Cause di forti dolori durante le mestruazioni. Come alleviare la condizione

Il normale mensile viene regolarmente e dura 3-5 giorni. In questi giorni, una donna si stanca rapidamente, non si sente bene. Tuttavia, non provoca troppo disagio, non interferisce con il solito modo di vivere. Tuttavia, alcuni sentono un forte dolore all'addome. A volte è così dolorosa che una donna è costretta a rinunciare a tutto, a stare a casa, a prendere pillole per il dolore. Tale dolore durante le mestruazioni è un segno di patologia. La causa potrebbe essere malattie e disturbi ormonali. Per tollerare e sperare che il malessere passi da solo, è impossibile. Dobbiamo andare dal dottore.

Quando i dolori mestruali sono considerati patologia

Il rivestimento uterino (endometrio) viene regolarmente aggiornato, con il risultato di apparizioni mensili. La rimozione dell'epitelio morto dall'utero viene eseguita dalla contrazione dei suoi muscoli. Quando questo si verifica, la compressione delle terminazioni nervose e la compressione dei vasi sanguigni, che provoca la comparsa di sensazioni dolorose nell'addome inferiore. I dolori sono dati al sacro e alla parte bassa della schiena. Di solito compaiono alla vigilia delle mestruazioni e nei primi 2 giorni dopo il loro arrivo.

Le mestruazioni dolorose (dismenorrea) sono una patologia. Oltre al dolore nel basso addome e nella schiena, ci sono disturbi concomitanti di varia gravità. Se il ciclo di una donna è regolare, la natura del suo periodo corrisponde alla norma, quindi i sintomi sgradevoli scompaiono rapidamente, senza causare il suo particolare tormento. I casi gravi richiedono un trattamento serio.

Tipi di dismenorrea

Esistono due tipi di dismenorrea:

  1. Primario (funzionale), non associato a nessuna malattia. Di solito, le mestruazioni diventano dolorose 1.5-2 anni dopo l'inizio della pubertà, quando il ciclo si normalizza e l'ovulazione avviene regolarmente. Spesso, il dolore durante le mestruazioni è significativamente indebolito dopo il primo parto.
  2. Secondario (acquisito), associato a cambiamenti patologici nei genitali e varie malattie. Si verifica più spesso nelle donne di età superiore ai 30 anni. Di solito è accompagnato da disturbi vegetativi-vascolari (vertigini, sudorazione eccessiva e altri), così come tachicardia e aritmia cardiaca.

Se nel corso degli anni l'intensità del dolore durante le mestruazioni rimane costante, allora questa dismenorrea viene chiamata compensata. Se il dolore durante le mestruazioni ogni anno diventa più forte, allora si chiama scompensato.

Gradi di dismenorrea

Esistono 4 gradi di dismenorrea, caratterizzati dall'intensità del dolore.

0 gradi. Il dolore addominale è debole, non sono richiesti antidolorifici.

1 grado. Dolore moderato, abbastanza tollerabile. I sintomi naturali di accompagnamento sono lieve depressione, mal di testa, indigestione. Il malessere può essere completamente eliminato assumendo un farmaco anestetico.

2 gradi. Il dolore durante le mestruazioni è grave, accompagnato da sintomi come nausea, vertigini, brividi, debolezza generale, emicrania, irritabilità. La durata dei disturbi aumenta. Antidolorifici e sedativi aiutano a migliorare il benessere.

3 gradi. Il dolore severo nell'addome appare in una donna 2-3 giorni prima dell'inizio delle mestruazioni, continua fino alla fine. Allo stesso tempo, la temperatura aumenta, un mal di testa (al vomito) è molto doloroso, si verificano tachicardia e dolore al cuore. Potrebbe verificarsi uno svenimento. La donna è completamente inutilizzabile. Migliorare la condizione dei mezzi convenzionali non può.

Aggiunta: il dolore durante le mestruazioni può differire in natura (crampi, tiri, dolori, pugnalate), per dare nella parte bassa della schiena, fianchi.

Cause di mestruazioni dolorose

Il dolore funzionale durante le mestruazioni può verificarsi a causa della posizione patologica dell'utero, della formazione di aderenze e cicatrici dopo un aborto, aumento della sensibilità del corpo di una donna ai cambiamenti che si verificano in esso, eccitabilità emotiva. Un ruolo importante è svolto dall'ereditarietà. L'insorgenza di dolore può innescare carenze vitaminiche e mancanza di magnesio e calcio nel corpo. Uno stile di vita sedentario è anche una causa di dismenorrea progressiva. Contribuisce alla comparsa di dolore durante le mestruazioni e un fattore come i disturbi ormonali nel corpo. L'eccesso di ormoni prostaglandine causa un aumento delle contrazioni dell'utero, costrizione dei vasi sanguigni.

L'emergere della dismenorrea primaria contribuisce all'uso del dispositivo intrauterino. La dismenorrea secondaria può verificarsi a seguito di patologie quali endometriosi, fibromi uterini, gravidanza ectopica, malattie infiammatorie degli organi pelvici. Grave dolore durante le mestruazioni a causa della formazione di polipi e cisti nell'utero.

Video: quali sono le cause dei periodi dolorosi

Come ridurre il dolore durante le mestruazioni

Se il dolore è moderato, il ciclo è regolare, i periodi mensili sono normali in termini di volume e durata, quindi con l'aiuto di alcune tecniche è possibile alleviare sensazioni dolorose.

Raccomandazione: in caso di forti dolori si consiglia di visitare un medico e assicurarsi che non vi siano sintomi asintomatici. In alcuni casi, le malattie infiammatorie croniche e persino i tumori potrebbero non manifestarsi. Il sintomo doloroso può essere l'unico segnale di problemi.

Se, dopo un esame ginecologico, non viene rilevata alcuna malattia in una donna, a casa, la condizione può essere alleviata nei seguenti modi:

  1. Massaggiare i muscoli addominali nella direzione del movimento in senso orario, che contribuirà ad alleviare la tensione e facilitare gli spasmi. È anche bello fare un massaggio lombare.
  2. Fai una doccia calda che aiuta a rilassare i muscoli e a dilatare i vasi sanguigni.
  3. Sdraiati sul tuo fianco con le gambe piegate allo stomaco (posizione fetale).
  4. Prendere no-shpu per eliminare lo spasmo nell'utero, ketonal o ibuprofen (avere un forte effetto analgesico), valeriana (come un sedativo).
  5. Fare esercizio leggero (flessione, rotazione del corpo). Buon aiuto dal dolore durante lo yoga delle mestruazioni.
  6. Applicare durante le mestruazioni comprime con sale marino sull'addome inferiore. Prima delle mestruazioni e dopo di loro è utile fare rilassanti bagni brevi (15-20 minuti) con l'aggiunta di tale sale.
  7. Bere tè calmante dalla camomilla e menta (aggiungere 1-2 cucchiaini di miele a 1 tazza di tè). È utile prendere un infuso di prezzemolo, fragola.
  8. Se non sei allergico, puoi strofinare l'olio essenziale nella pelle del sacro e nell'addome inferiore. La procedura viene eseguita 2 volte al giorno 2 giorni prima delle mestruazioni e nei primi 2-3 giorni dopo l'inizio. Aiuta ad alleviare il dolore intenso con una miscela mensile contenente 50 ml di olio di Hypericum, 5 gocce di achillea e olio di salvia.
  9. Con dolore e forti emorragie sull'addome inferiore, il ghiaccio deve essere applicato per 15 minuti (sopra i vestiti, metterlo in una borsa).

Si consiglia di andare a nuotare. Durante il nuoto i muscoli si rilassano, alleviano le tensioni nervose. Le endorfine (i cosiddetti ormoni della gioia, sostanze con azione anestetica) sono prodotte intensivamente nel corpo.

