Spondilite anchilosante: una descrizione della patologia, fattori eziologici e patogenetici

Spesso il dolore cronico nella colonna vertebrale è una conseguenza dell'osteocondrosi o dell'osteoartrosi ed è causato dalla distruzione del tessuto connettivo e della cartilagine e infiammazione intervertebrale. Ma a volte questi sintomi sono un segno di una patologia molto pericolosa e difficile da trattare - spondilite anchilosante (o spondiloartrite), che si chiama malattia di Bechterew.

Molti video su Internet, le pubblicazioni scientifiche sono dedicate a questa patologia, ma nonostante i risultati della medicina moderna, le cause della patologia non sono ancora note con certezza.

La malattia è sistemica e colpisce non solo la colonna vertebrale, ma anche articolazioni grandi e periferiche, vasi coronarici, valvole cardiache e miocardio, organi del sistema broncopolmonare, nervoso, urinario, occhi. È il polimorfismo delle caratteristiche cliniche che caratterizzano la malattia di Bechterew, che rende difficile la diagnosi. E anche il trattamento iniziato nelle prime fasi non aiuta in tutti i casi, e in molti pazienti la patologia finisce in una disabilità.

Solo la spondilite anchilosante causa un danno totale alla colonna vertebrale, poiché l'intera cresta dal collo al sacro è coinvolta nel processo patologico e le costole, il bacino e le articolazioni del tronco diventano anchilosate.

La spondilite anchilosante è nota sin dai tempi antichi. Cambiamenti caratteristici dello scheletro sono stati trovati durante gli scavi archeologici nelle mummie egiziane. A metà del XVI secolo, diversi casi di spondilite anchilosante furono descritti per la prima volta nel famoso libro di Anatomia di Realdo Colombo "Anatomy". Molto più tardi, alla fine del XVII secolo, il medico medico B. Connor descrisse e dimostrò lo scheletro di una persona le cui costole, sacro, vertebre lombari e bacino erano cresciute insieme e formavano un osso singolo.

Tuttavia, il lavoro del neurologo russo V.M. Bekhtereva, osservazioni del medico tedesco A. Strumpel e del suo collega francese P. Marie. Fu il loro lavoro a costituire la base delle idee moderne sulla spondilite anchilosante, quindi una formulazione più corretta del suo nome - la malattia di Bechterew - Strumpel - Marie.

La prevalenza della patologia è di circa l'1,5%. Si inizia in giovane età (da 15 a 30 anni), il picco della comparsa dei sintomi clinici si verifica a 24 anni. Nelle persone di età superiore a 40 anni, una diagnosi simile è fatta solo in casi isolati. Gli uomini soffrono di spondilite da 5 a 9 volte più spesso rispetto alle donne.

Fino a poco tempo fa, non è stata stabilita la ragione esatta per l'insorgenza della spondilite anchilosante. Gli esperti erano sicuri che lo sviluppo di questa patologia fosse geneticamente determinato. Ora i medici credono che il principale sia il meccanismo autoimmune dell'evento, che inizia sotto l'influenza dell'antigene HLA B27. Allo stesso tempo, il rischio di insorgenza di sintomi di spondiloartrosi in un bambino che ha uno o entrambi i genitori affetti da questa malattia è di circa il 30%. I fattori di rischio per lo sviluppo della patologia sono le infezioni (in particolare il sistema urogenitale e il tratto digestivo), specialmente quelle provocate dai batteri del genere Klebsiella (seminato nel 75% dei pazienti con spondiloartrosi), Yersinia.

Anche la patogenesi non è completamente compresa. Ma nell'ultimo decennio è stato attivamente studiato il ruolo del fattore di necrosi tumorale α (TNF α) scoperto dagli oncologi nello sviluppo di disordini infiammatori e di altro tipo nel tessuto connettivo. Con la sconfitta della spondiloartrosi nell'articolazione sacroiliaca viene rilevata un'alta concentrazione di questo composto biologicamente attivo. Inoltre, gli esperti hanno scoperto che il TNFa stimola il rilascio di altri mediatori dell'infiammazione e il loro effetto distruttivo sul tessuto cartilagineo.

È difficile diagnosticare la spondilite anchilosante in una fase iniziale, anche con l'uso della risonanza magnetica e di altre tecnologie moderne. Il trattamento patologico comprende un complesso di farmaci anti-infiammatori non steroidei, terapia a impulsi con ormoni corticosteroidi e citostatici. Recentemente, la terapia genica è diventata diffusa, ma il suo uso diffuso è limitato dal costo elevato dei farmaci in questo gruppo. Per i pazienti con diagnosi di spondilite anchilosante, la ginnastica quotidiana è obbligatoria e consiste in una serie di esercizi appositamente progettati. Solo seguendo tutte le raccomandazioni del medico si può fermare la progressione della patologia e prevenire la disabilità.

Spondilite anchilosante: principi di classificazione

La classificazione della spondiloartrite anchilosante si basa sulla localizzazione delle lesioni e, di conseguenza, sull'intensità dei sintomi clinici.

La sindrome di Bechterew è i seguenti tipi:

  • Centrale. Si verifica in metà dei casi della malattia, colpisce principalmente la struttura della cresta.
  • Periferico. La seconda forma più comune. Oltre alla colonna vertebrale, le articolazioni grandi delle gambe sono incluse nel processo. Più spesso diagnosticato in 10 - 15 anni.
  • Root (un altro nome è rizomelico). La colonna vertebrale e le articolazioni adiacenti grandi - anca e spalla - sono interessate.
  • Scandinavo. Una tal spondilite è annotata di rado. Il processo patologico nella colonna vertebrale è combinato con l'infiammazione delle articolazioni periferiche del tappeto e delle falangi delle dita dei piedi. Spesso questo tipo di malattia è confuso con l'artrite reumatoide.

Inoltre, la sindrome di Bekhtereva è classificata in base alla velocità con cui i sintomi si diffondono. Quindi, c'è una forma lentamente progressiva di patologia, una forma lentamente progressiva con un cambiamento periodico di esacerbazione e remissione, in rapida progressione, che in un tempo abbastanza breve si conclude con la fusione delle strutture dell'osso e del tessuto cartilagineo della colonna vertebrale e delle articolazioni adiacenti, costole. La sindrome settica di Bechterew è considerata la forma più pericolosa, che, insieme ai sintomi "tradizionali" del sistema muscolo-scheletrico, causa danni agli organi interni.

Spondilite anchilosante: quadro clinico e metodi diagnostici

La patologia si sviluppa gradualmente, con il primo segno è un leggero dolore nella regione lombare, che, con il progredire della malattia, diventa più intenso e si diffonde ad altre strutture della colonna vertebrale. A differenza di altre lesioni del sistema muscolo-scheletrico, il dolore diventa più intenso con il riposo, specialmente dopo 2-3 ore della notte o al mattino, e dopo il risveglio, ginnastica leggera e l'anima si indebolisce o scompare completamente.

