Cause, sintomi e fasi della psoriasi

La psoriasi è una malattia conosciuta della pelle di natura cronica, che è accompagnata dall'apparizione di punti rossi sollevati, sui quali sono presenti scaglie bianco-argentee. Secondo le statistiche, circa il 3% delle persone dell'intera popolazione del pianeta soffre della malattia.

I principali sintomi della psoriasi sono caratterizzati dall'apparizione sulla pelle di un'eruzione monomorfica: noduli rosa brillante ricoperti di scaglie argentate. Gli elementi dell'eruzione si possono fondere in varie configurazioni che assomigliano a una mappa geografica. Accompagnato da un leggero prurito.

Di norma, la malattia colpisce la pelle delle articolazioni della testa, del gomito e del ginocchio, nella regione lombare. Inoltre è nota la psoriasi delle unghie, degli organi genitali esterni e delle articolazioni, tuttavia queste forme sono molto meno comuni rispetto alle lesioni cutanee.

La malattia può svilupparsi a qualsiasi età, ma il più delle volte la psoriasi colpisce i giovani. In questo articolo parleremo della psoriasi - i sintomi, il trattamento, la dieta e i rimedi popolari che aiuteranno a curare la malattia a casa.

Cause della psoriasi

La causa della psoriasi è sconosciuta, ma i cambiamenti immunologici nel corpo (aggressione autoimmune), i disordini neurologici e i disordini metabolici possono provocare la malattia. Contribuire all'emergere di psoriasi, ereditarietà, diminuzione dell'immunità dopo malattia, stress.

Una delle principali teorie sull'insorgenza della psoriasi è l'ipotesi del cosiddetto fattore genetico. Di norma, la psoriasi nei bambini sotto i 10 anni è precisamente la forma ereditaria della malattia - nel genere del bambino, è quasi sempre possibile trovare una sofferenza relativa da una malattia simile. Ma se la psoriasi si manifesta in un'età più matura, i medici ritengono che la malattia abbia una diversa natura di origine - batterica o virale.

Fattori che contribuiscono allo sviluppo della psoriasi:

  • predisposizione genetica;
  • pelle secca e sottile;
  • irritanti esterni;
  • igiene eccessiva;
  • cattive abitudini;
  • l'assunzione di alcuni farmaci può scatenare la malattia (beta-bloccanti, antidepressivi, anticonvulsivanti e farmaci antimalarici);
  • infezioni (funghi e stafilococchi);
  • lo stress.

Il giorno internazionale della psoriasi (Giornata mondiale della psoriasi) viene celebrato ogni anno il 29 ottobre con il patrocinio della Federazione internazionale delle associazioni di psoriasi (IFPA). Per la prima volta questo giorno è stato celebrato nel 2004.

La psoriasi è contagiosa?

Numerosi studi hanno confermato che la psoriasi non è contagiosa. La presenza di diversi membri della famiglia con psoriasi è spiegata dalla possibile trasmissione ereditaria (genetica) della malattia.

Fasi di sviluppo

Ci sono tre fasi di sviluppo della psoriasi:

  1. Progressivo - compaiono nuovi eritemi, il paziente è preoccupato per il forte prurito.
  2. Stazionario - l'apparizione di nuovi arresti avventati, quelli esistenti iniziano a guarire.
  3. Regressione: i bordi pseudo-atrofici si formano attorno alle lesioni, al centro di grandi placche aree visibili di cute sana; tuttavia, l'iperpigmentazione ricorda la malattia: sul sito delle aree interessate la pelle ha un colore più scuro rispetto a quello sano.

Inoltre, la psoriasi viene generalmente classificata in base alla gravità della luce (con una lesione inferiore al 3% della superficie cutanea), moderata (con una lesione del 3-10% della superficie cutanea) e grave (con oltre il 10% della superficie della pelle interessata). Il danno articolare è considerato una forma grave di psoriasi, indipendentemente dall'area della lesione cutanea.

Primi segni

Si consiglia di consultare un medico se compaiono i seguenti sintomi:

  1. Macchie rosse sporgenti (placche) ricoperte di scaglie bianche o argento. Le macchie più spesso appaiono sui gomiti e sulle ginocchia, ma le eruzioni cutanee possono essere su qualsiasi parte del corpo: il cuoio capelluto, le mani, le unghie e il viso. In alcuni casi, i punti prurito;
  2. Unghie deformate, esfoliate;
  3. Forte esfoliazione delle cellule morte della pelle (come la forfora);
  4. Vesciche su palme e suole, crepe dolorose nella pelle.

I sintomi della psoriasi

La psoriasi è una malattia sistemica che colpisce non solo la pelle e le unghie. Colpisce le articolazioni, i tendini e la colonna vertebrale, i sistemi immunitario, nervoso ed endocrino. Spesso colpisce i reni, il fegato, la ghiandola tiroidea. Il paziente si sente molto debole, soffre di stanchezza cronica e depressione. In connessione con un effetto così complesso sul corpo, la malattia negli ultimi anni è stata chiamata malattia psoriasica.

