazioni nervose non sono nel fegato, ma nella guaina di copertura. Un aumento delle dimensioni del fegato a causa della malattia porta allo stiramento delle membrane dei suoi lobi e alla comparsa del dolore.

In questo caso, il dolore non è mai acuto. È stupida, poco chiara, ma persistente e di lunga durata. L'aumento dei problemi porta al fatto che il dolore può diventare permanente, dolorante. Può essere rafforzato con i movimenti. Inoltre, il dolore può essere dato sotto la scapola destra e nella parte posteriore. Pertanto, se hai spesso dolori alla schiena o alla spalla, non dovresti incolpare di tutto l'osteocondrosi - ha senso controllare il fegato.

Il dolore grave e angosciante non è la prova di una malattia al fegato, ma dei problemi del vicino, della colecisti e delle vie biliari. Il dolore grave, aggravato dalla pressione, parla di colecistite purulenta. In questo caso, è ora di chiamare un'ambulanza.

Pesantezza nel lato

Un'altra caratteristica caratteristica. Può accompagnare la colecistite cronica. Se la gravità si preoccupa costantemente, vale la pena sottoporsi ad un esame dettagliato: questo sintomo è caratteristico della cirrosi epatica nella fase iniziale, dell'epatite e dello sviluppo dei tumori.

Problemi di pelle

La pelle è uno specchio della salute del fegato. Eventuali problemi con esso prima o poi influenzano le condizioni della pelle. E non è sorprendente - il fegato smette di distruggere le tossine come dovrebbe, e la pelle, come organo escretore, prende in consegna parte del lavoro. Ma lei non può lavorare in tale modo per molto tempo, quindi lei stessa inizia a soffrire molto presto.

Quindi, pensa al fatto che il fegato non è in ordine, è necessario, se trovi i sintomi descritti di seguito.

Le vene del ragno cominciarono ad apparire sul corpo. Più di loro, peggio si sente il fegato. Soprattutto vale la pena preoccuparsi se le stelle appaiono sulle guance o sulla schiena.

I punti appaiono sul corpo. Un cambiamento nella pigmentazione parla quasi sempre di problemi al fegato. Inoltre, il colore della pelle può variare in certi punti. Una tinta bronzea o grigio cenere della pelle nei palmi e nelle ascelle dovrebbe richiedere un esame immediato. Pallore della pelle non parla solo di anemia - la cirrosi e l'epatite possono benissimo causarlo. Ma non fatevi prendere dal panico, se c'è solo pallore. Questo può essere una proprietà della pelle o una conseguenza della carenza di ferro o di altri problemi non terribili. La preoccupazione è, se il pallore persistente è combinato con altri segni di malattia del fegato.

Appaiono lividi sul corpo: cirrosi cronica del fegato può portare a alterata coagulazione del sangue e fragilità capillare. In questo caso, anche una leggera pressione può causare lividi sul corpo.

Placche sul corpo Se ci sono problemi con il deflusso della bile, possono apparire placche sulle palpebre, sui piedi, sui gomiti, circondate da una pelle giallastra.

Palme rosse Un chiaro segno di epatite e cirrosi è la decolorazione delle palme e delle piante dei piedi. Arrossiscono. Se li premi, la pelle diventerà bianca per prima, ma poi diventerà di nuovo rossastra.

Pelle gialla Questo è l'unico segno che tutti conoscono. Infatti, con problemi al fegato, si osserva spesso l'ingiallimento della pelle, la sclera degli occhi e le mucose. Ciò è dovuto al fatto che il fegato cessa di legare la bilirubina e di rimuoverla e si accumula nella pelle. Molto spesso, la pelle diventa gialla con epatite e cirrosi. Tuttavia, non sempre è necessario essere spaventati immediatamente, specialmente quando si tratta di ingiallire un bambino. Vale la pena ricordare se una persona ingiallita non ha mangiato molte carote ultimamente ed era interessata al trattamento con succo di carota. L'eccessiva assunzione di carotene causa ittero carotene, che assomiglia ad ittero epatico.

Perdita di capelli Spesso, la malattia del fegato è accompagnata da perdita di capelli. Questo perché le malattie del fegato portano allo sviluppo di uno squilibrio ormonale - il fegato è coinvolto nella produzione di insulina e rimuove anche l'eccesso di estrogeni dal corpo. Per modificare l'equilibrio ormonale dei capelli reagire prima.

prurito della pelle. Questo è un sintomo molto comune.