Quindi la malattia di Bechterew si manifesta sotto forma di rigidità della mobilità della cresta, che in alcuni casi avviene inosservata dall'uomo e viene rilevata solo con un esame speciale.

A volte la sindrome del dolore è assente e la patologia manifesta una diminuzione dell'attività funzionale della colonna vertebrale.

Anche il sintomo caratteristico è il graduale livellamento della lordosi fisiologica e della cifosi della cresta. Il lombo diventa piatto, il mento viene gradualmente premuto sul petto. I cambiamenti patologici che accompagnano la spondilite anchilosante di solito si sviluppano dal basso verso l'alto, quindi la rigidità della regione cervicale si manifesta negli stadi successivi.

Se il dolore e la limitazione della mobilità nella parte superiore del corpo compaiono nelle prime fasi della spondilite anchilosante, questo indica una prognosi infausta per il decorso della malattia.

Insieme con una diminuzione della flessibilità della colonna vertebrale, anchilosi copre le articolazioni che collegano le costole con le vertebre toraciche. Ciò porta alla limitazione dei movimenti respiratori e alla ridotta ventilazione, che contribuisce allo sviluppo di lesioni croniche delle vie respiratorie. Alcuni pazienti notano inoltre dolore e rigidità alla spalla, all'anca, alle articolazioni temporo-mandibolari, in rari casi - disagio e gonfiore delle articolazioni delle braccia e delle gambe, impulsi del dolore nello sterno.

A differenza dell'artrite e simili lesioni del tessuto cartilagineo, la spondilite anchilosante non è accompagnata dalla sua distruzione, ma porta ad una perdita pronunciata dell'attività funzionale.

La patologia spesso causa l'interruzione di altri organi. Quasi in un terzo dei pazienti si notano lesioni oculari, in particolare iridocicliti e uveite. Inoltre, queste malattie sono caratterizzate da esordio acuto con disagio o dolore intenso e bruciore agli occhi, arrossamento, gonfiore, lacrimazione. Dopo un po 'di tempo, si sviluppa la fotofobia, appare la visione offuscata. Di solito il danno agli organi della vista è unilaterale, ma è di natura ricorrente.

Le patologie secondarie del sistema cardiovascolare sono al secondo posto. Di norma, la malattia di Bechterew causa insufficienza valvolare aortica, aritmie cardiache e conduzione miocardica con la formazione di cambiamenti cicatriziali. Clinicamente, si manifesta sotto forma di mancanza di respiro, debolezza, fluttuazioni della pressione sanguigna.

Qualche volta spondilite anchilosante e il sistema urogenitale con una funzione renale alterata pronunciata, impotenza, nefropatia. I sintomi di questa condizione sono gonfiore, disturbi urinari, pallore. È anche possibile danneggiare il sistema nervoso (spesso pizzicare le grandi fibre nervose).

In generale, il quadro clinico, che è caratterizzato da spondilite anchilosante, può essere descritto come segue:

  • dolori di varia intensità nella regione lombosacrale allo stadio iniziale della patologia e a livello del torace e del collo dell'utero negli ultimi stadi;
  • rigidità del movimento;
  • sensazione di pressione sul petto e sintomi di ipossia (debolezza, costante sensazione di stanchezza e mancanza di aria);
  • mancanza di respiro, aritmia, interruzioni dell'attività cardiaca;
  • gonfiore, dolore nell'area renale, diminuzione del volume giornaliero delle urine;
  • sintomi di danni agli organi della vista;
  • dolore di natura neurologica con localizzazione nella regione lombare, toracica o con irradiazione negli arti, glutei, perineo, perdita di sensibilità, intorpidimento;
  • sintomi di disturbi circolatori cerebrali - mal di testa, vertigini, sonnolenza, disturbi mentali, reazione lenta, deficit uditivo.

Nelle fasi successive di un paziente con diagnosi di spondilite anchilosante, la postura acquisisce una forma stabile e specifica: nella spina dorsale e nelle scapole, la schiena diventa quasi piatta, ma la regione cervicale si protende in avanti e il mento viene premuto sul torace.

Presumibilmente la diagnosi di spondilite anchilosante è possibile con una combinazione di diverse manifestazioni cliniche. Questo è:

  • inizio graduale;
  • età di debutto della patologia fino a 40 anni;
  • durata del dolore alla schiena più di 3 mesi;
  • violazione dell'attività motoria al mattino;
  • ridotta rigidità e dolore dopo la ginnastica e l'esercizio fisico.

La presenza di quattro di questi criteri diagnostici suggerisce una malattia di Bechterew con una probabilità del 75%. La spondilite è anche favorita da una storia familiare gravosa. Tuttavia, informazioni più complete forniranno i dati dell'esame strumentale. Prima fai una radiografia.

In patologia, sono visibili le seguenti modifiche:

  • nella fase iniziale della malattia - infiammazione dell'articolazione sacroiliaca;
  • sullo stadio I - II - la presenza di erosioni di ossa subcondrale (situate sotto la cartilagine);
  • allo stadio III: comparsa di sclerosi e anchilosi parziale;
  • allo stadio IV - completa adesione delle articolazioni sacro-iliache.

Rispetto alla radiografia standard, la TC ha un metodo più sensibile per rilevare l'erosione ossea, la sclerosi subcondrale e l'anchilosi. Tuttavia, questo studio non consente di identificare i cambiamenti infiammatori nelle prime fasi della malattia quando non ci sono cambiamenti strutturali nel tessuto cartilagineo.

Il metodo diagnostico più sensibile è la risonanza magnetica, poiché può essere utilizzato per rilevare non solo i disturbi cronici, ma anche l'infiammazione acuta.

Questo metodo di ricerca è raccomandato quando la presenza di segni clinici e di laboratorio conferma la spondilite anchilosante, tuttavia non ci sono indicatori radiologici della patologia.

Il valore della scintigrafia ossea utilizzando isotopi di contrasto è attualmente piccolo. Secondo varie fonti, la sensibilità di tale studio varia dallo 0 all'82% e il valore diagnostico della risonanza magnetica raggiunge il 78%. Pertanto, tutti i medici preferiscono la risonanza magnetica come metodo più sicuro e più economico.

Un modo relativamente nuovo di confermare la patologia è lo studio Doppler a ultrasuoni delle articolazioni sacro-iliache con miglioramento del contrasto. Rispetto alla risonanza magnetica, la sensibilità di questo metodo è del 94% e la specificità raggiunge il 94%.

Attualmente sono assenti test di laboratorio per specifici marcatori di spondilite anchilosante. Tuttavia, in quasi il 95% dei pazienti con diagnosi di spondilite anchilosante, viene rilevata la presenza dell'antigene HLA B27 (viene rilevato solo nel 5-14% delle persone sane). Indicatori come la proteina C-reattiva, la VES giocano un ruolo minore, poiché in quasi la metà dei pazienti il ​​loro livello non supera la norma.

