Polmonite bronchiale - trattamento e sintomi

La polmonite bronchiale è una malattia che viene anche chiamata broncopolmonite o polmonite focale, poiché colpisce solo una piccola parte dei polmoni. La malattia può essere primaria, ma i casi di broncopolmonite secondaria sono più frequenti, in altre parole, si sviluppa sullo sfondo della malattia bronchite.

Trattamento di polmonite bronchiale

Prima di tutto, devi contattare il tuo medico di base e lui dovrebbe indirizzarti a un pneumologo, che si occupa di malattie polmonari.

Quando condurrà il trattamento della polmonite bronchiale, assicurati di osservare il riposo a letto. Il paziente deve bere molto. La quantità giornaliera di liquidi che bevi dovrebbe essere di almeno 2 litri. Il cibo dovrebbe essere parsimonioso. Inoltre, il paziente deve assumere vitamine e oligoelementi per il rafforzamento generale del corpo.

Il ruolo principale nel trattamento della polmonite bronchiale è dato ai farmaci antibatterici ad ampio spettro, così come i farmaci che mirano a migliorare la protezione immunologica del corpo - la tintura di ginseng, eleuterococco.

Inoltre, per facilitare l'espettorazione dell'espettorato, utilizzare farmaci che stimolano l'espettorazione - tinture di termopsi o radice di Althea.

Anche le procedure fisioterapeutiche aiutano bene: cerotti alla senape, impacchi di paraffina, ozocerite, ecc.

Allo stadio finale della malattia, vengono anche mostrate le classi di terapia fisica.

Sintomi di polmonite bronchiale

Di regola, il paziente con questa polmonite inizia a sentirsi molto peggio, ha frequenti attacchi di debolezza generale, mal di testa appaiono, la febbre è possibile. Nell'espettorato, che è separato dalla tosse ossessiva, possono comparire vene ematiche. Spesso il paziente è tormentato da sintomi come mancanza di respiro e respiro rapido. Allo stesso tempo, aumenta anche la frequenza cardiaca, così come il dolore dietro lo sterno.

I sintomi della polmonite bronchiale manifestano i caratteristici suoni quando si toccano, così come il sibilo secco o finemente, che può cambiare la loro posizione dopo la tosse del paziente. Il numero di leucociti nel sangue varia, c'è un aumento di ESR. In linea di principio, i sintomi della polmonite bronchiale sono così caratteristici che un medico esperto può facilmente fare la diagnosi corretta.

È necessario prestare particolare attenzione al fatto che non appena il paziente ha una temperatura elevata sullo sfondo della tosse con espettorato purulento, si dovrebbe immediatamente cercare un aiuto medico e non aspettare fino a quando la polmonite bronchiale entra in una fase più difficile. Dopo tutto, la polmonite dovrebbe cominciare a essere curata nelle fasi iniziali.

Polmonite bronchiale

La polmonite bronchiale (broncopolmonite, polmonite focale) è una malattia infiammatoria acuta che coinvolge il parenchima polmonare, i bronchi e i bronchioli nel processo patologico. Ha una natura focale e può interessare uno o più lobi polmonari. La polmonite bronchiale è una malattia abbastanza comune che si verifica indipendentemente e come risultato di altre malattie. È importante trattare completamente la polmonite per escludere complicazioni e ricadute. Nell'ospedale di Yusupov vengono utilizzati solo i metodi più efficaci di medicina basata sull'evidenza, che mostrano un buon risultato. Per consultare un medico, è possibile fissare un appuntamento per telefono.

Polmonite bronchiale: cause

Il più spesso, la polmonite bronchiale ha una natura batterica. I suoi agenti patogeni sono:

  • streptococchi,
  • stafilococchi,
  • E. coli
  • bacchetta emofilica.

Inoltre, la malattia può causare infezioni fungine. La polmonite bronchiale si sviluppa a causa della compromissione della funzione di drenaggio bronchiale. I prerequisiti per lo sviluppo della patologia sono le malattie virali respiratorie acute, l'influenza, la bronchite.

Le persone con ridotta immunità sono a rischio di sviluppare la polmonite bronchiale. Diverse malattie croniche, stati di immunodeficienza, cattive abitudini indeboliscono le barriere protettive del corpo e quindi l'infezione inizia a moltiplicarsi attivamente nei polmoni.

Inoltre, la polmonite bronchiale si verifica a seguito di esposizione a sostanze tossiche e alla penetrazione di corpi estranei nel tratto respiratorio.

Polmonite bronchiale: sintomi

La polmonite bronchiale nella fase iniziale è difficile da identificare, poiché si sviluppa più spesso sullo sfondo di una malattia respiratoria o di una bronchite acuta. L'esordio potrebbe essere acuto o progressivo. I principali sintomi della polmonite bronchiale:

Un aumento della temperatura corporea può raggiungere i 40 ° C e fluttuare durante il giorno a valori subfebrilari. Il paziente soffre di una tosse secca non produttiva, in seguito l'espettorato appare con pus. Con la sconfitta della pleura c'è dolore al petto quando si tossisce o si fa un respiro profondo. Aumenta la frequenza respiratoria, si ha mancanza di respiro, anche con il più piccolo sforzo fisico.

Un sintomo caratteristico della polmonite bronchiale è l'asimmetria del movimento del torace durante la respirazione. Durante l'auscultazione, si sentono rantoli umidi in una certa parte del polmone.

Polmonite bronchiale: diagnosi

Al fine di effettuare una diagnosi corretta, il medico di medicina generale esegue un esame clinico del paziente, esegue percussioni e auscultazioni e analizza i reclami. I principali test di laboratorio comprendono analisi del sangue e analisi batteriologiche dell'espettorato. Leucocitosi e aumento della VES (tasso di sedimentazione degli eritrociti) saranno rilevati nel sangue, il che indica lo sviluppo del processo infiammatorio nel corpo. L'esame dell'espettorato aiuterà a identificare l'agente causale dell'infiammazione per la corretta selezione di farmaci antibatterici.

L'esame a raggi X è il metodo più informativo per la diagnosi di polmonite bronchiale. Sulla radiografia saranno chiaramente visibili le aree di localizzazione dell'infiammazione polmonare e il luogo di ostruzione dei bronchioli. Per chiarire la diagnosi, se necessario, è possibile assegnare CT, che consente di rilevare tutte le aree di infiammazione. Questo metodo è il più preciso.

Nei casi gravi di polmonite bronchiale, a un paziente può essere prescritta la video broncoscopia. Questo è un metodo diagnostico strumentale che consente di identificare le aree di blocco bronchiolo con muco e contemporaneamente eseguire la loro riabilitazione.

Quando si sceglie un istituto medico per la polmonite bronchiale, è necessario prestare attenzione alla possibilità di diagnosi. Gli specialisti dell'ospedale Yusupov applicano metodi diagnostici efficaci utilizzando attrezzature moderne. Ciò consente di ottenere la diagnosi più accurata in breve tempo, aspetto importante per la tempestiva nomina di una terapia adeguata.