Video: esercizi contro il dolore mensile

Quando vedere un dottore

I segni evidenti di gravi patologie sono spesso dolori gravi, che durano a lungo (più di 2 giorni). Inoltre, le sensazioni dolorose sono così forti che la donna è costretta a posticipare tutti i suoi affari e rimanere a casa. I dolori addominali sono accompagnati da diarrea, nausea e vomito. Vertigini, mal di testa, dolori alle cuciture nell'addome possono essere segni di eccessiva perdita di sangue e anemia.

Grave dolore addominale cramping si verifica durante la gravidanza ectopica. In questo caso, una donna richiede un intervento chirurgico urgente.

Quando gli antidolorifici e il no-shpa non aiutano, il dolore e la quantità di dimissione si intensificano, la consultazione con un medico è semplicemente necessaria. Se, tuttavia, durante il ciclo mestruale si sono manifestati gravi dolori sullo sfondo di un ciclo disturbato, una diminuzione del peso corporeo, questo potrebbe essere un segno di un tumore. Esaminato da un ginecologo è un bisogno urgente.

Farmaci prescritti per la dismenorrea

Oltre ai farmaci antispastici, i medici anti-infiammatori non steroidei sono prescritti dal medico per eliminare il dolore patologico durante le mestruazioni. Sono in grado di sopprimere la produzione di prostaglandine, riducendo così la contrattilità dell'utero.

I contraccettivi orali sono ampiamente usati per il trattamento della dismenorrea - farmaci ormonali a basso dosaggio che prevengono la formazione di un eccesso di prostaglandine. Vengono utilizzati anche preparati a base di erbe fitoestrogeni, che contribuiscono al miglioramento del background ormonale, nonché i rimedi omeopatici di azione non ormonale (menalgin). A poco a poco si accumulano nel corpo, aiutano a regolare il ciclo mestruale, ridurre il dolore e migliorare le condizioni del sistema nervoso.

Sono prescritti preparati complessi contenenti vitamine, calcio, ferro, magnesio e estratti vegetali (ad esempio fattore tempo). Si consiglia di iniziare a prendere il farmaco in anticipo, prima dell'inizio del mese. Quindi, al momento del loro esordio, la dose necessaria viene accumulata nel corpo, il farmaco agisce in modo più efficiente.

Metodi di terapia fisica - UHF ed elettroforesi aiutano a ridurre il dolore durante le mestruazioni. In questo caso, la procedura viene eseguita in anticipo. Prima dell'inizio delle mestruazioni, soluzioni speciali (novocaina, sodio bromuro) vengono applicate sull'addome ed esposte ad ultrasuoni o impulsi elettrici. Riscaldamento e anestesia si verifica.

Prevenzione di dismenorrea

Affinché le mestruazioni siano meno dolorose, si raccomanda di interrompere l'assunzione di alcolici nei giorni critici, evitare lo stress, non prendere freddo, muoversi di più, fare yoga. È necessario limitare l'uso di zucchero in questi giorni, alimenti che causano gonfiore intestinale. È utile mangiare cioccolato che stimola la produzione di endorfine e prodotti contenenti calcio e magnesio.

Dolore mestruale

Il dolore mestruale è una sensazione ciclica dolorosa di varia intensità che accompagna le mestruazioni. Non abbastanza piacevoli sensazioni soggettive accompagnano il sanguinamento mestruale in quasi tutte le donne, ma non tutte sono classificate come patologiche. Questi includono il dolore mestruale nell'addome inferiore.

Nella maggior parte (80%) delle donne, il periodo di sanguinamento uterino attivo è accompagnato da un dolore moderato quando una sensazione di trazione o dolore appare nell'addome inferiore. Non distorcono il ritmo abituale della vita, non richiedono correzioni mediche, durano molto poco (di solito 2-3 giorni) e passano da soli. Inoltre, nelle donne sane, le mestruazioni moderatamente dolorose non si ripetono da un ciclo all'altro, ma hanno un carattere temporaneo, episodico e procedono senza sintomi patologici concomitanti.

I sentimenti di dolore e disagio durante le mestruazioni sono spiegati dalla contrazione dei muscoli uterini. Quando il sangue e i frammenti di un endometrio distaccato si accumulano nell'utero, diventa necessario liberare rapidamente la cavità uterina da essi. La parete uterina inizia a decrescere ritmicamente e il suo contenuto viene evacuato e nella proiezione dell'utero possono apparire spiacevoli sensazioni soggettive. Più forti sono le contrazioni dei muscoli dell'utero, maggiore è la probabilità di dolore.

Si ritiene che il dolore mestruale sia una conseguenza di un aumento della concentrazione di prostaglandine nell'endometrio e nel plasma. Le prostaglandine sono composti chimici complessi con spiccata attività biologica e che influenzano lo scambio di energia. Stimolano e migliorano la funzione contrattile del miometrio durante il travaglio. Con alte concentrazioni di prostaglandine, l'utero durante le mestruazioni viene ridotto troppo intensamente, causando un disturbo nell'afflusso di sangue a certe parti del miometrio e, di conseguenza, gravi crampi mestruali.

Prima di discutere dei cambiamenti nei parametri delle mestruazioni, è prima necessario determinare quale ciclo si riferisce a "normale". Per la maggior parte delle donne, il concetto di "norma" è coerente con il sanguinamento mestruale regolare a intervalli di 25-35 giorni, che durano non più di sette e almeno due giorni. Le mestruazioni fisiologiche non dovrebbero essere troppo scarse (meno di 40 ml) o eccessivamente abbondanti (più di 150 ml). La perdita di sangue, di regola, è distribuita in modo irregolare durante le mestruazioni: i più "abbondanti" sono i primi 2-3 giorni, e quindi la quantità di sangue perso gradualmente diminuisce. Sono "giorni abbondanti" che spesso passano con il dolore mestruale, molto meno spesso le donne sentono dolore durante l'intero sanguinamento mestruale.

Per comodità, i pazienti sono incoraggiati a misurare la perdita di sangue mestruale per il numero di assorbenti che vengono sostituiti al giorno. Con una perdita di sangue fisiologica giornaliera, una donna non usa più di 4 elettrodi.

Le normali mestruazioni consentono un dolore addominale mestruale moderato, che non interferisce con una donna nel condurre una vita normale. Gravi dolori mestruali segnalano sempre problemi e richiedono un esame clinico dettagliato. Tuttavia, va notato che la percezione del dolore nelle donne è disuguale e dipende dalla soglia del dolore individuale. Pertanto, i reclami di periodi dolorosi non possono servire come base per una diagnosi affidabile senza una ricerca dettagliata dettagliata delle loro cause.

Se il dolore mestruale non sempre segnala la patologia, a chi di loro dovrebbe essere prestata particolare attenzione:

- È imperativo che i dolori mestruali con disturbi mestruali, come sanguinamento uterino disfunzionale, menorragia (periodi mestruali pesanti con una periodicità evidente), metrorragia (sanguinamento irregolare senza intervalli di tempo stabiliti), polimenorrea (frequenti mestruazioni), emorragia intermestruale e altri, siano allarmanti.

- Se le mestruazioni sono accompagnate, oltre al dolore, la febbre grave, il deterioramento del benessere generale, la comparsa nel sangue mestruale di un gran numero di coaguli scuri, la causa dei periodi dolorosi è più spesso un processo infiammatorio acuto nella cavità pelvica. Di norma, l'intensità del dolore sullo sfondo dell'infiammazione tende ad aumentare, il dolore continua per tutto il periodo mestruale e talvolta non si ferma dopo la fine.

- L'emergere di forti dolori mestruali sullo sfondo del ritardo spesso ti fa pensare a un possibile aborto (incluso ectopico).

- Sulla causa patologica del dolore durante le mestruazioni si dice la sua comparsa prima dell'inizio del sanguinamento mestruale.

- La gravità delle cause della mestruazione dolorosa è evidenziata dalla loro natura permanente, quando i dolori mestruali che sono sorti (come sembra, senza ovvie ragioni gravi) iniziano a ripetersi ogni mese.

