Fascite plantare: sintomi e trattamento

La fascite plantare si sviluppa quando un tessuto connettivo denso è danneggiato nell'area di attacco alle falangi delle dita dei piedi e del calcagno. L'aponeurosi plantare si forma, sostiene l'arco longitudinale del piede.

Con frequenti microtraumi del tessuto connettivo, alti carichi sul piede, si verifica un'infiammazione asettica, peggiora la condizione dell'aponeurosi plantare e si sviluppa la fascite plantare. I sintomi e il trattamento della patologia, le misure preventive sono descritte nell'articolo.

Cause di patologia

La fascia plantare è sotto stress elevato. La massima pressione è registrata nel punto di attacco alla cuspide del tallone.

I sintomi negativi nella zona del piede sono più comuni nelle persone di età media e avanzata. Dopo quarant'anni, molti hanno un "mucchio" di malattie croniche, problemi alle articolazioni e alla colonna vertebrale. Le divisioni del sistema muscoloscheletrico indebolito sono più vulnerabili all'azione di fattori negativi.

La fascite plantare si sviluppa sullo sfondo di alcune patologie, segni e condizioni:

  • artrosi e artrite degli arti inferiori;
  • l'obesità;
  • alto arco del piede;
  • lombalgia;
  • carico prolungato sui piedi (una persona trascorre la maggior parte del giorno in piedi);
  • patologie vascolari (vene varicose, tromboflebiti);
  • piedi piatti;
  • pronazione (deflessione) del piede sopra la norma.

Scarpe scomode e anguste, consumate dal bordo interno - un altro fattore negativo che provoca problemi con la fascia plantare. Le persone sono spesso inconsapevoli di ciò che le vecchie scarpe negative o le scarpe consumate portano. I microtraumi costanti nella fascia plantare sotto l'azione di fattori negativi provocano processi degenerativi e infiammatori. Spesso ci sono osteofiti marginali o speroni calcagni.

Impara le istruzioni per l'uso di unguento di Finalgon per il dolore alle articolazioni e alla colonna vertebrale.

Leggi i sintomi caratteristici e il trattamento della mialgia con i farmaci a questo indirizzo.

Segni e sintomi caratteristici

La fascite plantare ha caratteristiche peculiari:

  • È doloroso passare sul tallone e sul piede dopo una lunga seduta in posizione seduta;
  • la sindrome del dolore aumenta di sera, dopo un carico elevato sugli arti inferiori;
  • spesso il dolore nella zona della suola e del tallone appare al mattino;
  • il dolore infastidisce dopo salite e discese su gradini, quando si cammina su una superficie dura, se necessario per un lungo periodo di tempo in piedi in un punto.

Se non trattati, compaiono ulteriori sintomi:

  • il dolore si estende alle caviglie, l'area dell'alluce, l'arco del piede;
  • tyazh stretto dal tessuto connettivo nella fascia plantare provoca la contrattura delle dita;
  • il piede si gonfia. La palpazione manifesta dolore, si sentono formazioni dense;
  • Le fotografie a raggi X mostrano una proliferazione di tessuto osseo nella zona del tallone - gli speroni, che causano un notevole disagio.

Metodi e direzioni principali della terapia

Come trattare la fascite plantare? Il paziente deve cercare aiuto al primo segno di malattia. La diagnosi viene fatta sulla base di un esame dell'area interessata, del chiarimento delle manifestazioni cliniche della patologia e dei raggi x del piede. Rinviare la visita a un traumatologo ortopedico provoca la progressione di processi degenerativi e distruttivi nell'area del piede.

La terapia complessa aiuterà a sbarazzarsi dei sintomi negativi. Richiede non solo assumere pillole, applicare pomate, ma anche eliminare i carichi eccessivi sugli arti inferiori. È importante rivedere la dieta, perdere quei chili in più: un peso corporeo elevato peggiora la prognosi per molte patologie articolari e della colonna vertebrale.

Gli obiettivi principali della terapia:

  • ridurre il carico sull'aponeurosi plantare;
  • sollievo del processo infiammatorio.

La terapia competente migliora la prognosi: una cura completa è possibile riguardo agli effetti complessi del primo e moderato grado di patologia. Nei casi avanzati, la fascite è complicata dalla crescita di osteofiti, dolori lancinanti nella zona del tallone. La frattura del tallone è una complicanza pericolosa che aumenta il rischio di invalidità del paziente.

Ginnastica terapeutica

Esercizi speciali estendono il tessuto connettivo della parte inferiore del piede, aumentano l'elasticità dell'aponeurosi plantare. La ginnastica regolare allunga la fascia plantare, riduce il rischio di mini-lesioni, rafforza il tessuto connettivo, previene lo sviluppo di fascite. Un altro punto positivo: il carico misurato sull'aponeurosi plantare riduce il dolore dell'area problematica.

Il momento ottimale per condurre le lezioni è mattina. In primo luogo, è necessario un riscaldamento per le articolazioni, dopo che il paziente esegue una serie di esercizi prescritti dal medico.

È importante seguire rigorosamente le regole, non aggiungere nuovi esercizi senza il permesso del traumatologo ortopedico. Durante le lezioni non dovrebbero esserci forti dolori: quando compare un disagio pronunciato, è necessario ridurre il carico nel tempo, ridurre il numero di ripetizioni.

Apparecchi ortopedici

Per fissare il piede ad angolo retto, i medici prescrivono l'uso di dispositivi speciali - parentesi graffe o ortesi. Il paziente li indossa per tutta la notte, durante il giorno si raccomandano scarpe ortopediche o solette speciali con una tacca nella zona del tallone.

Le ortesi non consentono di ridurre l'aponeurosi plantare, mantengono l'elasticità del tessuto connettivo. La tecnica migliora la prognosi nel trattamento della fascite plantare.

Schema generale della terapia

Oltre alla ginnastica speciale, indossando ortesi (parentesi graffe) e scarpe ortopediche, il paziente riceve altri tipi di effetti terapeutici. La selezione dei metodi di trattamento è effettuata da un ortopedico e da un traumatologo. La fascite plantare viene curata da un fisioterapista e massaggiatore.

