Crisi dell'allattamento: quando e cosa fare

L'allattamento al seno è un contributo indiscusso alla salute del bambino. Bene, quando ha successo, senza complicazioni. Ma nessuno è immune da tali problemi come una crisi di tipo allarmistico. Anche una madre esperta che ha allevato un bambino dopo la nascita del secondo può affrontare questo problema. Quali fattori influenzano l'allattamento? Come evitare di ridurre la produzione di latte? Come migliorare il lavoro delle ghiandole mammarie? Le principali condizioni: una dieta equilibrata e regime quotidiano.

Come funziona la ghiandola mammaria?

Dopo il parto, il corpo di una donna funziona sotto l'influenza degli ormoni. Le ghiandole mammarie hanno il loro modo di operare. Durante la prima volta dopo la nascita, viene prodotto il colostro. Questo liquido si differenzia dal latte nel suo basso contenuto di grassi e carboidrati, ma lo supera nella quantità di proteine, vitamine e anticorpi, che danno al bambino una protezione immunitaria. A causa del fatto che il colostro è un po ', assomiglia a una crisi di allattamento. Non tutte le madri sanno cosa sia, solo chi ha riscontrato un fenomeno così spiacevole. Spesso negli ospedali per la maternità i neonati vengono nutriti da una bottiglia. Non è necessario e può solo ferire. Il colostro viene prodotto in piccole quantità, ma è abbastanza per fornire al bambino le sostanze e gli enzimi necessari. Il fluido in eccesso può letteralmente sciacquare ogni cosa buona dall'intestino. Il neonato non richiede grandi quantità di cibo.

Dopo 3 settimane, l'allattamento di solito si trasforma in una forma matura. Prima arriva il latte, diventa troppo. Quindi le prestazioni delle ghiandole mammarie e le esigenze del bambino sono coerenti e riceve tutta l'alimentazione necessaria. Dopo l'allattamento, non c'è quasi più latte, ma una quantità sufficiente è già formata dalla domanda successiva.

Crisi dell'allattamento: periodi, periodi

Qualsiasi donna può avere un temporaneo calo della produzione di latte. La lattazione influenza la nutrizione, l'esercizio fisico, lo stato emotivo. Il più delle volte, una diminuzione della lattazione avviene a 3-6 settimane e successivamente - a 3, 4, 7 e 8 mesi. Forse il latte non è diventato meno e i bisogni del bambino sono aumentati. Questo è spesso il caso. La crisi della lattazione può avere una certa frequenza - circa un mese e mezzo. Di solito questo periodo difficile per madre e bambino dura 1-3 giorni. A volte devi soffrire una settimana, ma molto dipende dall'umore della donna. Se riesce a controllarsi, l'alimentazione entra rapidamente nella modalità normale.

Segni di crisi di allattamento

Se un bambino si comporta irrequieto durante la poppata, urla, chiede nuovamente il seno in pochi minuti, sembra che sia madre che non c'è abbastanza latte. Il bambino dell'ansia può essere causato da qualsiasi cosa, non necessariamente da una crisi di tipo allattamento. 3 mesi è l'età in cui un bambino può essere disturbato dalle coliche, o può essere eccitato da alcuni nuovi eventi. Se una donna sente che i suoi seni sono costantemente "vuoti", forse questa è la ragione principale per piangere. Non essere immediatamente spaventato e supponi che il latte sia sparito.
Molto probabilmente, viene prodotta la stessa quantità, solo un bambino taglia ogni goccia. E questo è il comportamento giusto che aiuterà a superare la crisi dell'allattamento al seno. Cosa dovrebbe fare la mamma? Permetti al bambino di combattere per il latte. Il meccanismo è molto semplice: più succhia, più velocemente tutto sarà aggiustato.

Nutrendosi della domanda

Mamma di fronte a una carenza di latte, è necessario dimenticare altre cose e trattare con il bambino. Dovrebbe ricevere un seno su richiesta. Succhiare segnala che non c'è abbastanza latte. Questa è la stimolazione più efficace delle ghiandole mammarie. Se inizialmente alimentato su richiesta, potrebbe non verificarsi una crisi di allattamento. A 5 mesi, molte madri si stanno già sforzando di dare il seno all'ora e solo durante il giorno. E questo è un grosso errore. È di notte che si producono ormoni responsabili dell'allattamento. Per un'alimentazione di successo, è meglio che il bambino dorma con sua madre. Lo stretto contatto lenisce entrambi e crea condizioni favorevoli per la produzione di latte. L'alimentazione notturna è necessaria quando si è verificata la crisi dell'allattamento al seno.

Molte madri notano che il bambino non si accontenta di nutrirsi, di solito dopo le azioni attive. Ad esempio, ha suonato tutta la serata con suo padre, era sovraeccitato. Mamma in questo momento facendo le faccende domestiche, stanco. Di conseguenza, il bambino vuole mangiare di più e il latte è meno del solito. Spesso questi momenti familiari possono essere spiegati crisi di tipo latto. Cosa fare in questo caso? Rilassati, stenditi il ​​giorno dopo con il bambino a letto. Basta non preoccuparsi, e non necessariamente bere immediatamente alcuni brodi o droghe per migliorare l'allattamento.

Ne vale la pena di sfamare?

Una miscela o solo acqua calmerà il bambino. Ma il fatto che smetterà di succhiare aggressivamente non aiuterà ad aumentare la produzione di latte. Pertanto, non correre. Per assicurarti che ci sia abbastanza latte, devi solo contare i pannolini bagnati. Se un bambino fa pipì 12 volte al giorno, non puoi preoccuparti, non ha fame. Da sei pannolini bagnati al giorno può essere considerata la norma. Dare la miscela è, se i periodi di crisi della lattazione durano più di sei giorni. È meglio nutrirsi non da una bottiglia, ma da un cucchiaio.

Controllo della pesatura

Spesso i medici raccomandano di scoprire quanto latte ha bevuto il bambino alla volta. Solo una pesatura potrebbe non essere sufficiente per fare una conclusione corretta sulla nutrizione del bambino. Il suo stomaco non è progettato per grandi volumi, il suo appetito è diverso in momenti diversi. Con una frequente applicazione su richiesta alla volta, il bambino può bere 10 ml, nell'assunzione successiva - 50 o 120. Pertanto, è necessario pesare il bambino prima e dopo l'alimentazione durante il giorno.

Cosa succede se non c'è abbastanza latte?

Per aumentare l'allattamento, è possibile applicare i seguenti metodi. Prima di nutrire per 15-20 minuti, bere tè o latte tiepido, organizzare bagni riscaldanti per il torace, le braccia e le gambe.

Il volume totale del fluido dovrebbe essere sufficiente, ma non troppo grande. L'acqua in eccesso non aumenta la secrezione di latte, ma crea solo un carico aggiuntivo sui reni. Bevi quanto vuoi.

Atteggiamento psicologico

Una donna dovrebbe essere sicura che il latte materno sia il cibo migliore per il bambino, che sia in grado e obbligato a dargli da mangiare, e che nessuno stress e ostacoli possa impedirlo. I medici lo chiamano la lattazione dominante. Se la madre inizialmente si sente confusa e sta aspettando crisi e altri problemi, molto probabilmente lo faranno. Alcune donne non iniziano immediatamente a nutrire il bambino, citando, per esempio, i capezzoli irritati o inventando altre scuse. Si ritiene che l'allattamento rovini la forma del seno. Questo non è completamente vero. I principali cambiamenti si verificano durante la gravidanza. Se una donna non inizia a nutrirsi dopo il parto, le ghiandole mammarie subiscono uno stadio di involuzione durante il mese, il colostro non entra mai nel latte maturo e gradualmente scompare. Ma la forma del seno non sta migliorando. Pertanto, non è necessario nella speranza di un effetto estetico abbandonare l'allattamento al seno.

Anche durante la gravidanza, devi sintonizzarti in modo positivo. Certo, dovresti sapere in anticipo sulle possibili difficoltà, ma non aver paura di loro e aspettare ad ogni turno.

In futuro, è necessario monitorare lo stato psicologico e non il lavoro eccessivo. Per coloro che non dormono abbastanza, le crisi della lattazione sono più spesso osservate. Quando ci sono notti insonni, è necessario riposare nel pomeriggio. Lascia che qualcun altro si occupi delle faccende domestiche. L'attività principale della mamma è quella di conservare il latte.