La diagnosi delle cause del dolore mestruale inizia con l'esame dei reclami e l'esame pelvico. A volte la causa del dolore è stabilita nella fase iniziale dell'esame, quando il paziente indica chiaramente la situazione provocatoria: esacerbazione di infiammazione cronica, grave stress, eccessivo esercizio alla vigilia o durante sanguinamento mestruale e altri.

La diagnostica di laboratorio aiuta a eliminare la natura infettiva del dolore mestruale, a determinare lo stato dei livelli ormonali e sono necessari metodi di esame strumentali (ultrasuoni, RM, TC, isteroscopia e simili) per una ricerca più approfondita.

Va notato che il dolore durante le mestruazioni non è sempre associato a processi patologici nei genitali. Se l'esame della patologia organica dei genitali non viene diagnosticato, i periodi dolorosi sono correlati al processo fisiologico basato sulla distruzione dei sistemi neuroendocrino, metabolico e psico-emotivo.

Il trattamento del dolore mestruale deve essere sempre coerente con la loro causa. La rimozione del dolore mestruale non significa la sua cura, quindi, nella terapia non vengono utilizzati solo antidolorifici per il dolore mestruale. È necessario influenzare la causa della malattia e prevenirne l'aggravamento.

Cause del dolore mestruale

A volte si verificano periodi dolorosi a causa di cause completamente innocue. Ad esempio, il dolore mestruale può verificarsi a causa di uno stile di vita impropriamente organizzato durante le mestruazioni, quando i pazienti sono troppo pesanti fisicamente: sollevano pesi, praticano sport e svolgono anche attività che comportano una notevole attività fisica. Ipotermia e raffreddori, stress e notevole stress psico-emotivo possono aumentare il dolore durante le mestruazioni. Di norma, i periodi dolorosi che si sono verificati per queste ragioni si verificano una sola volta, rispondono bene ai rimedi auto-somministrati per il dolore mestruale e non si ripresentano.

Il criterio diagnostico importante è il momento in cui si verificano le mestruazioni dolorose. Convenzionalmente, tutti i dolori mestruali sono classificati in base al momento dell'apparenza in primario e secondario.

Il dolore mestruale primitivo appare molto presto - durante l'istituzione della prima mestruazione (menarca) o non oltre un anno e mezzo dopo. Quando si esaminano le ragazze con dolore mestruale primario, non vengono rilevate anomalie patologiche da parte degli organi genitali, ma un gran numero di cosiddetti sintomi "sistemici" associati a disturbi funzionali nel lavoro di altri sistemi corporei (non sessuali) - nervoso, endocrino, psico-emotivo e così via - vengono sempre diagnosticati.

Le cause più comuni di dolore mestruale primario sono:

- Disturbi endocrini che portano a disfunzione ormonale e distorsione della corretta secrezione di prostaglandine.

- Ostacoli meccanici alla evacuazione tempestiva del contenuto della cavità uterina durante il sanguinamento mestruale. Questi includono, prima di tutto, malformazioni congenite dei genitali: la posizione errata dell'utero o la sua struttura anormale, fusione parziale o completa (atresia) della cavità cervicale.

- Caratteristiche costituzionali, in particolare l'infantilismo sessuale, a causa del quale la muscolatura dell'utero rimane in uno stato sottosviluppato e non è in grado di svuotare correttamente l'utero durante le mestruazioni.

- Psicoemozionale. Lo stress pronunciato, il disagio emotivo a lungo termine e la depressione possono modificare il corretto funzionamento del cervello, compresi i centri di regolazione del ciclo mestruale. Inoltre, lo stress può cambiare la percezione del dolore cambiando la sua soglia.

A volte la fonte del dolore mestruale primario rimane inspiegabile. Se durante l'esame di un paziente con dolore mestruale primario, non viene rilevata alcuna patologia organica o funzionale, il dolore mestruale è considerato una norma individuale e correlato con una soglia di dolore bassa.

Pertanto, il dolore mestruale primitivo, secondo la causa dell'apparenza, può essere classificato in psicogeno (eccessiva labilità del sistema nervoso e / o sindrome asteno-vegetativa), spasmogenico (compromissione della capacità del miometrio a contrarsi correttamente) ed essenziale (variante individuale della norma).

Dolori mestruali di origine secondaria appaiono sullo sfondo delle malattie ginecologiche, che sono la loro causa. Periodi dolorosi possono accompagnare malattie infettive e infiammatorie dell'area genitale, miomi e polipi uterini, endometriosi, aderenze e altre malattie associate a cambiamenti organici negli organi della cavità pelvica. A volte i crampi mestruali secondari sono innescati dallo IUD.

Sintomi e segni del dolore mestruale

I dolori mestruali primari si dichiarano dalla prima mestruazione o compaiono nel primo anno e mezzo dopo la loro insorgenza. Più spesso appaiono in ragazze e donne di corporatura astenica, che hanno un peso corporeo ridotto e una psiche labili.

Le mestruazioni dolorose di origine secondaria appaiono nelle donne di età compresa tra 30 e 40 anni con patologia ginecologica, con anamnesi di parto, aborto, infertilità prolungata, malattie infettive croniche e interventi chirurgici.

Tra le lamentele dei pazienti, il dolore è più spesso menzionato. Di solito, il dolore appare 12 ore prima dell'inizio della successiva mestruazione e aumenta gradualmente fino all'inizio del sanguinamento mestruale, ma la sua durata non è sempre la stessa. Di norma, i dolori mestruali primari sono più pronunciati nelle prime 2 - 42 ore di sanguinamento mestruale e quindi diventano insignificanti o scompaiono del tutto. Anche l'intensità del dolore non è la stessa. Il dolore può essere noioso, arcuato, opprimente e può acquisire caratteristiche più luminose: diventa angosciante, acuto, irradiato alle zone e agli organi adiacenti.

È consuetudine individuare diversi gradi di sindrome del dolore:

- Il primo, il più semplice, è caratterizzato da sensazioni dolorose minori senza accompagnamento di sintomi sistemici negativi. Di solito ci sono leggeri spasmi, dolori o pressioni di sentimenti deboli per un breve periodo, pari al periodo di sanguinamento mestruale pesante. Il paziente si sente bene e continua a condurre una vita attiva senza assumere pillole per il dolore mestruale, ma nel tempo la sindrome del dolore può peggiorare.

- La seconda, moderata, gravità del dolore mestruale è caratterizzata da una clinica più luminosa. I dolori si ripetono ad ogni mestruazione e sono accompagnati da altri sintomi sistemici e patologici e, nel caso di dolori secondari, il paziente mostra segni della malattia sottostante. Questo grado di gravità del dolore durante le mestruazioni non può più essere ignorato, poiché peggiora la salute e non consente di condurre una vita normale. Il paziente deve sempre assumere antidolorifici con dolore mestruale di secondo grado. Un importante criterio diagnostico per differenziare questo grado di dolore dagli altri è il rapido sollievo dal dolore mestruale con i farmaci.

- Il terzo grado del dolore mestruale può essere chiamato molto grave. Il dolore pelvico è così forte che impedisce al paziente di alzarsi dal letto. I sintomi sistemici sono più intensi. Nessun rimedio auto-accettato per il dolore mestruale del terzo grado di gravità non allevia le condizioni del paziente.

Non sempre la causa del dolore mestruale è ovvia, spesso per la sua ricerca richiede un ampio elenco di misure diagnostiche. Vengono eseguiti fino a quando non vengono rilevate le origini del dolore.

L'esame inizia con l'esame dei reclami, l'esame generale e ginecologico. Più spesso, i pazienti con dolori mestruali sono giovani (fino a 30 anni), hanno una costituzione specifica, labilità emotiva e un aspetto "logoro".

Negli adolescenti, i reclami primari di dolori mestruali con disturbi mestruali in combinazione con la sindrome premestruale conducono tra i disturbi.

Disturbi sistemici che accompagnano dolori mestruali di qualsiasi origine sono condizionatamente classificati in:

- Vegetativo: emicrania, disturbi del ritmo cardiaco, dolore al cuore, brividi alternati e sudorazione eccessiva, disfunzione del tratto digestivo, vomito, gonfiore del viso e degli arti, aumento di peso prima delle mestruazioni, fluttuazioni della pressione sanguigna, svenimenti e molti altri.