Fegato e apparato digerente

Spesso, la malattia del fegato ha tutti i sintomi delle malattie dell'apparato digerente. Pertanto, l'aspetto di sgabello instabile, diarrea irragionevole, bruciore di stomaco, sapore sgradevole in bocca, vomito e nausea devono allertare e costringere a recarsi dal medico.

I segni caratteristici dei problemi al fegato comprendono lo scolorimento dell'urina al giallo scuro e lo scolorimento delle feci. Di norma, questo indica lo sviluppo della malattia di Botkin e di altri tipi di epatite. In combinazione con la pelle gialla - prova quasi accurata della presenza di epatite A.

Segni anormali di malattia del fegato

A volte i sintomi della malattia del fegato possono indicare sintomi che sembrano essere completamente estranei ad esso. Molti saranno sorpresi, ma i disturbi mestruali nelle donne possono parlare di problemi al fegato. Anche se si scava più in profondità, non c'è nulla di strano in esso - il fegato rimuove gli estrogeni in eccesso dal corpo. Le violazioni del suo lavoro portano a una violazione dell'equilibrio ormonale nel corpo.

Inoltre, negli uomini, la malattia del fegato può causare problemi con l'erezione e persino l'impotenza. Questa è anche una conseguenza dei disturbi ormonali.

Vale anche la pena prestare attenzione alla comparsa di acne in età adulta. L'acne è spesso un segno di squilibrio ormonale o funzione epatica.

I segni non caratteristici della malattia del fegato comprendono l'emergere di una forte sete, così come la visione offuscata, l'intolleranza ai cibi grassi, la flatulenza. Questi segni dovrebbero essere considerati insieme al resto. E se ci sono molti più segni di malattia del fegato, dovresti fare un esame.

Uno dei segni caratteristici di problemi al fegato è la febbre persistente di grado basso per diversi mesi senza segni di raffreddore o altre malattie infettive. Se la temperatura è segnata a 37 gradi - è necessario controllare il fegato - questo può essere un segno di cirrosi epatica. Un forte aumento della temperatura ad alti limiti indica processi purulenti e colecistite acuta.

Cause della malattia epatica

Questa è una domanda piuttosto complicata. Si ritiene che la malnutrizione, l'abbondanza di cibi grassi, l'aderenza alle diete, lo stress, l'abuso di alcool, l'uso di alcuni farmaci porti a malattie del fegato. Ma non è tutto. In alcuni casi, varie infezioni, parassiti, per esempio, la giardiasi, una predisposizione ereditaria, possono portare a malattie.

I sintomi della cirrosi e dell'epatite

Dovresti prestare attenzione ai seguenti segni: aumento dell'esaurimento senza causa, specialmente se non vi è alcun cambiamento nell'alimentazione, giallo periodico, nausea, affaticamento, dolore al lato, prurito, gonfiore e comparsa di vene nell'addome. I segni indiretti possono essere cambiamenti nel metabolismo del colesterolo, disturbi visivi e dolore alle articolazioni.

L'epatite cronica può manifestarsi inizialmente debolezza, affaticamento, ittero e prurito della pelle.

Segni di tumori

Un tumore maligno può essere sospettato se vi è un forte esaurimento per diversi mesi in combinazione con dolore nella parte destra. In questo caso, il dolore può essere grave o molto debole. I tumori benigni spesso si presentano completamente asintomatici.

Segni di un ascesso epatico

La ragione per lo sviluppo di un ascesso può essere parassiti nella cavità del fegato o infezioni batteriche. Il segno principale qui può essere una temperatura elevata a lunga durata. Allo stesso tempo non ci sono segni di raffreddore. In combinazione con la temperatura appare dolore nel lato destro, che viene sentito con la pressione.

La malattia epatica può essere molto pericolosa e portare a un risultato triste per tutta la vita. Pertanto, è molto importante notarli in tempo e iniziare il trattamento. E in questo caso è molto utile conoscere i sintomi, indicando problemi al fegato.

Segni di scarsa funzionalità epatica

Il fegato è il principale laboratorio biochimico del corpo. Grazie al lavoro attivo del fegato, si verifica una costante purificazione del sangue, della linfa, del corpo nel suo insieme da una varietà di tossine, sostanze cancerogene, prodotti di scarto ("scorie"). Al fine di controllare l'età biologica al fine di rafforzare il sistema immunitario, per raggiungere la longevità attiva è molto importante valutare correttamente le condizioni del fegato.

