Brucellosi umana: sintomi, prevenzione e trattamento

La brucellosi (febbre maltese) è una malattia infettiva zoonotica causata da vari tipi di brucella.

La malattia è incline a un decorso cronico ed è caratterizzata da un quadro clinico non specifico con lesioni multiple di vari organi e sistemi del corpo umano. È molto importante rilevare i sintomi della brucellosi nel tempo, un medico esperto può facilmente riconoscerli al primo esame.

L'agente eziologico della brucellosi non è altro che piccoli microrganismi che si adattano bene a qualsiasi condizione ambientale, chiamata brucella. Non muoiono a basse temperature, possono essere trovati nel terreno, sui peli di animali domestici, nel latte vaccino, nell'acqua e nella carne congelata. E allo stesso tempo, la conservazione della brucella varia da 1,5 a 5 mesi. Quando la temperatura sale a 100 ° C, la brucella muore.

I sinonimi della malattia sono l'ipertermia maltese, ipertermia di Cipro, ipertermia di Gibilterra, ipertermia ondulatoria, setticemia di Bruce, patologia di Bang.

Cos'è la brucellosi?

Come posso ottenere la brucellosi, e che cos'è? La brucellosi è un'infezione zoonotica caratterizzata da patologie multiorganiche e dalla tendenza alla cronicità. Una componente patogenetica significativa della brucellosi è la reattività allergica. Gli agenti causali della brucellosi sono i batteri del genere Brucella, tra i quali si riconosce l'esistenza di otto specie indipendenti, sei delle quali sono in grado di provocare malattie nell'uomo: B. melitensis, B. abortus, B. suis, B. canis, B. pinnipediae, B. cetaceae.

Tra le specie comuni di Brucella, il B.melitensis è il più virulento e causa i casi più gravi e acuti della malattia. B.suis è associato a un decorso prolungato della malattia, accompagnato dallo sviluppo di lesioni distruttive purulente. B.abortus e B.canis, di norma, causano malattie sporadiche lievi o moderate con un raro sviluppo di complicanze. I casi di malattia causati da B.pinnipediae e B.cetaceae sono stati descritti relativamente di recente.

La trasmissione dell'infezione avviene principalmente attraverso il meccanismo fecale-orale, più spesso attraverso il cibo e l'acqua, in alcuni casi è possibile implementare un contatto quotidiano (quando il patogeno viene introdotto attraverso il microtrauma della pelle e delle mucose) e il percorso aerogenico (per inalazione di polvere infetta).

Il latte ottenuto da animali malati e prodotti caseari (formaggio, koumiss, formaggio), carne, prodotti di materie prime animali (lana, cuoio) rappresentano un significativo rischio epidemiologico. Gli animali contaminano il suolo, l'acqua, il cibo con le feci, che possono anche contribuire all'infezione umana con mezzi non alimentari. I percorsi di contatto domestico e polveroso sono implementati nella cura degli animali e nella lavorazione di materie prime animali.

Sintomi della brucellosi negli esseri umani

Il periodo di incubazione per la brucellosi è di 7 giorni - 8 settimane, di solito 2 settimane. I sintomi della brucellosi negli esseri umani si sviluppano, di solito, gradualmente e non hanno caratteristiche particolari.

Tuttavia, i pazienti, di regola, presentano 4 lamentele principali:

  1. Dolore intermittente nelle articolazioni, soprattutto negli arti inferiori, di volta in volta molto doloroso e forte.
  2. Aumento della temperatura corporea sotto forma di una condizione di subfebrilungo lungo (fino a 38 ° C) o di un tipo ondulato con alti e bassi netti.
  3. Aumento della sudorazione, sudorazione, a volte sudorazione notturna.
  4. Astenia e stanchezza affilate.

In alcuni pazienti, si nota una condizione di subfebrilungo lungo. La febbre può durare mesi, è tipico che anche a temperature elevate i pazienti rimangano coscienti, la milza e il fegato siano ingranditi. La brucellosi colpisce spesso il sistema nervoso, riproduttivo e il sistema muscolo-scheletrico.

Ci sono anche artrite (anca, sacro-iliaca e altre articolazioni grandi), periarterite, borsite, tendo-vagintite, spondilite, nevralgia, neurite (sciatic), meno frequentemente meningite, encefalite, ecc. nelle donne, dismenorrea, ooforite, salpingite e persino aborto.

Forma cronica

Arriva una forma cronica nel caso dell'adattamento dell'organismo all'agente patogeno, mentre in una persona i segni della malattia periodicamente peggiorano e diminuiscono. Questa forma è caratterizzata da sintomi sotto forma di lieve intossicazione e assenza di febbre (a volte fino a 37,5). Se la malattia si trasforma in una forma di remissione di esacerbazione, allora la persona ha sintomi simili a un aspetto acuto. Un sintomo molto comune è un ingrossamento dei linfonodi, del fegato e della milza.

In questa fase, molti organi interni possono già essere colpiti e il sistema muscolo-scheletrico, e in particolare le articolazioni e i muscoli di grandi dimensioni, è più spesso colpito. Dolore alle articolazioni e gonfiore causato dalla crescita incontrollata del tessuto osseo.

Il risultato della transizione della brucellosi alla forma cronica può essere neurite, radicolite, meningite, encefalite, metrite e altre malattie, mentre le donne in gravidanza con un'alta percentuale di probabilità di perdere un feto. Negli uomini, i patogeni nella forma cronica di indisposizione causano interruzioni di ormoni, il verificarsi di impotenza e in alcune situazioni di infertilità, che è causata da un effetto negativo sui testicoli.

La forma cronica della malattia può durare per 2-3 anni, ma se si verifica una re-infezione, il periodo diventa molto più lungo.

Diagnosi di brucellosi

Se trovi segni di malattia per la diagnosi, oltre alla storia, è necessario condurre alcuni test di laboratorio.

Per fare questo, una persona deve essere testata per la brucellosi, inclusi 2 tipi di ricerca:

  1. La diagnosi sierologica è il metodo di diagnosi più comune, in cui si utilizzano varie tecniche (reazione di agglutinazione, saggio immunoenzimatico), viene rilevato un aumento del titolo anticorpale verso determinati tipi di brucella.
  2. Studio batteriologico con isolamento della coltura batterica del patogeno e loro identificazione.

Per ulteriori diagnosi, al fine di determinare la gravità e la localizzazione dei cambiamenti strutturali negli organi, viene utilizzata un'analisi clinica del sangue e delle urine, dei raggi X e dei metodi ecografici dell'esame strumentale.

Trattamento della brucellosi negli esseri umani

Quando si verificano i sintomi della brucellosi, il trattamento è quello di distruggere il patogeno che è penetrato nel corpo umano. Di solito, i medici prescrivono la streptomicina, il cloramfenicolo e altri antibiotici del gruppo delle tetracicline, che curano con successo la brucellosi come terapia antibatterica: il trattamento dura da tre a quattro settimane ed è accompagnato da un'ulteriore terapia di supporto.

Con la diagnosi precoce e il trattamento tempestivo della malattia può essere curato con successo. Grave brucellosi può portare a infezioni del sistema nervoso centrale, endocardite (infiammazione del rivestimento interno del cuore o delle valvole cardiache) e ascesso epatico. Inoltre, la brucellosi può causare sintomi prolungati simili ai sintomi dell'affaticamento cronico: febbre ricorrente, debolezza, affaticamento, dolore alle articolazioni.

prospettiva

Con un trattamento inadeguato o inadeguato, così come con la terapia iniziata in ritardo, la malattia diventa cronica nell'80% dei casi. La brucellosi in una persona i cui sintomi sono così vari e il trattamento è piuttosto lungo, raramente è la causa della morte.

Tuttavia, dobbiamo ricordare che questa malattia spesso porta alla disabilità. E la gravità degli effetti residui dopo la malattia posticipata dipende esattamente da quale tipo di infezione da brucella si è verificata. La peggiore complicazione è la lesione del midollo spinale e la paralisi. È per questo motivo che occorre prestare molta attenzione alla prevenzione della malattia.

prevenzione

Nel caso della prevenzione della brucellosi, questa è l'eliminazione dei focolai di brucellosi tra gli animali e la prevenzione delle infezioni alimentari, conducendo una vaccinazione specifica di persone a partire dai 7 anni con reazioni sierologiche e allergiche negative alla brucellosi quando indicato. Ai fini della profilassi, le persone vaccinate con vaccino anti-bronchiale vivo possono lavorare non prima di tre settimane dopo la vaccinazione.