- Psico-emozionale: mancanza di respiro o soffocamento, "nodo in gola", frequenti cambiamenti di umore immotivati, scarso sonno, apatia, ansia e perdita di appetito.

I dolori mestruali secondari sono sempre combinati con i sintomi della malattia ginecologica che li ha provocati. Le cause più comuni di mestruazioni dolorose di origine secondaria sono:

- Endometriosi. Questa complessa patologia ormono-dipendente provoca dolore per diversi (5-7) giorni prima dell'inizio delle mestruazioni. Di norma, oltre al dolore, ci sono anche macchie scure. Il dolore nell'endometriosi continua dopo la fine del sanguinamento mestruale. Spesso si placano solo a metà del ciclo.

- Fibroidi uterini. Formati nello spessore del muro uterino, i nodi miomatosi violano la contrattilità del miometrio, causando crampi crampi mestruali.

- Le malattie infiammatorie e la loro principale complicazione sono le adesioni. Le aderenze alterano la posizione e la mobilità degli organi pelvici. Durante le aderenze, la sindrome del dolore non è limitata solo al periodo mestruale, il dolore è permanente e durante il sanguinamento mestruale si intensifica solo.

Quando si esaminano i reclami del paziente, è importante scoprire quali farmaci per il dolore mestruale che prende e quanto sono efficaci.

La diagnosi di laboratorio è la più importante per il dolore mestruale secondario. Se sono causati da un processo infettivo, i risultati di uno studio della composizione microbica dello scarico della vagina e del canale cervicale (striscio, semina, ecc.) Aiutano a determinare il "colpevole" dell'infiammazione.

Anche nell'ambito di studi di laboratorio è stato determinato il livello dei principali ormoni (LH, FSH, estrogeni, progesterone e altri).

La scansione ad ultrasuoni della cavità pelvica sono tutti pazienti con dolore mestruale. Permette di determinare lo stato dell'utero e delle appendici, di individuare formazioni patologiche (cisti, miomi, polipi, focolai di endometriosi e altri) e di studiare le condizioni dell'endometrio.

Per diagnosticare la causa dei dolori mestruali primari, spesso è richiesto l'aiuto di specialisti correlati: endocrinologi, neuropatologi, terapisti e altri.

Se il dolore durante le mestruazioni non cambia, vengono considerati compensati e, se progrediscono da ciclo a ciclo, diventano più pronunciati e prolungati, parlano di dolore mestruale scompensato.

Bisogna sottolineare ancora una volta che se il dolore mestruale era limitato a una sola mestruazione e le successive mestruazioni erano normali, la situazione è fisiologica e non richiede un esame e un trattamento dettagliato.

Trattamento del dolore mestruale

I dolori mestruali secondari non vengono mai trattati separatamente dalla malattia di base, perché i periodi dolorosi passano solo dopo un adeguato trattamento della malattia che li ha causati. Qualsiasi anestetico per il dolore mestruale è integrato nello schema terapeutico e le principali misure terapeutiche sono dirette alla loro causa.

Non è facile trattare il dolore mestruale primario, in quanto non hanno una base organica, ma sono associati a disturbi sistemici. Le tattiche terapeutiche dipendono dalla gravità del dolore mestruale. Il primo, lieve, grado senza concomitanti gravi fallimenti sistemici può essere curato senza la partecipazione di farmaci. I dolori mestruali lievi vanno via da soli dopo un cambiamento nello stile di vita, nella nutrizione e nella riduzione del carico sul sistema nervoso. Per prevenire lo sviluppo di disordini metabolici e autonomi, a volte è consigliabile assumere antiossidanti, in particolare la vitamina E.

Poiché la sintesi eccessiva di prostaglandine gioca un ruolo significativo nello sviluppo della sindrome del dolore, è necessario eliminarla per alleviare le convulsioni del dolore mestruale. Il gruppo di farmaci antinfiammatori non steroidei affronta con successo questo compito: Aspirina, Nimesulide, Diclofenac, Ibuprofene e simili. Possono essere utilizzati in diverse forme di dosaggio - candele o compresse.

Le candele medicinali per il dolore mestruale sono molto popolari nei pazienti grazie alla facilità d'uso e all'effetto curativo veloce. Nella loro composizione possono essere componenti antibatterici, antispasmodici e antinfiammatori che potenziano l'effetto analgesico.

Quando si sceglie un metodo di trattamento del dolore mestruale, viene sempre preso in considerazione lo stato della funzione ormonale del corpo. La disfunzione ormonale viene spesso diagnosticata in pazienti con dolore mestruale e vengono utilizzati preparati ormonali per eliminarla. Le pillole ormonali per il dolore mestruale sono selezionate in base al livello di estrogeni.

L'auto-trattamento di questo stato è inaccettabile. Selezionati a caso pillole o supposte per i dolori mestruali possono temporaneamente eliminare il dolore, ma non sono in grado di eliminare la causa.

Dolore mestruale

Sintomi simili al dolore durante le mestruazioni:

  • dolore durante le mestruazioni
  • periodi dolorosi
  • ciclo mestruale doloroso

Nel qual caso consultare un medico per le mestruazioni dolorose:

  • se il dolore è così grave che non puoi frequentare la scuola, lavorare o svolgere le tue solite attività e durare più di 2 giorni.
  • se il dolore è accompagnato da nausea, mal di testa, feci molli e vomito.
  • se, oltre al dolore, c'è un forte sanguinamento o un ammasso di più di un giorno.
  • con forti dolori spasmodici nelle persone che assumono farmaci contraccettivi.
  • con l'improvvisa comparsa di dolori crampi durante le mestruazioni nelle donne di mezza età.
  • se il dolore persiste dopo l'assunzione di aspirina o ibuprofene.
  • con la comparsa della prima o della seconda mestruazione, accompagnata da un dolore molto intenso.

Cause del dolore durante le mestruazioni:

Cramping dolore durante le mestruazioni è uno dei pochi sintomi che si verificano regolarmente. Appaiono con la stessa frequenza delle stesse mestruazioni.

Perché i dolori si verificano durante le mestruazioni e questo è considerato normale? Gli scienziati hanno determinato che gli ormoni conosciuti come prostaglandine si formano nel corpo di una donna. Forniscono le contrazioni dell'utero e il rifiuto del suo rivestimento interno. Con la contrazione dell'utero, che molte donne sentono come dolore crampi, c'è un rilascio di sangue mestruale.

Più del 50% delle donne sente i crampi in un modo o nell'altro, ma, per fortuna, nella maggior parte dei casi sono moderati e di solito si verificano nei primi tre giorni delle mestruazioni.

La gravità del dolore durante le mestruazioni dipende dalla quantità di prostaglandine nel corpo. Tuttavia, nel caso di dolori crampi molto forti e dolorosi, si dovrebbe anche pensare al possibile effetto di altri fattori. Ad esempio, potrebbe verificarsi una crescita eccessiva del rivestimento interno dell'utero. Tali disturbi sono chiamati endometriosi.

Quando le mestruazioni appaiono più spasmi gravi, si può pensare alla formazione di coaguli di sangue e alla compressione dell'utero a causa della formazione di nodi fibromaidi. Il fibroma è un tumore benigno dei muscoli dell'utero. Inoltre, a volte il dolore cramping delle donne può essere un segno di aborto spontaneo. Molto spesso, il dolore durante le mestruazioni indica un grado variabile di endometriosi, sindrome dell'ovaio policistico, infiammazione degli organi pelvici.

Trattamento per mitigare ed eliminare i sintomi

Cosa fare per alleviare il dolore durante le mestruazioni:

Nuoto. L'esercizio non solo promuove il rilascio di endorfine - antidolorifici naturali, ma aiuta anche a distogliere l'attenzione. Di tutti gli strumenti che raccomandiamo per il dolore intenso, il nuoto è il meno traumatico e più utile.