In generale, la diagnosi di patologia è la seguente:

  • Identificazione dei criteri diagnostici per la spondiloartrosi durante l'esame iniziale.
  • Esame del sangue per HLA B27.
  • Radiografia dell'articolazione sacroiliaca.

Con i risultati positivi di questi studi, la diagnosi della malattia di Bechterew è fuori dubbio. Tuttavia, l'inconsistenza del quadro clinico e l'analisi dei dati richiede la nomina di ulteriori test (risonanza magnetica, identificazione dei marcatori dell'artrite) per trovare la causa del dolore nell'area posteriore.

Spondilite anchilosante: cure mediche, chirurgia, massaggi e terapia manuale

Attualmente, i seguenti gruppi di farmaci sono utilizzati per il trattamento farmacologico della spondilite:

  • farmaci anti-infiammatori non steroidei (FANS);
  • analgesici;
  • corticosteroidi;
  • rilassanti muscolari;
  • farmaci antinfiammatori di base;
  • Inibitori di TNFa α.

Tra tutti i farmaci prescritti per la diagnosi della spondilite anchilosante, il trattamento con i FANS è il più comunemente usato.

La loro storia inizia nel 1949, quando fu dimostrata l'efficacia del fenilbutazone. In futuro (dal 1965), la seconda generazione di FANS, introdotta prima da Intometacin e poi da Diclofenac, è stata introdotta nella pratica clinica. E dagli anni '80 del XX secolo, c'è stato un aumento valanghe nel numero di FANS con un'alta variabilità delle proprietà farmacologiche e farmacocinetiche.

Quando prescrivi questi farmaci, presta attenzione ai seguenti aspetti:

  • I FANS sono farmaci di prima linea per il trattamento della spondilite;
  • nei pazienti con sintomi a lungo termine di patologia, il trattamento dei FANS deve essere sufficientemente lungo, in modo che la progressione della malattia possa essere rallentata;
  • quando si usano i FANS, è necessario prendere in considerazione la possibilità di complicazioni da parte del tubo digerente, del sistema cardiovascolare e dei reni e di monitorare di conseguenza le condizioni del paziente;
  • I FANS devono essere prescritti dal momento in cui la diagnosi è confermata, indipendentemente dallo stadio della malattia.

L'obiettivo principale della terapia con FANS è di eliminare il processo infiammatorio e il dolore ad esso associato, per questo, quando si diagnostica la spondilite anchilosante, il trattamento con tali farmaci deve essere effettuato per almeno 1-2 settimane. L'efficacia dei FANS è dose-dipendente, cioè con un risultato insufficiente del dosaggio standard del farmaco, il suo aumento è necessario. Se questo non porta sollievo, il farmaco viene cambiato in un altro.

Ma sospendere il corso della patologia può solo regolare assunzione di FANS, l'uso occasionale porta un effetto analgesico a breve termine.

Se la principale manifestazione clinica della patologia è la rigidità mattutina o il dolore notturno, le forme prolungate di FANS dovrebbero essere prese in tarda serata. Per l'ulteriore eliminazione degli impulsi del dolore, vengono mostrati analgesici (Paracetamolo o, nei casi più gravi, Tramadol). Sono prescritti corsi brevi.

Per quanto riguarda i corticosteroidi, la loro somministrazione orale non è raccomandata a causa dell'inconsistenza di efficacia e azione. Per l'infiammazione delle articolazioni periferiche, è possibile utilizzare pomate con ormoni steroidei. Inoltre, il trattamento locale con tali farmaci efficacemente con danni agli organi della visione. Se la malattia di Bechterew è troppo attiva, si consiglia di eseguire il trattamento con l'aiuto della cosiddetta "terapia a impulsi". In alte dosi, i corticosteroidi vengono somministrati per via endovenosa per 1-3 giorni.

Per quanto riguarda l'uso di farmaci ormonali per la spondilite, ci sono ancora feroci dispute tra gli specialisti. Da un lato, a piccole dosi, non sono abbastanza efficaci, e in grandi dosi hanno un effetto antinfiammatorio pronunciato, ma il loro apporto è accompagnato da forti effetti collaterali. Secondo studi clinici, i principali sintomi della malattia scompaiono con la terapia a impulsi e il risultato può durare da 2 settimane a un anno.

L'effetto dei farmaci antinfiammatori di base nella spondilite è controverso. Alcuni medici attestano che l'efficacia dell'uso di metotrexato, sulfosalazina e leflunomide non era diversa dal gruppo di pazienti trattati con placebo. Tuttavia, il decorso ondulatorio della spondilite, le remissioni spontanee (specialmente nei primi anni di patologia) influenzano significativamente i risultati degli studi clinici. Ma ora il metotrexato sotto forma di iniezioni per somministrazione sottocutanea è prescritto per il trattamento della spondilite anchilosante.

Agli inibitori del tipo di fattore di necrosi tumorale TNF α sono inclusi i seguenti farmaci:

  • Etanertserpt;
  • infliximab;
  • Adalimumab.

In termini di efficacia clinica, questi farmaci non differiscono praticamente l'uno dall'altro, tuttavia, in assenza di un risultato dall'uso di un singolo inibitore del TNFa per la diagnosi di spondilite anchilosante, il trattamento viene continuato con un altro medicinale dello stesso gruppo farmacologico. L'uso prolungato di tali farmaci è accompagnato da un pronunciato rallentamento della progressione della patologia.

Il raggiungimento della remissione contro l'uso di inibitori di TNFa non è un motivo per interrompere completamente il trattamento. Il dosaggio rimane invariato, ma l'intervallo tra le iniezioni aumenta.

È dimostrato che l'efficacia di questi farmaci è molto più elevata nelle fasi iniziali della malattia, tuttavia, e nei casi avanzati, l'uso di questi farmaci porta ad un buon risultato. Ci sono dati clinici su alcuni restauri dell'attività motoria anche sullo sfondo di anchilosi completa della colonna vertebrale.

Le indicazioni che la diagnosi di spondilite anchilosante devono essere trattate chirurgicamente, sono:

  • grave deformità spinale, che ha un impatto significativo sulla qualità della vita del paziente;
  • sindrome del dolore che non può essere alleviata con i farmaci;
  • grave interruzione degli organi del sistema bronco-polmonare e cardiovascolare;
  • limiti pronunciati dell'attività motoria delle articolazioni.

Per eliminare i principali sintomi della spondilite, sono indicati il ​​raddrizzamento spinale chirurgico o le protesi delle articolazioni affette da anchilosi.

Se viene diagnosticata una spondilite anchilosante, il trattamento con esposizione manuale deve essere effettuato in parallelo con la terapia medica. Il massaggio viene eseguito da corsi (una volta ogni tre mesi), in 10 sessioni giornaliere della durata di 20 - 40 minuti. Nonostante numerosi suggerimenti, l'implementazione di un tale impatto deve essere affidata a uno specialista qualificato.

