HIV e AIDS non esistono?

HIV e AIDS è la più grande truffa del 20 ° secolo. Tranquillamente, con calma, non farmi subito la doccia con i pomodori marci! Eppure. L'HIV non esiste. Ma l'AIDS - sì, lo fa. E sì, le persone vengono specificamente uccise con droghe tossiche invece di essere curate per vere malattie.

Ma affrontiamo con calma ogni articolo separatamente.

HIV e AIDS non esistono?

HIV e AIDS non sono la stessa cosa

Innanzitutto, tratta i concetti. L'AIDS è una sindrome da immunodeficienza acquisita. Si esprime nel fatto che l'immunità umana cessa di funzionare come dovrebbe. Di conseguenza, il corpo non può far fronte a infezioni ordinarie.

Questa malattia (AIDS) è sempre esistita. Le ragioni della violazione dell'immunità possono essere molte e non le elencheremo nemmeno. Ma nel 1983, la teoria della sindrome da immunodeficienza acquisita virale, l'HIV (virus dell'immunodeficienza umana), fu presentata per la prima volta.

Questo è talmente strano virus! Il virus dell'HIV ha un periodo enorme in cui è presumibilmente non rilevato - sei mesi, un anno - sembra fantastico. Di solito, un test HIV è fatto per le seguenti malattie:

tubercolosi, tonsillite (infiammazione delle ghiandole), insufficienza renale, influenza e altre infezioni virali, infezioni del tratto respiratorio superiore, malaria, herpes, tutte le malattie autoimmuni (artrite reumatoide, lupus eritematoso sistemico, infiammazione del tessuto connettivo).

Anche i sintomi causati dalla vaccinazione contro l'influenza, l'epatite B e il tetano sono considerati "sospetti".

L'analisi viene spesso condotta alle donne in gravidanza (in particolare, che hanno ripetutamente partorito in precedenza) e necessariamente - in caso di trapianto di organi.

Il virus dell'HIV può essere rilevato da chiunque. Spesso, dopo aver passato di nuovo l'analisi, diversi mesi dopo un risultato positivo, il risultato potrebbe essere negativo. Perché? Sì, semplicemente perché l'HIV non esiste in natura! E l'analisi è solo un tiglio. Un risultato positivo può dare anticorpi.

In medicina, c'è una regola: per stabilire una malattia contagiosa, è necessario rilevare il virus che causa la malattia, deve essere seminato su un mezzo nutritivo, condurre esperimenti su animali. Ma nessuno ha testato l'HIV in questo modo! Nell'intera storia dello "studio" dell'AIDS, nessuno ha scoperto il virus e non ha condotto l'esperimento.

Virus dell'AIDS che nessuno ha mai visto!

Com'è la presenza di AIDS? Secondo le manifestazioni cliniche caratteristiche di molte diverse malattie (affaticamento, mal di gola, febbre) e test inaffidabili.

Molto spesso, una diagnosi di HIV viene fatta quando una persona è malata - è malata di qualcosa, forse anche di AIDS (sindrome da immunodeficienza acquisita), ma non di HIV. Invece di curare la sua attuale malattia, una tale persona viene diagnosticata come infetta da HIV e viene prescritto un "trattamento" appropriato. E se una persona con un test HIV positivo è assolutamente sana, gli dice che non è a lungo e suggeriscono anche di iniziare il trattamento.

Molti medici hanno parlato di questo a lungo:

L'AIDS (sindrome da immunodeficienza umana acquisita) non è una malattia virale. Non possono essere infettati attraverso il sangue o sessualmente, come qualsiasi tipo di infezione.

HIV e AIDS - trattamento.

Se ti viene diagnosticato l'HIV, sei stato condannato a morte. Ma non dal mitico virus dell'AIDS, ma da droghe molto reali che gradualmente, ma costantemente, distruggeranno la vostra immunità.

Affermando che l'AIDS è incurabile, le case farmaceutiche producono farmaci tossici che distruggono il sistema immunitario e uccidono le persone (vedi Harmony to drugs, l'industria farmaceutica è un business della malattia >>>).

Da cosa dovrebbero morire le persone con infezione da HIV?

  1. Da quelle malattie che sono davvero malate. Avendo diagnosticato l'AIDS, nessuno tratta queste persone per le loro vere malattie.
  2. Dalla stessa droga contro l'AIDS. Le droghe tossiche uccidono gradualmente le persone. I farmaci della prima generazione sono stati uccisi rapidamente. Le droghe di oggi uccidono molto più lentamente: i progressi sul viso.

Ci sono alcuni casi in cui le persone sono state diagnosticate con l'HIV, hanno iniziato a prendere i farmaci e la loro salute è peggiorata. Poi hanno semplicemente smesso di prendere farmaci contro l'AIDS e "recuperati". Questi casi sono spiegati molto semplicemente: queste persone non sono mai state malate di AIDS (specialmente una mitica infezione da HIV). La loro cattiva salute era causata da droghe tossiche dall'AIDS. Hanno avuto il tempo di smettere di prendere i farmaci che li hanno uccisi prima che la loro salute fosse completamente distrutta e il loro stato di salute tornasse alla normalità.

Il video qui sotto mostra solo un esempio: una donna perfettamente in salute, incinta per la terza volta, ha fatto un test dell'HIV pianificato ed è caduta in una trappola terribile - le è stata diagnosticata una persona infetta da HIV e ha quasi ucciso lei e il suo bambino appena nato. La mamma ha smesso di prendere il farmaco e "si è ripresa". Ma suo figlio, dopo aver assunto farmaci anti-AIDS, era in terapia intensiva, da dove i medici si rifiutano di restituire sua madre, e richiedono anche che gli altri due bambini siano portati in analisi!

Non è l'AIDS che uccide, ma i farmaci per questo:

Per il trattamento dell'AIDS, vengono utilizzati farmaci chiamati AZT - questo è un vero veleno. In teoria, questi farmaci dovrebbero uccidere i linfociti T che contengono il mitico HIV. In realtà, questi agenti chimici uccidono TUTTI i tipi di cellule immunitarie. Colpisce tutti gli organi, compreso il sistema ematopoietico del corpo.

Non sorprende il motivo per cui le persone a cui vengono prescritti questi farmaci muoiono.

Da cosa muoiono i pazienti affetti da AIDS?

Le presunte morti per AIDS, causate dal virus dell'immunodeficienza umana (HIV), provenivano in realtà da malattie tanto banali (ma fatali se non trattate) come la tubercolosi, la polmonite e le infezioni intestinali.

Naturalmente, per qualsiasi infezione che si diffonda nel corpo e uccide una persona, questa persona dovrebbe essere immunità abbassata. Ma le ragioni per abbassare l'immunità possono essere molte - vaccinazioni, dieta malsana, mangiare cibi con additivi alimentari nocivi, mancanza di movimento, stress e gravi problemi di vita che portano alla depressione, stanchezza dovuta a sonno insufficiente e di scarsa qualità, abuso di alcool, fumo, ecc. d.

Ripeto che l'AIDS (sindrome da immunodeficienza umana acquisita) è sempre esistito. I disturbi dell'immunità umana sono sempre esistiti. La maggior parte degli abitanti delle megalopoli oggi soffre di una violazione dell'immunità in un modo o nell'altro! Questi disturbi sono il risultato di uno stile di vita "civilizzato" e di un'attenzione insufficiente alla loro salute. Ma non il risultato del mitico HIV, inventato per arricchire le aziende farmaceutiche e ridurre la popolazione umana.

HIV e AIDS - chi ne beneficia?

Secondo i dati ufficiali dell'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), ogni anno vengono spesi 10 miliardi di dollari per l'AIDS! Questo è denaro dei contribuenti.

Le aziende farmaceutiche guadagnano ogni anno almeno 150 miliardi di dollari dalla vendita di farmaci contro l'AIDS a coloro che sono considerati infetti dall'HIV. E le vendite di farmaci contro l'AIDS (e quindi il reddito delle case farmaceutiche) sono in costante crescita!

"Ma i farmaci contro l'AIDS sono gratis!" - Di 'alcuni. Le medicine fornite gratuitamente a determinati gruppi di persone infette dall'HIV sono pagate dagli stessi soldi dei contribuenti. Per le aziende farmaceutiche, non importa chi paga loro i soldi.

HIV e AIDS - chi ha bisogno di uccidere le persone?

Il National Security Memorandum (NSSM-200), un documento segreto che proviene dalla penna di un membro del governo americano Henry Kissinger negli anni '70, afferma che i paesi sviluppati dovrebbero contribuire allo spopolamento nei paesi del terzo mondo, cioè a una riduzione forzata della loro popolazione.

"La dimensione della popolazione sul pianeta è fonte di preoccupazione per questo sistema di controllo e ha molti strumenti per ridurre significativamente questa popolazione".

David Ike, giornalista,

l'autore di "Teoria della Cospirazione del Nuovo Mondo".