Cerca di rilassare i muscoli. Se soffri di dolore o altri disturbi, insieme al nuoto, prova a fare esercizi leggeri. Ti aiuteranno a rilassare i muscoli associati al dolore crampi.

Sdraiati sul pavimento sulla schiena o sul letto, piegando le ginocchia e appoggiando i piedi sul pavimento o sul letto. Metti le mani lungo il tuo corpo, i palmi verso il basso. Inizia delicatamente piegando l'addome su e giù per due minuti. Assicurati che i tuoi muscoli siano rilassati in questo momento. Prendi brevi respiri durante gli esercizi. Una serie di esercizi include dieci respiri. Esegui una serie di esercizi cinque volte.

Fai delle pause di riposo. (Respiro veloce e superficiale può provocare vertigini). Per eseguire il seguente esercizio, posizionare un libro grande e pesante in una rilegatura morbida (a tal fine, è indicato un elenco telefonico) sull'addome. Inizia a respirare lentamente attraverso il naso, spostando il muro dell'addome al ritmo e sollevando il libro. Stringere i muscoli addominali e tenerli in questo stato, contando fino a cinque. Continua i tuoi esercizi di respirazione con rilassamento muscolare profondo per altri due minuti.

Usando il libro crea pressione, che aiuta ad alleviare il dolore cramping nell'addome.

Applicare calore al punto dolente. Il calore aiuta a combattere i dolori addominali. Applicando una bottiglia di acqua calda o una piastra riscaldante, contribuisci ad aumentare il flusso di sangue nell'utero. In questo modo, viene ridotta l'influenza delle sostanze chimiche presenti in natura che causano i crampi. Ma non esagerare, il calore sullo stomaco aumenta il sanguinamento.

Cerca di rilassarti con un bagno caldo o un riscaldatore sull'addome per 15 minuti. Puoi provare un leggero massaggio con l'aiuto di speciali creme "riscaldanti" che penetrano nella pelle. Puoi farlo sfregando l'olio liquido (dovresti essere avvisato che non dovresti mai usare queste creme e le piastre riscaldanti allo stesso tempo, la loro combinazione può portare a gravi ustioni).

Inoltre, puoi consigliare una bevanda calda sotto forma di zuppa liquida, brodo o tè alle erbe.

Cerca di congelare il tuo dolore. Alcune donne notano un effetto più benefico del freddo rispetto al caldo con dolore nell'addome inferiore. Prova a mettere una borsa del ghiaccio sullo stomaco per 15-20 minuti. C'è un restringimento dei vasi sanguigni, che può portare sollievo,

Tieni traccia del contenuto di calcio nel cibo. Pensi che la tua dieta contenga principalmente alimenti a basso contenuto di calcio - frutta e verdura? Quindi aumentare l'assunzione di prodotti caseari con basso contenuto di grassi.

Almeno quattro studi hanno dimostrato che il calcio allevia significativamente i dolori crampi durante le mestruazioni. Tuttavia, in media, le donne americane usano solo circa 600 mg di calcio al giorno (gli standard nutrizionali raccomandati sono 800 mg).

Durante l'implementazione di un programma di ricerca del Dipartimento dell'Agricoltura, si è riscontrato che tra le donne che consumavano 1.300 mg al giorno o più di calcio al giorno, l'intensità del dolore diminuiva. Hanno anche notato una diminuzione della ritenzione di liquidi nel corpo, un miglioramento dell'umore e un aumento della concentrazione.

Una tazza di yogurt magro ti fornirà circa 400 mg di calcio. Circa 300 mg di calcio sono contenuti in una tazza di latte non grasso.

Mantieni la tua normale attività. Non rinunciare ai soliti affari. Se ti alzi dal letto e ti sposti, sarai in grado di fuggire dai tuoi dolori.

Regalati un po '. L'ansia può aumentare il dolore del 30% o più. Pertanto, puoi permetterti qualcosa che dia una sensazione di benessere e aiuti ad alleviare il dolore. In questo momento è buono bere tè, latte caldo o anche cioccolato, se allevia le tue condizioni.

Cerca di alleviare il dolore con l'ibuprofene. Sebbene le prostaglandine presenti in natura siano coinvolte nel normale ciclo mestruale, alcune donne sono troppo sensibili a loro. Derivati ​​di ibuprofene, come edvil, sono tra i farmaci più efficaci che sopprimono la formazione di prostaglandine.

È importante considerare il fattore tempo. Prima inizi a prendere il farmaco, più velocemente funzionerà. Prendi questi farmaci con i pasti quando hai dolore o i primi segni del ciclo mestruale. Di solito, è sufficiente prendere ibuprofene al primo o al secondo giorno delle mestruazioni per fermare il dolore.

Cerca di sbarazzarti del dolore con il sesso. I dolori crampi durante le mestruazioni sono spesso accompagnati da spiacevoli sensazioni di trabocco e pesantezza nell'area pelvica. È associato alla stasi nei vasi sanguigni dilatati. A volte in questi casi, la riduzione del disagio viene raggiunta usando un orgasmo. Le contrazioni dell'utero, che si verificano durante l'orgasmo, portano alla costrizione dei vasi sanguigni. Utilizzare un preservativo durante le mestruazioni, anche se si utilizzano altri contraccettivi - l'utero durante le mestruazioni è molto sensibile a qualsiasi microrganismo estraneo.

Trattamento del dolore durante le mestruazioni

Sfortunatamente, gli antidolorifici, che molti inconsapevolmente assumono durante le mestruazioni dolorose, non agiscono sulla causa del dolore, ma solo sulle sue conseguenze. Ecco perché il dolore ritorna ancora e ancora, ogni mese. Inoltre, questi farmaci non forniscono un effetto terapeutico per l'endometriosi, che è spesso nascosto sotto il dolore durante le mestruazioni. Se le mestruazioni sono troppo dolorose e il dolore continua per più di qualche ora, questa non è più una condizione normale e è necessaria la consultazione con un ginecologo. Un'ulteriore scelta di farmaci per il trattamento delle mestruazioni dolorose dipende dalla causa del dolore, i farmaci e il dosaggio sono selezionati individualmente.

Farmaci per il dolore mestruale

Se le mestruazioni dolorose sono dovute a bassi livelli di ormone progesterone, i medici raccomandano trattamenti per il trattamento di analoghi del progesterone.

Uno dei farmaci più moderni in questo gruppo è Duphaston. È fatto da materiali vegetali - igname e soia. La formula molecolare di Duphaston è quasi identica a quella del progesterone naturale e allo stesso tempo ha caratteristiche che la rendono più efficace del progesterone regolare. Inoltre, Duphaston non dà effetti androgenici. Questo significa assumerlo, il paziente può essere sicuro che la sua pelle rimarrà pulita, la crescita indesiderata dei peli non lo farà e il peso corporeo non aumenterà. La sicurezza di Duphaston è confermata dal fatto che è ampiamente prescritto durante la gravidanza per la sua conservazione.

Duphaston compensa la deficienza del progesterone nella dismenorrea, contribuendo alla normalizzazione delle prostaglandine, quindi il dolore durante le mestruazioni non si verifica. Inoltre, Duphaston è usato in molte malattie ginecologiche, inclusa l'endometriosi.

Duphaston è prescritto solo da un medico dopo un esame, solo in determinati giorni del ciclo mestruale, il medico seleziona individualmente il dosaggio del farmaco.

È importante ricordare che il dolore è un segnale che invia il nostro corpo, dicendo che ci sono problemi che richiedono attenzione.

Dolore durante le mestruazioni

Molte donne hanno familiarità con i sintomi di incombenze o esordio delle mestruazioni, come la tenerezza al petto, il cattivo umore, la perdita di forza, l'irritabilità e il dolore nell'addome inferiore. Di solito in questi giorni e il lavoro non è incollato, e l'umore è tale che anche la famiglia cerca di avere meno probabilità di attirare l'attenzione.

Cosa dicono gli esperti sulle mestruazioni dolorose e su come alleviare tale dolore?