Dieta per spondilite anchilosante, rimedi popolari, possibili complicanze e misure preventive

Indipendentemente dal benessere, ogni mattina un paziente con spondilite dovrebbe iniziare con un riscaldamento.

La ginnastica aiuterà a sviluppare le articolazioni e fermare i processi di ossificazione. I medici raccomandano la seguente serie di esercizi:

  1. Sedersi sul pavimento con la schiena dritta, le braccia raddrizzate davanti al petto. Effettuare i giri del corpo con la diluizione delle mani ai lati con i palmi verso l'alto 4 - 8 volte.
  2. La posizione di partenza è la stessa, ma è necessario piegare leggermente. Allo stesso tempo stringono e aprono mani e piedi da 10 a 20 volte.
  3. La posizione di partenza è la stessa. Attaccare ciascuna gamba piegata al petto (4 - 8 volte ciascuna).
  4. Rimani ancora sul pavimento. Appoggiati in avanti, cercando di prendere le mani dei piedi.
  5. Sedersi sul bordo della sedia e appoggiare le mani sul sedile. Sollevare alternativamente e mettere da parte una gamba dritta (4 - 10 volte ciascuna).
  6. Sedetevi su una sedia con la schiena dritta, tra le mani, prendete un bastone da ginnastica e sollevateli sopra la testa. Appoggiati in avanti, cercando di prendere un bastoncino (4 - 8 volte).
  7. Stai vicino al muro e appoggialo. In alternativa, accovacciarsi su una gamba, raddrizzando l'altra (2 - 4 volte).
  8. Sdraiati sulla schiena, braccia sopra la testa. Le mani si sollevano sulle spalle e i piedi sui glutei (4 - 8 volte).
  9. Rimani nella stessa posizione. Sollevare alternativamente la gamba raddrizzata verso l'alto (4 - 8 volte).
  10. Seduto sui talloni, le mani per riposare davanti a lui. Esegui l'esercizio "Onda" con una deflessione (8 volte).
  11. Sdraiati sullo stomaco, mani davanti a te. Sollevare alternativamente ciascuna gamba e spostarla lateralmente, mentre si affloscia nella parte posteriore (2-6 volte).
  12. Stare dritto, con le mani per tenere un bastone ginnico. Sollevare le braccia con il movimento simultaneo delle gambe verso la punta (4 - 8 volte).
  13. Raddrizza, metti le mani sui fianchi ed esegui movimenti circolari del corpo (4 - 8 volte in ciascuna direzione).
  14. La posizione iniziale rimane la stessa, ma le braccia distanziate di lato, le gambe alla larghezza delle spalle. Piegati verso il basso, cercando di mettere le dita della mano destra a sinistra e viceversa. Allo stesso tempo le ginocchia dovrebbero essere raddrizzate (5-6 volte).
  15. Camminare sul posto (100 - 200 passi).
  16. Relax.

Quando la spondilite anchilosante prescriveva anche la fisioterapia. L'effetto di questo trattamento è il seguente:

  • attivazione del flusso sanguigno nella lesione;
  • stimolazione della rigenerazione ossea e cartilaginea;
  • prevenzione dell'anchilosi delle articolazioni;
  • migliore somministrazione di farmaci;
  • inibizione del processo infiammatorio;
  • eliminazione del dolore

Pertanto, la dieta nella spondilite anchilosante deve essere accompagnata da:

  • terapia di paraffina;
  • applicazioni di ozocerite;
  • phono - e elettroforesi;
  • esposizione a radiazioni ultrasoniche ed onde elettromagnetiche;
  • sedute di fango e balneoterapia.

Con il trattamento con spondilite con rimedi popolari è possibile, tuttavia, tale terapia deve essere effettuata solo in combinazione con i farmaci.

Per ingestione, i guaritori raccomandano le seguenti erbe medicinali:

  • fiori di sambuco, foglie di ortica, radici di prezzemolo e corteccia di salice in proporzioni uguali;
  • foglie di betulla, ortica, violette d'erba - in proporzioni uguali;
  • 3 cucchiai. foglie di mirtillo rosso, erba oriole, 2 cucchiai. fiori di calendula, camomilla, foglie di tiglio e ortica, 1 cucchiaio. erbe aromatiche di equiseto e fiori di sambuco;
  • foglie di ribes, cowberry, cinorrodi - ugualmente.

Cuocere i brodi allo stesso modo.

È necessario versare 10 g della miscela di verdure con mezzo litro di acqua potabile fredda, lasciare per una notte, quindi portare ad ebollizione, insistere per 2 ore e spremere.

Prendi mezza tazza due volte al giorno a stomaco vuoto.

Una corretta alimentazione nella spondilite gioca un ruolo non meno importante della terapia farmacologica.

La dieta per la spondilite anchilosante deve includere i seguenti prodotti:

  • gli oli vegetali (oliva, sesamo, semi di lino) devono essere utilizzati quotidianamente per condire l'insalata;
  • pesce al forno o al vapore (sgombro, salmone, trota, merluzzo), consumare 3-4 volte a settimana;
  • agrumi ricchi di antiossidanti, cavoli, verdure, verdure - ogni giorno in forma fresca;
  • Prodotti lattiero caseari e latticini privi di calcio - 2 porzioni al mattino;
  • Farina di fagioli, grano saraceno e orzo - in quantità illimitate come contorni.

È necessario eliminare completamente l'alcol e le bevande contenenti caffeina, i grassi raffinati, i dolci, i piatti a base di farina dalla dieta. La carne a basso contenuto di grassi in forma bollita può essere consumata non più di 2 volte a settimana. Inoltre, la dieta nella spondilite anchilosante deve essere bilanciata nel numero di calorie. I pazienti obesi hanno bisogno di mangiare in modo tale da perdere peso, e troppo magri - al contrario.

La spondilite è una malattia cronica grave che non può essere completamente curata. Le complicazioni di questa patologia possono interessare gli organi interni, in particolare il cuore e i vasi sanguigni. L'unica opzione per evitare lesioni sistemiche è iniziare la terapia nelle prime fasi.

Dati i meccanismi genetici dello sviluppo della spondilite, non esiste una prevenzione specifica. In caso di ereditarietà gravante, è necessaria una sufficiente attività fisica, un esame regolare del medico e una ricerca pertinente. Inoltre, la dieta deve essere rigorosamente rispettata per la spondilite anchilosante. L'assunzione di vitamine e minerali nella giusta quantità può sospendere i cambiamenti patologici dell'osso e del tessuto cartilagineo.

Spondilite anchilosante

Spondilite anchilosante (spondilite anchilosante). I cambiamenti infiammatori nelle articolazioni intervertebrali causano la loro fusione (anchilosi). La gamma di movimento nelle articolazioni viene gradualmente limitata, la colonna vertebrale diventa immobile. Le prime manifestazioni della malattia sotto forma di dolore e rigidità si verificano prima nella colonna lombare e poi si diffondono nella colonna vertebrale. Nel tempo, si forma la cifosi patologica toracica tipica della spondilite anchilosante. In Russia, la spondilite anchilosante è rilevata nello 0,3% della popolazione. La malattia colpisce spesso uomini di età compresa tra 15 e 30 anni. Le donne si ammalano 9 volte meno spesso degli uomini.