Se hai problemi di peso, hai bisogno dell'aiuto di un nutrizionista per sviluppare un menu con il numero ottimale di calorie, un set completo di vitamine e minerali. Il paziente dovrebbe consumare regolarmente prodotti che sono benefici per la salute del tessuto osseo, dei muscoli, della cartilagine e dei legamenti.

Per eliminare i sintomi negativi nell'aponeurosi plantare, viene eseguito un trattamento complesso:

  • massaggio ai piedi;
  • applicazioni di fango;
  • vassoi con decotto di camomilla, elisir di conifere, sale marino;
  • applicare il freddo;
  • applicare pomate e gel con un effetto antinfiammatorio e riscaldante per attivare la circolazione del sangue nella zona interessata: Viprosal, Hondroksid;
  • analgesia con l'uso di analgesici di diverse forze d'azione - dall'aspirina al naprossene;
  • trattamento di composti anti-infiammatori non steroidei del piede per uso locale: Fastum-gel, Voltaren-emulgel, Deep Relief, Diclofenac, Zinepar-active.

Scopri i vantaggi e le regole della ginnastica sportiva Norbekov per la colonna vertebrale cervicale e le articolazioni.

Circa le regole di riabilitazione dopo la frattura della caviglia dopo la rimozione dell'intonaco è scritto a questo indirizzo.

Segui il link http://vseosustavah.com/bolezni/lechenie/almag.html e leggi le istruzioni per l'uso del dispositivo medico Almag 01 per il trattamento delle patologie articolari.

Nei casi avanzati di fascite plantare, un processo infiammatorio attivo, vengono utilizzati ulteriori metodi di esposizione:

  • terapia ad onde d'urto per la graduale distruzione delle escrescenze ossee nella zona del tallone;
  • ultrasuoni e terapia laser;
  • iniezione di potenti farmaci nel piede (analgesici + glucocorticosteroidi).

La mancanza di un trattamento competente e tempestivo provoca la crescita di osteofiti, aumento della sindrome del dolore. Un momento spiacevole è una diminuzione della mobilità dovuta all'impossibilità di movimento libero senza l'uso di stampelle. Quando la gravità del caso, la scarsa efficacia della terapia conservativa, viene eseguita un'operazione, durante la quale il chirurgo rimuove le escrescenze ossee e le aree interessate della fascia.

Linee guida di prevenzione

Proteggere l'aponeurosi plantare dall'influenza negativa è abbastanza semplice. Misure non complicate impediscono frequenti microtraumi del tessuto connettivo.

Il rischio di sviluppare fascite plantare diminuirà più volte se vengono seguite le seguenti regole:

  • indossare scarpe comode. Per raccogliere sandali, scarpe, stivali con una buona soletta, la scarpa giusta, dal materiale di qualità, con un'altezza ragionevole del tacco;
  • rispettare le raccomandazioni dell'ortopedico e traumatologo, indossare scarpe ortopediche, non abbandonare speciali solette correttive;
  • dose il carico sul piede, non stare a lungo in un unico luogo. È dannoso sedersi senza alzarsi per scaldarsi: l'attività fisica è un prerequisito per il normale funzionamento del corpo, un buono stato del sistema muscolo-scheletrico;
  • seguire la dieta, mantenere il peso normale. I medici sono inequivocabili nel loro parere: quei chili in più sono la strada giusta per i problemi del sistema muscolo-scheletrico. Un carico eccessivo sull'arco del piede aumenta il rischio di microtraumi, accelera la sconfitta dell'aponeurosi plantare;
  • tempo per curare le malattie delle articolazioni e della colonna vertebrale, regolarmente esaminate da medici che si occupano dei problemi dell'apparato articolare-legamentoso, della cartilagine e del tessuto osseo. Se vengono rilevati cambiamenti negativi, non ritardare l'inizio della terapia, effettuare un ciclo completo di trattamento. È importante prevenire la transizione delle malattie del sistema muscolo-scheletrico alla forma cronica, per guarire in una fase precoce.

Guarda il video in cui Elena Malysheva fornirà ulteriori consigli utili per il trattamento della fascite plantare:

Sintomi, cause e rimedi per la fascite plantare

Impariamo cos'è e quali sono le cause e i fattori di rischio per la fascite plantare, i sintomi, come la distale differisce da quella prossimale e quali sono i mezzi in grado di alleviare il dolore e alleviare le difficoltà quando si cammina.

Qual è la fascite plantare?

Il termine "fascite plantare" indica l'infiammazione della fascia plantare, chiamata anche aponiverso o legamento ad arco, che si trova nella parte inferiore della gamba.

Questo gruppo di strutture fibrose, simili al tendine, inizia nella regione mediale del calcagno e termina alla base delle dita, hanno il compito di mantenere l'arco del piede, formando una sorta di cuscinetto tra il tallone e la punta, soprattutto quando si cammina.

L'infiammazione di questa fascia può causare problemi con la deambulazione e il dolore nell'area del tallone. Dovrebbe essere distinto dalla metatarsalgia, cioè dall'infiammazione del calcagno, situata tra le ossa che formano la caviglia, e quelle che formano le dita, e anche dalla fascite necrotizzante, quest'ultima è di natura infettiva e si sviluppa quando il patogeno penetra nel tessuto.

Perché appare e come si sviluppa l'infiammazione?

La fisiologia della fascite plantare è dovuta principalmente alla tensione di questa parte del piede, che si verifica durante la deambulazione o la corsa: quando il tallone si solleva da terra, l'angolo tra l'osso del tallone e le dita aumenta, questo comporta un allungamento nella fascia plantare.

Si ritiene che camminando, la fascia plantare senza conseguenze possa sopportare un peso che è due volte più grande del peso corporeo, microtraumi, lesioni minori si formano e l'elasticità dei legamenti diminuisce, così come tutti i fattori che portano all'infiammazione del periostio e allo sviluppo del dolore.

La fascite plantare è una malattia reversibile: in condizioni favorevoli e, di norma, circa sei mesi / anno di trattamento senza chirurgia, il paziente è completamente guarito.

La patologia è divisa in due fasi principali:

  • Acuto o algico, quando il dolore è molto intenso e si trova principalmente nel legamento del tallone.
  • Prossimo stadio fase acuta quando il dolore si sposta verso l'avampiede e si diffonde all'intera suola.