La psoriasi e i suoi sintomi sono caratterizzati dalla presenza di un'eruzione omogenea sotto forma di placche con un diametro da 1-3 mm a 2-3 cm, di colore rosa-rosso, ricoperte da squame scaglie bianco-argento. Come risultato della crescita marginale, gli elementi possono fondersi in placche di varie dimensioni e forme, a volte occupando ampie aree di pelle. Le placche si trovano solitamente sulla pelle della superficie dell'estensore delle estremità, specialmente nella zona delle articolazioni del gomito e del ginocchio, del tronco e del cuoio capelluto.

  1. La psoriasi a placche, o psoriasi comune, psoriasi vulgaris, semplice psoriasi (psoriasi vulgaris) (L40.0) è la forma più comune di psoriasi. È osservato nell'80-90% di tutti i pazienti con psoriasi. La psoriasi a placche vulgaris si manifesta il più delle volte sotto forma di aree tipiche di pelle infiammata, arrossata, calda, coperta di pelle grigia o bianco-argento, facilmente esfoliata, squamosa, secca e ispessita, sollevata sopra la superficie della pelle sana. La pelle rossa sotto uno strato grigio o argento facilmente rimovibile si ferisce facilmente e sanguina, poiché contiene un gran numero di piccoli vasi. Queste aree di tipiche lesioni psoriasiche sono chiamate placche psoriasiche. Le placche psoriasiche tendono a crescere di dimensioni, si fondono con placche adiacenti, formando interi piatti di placche ("laghi di paraffina").
  2. La psoriasi flessoria (psoriasi flessionale) o "psoriasi inversa" (psoriasi inversa) (L40.83-4) di solito appare liscia, non screpolata o con minimo sfaldamento, non particolarmente sporgente al di sopra della superficie della pelle, macchie rosse e infiammate, localizzate unicamente nelle pieghe pelle, in assenza o danni minimi ad altre aree della pelle. Molto spesso questa forma di psoriasi colpisce le pieghe dei genitali esterni, dell'inguine, della parte interna della coscia, delle ascelle, delle pieghe sotto l'addome allargate all'obesità (pannello psoriasico) e sulle pieghe della pelle sotto le ghiandole mammarie nelle donne. Questa forma di psoriasi è particolarmente suscettibile al deterioramento sotto l'influenza di attriti, traumi cutanei e sudorazione, ed è spesso accompagnata o complicata da infezione fungina secondaria o piodermite da streptococco.
  3. La psoriasi a forma di goccia (psoriasi guttata) (L40.4) è caratterizzata da un gran numero di piccole dimensioni, sollevate sopra la superficie della pelle sana, asciutte, rosse o viola (fino al viola), simili per forma a gocce, lacrime o piccoli punti, cerchi di elementi lesionali. Questi elementi psoriasici di solito coprono un'ampia superficie della pelle, più spesso i fianchi, ma possono anche essere osservati su gambe, avambracci, spalle, cuoio capelluto, schiena, collo. La psoriasi a forma di goccia spesso si sviluppa per la prima volta o diventa acuta dopo un'infezione da streptococco, in casi tipici - dopo tonsillite streptococcica o faringite da streptococco.
  4. La psoriasi pustolosa (L40.1-3, L40.82) o la psoriasi essudativa è la più grave delle forme cutanee della psoriasi e assomiglia a vesciche sollevate sopra la superficie della pelle sana o vesciche piene di essudato infiammatorio non infetto (pustole). La pelle sotto e sopra la superficie delle pustole e intorno a loro è rossa, calda, gonfia, infiammata e ispessita, facilmente esfoliata. Può verificarsi un'infezione secondaria di pustole, nel qual caso l'essudato diventa purulento. La psoriasi pustolosa può essere limitata, localizzata, con la sua localizzazione più frequente essendo le estremità distali degli arti (braccia e gambe), cioè le gambe e l'avambraccio, questo è chiamato pustole palmoplantare (pustolosi palmoplantare). In altri casi più gravi, la psoriasi pustolosa può essere generalizzata, con pustole diffuse su tutta la superficie del corpo e una tendenza a fondersi in pustole più grandi.
  5. La psoriasi ungueale o l'onicodistrofia psoriasica (L40.86) porta a una varietà di cambiamenti nell'aspetto delle unghie sulle dita delle mani o dei piedi. Questi cambiamenti possono includere qualsiasi combinazione di cambiamenti nel colore delle unghie e del letto ungueale (ingiallimento, sbiancamento o ingrigimento), punti, macchie, striature trasversali delle unghie, ispessimento della pelle sotto le unghie e intorno al letto ungueale, desquamazione e ispessimento dell'unghia e sotto le unghie. completa perdita di unghie (onicolisi) o lo sviluppo di una maggiore fragilità delle unghie.
  6. Artrite psoriasica (L40.5), o artropatia psoriasica, la psoriasi artropica è accompagnata da infiammazione delle articolazioni e del tessuto connettivo. L'artrite psoriasica può colpire qualsiasi articolazione, ma più spesso - piccole articolazioni delle falangi distali delle dita e / o delle gambe. Questo provoca tipicamente gonfiore delle dita delle mani e dei piedi, noto come dattilite psoriasica. L'artrite psoriasica può anche interessare l'anca, il ginocchio, le spalle e le articolazioni vertebrali (spondilite psoriasica). A volte l'artrite psoriasica delle articolazioni del ginocchio o dell'anca, e in particolare la spondilite psoriasica, è così pronunciata che porta a una grave disabilità del paziente, incapacità a muoversi senza adattamenti speciali e persino allettamento del letto. La mortalità in queste forme più gravi di artrite psoriasica aumenta, poiché l'immobilizzazione del paziente a letto contribuisce alla comparsa di piaghe da decubito e polmonite. Circa il 10-15% dei pazienti affetti da psoriasi soffre anche di artrite psoriasica.
  7. L'eritroderma psoriasico (L40.85), o la psoriasi eritrodermica, si manifesta con un'infiammazione diffusa e spesso generalizzata e uno sfaldamento, distacco della pelle su tutto o su gran parte della superficie della pelle. L'eritroderma psoriasico può essere accompagnato da intenso prurito cutaneo, gonfiore della pelle e del tessuto sottocutaneo e dolore cutaneo. L'eritroderma psoriasico è spesso il risultato di esacerbazione acuta della psoriasi volgare con il suo decorso instabile, in particolare con un'improvvisa brusca interruzione del trattamento sistemico o dei glucocorticoidi locali. Può anche essere osservato come risultato di provocazione da alcol, stress neuropsichico, infezioni intercorrenti (in particolare, malattie catarrali). Questa forma di psoriasi può essere letale, perché l'infiammazione e il distacco o il distacco della pelle estremamente forti alterano la capacità del corpo di regolare la temperatura corporea e la funzione barriera della pelle, che può essere complicata da pioderma o sepsi generalizzata. Tuttavia, l'eritroderma psoriasico limitato localizzato può essere anche il primo sintomo della psoriasi, trasformandosi successivamente in psoriasi a placche volgari.