Cibo per l'allattamento

Una dieta per donne che allattano non è molto diversa da una normale dieta sana. L'allattamento richiede un ulteriore 500-600 kcal al giorno, ma questo non significa che è necessario mangiare molto di più. La crisi dell'allattamento è spesso causata da una cattiva alimentazione. Una dieta equilibrata aiuterà non solo a nutrire il bambino per un lungo periodo, ma anche a mantenere la salute. Nel periodo dell'allattamento, una donna dovrebbe ricevere tante vitamine e minerali sia per lei che per il bambino. Devi mangiare abbastanza cibi proteici: carne, latte, pesce. Verdure come carota, zucca, lattuga, ravanello hanno un effetto favorevole sull'allattamento. Puoi cucinare brodi e altre bevande salutari. Ad esempio, succo di carota fresco con una piccola quantità di miele e panna.


Non vale la pena di allattare le madri a mangiare carne affumicata e sottaceti, il contenuto di sale nel cibo dovrebbe essere minimo. Altrimenti, il fluido nel corpo viene ritardato e la formazione del latte viene ridotta. L'abbondanza di cottura è anche dannosa per l'allattamento. I prodotti a base di burro sono preferibili a preferire il pane con la crusca.

Bevande per migliorare l'allattamento

  1. Versare il latte 3-4 cucchiai di carote grattugiate, è possibile aggiungere un po 'di miele. Bevi due o tre bicchieri al giorno.
  2. Sterilizzare in un mortaio 20 g di semi di lattuga, versare un bicchiere di acqua bollente e lasciar riposare per 2 ore. Bere 100 ml 2-3 volte al giorno.
  3. Tè del cumino. Per un litro di bevanda, prendi 15 grammi di semi di cumino, un limone e 0,5 tazze di zucchero. Far bollire in una casseruola di smalto per 5-10 minuti, filtrare. Prendi 2-3 volte al giorno per mezza tazza.
  4. Semi di aneto (1 cucchiaio L.) Versare un bicchiere d'acqua e lasciar riposare per 2 ore. Puoi bere due volte al giorno per mezzo bicchiere o un cucchiaio per 6 volte.

Corretta allattamento al seno

La lesione del capezzolo o la stimolazione insufficiente provocano crisi di lattazione. Quando le madri hanno disturbi durante l'alimentazione, è necessario assicurarsi che il bambino catturi correttamente il seno. Le gengive non dovrebbero spremere il capezzolo e l'areola. Il naso tocca la pelle del seno. Se la presa non è abbastanza profonda, il bambino tira costantemente il capezzolo, questo porta a crepe e colpisce gravemente l'allattamento nel suo complesso. Sin dall'inizio dell'alimentazione è necessario insegnare al bambino a prendere il seno correttamente. Se ha torto il capezzolo, non puoi tirarlo fuori dalla sua bocca. Per prima cosa devi aprire delicatamente le mascelle, tenendo tra le dita il tuo mignolo. Quindi assicurati che il bambino apra la bocca e si applichi di nuovo.

Certo, in alcuni casi questo richiede molta pazienza. Ad esempio, se i capezzoli sono piatti, l'alimentazione è difficile. Spesso dopo i primi tentativi una donna si dispera. In effetti, il bambino può allattare qualsiasi forma. Solo dopo aver mangiato da una bottiglia non soffrirà con un capezzolo "difficile" o non svuoterà completamente il suo petto. In questi casi, si sviluppa solitamente la stasi del latte o la crisi della lattazione.


A 3 mesi, il bambino e la madre erano già abituati a nutrirsi e imparavano tutto. Altri problemi appaiono: alcuni bambini amano giocare con il loro seno. Mordono, ritraggono il capezzolo tra le mascelle serrate, e quelli che sono più anziani possono anche rotolare la macchina mentre stanno mangiando. È chiaro che tale indulgenza non porta il bene, ma infastidisce solo la mamma. Pertanto, ai primi scherzi è necessario fermarli ed evitare di trascurare il trattamento con il seno. È necessario spiegare al bambino che la mamma ha ferito, che segua le regole.

Massaggio e ginnastica

Per l'allattamento di successo sono utili tutti i modi per migliorare la salute delle donne. Il massaggio calma anche il sistema nervoso. Migliorare la circolazione sanguigna aiuta ad aumentare la secrezione di latte. Puoi fare qualsiasi esercizio in cui i muscoli del torace siano tesi. Il massaggio richiede una leggera carezza dal bordo delle ghiandole mammarie ai capezzoli in una spirale. Massaggio utile della zona toracica e del collo.

Cessazione della lattazione

L'involuzione delle ghiandole mammarie si verifica quando la donna decide di terminare l'alimentazione. La crisi della lattazione a volte fa paura, sembra che il latte sia sparito. Ma, come notato prima, l'alimentazione deve essere continuata, e ci sarà più latte. L'improvvisa cessazione della sua produzione è possibile solo a causa di gravi stress o disturbi ormonali. Se le alimentazioni si verificano su richiesta, di solito c'è abbastanza latte dopo un anno. Quando la mamma decide che è ora di finire l'allattamento, la prima cosa che deve fare è dar da mangiare all'ora. Possiamo dire che crea artificialmente una crisi di allattamento. 3 mesi - il periodo minimo per lo svezzamento di un bambino dal seno. Modalità di alimentazione significa che il bambino non riceve più latte a richiesta. Quindi diminuisce il numero di allegati al giorno. Di conseguenza, la produzione di latte diminuisce. Questo processo dovrebbe essere graduale e naturale. Se il latte si è accumulato nel seno, puoi ritirarti un po 'dal piano e dar da mangiare al bambino. Se non avesse aspettato le cuciture serali e si fosse addormentato, anche quello era buono. Non dimenticare che il rifiuto dell'allattamento al seno è un passo verso l'indipendenza del bambino, verso la sua vita adulta.

Puoi fare completamente senza crisi durante l'allattamento. Hai solo bisogno di seguire un regime di una giornata sana, eliminare le cattive abitudini, non essere nervoso e prendersi cura del bambino.

Diventerò madre - FIV, pianificazione, gravidanza, parto e dopo il parto

categorie

Crisi dell'allattamento: periodi e periodi. Cosa fare per uscire dalla crisi

Ogni giovane madre che inizia ad allattare un neonato spera che questo processo proceda senza intoppi, ci sarà abbondanza di latte e il bambino imparerà immediatamente come prendere il seno correttamente e inizierà a mangiare "secondo i piani", essendo soddisfatto della quantità di latte che viene dalla madre.

In pratica, le donne incontrano spesso alcune difficoltà: o il bambino afferra in modo errato il capezzolo, quindi "si blocca" sul seno troppo a lungo, poi mangia e mangia continuamente, o rifiuta di succhiare... Uno di questi momenti non piacevoli, a volte in attesa di una donna nel primo mese dopo parto - crisi di allattamento. Vedremo quando arriverà, come si manifesta e quanto a lungo può durare.

Indice

  1. Crisi dell'allattamento: cosa è e chi può affrontare
  2. Crisi dell'allattamento: periodi, periodi e segni
  3. Crisi della lattazione: quando sono e come si differenziano dai segni di una reale mancanza di latte
  4. Come sopravvivere alla crisi dell'allattamento
  5. Crisi di allattamento in 6 mesi: cosa fare?

Crisi dell'allattamento: cos'è e chi può essere minacciato?

La crisi della lattazione è chiamata condizione della madre quando la produzione di latte diventa insoddisfacente in relazione ai crescenti bisogni del bambino. Non c'è nulla di terribile in questo fenomeno: è una variante della norma per un bambino in crescita. Il suo sviluppo è disomogeneo, quindi, sullo sfondo di una lattazione matura già stabilita, improvvisamente, in un momento che non è molto bello per la madre, il bambino inizia a comportarsi in modo insolito:

  • potrebbe non lasciare che sua madre vada a lungo;
  • il seno ha bisogno di tutto il tempo;
  • capricciosa;
  • piangendo, dormendo male.