Se la fascite plantare non trattata non viene trattata, può diventare cronica, quindi si parla dello stato cronico dell'infiammazione della fascia, in questo caso è necessaria la rimozione chirurgica della patologia.

Tipi di fascite - aree che sono infiammate

La fascite plantare può essere di vari tipi, a seconda della posizione e delle manifestazioni.

Possiamo distinguere le seguenti forme di fascite plantare:

  • distale: localizzato nella fascia plantare e nella parte centrale del piede, dolore sentito in tutto il piede, soprattutto nelle dita dei piedi.
  • prossimale: fenomeni infiammatori nella fascia plantare, che è prossimale al tallone. Chiamata anche fascite inserzionale, il dolore è localizzato intorno al tallone.
  • anteriore: Un tipo piuttosto pericoloso di fascite plantare, poiché in questo caso il dolore si diffonde dal calcagno alla parte anteriore del piede e dei piedi.
  • di nodo: chiamata anche malattia di Ledderchosi o fibromatosi delle gambe, - è caratterizzata dalla formazione di noduli sulla fascia plantare, che ne determinano l'ispessimento.
  • a doppio senso: In questo caso, l'infiammazione colpisce entrambe le gambe ed è probabile che sia associata a problemi di postura che portano a uno stress eccessivo a livello della fascia plantare.

Dolore e sintomi di fascite plantare

La fascite plantare, sia prossimale che distale, essendo l'infiammazione, è il sintomo principale del dolore nella regione del tallone, che è particolarmente acuta al mattino, non appena si mette il piede sul pavimento, e poi continua, a seconda del grado di infiammazione, durante il giorno, alternando con i momenti in cui il dolore si intensifica.

A volte i sintomi come gonfiore e ipertermia possono unirsi al dolore, nel qual caso, in particolare con fascite bilaterale, deve essere condotto un esame per trovare una possibile causa sistemica (ad esempio, la gotta o l'artrite reumatoide).

Altri sintomi che possono accompagnare la fascite plantare includono bruciore durante la deambulazione, dolore alla schiena (probabilmente a causa di una postura scorretta), dolore che non consente la normale deposizione delle gambe e talvolta gonfiore dovuto all'accumulo di liquidi livello del calcagno e della caviglia.

Diagnostica - Metodi e test

La diagnosi di fascite plantare comprende diversi livelli:

  • Primo livello consiste nello studio della storia medica del paziente, fornendo informazioni sul dolore (quando è iniziato, in quale area è localizzato, quando è il più potente), raccogliendo informazioni relative allo stile di vita del paziente (giocando sport, che tipo di sport, quante ore il paziente trascorre in piedi, per esempio, durante il lavoro) e informazioni sulle conformazioni anatomiche ereditarie (piede piatto o tendini sottili).
  • Secondo livello - il medico, con l'aiuto della palpazione, esamina il luogo di localizzazione del dolore, determina il tipo e la causa.
  • Terzo livello - studi diagnostici, quali ultrasuoni, radiografie, TC e RM, per confermare la diagnosi precedentemente suggerita dal medico.

Cause e fattori di rischio per l'infiammazione della fascia plantare

Abbiamo scoperto che la fascite plantare è una conseguenza della lesione, ma, parlando di cause reali, dobbiamo anche parlare di fattori di rischio, cioè di condizioni che predispongono alla formazione di microtraumi e lesioni minori della fascia plantare.

  • in piedi: chi costa o cammina molto, è molto stressante sulla fascia plantare. Può causare infiammazione. Ci sono casi in cui la fascite plantare è stata riconosciuta come malattia professionale.
  • sportA: Questo è uno dei principali fattori di rischio. In particolare, per chi si occupa di sport come corsa, ciclismo, pallacanestro, aerobica e tutti quegli sport in cui ci sono movimenti ripetitivi, eccessivo carico di fascia plantare. In questo caso, la fascite plantare e la tendinite spesso si verificano contemporaneamente, cioè l'infiammazione dei tendini.
  • Genere ed età: La fascite plantare colpisce principalmente le donne di età compresa tra 40 e 60 anni. Non è chiaro da dove provenga questa predisposizione, ma età e sesso sono fattori di rischio piuttosto significativi.
  • Malattie metaboliche: Alcune malattie metaboliche, come il diabete, la gotta e l'insufficienza renale, possono portare a infiammazione della fascia plantare. Tuttavia, non è chiaro quali meccanismi biochimici siano coinvolti in questo processo.
  • Malattie infiammatorie sistemiche: Chi soffre di malattie infiammatorie autoimmuni, come l'artrite reumatoide o il lupus, può soffrire di fascite plantare.
  • Sperone calcaneare: la fascite plantare, nel 20% dei casi, è associata a una condizione chiamata sperone calcaneale, che si forma quando la calcificazione del muscolo sul calcagno.
  • Problemi ai piedi: Coloro che hanno problemi alle gambe, ereditari o genetici, come i piedi piatti o la debolezza del tendine di Achille, hanno maggiori probabilità di incontrare fascite plantare.
  • Obesità e sovrappeso: le persone che soffrono di obesità o sovrappeso, irritando le gambe per aumentare i carichi, questo può portare al fatto che si svilupperà l'infiammazione della fascia plantare.
  • scarpe: indossando scarpe che non si adattano alla forma e alle dimensioni del piede, che non è adatto ad assorbire gli urti durante gli sport e durante la normale camminata, le scarpe dotate di suola morbida possono portare all'infiammazione della fascia plantare.

Rimedi naturali per ridurre l'infiammazione

Per trattare o migliorare i sintomi della fascite plantare, puoi ricorrere alla medicina alternativa.

Analizziamoli in modo più dettagliato:

ricreazione: per curare la fascite plantare, è necessario il riposo. Tieni i piedi a riposo, evita i carichi della fascia plantare, questo da solo aiuta a ridurre il dolore e l'infiammazione e aiuta anche ad accelerare il processo di guarigione.

ghiaccio: è un vecchio rimedio per le infiammazioni. In caso di fascite plantare, si consiglia di attaccare un sacchetto di ghiaccio al punto dolente per un quarto d'ora e ripetere l'operazione almeno 3-4 volte al giorno. Puoi anche fare un "ice massage", nel qual caso dovresti mettere il ghiaccio nella busta e massaggiare la zona dolente per 5-10 minuti.