Polmonite bronchiale: trattamento

Nel trattamento della polmonite bronchiale con terapia antibiotica. È importante iniziare il trattamento il prima possibile, poiché la malattia può progredire rapidamente e portare a gravi complicazioni. La scelta degli antibiotici dipenderà dal tipo di agente patogeno dell'infiammazione. La decisione viene presa solo dal medico curante o dal pneumologo sulla base dei risultati degli esami e degli esami di laboratorio e radiografici. È possibile che diversi tipi di farmaci antibatterici provenienti da diversi gruppi vengano usati per trattare l'effetto terapeutico più efficace. Più spesso, le cefalosporine e le penicilline sono utilizzate per il trattamento della polmonite bronchiale. I farmaci vengono somministrati per via intramuscolare o endovenosa, successivamente trasferiti alla somministrazione orale. Gli antibiotici dovrebbero essere assunti in un corso di 10-14 giorni. La durata del corso dipenderà dal decorso della malattia e dalla risposta al trattamento. Non è possibile interrompere il corso della terapia fino al completo recupero, anche se c'è un miglioramento significativo in un paio di giorni.

Oltre agli antibiotici, al paziente vengono prescritti farmaci che aumentano la reattività immunologica del corpo. Per il ritiro dell'espettorato usando mezzi espettoranti. Il paziente deve rispettare il riposo a letto, bere molti liquidi (circa due litri al giorno), mangiare completamente, assumere vitamine. Metodi di trattamento fisioterapico e fisioterapia aiutano a far fronte alla malattia più velocemente.

L'ospedale Yusupov offre ai pazienti con polmonite bronchiale un trattamento ospedaliero in condizioni confortevoli. I pazienti ricevono cure mediche di qualità, l'assistenza avviene 24 ore su 24. Per il trattamento della polmonite bronchiale, i terapisti dell'ospedale di Yusupov usano metodi efficaci per trattare la medicina basata sull'evidenza che mostra i migliori risultati.

L'ospedale Yusupov si trova non lontano dal centro di Mosca e riceve pazienti 24 ore al giorno, 7 giorni alla settimana. Puoi chiedere aiuto, fissare un appuntamento e ricevere consigli di esperti telefonicamente e tramite il modulo di feedback sul sito web.

Sintomatologia e trattamento della polmonite bronchiale

Polmonite bronchiale - infiammazione acuta delle pareti dei bronchioli, che sono i rami finali dell'albero bronchiale, che passano nei passaggi alveolari dei polmoni. La malattia è caratterizzata dalla formazione di focolai multipli compattati (consolidamento) di dimensioni variabili da 2 a 4 cm di diametro.

La broncopolmonite appartiene alla categoria della polmonite batterica, ma molto spesso la malattia si sviluppa sullo sfondo delle infezioni virali. Inizia acutamente con febbre, tosse, brividi, dolore al petto, rapido, a volte sibilante.

motivi

I principali agenti causali della polmonite bronchiale sono i batteri: pneumococchi, stafilococco, emofilia e bacillo blu del pus, micoplasma, legionella, klebsiella, clamidia e altri.

Meno comunemente, la polmonite è causata da virus: influenza, parainfluenza, morbillo, virus del PC. Nelle immunodeficienze, la malattia può svilupparsi se infettata da funghi microscopici: candidosi, istoplasmosi, ecc.

Inoltre, la semplice presenza di un agente patogeno non è sufficiente. Le vie respiratorie di qualsiasi persona sono abitate da batteri, tuttavia, in una situazione normale, non causano malattie. Le condizioni favorevoli sono necessarie per moltiplicare i microbi:

  • indebolimento dell'immunità;
  • SARS;
  • malattia polmonare cronica;
  • patologia cardiovascolare;
  • rottura della ghiandola tiroidea;
  • immunodeficienze;
  • fumare, incluso passivo;
  • abuso di alcol;
  • condizioni ambientali insalubri sul luogo di lavoro o di residenza;
  • fibrosi cistica;
  • età inferiore a 3 anni e oltre 65 anni.

A volte il processo infiammatorio si sviluppa a causa dell'ingestione dei contenuti della bocca, del rinofaringe e dello stomaco nelle vie aeree (sindrome dell'aspirazione). Inoltre, il tipo bronchiale di polmonite può verificarsi dopo operazioni della cavità addominale, al torace, in pazienti sottoposti a ventilazione polmonare artificiale.

sintomatologia

Se la broncopolmonite si sviluppa sullo sfondo di ARVI o bronchite, che si verifica più spesso, l'insorgenza della malattia non può essere stabilita. Nei pazienti con i primi giorni predominano i sintomi di un'infezione virale standard: febbre, tosse ossessiva, debolezza, brividi, lacrimazione, naso che cola, mal di testa.

Il processo infiammatorio nei polmoni può indicare una natura prolungata della malattia, così come altri sintomi:

  • espettorato secco, hacking, poi bagnato, con abbondante espettorato;
  • dolore al petto;
  • mancanza di respiro, anche a riposo - 25-30 respiri al minuto;
  • rantoli spumeggianti quando si ascolta il torace;
  • temperatura corporea 38-39 ° С (non sempre);
  • tachicardia;
  • grave debolezza, sonnolenza, rifiuto di mangiare.

Nei bambini, a causa del sottosviluppo delle difese immunitarie e delle vie respiratorie, la broncopolmonite a volte si sviluppa con velocità lampo. Tosse, alta temperatura corporea in questo caso può essere del tutto assente. Sintomi come mancanza di respiro, respiro forte con un fischio, triangolo nasolabiale blu, sonnolenza, letargia vengono alla ribalta. Normalmente, nei bambini la frequenza respiratoria è di 20-30 movimenti respiratori al minuto, nei neonati -30-40, e nei neonati - 40-60.

diagnostica

Già durante l'esame iniziale del paziente, che include l'ascolto dei polmoni e la raccolta dei reclami dei pazienti, il medico può sospettare una polmonite bronchiale. Tuttavia, per documentare, determinare l'agente eziologico, al tipo di malattia viene assegnato un numero di studi:

  • Raggi X, fluorografia - per adulti e bambini oltre 12 anni;
  • espettorato banalis;
  • emocromo completo.

Con broncopolmonite nella foto si possono vedere macchie bianche sfocate, ombre estese delle radici dei polmoni. I fuochi con diametro inferiore a 1-2 cm non vengono rilevati. Elevati livelli di leucociti, ESR accelerata confermano la natura infiammatoria della malattia.

La semina di escreato sulla flora consente di classificare l'agente patogeno, per determinarne la sensibilità agli antibiotici. In casi speciali, al paziente possono essere assegnati ulteriori test: broncoscopia, tomografia computerizzata e altri.

Caratteristiche del trattamento

Il trattamento della polmonite bronchiale è complesso. Nella forma lieve della malattia, il paziente può essere trattato a casa sotto la supervisione di un medico. I bambini e i pazienti con broncopolmonite grave e moderatamente grave vengono ospedalizzati senza fallo.