Già nel 1972, i piani per lo spopolamento iniziarono ad essere attuati attivamente. Lo sbarco di medici dall'Organizzazione mondiale della sanità è stato inviato in Africa. La ragione ufficiale per questa missione è di vaccinare contro il vaiolo per diverse decine di migliaia di persone nelle regioni centrali del Continente Nero. Tuttavia, vi è il sospetto che i medici volontari perseguissero obiettivi completamente diversi.

Nel 1990, un documento è stato declassificato dimostrando che poco prima di questo evento, il governo degli Stati Uniti ha investito $ 10 milioni nello sviluppo di un agente biologico sintetico che potrebbe danneggiare e distruggere il sistema immunitario di una persona. Una coincidenza sorprendente: oggi le stesse regioni in cui i medici effettuarono la "vaccinazione" nel lontano 1972, l'OMS definisce ufficialmente la "cintura africana dell'AIDS". La cintura africana dell'AIDS comprende Zambia, Mozambico, Botswana, Swaziland, Namibia e molti altri paesi africani.

"L'AIDS è una malattia che a volte è anche considerata un prodotto di sviluppi segreti americani che miravano a creare un certo tipo di epidemia tra alcuni tipi di gruppi di popolazione".

Vladimir Vasiliev, dottore in economia,

Capo ricercatore dell'Istituto degli Stati Uniti e del Canada

Sorprendentemente, molte nuove malattie, precedentemente sconosciute ed estremamente pericolose, sono state segnalate per la prima volta nel continente africano. AIDS, Ebola, polmonite atipica. Tali esperimenti medici contro esseri umani continuano al presente. Le persone svolgono il ruolo di cavie.

Non è un segreto che il lavoro della maggior parte dei medici volontari che praticano nei paesi africani è finanziato da sovvenzioni generosamente distribuite dai giganti farmaceutici.

HIV e AIDS - la creazione di un mito.

Alla fine del 20 ° secolo, vari istituti di ricerca sociale conclusero che c'era una seria minaccia di sovrappopolazione del pianeta. Inoltre, la popolazione della Terra sta crescendo, principalmente a causa dell'alto tasso di natalità nei paesi del terzo mondo. L'idea delle limitate risorse naturali del pianeta porta alla conclusione logica che nel prossimo futuro cesseranno di essere abbastanza per tutti. Questa paura ha portato al desiderio di limitare la crescita della popolazione, che è stata prima dichiarata pubblicamente alla Conferenza internazionale del Cairo.

Il controllo delle nascite non è facile. Ma è possibile ridurre la popolazione umana in un altro modo. Creando una minaccia artificiale (nella forma del virus dell'AIDS) e intimidendo a fondo la popolazione, è possibile risolvere diversi compiti contemporaneamente:

  • ridurre la popolazione umana semplicemente uccidendo le persone con "trattamento" letale e
  • fare soldi per la ricerca, lo sviluppo di farmaci, la produzione e la vendita di droghe tossiche "malate".

Beh, non è una grande idea?

La lotta contro l'AIDS è, purtroppo, solo un esempio dello sfruttamento cinico e crudele delle debolezze umane: la fiducia nei media e la gente nei camici bianchi e la paura per le loro vite. Un ruolo enorme in questa grande vendita appartiene ai media. Molte persone semplicemente non capiscono che NULLA ciò che viene detto dagli schermi TV e stampato sui giornali non dovrebbe essere completamente fidato. Letteralmente NIENTE!

Qualcuno chiederà, è possibile, in questo caso, fidarsi di questo articolo? La mia risposta è no! Non fidarti di niente. Passa tutto attraverso il filtro della tua logica e intuizione, cerca i fatti. E non creare te stesso le autorità che possono essere fidate incondizionatamente - le persone possono commettere errori (tutte le persone).

Quando tutti si assumono la piena responsabilità della propria salute, non provando a incolpare tutto di medici, media, governo e infine, solo allora truffe così sfacciate come l'HIV e l'AIDS cesseranno di succedere ai loro organizzatori così facilmente.

I dottori e gli scienziati onesti non tacciono, esprimono le loro opinioni su AIDS e HIV. Ma lo esprimono in pubblicazioni scientifiche a bassa diffusione. Le loro piccole voci soffocano le grida isteriche sulla diffusione dell'HIV, pagate dalle potenti forze interessate a ridurre la popolazione della Terra, da un lato, e dai profitti delle droghe tossiche per il trattamento dell'AIDS - dall'altra.

I medici che hanno annunciato la scoperta del virus dell'AIDS (HIV), due anni dopo la "scoperta", hanno ammesso pubblicamente di non averlo APERTO. Gli scopritori dell'HIV hanno messo in dubbio le proprie ricerche! Ma la "macchina" è già stata lanciata, molti soldi sono stati investiti, la propaganda ha guadagnato slancio. Non è più importante una dichiarazione degli scopritori dell'HIV.

"Ci sono troppi difetti nella teoria che dice che c'è l'HIV che causa l'AIDS. Abbiamo osservato l'HIV positivo per un lungo periodo, per 9-10-12 anni o più, e sono in buone condizioni, il loro sistema immunitario è in condizioni eccellenti. "

"Quello che davvero non avevamo - e l'ho sempre capito - era la certezza che l'HIV è davvero la causa dell'AIDS".

Virologo francese, vincitore del premio Nobel per la medicina, che ha scoperto, insieme a Barre-Sinoussi nel 1983, il retrovirus dell'HIV che causa l'infezione da HIV negli esseri umani

"Non abbiamo mai trovato l'HIV nei linfociti T".

Scienziato americano nel campo delle malattie infettive e della virologia, uno dei pionieri dell'HIV, lo sviluppatore della diagnostica e della ricerca sull'AIDS.

"A tutti manca la cosa più importante: il lavoro originale di Gallo sull'HIV è suddiviso, sono scientificamente insostenibili, probabilmente tutto questo mette in discussione l'intera ipotesi dell'HIV, non è vero? Perché questa ipotesi è completamente basata su quelle opere".

Professore di Biologia Molecolare e Cellulare, Università della California

HIV e AIDS: come non cadere nella trappola?

Chi è testato per l'HIV e l'AIDS:

  • Quasi tutte le persone in ospedale sono testate per l'HIV e l'AIDS.
  • I test vengono offerti alle donne incinte (specialmente quelle che hanno partorito più volte.) Mi domando perché sia ​​possibile, forse perché a qualcuno non interessa aumentare il tasso di natalità e i bambini "extra" vogliono essere dichiarati malati e semplicemente distrutti con l'aiuto di droghe che presumibilmente curano l'AIDS?
  • I tossicodipendenti e le prostitute, a quanto pare, sono anche "soggetti a distruzione" - invece di trattare persone disfunzionali da malattie reali, non è più facile chiamare l'HIV infetto?
  • Un test HIV è offerto per un certo numero di malattie, come la tubercolosi, tonsillite (infiammazione delle ghiandole), insufficienza renale, influenza e altre infezioni virali, infezioni del tratto respiratorio superiore, molaria, herpes, tutte le malattie autoimmuni (artrite reumatoide, lupus eritematoso sistemico, infiammazione tessuto connettivo).

Cosa mostra in realtà un test HIV?

Poiché il virus dell'immunodeficienza umana (HIV) non esiste, non ci sono anticorpi contro di esso. Quindi cosa mostrano i test HIV? I test sono innescati da QUALSIASI anticorpo. Cioè, se sei venuto alla prova, avendo avuto una normale influenza, molto probabilmente, il risultato sarà positivo.

Cosa fare per evitare di cadere nella trappola della morte di HIV e AIDS?

  1. Innanzitutto, non accettare di sottoporsi ai test HIV.
  2. Rifiuta di essere testato per l'HIV in caso di gravidanza! Nel sangue delle donne incinte ci sono molti anticorpi, per ragioni completamente naturali. Le probabilità che le donne in gravidanza ottengano un risultato positivo quando vengono testate per l'HIV sono particolarmente elevate. Non è raro che donne incinte che sono risultate positive all'HIV siano costrette a subire un aborto o assumere droghe tossiche. Tutto questo è nelle mani di coloro che beneficiano di una diminuzione del tasso di natalità.
  3. Non mettere alla prova i tuoi bambini per l'HIV! Dopo le vaccinazioni, l'immunità dei bambini è ridotta su base obbligatoria. Non ci vogliono giorni, ma mesi per il ripristino. E anche anni. Se una persona con infezione da HIV viene diagnosticata con un bambino, è facile per i genitori prendere il panico e accettare la "cura" del loro bambino - dopo tutto, la paura per un bambino è spesso più forte della paura per la propria vita.
  4. Se i medici rifiutano di curarti per malattie reali senza essere sottoposti a test per l'HIV, contatta la clinica in modo anonimo. Se si ottiene un risultato positivo, effettuare alcuni test in cliniche diverse. C'è una buona possibilità di ottenere un risultato negativo in uno dei test.
  5. Se sei ancora sottoposto a test per l'HIV e il risultato è positivo, non lasciarti prendere dal panico e inizia a prendere farmaci per il trattamento di una malattia inesistente. Ricorda che questo farmaco può ucciderti. Nessuno può costringerti a prendere droghe tossiche, tranne la tua paura.

HIV e AIDS - conclusione.