Pediluvi: Anche i pediluvi possono essere un trattamento eccellente per la fascite plantare. Idealmente, dovrebbero essere preparati utilizzando anti-edematici o sali (sale di Cervia o sale amaro) sciolto in acqua calda (più caldo aiuta l'assorbimento delle sostanze).

scarpe: Indossare scarpe adeguate può alleviare i sintomi della fascite plantare. Le scarpe dovrebbero essere senza tacco, con suola dura, non troppo sottile e, se necessario, con un sottopiede ortopedico per ridurre i carichi d'urto durante la camminata.

alimentazione: Ovviamente, la dieta non può influenzare direttamente il corso della fascite plantare, ma la sua ottimizzazione è utile per ridurre il peso e, di conseguenza, ridurre il carico sull'arco.

agopuntura È spesso usato in medicina alternativa per il trattamento della fascite plantare, il punto 7PC è il più ottimale in questa direzione.

Trattamenti ortopedici e fisioterapici

La terapia, che è prescritta da un chirurgo ortopedico o da un fisioterapista, consiste in una varietà di mezzi che agiscono sia a livello della fascia plantare che a livello della postura del corpo.

Durante il periodo di trattamento ortopedico, si raccomanda l'uso dei seguenti prodotti:

  • solette: plantari ortopedici, che vengono utilizzati all'interno della scarpa, migliorano il supporto del piede e riducono in tal modo l'infiammazione nella fascia plantare. Per ottenere il massimo effetto, la soletta deve essere fatta su ordinazione secondo la prescrizione ortopedica.
  • Pneumatici notturni: I pneumatici ortopedici notturni sono utilizzati in caso di fascite plantare durante la notte. I pneumatici notturni sono necessari per rilassare i tessuti fibrosi e quindi, al risveglio, il dolore si attenua.
  • Supporto ortopedico: Di regola, da un gel che si trova sotto il tallone e serve a ridurre lo shock quando si cammina. Riducendo i carichi d'urto sulla fascia plantare si favorisce la guarigione dell'infiammazione.
  • Bende e fasciature: Ci sono bende e medicazioni ortopediche che vengono utilizzate per accelerare la guarigione nella fascia plantare. Questi farmaci ortopedici esercitano pressione nell'area interessata e aiutano a ridurre i sintomi.

Gli strumenti ortopedici possono essere integrati con metodi di fisioterapia:

  • ultrasuono: Questa forma di fisioterapia utilizza l'effetto degli ultrasuoni per trattare l'infiammazione. Quando il tessuto infiammato forma un fluido, l'azione locale degli ultrasuoni aiuta a rendere il fluido più veloce da assorbire.
  • Terapia magnetica: Questo metodo utilizza l'influenza dei campi magnetici per stimolare la rigenerazione cellulare, alleviare il dolore, ridurre l'infiammazione e stimolare il riassorbimento di liquidi.
  • Onde d'urto: alte onde di energia acustica che vengono utilizzate per il trattamento del dolore. Applicare in un'area in cui si avverte dolore. Le onde hanno un effetto meccanico, che porta ad una riduzione dell'infiammazione e del dolore.
  • ionoforesi: Questo metodo riduce l'infiammazione e il dolore attraverso l'esposizione alla corrente continua.
  • Mesoterapia: Conosciuta anche come ionoforesi, è un metodo di fisioterapia utilizzato per somministrare farmaci anti-infiammatori. Nel caso di fascite plantare, si consiglia di utilizzare cortisone per ridurre l'infiammazione, il dolore e il gonfiore.

Stretching e ginnastica posturale Serve a ridurre l'infiammazione e il dolore attraverso lo sviluppo di una corretta postura e, di conseguenza, riducendo il carico sull'arco. Un esempio è un esercizio che consiste nel sedersi sul pavimento, distendere le gambe, mettere un asciugamano sotto l'arco e tirarlo su entrambi i lati con le mani.

E infine, puoi rivolgerti a un osteopata, che con l'aiuto di speciali tecniche di massaggio, esercizi di stretching e manipolazioni, aiuterà a ridurre il dolore e l'infiammazione.

Farmaci fascite - Unguenti, cerotti e antinfiammatori

La terapia farmacologica per la fascite plantare si basa sull'uso di farmaci anti-infiammatori e analgesici.

  • unguenti: applicato direttamente sulla parte in cui si avverte il dolore, contengono l'ingrediente attivo - agente anti-infiammatorio. Tra gli unguenti anti-infiammatori più famosi c'è Voltaren, che contiene, come principio attivo, diclofenac dietilammonio.
  • intonaci, imbevuto di una sostanza anti-infiammatoria, solitamente flurbiprofene, che penetra nel punto dolente. Tuttavia, gli unguenti locali potrebbero non essere efficaci in caso di dolore molto forte o cronico.
  • orale: Possono essere somministrati sia farmaci antinfiammatori che agiscono sistemicamente, come naprossene e antidolorifici, come l'ibuprofene, che è spesso usato in combinazione con farmaci anti-infiammatori e agenti topici (unguenti e cerotti) per aumentare l'effetto di quest'ultimo e ridurre il dolore più velocemente.
  • interno: Il farmaco viene iniettato direttamente nel punto dolente attraverso una siringa. I farmaci antinfiammatori, come il cortisone, un gel piastrinico che aiuta a rigenerare i tessuti danneggiati e l'acido ialuronico con cortisone, che aiutano a ripristinare i tessuti e combattere l'infiammazione, vengono solitamente iniettati all'interno.

La scelta e il dosaggio del farmaco imposta il medico in ogni caso, a seconda del bisogno e delle condizioni del paziente.

La chirurgia come unica soluzione

La chirurgia è utilizzata per chi soffre di fascite plantare cronica, quando l'infiammazione non regredisce nonostante il trattamento e dura per più di 12 mesi.

L'intervento chirurgico viene eseguito con il metodo endoscopico per "alleviare" lo stato di stress in cui si trova la fascia e per facilitare il processo di guarigione.