Le ragioni di questo comportamento stanno nel fatto che il bambino ha bisogno di più latte e il corpo della madre non ha il tempo di adattarsi alle sue mutevoli esigenze. Se noti sintomi come sopra, non dovresti andare nel panico, ma devi guardare la situazione e vedere come aiutare te stesso e tuo figlio a superare una fase difficile.

Crisi dell'allattamento: periodi, periodi e segni

Quando posso affrontare una crisi di allattamento? Il primo passo di una delle fasi di transizione è superato da un bambino in circa 3 settimane. Il latte sta già arrivando, sembra essere un bel po ', e il bambino ha iniziato a essere cattivo. Ciò è dovuto all'adattamento della madre e del bambino tra loro. Il processo di "lappatura" in 1 mese non è ancora finito, e quindi la giovane madre dovrebbe essere pronta per tali "sorprese".

A 2 settimane e un po 'più vecchio, il bambino non capisce ancora di quanto latte materno ha bisogno, e quindi la "riserva nutrizionale" può andare irregolarmente: c'è più o meno latte prodotto. Al fine di evitare un tale fenomeno come una crisi di 3 settimane, le misure dovrebbero essere prese immediatamente dopo il parto, vale a dire: attaccare il neonato al seno nelle prime ore dopo la sua nascita. Quindi l'allattamento verrà stabilito più velocemente e sarà più facile per il bambino adattarsi al nuovo mondo per lui.

Il periodo della prossima crisi di allattamento è di 3 mesi (per alcuni bambini arriva a 2 mesi - tutto è molto individuale). A 3 mesi, una crisi non solo può allarmare, ma anche spaventare una giovane madre: è già abituata al fatto che l'allattamento è stabilito, il bambino chiede il seno a determinati intervalli, mangia, dorme tranquillamente. E improvvisamente tutto cambia, il bambino si comporta di nuovo come un neonato. La crisi della lattazione in 3 mesi ha gli stessi segni della precedente.

La terza crisi potrebbe iniziare tra altri tre mesi, quando il bambino avrà circa sei mesi.

In tutti i casi, le crisi appaiono più o meno uguali, durano da 2 a 6 giorni, ma ci sono alcune differenze di età.

Crisi della lattazione: quando sono e in che cosa differiscono dai segni di una reale mancanza di latte?

A volte, non sapendo come affrontare un bambino scandaloso, non sapendo cosa fare per calmarlo (perché la situazione della madre sembra spesso eccessivamente spaventosa), una donna compra la miscela e inizia a dare da mangiare al bambino. Nel frattempo, questo comportamento non è sempre giustificato se la madre progetta di continuare l'allattamento al seno.

Pensando cosa fare, quali misure possono essere prese per combattere la crisi, dare un'occhiata al calendario: il bambino ha 3 settimane di vita? 3 mesi? Sei mesi? Non si dovrebbe ricorrere immediatamente all'aiuto di miscele artificiali: è possibile che le scadenze si avvicinino appena quando il bambino ha raggiunto un nuovo stadio di sviluppo. Un po 'di pazienza - e tutto migliorerà gradualmente.

Una crisi di allattamento, i cui periodi sono leggermente diversi e potrebbero non essere gli stessi per i bambini, presenterà comunque i seguenti sintomi:

  • Durata non superiore a 6-7 giorni;
  • nessun sintomo di malattia grave;
  • mancanza di briciole apprezzabili di perdita di peso.

Eseguire un test del pannolino bagnato. Se il bambino urina almeno 10-12 volte al giorno, continua ad aumentare di peso, continua facilmente a succhiare e richiede attivamente il seno - molto probabilmente, non si tratta del fatto che c'è meno latte, cioè una crisi.

In caso di problemi reali con l'allattamento, il bambino urina meno frequentemente, inizierà a ingrassare in termini inferiori alla norma prevista per la sua età, e la situazione non migliorerà dopo una settimana, ma peggiorerà solo. Quindi serve solo una miscela.

Come sopravvivere alla crisi dell'allattamento al seno?

Se il medico ha dichiarato una crisi di allattamento, la prima cosa che dovrebbe fare una madre è calmarsi. Se lei è nervosa, allora il latte sarà effettivamente prodotto un po '. Sapendo quando ci sono e per quanto tempo durano tali periodi, la madre sarà in grado di affrontare rapidamente le conseguenze della crisi.

In una crisi di allattamento, i medici prescrivono:

  • mantieni la calma, persino l'umore;
  • se possibile, dormi abbastanza, riposati;
  • dedicare più tempo al bambino, anche a spese degli affari interni.

È necessario nutrire il bambino tutte le volte che chiederà. Non c'è bisogno di fermare i mangimi notturni: di notte e nelle prime ore del mattino, il corpo produce una grande quantità di prolattina - l'ormone della lattazione.

È necessario mangiare razionalmente, per assicurarsi che il corpo abbia abbastanza liquidi: bere tè, tè con latte, bevande alla frutta e bevande alla frutta. Fornire il contatto pelle a pelle in modo tale da sentire la presenza della madre nelle vicinanze e calmarsi più velocemente. Prova a "doppio nutrire": fare un piccolo momento di pausa quando viene pompato, tenerlo un po 'in piedi e offrirgli di nuovo il seno.

Ma cosa non vale la pena fare durante la crisi della lattazione:

  • dare al bambino distrattori e succhi;
  • nutrilo;
  • aumentare le interruzioni di alimentazione del miele.

Più spesso il bambino succhia il seno, migliore è la stimolazione della produzione di latte.

Crisi di allattamento in 6 mesi: cosa fare?

Alcune caratteristiche sono caratterizzate da una crisi di allattamento di sei mesi. In questa fase, il bambino può davvero mancare delle sostanze nutritive ricevute dal latte materno. Forse è ora di introdurre cibi complementari. Ci sono alcuni segni per determinare che il bambino ha bisogno di alimenti supplementari. Eccoli:

  • il peso del bambino è raddoppiato rispetto a quello alla nascita;
  • il bambino divenne molto capriccioso;
  • il bambino chiede costantemente cibo.

In questo caso, la madre sente che il seno è spesso "vuoto". L'alimentazione complementare può essere introdotta se il bambino può sedersi (con il supporto di un adulto), non ha il riflesso di spingere fuori cibo solido. A partire da 5 grammi per pasto, vale la pena aumentare gradualmente la porzione di alimenti complementari. Dare cibo regolare prima di allattare.

Le crisi della lattazione non sono una patologia, ma una variante della norma. Per alcune donne fortunate, fluiscono agevolmente e rapidamente, e qualcuno deve soffrire per 5 giorni.La cosa principale in caso di crisi non è passare direttamente alle miscele artificiali, ma scegliere una tattica di attesa: il tempo passerà e la produzione di latte tornerà a essere quella di cui ha bisogno il bambino adulto..

Abbi cura di te, non preoccuparti: il bambino ha bisogno di una madre calma, sicura, felice. Allora sarà più facile per te e per lui affrontare le difficoltà di crescita e le crisi della lattazione.

Crisi dell'allattamento: periodi e periodi

Crisi di allattamento almeno una volta durante l'allattamento al seno è quasi ogni donna. Questo è un normale fenomeno fisiologico, ma provoca molta ansia. Pertanto, ogni madre che allatta deve essere consapevole della possibilità di una tale situazione con HB, essere preparata per questo e sapere per quanto tempo dura di solito e cosa fare in questo caso.

Che cos'è l'allattamento maturo e in che modo è correlato alle crisi dell'HBs

La lattazione matura è il periodo in cui il latte in una donna si forma non a causa degli ormoni, ma in risposta alla stimolazione del seno da parte di un bambino. Il seno è morbido e il latte arriva solo durante l'allattamento. La scorta non c'è più. I termini per stabilire l'allattamento maturo durante l'allattamento al seno sono diversi per tutti. In alcune donne, la lattazione matura viene stabilita già dalla terza settimana di alimentazione, ma accade ancora più spesso nel terzo o quarto mese.

Quando si regola artificialmente la quantità di latte, ad esempio, mediante decantazione, un tale sistema di autoregolazione non può essere formato affatto. Quando ciò accade, il deterioramento delle proprietà immunitarie del latte. Ma è facile smettere di allattare. È sufficiente ridurre gradualmente il numero di pompaggi e quindi le poppate.