L'AIDS (Sindrome da immunodeficienza acquisita) è una malattia molto reale causata da uno stile di vita anormale. E non avendo nulla a che fare con l'HIV. Quando l'immunità è indebolita, non dovresti aver paura e correre a fare un test dell'HIV. Pensa meglio a cosa ha portato a questo risultato e prova a correggere la situazione cambiando il tuo stile di vita.

Rafforzare l'immunità con semplici metodi eco-compatibili! Ad esempio, con l'aiuto di una doccia di contrasto e l'esercizio. Non distruggere la tua salute, usare droghe, mangiare cibi con additivi alimentari nocivi, abusare di fast food, alcol e sigarette. Ricorda che tutto questo non è affatto un dolce frutto proibito, come è rappresentato nella pubblicità, ma solo spazzatura che cede e distrugge la casa della tua anima - il tuo unico e insostituibile corpo.

Di: Inna Dubson

L'articolo utilizza materiali dal seguente video:

L'HIV viene trattato e c'è qualche speranza di salvezza

Il 21 ° secolo è arrivato, ma l'infezione da HIV non solo non è scomparsa dalla faccia della terra, il numero di pazienti ha addirittura iniziato ad aumentare. Se un vaccino non viene ricevuto presto, il trattamento per l'HIV può essere un grosso problema. Se le persone non tentano di fermare l'epidemia, sarà sufficiente per 20-30 anni che l'intera popolazione del nostro pianeta si infetti. Come recuperare dall'HIV, come fermare l'immunodeficienza manifestata?

Determinazione dell'infezione da HIV

Il nome della malattia è associato al virus dell'immunodeficienza, dal quale una persona inizia a subire una perdita di immunità. Questo virus distrugge il sistema immunitario umano ed è caratterizzato da alcuni sintomi.

L'infezione da HIV è chiamata malattia antroponotica. In altre parole, il virus verrà trasmesso al contatto con una persona infetta. Tuttavia, non tutti i contatti possono comportare infezioni e maggiori rischi. Ad esempio, con un bacio, l'HIV non viene trasmesso.

È molto difficile dire se essere trattati per l'HIV. Il trattamento dell'HIV ha preoccupato gli scienziati per molti anni. Alcuni laboratori sono pienamente coinvolti solo in questo problema. Ma per sviluppare un farmaco che potrebbe dare una cura completa, non è ancora stato possibile a nessuno. Pertanto, è chiaro se sia molto difficile curare l'HIV.

Oggi è possibile solo il trattamento dell'HIV sotto forma di terapia di mantenimento. Si ferma il corso della malattia, una persona può vivere ed esistere normalmente. Tuttavia, anche se la malattia non è passata nell'ultimo stadio (AIDS), il paziente è ancora considerato la fonte di trasmissione dell'infezione.

Fiction e realtà dell'infezione da HIV

Diciamo subito che la malattia in sé non porta alla morte, ma è considerata la più pericolosa sulla terra. Il retrovirus distrugge i leucociti T. Rilevano l'infezione e inviano una "brigata di assistenti" per distruggerli. Se il numero di leucociti T inizia a diminuire, il corpo non sarà in grado di rilevare un virus malevolo nel tempo e distruggerlo. Anche un fungo primitivo può portare a gravi conseguenze. Se sia possibile curare l'HIV nelle sue fasi iniziali è decisamente difficile dirlo.

Una persona è stata curata dall'HIV? Esiste una cura per l'HIV? L'HIV viene trattato? Queste domande riguardano un numero enorme di persone. Prova a trovare la risposta su Internet visitando portali e forum speciali. Tuttavia, questo approccio non è del tutto corretto. Per scoprire come funziona il trattamento dell'HIV, dovresti esaminare il materiale statistico del Ministero della Sanità russo.

Come può curare l'infezione e la risposta all'AIDS non esiste. Nessuno può dare una risposta completamente positiva. Finora, non è stato registrato un solo caso che sia riuscito a curare l'HIV per sempre. È solo possibile fermare lo sviluppo della malattia.

Ma su Internet, questo argomento provoca un acceso dibattito. C'è persino una categoria di persone che afferma che l'AIDS non esiste affatto. Secondo loro, chiedersi come viene trattato l'HIV non ha senso. Credono che questo virus sia stato inventato per il riciclaggio di denaro sporco.

Forse in qualche modo hanno ragione, ma oggi ci sono un gran numero di conferme ufficiali che la malattia esiste davvero. Prendi almeno il numero di morti che sono state registrate dopo le manifestazioni secondarie. Queste persone hanno l'AIDS: i dissidenti sono considerati molto pericolosi, poiché ispirano le persone infette a non curare la malattia ea non impegnarsi nella sua prevenzione.

L'affermazione che l'HIV è trattato e può essere completamente curato può essere trovato su forum con pregiudizi religiosi. Dicono. Cosa può essere curato con la preghiera costante, che li ha aiutati a liberarsi della malattia.

Per credere a tali affermazioni o no, solo la persona stessa può decidere. Forse qualcuno e sono d'accordo con le persone religiose. Ma la medicina ufficiale consiglia di fidarsi di informazioni veritiere, specialmente quando si tratta di come curare l'HIV.

La causa dell'incurabilità della malattia

Gli scienziati americani hanno scoperto perché il virus dell'immunodeficienza non può essere curato. La loro scoperta ha permesso di dare una risposta precisa: l'AIDS può essere curato? La risposta è una sola, l'infezione da HIV non viene trattata, si attenua solo per un po '. Il virus è stato a lungo imparato a sospendere e sopprimere. Ma il tempo passa e sorge di nuovo.

Ciò è dovuto a un sistema immunitario indebolito. Insieme al virus, una proteina speciale penetra nel nostro corpo. In precedenza, non si sapeva nulla della sua esistenza. Per questo motivo, la proteina smette di produrre sostanze che uccidono le cellule infette. Forse questa scoperta aiuterà a trovare una soluzione per la cura completa dell'infezione da HIV.

Oggi gli scienziati ritengono che sia possibile arrestare il decorso dell'infezione da HIV solo fino a un momento specifico. In questo momento, viene diagnosticata la fase acuta, che procede molto rapidamente. È impossibile uccidere completamente le cellule infette durante questo periodo. Puoi solo sopprimere l'effetto del virus.

Quindi il decorso della malattia è asintomatico. In questo momento, il virus non si mostra. La moderna diagnostica rileva rapidamente le cellule malate a livello genico. Sono a riposo senza manifestazioni.

Una esacerbazione inizia a verificarsi poco prima dell'inizio della ri-manifestazione. Il corpo umano, abituato alle cellule silenziose del virus, non ha il tempo di bloccare la loro rapida riproduzione. La produzione di anticorpi è molto lenta, quindi il virus si diffonde rapidamente e causa effetti irreversibili.

Al fine di curare in modo permanente l'infezione da HIV, gli scienziati hanno tentato di trattare i pazienti con terapia antiretrovirale durante il periodo di riposo. Il risultato, sfortunatamente, era negativo, i farmaci ART non potevano far fronte al virus.

Come si verifica un'infezione?

La trasmissione del virus avviene solo tramite contatto. Può essere distribuito in vari modi. La ragione principale è il contatto sessuale. Un numero enorme di cellule virali si trova nello sperma.

Se i rapporti sessuali avvengono senza l'uso della contraccezione, il rischio di infezione è ad uno stadio molto alto.

Qualsiasi micro danno alla mucosa o alla pelle può causare infezioni. Attraverso queste lesioni e fessure, il virus penetra facilmente nel corpo.

L'infezione da HIV colpisce persone di qualsiasi genere e il loro orientamento sessuale non ha importanza. L'infezione può verificarsi durante il rapporto omosessuale.

Molto spesso, il sangue di una persona malata diventa una fonte di infezione.

Questo è particolarmente vero per i tossicodipendenti che usano una siringa.

L'infezione può essere ingerita se non si presta attenzione con le attrezzature mediche. È molto facile per un medico essere infettato da un malato.

Alcuni anni fa, molto spesso si verificava un'infezione durante le trasfusioni di sangue. Oggi sono state prese misure molto dure. I donatori vengono accuratamente testati e il loro sangue viene invecchiato per cinque mesi, quindi controllato di nuovo.

Tali misure hanno ridotto la probabilità di infezione, ma, sfortunatamente, a volte tali casi si verificano.

Un'altra causa di infezione è l'infezione di un bambino con sua madre. La trasmissione del virus può verificarsi durante la gravidanza o l'allattamento.

Ma se la madre sa di essere infetta da HIV, allora il trattamento specifico che le è stato dato in tempo, così come la cessazione dell'allattamento al seno, salva il bambino dalla possibile infezione.

C'è speranza per una cura nel 21 ° secolo

Per rispondere a questa domanda, è necessario conoscere le ultime scoperte che gli scienziati hanno fatto negli ultimi anni. Conosciamo alcuni di loro.

Dita di zinco

Gli scienziati dell'Università della Pennsylvania hanno raccontato la scoperta, che ha permesso loro di affermare che ora sanno esattamente come combattere l'HIV. Durante la ricerca, gli scienziati sono riusciti a inventare un gene, con l'aiuto del quale avviene la completa distruzione delle cellule virali.