Spondilite anchilosante

Spondilite anchilosante (spondilite anchilosante). I cambiamenti infiammatori nelle articolazioni intervertebrali causano la loro fusione (anchilosi). La gamma di movimento nelle articolazioni viene gradualmente limitata, la colonna vertebrale diventa immobile. In Russia, la spondilite anchilosante è rilevata nello 0,3% della popolazione. La malattia colpisce spesso uomini di età compresa tra 15 e 30 anni. Le donne si ammalano 9 volte meno spesso degli uomini.

Cause della spondilite anchilosante

Le cause dello sviluppo della malattia non sono completamente comprese. Secondo molti ricercatori, la causa principale della malattia è l'aumento dell'aggressività delle cellule immunitarie in relazione ai tessuti dei loro legamenti e articolazioni. La malattia si sviluppa nelle persone con predisposizione ereditaria. Le persone che soffrono di spondilite anchilosante, sono portatrici di un particolare antigene (HLA-B27), che causa un cambiamento nel sistema immunitario.

Il punto di partenza nello sviluppo della malattia può essere un cambiamento dello stato immunitario a seguito di ipotermia, malattia infettiva acuta o cronica. La spondilite anchilosante può essere scatenata da lesioni spinali o pelviche. I fattori di rischio nello sviluppo della malattia sono i disturbi ormonali, le malattie infettive-allergiche, l'infiammazione cronica dell'intestino e gli organi urinari.

Il meccanismo dello sviluppo della spondilite anchilosante

I dischi intervertebrali elastici si trovano tra le vertebre, fornendo mobilità spinale. Sul retro, le superfici frontali e laterali della colonna vertebrale sono legamenti lunghi e densi che rendono la colonna vertebrale più stabile. Ogni vertebra ha quattro processi: due superiori e due inferiori. I processi delle vertebre adiacenti sono interconnessi da giunti mobili.

Con la spondilite anchilosante a seguito di un'aggressione costante delle cellule immunitarie, si verifica un processo infiammatorio cronico nel tessuto articolare, nei legamenti e nei dischi intervertebrali. Le strutture del tessuto connettivo gradualmente elastiche sono sostituite da tessuto osseo solido. La spina dorsale perde la sua mobilità.

Le cellule immunitarie nella spondilite anchilosante attaccano non solo la colonna vertebrale. Le articolazioni grandi possono soffrire. Più spesso la malattia colpisce le articolazioni degli arti inferiori. In alcuni casi, il processo infiammatorio si sviluppa nel cuore, nei polmoni, nei reni e nel tratto urinario.

Classificazione della spondilite anchilosante

A seconda del danno preferenziale di organi e sistemi, si distinguono le seguenti forme di spondilite anchilosante:

  • Forma centrale Solo la colonna vertebrale è interessata. Esistono due tipi di forme centrali della malattia: cifosi (accompagnata da cifosi del torace e iperlordosi del rachide cervicale) e rigide (le curve toraciche e lombari della colonna vertebrale sono levigate, la schiena diventa dritta come una tavola).
  • Forma rizomelica La lesione della colonna vertebrale è accompagnata da cambiamenti nelle cosiddette articolazioni delle radici (anca e spalla).
  • Forma periferica La malattia colpisce la colonna vertebrale e le articolazioni periferiche (caviglia, ginocchio, gomito).
  • Forma scandinava Secondo le manifestazioni cliniche, assomiglia alle fasi iniziali dell'artrite reumatoide. La deformazione e la distruzione delle articolazioni non si verificano. Le piccole articolazioni della mano sono interessate.

Alcuni ricercatori inoltre distinguono la forma viscerale della spondilite anchilosante, in cui il danno alle articolazioni e alla colonna vertebrale è accompagnato da cambiamenti negli organi interni (cuore, reni, occhi, aorta, tratto urinario, ecc.).

Sintomi della spondilite anchilosante

La malattia inizia gradualmente, gradualmente. Alcuni pazienti osservano che per diversi mesi o addirittura anni prima dell'insorgenza della malattia, hanno manifestato debolezza costante, sonnolenza, irritabilità e debole dolore volatile nelle articolazioni e nei muscoli. Di regola, durante questo periodo i sintomi sono espressi così debolmente che i pazienti non vanno dal medico. A volte persistente, la spondilite anchilosante diventa persistente, difficile da trattare i danni agli occhi (episclerite, irite, iridociclite).

  • Sintomi delle lesioni spinali nella spondilite anchilosante

Un sintomo precoce caratteristico della spondilite anchilosante è il dolore e una sensazione di rigidità nella colonna lombare. I sintomi si verificano durante la notte, peggio di mattina, diminuiscono dopo una doccia calda e l'esercizio fisico. Durante il giorno, il dolore e la rigidità si alzano a riposo, scompaiono o diminuiscono con il movimento.

A poco a poco, il dolore si diffonde sulla colonna vertebrale. Le curve fisiologiche della colonna vertebrale sono levigate. Si forma una cifosi patologica (pronoop curvo) della regione toracica. Come risultato dell'infiammazione delle articolazioni intervertebrali e dei legamenti della colonna vertebrale, appare una tensione costante dei muscoli della schiena.

Negli stadi successivi della spondilite anchilosante, le articolazioni delle vertebre crescono insieme, i dischi intervertebrali si ossificano. Si formano "ponti" di osso intervertebrale, chiaramente visibili sulle radiografie della colonna vertebrale.

I cambiamenti nella colonna vertebrale si sviluppano lentamente, per diversi anni. I periodi di esacerbazioni si alternano a remissioni più o meno lunghe.

  • Sintomi di danno articolare nella spondilite anchilosante

Spesso, la sacroileite (infiammazione delle articolazioni del sacro) diventa uno dei primi sintomi clinicamente significativi della malattia di Bechterew. Il paziente è preoccupato per il dolore nelle profondità dei glutei, a volte estendendosi all'inguine e alle cosce. Spesso questo dolore è considerato un segno di infiammazione del nervo sciatico, ernia del disco intervertebrale o sciatica.

Il dolore nelle articolazioni grandi compaiono in circa la metà dei pazienti. La sensazione di rigidità e dolore alle articolazioni è più pronunciata al mattino e al mattino. Le piccole articolazioni sono meno comuni.

Circa il 30% dei casi di spondilite anchilosante è accompagnato da cambiamenti negli occhi e negli organi interni. Danni al tessuto cardiaco (miocardite, a volte malattia cardiaca valvolare si forma a seguito di infiammazione), aorta, polmoni, reni e tratto urinario. Nella spondilite anchilosante, il tessuto oculare è spesso affetto e si sviluppano irite, iridociclite o uveite.