Allo stesso tempo, il fegato è il principale capofamiglia del corpo, da allora l'assorbimento dei prodotti digestivi intrappolati nel sangue dipende dal lavoro del fegato.
Il fegato è il nutrizionista principale del tuo corpo, perché mantenere il livello richiesto di molti micronutrienti nel sangue (vitamine, microelementi), che un buon fegato si accumula quando è in eccesso con il cibo, e quando è insufficiente, viene rilasciato nel sangue.
Il fegato è il principale immunologo del tuo corpo, perché fornisce il più importante sistema immunitario funzionante il più importante - aminoacidi e proteine ​​per la sintesi di immunoglobuline, interferone (alfa, betta, gamma), anticorpi.
Cosa ne pensi di cosa provengono le cellule immunitarie? Salgono direttamente carne, pesce o carote? Ti stai sbagliando. Il tuo nutrizionista dipende dalla corretta introduzione qualitativa e quantitativa dei prodotti nel corpo. Da un gastroenterologo: il corretto assorbimento e rilascio di prodotti digestivi nel sangue. Sul tuo cardiologo dipende dalla consegna del dotto nel midollo osseo. E solo qui appare il tuo immunologo, che dirigerà i tuoi piatti scelti per la sintesi delle cellule immunitarie o la sintesi di interferone endogeno, anticorpi. L'immunità non è solo una pillola inghiottita! Questa è arte! Da qui il risultato finale: migliorare e rafforzare il sistema immunitario dipende dallo stato e dal lavoro del fegato!
In generale, il fegato svolge più di 500 funzioni metaboliche nel corpo, partecipando praticamente a qualsiasi processo.
Parlando con i pazienti, ho notato che la maggior parte delle persone non sospetta nemmeno che il loro stile di vita crei le condizioni per l'insorgenza di malattie croniche del fegato. Provocato lo sviluppo dei fenomeni di epatite cronica. E poi si lamentano e cercano modi per migliorare e rafforzare il sistema immunitario. E prima di rafforzare, rafforzare il sistema immunitario, devi fornire tutti gli ingredienti necessari per il tuo sistema immunitario, per garantire un lavoro pieno ed efficace.
Come determinare la condizione del fegato? Molto semplice Per fare ciò, è necessario valutare lo stato del fegato in base alla presenza di piccoli segni di malfunzionamento del fegato. Valutare lo stato del fegato è il primo passo verso la prevenzione della qualità e il trattamento delle malattie croniche del fegato. E migliorare l'immunità.
Segni di insufficienza epatica
1. Cambiamenti di carattere. Uno dei primi segni di disfunzione epatica è un cambiamento nel carattere. Da tempo si è creduto che le persone con irritabilità aumentata, incline alla rabbia, hanno un fegato "cattivo". La propria pratica medica mostra che queste persone - circa il 95%. Inoltre, la maggior parte dei pazienti considera ciò una conseguenza di conflitti sul lavoro o a casa, una crisi economica o politica e non uno stato alterato del fegato.
Lo stato è interdipendente: l'aumentata irritabilità provoca il rilascio di ormoni dello stress, riduce il flusso sanguigno e, di conseguenza, interrompe le funzioni e la funzione del fegato nel suo complesso. Una rottura del fegato contribuisce ad aumentare l'ingresso di tossine dall'intestino nel flusso sanguigno invece di prodotti di digestione (proteine, grassi, carboidrati, vitamine, microelementi). L'incapacità del fegato di neutralizzare i prodotti del metabolismo proteico (ammoniaca), che arrivano al cervello con la malnutrizione del tessuto cerebrale e determina l'aspetto di una maggiore irritabilità.
2. Sovrappeso o obesità. Con una rottura a lungo termine delle funzioni di scambio e disintossicazione del fegato, riducendo la rimozione delle tossine prodotte nel corpo con la bile, appare il sovrappeso, si sviluppa una "scorza di limone". Questi segni sono più spesso nelle donne, ma possono essere negli uomini. Trattare l'obesità non è così facile come sembra.
3. Ipotensione. Bassa pressione sanguigna in età giovanile (distonia vegetativa-vascolare di tipo ipotonico 90/60 mm Hg. Art.) Si sviluppa spesso per diversi motivi.