Tale cura in medicina ha ricevuto il nome di "designer", dal momento che il genoma che hanno ricevuto distrugge le cellule malate con grande velocità. Pertanto, gli fu dato il nome aggiuntivo "dita di zinco". È possibile che molto presto verrà sviluppato un metodo per trattare l'AIDS con un risultato positivo.

Forbici del gene

Gli scienziati tedeschi sono riusciti a ottenere una molecola che provoca l'infezione dei tessuti umani con il virus dell'HIV. Per molti anni, scienziati di vari laboratori nel mondo hanno provato a farlo.

Studi a lungo termine e numerosi esperimenti hanno reso possibile lo sviluppo di un vaccino speciale che eliminerà tutte le domande sulla curabilità dell'AIDS.

Questo nuovo farmaco si chiama "forbici genetiche". Questo medicinale è molto diverso da tutti i tipi di vaccini e altri prodotti medici inventati negli ultimi anni.

Le forbici Gene non solo sopprimono l'infezione, funzionano come le forbici, ma ritagliano tutte le cellule infettive dal corpo. In altre parole, dopo aver usato tali forbici, la quantità di tessuto infetto viene completamente rimossa dal corpo.

Questo trattamento viene trattato oggi? Puoi rispondere inequivocabilmente, no, non eseguito. Oggi, l'effetto del farmaco viene testato su un piccolo gruppo di volontari che hanno dato il loro consenso a questo.

Dopo il primo test, sono stati ottenuti eccellenti risultati positivi. Circa il 70 percento di tutte le persone infette si sentiva molto meglio. Speriamo che l'uso di questo nuovo farmaco possa finalmente aiutare a riprendersi completamente dall'HIV.

Il più recente farmaco antivirale

Scienziati francesi hanno sviluppato uno speciale farmaco antivirale in grado di sopprimere l'effetto del virus dell'immunodeficienza per un periodo molto lungo. Inoltre, essendo nel corpo, generalmente perde la capacità di qualsiasi manifestazione.

Ma questo farmaco non è destinato a curare completamente l'infezione da HIV. Un farmaco così innovativo aiuta solo a contenere le cellule infette esistenti e blocca la loro ulteriore diffusione.

I primi studi del farmaco sono stati condotti abbastanza recentemente. Tuttavia, i risultati hanno mostrato una tendenza positiva. Affermare che è ancora troppo presto per curare l'HIV con un farmaco del genere. Inoltre, la durata del periodo di latenza è ancora sconosciuta. Ma gli scienziati fanno previsioni positive.

Prendere questi farmaci, secondo gli scienziati, dovrebbe prolungare la vita delle persone infette di 30-40 anni. È possibile che ulteriori ricerche su questo nuovo antivirale contribuiranno a curare completamente l'HIV.

conclusione

Sulla base di quanto sopra, diventa chiaro che oggi il virus HIV non può essere completamente curato. Ma la speranza rimane che i nuovi farmaci testati aiuteranno a distruggere completamente l'AIDS sulla terra.

"Sopravviverò a te!": 12 storie su dissidenti dell'HIV che hanno ucciso la propria vita e quella dei bambini

La morte di Orlovchanka Sofia Myaskovskaya ha ulteriormente aggravato il tema della dissidenza dell'HIV in Russia. Infetto, credendo nell'idea che non ci sia davvero nessuna malattia e questa è solo una teoria della cospirazione, rifiutare le droghe e morire. Inoltre, riescono a guidare un numero enorme di persone, convincendole che la terapia antiretrovirale non può in nessun caso essere presa, perché i medici mettono esperimenti sulle persone e vogliono portare le persone alla tomba.

Gli amministratori del gruppo "HIV-dissidenti e i loro figli" monitorano attentamente il destino di coloro che negano l'esistenza della malattia e informano il pubblico di questi pazienti.

Il sito Medrussia.org ha selezionato 12 storie.

Questo è tutto a causa del fumo.

Marina Semenova è stata nominata per la prima volta nel gruppo dei dissidenti nel febbraio 2015. Ha scritto di se stessa che è stata "schiaffeggiata" nel 2013, e che ora è in posizione. Il 16 aprile dello stesso anno, Marina diede alla luce un cesareo d'urgenza. Già durante il parto, la ragazza ha cominciato a salire di temperatura, ha cominciato a disturbare la tosse, ma ha collegato tutto con il fumo.

Più tardi, Marina scrisse nelle comunità che tutto era in ordine con il bambino e con lei, che erano stati dimessi dall'ospedale, e "volevano mettere i loro esperimenti su di loro", ma la ragazza non lo diede. Tuttavia, un mese dopo, il 27 maggio, Marina si è lamentata dello stesso gruppo dissidente che era in ospedale con la polmonite, tossiva costantemente, soffocava e per lungo tempo aveva una temperatura elevata. I medici del Centro AIDS hanno cercato di convincerla a ricevere la terapia antiretrovirale (ART), hanno cercato di influenzare Marina attraverso sua madre, ma questo ha avuto solo un effetto a breve termine - Marina è durata 1 settimana, dopodiché ha abbandonato l'ARTE, scrive agli amministratori dei dissidenti dell'HIV / AIDS e i loro figli ".

A settembre 2015, il conteggio del sangue di Marina peggiorò: si iniziò ad osservare anemia e un'apparizione apparve nella ghiandola mammaria. Nello stesso tempo, Marina ostinatamente rifiutò l'arte, nonostante le suppliche di sua madre, fu trattata con antibiotici, mummia, olio di pesce, polioxidonium e quindi, su consiglio dei dissidenti, collegata al suo "trattamento" ASD-3.

Nel mese di luglio 2016, Marina ha condiviso con i dissidenti che il suo stato immunitario era solo di 2 cellule, e in agosto Marina ha scritto di nuovo al gruppo, già lamentando i dissidenti che i medici l'hanno messa in tubercolosi disseminata nella fase di infiltrazione. L'ultima volta, come notato nel gruppo "Dissidenti dell'HIV / AIDS e loro figli", Marina era online il 18 gennaio 2017, dopo di che è scomparsa - non è apparsa sulla pagina e nei gruppi dissidenti.

Affinché gli eventi diventino ulteriormente comprensibili, dovremo indicare la presunta vera pagina di Marina - Anna Klushkina. L'ultima volta che è stata online era il 26 febbraio 2017. E il 7 marzo 2017, i post delle sue amiche sono apparsi sul suo muro con parole di dolore. Dalla comunicazione con loro è stato possibile apprendere che negli ultimi mesi Marina era gravemente malata, aveva sinusite, che, sullo sfondo di immunità zero e un organismo indebolito da precedenti malattie, era complicata da una meningite purulenta. Anna ha trascorso 2 settimane in terapia intensiva, ma la notte del 6 marzo era sparita. Circa lo stato di suo figlio non è noto.

Le lacrime della madre non sono un motivo per iniziare il trattamento

Julia Yakunina è stata sieropositiva dal 2008 (dalle sue parole), una volta stava comunicando molto attivamente nel gruppo "HIV AIDS - LA MIGRAZIONE PIÙ GRANDE DEL XX SECOLO". Nel luglio 2012, Julia scrisse lì che il medico le raccomandò di iniziare a ricevere la terapia ARV. Anche i parenti hanno insistito sul trattamento, in agosto è stata prescritta la terapia, la ragazza ha preso i farmaci, ma, nonostante le lacrime di sua madre, si è rifiutata di prenderli.

Nel maggio 2013, Julia ha scritto di aver torturato la candidosi e che i medici hanno insistito sul ripristino della ART, oltre a tutto il resto, a Yulia è stata prescritta la prevenzione della tubercolosi, il che suggerisce che l'IP della ragazza è chiaramente inferiore a 200 cellule / μL, cioè lo stadio dell'AIDS.

Il 6 giugno 2014, nel gruppo HIV AIDS - LA MAGGIORE MISTIFICAZIONE DEL XX SECOLO, un post apparve sul muro del gruppo dissidente, tuttavia, rimase sospeso per un tempo molto breve.

I membri del gruppo hanno cercato di parlare con Yulia e nella discussione, e hanno scritto messaggi personali, il risultato è negativo. Il 6 maggio 2015, gli amministratori del gruppo HIV / AIDS Dissidenti e Loro figli hanno ricevuto un messaggio sulla morte di Yulia Yakunina. La ragazza che li ha informati ha ricevuto informazioni da suo marito Yulia e suo fratello.

La causa della morte era, secondo i parenti, il gonfiore del cervello. Ricorda che l'edema cerebrale non è una malattia indipendente, ma una complicazione. Lesioni cerebrali e infezioni molto spesso traumatiche. Julia non è stata ferita. L'8 maggio 2015 è stato confermato che la causa della morte era la meningite e il sospetto di neuroinfection complicata da edema cerebrale è stato confermato.