Il principale metodo di terapia è antibatterico. La scelta del farmaco viene effettuata individualmente, tenendo conto del tipo di agente patogeno, della gravità della condizione, dei fattori di rischio. Gli antibiotici più comunemente prescritti sono per la somministrazione endovenosa o intramuscolare. Meno comunemente, pillole antibiotiche. Queste possono essere protette penicilline, cefalosporine di 3a e 4a generazione, macrolidi, fluorochinoloni e carbapenemi.

Per ripristinare la funzione dei bronchi vengono utilizzati farmaci espettoranti mucolitici, che diluiscono l'espettorato e aiutano a pulire le vie respiratorie. La via di somministrazione preferita per tali farmaci è attraverso l'inalazione termostabilizzata.

Quando il broncospasmo, che si manifesta con mancanza di respiro, soffocamento, mancanza d'aria, al paziente vengono prescritti farmaci broncodilatatori: Salbutamolo, Ventolin e altri.

Anche per scopi terapeutici utilizzati antipiretici, antistaminici, vitamine, immunomodulatori. Ad alcuni pazienti vengono prescritti ossigeno e agenti antivirali per la polmonite dell'etiologia virale.

Dopo aver rimosso i sintomi acuti della polmonite, vengono utilizzati metodi fisioterapici: elettroforesi di vari farmaci, induttanza o diatermia a onda corta, terapia fisica, applicazione di ozocerite, paraffina, ecc.

Per tutto il tempo del trattamento, al paziente viene prescritto un riposo a letto, un'abbondante bevanda calda, una dieta moderata. Nei bambini, viene prestata particolare attenzione al mantenimento del bilancio idrico ed elettrolitico, poiché in età più giovane il rischio di disidratazione è estremamente alto. La mancanza di liquido è piena di contagocce.

prospettiva

Con misure mediche tempestive e adeguate, la polmonite bronchiale si conclude con il recupero.

Prognosi sfavorevole per i pazienti con decorso complicato della malattia, con immunodeficienza, resistenza dei patogeni agli antibiotici. Per i bambini al di sotto di un anno, la polmonite bronchiale, che è causata da Staphylococcus, Klebsiella e Pusillary Pus, è particolarmente pericolosa. Secondo le statistiche, il 10-30% di tali casi termina con la morte.

Se parliamo delle complicanze della broncopolmonite, la malattia può trasformarsi in una forma cronica. A volte la malattia porta ad ascessi polmonari, pleurite, bronchiectasie. Il cuore acuto, l'insufficienza respiratoria, la complicazione purulenta possono causare la morte del paziente.

La broncopolmonite è una malattia grave in cui l'automedicazione è inaccettabile. Il compito più importante del medico e del paziente è la diagnosi tempestiva, una terapia efficace, che impedisce lo sviluppo di complicazioni. Dopo il recupero, si consiglia di sottoporsi a un trattamento di benessere, rinunciare a cattive abitudini e condurre uno stile di vita sano. Al fine di prevenire la polmonite, si dovrebbe astenersi dal visitare luoghi affollati durante epidemie di influenza, indurimento e non sopportare la malattia ai suoi piedi.

Broncopolmonite: sintomi e trattamento

Bronchopneumonia - i sintomi principali:

  • debolezza
  • temperatura elevata
  • Disturbi del sonno
  • Dolore al petto
  • Mancanza di respiro
  • Perdita di appetito
  • brividi
  • sudorazione
  • Tosse secca
  • Impulso rapido
  • Tosse con espettorato
  • Tosse umida
  • Disagio nei muscoli del polpaccio

La broncopolmonite è un tipo di polmonite. Questa malattia differisce dalla polmonite convenzionale in quanto i batteri e i virus che entrano nel corpo influenzano non solo i polmoni, ma anche i rami dell'albero bronchiale. Spesso, l'infiammazione si sviluppa a seguito di un'infezione del tratto respiratorio superiore. Nella maggior parte dei casi, la polmonite bronchiale causa streptococco e pneumococco.

Gruppo di rischio

  1. La malattia colpisce persone di tutte le età, ma il più delle volte si verifica nei neonati, nei bambini fino a tre anni e nei pensionati di età superiore a 65 anni. In questi casi, la malattia procede più duramente. Tra i bambini a rischio vi sono bambini con malattie idiopatiche del sistema respiratorio e quelli con deficienza immunitaria.
  2. Le persone che hanno sofferto di altre malattie dei polmoni sono più suscettibili alla comparsa di polmonite bronchiale. Inoltre, le persone a rischio di malattie cardiache o diabete sono a rischio.
  3. I fumatori entrano in ospedale con una diagnosi di "broncopolmonite" più spesso rispetto alle persone che non hanno questa cattiva abitudine.

Esistono diversi tipi di questa malattia:

  • broncopneumonia unilaterale. Nella maggior parte dei casi clinici, la malattia si verifica solo su un lato. A proposito, la broncopolmonite destra è più comune per la polmonite a sinistra. Questo perché il bronco principale destro è costruito obliquamente dall'alto verso il basso e, per questo motivo, i batteri penetrano facilmente nelle parti inferiori del polmone e si accumulano in un unico punto. I sintomi e la patogenesi della broncopolmonite sia destra che sinistra sono uguali;
  • broncopneumonia bilaterale. Gli esperti chiamano questo tipo di malattia polmonite bronchiale cronica, e tutto perché i cambiamenti durante l'infiltrazione dei polmoni sembrano grani d'avena. Lo stadio iniziale della malattia è caratterizzato da lesioni degli acini alveolari (a causa di ciò compaiono piccole emorragie). Quindi le aree con i tessuti danneggiati si infiammano. Se vai da un dottore in tempo e inizi il trattamento corretto, puoi sbarazzarti della malattia. L'esito fatale è probabile solo con una terapia inappropriata. Inoltre, la malattia può terminare con la morte, se il paziente ha un'immunità notevolmente ridotta. Questo tipo di malattia è più frequente nei bambini;
  • broncopneumonia catarrale. Questo tipo di malattia si verifica negli animali. Per una persona, la broncopolmonite catarrale è non infettiva. Con questo tipo di malattia, l'infiammazione inizia nei bronchi e poi nel parenchima polmonare. Sintomi di broncopolmonite catarrale: tosse, febbre, aumento della frequenza cardiaca. A volte la malattia diventa polmonite purulenta. Se le misure vengono prese in tempo, la broncopolmonite catarrale può essere eliminata.

sintomatologia

Ai primi segni di broncopolmonite, dovresti consultare immediatamente un medico. Il minimo ritardo o l'auto-trattamento è irto di tristi conseguenze.