Il primo L'ipotensione può essere associata a debolezza del sistema venoso, a seconda del lavoro del fegato. È nel fegato che viene prodotta la proteina dell'angiotensinogeno, che aumenta il tono delle pareti vascolari. Con la sua sintesi insufficiente, il volume del letto venoso aumenta e il cuore non è in grado di aumentare il livello della pressione sanguigna di un piccolo volume di sangue. La condizione è esacerbata quando, nel tentativo di aumentare la pressione sanguigna, cercano di assumere adattogeni a dosi più elevate. Nelle condizioni dell'epidemia in via di sviluppo dell'influenza suina in questo modo, è possibile non solo accelerare lo sviluppo delle vene varicose ma anche sopprimere il sistema immunitario.
Il secondo Se la funzione di disintossicazione del fegato è compromessa, sostanze tossiche irritano le ghiandole surrenali, esaurendo gradualmente la loro capacità di produrre ormoni. L'ipotensione si sviluppa spesso sullo sfondo della relativa insufficienza delle ghiandole surrenali che regolano il tono delle arterie.
Terzo. L'esaurimento delle ghiandole surrenali può causare sia lo stress cronico, sia l'assunzione di elevate dosi di vitamina C, e adattogeni a dosi più elevate. Ma tale ipotensione è temporanea. Tuttavia, il suo aspetto è un segno sfavorevole. Soprattutto durante la pandemia di influenza suina. In ogni caso, il trattamento della distonia vegetativa non è completo senza migliorare il fegato. Il metodo di rilevamento più semplice: nello specchio si vedono cerchi scuri sotto gli occhi.