Brucellosi. Trattamento, prevenzione, complicanze e conseguenze

Trattamento della brucellosi

Trattamento della brucellosi con antibiotici

Il meccanismo dell'azione terapeutica

Dosaggio e somministrazione

Un farmaco semi-sintetico che penetra facilmente nelle cellule infettate da Brucella interrompe la divisione dei microrganismi e porta alla loro morte.

Dentro, 900 mg 1 volta al giorno (al mattino prima dei pasti). Il corso del trattamento è di almeno 45 giorni. In caso di recidiva (ricomparsa) della malattia, il corso del trattamento può essere ripetuto.

Quando si usa solo la rifampicina, la resistenza (resistenza) si sviluppa abbastanza rapidamente, quindi si consiglia di assumere diversi farmaci antibatterici contemporaneamente.

Penetrano nelle cellule colpite, interrompendo il processo di divisione delle brucelle lì.

Dentro 100 mg 2 volte al giorno (ogni 12 ore) durante 4 - 6 settimane.

Dentro 500 mg 4 volte al giorno (ogni 6 ore) durante 3 settimane.

Penetra all'interno delle cellule e sconvolge il processo di riproduzione di Brucella.

Introdotto per via intramuscolare 1 grammo ogni 12 ore per 14 giorni. L'effetto migliore si può ottenere con la nomina contemporanea di streptomicina e tetracicline, tuttavia entrambi i farmaci sono piuttosto tossici.

Danneggia l'apparato genetico dei batteri, causandone la morte.

Dentro 200 a 300 mg ogni 12 ore per 7 a 10 giorni.

Altri medicinali per la brucellosi

Il meccanismo dell'azione terapeutica

Dosaggio e somministrazione

Aumenta il tasso di divisione dei linfociti (cellule del sistema immunitario) e regola anche l'attività dell'intero sistema immunitario.

Il farmaco ha un forte effetto vasodilatatore e può causare una marcata diminuzione della pressione sanguigna, quindi deve essere assunto solo dopo aver consultato uno specialista e solo nella dose prescritta dal medico.

Aumenta la velocità di formazione dei leucociti (cellule del sistema immunitario).

Gli adulti vengono somministrati per via orale a 200-400 mg 3-4 volte al giorno (30 minuti dopo i pasti). La dose per i bambini viene calcolata individualmente in base all'età e al peso corporeo. Il corso del trattamento è di 2 - 3 settimane.

Stimola i processi di divisione dei leucociti e attiva anche i macrofagi (che sono responsabili dell'assorbimento e della distruzione della brucella nei tessuti e negli organi).

Gli adulti vengono somministrati per via intramuscolare in una dose di 5-20 mg 1 volta al giorno per 1-3 settimane (prima della somministrazione il farmaco deve essere sciolto in 2 ml di soluzione sterile allo 0,9% di cloruro di sodio). Se necessario, un secondo ciclo di trattamento può essere nominato non prima di un mese dopo la fine di quello precedente.

Farmaci antiinfiammatori non steroidei

Blocca la formazione di sostanze pro-infiammatorie (che supportano l'attività del processo infiammatorio) nel fuoco infiammatorio. Abbassa la temperatura corporea, elimina il dolore e aiuta a migliorare il benessere generale del paziente durante l'esacerbazione della malattia.

Dentro 25 mg 3 volte al giorno. Per il dolore nelle articolazioni può essere utilizzato sotto forma di un gel, che dovrebbe essere applicato alla zona interessata con uno strato sottile (1 mm) e lucidato per 3-5 minuti.

Nuovi farmaci anti-infiammatori che hanno meno effetti collaterali (rispetto all'indometacina). Hanno anche un effetto analgesico e antipiretico più pronunciato.

Dentro 100 mg 2 volte al giorno.

Dentro 7,5 - 15 mg 1 volta al giorno dopo i pasti.

Farmaci anti-infiammatori steroidei

Hanno un pronunciato effetto anti-infiammatorio, inibendo anche l'attività del sistema immunitario.

Sono prescritti per reazioni immunitarie eccessivamente pronunciate, che a loro volta possono portare a danni al sistema nervoso o ad altri organi e tessuti (per la meningite, l'encefalite, ecc.). La dose e la durata d'uso sono determinate dal medico curante individualmente.

Farmaco osmoticamente attivo che promuove il rilascio di fluido dalle cellule e lo spazio extracellulare nel sangue. Questo aiuta a diluire il sangue e accelera l'eliminazione delle tossine attraverso i reni.

Introdotto per via endovenosa in ospedale.

brucellosi

La malattia di Bang e Traum, la setticemia di Bruce, la maltese, la napoletana, la febbre modulante - con quali soli termini non nascondono la malattia infettiva della brucellosi. Poco più di 200 anni fa, gli scienziati hanno iniziato a parlarne. Sono noti molti fatti su questa infezione, uno dei quali è il decorso cronico della malattia e danni estesi a organi e sistemi.

Cos'è la brucellosi e qual è l'agente eziologico di questa infezione? Quali sono i motivi per cui una persona può essere infettata da brucellosi e quali sono i sintomi di un decorso acuto e cronico della malattia? Quante volte le persone soffrono di infezione nel nostro tempo? Qual è il trattamento e le misure preventive? Di seguito verranno fornite le risposte a tutte queste domande.

Cos'è la brucellosi?

Nel 1859, sull'isola di Malta, l'inglese J. Marston fu il primo a descrivere malattie che assomigliavano al corso della brucellosi. Da allora, questa malattia è chiamata la febbre maltese. Poco dopo, nel 1886, uno scienziato di Londra, David Bruce, isolò i batteri dalla milza di una persona deceduta che assomigliava alla struttura maltese. A nome dello scienziato inglese, in seguito furono chiamati i batteri.

Dopodiché, è emerso che non solo le persone possono essere ammalate da un'infezione: nel corso del secolo scorso, molte opere sono state scritte per trovare l'agente eziologico della brucellosi negli animali.

Agente causativo dell'infezione

L'agente eziologico della brucellosi sono i batteri del genere Brucella. Al giorno d'oggi, ci sono 6 tipi noti di microrganismi che causano questa malattia. E solo 4 di loro sono estremamente pericolosi per l'uomo:

  • la brucella melitensis, trasportata da pecore e capre;
  • brucella abortus suis - causa malattia nell'uomo e nei suini;
  • la brucellosi nell'uomo può essere causata dalla brucella abortus bovis, trasportata dalle mucche;
  • brucella canis - trasmessa attraverso i cani.

Ma ci sono suggerimenti che molti altri tipi di agenti patogeni della brucella per l'uomo.

Cosa si può dire sull'agente causale dell'infezione?

  1. Questi sono normali batteri gram-negativi, quasi tutte le loro specie sono simili tra loro.
  2. Crescere facilmente su semplici terreni nutrienti.
  3. A quale temperatura muore il patogeno della brucellosi? - i batteri non amano molto - in soli 30 minuti muoiono a 60 ° C e immediatamente quando bollono.
  4. A bassi livelli, l'agente eziologico della brucellosi, al contrario, è resistente.
  5. La differenza tra i batteri è la capacità di secernere l'endotossina e, sotto l'influenza degli antibiotici, si trasformano nella forma L, che può esistere a lungo nel corpo umano.
  6. Al momento della luce solare diretta, i batteri muoiono, così come sotto l'influenza di tutti i disinfettanti disponibili.

La brucellosi è una malattia acuta infettiva-allergica causata da batteri. Sia le persone che gli animali possono essere malati. A causa della natura della struttura e del comportamento dell'agente patogeno al momento dell'esposizione ai farmaci, la brucellosi spesso si trasforma in un decorso cronico e il numero di complicazioni può solo aumentare col tempo.

I batteri rimangono a lungo all'interno delle cellule umane, parassitizzando e impoverendo organi e sistemi.