Contenuto dell'articolo:

Perché è un dolore allo stomaco durante il periodo - le principali cause di dolore durante le mestruazioni

Qualsiasi donna (con rare eccezioni) sta vivendo almeno un disagio prima o durante le mestruazioni. La principale lamentela è il dolore addominale.

Perché sta succedendo questo?

Prima di tutto, non farti prendere dal panico: se non ci sono "segnali" di accompagnamento, e le mestruazioni non sono fuori dal quadro delineato dai medici, allora non c'è nulla di cui preoccuparsi. Il processo fisiologico naturale (rifiuto mensile e separazione dello strato interno dell'utero, che, pur contraendo, causa dolore) non richiede una visita urgente ai medici.

I periodi dolorosi hanno il loro nome - algodismenorrea:

  • Algomenorea primaria. Aumento dell'attività contrattile del miometrio con ormoni tissutali e, di conseguenza, dolori crampi e spasmi vascolari. Particolare per le donne di 16-25 anni. I sintomi comprendono nausea, mal di testa, feci alterate e dolore al basso addome un giorno o due prima delle mestruazioni e nei primi due giorni delle mestruazioni. Non sono stati osservati cambiamenti patologici negli organi pelvici. Di solito il livello di dolore diminuisce dopo il parto e con l'età.
  • Algomenorea secondaria. In questo caso, ci sono patologie degli organi pelvici e il dolore diventa un sintomo di cambiamenti anatomici nell'utero.


Le cause delle mestruazioni dolorose (dismenorrea), non associate a malattie del sistema riproduttivo femminile, includono:

  • Interruzione dell'equilibrio degli ormoni sessuali (progesterone, che contribuisce alla riduzione dell'utero, e prostaglandine, il cui eccesso aumenta la forza di contrazione dei muscoli uterini), attività eccessiva della ghiandola tiroidea.
  • Dispositivo intrauterino e altri contraccettivi.
  • Alta sensibilità ai cambiamenti nel corpo.
  • Utero localizzato erroneamente.
  • Eccitabilità del sistema nervoso.
  • Dolore come risultato del parto o dell'aborto.
  • Mancanza di adeguato sforzo fisico.
  • Eredità.
  • Carenza di calcio o di magnesio
  • Malnutrizione Leggi anche: Nozioni di base sulla corretta alimentazione per la salute e la bellezza delle donne.

Se il dolore durante le mestruazioni è di breve durata, il livello del dolore è tollerabile e le cose di tutti i giorni non vengono posticipate, quindi tutto è normale e non c'è motivo di farsi prendere dal panico.

10 migliori ricette: come sbarazzarsi del dolore durante le mestruazioni

Per ridurre il livello di dolore durante le mestruazioni (purché non ci siano seri problemi con la salute delle donne) i metodi tradizionali popolari possono aiutare:

  1. Calore secco, massaggio e riposo
    Aiuterà calorosamente a rilassare l'utero ea ridurre la forza delle sue contrazioni, un leggero massaggio dell'addome (rigorosamente in senso orario) rilasserà i muscoli.
  2. Antidolorifico
    1-2 compresse no-shpy aiutano ad alleviare i crampi. L'ibuprofene, lo spasmalgon o il chetonal aiuteranno a far fronte a forti dolori. Per i dolori causati da sovra-stimolazione del sistema nervoso (stress, ecc.), Un semplice sedativo può aiutare - anche un normale valeriana.
  3. Contraccettivi orali
    Le pillole anticoncezionali contengono ormoni che contribuiscono alla normalizzazione dei livelli ormonali. Queste pillole sono molto efficaci per alleviare il dolore addominale e altri "effetti" delle mestruazioni. Ovviamente, senza il consiglio di un ginecologo, non dovresti iniziare la ricezione.
  4. Attività fisica
    Naturalmente, non si tratta di carichi d'urto e, inoltre, non di esercizi addominali, ma qui le pendenze, le rotazioni del corpo, lo stretching leggero andranno bene. Pilates e yoga, suggerendo il lavoro sul tono muscolare, sono anche un ottimo rimedio per il dolore.
  5. Comprime e bagni
    Ad esempio, un bagno con sale marino (assunto prima e dopo le mestruazioni per 15-20 minuti, ogni giorno). Anche in forma bagni sedentari (contrasto) prima della comparsa delle mestruazioni e impacchi - durante le mestruazioni. Dopo un bagno o una doccia a contrasto, dovresti vestirti calorosamente e sdraiarti per almeno un'ora.
  6. Tè alle erbe, infusi, decotti
    Questi includono camomilla e tè alla menta (miele può essere aggiunto), prezzemolo o acetosa, acqua minerale, tanaceto, ghiande, fragole, angelica, ecc.
  7. massaggio
    La rimozione di spasmi contribuirà a un massaggio lombare. È auspicabile, con l'aiuto di qualcuno, anche se puoi farlo da solo. Metti due calze da tennis su una pallina da tennis, appoggia le spalle in modo che le palline siano all'altezza delle costole inferiori su entrambi i lati della colonna vertebrale. Premere delicatamente indietro e delicatamente rotolare le palle con i muscoli.
  8. Oli essenziali
    Prima delle mestruazioni e dei primi giorni, puoi strofinare una miscela di oli essenziali nella zona sacrale, così come nell'addome inferiore. Ingredienti: olio di iperico (50 ml), maggiorana (5 pezzi), salvia moscata (4 pezzi), achillea (5 cappucci). Sfrega un paio di volte al giorno. Prima della procedura, testare le allergie, un po 'spalmando la miscela, ad esempio, le curve del gomito. Prurito o arrossamento è un segno di allergia.
  9. nuoto
    Il modo più utile e meno traumatico per alleviare il dolore. I principali vantaggi sono il rilascio di endorfine (antidolorifici naturali), il rilassamento muscolare.
  10. Freddo sullo stomaco
    Il dolore "congelato" è uno dei metodi efficaci. Sullo stomaco dovrebbe mettere una borsa del ghiaccio (solo in un asciugamano e sopra i vestiti!) Per 15 minuti, non di più.

Per quanto riguarda la prevenzione del dolore prima e durante le mestruazioni, ricordarsi di mangiare cibi ricchi di calcio (latte magro a bassa percentuale di grassi), mantenere attivo (questo vale anche per il sesso - l'orgasmo riduce il livello di disagio), minimizzare il piccante, il piccante e il caffè nella dieta, rifiutare dal fumo e dall'alcool, non raffreddare eccessivamente ed evitare lo stress.

Quando dovrei andare dal medico se ho dolore durante il mio periodo?

Dovresti diffidare e fare una visita al tuo ginecologo se...

  • Il dolore cambia il tuo solito stile di vita (devi prendere un giorno di riposo e stare a letto).
  • Il dolore severo dura più di 2 giorni.
  • Dolore accompagnato da nausea, diarrea, mal di testa.
  • L'emorragia eccessiva è accompagnata dal rilascio di coaguli di sangue e dura più di 1-2 giorni.
  • Il dolore severo è presente, anche con l'assunzione di contraccettivi orali.
  • Il dolore severo (per donne di mezza età) è apparso abbastanza di recente.
  • Ibuprofene, ma-shpa, gli analgesici non aiutano.
  • Lo scarico è più abbondante di prima (la posa dura per 1-2 ore).
  • Il ciclo è stato rotto e il peso corporeo è diminuito.


Tali sintomi possono indicare la presenza di gravi motivi per il trattamento. Questi di solito includono:

  1. Endometriosi (dolori dolorosi o crampi con ritorno al retto durante l'intero ciclo).
  2. Mioma, fibroma, polipi o cancro dell'utero.
  3. Vene varicose
  4. Anomalie nella struttura dell'utero.
  5. Malattia di Willebrand.
  6. Carenza di piastrine nel sangue
  7. Processo infiammatorio nel sistema urogenitale.