Fascite plantare Sintomi, trattamento, foto

Non tutti lo sanno, ma ignorare anche un piccolo dolore al piede è molto pericoloso. È necessario iniziare a preoccuparsi già quando si sente il disagio durante l'alba dal letto.

Diagnosi del problema

Nella maggior parte dei casi, il dolore ai piedi è causato da fascite plantare. Questa malattia infiammatoria può portare a zoppie, e nei casi avanzati, i pazienti senza aiuto non possono nemmeno alzarsi in piedi.

Puoi sospettare in modo indipendente lo sviluppo di questa malattia se noti dolore mattutino sulla pianta dei piedi nella zona del tallone. Di solito, il disagio si attenua e spesso scompare del tutto alla fine della giornata. Ma possono essere rinnovati dopo un lungo riposo delle gambe. Non sottovalutare la malattia, come la fascite plantare. I sintomi, il trattamento di cui è desiderabile iniziare immediatamente, ogni giorno sta diventando più notevole. Di conseguenza, l'aumento del mattino diventa una vera tortura e il dolore non diminuisce durante il giorno.

Ai primi problemi è consigliabile andare dal dottore. Il chirurgo esaminerà la gamba dolorante, la invierà ai raggi X per identificare lo sperone calcaneare ed eliminare altri possibili problemi. Ascolterà anche tutte le tue lamentele e chiarirà esattamente quando avverrà il dolore. In base alla descrizione, all'esame visivo e ai dati radiografici inviati, verrà effettuata la diagnosi finale.

Le cause della malattia

Nella maggior parte dei casi, la fascite plantare si sviluppa per una ragione. I più suscettibili a questa malattia sono le persone con i piedi piatti, i piedi sollevati, il sovrappeso. Inoltre, i problemi con la fascia possono iniziare a causa dell'intenso taglio del carico, del regolare utilizzo di tacchi alti e di altre scarpe scomode per i piedi.

C'è una fascite della suola dovuta al fatto che quando si cammina e altri carichi sul piede è la distribuzione sbagliata del peso. Normalmente, una persona deve appoggiarsi sul bordo esterno del piede e quindi spostarsi sul suo lato interno. Ma con sovrappeso, flat-footedness e altre cause correlate, questo meccanismo è rotto. Di conseguenza, si verifica un allungamento eccessivo della fascia, seguita dalle sue micro-fratture. Provocano dolore

Lo sviluppo del processo infiammatorio

A causa del carico eccessivo sulla fascia plantare, che collega il calcagno alla parte anteriore del piede e sostiene il suo arco longitudinale, e tutti i problemi sorgono. Legamenti il ​​più delle volte feriti al posto del loro attaccamento al tallone. Di conseguenza, si verificano micro-break, che sono modi per guarire da soli. Ma il costante trauma di queste aree porta al fatto che al loro posto c'è l'infiammazione, accompagnata dal dolore. Nella maggior parte dei casi, la fascite plantare è accompagnata anche dalla crescita delle ossa del calcagno. Sulla radiografia crescita visibile sotto forma di sperone.

Vale la pena notare che le donne sono più spesso colpite dalla malattia, e le persone sopra i 40 sono per lo più suscettibili. Il gruppo di rischio comprende tutti i pazienti con problemi di peso eccessivo, spinali, malattie delle articolazioni, lesioni ossee del tallone, gotta, disturbi circolatori, flat-footedness e altri problemi simili.

Prevenzione delle malattie

Tutti vogliono sapere come evitare tali malattie come la fascite plantare. Il trattamento delle fasi iniziali della malattia e i metodi preventivi sono molto simili. Quindi, per prevenire lo sviluppo del processo infiammatorio, è possibile utilizzare semplici esercizi di ginnastica e stretching. Ma non meno attenzione dovrebbe essere rivolta alla scelta di scarpe e solette. Si consiglia di utilizzare le opzioni ortopediche in cui il piede è ben supportato.

Non dimenticare gli esercizi per lo stretching uniforme della fascia plantare. Ogni giorno, è desiderabile rotolare con la pressione del piede attraverso qualsiasi soglia interna. Una bottiglia ordinaria è adatta anche a questo scopo. Lo stretching è un altro esercizio che può prevenire la fascite plantare. Per fare questo, allungare i piedi ogni giorno per 10 secondi, questo dovrebbe essere ripetuto 20 volte per ogni gamba. Un metodo efficace è anche l'estensione del muscolo gastrocnemio.

Trattamento delle fasi iniziali della fascite

Se hai trascurato i metodi preventivi e non sei andato dal medico quando i primi sintomi si sono manifestati, allora probabilmente avrai bisogno di metodi di cura. Naturalmente, il medico prima raccomanderà l'uso di metodi semplici per aiutare la maggior parte dei pazienti con fascite plantare. I sintomi, trattamento per il quale sarà efficace, devono essere espressi in modo non troppo chiaro. Cioè, il paziente potrebbe avere problemi con i piedi durante l'alba mattutina dal letto. Ma durante il giorno, le sensazioni si attenuano e scompaiono del tutto alla sera. In questo caso, puoi usare il freddo: per questo puoi far rotolare le gambe una bottiglia di plastica con ghiaccio o acqua appena raffreddata per 10 minuti diverse volte al giorno. Questo metodo può alleviare il gonfiore e ridurre l'infiammazione.

Inoltre, nella maggior parte dei casi i medici raccomandano di ridurre il carico sulle gambe, ad esempio, per rinunciare a lunghe camminate e corse. Di notte, il medico può consigliarti di indossare stivali speciali che impediscano alla fascia di contrarsi durante il riposo. Nelle condizioni di un ospedale, possono essere eseguite varie procedure fisioterapiche, che danno anche un notevole effetto, l'infiammazione diminuisce dopo poche sedute.

Trattamento farmacologico

Se i metodi semplici non danno il risultato desiderato e la fascite plantare non funziona, i chirurghi possono raccomandare altri modi per liberarsi dei problemi. Il medico può raccomandare farmaci antinfiammatori non steroidei. Questo gruppo comprende prodotti che includono ibuprofene, naprossene o aspirina regolare. Possono essere droghe come "Motrin", "Advil", "Alive", "Diclofenac", "Indomethacin".