Le cause dell'infezione umana

La brucellosi viene trasmessa in diversi modi. Una parte importante della malattia è che è classificata come professionale. Cioè, ci sono noti casi massicci di infezione di allevatori e aziende agricole o di grandi aziende che lavorano con peli di animali. Anche se ai nostri giorni, la malattia sta diventando meno comune.

Le vie di trasmissione della brucellosi sono le seguenti.

  1. Il percorso principale è alimentare o di contatto, mentre si lavora con animali infetti nella fattoria. Inoltre, i batteri possono essere trovati in tutto assolutamente: la lettiera, il foraggio, la lana e l'acqua potabile sono contaminati dalle secrezioni del bestiame malato.
  2. L'agente patogeno si trova spesso nei prodotti: in carne fino a 20 giorni, in prodotti caseari fino a 60.
  3. Un meccanismo di trasmissione aereo è possibile durante l'inalazione di particelle di polvere, lana e terra.
  4. Brucella penetra a livello transplacentare nel liquido amniotico, si trovano in grandi quantità nella placenta e in tutti i tessuti del bambino.

La brucellosi viene trasmessa da persona a persona? - No, questa via di infezione è completamente esclusa.

L'infezione delle persone avviene al momento del contatto con oggetti infetti attraverso la superficie della ferita (graffi, abrasioni, tagli) o durante l'uso dei prodotti. I dipendenti delle aziende zootecniche nel 100% dei casi si infettano quando tagliano carne, l'aumento dell'incidenza è anche associato al parto.

La fonte della brucellosi per gli esseri umani sono i seguenti animali:

  • suina;
  • cani;
  • pecore e capre;
  • mucche;
  • in alcuni posti - renna.

Come si verifica l'infezione?

Come già accennato, l'infezione attraversa la superficie della ferita durante il contatto umano con oggetti infetti. La Brucella entra nel corpo attraverso la pelle danneggiata e le mucose.

Nella lotta contro il patogeno prendono le cellule dei macrofagi, ma catturano solo l'infezione e la inseriscono nei linfonodi. Lungo la strada, i batteri si moltiplicano attivamente e, entrando nel flusso linfatico, portano all'infiammazione locale dei linfonodi.

La fase successiva della diffusione dell'infezione è associata al suo ingresso nel flusso sanguigno, che contribuisce a un ulteriore avanzamento in tutto il corpo. Non esistono praticamente organi e sistemi in cui la brucella non sarebbe stata.

Sintomi della brucellosi negli esseri umani

Quando i primi segni di brucellosi compaiono in una persona dipende dalla quantità di microrganismi ingeriti. In rari casi, l'infezione non subisce ulteriori sistemi di protezione e rimane a lungo nei linfonodi. Se l'immunità di una persona non è indebolita - nel suo corpo i batteri persistono per lungo tempo anche in uno stato inattivo. Il periodo di incubazione della malattia varia da 7 a 30 giorni.

Come si presenta la brucellosi negli esseri umani?

  1. Le forme acute e subacute di brucellosi iniziano con un piccolo periodo prodromico di 3-5 giorni.
  2. In questo momento, una persona è preoccupata per debolezza, malessere, stanchezza, prestazioni ridotte, umore depresso, spesso completa mancanza di appetito e leggero mal di testa.
  3. La fine di questo periodo è accompagnata da un forte aumento dei sintomi.
  4. La brucellosi ha la temperatura? - sì, dopo il periodo prodromico sale e più spesso diventa di tipo remittente, cioè sale nella seconda metà della giornata o verso sera. In casi particolari, dura tutto il giorno e non supera i 37,5 ° C. La temperatura non impedisce a una persona di sentirsi bene, molti pazienti sono socievoli e persino loquaci.
  5. Durante lo sviluppo della brucellosi acuta, in alcuni pazienti inizia un tremendo brivido quando la temperatura corporea diminuisce immediatamente e poi aumenta bruscamente a numeri elevati con febbre e sudorazione pronunciata.
  6. Durante l'ispezione di una persona notevolmente aumentata di tonsille, milza, arrossamento della gola, sentire il suono del cuore.

Questi sono i cosiddetti primi segni di una malattia infettiva. Nei periodi successivi, la brucellosi appare in modo diverso e colpisce sempre più organi.

I sintomi della brucellosi cronica

Questa malattia può avere un lungo corso in cui l'agente eziologico della brucellosi si trova nel corpo umano e si manifesta al momento di un forte indebolimento del sistema immunitario. Recidiva, spesso si verifica dopo 1-2 mesi dopo l'estinzione dei primi segni della malattia.

L'esacerbazione dell'infezione cronica è leggermente diversa da quella acuta:

  • l'intossicazione è lieve;
  • in primo luogo non vi sono sintomi generali con debolezza, febbre, ma danni agli organi interni e al sistema muscolo-scheletrico;
  • L'artrite da brucellosi è spesso nota;
  • a volte nel bel mezzo di un peggioramento della malattia, si aggiungono infezioni più gravi: la tubercolosi, la malaria.

Come si intensifica l'infezione e quali sono gli organi più colpiti?

In primo luogo viene l'infiammazione delle articolazioni - si tratta di una lesione di qualsiasi parte dai legamenti alle ossa, forte dolore e gonfiore di questa zona.

  • La spondilite da brucellosi si sviluppa. Questa è una malattia della colonna vertebrale, in cui vi è una deformazione delle vertebre, ci sono aree di infiammazione purulenta dei tessuti.
  • I muscoli sono anche coinvolti nel processo doloroso - si sviluppa la miosite.
  • Se la stanchezza e la debolezza aumentano, il sonno è disturbato e il comportamento di una persona cambia drammaticamente, questo indica un danno al sistema nervoso. L'infiammazione del cervello e delle sue membrane si sviluppa: meningite e meningoencefalite. A differenza della brucellosi acuta, ha un decorso lento con sintomi inespressi.
  • Circa la sconfitta del sistema nervoso autonomo dice una sudorazione pronunciata, arrossamento della pelle, ridotto tono vascolare.
  • La brucellosi cronica è caratterizzata da un funzionamento alterato del sistema genito-urinario - gli uomini hanno un'infiammazione del testicolo e delle sue appendici, le donne spesso soffrono di annessite, infiammazione delle tube di Falloppio e disturbo mestruale.
  • I sintomi della brucellosi cronica negli esseri umani comprendono l'infiammazione del sistema linfatico con un aumento dei linfonodi e della milza.
  • C'è una lesione della tiroide, ghiandole surrenali e qualsiasi organo del sistema endocrino.
  • Può esserci la diarrea con la brucellosi? - né il decorso acuto né quello cronico della malattia non sono caratterizzati da un tale sintomo. Ma in caso di grave disfunzione epatica, a volte c'è un allentamento delle feci.

    La brucellosi protratta o cronica è pericolosa se un numero maggiore di organi e sistemi è coinvolto nel processo patologico.

    Complicazioni di brucellosi

    Cosa è pericoloso per la brucellosi umana? - Il fatto che questa malattia sia imprevedibile. Ci vuole molto tempo, per diverse settimane il paziente è preoccupato per vari sintomi. Ma, oltre al decorso cronico della malattia, ci sono altri momenti spiacevoli.

    1. Per le donne incinte, la brucellosi finisce in aborto.
    2. La stessa brucellosi cronica si verifica con periodi costanti di remissione ed esacerbazione e spesso termina in disabilità.

    diagnostica

    Come diagnosticare la brucellosi? Questo è un processo difficile se la persona non è a rischio per la malattia. Nella diagnosi corretta, il ruolo svolto dai dati epidemici, dalla combinazione di sintomi e dal luogo di lavoro di una persona.

    Da dove inizia la diagnosi?