  1. Aumento della temperatura corporea. Nei primi giorni, la temperatura corporea sale a 37-39 gradi. Una tale reazione del corpo suggerisce che il paziente stia lottando con la malattia, quindi non si dovrebbe abbassare la temperatura a 38 gradi. Soprattutto senza previa consultazione con uno specialista.
  2. Debolezza generale La persona inizia a lamentarsi di sentirsi male. C'è debolezza, sudorazione, brividi, disagio nei muscoli del polpaccio. Inoltre, il suo appetito diminuisce (o anche un completo rifiuto di mangiare) e il sonno è disturbato.
  3. Tosse. Se l'infiammazione è iniziata di recente, la tosse è secca. Con la progressione della malattia, la tosse si bagna. Di regola, l'espettorato è giallo-verde. In forma grave di malattia nell'espettorato ci sono strisce di sangue.
  4. Mancanza di respiro Questo sintomo è caratteristico solo dei pazienti adulti. In alcuni casi, la mancanza di respiro si verifica non solo quando si cammina o si sale in salita, ma anche in uno stato di calma.
  5. Sensazioni spiacevoli al petto. Quando il paziente tossisce o prova a fare un respiro profondo, avverte dolore al petto. Di regola, fa male solo il lato del polmone infiammato (solo se non è una polmonite bilaterale). Il dolore è cucire o tirare.
  6. Impulso rapido L'impulso del paziente aumenta a 110 battiti al minuto.

Se si osserva una polmonite bronchiale in un bambino, i sintomi sono leggermente diversi:

  • spesso il processo infiammatorio ha un carattere fulmineo. Questo perché le vie respiratorie del bambino sono piccole e non hanno barriere immunitarie protettive. Per questo motivo, la malattia è grave e spesso porta a tristi conseguenze;
  • la febbre e la tosse possono essere lievi o assenti. Di norma, l'assenza di questi segni più caratteristici di qualsiasi malattia respiratoria e ritarda l'inizio della terapia. I genitori dovrebbero prestare attenzione al respiro del bambino. Di regola, il bambino inizia a respirare rumorosamente e si lamenta di mancanza di respiro;
  • malattia prolungata. Se il bambino ha sofferto di bronchite o ARVI per troppo tempo, allora c'è il rischio che la malattia sia già passata alla broncopolmonite. In questo caso, vale la pena cambiare la tattica del trattamento.

complicazioni

Se il tempo non inizia la terapia competente, la malattia può causare complicanze. Spesso sono osservati nei bambini.

  1. Otite purulenta. In questo caso, la persona inizia a lamentarsi di disagio nell'orecchio e debolezza generale. Inoltre, fuori dall'orecchio scarico purulento. Se il pus non trova una via d'uscita, può penetrare nel cranio e causare ascessi cerebrali o meningite.
  2. Pleurite. Questa è un'infiammazione dei fogli pleurici. Una persona avverte disagio quando tossisce e respira. Inoltre, si lamenta di pesantezza al petto.
  3. Nefrite. Questa è un'infiammazione dei reni. I sintomi della malattia differiscono a seconda del tipo di cambiamenti morfologici. Le manifestazioni esterne della malattia sono pallore, febbre, disagio nella regione lombare.
  4. Distrofia miocardica. Questo è un metabolismo anormale nei muscoli pettorali. La persona inizia a lamentarsi di dolore al cuore e mancanza di respiro. Inoltre, il paziente ha un soffio al cuore e un disturbo del ritmo cardiaco. Tale complicazione della polmonite bronchiale negli adulti appare a causa di un trattamento improprio e l'inizio dell'allenamento fisico prima della fine della terapia.
  5. Pericardite. Questo è un processo infiammatorio nella sacca cardiaca. Il paziente ha un dolore al cuore e una sensazione di oppressione al petto. Inoltre, il disagio si manifesta con maggiore forza quando una persona cerca di cambiare la situazione. In una forma grave della malattia, la faccia del paziente si gonfia e le vene del collo aumentano. Inoltre, c'è il pallore della pelle.

diagnostica

Alla reception, lo specialista ascolterà i reclami del paziente e condurrà un'ispezione. Di norma, il medico esegue le seguenti azioni:

  • misura la temperatura corporea del paziente;
  • Tira fuori i polmoni. Con le dita, il medico tocca l'area sopra la superficie dei polmoni. Se una persona soffre di questa malattia, il suono viene abbreviato;
  • ascoltando i polmoni. Questo metodo diagnostico viene utilizzato se si sospetta una qualsiasi malattia del tratto respiratorio. Utilizzando uno stetoscopio, uno specialista ascolta l'area interessata. Vari dispnea e rumore possono indicare la presenza della malattia. Ricorda che ora non tutti i medici usano questo metodo diagnostico perché è stata dimostrata la sua bassa efficacia nel determinare la broncopolmonite nei bambini e negli adulti.

Anche se il medico è assolutamente sicuro che il paziente abbia una polmonite bronchiale, dovrebbe inviarlo a una radiografia degli organi del torace e condurre diversi test di laboratorio standard. A volte uno specialista ha bisogno dei risultati della tomografia computerizzata, dell'esame dell'espettorato e dell'analisi per determinare l'agente eziologico della malattia.

trattamento

Sbarazzarsi di questa malattia comporta un trattamento complesso:

  • rispetto del regime. All'inizio dello sviluppo della malattia si raccomanda di osservare il riposo a letto. Inoltre, è necessario pulire e aerare regolarmente la stanza in cui si trova il paziente. Non appena la temperatura corporea si riprende, una persona può uscire. Anche se una persona osserva uno stile di vita sano, gli è vietato riprendere l'indurimento prima della seconda settimana dopo la fine del trattamento. Inoltre, non è possibile riprendere gli sport fino a due mesi dopo la fine della terapia;
  • correzione della dieta. Il trattamento della broncopolmonite non proibisce l'uso di alcun prodotto. Naturalmente, la dieta dovrebbe essere equilibrata e dovrebbe prevalere il cibo con un alto contenuto di vitamine e proteine. È meglio mangiare in piccole porzioni, ma spesso. Inoltre, gli esperti consigliano di bere molto (acqua minerale calda, bibita alla frutta, tisane);
  • fisioterapia. Questo trattamento deve essere iniziato solo dopo che la temperatura corporea è tornata alla normalità. Quindi al paziente viene prescritto un massaggio al torace, l'inalazione con mezzi che facilitano la respirazione e contribuiscono allo scarico dell'espettorato;
  • trattamento farmacologico. Nessun piano di trattamento per questa malattia è completo senza l'uso di antibiotici. Questi fondi sono prescritti al paziente sotto forma di compresse o vengono iniettati nel corpo del paziente. Viene utilizzata l'iniezione per via endovenosa o intramuscolare. A seconda della gravità della malattia e delle caratteristiche individuali della persona, viene selezionato il tipo di antibiotico. Inoltre, i medici prescrivono farmaci anti-allergici, antipiretici, espettoranti.

La broncopneumonia nei bambini è più grave che negli adulti, quindi il suo trattamento ha alcune caratteristiche.

  • la terapia viene eseguita solo in ospedale. Al bambino non sarà permesso di andare a casa fino a quando la malattia non sarà passata completamente. Nei casi più gravi, il piccolo paziente viene trasferito all'unità di terapia intensiva;
  • la dose di agenti farmacologici dipende direttamente dal peso del bambino;
  • se la malattia è causata da virus, gli esperti prescrivono farmaci antivirali;
  • I medici mantengono l'equilibrio idrico del corpo del bambino. I bambini sono altamente a rischio di disidratazione. Per questo motivo, il trattamento non si limita a bere grandi quantità di liquidi. Il bambino viene spesso iniettato con il liquido mancante attraverso il contagocce;
  • Per prevenire la dispnea o liberarsene, il bambino riceve inalazioni di ossigeno.