La meningite / meningoencefalite nell'AIDS è una complicanza frequente, è difficile e spesso transitoria, il che è confermato dal caso di Julia - sparito in 5 giorni. I virus dell'herpes, il bacillo tubercolare, i funghi (il più delle volte criptococco) sono gli agenti causali più comuni delle persone con infezione da HIV nella fase di AIDS e anche la microflora batterica può essere la causa.

Yulia ha ancora un bambino piccolo nato il 30 marzo, i creatori del gruppo "dissidenti dell'HIV / AIDS e dei loro figli" annotano.

Stadio dell'Hiv preso dal soffitto

Denis Buldygin (sui social network, Alexander Korolev) è stato diagnosticato con AIDS stadio HIV infezione, nell'estate del 2011, e una delle tipiche complicazioni neurologiche dell'AIDS è la leucoencefalopatia multifocale progressiva (PML).

Per un po 'ha preso terapia antiretrovirale altamente attiva (HAART), poi, unendosi alle comunità dissidenti dell'HIV sul social network Vkontakte, ha lasciato, scrivendo gli amministratori del gruppo "HIV / AIDS dissidenti e loro figli". Lo stato immunitario era basso - dopo che HAART ha iniziato 100 cellule / μl, dopo essere stato rilasciato - 31 cellule / μl. In un recente post, Denis ha orgogliosamente scritto che aveva solo 7 celle. Per qualche tempo è stato uno dei moderatori del gruppo dissidente dell'HIV "L'HIV-AIDS è la più grande mistificazione del XX secolo". Un amico dissidente dell'HIV ha parlato della morte di Denis nella primavera del 2015. La causa della morte è la leucoencefalopatia multifocale progressiva.

Ragazza con perline

All'inizio di ottobre 2015, Alexandra Babruiskaya morì, questo divenne noto dai suoi amici. Secondo un'amica di Alexandra, aveva l'AIDS, come la sua amica Konstantin Shalashov.

Nella primavera del 2015, Alexandra è apparsa nel gruppo dissidente "HIV-AIDS è la più grande mistificazione del 20 ° secolo" e ha riferito che la sua amica è in ospedale (infezione da HIV + tubercolosi), gli è stato prescritto un sacco di droghe, ma era sotto la "guida sensibile" di Sasha non bevono, perché non ce n'è bisogno - l'HIV, secondo la ragazza, è virtuale.

Come prova che la sua amica non beve medicine, ha messo una foto con un mucchio di pillole (non sbronzo per 9 giorni) e ha scherzato, dicono, chi fa le perline ragazzi? Da quel momento in poi, Sasha fu chiamata "la ragazza con le perle" tra di loro.

Poche settimane dopo, dopo la sua prima apparizione in un gruppo dissidente, Sasha scrisse che "la situazione era fuori controllo", senza specificare, tuttavia, che cosa e come uscì. I dissidenti raccomandarono che si rivolgesse ai messaggi privati ​​ai luminari della medicina dissidente Olga Kovekh e si voltò. Con cosa si è concluso questo trattamento e cosa ha consigliato il "dottore che ha smesso di credere nell'HIV" (sebbene non abbia curato un solo paziente con AIDS) gli amministratori di Covech del gruppo "dissidenti dell'HIV / AIDS e dei loro figli" non lo sanno.
Bene, allora... prossimo Konstantin Shalashov, un amico di Alexandra, muore il 19 maggio 2015. Più ragazze nel gruppo dissidente non sono apparse.

Più tardi, uno degli amici di Alexandra ha raccontato agli attivisti del gruppo HIV / AIDS dissidenti e loro figli che Sasha è morto nell'ottobre 2015. La causa della morte di Costantino e la sua ragazza - AIDS e le sue complicazioni. Alexandra ha un figlio.

Yoga e HLS non hanno salvato

Dmitry Verbitsky (nei social network Dmitry Schneider) è morto nel marzo 2013. Si è unito ai dissidenti dell'HIV nel 2011, è stato negativo per la terapia, ha nascosto il suo stato di sieropositività ai medici.

Ho cercato di ripristinare il sistema immunitario "modi naturali" - cibi sani, vitamina C, mare e ciclofone. Mi sono consultato con lo stesso Olga Kovekh. Ha avuto seri problemi con i suoi polmoni.

Secondo i medici, come osservano gli amministratori del gruppo HIV / AIDS Dissidenti e Loro Figli, la morte è scaturita dall'assunzione di AIDS contro lo sfondo della negazione della malattia e il rifiuto del trattamento. Secondo Koveh, da ARVT (presumibilmente ricevuto 2 settimane prima della sua morte) e l'introduzione intenzionale di medici in coma. Inoltre, afferma anche che i problemi polmonari di Schneider sono stati causati dall'uso di "sostanze tossiche", l'HIV, dicono, non essendo questo - non ce l'ha.

Inoltre, è diventato noto che Dima ha fatto yoga durante la sua vita... e dissidenti dicono - stili di vita più salutari, rifiuto delle cattive abitudini e scarsa nutrizione - e l'AIDS non è terribile.
Sembra che lo yoga sia meraviglioso, ma questo non ha aiutato.

"L'HIV è un mito"

Alexey Novikov è stato sieropositivo per molti anni, non ha nascosto il suo status e ha scritto pubblicamente su di lui nel gruppo "HIV-AIDS è la più grande mistificazione del 20 ° secolo". Non ha preso terapia perché ha aderito alle opinioni dissidenti dell'HIV.

Morì il 3 aprile 2014 da polmonite, come riportato da un amico di Alexei. Stato immunitario poco prima della morte - 2 cellule / μl.

"Virus nella tua testa"

Igor Lysunkin, un dissidente dell'HIV che un tempo stava comunicando molto attivamente nel gruppo "HIV AIDS - LA MIGLIORE MISTIFICAZIONE DEL XX SECOLO", è morto. Dai resoconti di Olga Koveh, segue che Igor morì "dopo 2 mesi dall'inizio della terapia". Aveva 40 anni. Ad oggi, l'account di Igor è stato cancellato sul social network VKontakte, la data esatta del decesso non è stata stabilita. Kovekh ha scritto sulla sua morte il 31 maggio 2015, uno degli ultimi messaggi di Igor in disorganoghi è stato nell'estate del 2014, cioè, circa gli amministratori del gruppo "HIV / AIDS dissidenti e loro figli" suggeriscono che è morto tra la seconda metà del 2014 e il primo metà del 2015.

Gli amministratori ritengono che Igor, essendo HIV + e per lungo tempo negando l'HIV, e il bisogno di terapia, abbiano iniziato a essere curati fino a tardi, e questa era la causa della morte. E cominciò quando lo stato immunitario declinò a zero, lo stadio dell'AIDS e tutti i suoi problemi connessi si svilupparono. Dopo di ciò, secondo loro, finì in un ospedale in gravi condizioni e lì, rendendosi conto che era già in bilico e che credeva che i dissidenti non avessero nulla da concordare con la terapia, ma era troppo tardi, poiché ogni trattamento doveva essere in orario.

La seconda opzione: i parenti hanno dato il loro consenso, perché lui stesso non poteva dare il consenso in base alla gravità della condizione, per esempio, essere in un ventilatore o in un coma.

"È impossibile spiegare il trattamento di un dissidente così ostinato in qualsiasi altro modo - nessuno forzerà la terapia in bocca", i dissidenti ei loro bambini scrivono agli amministratori del gruppo HIV / AIDS. "Tuttavia, queste sono supposizioni, le circostanze esatte, l'esperienza dell'HIV + in Igor, VN, IP e altri - non è noto, è noto solo che un'altra giovane sieropositiva che aveva precedentemente negato l'HIV è morta".

Sepolto due figli

A giugno 2016, i dissidenti dell'HIV hanno apertamente confermato la morte del figlio della dissidente dell'HIV Sofia Kuzmina (Myaskovskaya). Secondo gli amministratori del gruppo "dissidenti dell'HIV / AIDS e dei loro figli", la donna morì di due giovani figli malati di AIDS: a causa del rifiuto della terapia, il primo figlio infetto da HIV, Matvey, (aveva 3 anni e 10 mesi, fu gravemente colpito da HIV, leucoencefalite).

A causa del rifiuto della profilassi durante la gravidanza e dopo il parto, l'HIV fu infettato e il secondo, il figlio più giovane di Sophia, Egor, morì (non aveva nemmeno un anno, morì di polmonite interstiziale). E a proposito della morte del bambino ha detto lo stesso Olga Kovekh.

"Sophia, dopo la comparsa di informazioni sulla morte di Egor, è stata rimossa dalla comunicazione nei gruppi dissidenti dell'HIV, ha cancellato una pagina nel VC", scrivono gli amministratori del gruppo. "Notiamo anche che questo è un caso senza precedenti nella storia del movimento dissidente dell'HIV in generale: non è ancora noto altri casi in cui i genitori si sono rifiutati di adottare misure preventive e di trattare l'infezione da HIV nei bambini in famiglia".