Nei casi più avanzati, possono essere somministrate iniezioni di corticosteroidi. Si tratta di preparati ormonali speciali con un meccanismo d'azione antinfiammatorio pronunciato. Solo un medico può farli, dal momento che il minimo errore nell'introdurre questi farmaci può causare danni alla fascia. E questo provoca piedi piatti e dolore cronico.

Fascite plantare

La fascite plantare è una malattia causata da alterazioni infiammatorie e degenerative dei tessuti della fascia plantare ed è accompagnata da dolore al tallone durante l'esercizio.

contenuto

motivi

La fascia plantare (aponeurosi plantare) è un tessuto connettivo denso che si attacca al calcagno e alle falangi delle dita. La sua funzione principale è la formazione e il sostegno dell'arco longitudinale del piede. Se una persona è in piedi, metà del suo peso esercita pressione sull'aponeurosi plantare. Un carico elevato provoca le micro-interruzioni nell'area, che è attaccata al tallone.

In molti casi, mentre si trovano in posizione verticale (durante il sonno), gli infortuni si regrediscono. Ma sotto l'influenza di fattori avversi, le lacrime della fascia si ripresentano. Come risultato, si sviluppa la fascite plantare, la cui causa è il microtrauma costante dell'aponeurosi, che porta all'infiammazione del tessuto asettico e alla comparsa del dolore.

Le donne di età superiore ai 40 sono più spesso colpite da fascite plantare del tallone. La probabilità di sviluppare la malattia è aumentata dai seguenti fattori avversi:

  • in sovrappeso;
  • sport, in cui c'è un lungo carico sul tallone o sul tendine di Achille;
  • piede piatto o arco del piede troppo alto;
  • girando il piede verso l'interno mentre si cammina;
  • indossare scarpe scomode;
  • malattie del sistema muscolo-scheletrico;
  • traumi;
  • gotta.

La fascite plantare cronica nel tempo può portare alla formazione dello sperone calcaneare - crescita ossea (osteofita), che è causata dalla deposizione di sali di calcio.

sintomi

Il sintomo principale della fascite plantare è il dolore al tallone. Sorgono spiacevoli sensazioni o aumentano con il carico. Al mattino sono più pronunciati, poi gradualmente diminuiscono. Ciò è dovuto allo strappo della fascia durante il sonno della notte. Inoltre, il dolore aumenta dopo una lunga seduta in posizione seduta, quando una persona fa i primi passi.

La formazione dello sperone calcaneare può aumentare l'intensità dei sintomi della fascite plantare del piede, poiché le escrescenze ossee spingono sui tessuti circostanti. In molti casi, l'osteofita non si manifesta.

diagnostica

La fascite plantare viene diagnosticata sulla base dell'analisi dei reclami e dell'esame. Inoltre, è prescritta la radiografia, che consente di rilevare lo sperone calcaneare.

Durante il sondaggio, la fascite plantare è differenziata da malattie come:

  • sindrome del tunnel tarsale;
  • artrite reumatoide;
  • La sindrome di Reiter e così via.

trattamento

Il trattamento della fascite plantare è determinato dalla gravità dei suoi sintomi. Nei casi lievi, le principali direzioni terapeutiche prevedono lo scarico dell'aponeurosi plantare e l'eliminazione dell'infiammazione dei tessuti molli.

Lo scarico della fascia plantare si ottiene riducendo l'attività fisica e il riposo occasionale mentre si cammina. I principali metodi di terapia sono la ginnastica, il taping e l'uso di dispositivi speciali per il piede.

Lo scopo degli esercizi con la fascite è di allungare, rafforzare e aumentare l'elasticità dell'aponeurosi. Devono essere effettuati ogni mattina dopo un riscaldamento. La ginnastica regolare aiuta ad allungare la fascia plantare. Di conseguenza, il dolore si riduce e in futuro si prevengono le lesioni.

Dopo la terapia fisica, viene eseguita la fasciatura del piede - l'applicazione di un nastro elastico (maschio) o un cerotto per sostenere l'arco longitudinale e fissare l'aponeurosi. Quando si applica un nastro, è necessario aumentare la sua tensione quando si piega intorno alla gamba dal fondo.

Per migliorare l'efficacia del trattamento della fascite plantare in casa, vengono utilizzate le parentesi graffe o le ortesi - dispositivi che fissano il piede ad angolo retto. Sono messi su tutta la notte e non permettono che l'aponeurosi sia accorciata. Durante il giorno, i pazienti con fascite si consiglia di indossare scarpe ortopediche o solette con un supporto per arco e una rientranza al centro del tallone.

Per alleviare l'infiammazione dei tessuti e ridurre il dolore, vengono praticati:

  • massaggio;
  • applicazione del ghiaccio;
  • sfregamento con farmaci riscaldanti e antinfiammatori;
  • applicazioni di fango;
  • pediluvi caldi;
  • analgesici - ibuprofene, acido acetilsalicilico, naprossene.

Come trattare la fascite plantare nei casi più gravi? Per disagio pronunciato e crescita ossea significativa, vengono utilizzati i seguenti metodi:

  • iniezione di glucocorticoidi nel tessuto del piede in combinazione con anestetici;
  • terapia ad onde d'urto per distruggere gli speroni del tallone;
  • laser o ultrasuoni sul tessuto infiammato.

Con l'inefficacia del trattamento conservativo della fascite plantare, viene eseguita un'operazione, durante la quale vengono rimossi osteofiti e parti alterate della fascia.

prospettiva

La fascite plantare ha una prognosi favorevole. Nei casi avanzati, il decorso della malattia può essere aggravato da una frattura dello sperone calcaneare.

prevenzione

Misure preventive di base per la fascite plantare:

  • indossare scarpe ortopediche;
  • attività fisica adeguata;
  • mantenere un peso normale;
  • trattamento delle patologie dell'apparato muscolo-scheletrico.

Fascite plantare

I piedi si sentono rigidi nelle gambe, il dolore nel tallone perfora l'arco del piede - i sintomi indicano la familiarità con la fascite plantare. La malattia è causata da infiammazione nei legamenti troppo allenati, fibre muscolari della parte inferiore del piede.