Se segui le istruzioni del medico, la broncopolmonite nei bambini e negli adulti procede senza lasciare traccia. Dopo la fine della terapia, il paziente viene nuovamente inviato ai raggi X per determinare l'efficacia del trattamento. Tutti i sintomi della malattia scompaiono completamente entro un mese.

Medicina popolare

Tutti i rimedi popolari dovrebbero essere usati solo dopo aver consultato un medico. Il fatto è che alcuni metodi potrebbero non essere adatti a una persona a causa della gravità dei sintomi, delle caratteristiche dell'organismo o dello stadio della malattia.

  • miele e boccioli di betulla. Questi ingredienti sono mescolati e cotti a fuoco medio. La massa finita deve essere drenata, raffreddata e somministrata al paziente un cucchiaino al giorno circa trenta minuti prima di coricarsi. Prima dell'uso, i boccioli di miele e di betulla devono essere diluiti con un bicchiere di acqua tiepida. Lo strumento aiuta ad eliminare i sintomi della malattia;
  • piantaggine. Risciacquare e asciugare le foglie di questa pianta. Quindi, adagiateli sul letto e sul torace del paziente. Quindi avvolgere una persona con uno scialle di lana;
  • tar. In un barattolo da tre litri versare catrame e acqua bollita. Dopodiché, lasciare riposare la miscela per nove giorni. È necessario dare i mezzi al paziente ogni giorno prima di andare a letto.

prevenzione

  • igiene;
  • smettere di fumare Eliminare questa cattiva abitudine non solo ridurrà la probabilità di una malattia, ma migliorerà anche la condizione di tutto l'organismo;
  • rifiuto del contatto con i portatori del virus. È necessario cercare di non passare molto tempo con le persone malate;
  • aderenza ad uno stile di vita sano. Se una persona aderisce a una dieta sana, fa sport e si rilassa sistematicamente, il suo corpo diventerà più forte e diventerà immune a molti virus.

Se pensi di avere la broncopolmonite e i sintomi caratteristici di questa malattia, allora il tuo pneumologo può aiutarti.

Suggeriamo inoltre di utilizzare il nostro servizio di diagnostica online delle malattie, che seleziona le possibili malattie in base ai sintomi inseriti.

La polmonite cronica è un'infiammazione dei polmoni, a seguito della progressione di cui sono colpiti i tessuti molli dell'organo. Porta un tale nome, come il processo si ripete costantemente ed è caratterizzato da periodi di esacerbazioni e apostati di sintomi.

La polmonite bilaterale in un adulto o bambino è una patologia polmonare piuttosto grave, in cui entrambi i polmoni sono colpiti. Il processo infiammatorio si sviluppa a causa degli effetti dei batteri, più spesso degli pneumococchi, ed è molto difficile, e le complicazioni di questa patologia possono causare la morte di una persona.

L'infiammazione dei polmoni (ufficialmente - polmonite) è un processo infiammatorio in uno o entrambi gli organi respiratori, che di solito è di natura infettiva ed è causato da vari virus, batteri e funghi. Nei tempi antichi, questa malattia era considerata una delle più pericolose e, anche se i moderni mezzi di trattamento possono rapidamente e senza conseguenze eliminare l'infezione, la malattia non ha perso la sua rilevanza. Secondo dati ufficiali, nel nostro paese ogni anno circa un milione di persone soffrono di polmonite in una forma o nell'altra.

La polmonite focale è una malattia infiammatoria-infettiva che colpisce non tutto il tessuto polmonare, ma solo una certa parte di esso. Quando questo si verifica, la formazione di infiammazione focale o grande-focale nei polmoni lobuli. La patologia può essere sia indipendente che secondaria. Nel primo caso, la fonte è costituita da batteri patogeni e, nel secondo, il flusso di altre malattie che influenzano negativamente i tessuti di questo organo.

La cardiopatia cronica, che si verifica a causa della formazione di tessuto connettivo nello spessore del muscolo cardiaco, è chiamata cardiosclerosi. Questa malattia è prevalentemente non autonoma e spesso si manifesta sullo sfondo di altri disturbi del corpo. La cardiosclerosi è una malattia grave che sconvolge il funzionamento del cuore e si verifica sullo sfondo di varie cause e patogeni.

Con l'esercizio e la temperanza, la maggior parte delle persone può fare a meno della medicina.

Sintomi e trattamento della polmonite bronchiale

Molte persone, leggendo una diagnosi di broncopolmonite in una cartella clinica, si chiedono: che cos'è? In realtà, è un tipo di processo infiammatorio che si diffonde ai bronchi. Con il flusso dell'aria, l'agente patogeno della malattia può andare oltre il polmone, entrare nel tratto respiratorio e colpire i piccoli rami dei bronchi. Gli agenti causali della malattia sono microrganismi dannosi che causano malattie del tratto respiratorio superiore, come la bronchite o infezioni respiratorie acute. La malattia è di destra, di sinistra e bilaterale.

Se ti è stata diagnosticata una polmonite bronchiale, dovresti iniziare immediatamente il trattamento. Molto probabilmente, il medico ti riferirà all'ospedale per un corso completo e l'isolamento, perché la malattia è contagiosa. Questa malattia è particolarmente pericolosa per i bambini, dal momento che la lotta contro di essa è seriamente ostacolata a causa del limitato arsenale di farmaci disponibili per l'uso. Il dottor Komarovsky ha persino dedicato il suo programma a trattare questo problema nei bambini. Oggi parleremo di chi rischia di ammalarsi di più, di come si manifesta la malattia e di come affrontarla.

Chi è a rischio

La polmonite bronchiale acuta è una malattia che può colpire ogni persona. Tuttavia, ci sono alcuni gruppi di rischio in cui la probabilità di sviluppare la malattia aumenta in modo significativo. Questi includono:

  • bambini di età inferiore a 3 anni;
  • bambini con difetti delle vie respiratorie congenite o del sistema immunitario;
  • persone di età rispettabile (65 anni e oltre);
  • pazienti affetti da altre malattie dell'apparato respiratorio (ad esempio, dall'asma bronchiale);
  • persone a cui è stato diagnosticato un virus dell'immunodeficienza umana (HIV);
  • pazienti con diabete o affetti da disturbi del sistema cardiovascolare;
  • fumatori adulti.

Se voi o il vostro bambino rientrano in una delle categorie elencate, dovete essere particolarmente vigili e visitare uno specialista ai primi segni di malattia.