I sintomi della psoriasi variano a seconda della stagione e dello stadio specifici. Molti pazienti hanno un tipo "invernale" della malattia, in cui si verificano periodi di esacerbazione nel tardo autunno o in inverno.

Foto di psoriasi

Come funziona la psoriasi nelle fasi iniziali e in altre nella foto:

Corso della malattia

La psoriasi è una malattia cronica, solitamente caratterizzata da un andamento ondulatorio, con periodi di spontanea o causati da alcuni effetti terapeutici di remissioni o miglioramenti e periodi di spontanea o provocati da influenze esterne avverse (alcol, infezioni intercorrenti, stress) recidive o esacerbazioni.

  • La gravità della malattia può variare nei diversi pazienti e anche nello stesso paziente durante i periodi di remissione e di esacerbazione in limiti molto ampi, da piccole lesioni locali a completa copertura di tutto il corpo con placche psoriasiche.

Spesso c'è una tendenza alla progressione della malattia nel tempo (soprattutto se non trattata), a peggiorare e aumentare le riacutizzazioni, per aumentare l'area della lesione e il coinvolgimento di nuove aree cutanee. In alcuni pazienti, vi è un decorso continuo della malattia senza remissioni spontanee, o addirittura progressione continua. Spesso colpisce anche le unghie delle mani e / o delle gambe (onicodistrofia psoriasica). Il danno del chiodo può essere isolato e osservato in assenza di lesioni cutanee.

La psoriasi può anche causare l'infiammazione delle articolazioni, la cosiddetta artropatia psoriasica o l'artrite psoriasica. Dal 10 al 15% dei pazienti con psoriasi soffrono anche di artrite psoriasica.

Trattamento della psoriasi

Per il successo del trattamento, è necessario considerare in quale stadio si trova la malattia al momento attuale - a seconda di ciò, l'intensità della terapia varia. Inoltre, il trattamento della psoriasi consiste sempre in un complesso di rimedi: unguenti esterni, procedure fisioterapeutiche, il regime generale. È anche necessario tenere conto di altre malattie esistenti, età, sesso, influenza dei fattori professionali e dello stato generale della salute umana.

Nel caso di psoriasi, emollienti, preparazioni cheratoplastiche, preparati topici (unguenti, lozioni, creme) contenenti glucocorticoidi (idrocortisone, prednisone, desametasone), preparati contenenti zinco piritionato, un unguento contenente analoghi di vitamina D3, catrame, naftalan, gidroksiantronov.

Nelle forme gravi di psoriasi, nell'inefficacia della terapia esterna o nella sconfitta di oltre il 20% della superficie cutanea, viene prescritta una terapia farmacologica sistemica che include citostatici (metotrexato), retinoidi sintetici (retinolo acetato, retinolo palmitato, tretinoina), glucocorticoidi.