Diagnosi di spondilite anchilosante

La diagnosi viene impostata sulla base dell'esame, della storia medica e dei dati da ulteriori studi. I pazienti con sospetta spondilite anchilosante devono consultare un ortopedico e un neurologo. Vengono eseguite una scansione a raggi X, MRI e TC della colonna vertebrale. In base ai risultati dell'analisi del sangue generale, viene rilevato un aumento della VES. In casi dubbi, viene eseguita un'analisi speciale per identificare l'antigene HLA-B27.

Diagnosi differenziale

La spondilite anchilosante deve essere differenziata dalle malattie degenerative della colonna vertebrale (DGP) - spondilosi e osteocondrosi. La spondilite anchilosante colpisce più spesso i giovani uomini, mentre la PCD di solito si sviluppa in età avanzata. Dolore nella spondilite anchilosante aggravata al mattino e a riposo. Per DGP è caratterizzato da un aumento del dolore nelle sere e dopo l'esercizio. L'ESR in DGP non aumenta, non vengono rilevati cambiamenti specifici sulla radiografia della colonna vertebrale.

La forma scandinava di spondilite anchilosante (lesione predominante di piccole articolazioni) dovrebbe essere differenziata dall'artrite reumatoide. A differenza della malattia di Bechterew, l'artrite reumatoide tende a colpire le donne. Nella spondilite anchilosante, il danno simmetrico alle articolazioni non è praticamente trovato. I pazienti non hanno noduli reumatoidi sottocutanei, in un esame del sangue, il fattore reumatoide è rilevato nel 3-15% dei casi (in pazienti con artrite reumatoide - nell'80% dei casi).

Trattamento della spondilite anchilosante

Terapia per la spondilite anchilosante complessa, lunga. È necessario osservare la continuità a tutte le fasi di trattamento: ospedale (dipartimento di traumatologia) - clinica - sanatorio. Glucocorticoidi e farmaci antinfiammatori non steroidei sono usati. Con un trattamento severo, vengono prescritti immunosoppressori.

Un grande ruolo nel trattamento della spondilite anchilosante gioca un modo di vita e un esercizio speciale. Il programma di ginnastica terapeutica è fatto individualmente. Gli esercizi dovrebbero essere eseguiti ogni giorno. Per prevenire lo sviluppo di posizioni viziose (postura del richiedente, posizione dell'orgoglioso), si consiglia al paziente di dormire su un letto duro senza cuscino e praticare regolarmente sport che rafforzano i muscoli della schiena (nuoto, sci). Per preservare la mobilità del torace è necessario eseguire esercizi di respirazione.

Nel trattamento del massaggio usato, terapia magnetica, riflessologia. I pazienti con spondilite anchilosante sono indicati con bagni terapeutici a base di radon, idrosolforico, nitrico. È impossibile recuperare completamente dalla spondilite anchilosante, tuttavia, se le raccomandazioni vengono seguite e il trattamento viene scelto correttamente, lo sviluppo della malattia può essere rallentato. I pazienti con spondilite anchilosante devono essere costantemente monitorati da un medico e nel periodo di esacerbazione devono essere sottoposti a trattamento in un ospedale.

Spondilite anchilosante - che cos'è? Come trattare la spondilite anchilosante in uomini e donne a casa

Un altro nome per la spondilite anchilosante è la spondilite anchilosante. Questo titolo riflette tutta l'essenza della patologia. Spondilite e artrite è un'infiammazione delle articolazioni intervertebrali articolari. Il processo infiammatorio progredisce nel tempo e porta alla anchilosi - la fusione di queste articolazioni e la loro completa immobilità.

I primi segni della malattia non sono specifici, il che spesso porta a una diagnosi tardiva e allo sviluppo di forme avanzate quando il trattamento è inefficace. L'esordio della malattia prima dei trentacinque anni negli uomini è caratteristico, ma nel 20-10% dei casi la malattia di Bechterew si sviluppa nelle donne.

L'aspetto del paziente con cambiamenti già pronunciati nel sistema muscolo-scheletrico assomiglia alla postura dell'aspirante: spalle abbassate, schiena piegata e petto infossato, gambe leggermente piegate alle ginocchia.

Cos'è?

La spondilite anchilosante è una malattia reumatica che si manifesta nella sconfitta di ossa, legamenti e tessuto cartilagineo, con conseguente sviluppo di anchilosi. I cambiamenti patologici riguardano principalmente la colonna vertebrale, il sacro e il ileo.

Cause dello sviluppo

La causa della spondilite anchilosante al momento rimane sconosciuta. Vengono anche specificate le cause e i fattori della malattia. L'unico fattore di rischio generalmente accettato per lo sviluppo di AS è considerato una predisposizione genetica. Pertanto, più del 90% dei pazienti con AS rivela un gene specifico HLA-B27, che è considerato un tipo di marcatore per questa malattia.

Tuttavia, i meccanismi di partecipazione di questo gene allo sviluppo dell'UA devono ancora essere chiariti. Dopo tutto, la sua scoperta non può essere considerata una garanzia al 100% dello sviluppo dell'UA, e molte persone sperimentano il cosiddetto trasporto asintomatico di questo gene (cioè, non sviluppano i segni della malattia). Inoltre, la malattia può svilupparsi in assenza di HLA-B27 o verificarsi in altre spondiloartriti (secondarie).

patogenesi

Nella spondiloartrite anchilosante, le articolazioni di tipo cartilagineo sono principalmente colpite. La cartilagine articolare a causa di effetti autoimmuni è soggetta a infiammazione e distruzione. In questo caso, l'infezione nella cavità articolare, a differenza dell'artrite settica infettiva, è assente.

Le superfici articolari alterate in modo distruttivo perdono la loro congruenza (corrispondenza anatomica tra loro), che si manifesta con il dolore e le limitazioni motorie. Successivamente, la patologia si diffonde all'osso (subcondrale) situato sotto la cartilagine, ai muscoli vicini e ai legamenti.

Tutte queste strutture subiscono anche la distruzione e il tessuto connettivo cresce al loro posto. Questo tessuto strettamente e immobile fissa gli elementi che formano l'articolazione. Successivamente, questi elementi articolari crescono insieme. Questo è il modo in cui si sviluppa l'anchilosi.

Sintomi della spondilite anchilosante

Nel periodo iniziale di spondilite anchilosante, i sintomi sono causati da danni ai legamenti della colonna vertebrale (vedi foto). Reclami di dolore al sacro e lombalgia, rigidità, che si verificano a riposo, soprattutto nella seconda metà della notte e più vicino al mattino, e diminuzione con movimenti ed esercizi sono caratteristici.

Obiettivamente, vengono rilevati dolore e tensione nei muscoli della schiena, riduzione del volume dei movimenti nella colonna vertebrale. Con il progredire della malattia, la sindrome del dolore aumenta e la sindrome del dolore si espande su tutta la colonna vertebrale. Ci sono dolori e maggiore mobilità nelle articolazioni dell'anca. Oggettivamente, in questo periodo, si può già vedere uno dei sintomi caratteristici - curvatura arcuata della colonna vertebrale e crampi cronici. In futuro, l'anchilosi delle articolazioni intervertebrali si verifica, la crescita della parete toracica è limitata e si verifica una brusca diminuzione della crescita umana.