Cos'è una crisi della lattazione

La crisi della lattazione è una temporanea diminuzione della quantità di latte durante l'allattamento allo stato stazionario. Molto spesso, le crisi in HB si verificano a circa 3-6 settimane, e poi a 3, 6 e 12 mesi. Ma potrebbero esserci delle deviazioni. E alcune donne riescono a nutrire il bambino senza sentire alcuna crisi.

I sintomi della crisi dell'allattamento:

  1. Il bambino letteralmente "si blocca" sul petto, viene applicato più spesso e succhia più a lungo.
  2. Bambino che piange e nervoso sul suo petto. Piangere chiaramente "affamato". È evidente che al bambino manca il cibo, non importa quanto faccia schifo.
  3. La madre ha la sensazione che il torace non si riempia.

Caratteristiche crisi della lattazione in 3 mesi

Il bambino crebbe, aveva già tre mesi. Sembra che l'allattamento al seno sia migliorato e che la colica sia passata e che la madre si sia già adattata al bambino - qui lei vivrebbe e si divertisse. Ma all'improvviso, il bambino inizia a preoccuparsi per il seno: piangere, torcere le gambe, lanciare il capezzolo. Oppure, al contrario, si blocca costantemente al seno, senza dare alla mamma un minuto di riposo.

Il fatto è che a questa età il bambino ha un interesse per il mondo che lo circonda e, di conseguenza, la natura del cibo cambia. Il bambino smette di essere attaccato al torace durante la veglia, e fa schifo nei sogni diurni e di notte. Questo è assolutamente normale, e cercare di costringere il bambino a succhiare quando non lo vuole non è necessario.

Ma in una situazione del genere, è necessario prestare attenzione al momento in cui il bambino si addormenta. Se è abituato a farlo con un ciuccio, allora è meglio cambiare il capezzolo sul petto. Altrimenti, il bambino potrebbe effettivamente smettere di perdere il potere. Inoltre, a causa del fatto che il bambino succhierà meno latte, la sua quantità può, infatti, diminuire.

Le ragioni per ridurre la quantità di latte

  1. Crescita accelerata (salto di crescita) del bambino in determinati periodi di tempo. Il fabbisogno di cibo per il bambino aumenta notevolmente a causa della crescita intensiva o della padronanza di abilità che aumentano l'attività fisica. Il bambino dorme meno, impara a gattonare e poi cammina. E lui, ovviamente, ha bisogno di più cibo. Ma il corpo della madre non può adattarsi così rapidamente ai crescenti bisogni del figlio o della figlia. Il latte non diventa meno, ma sembra che sia mamma che tutto sia proprio così. E devi solo dare il tempo al corpo, gradualmente e abbastanza velocemente, il cibo sarà esattamente come il bambino ha bisogno.
  2. Mamma che allatta stanchezza e cattivo umore. Con la nascita di un bambino, la vita di una donna cambia molto. E non importa come sarebbe amato e tanto atteso, ma la vita, girando solo attorno al bambino ea casa, non contribuisce al buonumore. Lunghi mesi di routine, mancanza di sonno, mancanza di comunicazione portano all'apatia e persino alla depressione. Le donne non si riconoscono. Questa condizione è dannosa per l'allattamento al seno.
  3. Errori nell'organizzazione dell'alimentazione, ad esempio alimentazione rara, uso di un manichino, assenza di attacchi mattutini. Dr. Komarovsky racconta molto bene le regole dell'allattamento al seno.
  4. Le persone associano a volte le vibrazioni della lattazione nelle donne con fasi lunari. Questa opinione non ha nulla a che fare con la medicina ufficiale. Ma... Perché no. Dopo tutto, un aumento del numero di nascite nella luna piena è un fatto ben noto.

Come affrontare il problema

Per prima cosa, devi calmarti. Se la mamma non fa niente di stupido, allora il latte non andrà da nessuna parte. La crisi della lattazione è assolutamente normale. E lo stato nervoso della madre non aumenta la quantità di latte. Ma gli errori in questo stato possono essere molto.

Molto importante! Il bambino non ha bisogno di essere nutrito. Un bambino a tempo pieno e non un neonato per molto tempo può farla franca con una quantità minore di cibo per diversi giorni. La crisi della lattazione dura spesso da 1 a 3 giorni, molto meno spesso fino a una settimana.

Ma per fare di un bambino un artista artificiale, avendo introdotto in modo irragionevole la nutrizione supplementare, è facile. Dopo tutto, l'integrazione dalla bottiglia riduce la quantità e la qualità degli accessori. Il torace non riceve una stimolazione sufficiente. E la quantità di latte sta effettivamente diminuendo. Inoltre, l'introduzione di miscele artificiali nell'alimentazione del bambino può provocare allergie e problemi alla pancia. Soprattutto quando la miscela viene iniettata bruscamente.

  1. Aumentare il numero di attacchi al seno durante il giorno.
  2. Aumentare il numero di poppate notturne. Assicurati di mangiare nelle ore dell'alba. In questo momento viene prodotta la quantità massima di ormoni responsabili della lattazione: prolattina e ossitocina.
  3. Dormi abbastanza La mamma potrebbe chiedersi come sia possibile se hai bisogno di svegliarti e nutrirti di notte. Avremo un po 'di tempo per dormire nel pomeriggio con il bambino. E a casa hai bisogno di chiedere aiuto a marito o madre. La crisi non dura a lungo e non succederà niente di male alla fattoria in 2-3 giorni.
  4. Riposo. Trasferisci il caso per un paio di giorni ai parenti e organizza un fine settimana. Puoi dedicarli a comunicare pienamente con il bambino. E puoi organizzare una vacanza e uscire di casa per un paio d'ore: sederti in un bar con una ragazza, andare da un parrucchiere o un salone di bellezza. Le emozioni positive distraggono dall'ansia e aumentano l'umore.
  5. Presta attenzione alla tua dieta. Una madre che allatta dovrebbe mangiare 5 volte al giorno. I pasti dovrebbero essere completi. Di solito la donna stessa nota che alcuni prodotti hanno un effetto positivo sulla quantità di latte materno. È su di loro che bisognerebbe ricordare durante la crisi di lattazione. Anche il fluido dovrebbe essere sufficiente, almeno due litri al giorno.
  6. Immediatamente prima di nutrirsi, è possibile eseguire un leggero massaggio del seno e posizionare un pannolino riscaldato sul torace o sulla batteria. Il bambino sarà più facile da succhiare.

Metodo per il controllo dell'intensità della lattazione

Si chiama il metodo Moll. Le temperature sotto la ghiandola mammaria e sotto l'ascella sono confrontate. Se il processo di allattamento è piuttosto intenso, la temperatura sotto il seno sarà più alta di circa 0,5-1 gradi.

La crisi dell'allattamento non è una tragedia. È completamente superabile con un adeguato allattamento al seno.

Crisi dell'allattamento: la natura e le modalità di lotta

I benefici per la salute di HB sono ottimi. Ma raramente questo processo non ha problemi. Anche una madre che allatta con esperienza può affrontare una tale seccatura come una crisi di allattamento.

È considerato normale che una donna produca quantità diverse di cibo naturale. Ad esempio, l'intensità della suzione, il periodo di alimentazione, lo stato della madre che allatta sono di grande importanza in questa materia.

Crisi di allattamento - queste fluttuazioni nel rapporto tra latte disponibile e fabbisogno del neonato. Il bambino è caratterizzato da salti nello sviluppo, a cui aumentano le esigenze.

Allo stesso tempo, le ghiandole mammarie non hanno il tempo di adattarsi alle nuove richieste, e al bambino deve essere chiesto di mangiare più spesso e succhiare più a lungo.

In una crisi, le donne pensano che la quantità di cibo naturale sia diminuita. Questo spesso non è il caso, semplicemente non diventa più di quello che la briciola ha bisogno al momento.

Applicando uno sforzo considerevole e non ottenendo il desiderato, il bambino si comporta irrequieto. Questo non significa che il neonato abbia fame. Proprio questa volta il bambino voleva una porzione più grande del solito. La situazione è sgradevole, ma normale e sicura.

Fasi di GW, periodi e periodi di crisi

La lattazione è divisa in più parti, che differiscono nei cambiamenti nella composizione del cibo naturale e nella struttura della ghiandola mammaria.