    1. Per cominciare, viene raccolta un'anamnesi, scoprire se simili focolai di brucellosi si sono verificati precedentemente nell'azienda in cui il paziente lavora o nel suo luogo di residenza.
    2. L'isolamento della coltura cellulare da una persona malata è un importante metodo diagnostico fondamentale. Per fare questo, prendi il sangue per la brucellosi e altri fluidi biologici. Per la crescita della coltura cellulare usando un mezzo speciale. La difficoltà sta nel fatto che le culture germinano a lungo - una colonna di batteri cresce per almeno un mese.
    3. Anche il metodo di infezione degli animali non ha valore pratico a causa della crescita a lungo termine dell'agente causale della brucellosi.
    4. Quali test prendere per la brucellosi? Per determinare la presenza di batteri nel sangue usando quasi tutti i liquidi biologici. Ma prima di tutto viene preso del sangue, specialmente per i metodi sierologici di ricerca, dai quali vengono prescritte reazioni di RSC, PhNG e Coombs. Questi metodi di ricerca sono più sensibili, consentono di determinare anche le forme L dei batteri, ma sono procedure costose.
    5. Per diagnosticare la brucellosi nell'uomo, viene utilizzato anche il metodo sierologico speciale di Wright. Un titolo di 1: 200 è considerato positivo. L'ovvio vantaggio è la diagnosi rapida: entro 10 giorni è possibile ottenere dati affidabili sulla presenza della brucellosi.
    6. Metodo moderno di rilevazione del DNA - diagnostica PCR, utilizzato in casi molto rari a causa dell'elevato costo della vita.
    7. Utilizzare il test cutaneo di Bern o il metodo di diagnosi allergico. Si basa sulla presenza dell'antigene della brucellosi nel sangue di una persona malata - gonfiore e arrossamento compaiono nel sito di iniezione nel sito di iniezione.

    Trattamento della brucellosi

    Per trattare l'infezione, è necessario eseguire quattro attività di base:

    • controllo dell'agente patogeno;
    • liberare una persona da una sindrome dolorosa;
    • prevenzione di complicazioni o lavoro con quelli esistenti;
    • riabilitazione del paziente.

    Il trattamento della brucellosi nell'uomo inizia con la nomina di farmaci antibatterici. La selezione dei farmaci viene effettuata in base allo stadio dell'infezione, alla presenza di complicanze e al grado di processo di compensazione.

    1. La base del trattamento è l'uso di farmaci antibatterici. Quali antibiotici sono usati per trattare la brucellosi? Nel decorso acuto della malattia, la doxiciclina, il cloramfenicolo e la rifampicina sono prescritti in appropriate dosi terapeutiche. Il corso del trattamento è di almeno due settimane. A causa della dipendenza dei batteri, cioè dello sviluppo di resistenza negli agenti causali della brucellosi negli ultimi anni, i chinoloni sono sempre più utilizzati.
    2. Nel caso dell'adesione di un'infezione secondaria, vengono inoltre prescritti altri gruppi di antibiotici.
    3. Nei casi gravi di malattia o in assenza completa di una risposta alla somministrazione di antibiotici, sono prescritti glucocorticosteroidi.
    4. Il trattamento della brucellosi cronica con antibiotici è indicato solo nella fase acuta. Se una persona si sente bene, non è consigliabile usarle a causa della mancanza di effetto.
    5. Per il trattamento della brucellosi cronica, viene usato un vaccino indebolito.
    6. Per un po 'di tempo, l'immunoglobulina è stata prescritta per prevenire la recidiva.
    7. La brucellosi in una persona è curata a casa? Essere a casa è indicato solo per il corso lieve della malattia senza complicazioni. Allo stesso tempo, gli antibiotici sono anche prescritti per un lungo corso. I farmaci anti-infiammatori sono usati per il trattamento del dolore articolare. Assegnare farmaci immunomodulatori.
    8. In ospedale, la fisioterapia, il massaggio e la fisioterapia hanno un effetto positivo sulle articolazioni colpite.
    9. Un passo importante nella lotta contro la malattia è un trattamento termale.

    prevenzione

    La prevenzione della brucellosi è un complesso processo a più fasi, il ruolo principale in cui appartiene lo stato e le imprese.

    Per sradicare la spesa dei patogeni:

    • trattamento dell'infezione negli animali da allevamento;
    • disinfezione del latte;
    • pastorizzazione e bollitura di prodotti caseari;
    • applicare metodi speciali di conservazione di latticini e prodotti a base di carne pronti;
    • esame regolare dei lavoratori agricoli e collettivi per la brucellosi;
    • gli animali sono ammessi alle persone con indumenti protettivi speciali;
    • svolgere regolarmente lavori sanitari ed educativi tra la popolazione.

    La prevenzione individuale della brucellosi è conforme alle norme igieniche, alla trasformazione dei prodotti alimentari, alla regolare pulizia in corso negli habitat di animali domestici e agricoli.

    Prevenzione specifica della brucellosi

    L'infezione trasferita non garantisce una protezione completa contro la brucellosi per il resto della vita - l'immunità dura solo per un anno. Nella migliore delle ipotesi, la persona sarà fortunata e la malattia non lo infastidirà per i prossimi tre anni. Pertanto è necessario utilizzare metodi di protezione più efficaci.

    Fino a poco tempo fa, gli animali hanno usato un vaccino contro la brucellosi, ma questo non ha portato un risultato positivo, dal momento che la malattia può verificarsi anche nelle persone vaccinate, anche se in forma molto lieve.

    Vaccino brucellosi vivo vivo attualmente utilizzato. È prescritto a persone ad alto rischio di morbilità. Questi includono:

    • lavoratori collettivi e agricoli;
    • veterinari di imprese private;
    • tutte le persone che servono animali da fattoria e vivono in zone con frequenti focolai di brucellosi.

    Una persona riceve una vaccinazione contro la brucellosi ogni 1-2 anni. Questo è il periodo massimo di protezione, dal momento che le cellule immunitarie nel corpo vengono immagazzinate solo per un breve periodo. Una caratteristica speciale del vaccino è la somministrazione endovenosa, ma è consentita anche la somministrazione intracutanea. In una dose, che è 0,1 ml, sono contenuti 25 milioni di anticorpi attenuati microbici.

    Il vaccino è tra i reattogeni, per la sua introduzione, forse lo sviluppo di reazioni allergiche, dolore alle articolazioni e debolezza. A questo proposito, prima di condurre l'immunizzazione contro la brucellosi condurre test cutaneo.

    La vaccinazione delle persone contro la brucellosi viene effettuata in modo pianificato. Lo stesso farmaco è utilizzato anche per il trattamento, ma in questo caso le dosi dei farmaci sono diverse, poiché per scopi terapeutici il vaccino deve essere somministrato al paziente fino a 10 volte e l'intervallo tra le iniezioni è di 2-3 giorni.

    La brucellosi non è tra le malattie più pericolose, non sono malate di milioni di persone ogni anno e il numero di morti può essere contato sulle dita. Ma è un'infezione a lungo termine con più lesioni che portano alla disabilità. Pertanto, se una persona appartiene a un gruppo a rischio per lo sviluppo della brucellosi, la protezione più affidabile è la vaccinazione.

    Trattamento della brucellosi

    Cause della brucellosi

    La brucellosi è una malattia infettiva-allergica, accompagnata da febbre, danni al sistema dei fagociti mononucleati, vascolari, nervosi e altri sistemi, in particolare il frequente coinvolgimento nel processo patologico dell'apparato muscolo-scheletrico. Per la prima volta l'agente patogeno della brucellosi Micrococcus melitensis nel 1886 trovò D. Bruce. Nel corso del tempo, nel 1906 e nel 1914, Bact fu separato da mucche e maiali. abortus bovis e bact. aborto suis. Nel 1920 tutti gli agenti patogeni furono inclusi nel gruppo della brucella e la malattia fu chiamata brucellosi.

    Il problema della brucellosi per molti anni rimane rilevante per l'agricoltura e la salute. Il suo significato socio-economico è determinato dalle caratteristiche del decorso di questa malattia, così come il principale contingente della lesione, cioè la popolazione in età lavorativa, che è dovuta sia a fattori professionali che a fattori sociali. Una delle caratteristiche cliniche più eclatanti della brucellosi moderna è la presenza di una tendenza pronunciata a far diventare cronica la malattia, con conseguente disabilità.

    L'agente eziologico della brucellosi appartiene al genere Brucella. Brucella ha diversi tipi:

    • Br. melitensis,
    • Br. abortus,
    • Br. suis,
    • Br. canis,
    • Br. Ovis,
    • Br. neotomae,
    • Br. pinnipediae,
    • Br. cetaceae.

    I principali proprietari di fr. pecore e capre sono melitensis. Per fr. abortus è il bestiame, per fr. suis - maiali. Il proprietario principale è Br. i canidi sono cani. Br. pinnipediae e fr. le cetacee si trovano nei mammiferi marini; negli esseri umani sono descritti casi isolati della malattia con una prevalenza di lesioni del sistema nervoso. Altri due tipi di Brucella (Br. Ovis e Br. Neotomae) per gli esseri umani non sono patogeni.