Sintomi tipici della malattia

Le manifestazioni di polmonite sono simili ad altre malattie dell'apparato respiratorio. Pertanto, non è sempre facile distinguere la polmonite bronchiale da lesioni di altra natura. I segni caratteristici della malattia sono:

  1. Forte aumento della temperatura. Il mercurio in un termometro può raggiungere il livello di 39 gradi e raggiungerlo in 1-3 giorni. In questo caso, il paziente deve affrontare sintomi come debolezza, mancanza di appetito, sudorazione, insonnia. Un sintomo caratteristico della malattia può essere dolore nei muscoli del polpaccio. Gli esperti non consigliano di agitare la temperatura se non supera i 38,5 gradi. Questa è la reazione naturale del corpo alla presenza di un processo infiammatorio.
  2. Forte tosse Nella prima fase della malattia si verificano spesso convulsioni e la tosse stessa è secca. Con il progredire della malattia, appare l'espettorato, che ha un colore giallo-verdastro. Nei casi peggiori, potrebbe essere con il sangue.
  3. Mancanza di respiro Soprattutto gli adulti soffrono di questo problema. Con uno sforzo fisico minimo, c'è una sensazione di mancanza d'aria. Inoltre, con il progredire della polmonite, la dispnea si manifesta anche in assenza di qualsiasi esercizio.
  4. Dolore allo sterno. Particolarmente fortemente manifestato quando si tenta di fare un respiro profondo, così come il prossimo attacco di tosse. Le sensazioni spiacevoli sono penetranti o estranee alla natura e si verificano a destra oa sinistra, a seconda dell'organo interessato.

Separatamente, è possibile selezionare le manifestazioni di polmonite bronchiale nei bambini. A causa del fatto che il bambino non ha ancora un forte sistema immunitario, la malattia si sviluppa rapidamente. La malattia più pericolosa è per i bambini più piccoli. A differenza degli adulti, la febbre potrebbe non manifestarsi qui. Inoltre, la polmonite bronchiale in un bambino può manifestarsi anche a basse temperature. È possibile determinare la presenza della malattia ascoltando la respirazione. Se il bambino respira rumorosamente, fischio, respiro affannoso, mancanza di respiro appare - è necessario contattare il pediatra. Puoi anche prestare attenzione a scarso appetito e letargia del bambino.

Come trattare la malattia

La terapia per la polmonite bronchiale comprende una varietà di attività. Questi includono:

  1. Riposo a letto richiesto Il paziente ha bisogno di pace. La stanza in cui si trova il paziente deve essere ventilata di tanto in tanto, ed è anche necessario effettuare regolarmente la pulizia a umido della stanza. Puoi tornare a camminare alcuni giorni dopo che la temperatura si è normalizzata. L'esercizio è consentito solo 1,5 mesi dopo il recupero.
  2. Corretta alimentazione Come tale, non ci sono restrizioni sul cibo. È necessario aumentare il numero di pasti, riducendo le porzioni. Si raccomandano cibi ricchi di proteine. Il paziente ha bisogno di bere molto, le migliori opzioni sono tè caldi, succhi, acqua minerale. La cosa principale è bere non era freddo.
  3. Fisioterapia. Non appena la temperatura si stabilizza, è necessario eseguire misure specifiche. Utile sarà esercizi di respirazione, massaggio dello sterno, inalazione.

I principali farmaci usati in questa malattia sono gli antibiotici. Solo uno specialista dovrebbe selezionarli, sulla base di una diagnosi completa, che determinerà lo stadio della malattia, il tipo di agente patogeno e le condizioni generali del corpo. I farmaci vengono somministrati sia per via orale che endovenosa o per via intramuscolare.

Inoltre, per combattere la malattia possono essere utilizzati farmaci dei seguenti gruppi:

  • febbre;
  • espettoranti;
  • complessi vitaminici;
  • antistaminici.

Nei casi più gravi, può essere prescritto ossigeno. Il trattamento degli adulti può essere effettuato su base ambulatoriale, ma i bambini devono essere trattati in ospedale.

Polmonite bronchiale - cause, sintomi e trattamento

La polmonite bronchiale è un tipo di polmonite. Batteri e virus nocivi, insieme all'aria inspirata, penetrano nei polmoni e infettano i rami più piccoli dell'albero bronchiale.

Cosa causa la broncopolmonite

La polmonite bronchiale può essere causata da una varietà di virus e batteri. Nella maggior parte dei casi, l'infiammazione è il risultato di un'infezione del tratto respiratorio superiore. Ad esempio, la bronchite o ARVI può portare allo sviluppo della malattia. I patogeni più comuni sono batteri come streptococco, pneumococco e molti virus.

La polmonite può anche essere una conseguenza dell'ingresso di cibo nel tratto respiratorio, compressione del polmone da parte di un tumore, inalazione di gas velenosi e complicanze postoperatorie.

Chi è a rischio di ammalarsi

L'infiammazione dei polmoni può ferire assolutamente chiunque. Ma ci sono gruppi di persone che sono particolarmente vulnerabili a questa malattia.

I gruppi ad alto rischio includono:

  • Neonati e bambini fino a 3 anni;
  • I bambini con malattie congenite del sistema respiratorio;
  • Bambini con difetti congeniti o ereditari del sistema immunitario (immunodeficienze);
  • Anziani oltre i 65 anni;
  • Le persone che hanno già una malattia polmonare (ad esempio, asma e bronchite);
  • pazienti affetti da HIV;
  • Soffrire di malattie cardiache e diabete;
  • I fumatori.

Quali sono i segni di una lesione

I principali segni della malattia sono:

  1. Febbre. Aumento della temperatura corporea a 37,5 - 39 gradi per 1-3 giorni. Accompagnato da grave debolezza, perdita di appetito o totale rifiuto del cibo, sudorazione e brividi, insonnia, dolore ai muscoli del polpaccio. La febbre è una manifestazione della lotta del corpo con l'infiammazione. Pertanto, a temperature fino a 37,5-38 ° C, non è consigliabile assumere farmaci antipiretici.
  2. Tosse. All'inizio della malattia è secco, frequente, disadnius. Mentre la polmonite progredisce, appare l'espettorato. La flemma ha un caratteristico colore giallo-verdastro, a volte con striature di sangue.
  3. Mancanza di respiro Negli adulti con una grave malattia, c'è una sensazione di mancanza d'aria, frequente respiro affannoso. A volte la dispnea è conservata e a riposo.
  4. Dolore al petto Disturbato quando si tossisce o si fa un respiro profondo. Nella polmonite, il dolore compare sul lato del polmone interessato, spesso cucendo o tirando, scompare dopo aver tossito.

Sintomi nei bambini

A causa del fatto che le vie aeree dei bambini sono brevi e non hanno ancora barriere immunitarie protettive, l'infiammazione a volte è fulminante. Broncopolmonite particolarmente pericolosa nei neonati e nei neonati.

I sintomi come l'elevata temperatura corporea e la tosse nei bambini possono essere lievi o assenti. A volte la polmonite può svilupparsi a temperatura corporea normale o bassa. Il respiro sibilante e la mancanza di respiro vengono alla ribalta.

Per sospettare la polmonite nei bambini, i genitori dovrebbero prestare attenzione a una prolungata bronchite o ARVI, letargia e mancanza di appetito del bambino, respiro aumentato, mancanza di respiro.