"Il ragazzo è stato avvelenato dai medici"

Danil Markelov è nato il 17 aprile 2003 da una donna sieropositiva di nome Pauline. A Polina è stato diagnosticato l'HIV durante la gravidanza e sono stati prescritti farmaci antiretrovirali per la profilassi, che ha assunto fino al parto. Nell'infanzia, per 1 mese dopo la nascita, il ragazzo ha ricevuto la profilassi con sciroppo di retrovir. Nell'ottobre 2004, all'età di 1,8 anni, Danil è stato rimosso dal registro, secondo sua madre, durante l'esame, la diagnosi di infezione da HIV non è stata confermata.

Secondo i creatori del gruppo HIV / AIDS, i dissidenti ei loro figli, in seguito, fino all'estate del 2013, il bambino non ha avuto problemi di salute, è cresciuto e si è sviluppato abbastanza normalmente, è andato a scuola, ma alla fine dell'estate il ragazzo ha avuto dolore lo stomaco e la temperatura aumentano. I genitori hanno fatto appello ai pediatri presso i centri medici privati ​​dove sono stati esaminati il ​​26 settembre dello stesso anno, a causa della grave condizione di ricevere un pediatra del centro medico privato, Danya è stata ricoverata in ospedale in un reparto di terapia intensiva con un sospetto diabete.

Un test HIV sierologico è stato eseguito in ospedale, di conseguenza, il bambino è stato diagnosticato l'infezione da HIV nella fase di AIDS e ha iniziato il trattamento con 4 farmaci antiretrovirali. I medici consideravano la disabilità del bambino a causa dell'AIDS. Tuttavia, i genitori avevano la loro versione degli eventi. Secondo la loro convinzione, il motivo principale per la diagnosi di infezione da HIV per Dane è stato i dati sulla presenza di una diagnosi "falsa" di infezione da HIV a Polina, che è diventato noto ai medici di Chelyabinsk dai medici di Kurgan SC. E hanno visto la causa della grave condizione del figlio avvelenato con il suo "veleno", cioè HAART, che, a loro parere, ha portato a gravi danni al sistema nervoso centrale e ad altri problemi di salute in Dani.

Alla fine di marzo 2014. Danya entra nell'ospedale con sospetta polmonite, che, secondo Maxim, non è stata confermata, ma è stata solo una "lieve infezione respiratoria". Tuttavia, il bambino era in terapia intensiva. I genitori hanno continuato a rifiutare il trattamento con farmaci antiretrovirali, recentemente Danya ha ricevuto cure palliative.

"Oggi è il 5 ° giorno di trattamento prescritto da un neurologo, c'è stato un leggero deterioramento sullo sfondo della correzione della dose, ora tutto è stabile. Spastika ha cominciato ad andare via, ma la verità è che molti dei farmaci stanno dormendo;

14 giugno, Daniel è andato.

"Non abbiamo potuto aiutare"

Il gruppo "dissidenti dell'HIV / AIDS e i loro bambini" ha monitorato lo stato di salute di un bambino di 6 anni affetto da HIV, Nikita, per più di un anno (fino al 2016). Sua madre, Elmira Lukina, ha dichiarato pubblicamente la sua intenzione di rifiutare il trattamento, sostenendo che l'HIV non esiste e la terapia antiretrovirale è velenosa. Temendo di "avvelenare" il figlio minorenne, Elmira evitò i medici del centro AIDS, non trattò suo figlio e non si curò.

"Abbiamo chiesto ripetutamente aiuto da varie agenzie governative per impedire la morte del figlio di Elmira. Per un anno intero eravamo stufi delle risposte. Nessuno ci ha aiutato, e uno dei deputati della Duma del distretto della città di Samara, al quale abbiamo anche chiesto aiuto, si è anche lamentato di noi a Roskomnadzor. Oltre a Roskomnadzor, abbiamo ricevuto denunce presso l'ufficio del procuratore della città di Orenburg e al comitato investigativo. La dichiarazione su di noi è stata scritta da un certo Vershkov A.V., che è stato coinvolto nell'organizzazione pubblica "Comitato contro la corruzione". La dichiarazione affermava che Elmira L. si appellò a Vershkov A.V. per aiuto - presumibilmente la molestiamo moralmente. E qui "il Comitato anti-corruzione" è ancora un mistero per noi "scrivono gli amministratori del gruppo.

L'ufficio del procuratore e l'IC a seguito di un procedimento penale ai sensi dell'art. 137 del codice penale in relazione all'amministratore del gruppo "HIV-DISSIDENCY IN RUSSIA" è stato rifiutato, cioè, invece di salvare il bambino, le forze dell'ordine sono state coinvolte nel fatto che periodicamente hanno chiamato l'amministratore del gruppo Anar Hasanova per le spiegazioni.

Nel giugno 2016, Elmira è passata da una malattia associata all'HIV, cioè dall'AIDS.

Più tardi si è saputo che il figlio di Elmira morì un mese dopo la morte di sua madre.

"Siamo molto turbati da questa notizia, perché significa che non potremmo salvare il bambino. Non abbiamo completato il nostro compito. Nessuno ha completato il loro compito, - scrivi gli amministratori del gruppo. - Per molti mesi, il bambino è morto per una morte dolorosa. Tutte le possibili istanze sono state informate di questo. E dopo tutto, il ragazzo avrebbe potuto davvero essere salvato. Ma nessuno ne aveva bisogno, sfortunatamente. "

Tre cellule di Lyudochka

Lyudmila Dyagil - uno dei più famosi dissidenti dell'HIV si è dichiarato nel 2013.

"Lucy ha dedicato molto del suo tempo e delle sue energie alla promozione delle idee dissidenti dell'HIV in VC - non solo nei gruppi dissidenti dell'HIV, ma anche al di fuori dei suoi confini", scrivono gli amministratori del gruppo "dissidenti dell'HIV / AIDS e dei loro bambini". - Quante persone, esattamente sotto l'influenza di Lucy, credevano nelle idee dissidenti dell'HIV e si rifiutavano di schermare se stesse e i loro bambini per l'HIV - è difficile dirlo adesso. Ma erano - questo è sicuro. Alcuni hanno annuito apertamente alle "tre celle di Lyudochka" e quanti di quelli che non hanno scritto apertamente?! "

Lyudmila è morto nell'ottobre dell'anno scorso. I dissidenti dell'HIV causano la morte di persone che Luda chiamava danno tossico agli organi interni a causa di salute, fumo e assunzione di farmaci anti-tubercolosi che sono stati indeboliti nella loro giovinezza.

"Non ascoltare i medici, l'HIV esiste"

"Il nostro gruppo non avrebbe mai scritto della figlia di Narina (Maria Akinshina), considerando che non ci sono prove precise di ciò che le è successo. Tuttavia, recentemente, Narina è finalmente apparsa sulla rete e ha iniziato a negare di aver mai detto che sua figlia era morta, scrivere agli amministratori del gruppo "I dissidenti dell'HIV / AIDS e i loro figli". "Sfortunatamente per lei, Narina non si è accorta che il suo coniuge, che aveva confermato l'irreparabile, ha approfittato del suo profilo poco prima. Secondo lui, ha scoperto la vera immagine di ciò che sta accadendo con sua figlia solo tre giorni prima della sua morte. "

Dopo la comparsa di Narina nella rete del gruppo "Il movimento contro la truffa dell'HIV / AIDS", è stato rilasciato il post di paternità di Olga Kovekh, che racconta che la figlia di Narina è viva. In una corrispondenza con Andrei Kovalyan, Koveh lo accusò di "passare le informazioni alle autorità" e avanzò diverse teorie: per esempio, quella disinformazione fu intenzionalmente fusa in Kovalyan: forse, "per distrarre temporaneamente l'attenzione di queste creature e fare quello di cui hai bisogno. " Sebbene pochi minuti prima, affermò con sicurezza che Mary era semplicemente hackerata e qualcuno scrisse per suo conto.

"Tuttavia, con una dichiarazione di Koveh," le persone normali non scherzano con queste cose ", siamo costretti a concordare. Davvero non sto scherzando. Nessuna madre scherza dicendo che suo figlio è morto ", hanno concluso gli amministratori.

La figlia di Maria è morta di AIDS nell'autunno del 2017. Aveva 10 anni.

Come riportato in precedenza, alla fine di maggio del 2018, uno dei rappresentanti più famosi del movimento dissidente all'HIV, Sofia Myaskovskaya, 36 anni, morì di HIV in Russia. Per saperne di più: "La morte di un dissidente dell'HIV": come ha fatto la russa a mettere i bambini nella bara in nome di un'idea

Ciò che i medici israeliani hanno recentemente scoperto è sconcertante! Trovata la cura dell'HIV

Il virus dell'immunodeficienza umana è il virus che causa l'AIDS. L'HIV è stato scoperto nel 1983 e da allora quattro dei suoi tipi sono stati scoperti.

Questo è scritto sulla rete

L'HIV riduce il livello di resistenza del corpo a vari tipi di malattie. L'infezione da questo virus si verifica quando i fluidi biologici di una persona infetta entrano nel flusso sanguigno di una persona sana.

Nell'ambiente esterno, il virus muore quasi istantaneamente, in modo che l'infezione da HIV possa essere solo un contatto.

Cura dell'HIV

Fino a poco tempo fa, non c'erano farmaci che potessero curare una persona affetta da HIV. C'erano farmaci che facilitano il decorso della malattia, ma hanno solo prolungato lo stadio inattivo dell'HIV senza dare completa guarigione.