    Brucella - batteri gram-negativi di piccole dimensioni, caratterizzati da un significativo polimorfismo (in una preparazione possono essere rilevati come varianti a bastoncello e coccoidi), non formano una spora, immobili, appartengono ai parassiti intracellulari. Cresce su molti nutrienti, ma molto lentamente (fino a 3 settimane). La maggior parte degli animali da laboratorio (cavie, ratti, topi) sono altamente sensibili alla brucella. Sono caratterizzati da una significativa variabilità e dalla capacità di passare dalla forma ad S alle forme R ed L. Resistente alle influenze esterne. Più di 1 mese viene conservato in acqua, 2 mesi in brynze e fino a 4 mesi in lana. Muore rapidamente quando bolle e si espone ai disinfettanti. Sensibile agli antibiotici del gruppo tetraciclina, streptomicina, rifampicina, fluorochinoloni, macrolidi.

    La principale fonte di infezione per l'uomo è piccola e il bestiame, così come i maiali. Un segno clinico caratteristico della brucellosi negli animali da allevamento è l'aborto. Il feto, le membrane, il liquido amniotico contengono l'agente eziologico della brucellosi in grandi quantità. Negli animali che hanno abortito, entro 15 mesi, la brucella si trova nelle secrezioni patologiche dal canale del parto, nel latte, nelle urine e nelle feci. Con la liberazione di agenti patogeni che escono, contaminano rifiuti, cibo, acqua in luoghi di irrigazione, a causa di ciò che altri animali sono infetti, il che causa il verificarsi di epidemie epizootiche.

    L'infezione delle persone avviene attraverso il contatto e le vie nutrizionali. L'infezione da contatto si verifica particolarmente spesso quando il liquido amniotico viene a contatto con la pelle (con l'aiuto del parto, della cura dei vitelli appena nati, degli agnelli). La più alta incidenza si osserva tra le persone che hanno uno stretto contatto con animali affetti da brucellosi (pastori, pastori, veterinari, specialisti del bestiame). È possibile contrarre l'infezione durante la lavorazione di carne cruda, cuoio e lana di animali affetti da brucellosi (dipendenti di impianti di lavorazione della carne e imprese che lavorano lana). Brunella penetra piccole lesioni cutanee. Prodotti caseari crudi, formaggio pecorino, koumiss, ecc. Sono pericolosi.

    Il latte è la causa dell'infezione per molte persone che non sono professionalmente legate alla zootecnia. In questo caso, l'infezione avviene attraverso la mucosa della bocca della gola e non dello stomaco e dell'intestino, poiché il succo gastrico ha un effetto dannoso sulla brucella. In generale, la brucellosi nell'uomo è una malattia professionale.

    Una volta nel corpo umano, la brucella non lascia alcun cambiamento significativo nel luogo di introduzione. La prima fase dell'infezione regionale, quando la brucella attraverso il sistema linfatico raggiunge i linfonodi, corrisponde al periodo di incubazione. La riproduzione e l'accumulo di brucella si verificano principalmente nei linfonodi.

    Nella brucellosi acuta, il quadro clinico corrisponde a batteriemia primaria (ematogena). La brucellosi subacuta è caratterizzata da batteriemia ripetuta e ripetuta con segni di sensibilizzazione. Con il flusso sanguigno, il patogeno entra negli organi del sistema dei fagociti mononucleari (fegato, milza, midollo osseo), dove si formano nuovi focolai di infezione con l'ingresso ripetuto del patogeno nel sangue, che determina l'insorgenza di febbre e sindrome da intossicazione generale.

    Nella brucellosi cronica, l'agente patogeno entra nei vari organi e sistemi (SNC, sistema riproduttivo, sistema muscolo-scheletrico). La brucellosi è caratterizzata da un'alterazione allergica del corpo - una pronunciata ipersensibilità del tipo ritardato persiste a lungo anche dopo che l'organismo è stato rilasciato dal patogeno.

    Va notato che la transizione dalla brucellosi acuta alla cronica è del tutto facoltativa e lo sviluppo della brucellosi cronica non è sempre preceduto da brucellosi acuta. La durata della brucellosi non supera i 2-3 anni. Inoltre, a seguito di cambiamenti sclerotici negli organi e nei tessuti, si osservano manifestazioni cliniche (brucellosi residua).

    Un lungo decorso recidivante della malattia per anni è associato alla reinfezione. Le manifestazioni della malattia sono significativamente influenzate dal tipo di brucella che ha causato la malattia. I cambiamenti patologici nella brucellosi sono polimorfici. Per lo più i cambiamenti si trovano nel tessuto connettivo di vari organi, la natura e il grado della loro gravità dipende dallo stadio di sviluppo del processo patologico. Nella fase acuta, i cambiamenti linfiammatorio-essudativo nel carattere sieroso si verificano nei linfonodi e negli organi interni (fegato, milza). Si sviluppa vasculite infettiva-reattiva. Nelle fasi subacuta e cronica, i cambiamenti infiammatori produttivi predominano con la formazione di specifici granulomi della brucellosi, principalmente nel sistema muscolo-scheletrico, nei sistemi nervoso e sessuale.

    Il polimorfismo delle manifestazioni cliniche è caratteristico della brucellosi. Pertanto, sono state proposte molte classificazioni cliniche. Secondo la classificazione clinica di maggior successo, si distinguono le seguenti varianti del decorso della brucellosi:

    • subclinico,
    • affilato,
    • subacuta,
    • cronica,
    • residua.

    Il decorso subclinico è caratterizzato da una condizione soddisfacente dei pazienti. Un attento esame degli individui può rivelare un leggero aumento dei linfonodi periferici. Tale mossa è spesso inerente alla brucellosi causata da fr. abortus.

    La variante acuta del corso si sviluppa dopo un periodo di incubazione da 1 settimana a 2 mesi. La malattia inizia con un aumento della temperatura corporea a numeri elevati. Tale corso è caratteristico della brucellosi causata da fr. melitensis. La curva della temperatura può essere di diversi tipi: ondulata, remittiva, in alcuni pazienti - subfebrilla. L'aumento della temperatura corporea è accompagnato da brividi, sudorazione grave. È interessante notare che anche se il paziente ha la febbre alta, le sue condizioni generali sono migliori di quelle con altre infezioni (influenza, febbre tifoide, ecc.). I pazienti in modo soddisfacente, si potrebbe anche dire, tollerano relativamente bene la temperatura corporea elevata. Non ci sono altri segni di intossicazione. Entro la fine della 1a settimana, viene rilevato un aumento del fegato e della milza, linfoadenopatia generalizzata (i linfonodi sono moderatamente ingrossati, alcuni sono sensibili alla palpazione). Il sintomo principale in questa fase è la mancanza di chiari cambiamenti focali. La brucellosi acuta può occasionalmente terminare in fase di recupero, ma, di norma, entra nei processi subacuti e cronici.

    Nella variante subacuta del decorso della brucellosi, oltre ai sintomi moderati di intossicazione, attacchi di febbre moderata, le lesioni focali appaiono sotto forma di artrite, plexi, neurite, lesioni delle ghiandole sessuali, ecc. Il processo patologico nelle articolazioni sacro-iliache è considerato un tipico sintomo precoce del disturbo muscoloscheletrico. L'artrite asimmetrica può verificarsi in altre articolazioni. Il più delle volte si verifica la nevrite del nervo sciatico. Le lesioni asimmetriche sono anche caratteristiche della neurite e della plessite. Molto spesso ci sono orchite, orchiepididimite, annessite.

    In alcuni casi, la variante cronica del corso si sviluppa immediatamente, aggirando lo stadio acuto, in altri casi i sintomi della brucellosi cronica compaiono qualche tempo dopo la variante acuta. La brucellosi cronica è caratterizzata dal coinvolgimento di sempre più nuovi organi e sistemi nel processo patologico. I sintomi di intossicazione generale si ritirano sullo sfondo. La temperatura corporea è spesso di basso grado o normale per settimane e mesi (periodo di remissione). I pazienti lamentano un aumento di irritabilità, manifestazioni depressive, scarso sonno, astenia, riduzione delle prestazioni. I linfonodi possono essere ingranditi, anche in posizione profonda (mediastino, mesenterale). Con un aumento dei linfonodi mesenterici, i pazienti lamentano dolore lungo l'intestino, con danni al plesso nervoso (solarium) - dolore nella regione epigastrica. La sconfitta del sistema muscolo-scheletrico è una manifestazione frequente di brucellosi cronica. I pazienti lamentano dolore nei muscoli e nelle articolazioni.