Come trattare la psoriasi senza l'uso di farmaci - l'essenza sta nell'uso della crioterapia, dello scambio plasmatico e della nomina della fotochemioterapia sistemica:

  1. La fotochemioterapia è l'uso combinato della radiazione ultravioletta (lunghezza d'onda da 320 a 420 nm) con l'ingestione di farmaci che aumentano la sensibilità alla luce. L'uso di fotosensibilizzanti si basa sulla loro capacità di aumentare la sensibilità della pelle ai raggi ultravioletti e stimolare la formazione del pigmento della pelle - la melanina. La dose di farmaci selezionati singolarmente, tenendo conto del peso del paziente. Le procedure vengono eseguite 3-4 volte a settimana, 20-25 sessioni sono prescritte per il corso. La terapia PUVA è controindicata nelle malattie infettive acute, esacerbazione di malattie croniche, scompenso cardiovascolare, oncologia, diabete grave, grave danno al fegato e ai reni.

Sulla questione di come trattare la psoriasi, la medicina moderna non è in grado di dare una risposta chiara, pertanto, oltre al trattamento tradizionale, si raccomanda ai pazienti con psoriasi di seguire una dieta speciale, nonché di provare i rimedi tradizionali per il trattamento della psoriasi.

Unguento per la psoriasi

Nelle forme lievi del decorso della psoriasi, a volte è sufficiente un trattamento esterno della psoriasi con l'aiuto del mascha. Ci sono molti farmaci usati nel trattamento esterno della psoriasi, eccone alcuni:

  1. Unguento salicilico aiuta ad ammorbidire i fiocchi di pelle cornea e li rimuove il prima possibile, il che aiuta ad essere meglio assorbito da altri farmaci. 0,5-5% unguento salicilico viene applicato con uno strato sottile nella zona della pelle interessata (maggiore è l'infiammazione della pelle, meno viene applicata) 1-2 volte al giorno. L'acido salicilico si trova anche negli unguenti per psoriasi Diprosalic, Akriderm SK, ecc.
  2. L'unguento Naftalan viene utilizzato nella fase stazionaria e regressiva della psoriasi (mai con aggravamento, progressione della psoriasi). L'unguento Naftalan riduce l'infiammazione e il prurito della pelle. Nel trattamento della psoriasi si usa una pomata di naftalan al 5-10%.
  3. L'unguento di catrame di zolfo 5-10% aiuta a ridurre l'infiammazione della pelle, ma è controindicato nella forma essudativa della psoriasi (con scaglie e croste umide). L'unguento di catrame di zolfo non può essere applicato sulla pelle. Per la psoriasi del cuoio capelluto si utilizzano shampoo con contenuto di catrame (catrame di Friderm, ecc.).
  4. Anthralin - un unguento che inibisce la divisione cellulare degli strati superficiali della pelle e riduce il peeling. Anthralin viene applicato sulla pelle per 1 ora e poi lavato via.
  5. Unguenti per la psoriasi con vitamina D (Calcipotriolo) hanno effetto anti-infiammatorio, aiutano a migliorare il decorso della psoriasi. Il calcipotriolo viene applicato sulla pelle infiammata 2 volte al giorno.
  6. I tappi di pelle sono creme, spray e shampoo che vengono utilizzati nel trattamento della psoriasi del cuoio capelluto. Gli shampoo vengono usati per la psoriasi del cuoio capelluto tre volte a settimana, gli aerosol e le creme vengono applicati sulla superficie della pelle 2 volte al giorno.

Nel caso in cui il trattamento non producesse l'effetto atteso, l'unguento è prescritto su base ormonale. Il trattamento inizia con farmaci più leggeri che hanno effetti collaterali minimi. Se i miglioramenti non potrebbero essere raggiunti, quindi nominare un unguento più forte con glucocorticosteroidi.

  1. Unguento Flumetazon. Ha azione antinfiammatoria, antiallergica, antiedemitica, antipruriginosa. Adatto per i pazienti con forme essudative di psoriasi, riduce il sanguinamento. Applicare uno strato sottile su aree limitate 2-3 volte al giorno. Il trattamento dura 10-14 giorni.
  2. Unguento triamcinolone acetonide. Agente antinfiammatorio, antiprurito e antiallergico locale. Riduce la pelle bagnata. Applicare sulla zona interessata 2-3 volte al giorno per un massimo di due settimane. Usato nel periodo di esacerbazione.
  3. Idrocortisone. Sopprime l'aumento dell'attività dei leucociti, impedisce loro di muoversi nella pelle, elimina la sensazione di oppressione e prurito.

In quale sanatorio viene mostrato riposo?

Per la riabilitazione dei pazienti con psoriasi nelle località di utilizzo: fango, acqua minerale, trattamento con pesce, frazioni di olio leggero e fisioterapia. Acqua di mare, un clima caldo ha anche un effetto potente.

Località turistiche russe specializzate nel trattamento di pazienti con psoriasi: Sochi, Anapa, Gelendzhik. Il mite clima subtropicale, l'abbondanza del sole e il lungo bagno di mare hanno un effetto benefico sulla pelle, sulle unghie e sulle articolazioni. Sanatorio Elton vicino a Volgograd (fangoterapia), sanatorio Assy vicino a Ufa offre un complesso di procedure fisioterapiche e aria pulita.