  1. La fase iniziale.

La prima applicazione di solito avviene entro un'ora dalla nascita, quindi inizia la produzione di colostro. In quest'ultimo c'è meno carboidrati e grassi rispetto al latte. Tuttavia, il contenuto di anticorpi, proteine ​​e vitamine è elevato.

Il colostro è prodotto un po ', e molti ne sono preoccupati, prendendo il sopravvento sulla crisi. I lavoratori di maternità spesso nutrono i neonati con una bottiglia.

Questo è sbagliato, anche se il colostro è piccolo, ma abbastanza da saturare il corpo con elementi essenziali. Inoltre, il bambino non ha bisogno di grandi quantità di cibo.

  1. Sostituzione del latte.

Con questa transizione, la ghiandola mammaria aumenta, si indurisce, c'è un'ondata di latte. Inizialmente, è troppo, ma dopo l'accordo con i bisogni del bambino, viene stabilita la quantità di cibo.

Il latte non rimane dopo la poppata, ma viene formato nuovamente dal prossimo incontro con una mollica.

  1. Lattazione matura

Viene dopo 3-6 settimane di alimentazione. Il latte viene costantemente a succhiare, il bambino regola in modo indipendente la quantità. I seni sono morbidi e non devono essere decantati.

Nonostante la relativa stabilità, è durante questo periodo che inizia la crisi. La durata è individuale, di solito 2-7 giorni.

La crisi dell'allattamento colpisce alcuni periodi di HB. Il primo di solito avviene a 3-6 settimane, poi a 3 e 6 mesi. Questo è esattamente il tempo che impiegano le ghiandole mammarie per adattarsi alle crescenti richieste.

  1. Involuzione lattazione.

Questo è il completamento dell'alimentazione naturale, in cui le dimensioni del seno e la quantità di latte diminuiscono, la composizione cambia. La scomunica da HB durante questo periodo non causerà alcun inconveniente alla madre e al bambino.

Caratteristiche distintive della crisi

  • La mollica spesso richiede mangiare, l'alimentazione richiede molto tempo a brevi intervalli.
  • Sensazione di vuoto nelle ghiandole mammarie.
  • Il bambino si comporta irrequieto, piangendo e arrabbiato.

È importante ricordare che qualsiasi briciola di ansia non può essere attribuita alla crisi. Può avere coliche o attenzione distratta da altri oggetti, conoscenza del mondo circostante.

Se una madre che allatta spesso sente il vuoto nel seno, e il bambino piange, allora non dovresti pensare che una crisi sia sicuramente arrivata.

Il modo più corretto per verificare la sufficienza della lattazione è un test per i pannolini bagnati. Durante il giorno dovrebbero essere più di 10-12 pezzi, in questo caso, il bambino afferra il cibo per il seno.

Anche se il test è superato con successo, molti lamentano che il bambino non lascia andare, svuota entrambe le ghiandole mammarie alla volta e ripete il cerchio.

Anche in una tale situazione, è impossibile parlare chiaramente dei sintomi di una crisi di tipo allarmistico. Aumento dell'appetito a causa dello stress, cura impropria - la norma per i bambini.

Secondo l'OMS, l'aumento di peso minimo a settimana è di 113 g.

I problemi del primo mese

Una crisi di allattamento a 1 mese avviene perché si verifica il primo salto nello sviluppo degli organi di senso. Il bambino inizia a notare che tutto non gli è familiare.

Per questo motivo, il bambino si comporta irrequieto, spesso piangendo e si batte per una comunicazione fisica con la madre che allatta.

Tali cambiamenti sono inusuali per le donne, sono superati dalla paura e dall'incertezza nelle loro azioni.

Cercando di trovare la causa dell'ansia del loro bambino, controllano se il bambino non vuole mangiare, se ha i pannolini bagnati e se qualcos'altro lo infastidisce. Molte persone pensano che la mollica abbia fame, ma non c'è abbastanza latte.

Tuttavia, questo comportamento non va oltre l'intervallo normale. Con un salto nello sviluppo, il bambino associa il seno con consolazione e affetto, quindi lo richiede per la maggior parte del tempo.

Molte donne non lo sanno, dubitando della sufficienza del latte. Sono interessati alla risposta alla domanda su cosa fare in una crisi di tipo aleatorio.

Gli esperti di HBG consigliano di continuare a nutrire e di dare agli alimenti per l'infanzia da mangiare tutte le volte che è necessario. Maggiori informazioni sull'alimentazione a richiesta >>>

Nei rapporti corporei, i bambini si calmano, si sentono protetti. Dobbiamo ricordare che una crisi è uno stress per entrambi, durante il quale una donna e un bambino dovrebbero stare insieme.

Un salto nello sviluppo di un bambino di 3 mesi

A questa età, l'HS è già stato aggiustato, ma il bambino può iniziare a comportarsi irrequieta- mente al seno, aggrapparsi o iniziare a rifiutare del tutto, essere distratto da qualcosa.

Tutto perché da 3 mesi il bambino inizia ad essere attivamente interessato al mondo che lo circonda, ci sono molte altre attività interessanti.

È necessario fare l'attenzione al bambino addormentato. È meglio farlo con il seno e non con il capezzolo. Altrimenti, la produzione di cibo naturale cadrà da una stimolazione insufficiente.

Vedendo un rifiuto, non puoi gettare GW. È necessario offrire da mangiare giorno e notte, senza costringere la mollica a succhiare attraverso la forza. Prima o poi, il bambino ha fame e vuole il latte.

I capricci dovrebbero essere sopportati, lenendo il bambino con colpi, discorsi affettuosi, divertimento e passeggiate. Ma non vale la pena di proteggere eccessivamente.

La crisi della lattazione a 3 mesi può essere correlata al fatto che i bambini non hanno la libertà quando c'è così tanto interesse intorno. A volte il bambino ha solo bisogno di stare a letto o su un tappeto in via di sviluppo, guardare gli altri o prendere in considerazione i sonagli. Il bambino si annoierà e succhierà più latte.

Vedi anche il mio video tutorial sulla crisi dell'allattamento:

Come superare la crisi?

  • Atteggiamento psicologico

La cosa principale è non preoccuparsi e ricordare che tutto è normale con la salute del bambino, l'allattamento è sufficiente. L'insoddisfazione per la quantità di latte provocherà nelle azioni attive del bambino sotto forma di un'attenta suzione.

Per ottenere un'esperienza positiva dalla crisi, potresti aver bisogno del sostegno di una madre che allatta, ma alla fine la briciola raggiungerà il suo obiettivo. Va ricordato che l'ansia può esacerbare il problema, interferendo con la produzione di cibo naturale.

  • Migliorare la qualità della vita.

Quando sono le crisi della lattazione? Molto spesso si verificano con fatica, mancanza di tempo e cattivo umore. Abbiamo bisogno di un sonno completo, perché questa madre che allatta debba riposare con il bambino durante il giorno.

Vale la pena liberarsi al momento della crisi dalle faccende domestiche, come pulire, cucinare, usare l'aiuto della famiglia di parenti e amici. Il tempo dovrebbe essere dedicato al bambino, mettendolo sul petto su richiesta.

Per l'allattamento ha avuto successo, a volte dovresti essere distratto dalla routine quotidiana. Questo potrebbe essere un incontro con un amico, andare al cinema. L'allattamento dipende dall'umore e dal benessere delle donne.

  • Stimolazione fisica

Il massaggio calmerà il sistema nervoso, rafforzerà la salute delle madri che allattano. A causa della stimolazione della circolazione sanguigna, l'allattamento aumenterà. Esercizi utili per i muscoli del collo e del torace. Non c'è bisogno di fare molto sforzo, i colpi leggeri vanno bene. Maggiori informazioni sul massaggio >>>

  • Bere regime e cibo.

Madri che allattano alla nutrizione - un aspetto importante nella stimolazione della lattazione. La dieta dovrebbe contenere un sacco di proteine ​​ed essere ad alto contenuto di calorie. La crisi dell'allattamento dovrebbe consumare più bevande calde del solito.

Può essere composto, tè con l'aggiunta di latte. Non dimenticare che con HB dovrebbe bere circa 2,5 litri di liquido, anche se la crisi di lattazione non si verificava.