    Nel quadro clinico degli effetti della brucellosi (brucellosi residua), i reclami sull'aumento dell'affaticamento, della debolezza generale e dell'irritabilità prendono il primo posto. I pazienti sono disturbati da disturbi del sonno, perdita di memoria, sudorazione eccessiva e disturbi vascolari: raffreddamento delle estremità, rapida formazione di lividi. In questo stadio del patogeno nel corpo del paziente non lo è più.

    Come trattare la brucellosi?

    La scelta della strategia nel trattamento della brucellosi è determinata dalla forma della malattia. Nella forma acuta di brucellosi, è necessario prescrivere antibiotici in dosi abbastanza elevate. Dosi insufficienti e ritiro prematuro di farmaci portano allo sviluppo della brucellosi cronica. L'OMS oggi raccomanda che negli adulti l'uso simultaneo di doxiciclina 0,1 g al giorno in combinazione con rifampicina e 0,6-0,9 g al giorno per 6 settimane. La doxiciclina può essere prescritta a 0,1 g al giorno per 6 settimane in combinazione con streptomicina 1 g al giorno per via intramuscolare per 2-3 settimane. Quest'ultima opzione della terapia antibiotica è considerata efficace nel prevenire la ricaduta; può sostituire la doxiciclina con ciprofloxacina o streptomicina con gentamicina o amikacina in dosi appropriate.

    La terapia combinata della brucellosi non esclude la recidiva della malattia. Le recidive si verificano spesso dopo 7-8 mesi e talvolta 1-2 anni dopo il corso del trattamento.

    Viene eseguita anche la terapia patogenetica, che include l'uso di disintossicazione e farmaci antinfiammatori. Quando i cambiamenti infiammatori espressi (orchite, neurite, ecc.) Prescrivono GCS per 2-3 settimane.

    Nelle forme croniche, l'uso di antibiotici è giustificato solo in presenza di febbre. La più efficace è la terapia vaccinale, che non solo dà un effetto desensibilizzante, ma stimola anche l'immunogenesi. Il vaccino viene iniettato per via sottocutanea, intramuscolare, per via endovenosa. Il metodo di immissione e la dose del vaccino sono determinati caso per caso individualmente.

    Il metiluracile, il nucleinato di sodio e altri farmaci sono utilizzati per stimolare la resistenza dell'organismo e viene eseguita la fisioterapia: elettroforesi, bagni di paraffina, esercizi terapeutici, massaggi terapeutici, idrogeno solforato e bagni di radon, fangoterapia.

    Quali malattie possono essere associate

    La brucellosi è una malattia infettiva, contro la quale si sviluppa una varietà di danni agli organi:

    • miosite - durante la palpazione, le zone dolorose sono spesso determinate nei muscoli degli arti e l'ispessimento dei muscoli è sentito nei muscoli spessi. Nel tessuto adiposo sottocutaneo delle aree lombosacrale, femorale e di altre aree, si possono trovare noduli o corde. Questi sono i cosiddetti fibrositi risultanti dall'irritazione infiammatoria del tessuto connettivo;
    • fibrosite - la dimensione della fibrosite è diversa (da pisello a fagiolo, in alcuni pazienti hanno un diametro di 5-10 cm). Con la brucellosi, solo una articolazione è molto raramente coinvolta nel processo patologico. Grandi articolazioni colpite principalmente (spalla, ginocchio, sovraspina-tibia). La funzione articolare è limitata a causa del dolore, ma la configurazione cambia poco;
    • borsite - spesso articolazioni del gomito, tendovaginite, artrosi-artrite. Gradualmente, i pazienti possono sviluppare anchilosi e contratture. Il movimento nelle articolazioni è significativamente limitato o completamente assente; le articolazioni sono ingrandite, deformate. Tipico considerare lesione delle articolazioni sacro-iliache e della colonna vertebrale;
    • La sacroileite è una malattia rara per la quale vengono utilizzati numerosi criteri diagnostici. Il sintomo di Erikssna è informativo, la cui essenza è che il paziente è posto sulla toletta e premuto sulla cresta iliaca nella posizione sul lato o schiacciato le creste superiori superiori delle ossa iliache nella posizione sulla schiena con entrambe le mani. Con la sacroileite unilaterale, il dolore si verifica sul lato affetto, con dolore bilaterale, appare su entrambi i lati. Viene utilizzato anche il sintomo di Nahlas: il paziente viene posto sullo stomaco e le gambe sulle articolazioni del ginocchio sono piegate. Quando si solleva l'arto, compare dolore nell'articolazione ilio-sacrale;
    • lesioni del sistema nervoso periferico (radicolite, neurite), sistema nervoso autonomo sotto forma di adinamia, sudorazione;
    • psicosi: impiega molto tempo, con esacerbazioni;
    • da parte del sistema cardiovascolare - vasculite, aritmie cardiache.
    • lesioni degli organi genitali: negli uomini, orchite, epididimite, diminuzione della funzione sessuale (l'orchite è più spesso unilaterale, accompagnata da un forte dolore e un significativo aumento del testicolo); nelle donne sono possibili annessiti, salpingiti, endometrite, parto prematuro, aborti spontanei, infertilità.

    Trattamento della brucellosi a casa

    Il trattamento della brucellosi a casa è inferiore in termini di efficacia agli interventi utilizzati in ospedale. Poiché la forma acuta della brucellosi richiede il ricovero in ospedale, la ricaduta o la brucellosi cronica possono essere curati a casa, ma sotto l'attenta supervisione di un medico e, se necessario, il trattamento ambulatoriale, sono indicate le visite alle cliniche e speciali reparti infettivi. In nessun caso si può auto-medicare, correggere i dosaggi prescritti dal medico, modificare la durata del ciclo di trattamento.

    La prevenzione della brucellosi ha lo scopo di ridurre l'incidenza tra gli animali da allevamento. La base della prevenzione dovrebbe essere un complesso di misure sanitarie e veterinarie. Quando si lavora con animali malati, usare indumenti protettivi e disinfettanti.

    È stato sviluppato un vaccino antibrucella vivo, tuttavia l'immunizzazione con questo vaccino forma solo una breve immunità. Vaccino a base di ceppo Br. abortus viene utilizzato esclusivamente per la vaccinazione di animali da allevamento. L'introduzione di un vaccino vivo anti-brutale per una persona dovrebbe essere trattata con molta cautela, perché dopo la vaccinazione, i pazienti spesso lamentano un deterioramento della salute, che si manifesta con artralgia, nevralgia, linfoadenopatia. Oggi gli scienziati stanno lavorando per creare vaccini contro la brucellosi corpuscolare chimica e inattivata.

    Che tipo di farmaci per curare la brucellosi?

    • Doxiciclina: 0,1 g al giorno per 6 settimane in combinazione con rifampicina o streptomicina;
    • Rifampicina - 0,6-0,9 g al giorno per 6 settimane;
    • Streptomicina - 1 g al giorno per via intramuscolare per 2-3 settimane;
    • Ciprofloxacina - in alternativa alla doxiciclina (in combinazione con streptomicina).

    Trattamento della brucellosi con metodi popolari

    Il trattamento della brucellosi con i rimedi tradizionali dimostra una dubbia efficacia ed è improbabile che sia in grado di superare l'infezione in combinazione con i preparati farmaceutici. Allo stesso tempo, nel trattamento delle forme ricorrenti di brucellosi o della sua recidiva, è possibile utilizzare i seguenti preparati a base di erbe, ognuno dei quali non è superfluo da discutere con il proprio medico:

    • unire un cucchiaio di foglie di ortica, fiori di sambuco nero, corteccia di salice, radice di prezzemolo, versare mezzo litro d'acqua, scolare dopo 30 minuti; prendere l'infuso un bicchiere caldo ogni due ore;
    • collegare 4 cucchiai. cucchiai di foglie di betulla, 1 cucchiaio. lascia l'olivello spinoso, 5 cucchiai. cucchiai di corteccia di salice, 3 cucchiai. la raccolta risultante versare un litro di acqua bollente, fate sobbollire per 20 minuti, filtrare; prendere un decotto caldo ogni due ore un bicchiere;
    • collegare 1 cucchiaio. foglie di ortica dioica, fiori di sambuco nero, baccelli di fagioli, 1 cucchiaio. raccolta ricevuta versare mezzo litro di acqua bollente, insistere 45 minuti, filtrare; Fai un infuso di mezza tazza più volte al giorno.