Nella forma periferica della malattia, può manifestarsi nella lesione delle grandi articolazioni - gomito, ginocchio, caviglia. Ci sono anche manifestazioni extra-articolari di spondilite anchilosante. Caratterizzato dallo sviluppo di irite e iridociclite. Da parte del sistema cardiovascolare si evidenziano aortite, insufficienza valvolare aortica, pericardite e vari disturbi del ritmo. Può sviluppare amiloidosi renale.

Malattia di Bechterev nelle donne

Lo sviluppo della spondilite anchilosante nelle donne ha un certo numero di caratteristiche.

  1. La deformità spinale è meno pronunciata, il processo di ossificazione cattura solo la regione lombosacrale. Pertanto, anche nelle fasi finali della malattia, le donne riescono a mantenere la mobilità in misura molto maggiore rispetto agli uomini.
  2. Le donne soffrono esclusivamente della forma romiomielica della malattia che colpisce le articolazioni della spalla e dell'anca.
  3. I dolori sono parossistici e la durata degli attacchi varia da alcune ore a diversi mesi.
  4. Lo sviluppo lento della malattia è insito nelle donne, dall'insorgenza dello sviluppo alla comparsa di deformità pronunciate evidenti sulla radiografia, può richiedere 10-15 anni. I periodi in cui la malattia progredisce vengono sostituiti da periodi di remissione piuttosto lunghi.
  5. Gli organi interni sono raramente coinvolti nella malattia.

Si possono notare sintomi come infiammazione delle articolazioni sacro-iliache, dolore alle articolazioni dell'anca che si irradiano all'inguine e alle ginocchia, difficoltà di respirazione a causa della limitata mobilità delle costole e dello sterno. Nei tendini calcagno e Achille, il dolore si verifica abbastanza raramente.

diagnostica

L'attività è determinata non solo da segni clinici, ma anche da parametri di laboratorio - ESR (tasso di sedimentazione eritrocitaria) e proteina C-reattiva (CRP). Quest'ultima figura, normalmente assente, si forma durante il processo infiammatorio. Questa proteina plasmatica riflette la gravità dello stadio acuto dell'infiammazione. L'attività della spondilite anchilosante è definita come segue:

Cos'è la spondilite anchilosante e come è pericolosa?

La spondilite anchilosante (spondilite anchilosante) è una malattia delle articolazioni, principalmente intervertebrale, accompagnata da infiammazione. A causa della malattia, la mobilità della colonna vertebrale diventa meno pronunciata o è del tutto assente, le articolazioni delle vertebre si fondono insieme (anchilosi).

Inoltre, la malattia di Bechterew spesso colpisce le articolazioni sacro-iliache delle grandi articolazioni.

La spondilite anchilosante è una malattia autoimmune che adulti e bambini possono affrontare.

2 su 1.000 persone soffrono di questa malattia e in Russia 400.000 persone sono state colpite dalla malattia di Bechterew. Si noti che i giovani sono malati (fino a 40 anni). Anche i bambini e gli adolescenti possono affrontare questo disturbo. La spondilite anchilosante è di solito osservata negli uomini: i sintomi della malattia si manifestano in essi fino a 10 volte più spesso che nelle donne.

Spondilite anchilosante: cause

Gli scienziati non hanno ancora trovato una risposta inequivocabile alla domanda sul perché questa malattia si verifica. Tuttavia, è noto che la malattia di Bechterew è ereditata.

Più del 90% dei pazienti e circa il 25% dei loro parenti di sangue sono portatori del marcatore genetico della malattia di Bechterew HLA B27, che può portare allo sviluppo di questo disturbo.

Tuttavia, accade che la spondilite anchilosante si sviluppi senza la presenza del gene HLA B27.
Fattori nello sviluppo della spondilite anchilosante possono essere anche:

  • infezione intestinale;
  • infezioni respiratorie;
  • infezioni del sistema genito-urinario;
  • ipotermia;
  • lo stress;
  • lesione fisica;
  • disturbi disordinati nel corpo, ecc.

L'inizio della malattia può essere considerato il momento in cui il sistema immunitario infetta i tessuti del proprio corpo, confondendoli con quelli alieni. Innanzitutto colpisce le articolazioni sacro-iliache e quindi le altre articolazioni. La malattia può colpire anche le articolazioni più piccole.
Maggiori informazioni sulle cause della spondilite anchilosante nel video:

I sintomi della malattia

La manifestazione della spondilite anchilosante nelle donne e negli uomini è leggermente diversa. I sintomi sono generalmente gli stessi, ma la differenza è che le donne sono meno suscettibili a questo disturbo e, se si ammalano, la malattia ha una forma molto lieve.

In questo caso, la spondilite anchilosante colpisce il corpo femminile di solito solo nella colonna sacrale, lombare, ei sintomi negli uomini si verificano in tutta la colonna vertebrale, andando alle articolazioni periferiche.

Le conseguenze della spondilite anchilosante per i maschi sono molto più gravi che per la metà femminile dell'umanità.

La spondilite anchilosante sta guadagnando terreno gradualmente, a tappe:

  • La fase 1 (iniziale) è contrassegnata dalla manifestazione dei primi sintomi;
  • La fase 2 (dispiegata) è caratterizzata da un aumento dei sintomi;
  • Lo stadio 3 (in ritardo) è caratterizzato da forti cambiamenti articolari.

Fasi di spondilite anchilosante

Come si manifesta la malattia di Bechterew? Ciascuno degli stadi della malattia è caratterizzato da sintomi specifici.

Sintomi della fase iniziale:

  • dolore al sacro, che si estende alla coscia, parte bassa della schiena;
  • sensazioni di dolore, rigidità nella colonna vertebrale. Particolarmente pronunciato al mattino, dopo essere stato in una posizione fisica monotona.

Liberarsi dei sentimenti negativi è facile con l'aiuto di esercizi ginnici;

  • circondando i dolori al petto. Manifestare più forte con la tosse, la respirazione profonda;
  • deterioramento della condizione generale. Questo vale anche per la clinica della malattia di Bechterew in questa fase. Nonostante la capacità di lavoro rimanente, i pazienti si lamentano di apatia, depressione, stanchezza;
  • sensazione di pressione al petto a causa della limitazione della mobilità delle costole;
  • riduzione della distanza tra lo sterno e il mento a causa della deformazione della colonna vertebrale e delle articolazioni.
  • Nel video, il candidato delle scienze mediche fornisce un resoconto dettagliato dei sintomi della spondilite anchilosante:

    Sintomi della fase avanzata:

    • Dolore incessante nella colonna vertebrale, aggravato di notte, quando il tempo cambia, durante lo sforzo fisico;
    • dolori lancinanti ai fianchi, alle gambe, alla schiena. Questo è il risultato del pizzicamento delle radici nervose e della crescita del processo patologico.