4. Le vene varicose o la "rete venosa" nel sistema della grande vena safena, il plesso venoso nel retto (emorroidi) indica una violazione più grossolana della funzione proteina-sintetica del fegato. L'unico metodo di trattamento patogenetico e di prevenzione delle vene varicose è la somministrazione di agenti epatoprotettivi. Se si osserva anche una malattia ipertensiva con vene varicose o emorroidi, ciò indica un processo ancora più trascurato. E la rapida eliminazione delle vene varicose o delle emorroidi può provocare ipertensione.
5. La comparsa di macchie senili o cosiddette. macchie "senili" sulla pelle. L'accumulo di prodotti metabolici nella pelle riflette non solo la mancanza di antiossidanti per la loro ossidazione, ma anche l'incapacità del fegato di rimuovere le scorie di scambio. Questa condizione spesso accompagna le malattie già esistenti del sistema cardiovascolare e spesso precede la comparsa di malattie oncologiche. E hai bisogno di sbarazzarti delle macchie dell'età sulla pelle.
6. Il frequente sviluppo di raffreddori, infezioni virali respiratorie acute o infezioni respiratorie acute spesso riflettono due problemi: il cattivo stato dell'intestino e l'incapacità del fegato di rimuovere le tossine. ie tossine dall'intestino al sangue che non vengono filtrate nel fegato. Se, a causa di determinati motivi, il fegato non riesce a far fronte al crescente flusso di tossine dal tratto gastrointestinale, alcune delle tossine raggiungono gli organi respiratori, modificando l'immunità locale in esse, che contribuisce alla riproduzione di qualsiasi batterio o virus patogeno. Che tutti cadono abbastanza regolarmente con l'aria inalata. E nelle condizioni moderne aumenta nettamente la probabilità di complicanze nel caso dell'influenza suina A H1N1.
7. Violazione della sedia (spesso la comparsa di stitichezza). I processi di decadimento e fermentazione, che si sviluppano con ipotonia dell'intestino, portano all'intossicazione dell'organismo. Con costipazione prolungata e persistente, può verificarsi una malattia epatica cronica. Compresa l'epatite tossica con un aumento del fegato, l'esaurimento della sua funzione di detossificazione e il sistema antiossidante del corpo nel suo complesso. Allo stesso tempo, l'intossicazione cronica esogena esogena con tutte le conseguenti conseguenze negative aumenta.
8. Aumento della tendenza alle reazioni allergiche. Indica un'insufficienza relativa del sistema di albumina nel sangue. Se non sono in grado di legare i potenziali allergeni - la loro frazione libera nel sangue provoca un rilascio di sostanze biologicamente attive (istamina, serotonina), che scatena una reazione allergica. La chiave per garantire le funzioni disintossicanti e di sintesi proteica del fegato. Trattamento delle allergie e rafforzamento del sistema immunitario - sono interconnessi attraverso il trattamento del fegato.
9. Dolore costante nell'ipocondrio destro. Si verifica in circa il 5% dei pazienti con funzionalità epatica compromessa, quindi il dolore nell'ipocondrio destro non può essere un indicatore obiettivo dello stato del fegato. I dolori ricorrenti legati all'alimentazione nell'ipocondrio destro appaiono più frequentemente con discinesia della colecisti e dotti extraepatici. Il lavoro del fegato è disturbato per la seconda volta a causa del ristagno della bile e dell'aumento della pressione nel tratto biliare.
10. Epatite medica. L'insorgenza di questa malattia epatica cronica è causata dall'uso regolare di farmaci di origine sintetica. Secondo le statistiche in Europa, ogni secondo residente che usa regolarmente droghe ha un'epatite indotta da farmaci. Per gli umani, sono xenobiotici e non possono interrompere il funzionamento del fegato, anche se non vengono immediatamente rilevati. E in presenza di epatite - non sempre prestare attenzione ad esso.
11. Mancanza di nutrizione. Il cibo raro (mangiare meno di 4 volte al giorno), oltre a mangiare solo frutta o prodotti a basso contenuto di grassi come pasto indipendente, non contribuisce allo svuotamento della cistifellea e porta alla stasi della bile in esso. Di conseguenza, un processo stagnante e infiammatorio si sviluppa nella cistifellea, con la formazione di calcoli nel tempo - si sviluppano colecistite calcifica o colelitiasi. L'aumento della pressione nel sistema biliare interrompe automaticamente altre funzioni del fegato. Si sviluppa una steatoepatite non alcolica o degenerazione grassa delle cellule epatiche (epatite grassa). L'estremo grado di violazione - lo sviluppo della cirrosi. Allo stesso tempo, sono interessate quasi tutte le funzioni del fegato.
12. Pelle secca, aumento della caduta dei capelli (soprattutto sulla testa). Tali manifestazioni distanti dal fegato sono associate sia ad una compromissione della digestione dei componenti minori del cibo (vitamine, macronutrienti e microelementi, ecc.), Sia a disturbi simultanei della funzione di disintossicazione del fegato. Le carenze nutrizionali e un eccesso di tossine riducono significativamente il pelo del capello. E la soluzione al problema della calvizie, il trattamento della caduta dei capelli solo attraverso l'azione locale, senza migliorare il lavoro del fegato - una perdita di tempo, fatica e denaro.
13. La presenza di disbiosi intestinale. Riflette la presenza di una fonte di intossicazione cronica negli intestini, che per la tua vita consuma il tuo cibo. La dysbacteriosis intestinale si sviluppa spesso in assenza di una quantità sufficiente di fibre vegetali nella dieta. La fibra non solo migliora la composizione della microflora intestinale, assicurando la normale sintesi di vitamine, ma lega anche le sostanze tossiche nell'intestino, proteggendole dal fegato. Allo stesso tempo, conserva anche vitamine e antiossidanti. L'assunzione di fibre vegetali alla sera contribuisce al legame dei prodotti metabolici tossici e alla protezione metabolica del fegato.