    Trattamento della brucellosi durante la gravidanza

    La brucellosi, come ogni altra malattia infettiva, è meglio prevenuta durante la gravidanza. Allo stesso tempo, si deve notare che le donne che soffrono di brucellosi possono iniziare una gravidanza e dare alla luce bambini completamente sani. I bambini durante il parto e quando sono alimentati con brucellosi non sono infetti. A volte si osservano lesioni oculari - irite, corioretinite, uveite, cheratite, ecc.

    Quali medici dovrei contattare in caso di brucellosi

    L'agente eziologico della brucellosi nelle forme acute e subacute può essere isolato dal sangue, dal midollo osseo e da altri substrati biologici. Tuttavia, i metodi di ricerca batteriologica sono complessi e richiedono condizioni speciali, incluso il livello di protezione dei tecnici di laboratorio. La crescita della Brucella si verifica lentamente per un periodo di mesi. Da reazioni sierologiche, una reazione di agglutinazione è considerata informativa, che ha due modifiche: la reazione di Wright, che viene eseguita in una provetta, e la reazione di Hadelson, che viene eseguita su vetro.

    Nel caso di una variante acuta del decorso della brucellosi, gli anticorpi iniziano ad apparire nella seconda settimana della malattia e il loro titolo aumenta ulteriormente. Un titolo di almeno 1: 200 (la reazione di Wright) e almeno ++ (la reazione di Hadelson) è considerata diagnostica. Sensibile per la diagnosi è RSK e RNGA, permettendo di distinguere tra cambiamenti di malattia e post-vaccinazione. Gli esami del sangue per gli anticorpi di varie classi che utilizzano ELISA sono ampiamente utilizzati nel mondo e viene eseguita la PCR.

    Dai metodi allergologici per la diagnosi della brucellosi utilizzando la reazione di Byrne per somministrazione intradermica di Brunellin (filtrato brodo di coltura del patogeno). La reazione è presa in considerazione dalla grandezza dell'edema: quando il diametro è inferiore a 1 cm, la reazione è considerata dubbia, a 1-3 cm è leggermente positiva; più di 6 cm - positivo. Il test intradermico, di norma, diventa positivo entro la fine del primo mese della malattia. Si tenga presente che la formulazione di un test allergico può causare la comparsa di anticorpi o un aumento del titolo anticorpale.

    I risultati negativi del campione Byrne consentono di escludere la presenza di brucellosi. A volte nei pazienti che hanno eseguito il campione Byrne sono state osservate esacerbazioni della malattia.

    Brucellosi come trattare

    La brucellosi è una grave infezione causata da specifici batteri del genere Brucella, la cui fonte sono gli animali domestici (infezione zoonotica) e la trasmissione multipla. Ad oggi, i casi di brucellosi sono segnalati in tutto il mondo, con una maggiore incidenza nei paesi con allevamento di animali sviluppati.

    Cause di brucellosi

    La malattia è causata da specifici batteri che appartengono a un genere separato Brucella, ha 7 specie. Nell'uomo, 3 tipi di malattia sono causati da B. melitetnsis (spesso causa anche malattia nelle capre), B. suis (può svilupparsi nel corpo dei suini) e B. abortus (si trova nei bovini). Questi batteri sono forme piccole, polimorfiche, a forma di bastoncello, sferiche (cocchi) e convolute. Le contestazioni e le capsule non si formano. Brucella ha una serie di caratteristiche che sono chiamate fattori di aggressività e contribuiscono allo sviluppo della malattia nell'uomo e negli animali, tra cui:

    • La sintesi della ialuronidasi è un enzima specifico che scompone l'acido ialuronico della sostanza extracellulare, che contribuisce alla penetrazione dei batteri nel corpo umano e alla loro distribuzione in esso.
    • Isolamento di sostanze che inibiscono (inibiscono) l'attività fagocitica dei leucociti dei macrofagi - questo rende possibile il parassitismo intracellulare dei batteri all'interno delle cellule del sistema immunitario e il lungo corso del processo infettivo nel corpo umano.
    • La capacità di allergizzare il corpo umano grazie al rilascio di sostanze proteiche, prodotti metabolici delle cellule batteriche.
    • Isolamento di potenti endotossine nella morte e distruzione di cellule batteriche - provoca una forte intossicazione del corpo umano e un disturbo metabolico in esso.
    • La formazione di specifiche forme L e S di batteri resistenti agli antibiotici e all'immunità umana, a causa di un cambiamento nella loro struttura genetica.

    Queste caratteristiche (fattori di aggressione) della brucella determinano la peculiarità del decorso della malattia e il meccanismo del suo sviluppo (patogenesi). La più virulenta (capacità di causare malattie gravi) è il tipo di batterio - B. melitetnsis. Tutti i batteri che causano la brucellosi, sono abbastanza stabili nell'ambiente, negli alimenti (carne, latte), nella pelle e nei capelli degli animali, possono mantenere la loro vitalità per un lungo periodo (da diversi mesi a sei mesi e più a lungo). Bollire in acqua li uccide all'istante, sono anche sensibili alle soluzioni antisettiche (perossido di idrogeno, alcool, furatsilina, candeggina, cloramina).

    Epidemiologia della malattia e sua trasmissione

    La brucellosi si riferisce a un'infezione zoonotica. Ciò significa che gli animali sono il principale serbatoio e fonte di infezione. Una persona viene infettata da animali domestici della fattoria, ovvero capre, mucche e bovini. La brucellosi è una malattia infettiva con diverse possibili vie di trasmissione del patogeno:

    • Il percorso alimentare è il modo più frequente di trasmissione, in cui l'agente patogeno entra nel corpo umano con alimenti contaminati di origine animale (carne, latte, formaggio). Soprattutto se questi prodotti sono consumati crudi o non trasformati termicamente.
    • Percorso di contatto: l'infezione di una persona si verifica quando la sua pelle o le sue mucose entrano in contatto diretto con un animale malato durante la sua cura, partorendo in allevamenti o singole fattorie. Inoltre, tale infezione è possibile durante il macello di un animale malato, macellando la sua carcassa, trasformando la pelle e le pelli degli animali malati dopo il loro massacro.
    • Via aerea - l'agente patogeno entra nel corpo umano con l'aria inalata. Tale percorso di trasmissione si realizza quando si respira aria contaminata da polvere o particelle microscopiche di lana e epidermide di animali malati.

    Considerando le peculiarità dell'epidemiologia della brucellosi, la fonte dell'infezione e le sue modalità di trasmissione, questa patologia è caratterizzata da una maggiore incidenza nelle persone che lavorano negli allevamenti o nelle singole fattorie. Di solito, l'insorgenza di casi di brucellosi nell'uomo è preceduta da un'epizoozia (aumento dell'incidenza) di questa infezione negli animali. Una persona, durante una malattia, non è contagiosa per le persone circostanti. Sono anche descritti diversi casi di infezione da brucellosi in laboratorio, durante la coltura di una coltura di batteri sui terreni nutritivi al fine di identificare e identificare l'agente patogeno.