  • Aumentare il numero di applicazioni.

Allegare il bambino dovrebbe essere su richiesta. In alcuni casi, anche in circolo a entrambe le ghiandole mammarie, se il seno sembra vuoto. Quando un bambino piange, devi distrarlo, confortarlo, giocare con lui e poi offrirgli di nuovo del cibo.

Non fatevi prendere dal panico per alimentare la miscela. Molto spesso, la crisi della lattazione ha poco tempo, il bambino non rimane affamato e con i suoi sforzi è in grado di aiutare a risolvere la situazione.

L'integrazione può aggravare l'allattamento, nuocere alla digestione e provocare allergie.

  • Alimentazione notturna

È in questo momento che vengono prodotti ormoni che stimolano l'allattamento (prolattina e ossitocina). La madre che allatta al seno ha familiarità con la sensazione di pienezza del seno al mattino a causa della marea.

Un effetto positivo sulla produzione del sonno e del contatto corporeo del latte. L'alimentazione notturna aiuta a stabilire l'allattamento nei primi giorni di vita e a ripristinarla durante una crisi lattea, senza l'uso di medicine e altri mezzi.

Ogni donna dovrebbe ricordare che il latte materno è indispensabile per un bambino e che solo una madre che allatta può fornire al suo bambino questo alimento sano. Se fai il massimo sforzo per questo, allora tutto funzionerà sicuramente.

Se ti senti confuso, entrare in sintonia con lo stress e il fallimento, allora la crisi di lattazione sarà comunque superata. Molti inconsapevolmente temono che l'allattamento possa rovinare la forma del seno.

In realtà, i cambiamenti nelle ghiandole mammarie si verificano durante la gravidanza, il rifiuto di HB non migliorerà la situazione. Maggiori informazioni sul restauro del seno dopo l'alimentazione >>>

Nel periodo in cui si porta un bambino, è necessario scoprire quali difficoltà ci si possono aspettare, ma non averne costantemente paura.

La crisi della lattazione è un fenomeno naturale. Una madre che allatta ha le sue risorse naturali per superare questo problema e continua a compiacere se stessa e il suo bambino con l'aiuto di GW.

Crisi dell'allattamento - come far scorrere i fiumi del latte all'indietro?

Crisi dell'allattamento - violazioni nel processo di alimentazione, la discrepanza tra la quantità di latte prodotta e le esigenze di un bambino in crescita. La maggior parte delle madri sono molto preoccupate di fronte a questo problema. È del tutto naturale che siano preoccupati delle cause di questo fenomeno e di come superarlo.

I sintomi della crisi della lattazione

Il fatto che ci siano violazioni, indica un netto cambiamento nel comportamento del bambino. Mentre si applica al seno, il bambino può prenderlo e immediatamente lanciarlo, piangere, provare a succhiare di nuovo. La durata dell'alimentazione aumenta a 30-40 minuti o più.

Altri segni dovrebbero anche essere evidenziati:

  • il numero di urinazioni del bambino non supera 6-8 volte al giorno;
  • scarso aumento di peso (meno di 500 g al mese e meno di 125 g a settimana);
  • tempo ridotto tra le poppate;
  • rifiuto del seno o, al contrario, succhiare prolungato con pianto periodico;
  • una diminuzione della quantità di latte nel seno (la donna non nota vampate di calore nelle ghiandole mammarie);
  • cambiamenti patologici nelle feci: verde, puzza;
  • aumento dell'ansia, povero sonno del bambino.

Quanto dura una crisi di allattamento?

La durata della condizione è piccola e di solito è di 3-4 giorni.

La crisi della lattazione non deve essere confusa con i veri problemi con l'allattamento, quando le ghiandole mammarie per vari motivi non producono abbastanza latte. Se la madre dubita che il bambino abbia abbastanza latte, puoi eliminare i tuoi dubbi con l'aiuto del metodo Molle disponibile. La temperatura corporea viene misurata due volte: sotto l'ascella e sotto la ghiandola mammaria. Se la temperatura nella zona del seno è più alta di 0,1-0,5 ° C, significa che il latte materno arriva in quantità sufficiente.

Perché si verifica una violazione GW?

La reazione più comune della madre in questo caso è l'introduzione dell'alimentazione complementare della miscela artificiale. Le donne di solito iniziano a dubitare dell'adeguatezza del volume o della qualità del latte prodotto. Tuttavia, nella maggior parte dei casi questa "uscita" porta solo danno. La rapida abituazione del bambino al capezzolo della bottiglia porta a ulteriori disturbi nel processo di allattamento ea volte a un completo collasso dell'allattamento al seno.

Non hai mai bisogno di sbrigarti con l'esca, soprattutto se il bambino non ha ancora sei mesi. Sapendo come viene espressa la crisi della lattazione, ogni madre sarà in grado di affrontarla con successo.

Fino a 1 anno di sviluppo e crescita dei bambini è brusco, irregolare. In ogni fase, è necessario più latte di prima, ma il corpo della madre non è temporaneamente pronto a fornirlo completamente. Questa caratteristica porta a problemi con l'alimentazione.

Ci sono altri motivi. Questa è l'introduzione prematura già menzionata di miscele artificiali per l'alimentazione supplementare, l'uso frequente di un ciuccio o bottiglie con un capezzolo, disturbi nel regime di alimentazione, eccessivo stress fisico o psicologico della madre, malattie infettive o di altro tipo del bambino.

Quando si verifica una crisi di allattamento?

Gli specialisti dell'allattamento al seno identificano diversi periodi nello sviluppo di un bambino quando la probabilità di un problema è più alta:

  1. A 2 e 3 settimane - la prima crisi di allattamento si verifica nel periodo in cui il bambino inizia a soffrire di crampi allo stomaco, che è un test aggiuntivo per il suo sistema digestivo e nervoso. In 1 mese di vita, si verifica anche il primo salto nello sviluppo.
  2. A 3 e 4 mesi - la seconda crisi dell'allattamento al seno, che si sviluppa come conseguenza di un aumento del periodo di veglia e l'inizio della conoscenza attiva del mondo circostante.
  3. A 6 mesi - un salto importante, l'inizio dell'attività fisica attiva - il bambino inizia a sedersi e a gattonare.
  4. A 10 mesi - un salto decisivo nello sviluppo, quando il bambino fa i primi passi.

Una delle crisi più pronunciate è l'età di 3-4 mesi. Questo è un momento di conoscenza attiva del mondo, quando un bambino inizia ad interessarsi ai giocattoli, alla musica, a vari oggetti, impara a rotolare e a tirarsi su dalle maniglie. Il periodo di veglia aumenta a diverse ore. Per alcuni bambini, questo è un carico insopportabile per il sistema nervoso. Inoltre, all'età di 4 mesi, i primi denti cominciano a scoppiare, il che porta anche ad un aumento di capricciosità e ansia.

Il salto successivo cade in un periodo di sei mesi. Di solito in questo momento vengono introdotti integratori nella dieta, che può essere un ottimo test. Un bambino ottiene molti giri, si mette a carponi, cerca di gattonare. L'aumento dei periodi di veglia e attività può causare eccitazione. Un tale stato è particolarmente dannoso prima di coricarsi, quando un bambino stanco piange, si stropiccia gli occhi, si precipita su un cuscino, piega il corpo.

In questo caso, è di grande importanza osservare la modalità corretta del giorno ed escludere i giochi o le attività attive prima di andare a letto. Alcuni bambini sono aiutati da fasce, musica soft.

Il numero di crisi e periodi di periodi di allattamento sono individuali e dipendono dalla salute generale del bambino, dalle sue condizioni di vita, dal rispetto del regime e dalle regole di cura generale per i bambini.

Cosa fare durante la crisi della lattazione?

Prima di tutto, devi imparare come distinguere una crisi di allattamento da veri problemi con l'allattamento (ad esempio, da agalassia). Dopo tutto, il pianto e l'irrequietezza del bambino non sempre indicano la sua fame. Determinare la crisi della lattazione aiuterà a contare la minzione al giorno. Questo metodo è anche chiamato "pannolino bagnato". Il numero di minzione 12 volte al giorno è la norma, il che significa che c'è abbastanza latte e il problema è temporaneo.