Ma per risolvere il problema, è necessario non solo il trattamento della disbiosi intestinale, ma anche il trattamento tempestivo e di qualità delle malattie croniche del fegato, il rafforzamento del fegato, perché Uno degli inibitori più aggressivi per la microflora intestinale patogena è la bile sintetizzata nel fegato.
14. Elevato colesterolo. Il livello di colesterolo nel sangue riflette in realtà la capacità delle cellule del fegato di purificare il sangue e prevenire l'aterosclerosi dell'aorta e dei vasi coronarici. Più alto è il livello di colesterolo nel sangue - peggiore è il lavoro del fegato e le più probabili complicazioni del sistema respiratorio nel caso dell'influenza suina. Spesso, il colesterolo alto nel sangue riflette la presenza di malattia epatica cronica sotto forma di degenerazione grassa delle cellule epatiche.
15. La presenza di vermi. Le malattie polmonari croniche non specifiche si sviluppano spesso sullo sfondo di un fegato indebolito e alcune "esacerbazioni" di asma bronchiale possono verificarsi a seguito di migrazione polmonare di elminti (ascaridi, anchilostomi, strongiloidosi, ecc.). Nei bambini, periodi di bronchite con una componente asmatica spesso si sviluppano dopo un certo disagio nel tratto gastrointestinale. Il parassita del gatto parassita direttamente nei canali del fegato e del pancreas. Una fonte significativa di intossicazione nell'intestino, insieme a una diminuzione della funzionalità epatica, crea le condizioni per ridurre l'immunità negli organi respiratori e il più grave flusso di influenza suina. Pertanto, il trattamento per i vermi dovrebbe essere effettuato regolarmente.
16. Visione alterata, specialmente al crepuscolo. Dal punto di vista della medicina orientale, lo stato degli occhi riflette il lavoro del fegato. La normale visione del crepuscolo è possibile solo con un apporto sufficiente di vitamina A e le sue provitamine (la vitamina A non è sintetizzata nel corpo), così come il rafforzamento ottimale del fegato. La fibra vegetale non solo fornisce assorbimento, ma anche, legando le tossine, riduce la carenza di vitamina A e altri antiossidanti.
17. "Palma epatica". La superficie palmar rossa riflette l'intensità del processo di irritazione del tessuto epatico. E il più spesso accompagna le malattie di fegato croniche già esistenti.
18. Test epatici. I cambiamenti nelle analisi non riflettono sempre lo stato del fegato, poiché si verificano quando si verifica un'improvvisa perdita di un numero significativo di cellule epatiche. Una persona con esami del sangue biochimici alterati è molto a rischio, specialmente mentre la pandemia dell'influenza suina si diffonde in tutto il pianeta.
Ignorando i segni minori di funzionalità epatica anormale, si ha una diagnosi tardiva e un trattamento più prolungato delle malattie croniche del fegato. Allo stesso tempo, un trattamento di alta qualità, tenendo conto delle ragioni per il verificarsi di anomalie della funzionalità epatica, contemporaneamente al trattamento delle malattie croniche del fegato, migliora e rafforza il sistema immunitario. Compreso come preparare il corpo umano, il suo sistema immunitario per una malattia così pericolosa, qual è l'influenza stagionale.
Cosa posso fare, il Dr. Boris Skachko, se c'è una rottura del fegato, per il trattamento e la prevenzione delle malattie croniche del fegato? Ricetta di famiglia, testata dal tempo e in ambiente clinico. Certificato in Ucraina sotto il nome di "Doctor Skachko No. 1 Health Formula". Esiste una certificazione in Russia e nei paesi dell'Unione Europea.
La formula di salute n. 1 è in realtà n. 1 nel trattamento non solo delle malattie del fegato, ma anche di altri organi interni. E anche nel rafforzare e migliorare l'immunità.
Per quanto riguarda l'interruzione del fegato, la formula di salute n. 1 non può essere inclusa solo nel trattamento dell'epatosi grassa, ma anche nella prevenzione della degenerazione grassa delle cellule epatiche. La formula di salute n. 1 non solo attiva numerose funzioni del fegato e la rimozione del grasso neutro dalle cellule. Ma fornisce anche la normalizzazione del processo digestivo in tutto il tratto gastrointestinale (GIT). A causa di ciò, semplifica e riduce significativamente il costo del trattamento delle malattie croniche del fegato, perché sostituisce prendendo sokogonnyh, preparazioni enzimatiche, sorbenti, probiotici, regolatori della peristalsi intestinale, epatoprotettori. E riduce naturalmente l'irritazione delle cellule del fegato con le tossine dal tratto gastrointestinale.
Se dopo una diagnosi così semplice della condizione del fegato hai dei dubbi sul buon funzionamento del fegato, il mio obiettivo è raggiunto. Forse ti motiverà a creare condizioni più confortevoli per il fegato. E attraverso il fegato - e tutto il corpo. Avvisato è salvato. E c'è un'offerta redditizia di assistenza efficace. Ora dipende solo da te come approfitti di questa offerta.

È stato pubblicato un nuovo libro: cosa fare se hai un fegato. Nel libro troverai come proteggere il tuo fegato e tutto il tuo corpo da consigli come "recupero rapido e finale senza difficoltà".

Buona salute a voi E un atteggiamento ragionevole nei suoi confronti.
Dr. Skachko, fitoterapista, naturopata, nutrizionista, valeolog, autore di decine di libri e opuscoli pubblicati, oltre 40 articoli scientifici, centinaia di articoli scientifici popolari su argomenti: fitoterapia, valeologia, alimentazione sana e corretta, stile di vita sano.