Quale esame diagnostico dovrebbe essere eseguito

Se i sintomi sopra compaiono, dovresti consultare un medico. Alla reception, il medico condurrà un esame iniziale, che include:

  1. Misura della temperatura corporea.
  2. Percussioni (percussioni) dei polmoni. Con l'aiuto delle dita, il dottore esegue la percussione sopra la superficie dei polmoni (sopra la clavicola, tra le scapole, nelle sezioni inferiori del torace). In presenza di polmonite, un accorciamento del tono sopra l'area interessata è caratteristico.

Attualmente, questo metodo è considerato poco informativo e non viene quasi mai usato nella diagnosi di polmonite.

  1. Ascolto (auscultazione) dei polmoni. Eseguito con uno stetoscopio o fonendoscopio. L'essenza del metodo consiste nell'ascoltare nell'area affetta da respiro affannoso, respiro indebolito, rumore di attrito pleurico. La comparsa di questi fenomeni sonori dipende dal periodo della malattia (esordio, altezza, recupero) e non può essere sempre ascoltata.

Sulla base di reclami, sintomi caratteristici e esame, può essere stabilita una diagnosi di polmonite.

Per documentare la malattia sono necessari una radiografia degli organi del torace e una serie di test di laboratorio. In casi speciali, saranno richieste tomografia computerizzata, analisi dell'espettorato, test di identificazione dei patogeni e broncoscopia.

La radiografia dei polmoni è il "gold standard" nella diagnosi di polmonite. Questo metodo di ricerca dovrebbe essere eseguito due volte - al momento di stabilire la diagnosi e dopo il trattamento. Questo metodo può valutare l'efficacia del trattamento e determinare la prognosi futura.

Come trattare la polmonite bronchiale

Il trattamento comprende misure per il regime, la nutrizione, così come la nomina di farmaci e la fisioterapia.

All'inizio della malattia è raccomandato il riposo a letto. Assicurati di aerare e pulire la stanza. Sono ammessi alla normalizzazione della temperatura corporea le passeggiate all'aria aperta. Riavviare l'indurimento da 2-3 settimane dopo il completamento della polmonite. Ripresa dell'attività fisica da 6 settimane di recupero.

Non ci sono restrizioni sul cibo. I pasti dovrebbero essere equilibrati, ricchi di proteine ​​e vitamine. Pasti frazionari e frequenti consigliati. È obbligatorio utilizzare una grande quantità di liquido sotto forma di bevande calde alla frutta, tisane e acqua minerale calda.

Dovrebbe iniziare dopo la normalizzazione della temperatura corporea. Massaggi utili del torace, inalazione con farmaci che facilitano la respirazione e lo scarico dell'espettorato.

Tipi di farmaci usati

L'uso di antibiotici è il principale trattamento per la polmonite. La scelta dell'antibiotico viene effettuata individualmente per ciascun paziente. Il tipo di agente patogeno, i fattori di rischio, la gravità della malattia sono presi in considerazione.

Il trattamento prevede la somministrazione di antibiotici sotto forma di compresse o iniezioni (per via endovenosa o intramuscolare).

Anche nel trattamento della broncopolmonite utilizzare antipiretici, espettoranti, farmaci antiallergici, vitamine. In alcuni casi, prescrivi l'ossigeno.

Terapia nell'infanzia

Il trattamento di bambini è effettuato solo nell'ospedale. Se necessario, il bambino può essere collocato nell'unità di terapia intensiva.
Nella nomina della dose di farmaci viene calcolata in relazione al peso del paziente. Se la polmonite è causata da virus, allora in casi gravi possono essere prescritti agenti antivirali.

I bambini sono a maggior rischio di disidratazione. La minaccia è particolarmente elevata in un contesto di aumento della temperatura corporea, quindi viene prestata molta attenzione al mantenimento del bilancio idrico. A volte il liquido mancante viene iniettato con l'aiuto di contagocce. Per prevenire la dispnea, utilizzare l'inalazione con ossigeno.

Attualmente, a causa del trattamento efficace della bronchite e delle infezioni virali respiratorie acute nelle fasi iniziali, il numero di bambini con polmonite grave è piuttosto raro.

Conseguenze di infiammazione e prevenzione

La maggior parte delle persone ha una polmonite senza lasciare traccia. Manifestazioni residuali della malattia (debolezza, mancanza di respiro con la camminata veloce) scompaiono entro 1 mese.

Per prevenire le recidive, devi seguire semplici regole:

  • Lavarsi le mani regolarmente;
  • Evitare di fumare;
  • Evitare il contatto con persone malate;
  • Aderire ad una dieta sana;
  • Fare sport;
  • Dormi abbastanza, riposa regolarmente.

Polmonite bronchiale: eziopatogenesi, sintomi clinici, diagnosi e tattiche terapeutiche

La broncopolmonite è una malattia infiammatoria infettiva acuta che colpisce le pareti dei bronchioli in aree limitate del tessuto polmonare. La polmonite bronchiale è anche chiamata polmonite broncogena, polmonite focale o polmonite bronchiale.

Etiopatogenesi della malattia

Il processo infiammatorio nella polmonite broncopolmonare si manifesta nei bronchi terminali e cattura uno o più lobi polmonari con foci singoli o multipli. Per questo motivo, la patologia è anche chiamata polmonite lobulare (da non confondere con la polmonite lobulare, in cui l'infiammazione colpisce un lobo intero del polmone).

Molto spesso, la polmonite broncopolmonare in un paziente adulto è di natura secondaria, cioè si sviluppa come una complicazione di malattie respiratorie acute di natura batterica e virale che si sono sviluppate con sintomi di bronchite o tracheobronchite. Il numero di casi di broncopolmonite aumenta notevolmente durante i focolai di influenza. Ciò è spiegato dal fatto che il virus dell'influenza è in grado di migliorare la suscettibilità dei tessuti degli organi respiratori al microrganismo condizionatamente patogeno e patogeno. Virus parainfluenzali, rhinovirus, virus respiratori sinciziali, adenovirus possono anche essere inclusi nella lista dei provocatori patologici.

La broncopneumonia negli adulti può essere dovuta ad altre patologie primarie, che possono includere nell'elenco:

  • il morbillo;
  • scarlattina;
  • pertosse
  • otite media purulenta;
  • febbre tifoide;
  • meningite da meningococco;
  • peritonite;
  • dissenteria;
  • ascesso epatico;
  • abrasioni;
  • osteomielite.

Quanto sopra non sono tutte le malattie che possono provocare polmonite broncopolmonare come complicanza.

L'elenco degli agenti patogeni che possono essere gli agenti responsabili della broncopneumonia focale includono tali microrganismi:

  • pneumococchi;
  • Bacchetta di Friedlander;
  • aureus;
  • streptococco;
  • meningococco;
  • E. coli;
  • rickettsia;
  • clamidia;
  • micoplasma.

Se la natura della malattia è primaria, il percorso dell'infezione è broncogeno. Nel caso di un processo patologico secondario, vengono aggiunte le vie linfogene ed ematogena.