Più recentemente, gli studiosi dell'Università ebraica di Gerusalemme hanno fatto una scoperta sorprendente. Sostengono di aver identificato una proteina chiamata Gammora, che può distruggere quasi completamente l'HIV nel corpo umano.

Al momento, il farmaco ha già superato la prima fase di test. Esternamente, queste sono normali compresse che contengono proteine ​​Gammora in una forma concentrata.

L'efficacia del farmaco è sbalorditiva. 97% - questo è l'indicatore della distruzione produttiva dell'HIV in un organismo infetto. Tali indicatori non potrebbero ancora essere raggiunti.

È molto importante che Gammora non abbia effetti collaterali.

È molto importante che Gammora non abbia effetti collaterali. Ciò significa che la medicina agirà esclusivamente sul virus, ignorando le cellule sane del corpo.

È molto probabile che questo farmaco apparirà sul mercato farmaceutico nel prossimo anno. Allo stesso tempo, il suo costo sarà significativamente inferiore a quello di altri farmaci mirati alla lotta contro l'HIV.

I ricercatori sperano che il farmaco sarà presto disponibile nelle regioni più povere dell'Africa, dove il livello di infezione da HIV è catastroficamente alto.

Notizie sorprendenti, giusto? Questa è una nuova speranza per milioni di persone in tutto il mondo e una nuova fase nella vita di tutti coloro che possono guarire. Assicurati di condividere queste fantastiche novità con i tuoi amici sui social network, fai conoscere quante più persone possibile su una scoperta così incredibile.

"Morirò tra mezzo anno"

Quest'anno più di 20 mila persone muoiono di AIDS in Russia, il 7% in più rispetto al 2016, e l'epidemia continuerà a diffondersi, dicono gli esperti. Su 900.000 persone sieropositive nel paese, solo una terza persona riceve il trattamento di cui ha bisogno al meglio, anche se solo l'anno scorso il numero di persone infette è aumentato di 100.000 e il denaro per il loro trattamento non è stato nemmeno incluso nei bilanci federali e regionali. In totale, sono stati stanziati 17,5 miliardi di rubli per combattere l'HIV / AIDS in Russia e, secondo i medici, è quasi cinque volte più di circa 100 miliardi di rubli.

Elena - 48, ma più di 40 apparentemente non darà. Carino, magro, allegro. Vive a Mosca da oltre 15 anni, dieci dei quali con diagnosi di HIV. La donna chiede il suo nome e la città da dove viene, per non essere chiamata, perché solo i suoi più stretti conoscono i suoi problemi di salute. Ogni mese, viaggia per sei ore nella sua città natale, nella Russia centrale, per ottenere le medicine di cui ha bisogno nel suo centro regionale per l'AIDS. Ogni volta che deve prendersi una pausa dal lavoro perché l'ospedale non lavora nei fine settimana. Di recente, sua figlia ha sposato un moscovita e nuovi parenti le hanno fatto una registrazione quinquennale nella capitale. E Lena decise che poteva finalmente rilassarsi e ricevere cure sul posto.

Da quest'anno in Russia è apparso un registro federale delle persone infette da virus dell'immunodeficienza umana e persone affette da tubercolosi. Quindi, se un paziente lascia la sua regione, è obbligato a registrarlo in un altro e curarlo nel luogo di residenza effettiva. Il registro, che è stato inventato e gestito dal Ministero della Salute, è stato creato proprio per migliorare la capacità del Ministero della sanità di controllare la distribuzione dei medicinali. In tutte le regioni, i pazienti hanno creato un nuovo account senza problemi. Oltre a Mosca.

"Il preside del mio centro regionale per l'AIDS mi ha chiamato e ha detto di aver ricevuto una risposta molto strana da parte di Mosca su di me e non sapeva nemmeno come rispondere a questa disiscrizione", dice Elena. - Hanno detto che potevano registrarmi a Mosca se il mio centro nativo per l'AIDS mi fornisce una fornitura di medicine per un anno. Per usare un eufemismo, i medici sono sotto shock: non mi hanno mai dato farmaci per più di un mese, perché le droghe sono rigorosamente registrate e mancano sempre. Inoltre, da nessuna parte nella legge che un paziente debba essere trasferito insieme alla copertura dei farmaci, non c'è una parola. Si dice che deve essere incluso nel registro e assicurarsi che tutto sia a posto e questo è tutto.

Alexander Ezdakov di Perm, che non nasconde il fatto che vive con l'HIV, dice che conosce più di una dozzina di casi in cui i pazienti che vivono, lavorano e pagano le tasse a Mosca non sono registrati nel centro AIDS e, di conseguenza, viene negato sono in trattamento E loro sono negati dal Dipartimento della Sanità di Mosca, che dovrebbe proteggere gli interessi del paziente.

- Mosca, purtroppo, è l'unica regione in cui la legislazione non viene rispettata e vengono violati i diritti dei pazienti, in quanto semplicemente non registrati. Credo che questo sia un caso flagrante: l'ente statale, il Dipartimento della salute, che deve stare in guardia dall'assistenza sanitaria, dalla parte dei pazienti, si oppone ai pazienti, esclama Outland. "Ma se qualcuno può andare alla sua regione ogni mese, allora ci sono persone che vivevano in Estremo Oriente o in Siberia, e lì non andrai lì per la droga ogni volta." Inoltre, il viaggio in un'altra regione per i farmaci necessari molto spesso non consente la salute.

Elena ricorda la prima volta che è andata al centro regionale per la lotta all'AIDS per droga, non riusciva nemmeno a camminare dalla debolezza, e le sue amiche l'hanno guidata per le braccia.

- Ho vissuto con un giovane che era più giovane di me, è originario della Moldavia, un ex tossicodipendente. Quindi non ho prestato attenzione, perché vivevamo molto bene, non beveva, non fumava, era premuroso e attento. Non ho mai usato droghe da solo, ho studiato, ho lavorato, non ho cambiato il mio compagno, ho sentito parlare di AIDS, naturalmente, ma non potevo nemmeno immaginare che questo potesse accadere a me ", dice. - E poi, senza motivo, la mia temperatura ha iniziato a salire - 37,0, 37,2. Per sei mesi il corpo ha lottato da solo, ero solito fare sport in generale, ho sempre seguito la mia salute. E poi ho perso peso da 62 a 47 con una crescita di 1,70, non ho potuto mangiare, le ulcere sono apparse su tutto il corpo. E poi è iniziata una terribile tosse, la temperatura è salita a 40 e mi hanno portata all'ospedale in ambulanza. Sospetta polmonite Non c'erano posti nel reparto, mi misero nel corridoio, fecero dei test e cominciarono subito a punzecchiare antibiotici pesanti, il che mi fece sentire peggio. Il quarto giorno non potei alzarmi dal letto. E poi il manager mi ha detto che mi è stato diagnosticato l'HIV e che avrebbe cercato di portarmi in un ospedale specializzato.

All'ospedale di Falcon Mountain, Elena fu immediatamente collocata in un reparto per i più severi. A quel tempo, aveva 5 cellule immunitarie ad una velocità di 600-1300 (numero di linfociti T per millilitro di sangue. - MS), stava praticamente morendo. In due mesi e mezzo di trattamento intensivo, le cellule immunitarie sono cresciute a 100, e la donna è stata dimessa a casa. Il suo giovane, che ha trasmesso la sua infezione da HIV, aveva già trovato un altro amico in quel momento e si è trasferito da lei.

- Ho camminato molto male, respirato con un cuscino di ossigeno, ma non ero registrato presso il Centro federale per l'AIDS, perché anche allora c'erano pazienti provenienti da regioni lontane - Siberia, Magadan, Estremo Oriente che non potevano andare per le medicine da soli così sono dovuto andare nella mia città natale, dice Elena.

L'anno scorso, un migliaio di persone hanno ricevuto cure presso il Centro scientifico e metodologico federale per la prevenzione e la lotta contro l'AIDS (Centro federale per l'AIDS), quest'anno è stato programmato di prendere 1.200 persone per il trattamento. Ma il Ministero della salute non ha incluso il Centro federale per l'AIDS nell'elenco dei destinatari dei farmaci antiretrovirali (RS) per il 2017, dal momento che il centro è gestito dal Rospotrebnadzor. Ad agosto, i pazienti del Centro federale per l'AIDS sono rimasti senza droghe, afferma il direttore del centro Vadim Pokrovsky.