Per alleviare il dolore durante le mestruazioni, vengono spesso utilizzati farmaci naturali non ormonali, come Menalgin. Riduce il dolore, l'intensità, la durata delle mestruazioni e allevia il sovraccarico psico-emotivo. L'ammissione Menalgina in "giorni critici" riduce la necessità di utilizzare i FANS, che influiscono negativamente sul tratto digestivo. Con una tendenza alle mestruazioni dolorose per iniziare a prendere il farmaco è raccomandato alla vigilia del 1 ° giorno delle mestruazioni. Menalgin ha un effetto complesso: analgesico, antispasmodico, sedativo e antiedemico.

In nessun caso non dovrebbe soffrire e sopportare forti dolori! Se sei preoccupato per la tua condizione, contatta immediatamente il medico. Un esame standard ti rassicurerà o ti aiuterà a iniziare il trattamento in modo tempestivo, il che andrà a beneficio in ogni caso.

Grave dolore allo stomaco durante le mestruazioni: cosa fare?

✓ Articolo verificato da un medico

Il dolore addominale durante le mestruazioni è un sintomo molto comune che affligge ogni seconda donna in età riproduttiva. I sentimenti dolorosi hanno la massima intensità nei primi giorni delle mestruazioni e iniziano a calmarsi, a partire dal terzo giorno. La natura del dolore, di norma, sta tirando, ma a volte la sindrome del dolore può sembrare un dolore acuto o lancinante, localizzato nell'addome inferiore. Tale fenomeno in medicina è chiamato dismenorrea e il più delle volte si verifica in donne che non hanno dato alla luce, così come quelli che hanno problemi di peso o soffrono di cattive abitudini.

La dismenorrea può essere accompagnata da un complesso complesso di sintomi: mal di testa, nausea, mancanza di appetito, debolezza e rapida stanchezza. Il segno più pronunciato di dismenorrea è il dolore addominale. Per alcune donne, il loro stomaco fa così male che non possono fare attività domestiche e professionali. In una situazione del genere è importante sapere cosa fare e in che modo è possibile ridurre l'intensità delle sensazioni spiacevoli.

Grave dolore allo stomaco durante le mestruazioni: cosa fare?

Perché il dolore si verifica?

Tirare il dolore nell'addome inferiore è causato dalle contrazioni uterine. La parte interna dell'utero è coperta da mucose contenenti un gran numero di vasi sanguigni e capillari. Questo involucro è chiamato strato mucoso o endometrio. Durante l'ovulazione, l'endometrio produce gli ormoni necessari per attaccare un uovo fecondato alle pareti dell'organo e l'ulteriore sviluppo dell'embrione. Se la fecondazione non si verifica, si verifica il rigetto endometriale, accompagnato da sanguinamento uterino. Questo periodo del ciclo mestruale è chiamato mestruazione (nome medico - Regula).

Il primo giorno delle mestruazioni, l'utero inizia a contrarsi intensamente per essere purificato dai coaguli di sangue e dal sangue accumulato nella sua cavità. Spasmi delle pareti uterine e causa tirando, doloranti sensazioni nell'addome inferiore. Possono avere intensità diversa e assomigliano a deboli dolori del parto. Circa il 35% delle donne sperimenta un dolore molto intenso durante le mestruazioni e perde la loro normale capacità lavorativa, quindi è importante per loro sapere come affrontare il dolore in modo rapido ed efficace.

Ciclo mestruale senza gravidanza

Fai attenzione! L'intensità del dolore all'inizio delle mestruazioni dipende dall'età della donna, dallo stile di vita, dal fattore ereditario. Le donne le cui madri o nonne hanno sofferto di dismenorrea hanno più probabilità di sperimentare questa sindrome. Lo stesso quadro clinico si osserva nelle donne con mobilità ridotta o uno stile di vita sedentario.

La frequenza della dismenorrea nelle donne di età compresa tra 18 e 45 anni

Perché si verificano gravi dolori durante le mestruazioni?

Ogni donna ha familiarità con i sintomi associati alle mestruazioni: umore depresso, irritabilità, malessere al petto, crampi e dolore addominale. A volte il dolore nell'addome inferiore è così pronunciato che il solito modo di vivere è disturbato. I medici chiamano questa condizione dismenorrea.

Molte donne hanno fatto i conti con il dolore durante le mestruazioni. Ma tale atteggiamento nei confronti di un problema così delicato è errato, poiché il dolore può essere non solo un malessere naturale, ma indica anche la presenza di una malattia grave. Il dolore severo nei giorni critici non dovrebbe essere ignorato.

La natura del dolore durante le mestruazioni, i sintomi

Le mestruazioni sono il processo attraverso il quale il corpo femminile viene liberato da prodotti di rifiuto non necessari.

È governato da impulsi nervosi, quindi il disagio leggero e il dolore non possono essere una patologia. Il dolore molto severo parla di problemi nel sistema riproduttivo femminile.

Di solito, il dolore inizia a farsi sentire diverse ore prima dell'inizio delle mestruazioni e dura fino a due giorni. Per natura, è crampi, punti, dolori e si trova non solo nel basso ventre, ma nel sacro e nella parte bassa della schiena.

Gli esperti classificano il dolore mestruale in base ai seguenti criteri:

  1. Il dolore è leggermente pronunciato, non c'è disagio. Sono possibili lievi disturbi, sonnolenza e stanchezza. Il 40% delle donne soffre di questa forma di dismenorrea sin dal primo ciclo mestruale. Nel 25% delle donne, questa condizione si manifesta per tutta la vita. I medici non raccomandano di fare nulla per questi dolori, a meno che non stiano aumentando e non disturbino il solito modo di vivere.

  • La forma media della dismenorrea è algomenorrea, accompagnata da brividi, forte dolore addominale, scurimento degli occhi, tinnito e talvolta svenimento prima dell'inizio del sanguinamento mestruale. L'attività della donna in questo momento è notevolmente ridotta. Molti ricorrono all'aiuto di forti antidolorifici e antispastici durante il primo giorno delle mestruazioni, ma le pillole non fanno altro che soffocare il dolore, ma non risolvono il problema. Si consiglia di consultare un ginecologo e scoprire i motivi di questa condizione.
  • La terza forma di dismenorrea è molto grave. I sintomi di algomenorrea, descritti sopra, sono completati da aritmia, dolore al cuore, vomito e disturbi generali del benessere. Gli analgesici non danno sempre il risultato desiderato. Un'urgente necessità di consultare un medico.
  • Dolori molto gravi prima delle mestruazioni e durante di essi possono verificarsi sullo sfondo di disturbi ormonali, patologie ginecologiche, lesioni degli organi genitali, disturbi mentali, sindrome depressiva e persino infertilità.

    motivi

    Grave dolore mestruale può essere causato dai seguenti motivi:

    • processi infiammatori negli organi pelvici;
    • polipi nell'utero;
    • endometriosi;
    • adesioni;
    • sindrome dell'ovaio policistico;
    • neoplasma benigno - fibroma;
    • aborto spontaneo nei giorni del ciclo mestruale;
    • disturbi ormonali, aumento dell'attività della ghiandola tiroidea;
    • la presenza di un dispositivo intrauterino;
    • posizione atipica dell'organo riproduttivo;
    • infezioni genitali;
    • aumento dell'eccitabilità del sistema nervoso;
    • predisposizione genetica;
    • mancanza di magnesio e calcio nel corpo;
    • un recente aborto o parto;
    • stile di vita sedentario;
    • nutrizione scorretta.

    Se il dolore mestruale è di breve durata e il dolore non è così forte da disturbare il solito modo di vivere, significa che tutto è nel range normale, non c'è bisogno di fare nulla.

    diagnostica

    L'esame per le mestruazioni dolorose dovrebbe essere completo. Il medico esamina il paziente sulla sedia ginecologica ed esegue la palpazione del seno. La storia più importante dei reclami, con la quale è possibile identificare le possibili cause della dismenorrea.