Inoltre un indicatore è l'aumento di peso a settimana. Se la riduzione dell'aumento di peso è stata di breve durata e in altre settimane l'aumento è stato di circa 115-125 grammi in 7 giorni, non vi è alcun motivo di preoccupazione.

Per superare la violazione nel più breve tempo possibile, in base alle seguenti raccomandazioni:

  1. Il più spesso possibile, applica il bambino al petto. Ciò è particolarmente vero per l'alimentazione notturna e l'allattamento al seno al mattino (5-7). Questo periodo è più favorevole per stimolare la produzione di latte, dal momento che viene prodotta la prolattina, che determina l'allattamento.
  2. Alimenta solo su richiesta, aumentando la durata dell'alimentazione tanto quanto il bambino ha bisogno. L'intervallo ottimale tra le poppate è di 2-3 ore.
  3. Cerca di trascorrere più tempo possibile con il tuo bambino. Molte madri praticano il sonno articolare, che è una garanzia del benessere fisico e psicologico del bambino. Il contatto tattile con la madre durante il sonno è di grande importanza.
  4. Una fionda è perfetta per il massimo contatto del corpo durante il giorno.
  5. Il contatto emotivo con il bambino viene stabilito con l'aiuto di parole gentili, accarezzando, cantando canzoni. Potrebbe essere necessario modificare la postura abituale per un attacco più efficace al petto.
  6. Non somministrare miscele o ciucci artificiali per lenire. Per aumentare l'allattamento è necessario praticare il pompaggio regolare.
  7. Elimina dalla tua vita intense esperienze emotive, fai sforzi per assicurarti che l'atmosfera di casa sia calma e amichevole. Chiedi il supporto e l'aiuto di altri familiari o amici. Cerca di regalarti emozioni positive ascoltando musica calma e tranquilla o facendo una passeggiata nel parco con il bambino.
  8. Fino a 6 mesi, l'unico cibo dovrebbe essere il latte materno. Di regola, non c'è il minimo bisogno di dare a un bambino acqua, succo o cereali fino a quando non si raggiunge questa età.
  9. Osservare una dieta completa e fornire un sacco di bevande. La quantità di fluido consumato dovrebbe essere di almeno 2,5 litri al giorno. Puoi bere acqua minerale senza gas, succhi naturali, composte, bevande alla frutta, tè verde.
  10. Prima di nutrirsi, è possibile praticare il massaggio del seno o il ricevimento di una doccia calda, che ha un effetto benefico sul volume di latte prodotto. Per il massaggio utilizzare oli naturali (pesca, oliva). Aiutano anche le solite procedure di riscaldamento per il torace: si può usare un pannolino riscaldato.

Di che tipo di dieta ha bisogno la mamma?

In tempi di crisi, dovrebbe essere prestata maggiore attenzione all'alimentazione della madre che allatta. Il menu dovrebbe includere grano saraceno e farina d'avena con frutta fresca, pesce bollito, carne con poco grasso o bollito e verdure. Per aumentare l'allattamento, è possibile utilizzare acqua di aneto, integratori alimentari Laktogon, Apilak, Hipp, Laktavit e complessi vitaminici sviluppati appositamente per le madri che allattano. Prima di usarli, è consigliabile consultare un medico o uno specialista dell'allattamento al seno.

Molte madri sono molto selettive nella scelta dei piatti, considerando che alcuni di loro possono influenzare negativamente la qualità e il gusto del latte materno. Ad esempio, possono escludere i frutti dal menu, ritenendo che causino una diatesi o un disturbo intestinale in un bambino.

Infatti, il consumo moderato di vari alimenti, compresi i dolci, non avrà conseguenze negative per il bambino, ad eccezione di quei bambini a cui sono state diagnosticate gravi allergie. Allo stesso tempo, nella dieta è necessario escludere i piatti con la maionese, conservare ketchup e salse, carni affumicate, cibi piccanti, fast food.

Rimedi popolari per superare la crisi della lattazione

Se in qualsiasi momento il corpo della madre non ha "tempo" per produrre la giusta quantità di latte, può essere aumentato con l'aiuto di mezzi testati da secoli. Tra questi ci sono i seguenti:

  1. Decotto di zenzero La radice schiacciata della pianta viene versata con acqua, fatta bollire per 5 minuti e il brodo risultante viene bevuto 3 volte al giorno in mezzo bicchiere.
  2. Un decotto di semi di ortica. I semi vengono versati con acqua bollente, tenuti a bagnomaria per 15-20 minuti, filtrati, unite un po 'di miele, mescolate. Prendere 2 volte al giorno.
  3. Tintura farmaceutica di peonia. Bere 30-40 gocce prima di ogni pasto.
  4. Noci sbucciate Le noci versavano il latte caldo, insistevano in un thermos, prendevano una terza tazza due volte al giorno.
  5. Semi di finocchio, anice e aneto. Preso in parti uguali, vengono versate con acqua bollente, insistono per ore, filtrate e prese due volte al giorno prima o dopo i pasti.
  6. Infuso di camomilla Fiori di camomilla versato acqua calda, insistere, prendere una terza tazza 2-3 volte al giorno.
  7. Succhi di ribes nero, ravanelli, carote, cipolle verdi, semi di cumino, pane di crusca.

Sulla formazione della lattazione, sulle regole di alimentazione, sulle possibili malattie e sulla cura del seno, leggi il nostro articolo: Seni dopo il parto.

Crisi dell'allattamento: quando succede, quanto dura, come superare

Nonostante l'ampia varietà di nutrizione artificiale per i neonati, ogni madre sa che l'allattamento al seno è stato e sarà il migliore per il suo bambino. Il bambino dovrebbe essere nutrito e divertente. Ma cosa fare se sembra che il latte non sia abbastanza e la mollica sembra affamata e sconvolta. L'inizio della crisi è un processo naturale e, con il giusto approccio, il problema verrà rapidamente risolto.

Cos'è una crisi della lattazione

Durante l'allattamento, ogni madre può avere un problema di crisi lattica.

La crisi della lattazione è l'instabilità del rapporto tra disponibilità di latte e bisogni del bambino.

È abbastanza normale che durante periodi diversi venga prodotto un volume diverso di latte materno. Dipende dall'intensità, dal tempo di suzione, dalla salute della madre che allatta. Il bambino ha anche alcuni cretini evolutivi e il torace non si adatta immediatamente ai requisiti. Sembra a mamma che il volume del cibo sia diminuito. Baby ne ha presi di più

Questo è un certo periodo di adattamento del corpo della madre alle esigenze del bambino. In nessun caso non deve farsi prendere dal panico ed essere sconvolto, è un processo naturale abbastanza solubile.

Non fatevi prendere dal panico, crisi di allattamento imposta dalla natura

Sintomi inerenti alla crisi dell'allattamento al seno

L'inizio della crisi lattica è accompagnato da alcuni segni:

  • Il bambino spesso richiede da mangiare, diventa nervoso, piange.
  • Il tempo di alimentazione è aumentato.
  • Gli intervalli tra le poppate sono stati ridotti.
  • C'è una sensazione di vuoto delle ghiandole mammarie.

Ma anche la sensazione di vuoto nel petto non indica l'inizio di una crisi, forse il bambino aveva solo bisogno di più cibo. Aumento dell'appetito: la norma per i bambini.

motivi

C'è una crisi per ragioni abbastanza naturali e non dovresti aver paura di loro:

  1. Associata allo sviluppo spasmodico del bambino. Il bambino cresce e richiede più latte. E il corpo della madre non ha avuto il tempo di ristrutturare. Ci vogliono diversi giorni per aumentare il volume del latte.
  2. La mancanza della madre di una dieta completa ed equilibrata.
  3. Stanchezza e mancanza di sonno.

Periodi e termini di crisi

Il tempo di occorrenza e i periodi della durata della crisi di allattamento al seno per mese sono strettamente individuali. Non aspettare o preoccuparti che verrà. Ciò potrebbe aggravare la situazione.

Standard distinguere crisi del 1 °, 3 mesi, 4 mesi e 6 mesi. La madre agitata è tormentata dalla domanda: quanto può durare una crisi della lattazione? Di regola, ha un breve periodo, circa 3-7 giorni. Con una corretta organizzazione del regime, passa rapidamente.