Cosa si può fare a casa?

È importante capire che il successo della terapia dipende in gran parte dalle azioni del paziente stesso. Per questo motivo si raccomanda alle persone che soffrono di psoriasi di cambiare completamente il proprio stile di vita e compiere ogni sforzo per creare condizioni favorevoli per il recupero.

In particolare, i pazienti sono raccomandati:

  • osservare il regime del riposo e del lavoro;
  • evitare stress emotivo e fisico;
  • ricorrere all'uso di rimedi popolari (in consultazione con un dermatologo);
  • seguire una dieta ipoallergenica.

Come trattare i rimedi popolari della psoriasi

A casa, puoi usare molte ricette della medicina tradizionale per aiutare a curare la psoriasi. Considera alcuni di loro.

  1. In piatti di argilla, è necessario strofinare fiori freschi di Hypericum (20 g), radice di celidonia, propoli, fiori di calendula (10 g). L'olio vegetale è aggiunto alla miscela. Conservare in un luogo fresco, al riparo dalla luce del sole. Metodo di applicazione - 3 volte al giorno per lubrificare accuratamente le lesioni psoriasiche.
  2. Il catrame viene applicato sulle aree interessate con un batuffolo di cotone. Nei primi giorni, iniziare con 10 minuti, quindi lavare il catrame con sapone per catrame. E gradualmente aumentare il tempo per 30-40 minuti (questo può essere fatto in 10-12 giorni). La procedura viene eseguita una volta al giorno, preferibilmente la sera, perché l'odore del catrame rimane anche dopo un lungo risciacquo. E durante la notte l'odore, di regola, completamente scompare.
  3. Radice di celidonia, macinare, spremere il succo e ingrassare ogni punto. Per fare tutta la stagione. Se necessario, ripetere l'estate seguente.
  4. Nelle prime fasi della malattia, è possibile utilizzare l'unguento, che può essere ottenuto da una miscela di due uova e un articolo. cucchiai di olio vegetale. Tutto questo deve essere frustato e quindi aggiungere metà dell'arte. cucchiai di acido acetico. La capacità con questo strumento deve essere mantenuta, chiusa ermeticamente e in un luogo dove non cade luce. Applicare, diffondendo sui granelli, dovrebbe essere di notte.
  5. Il trattamento popolare della psoriasi include l'uso di alcune erbe medicinali. L'infusione di repeshka soddisfa bene la malattia. In particolare, questo metodo popolare dovrebbe essere provato da coloro che soffrono non solo dalla psoriasi, ma anche da malattie del tratto gastrointestinale, fegato o cistifellea. L'infusione aiuta a normalizzare il lavoro delle aree colpite e migliorare il metabolismo. Un cucchiaio di rapa secca deve essere versato in una ciotola di smalto con un bicchiere di acqua bollente, coperto con un coperchio e insistito per un'ora, quindi scolato, strizzato, portare la quantità di acqua bollente al suo volume originale e bere un quarto di tazza di vetro quattro volte al giorno prima dei pasti.

La psoriasi non può essere curata La medicina moderna non offre un singolo farmaco in grado di curare la psoriasi una volta per tutte. Tuttavia, se viene trattato con farmaci e altri metodi, è possibile ottenere una remissione piuttosto instabile.

Dieta per la psoriasi

Per dirlo inequivocabilmente, quale tipo di dieta per la psoriasi sarà la più efficace è difficile. Il fatto è che oltre ai prodotti che sono indesiderabili per l'uso o utili, in diversi pazienti è correlata la tolleranza individuale degli stessi prodotti alimentari.

A questo proposito, per ogni persona che soffre di psoriasi, vengono fatte raccomandazioni specifiche. La forma raccomandata di nutrizione prevede il rifiuto di alcuni prodotti, ma fornisce una dieta equilibrata che fornisce al corpo umano tutte le sostanze necessarie.

Cosa non può mangiare un paziente con la psoriasi:

  • spezie;
  • noci;
  • cibi piccanti, affumicati e salati;
  • scorza di agrumi;
  • carne grassa;
  • bevande alcoliche;
  • formaggio blu;

Il cibo per la psoriasi dovrebbe essere ricco di acidi grassi, che si trovano in abbondanza nei pesci. L'essenza della malattia è questa: un fallimento nell'attività del sistema immunitario provoca l'organismo a produrre sempre più nuove cellule della pelle, non avendo il tempo di liberarsi di quelle vecchie. Di conseguenza, le cellule della pelle si accumulano e si attaccano insieme, prurito, irritazione, desquamazione si verifica.

Perché il sistema immunitario si comporta in questo modo è sconosciuto. I medici dicono una cosa: la psoriasi è incurabile, quindi non devi combattere con la malattia stessa, ma con le sue manifestazioni.