    Dopo aver intervistato ed esaminato il paziente, lo specialista può suggerire i seguenti esami diagnostici a seconda della causa della malattia:

    • Esame ecografico degli organi pelvici;
    • determinazione dello stato ormonale;
    • Citologia STD;
    • isteroscopia per escludere anomalie intrauterine;
    • laparoscopia per valutare lo stato degli organi addominali;
    • consultazione di specialisti stretti: endocrinologo, chirurgo, psichiatra.

    trattamento

    Quando si sceglie una terapia conservativa adeguata, lo specialista prende in considerazione la forma di dismenorrea (lieve, moderata o grave), la natura della sindrome del dolore, le sue cause e le caratteristiche individuali del paziente. L'intervento chirurgico è indicato solo in caso di grave dismenorrea, che è accompagnata da patologie dell'apparato riproduttivo (tumori, aderenze, ecc.).

    Ci sono una serie di raccomandazioni generali, la cui osservanza consente di far fronte alle manifestazioni iniziali delle mestruazioni dolorose senza l'uso di droghe:

    • evitando cattive abitudini: alcol, fumo, caffeina;
    • normalizzazione delle condizioni di lavoro e di riposo;
    • esclusione dei fattori di stress;
    • pieno sonno;
    • mangiare sano, escludendo cibi grassi, fritti e difficili da digerire;
    • normalizzazione del peso (è dimostrato che le donne con obesità più spesso di altre soffrono di periodi dolorosi);
    • esercizio moderato, trattamenti dell'acqua.

    La terapia non farmacologica mira a ridurre l'intensità del dolore durante le mestruazioni e a ridurre il bisogno di antidolorifici del corpo. A seconda della patogenesi della dismenorrea, include i seguenti metodi di esposizione:

    • agopuntura;
    • elettroforesi;
    • massaggio;
    • terapia manuale;
    • esercizi di respirazione;
    • assistenza psicologica;
    • formazione uditivo.

    Il trattamento farmacologico della dismenorrea si basa sull'uso di diversi gruppi di farmaci che differiscono nel meccanismo d'azione:

    • progestinici;
    • contraccettivi orali (COC);
    • farmaci anti-infiammatori non steroidei (FANS).

    I progestinici hanno un effetto sui cambiamenti secretori dell'endometrio, ma non influenzano la funzione ovulatoria delle ovaie. Il progesterone e i suoi derivati, così come il testosterone, vengono utilizzati attivamente. Riducono qualitativamente l'attività contrattile dell'utero, sopprimendo la produzione di prostaglandine. Riducono anche l'eccitabilità delle fibre nervose localizzate nello strato muscolare dell'utero.

    I contraccettivi orali hanno un effetto positivo sugli ormoni di una donna e normalizzano il ciclo mestruale. Riducono la perdita di sangue durante le mestruazioni, inibendo il processo di ovulazione. Le pillole contraccettive riducono anche l'eccitabilità nervosa e l'attività contrattile dell'utero, motivo per cui i dolori che precedono i COC sono significativamente ridotti. Maggiori informazioni sui contraccettivi orali →

    I farmaci antinfiammatori non steroidei sono prescritti a pazienti che, per qualsiasi ragione, non vogliono usare la contraccezione orale. L'efficacia dei FANS è dovuta alle loro caratteristiche analgesiche, che sono associate a una diminuzione della produzione di prostaglandine.

    Il principale svantaggio di questi farmaci è la loro breve esposizione - da 2 a 6 ore. Inoltre si trova nell'episodio, piuttosto che nell'assunzione costante di farmaci, come nel caso di COC e gestagens. È sufficiente usare i FANS in tensione prima dell'inizio delle mestruazioni e il primo giorno, cioè solo nel momento in cui è veramente necessario. I farmaci di questo gruppo sono Ketoprofene, Diclofenac, Nimesil, Mig.

    A discrezione di uno specialista, i gruppi delle preparazioni di cui sopra possono essere integrati con farmaci come antispastici, tranquillanti, antiossidanti, così come complessi vitaminici, fitopreparati e rimedi omeopatici.

    Medicina tradizionale per periodi dolorosi

    Non è necessario fare affidamento su antidolorifici gravi ogni volta, se i dolori durante le mestruazioni sono tollerabili. Le ricette popolari aiuteranno a calmare anche i disturbi molto forti il ​​primo giorno delle mestruazioni.

    Ricette popolari:

    1. I decotti di verdure a base di coda di cavallo e orecchie d'orso hanno un effetto diuretico e alleviano con successo dolore all'addome prima delle mestruazioni.
    2. Si consiglia di bere il tè con camomilla, lampone, menta e erba gatta prima delle mestruazioni e durante il ciclo. Queste bevande, note per le loro proprietà lenitive, contribuiscono al rilassamento dei muscoli dell'utero.
    3. L'infusione di origano allevia il dolore durante le mestruazioni e gli spasmi nell'intestino, che si verificano spesso in una donna il primo giorno di sanguinamento. Per preparare l'infuso, è necessario un cucchiaio di erbe da riempire con un bicchiere di acqua bollente. Dopo l'infusione dell'agente, lo bevono prima dei pasti tre volte al giorno.
    4. Un decotto di corteccia di viburno rende anche la vita più facile durante le mestruazioni. Per preparare il brodo, si versano quattro cucchiaini di corteccia con un bicchiere d'acqua, si fa bollire il brodo per 30 minuti e si filtra. Bere rimedio dovrebbe essere prima di un pasto in un cucchiaio.
    5. Se il primo giorno delle mestruazioni una donna soffre di mal di testa, puoi fare un infuso di foglie di lampone. Tre cucchiaini di foglie versano un bicchiere di acqua bollente, insistono e bevono durante il giorno prima dei pasti a piccoli sorsi.
    6. Un modo semplice per sbarazzarsi del dolore è freddo. L'impacco di ghiaccio per un breve periodo può essere applicato sull'addome inferiore prima delle mestruazioni e durante esso. Il dolore e i crampi andranno via mentre le navi si restringeranno sotto l'influenza della bassa temperatura. Ma devi stare attento a non raffreddare gli organi pelvici.
    7. Il calore può anche aiutare ad affrontare il dolore nei giorni critici. Una bottiglia d'acqua calda viene applicata allo stomaco per un breve periodo di tempo più volte al giorno. Ma non dobbiamo dimenticare che questo metodo può aumentare il sanguinamento, quindi è importante non esagerare.

    prevenzione

    Le misure preventive per prevenire i sintomi della dismenorrea non possono essere sottovalutate, ma per qualche motivo, molte donne non attribuiscono la giusta importanza a questo.

    Una donna dovrebbe visitare regolarmente l'ufficio del ginecologo, almeno una volta all'anno. La prima visita dovrebbe avvenire dopo le mestruazioni stabilite, ma non oltre i 16 anni di età e in assenza di reclami da parte del paziente.

    Qualsiasi processo infiammatorio che si verifica nell'area genitale deve essere trattato tempestivamente per eliminare possibili complicanze. Questa tattica aiuterà ad evitare le irregolarità mestruali e le mestruazioni dolorose.

    Le ragazze non sposate non sono raccomandate di usare il dispositivo intrauterino come mezzo di contraccezione. Alcuni esperti scoraggiano i loro pazienti a usarlo in futuro per eliminare la probabilità di infiammazione nel bacino ed evitare le mestruazioni dolorose, poiché l'elica ha esattamente questo effetto collaterale. Maggiori informazioni sulla contraccezione intrauterina →

    Utilizzare contraccettivi affidabili per prevenire gravidanze indesiderate. Poiché l'aborto porta a un trauma meccanico della mucosa uterina e influisce negativamente sugli ormoni di una donna e sul suo ciclo mestruale.

    Anche la prevenzione delle mestruazioni dolorose è importante per evitare complicazioni così gravi come l'infertilità, lo sviluppo di nevrosi e psicosi sullo sfondo del dolore regolare.

    Se i giorni critici della donna sono accompagnati da forti dolori, non automedicare. Alla prima occasione devi contattare un ginecologo. Con l'aiuto di un semplice esame, lo specialista scoprirà le cause del dolore e prescriverà un trattamento adeguato.

    Autore: Olga Rogozhkina, dottore,
    specificamente per Mama66.ru