I fattori che possono contribuire alla progressione della malattia sono:

  1. Ridotta funzionalità del sistema immunitario.
  2. Supercooling del corpo.
  3. Stati di stress
  4. Inalazione di sostanze tossiche.
  5. Il deterioramento della funzione di ventilazione dei polmoni in caso di enfisema, pneumosclerosi.
  6. Abuso di fumare
  7. Cattiva situazione ambientale

La dimensione dei fuochi del processo infiammatorio predeterminano la divisione della patologia in piccola focale e grande focale. Inoltre, i focolai della malattia possono essere sia singoli che multipli. Nella maggior parte dei casi, i bronchi, i bronchioli e i passaggi alveolari sono coerentemente coinvolti nella patologia, cioè la malattia si sviluppa nella direzione longitudinale. In situazioni più rare, la natura della diffusione è peribronchiale.

Nella patogenesi della polmonite bronchiale, devono essere rilevati i seguenti aspetti importanti:

  1. Essudato infiammatorio nello sviluppo di broncopneumonia sierica con un additivo di epitelio e leucociti, raramente emorragico.
  2. Una lesione comune è la parte inferiore della schiena dei polmoni, cioè si sviluppa spesso broncopneumonia del lobo inferiore sinistro o destro. Più raramente, la malattia colpisce i segmenti del lobo superiore.
  3. I tessuti infiammati si distinguono per il colore grigio-rosso e hanno una struttura compattata. Le aree del tessuto affetto si alternano a enfisematosi leggeri e atelectatici scuri, a causa dei quali il polmone ha una struttura cromatica non uniforme.
  4. Nella maggior parte dei casi, la broncopolmonite viene completata con un completo recupero, tuttavia, non sono esclusi esiti come ascesso, gangrena polmonare e polmonite cronica.

Raccomandare la lettura: Cos'è la polmonite caseosa?

Sintomi clinici di broncopolmonite

La broncopolmonite si sviluppa spesso come patologia secondaria e pertanto il suo inizio non può sempre essere determinato con precisione. Ma più spesso, la malattia si manifesta in modo acuto, con un aumento della temperatura fino a 38-39 gradi, la comparsa di debolezza, mal di testa. I sintomi della broncopolmonite negli adulti comprendono anche una tosse che, a seconda del provocatore della patologia, può essere improduttiva o produttiva (con espettorato muco o mucopurulento). Come segni di patologia e dolore al petto, aumento della respirazione.

La broncopneumonia acuta senza febbre o con la sua comparsa in condizioni subfebrilari può essere osservata nelle persone indebolite e nei pazienti anziani. In altre categorie di pazienti, la durata del periodo febbrile va da tre a cinque giorni.

Raccomandare la lettura: polmonite asintomatica

Se il trattamento viene avviato tempestivamente, il paziente recupera per 12-14 giorni e il recupero radiologico viene fissato entro la fine della seconda o della terza settimana. La durata della malattia dipende dalla portata del processo. La broncopolmonite bilaterale è più grave della broncopolmonite destra o della broncopolmonite sinistra.

Alcune caratteristiche del corso della patologia causata da uno o un altro agente patogeno possono essere identificate:

  1. La polmonite da streptococco è spesso complicata da empiema pleurico e pleurite essudativa.
  2. La polmonite causata da Staphylococcus o dalla bacchetta di Friedlander può essere appesantita dalla formazione di un ascesso. Questo è accompagnato da un aumento dei sintomi di intossicazione, un aumento del volume di espettorato, diventa purulento. Inoltre, la polmonite da stafilococco può essere complicata da condizioni come emorragia polmonare, piopneumotorace, amiloidosi, pericardite purulenta, sepsi.
  3. La polmonite virale può causare la progressione della sindrome emorragica. Questo si manifesta sotto forma di emottisi, sanguinamento nasale, meno comunemente sanguinamento polmonare e gastrointestinale.

Tattica di diagnosi della malattia

Il medico può fare una diagnosi di broncopolmonite in base ai reclami del paziente, i dati degli esami oggettivi: auscultazione, percussione, nonché i risultati dei test strumentali e di laboratorio. Un punto importante è la necessità di una diagnosi differenziale della polmonite bronchiale con patologie come ascesso polmonare, infarto polmonare, cancro alveolare e tubercolosi.

La ricerca obbligatoria in caso di sospetta broncopolmonite è radiografia. I casi classici della malattia sono caratterizzati dalla rilevazione di focolai di patologia sullo sfondo di infiltrazione peribronchiale e perivascolare su una radiografia. Se l'interpretazione delle radiografie è discutibile, sono prescritti anche computer e risonanza magnetica e broncoscopia.

Al fine di determinare il provocatore della malattia, vengono esaminati espettorato o lavanda bronchiale. Vengono eseguiti i seguenti test di laboratorio:

  • microscopia;
  • reazione a catena della polimerasi;
  • esame batteriologico

In generale, un esame del sangue mostra un aumento del tasso di sedimentazione degli eritrociti, la leucocitosi neutrofila. Nell'analisi biochimica del sangue, laproproteinemia, si nota un alto livello di proteina C-reattiva.

Trattamento di polmonite bronchiale

Il trattamento della broncopolmonite negli adulti comporta la prescrizione di farmaci antibiotici. In questo caso, il medico prende in considerazione i dati della diagnostica clinica, radiologica e microbiologica. Molto spesso, è consigliabile utilizzare una combinazione di diversi antibiotici di gruppi diversi.

Trattare la broncopolmonite con penicillina, cefalosporina, fluorochinolone e il corso del trattamento non deve essere inferiore a 10-14 giorni. La somministrazione con iniezioni intramuscolari ed endovenose viene spesso prescritta, in alcune situazioni cliniche vie di somministrazione endobronchiali, intrapleuriche ed endolinfatiche sono razionali.

Il periodo acuto della malattia richiede la disintossicazione e le misure anti-infiammatorie. Inoltre, per trattare la broncopolmonite in situazioni cliniche gravi con farmaci razionali e corticosteroidi.

Come mezzo di terapia sintomatica, vengono prescritti broncodilatatori e mucolitici, che diluiscono l'espettorato e facilitano la sua rimozione dal tratto respiratorio. Tali medicinali sono usati sotto forma di compresse, sciroppi e inalazioni.

Nelle situazioni cliniche gravi con la progressione dell'insufficienza respiratoria, viene prescritta l'ossigenoterapia. Se l'insufficienza cardiaca si è sviluppata, è necessario l'uso di diuretici e glicosidi cardiaci. Nei casi più gravi, è necessaria la plasmaferesi.

Quando la fase acuta del processo patologico si è placata, viene prescritta la fisioterapia. Le procedure possono includere massaggio al petto, terapia ad altissima frequenza, terapia decrescente, elettroforesi medica.

Prognosi per la broncopolmonite

Il recupero è fissato dopo la scomparsa dei sintomi clinici e la normalizzazione dei risultati degli studi strumentali e di laboratorio. L'inizio tempestivo del trattamento contribuisce alla prevenzione dello sviluppo di complicanze e infiammazioni croniche. Dopo la cura, si raccomanda di essere osservato da un pneumologo per sei mesi.

La prognosi meno favorevole è nel caso di polmonite da stafilococco e polmonite provocata da infezione virale. Pertanto, è estremamente importante quando compaiono i primi sintomi di indisposizione, consultare immediatamente un medico.