- Sfortunatamente, ora questi cittadini della Federazione Russa, che non hanno una registrazione permanente a Mosca, sono costretti a rivolgersi a centri di Mosca dove non vogliono essere registrati, o ai centri delle regioni in cui sono registrati come residenti permanenti. In generale, la situazione è abbastanza difficile. Perché ora la migliore pratica internazionale è quella di curare un paziente non appena gli viene diagnosticata un'infezione da HIV. Ora abbiamo circa 900 mila cittadini russi che hanno un'infezione da HIV e non sono ancora morti. Per tutto il tempo, sono stati registrati oltre un milione di casi, ma sono morti 250.000 in 30 anni di osservazioni. Perché nessun altro possa morire, dall'AIDS, almeno, è necessario che tutti ricevano la terapia antiretrovirale. Ma mentre il budget consente di prendere circa 300 mila persone per il trattamento. Pertanto, prendono per il trattamento solo quelli che hanno gli indici di immunità più poveri, cioè quelli che sono minacciati dallo sviluppo dell'AIDS. Naturalmente, questo è ciò che crea il problema principale. Quasi ovunque le droghe sono solo per un certo numero di pazienti. E quando arrivano nuovi infetti, solo l'anno scorso ci sono state circa 100 mila nuove infezioni da HIV, naturalmente, c'è una sproporzione tra coloro che hanno bisogno di cure e il budget previsto per i farmaci.

- Cioè, quelle 600.000 persone sieropositive che attualmente non ricevono cure vedranno la terapia di cui hanno bisogno solo quando sono completamente malate?

- Un'altra domanda è se ci saranno droghe. Perché il bilancio della Federazione Russa non prevede di aumentare i finanziamenti per l'infezione da HIV fino al 2019. Mi sembra che questo sia un grande difetto. È necessario che il governo e la Duma di Stato aumentino drasticamente il bilancio corrispondente se non vogliono che altre decine di migliaia di persone muoiano. Secondo Rosstat, l'anno scorso 17.500 persone morirono di AIDS. Considerando che l'anno scorso c'è stato un aumento di oltre il 10% delle persone sieropositive, quest'anno 20mila persone moriranno, e forse anche di più. Questo è secondo Rosstat. Secondo i nostri dati, muoiono ancora di più. Il governo sta diventando più attivo al riguardo, ma finora questa attivazione sta avvenendo solo sulla carta. È stata istituita una strategia del governo nazionale per combattere l'infezione da HIV. Ci sono molte belle parole, ma non ci sono finanziamenti aggiuntivi. Quale può essere una strategia senza soldi?

- Quanti soldi servono per fermare l'epidemia?

- Per fermare l'epidemia, secondo i miei calcoli, hai bisogno di circa 100 miliardi di rubli. Ciò include, ovviamente, non solo il trattamento, ma anche misure preventive, perché ci sono troppi casi di nuove infezioni. La Russia, secondo l'UNAIDS, sull'AIDS si è classificata al terzo posto nel numero di nuovi casi dopo il Sudafrica e la Nigeria. Questo, ovviamente, è inaccettabile. È necessario aumentare notevolmente i fondi destinati alla prevenzione e utilizzare quei metodi che hanno dimostrato la loro efficacia in Europa e nei paesi in via di sviluppo. Abbiamo bisogno di programmi speciali per lavorare con le prostitute e uomini che fanno sesso con uomini e tossicodipendenti. Questi programmi hanno funzionato molto bene in Europa.

- È chiaro che quando tutti hanno fasi diverse, quindi le droghe si differenziano. C'è una sorta di controllo medio?

- Stiamo ora lottando per una riduzione del costo del trattamento, ma risulta che i farmaci per lo più obsoleti sono economici, il che ha portato a un brevetto, che può essere copiato e fare i cosiddetti generici. Naturalmente, per un certo periodo è possibile ottenere farmaci a basso costo, ma col tempo avranno tutti un effetto collaterale o si svilupperà la resistenza del virus. Pertanto, prima o poi è necessario passare a farmaci più costosi e moderni. Forse diventeranno più economici in questo momento, ma questo problema esiste. Finora stiamo usando farmaci che sono stati sviluppati decenni fa. Devono essere presi tre volte al giorno per 3-4 compresse, mentre la stessa Europa e gli Stati Uniti sono già passati alla modalità standard: una compressa al giorno. E in futuro - una compressa o una iniezione al mese. Ma non sappiamo ancora quanto costano questi farmaci e se possiamo fornire i nostri pazienti con il budget nel prossimo futuro.

La situazione più difficile con la diffusione dell'infezione da HIV si è sviluppata negli Urali, nella regione del Volga e in Siberia. Secondo gli ultimi dati, già oltre il 50% delle infezioni sono trasmissione tra uomini e donne e il contatto eterosessuale. Il numero di infezioni tra gli uomini omosessuali in Russia nella massa totale è circa l'1-2% del numero totale di casi. Ma questo non significa che non vi sia alcuna epidemia tra gli uomini che fanno sesso con uomini. Anche lei va, solo la loro percentuale è molto più piccola. Secondo l'UNAIDS, il 50% delle persone sieropositive nel mondo riceve una terapia antiretrovirale. E in Russia, solo un terzo, - ha detto Vadim Pokrovsky.

"Oggi non mi è stata data una delle droghe di terapia che avevo precedentemente ricevuto, hanno detto che non era disponibile", dice Valeria da Mosca. "Non prendono test per la carica virale", si lamenta Olesya di Kaliningrad. "È già il terzo mese che mi danno sempre diverse pillole e ora sono cambiate, ma non mi hanno nemmeno dato un analogo. So che non puoi cambiare le medicine così spesso, ma i medici dicono" bevi quello che hai ". Ho trovato il farmaco di cui avevo bisogno, anche se e in ritardo ", scrive Julia di Rostov-on-Don. Sul sito Pereboi.Ru, che appartiene al movimento Patient Control (questo è il movimento di persone che vivono con l'HIV e altre malattie socialmente significative, che stanno provando dai pazienti stessi per garantire un controllo efficace sulla fornitura di cure mediche a pieno titolo nelle regioni della Russia. centinaia.

Elena, che è pronta a iscriversi al Dipartimento della Sanità di Mosca solo con una fornitura annuale di farmaci ARV, afferma che durante il trattamento aveva già cambiato lo schema quattro volte, riducendo il costo dei farmaci ogni volta.

- Se smetto di emettere medicine, morirò tra sei mesi. Per la terapia HIV-positiva, la terapia ARV è come l'insulina per i diabetici, non possiamo farne a meno. La medicina di cui ho bisogno costa 47mila rubli al mese, ma io stesso non posso comprarla, anche se con essa mi sentivo perfetta. Ora non me lo danno perché, come hanno detto nel mio centro AIDS, ci sono molte persone malate, difficilmente riescono a registrarsi, ma non ci sono finanziamenti aggiuntivi. Pertanto, hanno lasciato buoni farmaci solo per coloro che hanno una situazione critica e l'infezione può trasformarsi in AIDS. Ma gli effetti collaterali dei farmaci a basso costo sono diversi. Il mio peggio è stato quando è iniziata la lipodistrofia. Le maniglie-gambe sono diventate come bastoni, non c'è più grasso sul prete, ma una pancia è diventata selvaggia, una vista terribile, in una parola. Ci sono voluti tre anni prima che il mio corpo tornasse alla sua forma normale, e non hai idea di quanto sforzo ci sia costato. Da un'altra droga, la mia emoglobina è scesa due volte, sono svenuta, dice Elena.

Il trattamento per l'HIV non fa parte del programma CHI ed è finanziato dal bilancio federale e regionale. I fondi sono stanziati dal bilancio federale per l'acquisto di terapie antiretrovirali e il bilancio regionale contiene centri per l'AIDS. Naturalmente, il principale onere finanziario è la fornitura di farmaci. L'anno scorso, Roszdravnadzor ha lavorato attivamente alle interruzioni nell'approvvigionamento di droga nella regione di Mosca. E poi - in caso di rifiuto delle registrazioni presso il Centro AIDS City di Mosca. Sono stati effettuati controlli, sono state trovate violazioni, sono state fatte le prescrizioni. Queste istruzioni non erano chiaramente soddisfatte, poiché i fallimenti continuavano. E Roszdravnadzor ha imposto un'ammenda al capo del Dipartimento della Salute e al Dipartimento per il mancato rispetto della prescrizione, stanno ora cercando di contestare queste multe in tribunale, afferma Alexander Ezdakov, che aiuta legalmente le persone sieropositive a difendere i loro diritti.

- Cosa abbiamo ora con il trattamento? - argomenta Ezdakov. - Le regioni hanno presentato richieste al Ministero della salute per quest'anno e di conseguenza ricevono la quantità di terapia disponibile solo per coloro che sono già registrati. Il Ministero della Sanità ha annunciato le aste così tardi che ha provocato un forte contraccolpo, quando i pazienti non erano stati trattati per diversi mesi. In precedenza, le regioni stesse acquistavano in base al budget stanziato per questi acquisti. E in pratica, la regione richiede novemila corsi per il trattamento dell'HIV. Dei novemilaseicentimila a quelli che sono già in cura, e tremila per registrare nuovi pazienti. E la regione alla fine ottiene seimila e basta! E per quelli nuovi, forse aggiungeranno qualcosa. Questo sta prendendo in considerazione quante donne in gravidanza possono registrarsi, perché sono trattate per prime. Questo è tutto. E il trattamento come prevenzione smette di funzionare.

Materiale originale: Radio Liberty

L'opinione dell'autore potrebbe non coincidere con l'opinione dell'editore.

Iscriviti alla pagina AIDS.CENTER su Facebook.