Lo sviluppo della patologia senza fretta, inizialmente, nelle sue fasi iniziali, non si dichiara a voce alta. Col passare del tempo, l'intensità del dolore aumenta e il dolore si intensifica al mattino quando ti svegli, alzati dal letto ai tuoi piedi e fai i primi passi.

Riposo a lungo, non porta il sollievo atteso alle gambe stanche, la tensione e il dolore continuano a "tormentare" il paziente.

eziologia

Il termine fascia si riferisce a una guaina di tessuto connettivo fibroso che copre fibre muscolari, tendini, legamenti, ossa e fasci nervosi.

La fascia plantare è un collegamento che collega il calcagno (il più grande "apparato osseo" del piede) con il metatarso, fornendo la necessaria curva necessaria per la stabilità durante il movimento.

Le infiammazioni della fascia provocano la comparsa di dolore nell'arco del piede. Gli attacchi particolarmente infiammatori sono soggetti alla zona del tallone - l'area di "attaccamento" della fascia plantare (plantare) alla protuberanza del tallone.

Il risultato di tali patologie è un evidente cambiamento nell'andatura, incluso lo sviluppo della zoppia. Inoltre, i dolori cominciano a disturbare anche in uno stato di riposo.

L'elenco dei fattori eziologici (causali) che fungevano da catalizzatori per lo sviluppo dell'infiammazione della fascia plantare:

  • Eccesso di tensione eccessiva - camminata lunga, stazionamento prolungato, aumento dell'intensità dell'esercizio.
  • Sovrappeso: quasi ogni secondo chilogrammo di peso corporeo, schiaccia, creando un carico maggiore. Il risultato logico è il verificarsi di una forte sovratensione, l'apparenza di micro-discontinuità, che sono in grado di passare da sé senza collegare le misure terapeutiche. Tuttavia, con carichi eccessivi sistematici, l'inizio di asettico (senza la partecipazione di microrganismi patogeni) del processo infiammatorio attorno al calcagno è inevitabile.
  • Età - nel corso degli anni, i processi di circolazione sanguigna si deteriorano, il recupero cellulare è più lento. Lo spessore del grasso sottocutaneo nella zona del tallone diminuisce.
  • Predisposizione genetica - l'arco di un po 'alto per natura. La fascia plantare viene "stirata come una corda di cipolla" per tutto il tempo, l'appiattimento del piede, causato da carichi eccessivi, causa lesioni, seguito da infiammazione.
  • Deformità valgo dell'alluce - un segnale che indica una fascite plantare "in avvicinamento".
  • L'infiammazione può essere fatta da persone che indossano scarpe strette e scomode, tacchi alti. Il dolore può iniziare a causa di piedi piatti, piegando il piede verso l'interno mentre si cammina.

Oltre a quanto sopra menzionato, sono stati riconosciuti come implicati nella comparsa di dolore nel tallone:

  • Lesioni fisiche - fratture, danni ai legamenti, distorsioni.
  • Malattie infiammatorie delle articolazioni - il carico sulla gamba ferita è minimo, la gamba sana presenta un notevole sovraccarico, si verifica un'infiammazione.

Malattie contro le quali la fascite del piede è in grado di svilupparsi:

sintomi

Il segno base che segnala i problemi è arrivato il dolore al tallone. Il dolore è così intenso che per il medico competente (traumatologo, ortopedico) non si verificano particolari difficoltà con la diagnosi.

Le manifestazioni del dolore sono possibili in vari modi:

  • dopo un lungo (incommensurato livello di allenamento) a piedi
  • particolarmente forte al mattino, al momento di alzarsi dal letto, o dopo un lungo riposo, e la sera l'intensità crescente ti costringe a usare un bastone
  • il tallone è il punto di localizzazione preferito, ma il rinculo (crampi) si percepisce nei muscoli e nelle dita dei polpacci

Inoltre, l'elenco dei segni si integra:

  • deformità del piede (a causa di carichi eccessivi, micro-lesioni), che parzialmente perde la mobilità
  • visivamente, sul sito della lesione è fissata iperemia della pelle
  • la fascia interessata è soggetta a manifestazioni edematose, il gonfiore è possibile

La formazione della crescita ossea nella zona del tallone, provocando l'infiammazione dei tendini "adiacenti" - una conseguenza negativa della fascite plantare.

Trattamento di fascite plantare

È competente per diagnosticare l'entità del problema, il medico è in grado di scegliere il regime di trattamento corretto. La selezione indipendente delle misure terapeutiche è assolutamente inaccettabile.

Il medico che prende la storia (dopo aver sentito i reclami del paziente sullo stato attuale), condurrà un'ispezione visiva. Quindi, al fine di chiarire l'area di localizzazione del dolore, viene eseguito un esame della palpazione dell'area problematica. Il paziente viene inviato per radiografia.

Il compito di ogni processo terapeutico è eliminare le cause che sono diventate catalizzatori di un disturbo patologico.

Obiettivi principali del trattamento:

  • minimizzazione dell'infiammazione, sollievo dal dolore
  • riparazione del legamento (guarigione di micro-lacrime) della membrana connettiva plantare attaccata da fascite
  • un aumento dell'elasticità dei legamenti connettivi, l'eliminazione di eventuali difetti nel piede (deflessione)
  • il ritorno della vita normale di tutti i giorni (senza limiti di mobilità)

Un adeguato trattamento di avvio della fascite plantare può portare, dopo uno e mezzo a due mesi, il risultato positivo atteso.

Procedure di trattamento regolari, nel 90% dei casi, portano ad un netto miglioramento del benessere del paziente. Quindi, cosa si dovrebbe fare per eliminare il dolore, ridurre il gonfiore e l'infiammazione?

Per aiutare i legamenti malati del piede sono in grado di:

  • ricreazione
  • ghiaccio
  • massaggio
  • scarpe comode
  • solette ortopediche

Parliamo di loro in modo più dettagliato.

Ridurre al minimo il carico sull'area problematica del piede, nessuna corsa, movimenti intensi, sport attivi. Lascia alle tue gambe abbastanza tempo per riposare.

Quindi alcune semplici raccomandazioni che verranno in tuo aiuto.