Qualità della vita dei pazienti

È stato dimostrato che la psoriasi può peggiorare la qualità della vita dei pazienti allo stesso modo di altre gravi malattie croniche: depressione, precedente infarto miocardico, ipertensione, insufficienza cardiaca o diabete di tipo 2. A seconda della gravità e dell'ubicazione delle lesioni psoriasiche, i pazienti con psoriasi possono manifestare disagio fisico e / o psicologico significativo, difficoltà nell'adattamento sociale e professionale e persino disabilità.

In un sondaggio dell'American National Fund for Psoriasis, condotto nel 2008 e trattato su 426 pazienti con psoriasi, il 71% dei pazienti ha riferito che la malattia è un problema serio nella loro vita quotidiana. Più della metà dei pazienti ha notato una fissazione significativa nel loro aspetto (63%), la paura di sembrare cattivi o di essere respinti dagli altri a causa della presenza di psoriasi, sensazione di imbarazzo, vergogna o costrizione nel comunicare (58%). Più di un terzo dei pazienti ha riferito che, con l'insorgenza o la progressione della malattia, hanno iniziato a evitare l'attività sociale e la comunicazione con le persone o limitato la ricerca di partner e relazioni intime dovute alla malattia.

Grave prurito o dolore possono interferire con le funzioni vitali fondamentali: cura di sé, camminare, dormire. Le placche psoriasiche sulle parti aperte delle braccia o delle gambe possono impedire al paziente di lavorare in determinati lavori, fare sport, prendersi cura di familiari, animali domestici o casa. Le placche psoriasiche sul cuoio capelluto rappresentano spesso uno speciale problema psicologico per i pazienti e causano uno stress significativo e persino una fobia sociale, poiché le placche pallide sul cuoio capelluto possono essere scambiate da altri per la forfora o il risultato della presenza di pidocchi.

Un problema psicologico ancora più grande è causato dalla presenza di lesioni psoriasiche sul viso, i lobi delle orecchie. Il trattamento della psoriasi può essere costoso e portare via dal paziente molto tempo e fatica, interferendo con il lavoro, lo studio, la socializzazione del paziente, il dispositivo della sua vita personale.

prospettiva

La prognosi per la vita con la psoriasi è condizionatamente sfavorevole, la malattia è cronica, lentamente progredendo, un trattamento tempestivo e adeguato migliora solo la qualità della vita, ma non elimina la malattia stessa.

Nei periodi di esacerbazione, c'è una disabilità. In assenza di adeguate cure mediche può portare alla disabilità.

Malattia psoriasica: sintomi, cause e metodi di trattamento

La psoriasi o la psoriasi sono una malattia cronica, multifattoriale, sistemica che si manifesta come eruzione papulare epidermico-dermica. Si verifica con la stessa frequenza tra maschi e femmine e procede nel corso degli anni con periodi alternati di ricadute e remissioni. Questa è una delle dermatosi più comuni, difficili da trattare e spesso difficili da trattare. Un trattamento efficace della psoriasi richiede uno sforzo considerevole, ma in molti casi risulta essere insostenibile.

L'urgenza di questo problema medico-sociale è connessa a:

  • prevalenza significativa;
  • imprevedibilità, originalità e incostanza del flusso;
  • la comparsa dei primi segni clinici principalmente in giovane età;
  • un aumento dell'incidenza negli ultimi 10-15 anni tra i giovani;
  • un aumento della percentuale di forme gravi della malattia, accompagnata da gravi disturbi psicologici e disturbi del sonno;
  • deterioramento della qualità della vita dei pazienti;
  • difficoltà di trattamento;
  • un aumento significativo del numero di pazienti con disabilità, sia in congedo per malattia che per invalidità, soprattutto tra i giovani uomini.

Secondo varie fonti, la malattia è registrata nel 2-7% della popolazione mondiale. Nella struttura delle malattie della pelle, la psoriasi è del 3-5%, e tra i pazienti con gli ospedali dermatologici - fino al 25%. Questi dati sono incompleti per alcune ragioni: la difficoltà di identificare forme gravi, ad esempio, l'artrite psoriasica, la rara capacità di appealing alle istituzioni mediche di pazienti con forme lievi, ecc.

Cause della psoriasi e della sua patogenesi

Nonostante il vantaggio delle manifestazioni cutanee locali nella maggior parte delle forme della malattia, a causa delle sue cause e della natura dei disturbi nel corpo, la malattia è di natura sistemica. Nel processo della malattia coinvolti le articolazioni, i vasi sanguigni, i reni, il fegato. C'è anche un alto rischio di diabete, obesità e ipertensione nelle persone che soffrono di psoriasi, soprattutto nelle donne.

Il 20-30% dei pazienti sviluppa successivamente una sindrome dei disordini metabolici con livelli elevati di trigliceridi nel sangue, obesità principalmente nell'addome, artrite psoriasica. Inoltre recentemente sono stati identificati numerosi marker biologici, che indicano una connessione diretta di psoriasi con morbo di Crohn, artrite reumatoide, malattie cardiovascolari, angina pectoris e aumento della mortalità a seguito di infarto miocardico. Per questi e altri motivi, un numero crescente di ricercatori si sta orientando verso la definizione sistemica di dermatosi come "malattia psoriasica" e non solo "psoriasi".