    Il meccanismo di sviluppo della brucellosi

    I cancelli d'ingresso (luogo di introduzione del patogeno nel corpo), a seconda della via di trasmissione, sono le membrane mucose del tubo digerente (stomaco o intestino), gli organi dell'apparato respiratorio, la pelle e le mucose visibili (occhi, cavità orale). Nell'area dell'introduzione di batteri, i cambiamenti infiammatori non si sviluppano. I batteri, come agente estraneo per il corpo, vengono catturati dalle cellule del sistema immunitario (neutrofili e macrofagi) e diffusi in tutto il corpo. Quindi si depositano nel tessuto linfoide e danno luogo allo sviluppo di diverse fasi patogenetiche della malattia, che includono:

    • La fase di deriva linfatica è l'ingresso di batteri Brucella nel tessuto linfoide (linfociti, milza) con la loro riproduzione attiva.
    • Generalizzazione primaria (fase settico-tossico) - caratterizzata da un rilascio massiccio di batteri dal tessuto linfoide nel sangue. Questa fase coincide con l'inizio delle manifestazioni cliniche della malattia, dal momento che la circolazione della brucella nel sangue porta a grave intossicazione e allergia al corpo.
    • La fase di disseminazione - con il flusso di sangue, i batteri si diffondono in tutto il corpo e si depositano in una varietà di organi. I luoghi preferiti della loro localizzazione sono il fegato, i linfonodi (ri-penetrazione), la milza, il midollo osseo rosso. In luoghi e riproduzione secondaria dopo disseminazione (distribuzione nel corpo), si sviluppano foci di necrosi (morte cellulare) e una reazione infiammatoria sotto forma di granulomi.

    In futuro, in assenza di trattamento e sufficiente capacità adattativa del corpo umano e dell'attività funzionale del sistema immunitario, vi è una parziale soppressione della moltiplicazione dei batteri e delle infezioni croniche. I focolai di infezione con una buona risposta immunitaria e capacità protettive del corpo sono circondati da tessuto connettivo e sono trapelati con sali di calcio, il che rende possibile limitare il processo infettivo. Dopo una malattia, si forma un'immunità persistente specie-specifica per la brucellosi - l'immunità alla reinfezione.

    I sintomi della brucellosi

    La brucellosi ha un periodo di incubazione (il periodo di tempo dal momento dell'infezione all'insorgenza delle prime manifestazioni cliniche della malattia) per la brucellosi è di circa 1-2 settimane. Ci sono 3 forme cliniche di brucellosi, che hanno le loro specifiche manifestazioni della malattia - brucellosi acuta, cronica e residua.

    Sintomi di brucellosi acuta

    La brucellosi acuta è caratterizzata da un decorso pronunciato con manifestazioni di intossicazione generale del corpo e una durata del processo fino a 3 mesi. I sintomi principali di questa forma clinica sono:

    • Grave febbre con un lungo percorso e alte cifre di temperatura corporea (38-40 ° C).
    • Non c'è alcuna correlazione tra l'alta temperatura e il benessere della persona malata - anche con numeri molto alti, il paziente può sentirsi relativamente bene.
    • La febbre è prolungata con periodi di calo della temperatura fino a valori subfebrilici (37,5 ° C) oa valori normali. Poi, dopo un breve periodo, ritorna la febbre - una febbre ondulatoria.
    • Una milza ingrossata e un fegato in cui si verifica la proliferazione attiva dei batteri della brucellosi è un sintomo epatolienale.
    • Lo sviluppo di sudorazione grave, che aumenta nel periodo di diminuzione della temperatura corporea.
    • Sintomi aspecifici di intossicazione generale - mal di testa, malessere, debolezza, perdita di appetito, dolori muscolari e articolari. Queste manifestazioni non dipendono dalla temperatura corporea e possono svilupparsi anche con il suo valore normale.
    • Ipotensione moderata (diminuzione della pressione arteriosa sistemica) sullo sfondo di intossicazione del corpo.

    La gravità dei sintomi del decorso acuto della brucellosi dipende dalla reattività del corpo umano e dal numero di batteri presenti.

    I sintomi della brucellosi cronica

    Il decorso cronico della malattia è caratterizzato da una lesione focale degli organi in cui i batteri si moltiplicano. I sintomi principali di questa forma di brucellosi sono:

    • Febbre periodica con una temperatura di circa 38 ° C, ma più spesso persiste all'interno dei numeri subfebrilati (37,5 ° C).
    • Linfoadenopatia generalizzata - un aumento di tutti i gruppi di linfonodi.
    • Sintomi di danno al sistema nervoso autonomo: aumento della sudorazione, labilità emotiva (cambiamento dell'umore durante un breve periodo di tempo).
    • Segni di una lesione del sistema muscolo-scheletrico sono il sintomo più comune della brucellosi cronica, che è caratterizzata da infiammazione unilaterale delle grandi articolazioni (artrite) - anca, ginocchio, gomito e spalla.
    • La miocardite infettiva è un'infiammazione del muscolo cardiaco, manifestata da un dolore periodico nel cuore, non associato allo sforzo fisico.
    • Ingrandimento prolungato del fegato e della milza (epatosplenomegalia).

    In caso di grave diffusione di batteri, possono svilupparsi vari sintomi focali: un processo infiammatorio agli occhi, organi della sfera urogenitale, muscoli e pelle sotto forma di formazioni densi dolorose.

    Sintomi di brucellosi residua

    I sintomi di organi interni, cuore, vasi sanguigni e grandi articolazioni si stanno sviluppando, anche dopo che il corpo è stato liberato dalla brucellosi batterica. Questi cambiamenti sono persistenti e possono persistere per tutta la vita successiva della persona che l'ha avuta. La brucellosi residua è una sorta di complicazione dell'infezione.

    diagnostica

    Per la diagnosi specifica della brucellosi vengono utilizzati metodi di test di laboratorio che includono:

    • Studio batteriologico con isolamento della coltura batterica del patogeno e loro identificazione.
    • La diagnosi sierologica è il metodo di diagnosi più comune, in cui si utilizzano varie tecniche (reazione di agglutinazione, saggio immunoenzimatico), viene rilevato un aumento del titolo anticorpale verso determinati tipi di brucella.

    Per ulteriori diagnosi, al fine di determinare la gravità e la localizzazione dei cambiamenti strutturali negli organi, viene utilizzata un'analisi clinica del sangue e delle urine, dei raggi X e dei metodi ecografici dell'esame strumentale. La base per la diagnosi finale è l'identificazione e l'isolamento dell'agente patogeno o anticorpi ad esso.

    Trattamento della brucellosi

    Il complesso delle misure terapeutiche nel caso della brucellosi viene eseguito solo in un ospedale medico e comprende:

    • Terapia etiotrope - mirata alla distruzione del patogeno con l'aiuto di agenti antibatterici. Per fare questo, gli antibiotici del gruppo tetraciclina e rifampicina vengono utilizzati per lungo tempo, almeno 6 settimane, per distruggere completamente il patogeno e prevenire la formazione di forme resistenti di batteri e lo sviluppo della brucellosi cronica.
    • La terapia patogenetica è necessaria per ridurre la gravità del danno agli organi interni durante lo sviluppo di batteri in essi, compresa la disintossicazione (somministrazione di flebo endovenosa di soluzioni saline e assorbenti speciali), trattamento antiallergico con antistaminici, vitamine, stimolanti del sistema immunitario, antidolorifici (analgesici) e sedativi.

    Dopo il trattamento, la dimissione dall'ospedale viene effettuata non prima di 2 settimane dopo la normalizzazione della temperatura corporea e l'assenza di segni clinici di laboratorio della malattia. Dopo questo, si raccomanda il trattamento di sanatorio.

    Prevenzione della brucellosi

    La prevenzione ha lo scopo di impedire alla persona di infettare con la brucella o di creare immunità alla penetrazione di batteri nel corpo (immunità). A tal fine, vengono utilizzati 2 tipi di eventi:

    • Profilassi non specifica: identificazione e isolamento di animali malati presso allevamenti di bestiame, controllo batteriologico di alimenti di origine animale, fornitura di personale con dispositivi di protezione individuale (respiratori o maschere, guanti, camici).
    • La profilassi specifica mira a creare l'immunità nelle persone che vivono in aree sfavorevoli alla brucellosi e agli allevatori. Questo viene effettuato utilizzando vaccini contenenti batteri vivi e attenuati di 3 tipi principali di Brucella.

    L'incidenza della brucellosi oggi rimane ad un livello abbastanza alto. Casi costanti di infezione da Brucella sono registrati in tutto il mondo. Più spesso questo si verifica in paesi con allevamento di animali sviluppati. Data la gravità della patologia con frequente passaggio alla forma cronica, l'obiettivo principale nella lotta contro l'infezione è la sua prevenzione.