  • Pre-congelare la bottiglia di plastica piena d'acqua. Quindi posizionare il contenitore congelato sotto il piedino. Inizia lentamente a massaggiare la zona del tallone facendo rotolare la bottiglia in avanti / indietro.
  • Congelare un bicchiere di carta con acqua. Quindi, senza fretta, con movimenti circolari uniformi, inizia a massaggiare la zona dolente con la fine della "piramide di ghiaccio". La durata della procedura è di dieci minuti.
  • Il bagno terapeutico con ghiaccio richiede un vassoio delle dimensioni appropriate. Riempire con acqua, quindi aggiungere ghiaccio tritato, immergere il piede per dieci minuti. La protezione delle dita dal sovraraffreddamento è assicurata dalle punte delle dita in neoprene. In caso di assenza, la procedura è inaccettabile.
  • Per la ricetta successiva, è necessario prendere un piccolo sacchetto di plastica pieno di pezzi di ghiaccio tritati. Prima di avvolgere un asciugamano, per un quarto d'ora applicato all'area problematica.

L'uso di bottiglie di acqua calda, impacchi caldi per alleviare l'infiammazione non è adatto, perché le procedure termali possono esacerbare le manifestazioni dolorose di fascite plantare.

Per una persona che soffre di dolori muscolari alle calcagna, la questione della scelta delle scarpe diventa estremamente rilevante.

Scarpe comode scelte correttamente alleviano il carico dai legamenti muscolari indeboliti dalla malattia.

Acquisire plantari presso i supporti del collo del piede della farmacia che consentono di mantenere un arco deformato del piede, impedendo un ulteriore sviluppo del processo infiammatorio.

È necessario scegliere le calzature con una suola morbida, che sia in grado di assorbire l'effetto shock per piede durante la deambulazione.

Scarpe sportive (scarpe da ginnastica) - l'opzione migliore in una situazione simile.

Per la fascite plantare, viene mostrato l'uso di plantari ortopedici (ordinati singolarmente), i loro vantaggi:

  • livellare il piede
  • ridurre la pressione quando si cammina

Quando gli sforzi terapeutici non portano il miglioramento atteso, il regime terapeutico può espandersi in altri modi per combattere la fascite plantare.

Al momento di coricarsi, una stecca speciale viene posizionata sul paziente, fissando il piede con le dita dei piedi verso l'alto, creando un comodo / morbido allungamento dei legamenti plantari.

Un cast di gesso è applicato alla caviglia. Gli svantaggi di questo metodo includono il tempo necessario per ripristinare l'attività motoria dopo la rimozione del gesso. Momento positivo: viene fornito il piede pieno con il piede colpito.

Se necessario, il medico può rafforzare il trattamento somministrando farmaci anti-infiammatori non steroidei. La puntura "pacificherà" rapidamente il processo infiammatorio infettivo, il dolore diminuirà, l'elasticità dei legamenti aumenterà.

Con l'infiammazione dei tendini e dei legamenti, è necessaria una lotta completa, quindi oltre alle summenzionate tecniche non chirurgiche, vale la pena menzionare l'uso di rimedi locali per il dolore:

  • impacchi
  • balsami
  • sfregamento
  • crema
  • bagni medici

Parliamo separatamente dei due componenti, il cui uso ha un effetto curativo.

Olio di squalo naturale: aiuta a eliminare le manifestazioni edematose, riduce l'infiammazione. La composizione include squalamina - una sostanza che è un antibiotico "potente" dalle sue proprietà fisiologiche.

Consolida maggiore - una pianta medicinale (perenne), tra le indicazioni per l'uso:

  • contusioni e distorsioni
  • fratture
  • malattie articolari
  • depositi di sale nel tessuto cartilagineo

Un foglio prefrantumato è applicato sulla zona interessata, anche se una crema è considerata un'opzione più conveniente e viene venduta in farmacia. Strofinato nel tallone, prima di coricarsi, poi il piede è avvolto con una benda di riscaldamento a secco.

Per i rimedi popolari contro gli stimoli del tallone includono:

  • sale di magnesio
  • bile medica
  • miscela di cera di montagna con paraffina

In assenza di dinamiche positive con opzioni di trattamento conservativo, il medico può raccomandare un intervento chirurgico.

Tra le opzioni offerte:

  • chirurgia endoscopica
  • dissezione minimamente invasiva della fascia plantare - trauma minimo

Il periodo di riabilitazione varia da alcuni giorni a 2-3 settimane.

prevenzione

Il dolore al tallone, causato dall'infiammazione dei muscoli corrispondenti, i legamenti, può verificarsi in qualsiasi persona. I catalizzatori sono vari fattori:

  • età
  • peso
  • stile di vita
  • predisposizione genetica

È garantito "assicurare" che i piedi da tali problemi siano impossibili, tuttavia, ridurre in modo significativo i rischi di sviluppare la fascite plantare è un compito fattibile.

  • Prestare attenzione ai pavimenti che devono camminare - pietra, cemento, influenzare negativamente il "benessere" delle gambe.
  • Garantire il comfort del piede - indossare scarpe comode.
  • Non permettere una lunga permanenza in posizione statica (seduto / in piedi).
  • Rinunciare a sport che sovraccaricano le articolazioni, i legamenti degli arti inferiori. Una visita alla piscina è una buona alternativa.
  • Sulla base delle raccomandazioni del medico, prendi le solette ortopediche (silicone), usa gli appositi cuscinetti per talloni. Tale misura ridurrà il carico, rafforzerà i legamenti, preverrà le micro-fratture, lo sviluppo del piede piatto.
  • Una condizione preventiva obbligatoria per la prevenzione dell'infiammazione, prendere in considerazione la ginnastica - un fedele compagno del corpo sulla strada della ripresa.
  • Nel caso di sovrappeso sarà necessario un aggiustamento della dieta.

La fascite plantare colpisce spesso coloro che sistematicamente passano tutto il giorno in piedi, creando un pericolo per la salute dei loro piedi. Ricorda che lo sperone calcaneare non si dichiara improvvisamente. Nel tempo e con diagnosi competente, il trattamento tempestivo ha inizio, permetterà di proteggere i piedi dall'infiammazione, dal dolore.