La psoriasi è ereditata?

Nonostante la presenza di un gran numero di ipotesi e ricerche condotte al momento, rimane difficile rispondere alla domanda se la psoriasi sia ereditata. Tuttavia, è generalmente accettato che la malattia sia geneticamente determinata. In assenza di malattia in entrambi i genitori, si trova solo nel 4,7% dei bambini. Con la malattia di uno dei genitori, il rischio di malattia del bambino aumenta al 15-17%, di entrambi i genitori - fino al 41%.

L'insorgenza della malattia psoriasica può essere a qualsiasi età, ma nella maggior parte dei casi il picco si osserva all'età di 16-25 anni (psoriasi di tipo I) e di 50-60 anni (psoriasi di tipo II). Nella psoriasi di tipo I, la natura ereditaria della malattia, il danno articolare e la prevalenza delle eruzioni della placca sono più spesso osservate. Nel tipo II, la malattia ha un decorso più favorevole.

Meccanismo di sviluppo (patogenesi)

Il collegamento principale nella patogenesi (meccanismo di sviluppo) della malattia, che porta alla comparsa di lesioni sulla pelle, è un aumento dell'attività mitotica (divisione cellulare) e una proliferazione accelerata (proliferazione) delle cellule epidermiche. Di conseguenza, le cellule dell'epidermide, non avendo il tempo di indurirsi, vengono espulse dalle cellule degli strati sottostanti della pelle. Questo fenomeno è accompagnato da un peeling eccessivo e viene chiamato ipercheratosi.

La psoriasi è contagiosa?

È possibile la comunicazione libera e il contatto con i pazienti, cioè è possibile essere infettati? Tutti gli studi relativi a questa malattia confutano questa ipotesi. La malattia non viene trasmessa ad altre persone tramite goccioline aeree o per contatto diretto.

L'implementazione di una predisposizione genetica alla malattia (in accordo con la teoria genetica della psoriasi) è possibile in caso di disordine dei meccanismi regolatori dei seguenti sistemi:

  1. Mentale. L'instabilità mentale contribuisce a disturbi del sistema nervoso autonomo. Quest'ultimo è uno dei collegamenti riflessi nell'attuazione di determinati fattori emotivi di influenza attraverso i recettori alfa e beta sul sistema vascolare della pelle, e quindi sulla sua condizione generale.
    Il trauma mentale svolge un ruolo significativo (se non fondamentale) nel meccanismo per lo sviluppo della malattia, nonché nella frequenza e nella durata della recidiva. Allo stesso tempo, la dermatosi stessa provoca un disturbo dello stato funzionale della psiche.
  2. Endocrino. La malattia psoriasica è una manifestazione di meccanismi di adattamento compromessi, in cui le ghiandole endocrine (ipotalamo, ipofisi, ghiandole surrenali) svolgono il ruolo principale, che sono regolate non solo dalla via umorale (attraverso il sangue), ma anche con la partecipazione del sistema nervoso. / Per adattare il corpo, il sistema ipotalamo-ipofisi-surrene viene prima attivato (in risposta agli effetti dei cambiamenti ambientali, fattori estremi e di stress) aumentando o diminuendo il rilascio di ormoni, a seguito del quale il metabolismo cellulare cambia.
  3. Immune. Il meccanismo per implementare la predisposizione genetica alla psoriasi con la partecipazione del sistema immunitario avviene attraverso i geni che controllano la risposta immunitaria cellulare e l'interazione immunitaria delle cellule tra loro (sistema HLA). Il sistema immunitario nella psoriasi è anche alterato geneticamente o sotto l'influenza di fattori interni o esterni, come evidenziato dalla violazione di tutte le parti della regolazione immunitaria della pelle.
    Disturbi geneticamente determinati del metabolismo cellulare portano alla crescita accelerata e alla crescita di cellule immature dell'epidermide, che porta al rilascio di sostanze biologicamente attive (BAS) da parte di linfociti, cellule epiteliali immature, cheratinociti attivati ​​e macrofagi. Questi ultimi sono mediatori dell'infiammazione e della risposta immunitaria.
    Queste sostanze includono proteasi, molecole di informazioni sulle proteine ​​chiamate citochine (fattore di necrosi tumorale, interleuchine, interferoni, vari sottotipi di linfociti), poliammine (radicali di idrocarburi). I mediatori, a loro volta, stimolano la crescita di cellule epidermiche difettose, i cambiamenti nelle pareti dei piccoli vasi e la comparsa di infiammazione. L'intero processo è accompagnato dall'accumulo di leucociti singoli e pluricellulari nell'epidermide e nel derma papillare.