    I sintomi della fase avanzata:

    • manifestazioni di sciatica. Consistono in forti dolori, intorpidimento, formicolio, sensazione di diminuzione o scomparsa vicino a una colonna vertebrale schiacciata, diminuzione del tono muscolare. Il dolore aumenta con il minimo movimento;
    • afflusso di sangue al cervello a causa della compressione dei vasi vertebrali. Manifestata sotto forma di mal di testa sordo e palpitante con spondilite anchilosante, acufene, sonnolenza, sbalzi d'umore senza motivo;
    • attacchi d'asma. Questo è il risultato della compressione di vasi, cuore e polmoni;
    • ipertensione;
    • deformità spinale. La regione cervicale è più arcuata in avanti, quella toracica. La spina dorsale "ossifica", diventa quasi immobile.

    Cambiamenti nella postura nella spondilite anchilosante

    classificazione

    La spondilite anchilosante è classificata non solo per fasi, ma anche per altri criteri. Ci sono le seguenti classificazioni di questa malattia:

    1. stream:
      • malattia lentamente progressiva;
      • lentamente progressiva con ricadute;
      • rapidamente progressivo;
      • forma settica della malattia (comparsa improvvisa della malattia, accompagnata da febbre, brividi, infiammazione degli organi interni, ESR ha sovrastimato gli indicatori).
    2. in base al grado di attività:
      • 1 minimo (dolore non visibile, rigidità della colonna vertebrale, articolazioni periferiche al mattino);
      • 2 moderato (dolore sostenuto, rigidità al mattino, non passando per diverse ore);
      • 3 grave (dolore persistente grave, rigidità durante il giorno, danni alle articolazioni, temperatura corporea raggiunge i 38 ° C.
    3. Secondo il grado di fallimento funzionale delle articolazioni:
      • Stadio 1 (mobilità limitata nella colonna vertebrale, articolazioni, cambiamenti nelle pieghe della colonna vertebrale);
      • Fase 2 (pronunciata limitazione della mobilità);
      • Fase 3 (piegamenti della colonna vertebrale e articolazioni crescono insieme, con conseguente impossibilità di movimento).

    forma

    La malattia differisce in forma a seconda della posizione:

    • radice, rhizomielicheskaya (circa 18%). Questa forma colpisce la colonna vertebrale, le articolazioni più grandi;
    • periferico (20-75%). La sconfitta della colonna vertebrale, articolazioni più piccole (caviglia, ginocchio, articolazioni del piede). I piedi possono essere influenzati da questa forma di spondilite anchilosante;
    • centrale (circa il 47%). La malattia deforma solo la colonna vertebrale (tutte o alcune sezioni);

    Localizzazione della spondilite anchilosante nella colonna vertebrale

    Spondilite anchilosante: diagnosi

    Per una corretta diagnosi, è necessario effettuare una serie di eventi medici:

    • Radiografia della colonna vertebrale, sacro. La spondilite anchilosante sulla radiografia è facilmente determinata, poiché attraverso questo metodo è possibile distinguere i segni di infiammazione delle articolazioni sacro-iliache, "ossificazione" della colonna vertebrale;

    Su tutti i moderni metodi di diagnosi delle malattie delle articolazioni, leggi questo articolo...

  • test di base per la spondilite anchilosante. Emocromo completo, sangue da una vena - questi sono i campioni che devono essere presi per confermare il processo infiammatorio;
  • saggio specifico che rileva l'antigene HLA-B27. Viene preso se c'è qualche dubbio nella diagnosi.
  • Guarda il video sulle caratteristiche della diagnosi di spondilite anchilosante:

    • se la spondiloartrite anchilosante è caratterizzata da un aumento del dolore al mattino, quindi per DZP - un aumento del dolore dopo l'esercizio;
    • con DZP, la VES non aumenta, a differenza della malattia di Bechterew;
    • la radiografia non rileva cambiamenti e deformità in DGP;
    • La malattia di Bechterew, in particolare, la sua forma scandinava, differisce dall'artrite reumatoide, che è simile nei sintomi.

    Nella spondilite anchilosante non si osservano lesioni simmetriche delle articolazioni e noduli reumatoidi sottocutanei.

    Nell'AR, il fattore reumatoide è rilevato nell'80% dei casi e nella spondiloartrite anchilosante, questo fattore è quasi sempre assente.

    Spondilite anchilosante e gravidanza

    Spesso le donne hanno paura di avere figli trovando questo disturbo. Tuttavia, non ci sono controindicazioni per la gravidanza. È solo necessario adeguare il trattamento terapeutico della malattia, sostituendo i farmaci con gli altri o cancellandoli del tutto.

    Il trattamento terapeutico aggiustato della spondilite anchilosante non influisce sul decorso della gravidanza

    Per quanto riguarda la consegna, è probabile che si svolgerà sotto forma di taglio cesareo.

    Una tale decisione viene spesso presa per evitare un carico insopportabile sulle articolazioni dell'anca al momento della nascita del bambino.

    invalidità

    La restrizione della mobilità derivante da una determinata malattia comporta una disabilità.
    Criteri per la disabilità nella spondilite anchilosante:

    • Gruppo 3: la malattia si sviluppa lentamente, con rare ricadute. Disfunzione della colonna vertebrale e articolazioni 1-2 gradi. Una persona non può svolgere attività professionali o essere fortemente limitata in essa;
    • Gruppo 2: rapida progressione della malattia, con frequenti esacerbazioni. Restrizioni delle funzioni della colonna vertebrale, articolazioni - 2-3 gradi.

    Gli organi interni sono influenzati negativamente. Il lavoro è ridotto solo alle attività manuali a casa;

  • Gruppo 1: lesioni irreversibili e gravi della colonna vertebrale, articolazioni. Disturbi funzionali di 4 gradi. Il movimento autonomo non è possibile.
  • Spondilite anchilosante: una prognosi per la vita

    Oltre al trattamento della spondilite anchilosante sotto la supervisione di un medico, è necessario seguire le raccomandazioni sullo stile di vita:

    • smettere di fumare;
    • l'esecuzione di elementi ginnici, il nuoto.
      Un complesso di esercizi nella spondilite anchilosante, guarda il video:

    Se segui queste raccomandazioni, la domanda su quanto vivono con la spondilite anchilosante scompare: una persona può vivere fino alla vecchiaia.

    Quindi, la malattia di Bechterew può colpire assolutamente chiunque. Tuttavia, un trattamento adeguato e, soprattutto, la giusta attitudine a una malattia inaspettata può davvero rendere la vita più facile. Le recensioni dei pazienti suggeriscono che chiunque abbia problemi con la spondilite anchilosante, non si scoraggia, conduce una vita piena.
    Sii sano e mantieni sempre un buon umore!