3-7 giorni - la durata della crisi

Crisi di allattamento nel primo mese

Questo è un mese molto importante nella vita di un bambino. C'è una certa svolta nello sviluppo della percezione sensoriale, il bambino ha già familiarità con qualcosa. La crisi della lattazione può verificarsi in 1 mese.

In questi momenti, il bambino può comportarsi irrequieto, ha bisogno di qualcosa di familiare - nella stretta presenza della madre. Con tale ansia del bambino, la madre può avere sentimenti contrastanti di incomprensione e paura, preoccupazione: se il bambino ha abbastanza cibo, è affamato o qualcos'altro lo infastidisce.

Ma il bambino, quando è attaccato al seno, si calma, quindi potrebbe richiedere più del normale. Ma molti di questi casi cominciano a pensare che sia iniziato un periodo di crisi della lattazione, se il bambino spesso richiede un seno, significa che non mangia abbastanza. Infatti, gli esperti consigliano di mettere il bambino al petto come richiesto. Viene stabilita una stretta relazione tra madre e bambino e, se non ci sono altri fattori irritanti, si calma.

Crisi nel terzo mese

La crisi del latte può verificarsi in 3 mesi. Sembrerebbe che la produzione di latte sia migliorata, che il pancino nella pancia sia sparito, tutto va bene. Ma il bambino è caratterizzato da un certo salto di sviluppo, già consapevolmente e con interesse percepisce gli oggetti e le persone circostanti. Una crisi di allattamento al seno può verificarsi in soli 3 mesi.

Nel processo di alimentazione, il bambino può rifiutare, essendo distratto da movimenti estranei, appendere al petto. Durante questo periodo, è auspicabile che il bambino si addormenti al seno, questo stimolerà la produzione di cibo naturale.

Al bambino dovrebbe essere permesso di imparare il più possibile, di considerare che è stanco, annoiato e mangia impazientemente. Con l'osservanza di tutte le regole, la crisi della lattazione in 3 mesi passerà indolore per mamma e bambino.

La crisi nel quarto mese di sviluppo

La crisi in questa fase dello sviluppo del bambino è simile alla crisi della lattazione di 3 mesi. Tutto dipende dai singoli periodi di crescita del bambino. Alcuni salti nello sviluppo, l'aumento di peso richiedono un aumento della nutrizione.

Con la corretta osservanza della routine quotidiana di lei e del bambino, la madre reagirà rapidamente e senza eccitazione alla mancanza di latte.

Crisi di allattamento nel sesto mese

Il bambino di sei mesi richiede sempre più attenzione in materia di alimentazione e comunicazione. Pertanto, anche la natura della crisi della lattazione in 6 mesi è diversa. In questa fase di sviluppo, il bambino ha bisogno di nutrienti aggiuntivi.

Ci sono alcuni segni per determinare se un neonato dell'HB è necessario negli integratori: il peso è più che raddoppiato, il bambino è cattivo e chiede continuamente cibo. L'esca viene introdotta, in posizione seduta, con l'aiuto di un adulto. Inizia con cinque grammi e gradualmente aumenta il volume.

Ogni esca deve essere aggiunta durante l'allattamento.

Non ridurre il numero di allegati sul petto. Non passare a miscele artificiali. Attendi il tempo e la produzione di latte verrà ripristinata. Nello stesso momento è necessario seguire regole certe di stimolazione di allattamento, sviluppate per periodi di crisi di lattazione.

Come superare

Modi psicologici

La regola principale è non preoccuparsi. Ricorda che se la salute del bambino è in ordine - tutto va bene. L'allattamento è sufficiente.

Le crisi del latte durante l'allattamento al seno sono fenomeni di breve durata. E la mancanza sarà uno stimolo del succhiare più rafforzato, quindi, ci sarà una buona produzione di latte. Non dimenticare che lo stato allarmante della madre può influenzare il bambino e aggravare il problema.

Osservando il regime quotidiano e migliorando la vita di una madre che allatta

Le crisi del latte sono una conseguenza del trattamento irrazionale o improprio in una madre che allatta. La frequente mancanza di sonno, stanchezza, sentimenti e cattivo umore sono una diretta conseguenza della crisi.

  • concentrati sulla corretta routine quotidiana per te e il tuo bambino;
  • pieno sonno regolare Si consiglia di rimandare tutti gli affari e dormire un po 'mentre il bambino dorme;
  • se è possibile, attirare i parenti per aiutare con la famiglia;
  • applicare il bambino alla prima richiesta al seno. Più il bambino mangia, più il latte viene prodotto.

A volte per la soddisfazione psicologica e l'innalzamento dell'umore è necessario organizzare una passeggiata o un incontro interessante.

massaggio

Per calmare il sistema nervoso, stimolare la circolazione del sangue, si consiglia di eseguire un ciclo di massaggio, a seguito del quale aumenta anche l'allattamento.

Esercizi consigliati su petto e collo. Anche i leggeri colpi massaggianti sono sufficienti per attenuare i sintomi della crisi del latte durante l'allattamento.

Bagni caldi

Alcuni aiutano a riscaldare le procedure. Sono raccomandati per carenze pronunciate.

Bagni caldi e rilassanti miglioreranno la circolazione del sangue e promuoveranno l'allattamento.

Puoi anche praticare l'avvolgimento caldo. Avvolgi il seno con un asciugamano caldo prima di nutrirlo.

cibo

Un fattore molto importante nel regime della madre durante la crisi del latte durante l'allattamento al seno per stimolare l'allattamento è una dieta corretta ed equilibrata e un forte consumo di alcol.

I pasti devono essere variati, ipercalorici, contengono un sacco di cibi proteici almeno cinque volte al giorno. Poiché il bambino può svegliarsi spesso per l'alimentazione notturna, è consigliabile bere più nutrienti durante la notte. Questo può essere il tè con latte, composte.

Ma la scelta del cibo dovrebbe essere affrontata con attenzione in modo da non causare una reazione allergica nel bambino. Esistono stimolanti naturali della lattazione: succo di carota con latte o panna, decotto di semi di anice, tè di anice, finocchio e origano, decotto di semi di cumino.

Aumentare il numero di allegati

Mettere il bambino al seno, se necessario, è la prima regola della stimolazione della lattazione. Si raccomanda anche di dare al bambino entrambi i seni, ma di applicare al secondo, solo quando il primo è completamente vuoto. Non dovresti ricorrere all'aiuto di mix. La crisi ha brevi periodi e il bambino è abituato alle miscele.

Ci sono casi in cui i bambini si rifiutano addirittura di allattare. Succhiare una bottiglia è più facile che lavorare con il seno. Il bambino sarà pieno più a lungo, meno probabilità di richiedere l'allattamento al seno diminuirà. Pertanto, gli alimenti complementari possono aggravare il problema dell'allattamento.

Mangimi notturni

L'alimentazione notturna è un periodo di produzione intensiva degli ormoni prolattina e ossitocina, che stimolano direttamente la lattazione. Al mattino ogni madre conosce la sensazione di un seno pieno. Un buon risultato dà un sogno insieme e frequente alimentazione del bambino durante la notte. È un attaccamento notturno che aiuta a risolvere il problema senza un intervento medico.

Cosa non fare durante la crisi lattica

Le regole di base su cosa non fare mamma durante una crisi durante l'allattamento:

  1. Nervoso, preoccupazione.
  2. Effettuare auto-pompaggio. È sufficiente che il bambino svuoti il ​​seno stesso.
  3. Nutrire con nutrizione artificiale, anche se il bambino sembra affamato. Distrarlo e poi attaccarlo nuovamente al petto.
  4. Se effettuato prikorm, solo da un cucchiaio. La bottiglia è severamente vietata. Il bambino può rifiutarsi di succhiare il seno.

Il latte materno è un prodotto indispensabile per un bambino, ed è una madre che allatta che può darlo a suo figlio. Ma per questo è necessario conoscere i principi della corretta alimentazione e attenersi a loro. Se lo desideri, andrà tutto bene. Le crisi della lattazione sono un fenomeno naturale, ma ogni madre può far fronte a questo problema da sola.

E come affronta una crisi di allattamento? Condividi nei commenti.