Fattori predisponenti e provocatori

Una manifestazione patologica chiave della psoriasi è l'eccessiva proliferazione di cellule epidermiche difettose. Pertanto, un punto cruciale nel capire il meccanismo dello sviluppo della malattia e decidere come trattare la psoriasi è stabilire i fattori scatenanti. I principali sono:

  1. Psicologico - l'impatto dello stress grave a breve termine, così come gli effetti psicologici negativi inespressi, ma duraturi o spesso ripetuti, insoddisfazione morale, disturbi del sonno, stati depressivi.
  2. Scambia disturbi nel corpo, disfunzione degli organi digestivi, in particolare il fegato e la funzione pancreatica esocrina.
  3. Malattia o disfunzione delle ghiandole endocrine (ipotalamo, tiroide, paratiroide e timo, attività pancreatica endocrina).
  4. Disturbi del sistema immunitario (reazioni allergiche e malattie immunitarie).
  5. La presenza nel corpo di focolai cronici di infezione (tonsillite, rinosinusite, otite, ecc.). I microrganismi patogeni e condizionatamente patogeni, in particolare lo Staphylococcus aureus, gli streptococchi ei funghi simili ai lieviti, le loro tossine, le cellule della pelle danneggiate da questi microrganismi, sono potenti antigeni che possono provocare il sistema immunitario contro le loro cellule modificate e sane.
  6. Danni meccanici e chimici alla pelle, uso a lungo termine di antibiotici o glucocorticoidi per qualsiasi malattia, iperinsolazione, fumo e abuso di alcool, malattie infettive acute (infezioni virali respiratorie, influenza, mal di gola, ecc.).

Sintomi e tipi di psoriasi

Non esiste una classificazione clinica generalmente accettata della malattia psoriasica, ma tradizionalmente si distinguono le forme cliniche più comuni. In alcuni casi, sono così diversi l'uno dall'altro da essere considerati come malattie separate.

Nello sviluppo della malattia ci sono tre fasi:

  1. La progressione del processo in cui le eruzioni cutanee fino a 1-2 mm appaiono in grandi numeri in nuove aree. Inoltre, vengono trasformati in tipiche placche psoriasiche.
  2. La fase stazionaria è l'assenza della comparsa di elementi "freschi", la conservazione delle dimensioni e l'aspetto delle placche esistenti, completamente ricoperte da epidermide desquamata.
  3. Lo stadio della regressione è la riduzione e l'appiattimento delle placche, la riduzione dell'intensità della desquamazione e la scomparsa di elementi, il cui riassorbimento inizia al centro. Dopo la loro completa scomparsa, rimangono di solito focolai di depigmentazione.

Psoriasi volgare (ordinario, ordinario)

Si manifesta con eruzioni monomorfe (omogenee) sotto forma di placche o papule - noduli rossastri o rosa, che sovrasta la superficie della pelle. Le papule sono chiaramente delimitate da aree sane e coperte da scaglie di colore bianco-argento. La loro dimensione in diametro può variare da 1-3 mm a 20 mm e oltre. Sono caratterizzati da tre fenomeni che si verificano dopo aver raschiato sulla loro superficie:

  • il sintomo della "macchia stearica" ​​- aumento della desquamazione dopo una leggera raschiatura, in conseguenza della quale la superficie dei papuli acquista una somiglianza con una goccia di stearina in polvere; ciò è dovuto alla paracheratosi (ispessimento dell'epitelio), ipercheratosi (ispessimento dello strato corneo della pelle, cioè uno strato di squame), accumulo di grasso e componenti simili a grasso negli strati esterni dell'epidermide;
  • il sintomo del "film terminale" - da sotto le squame rimosse, lo strato epidermico mucoso appare sotto forma di una superficie sottile, vellutata, lucida, umida;
  • il sintomo della "rugiada di sangue", o il fenomeno di Auspitz-Polotebnova, non sono le gocce di sangue che si fondono sotto forma di rugiada, che si protende sulla superficie lucida dopo averla raschiata leggermente; questo è dovuto a traumi alle papille dermiche purosangue.

Luoghi preferiti di localizzazione dell'eruzione sono il cuoio capelluto, una disposizione simmetrica sulle superfici estensorie nell'area delle articolazioni grandi - gomiti, ginocchia. La localizzazione della placca può essere limitata a queste aree per un lungo periodo. Pertanto, sono chiamati "guardia" o "dovere". Raramente le unghie, la pelle nella zona delle altre articolazioni, i genitali, il viso, le piante dei piedi e i palmi, sono interessate le grandi pieghe.

Un altro sintomo caratteristico è l'insorgenza di rash psoriasico in presenza di danni meccanici o chimici alla pelle (fenomeno di Kebner). Tali lesioni possono essere graffi, tagli, irritazione chimica con acidi o alcali.

A seconda della localizzazione degli elementi e del decorso clinico, la psoriasi volgare è divisa in diverse varietà:

  • Seborroica.
  • Palmar e plantare.
  • Teardrop.
  • Intertriginoznoy.
  • Psoriasi delle unghie.

Psoriasi seborroica Si manifesta in aree della pelle con un gran numero di ghiandole sebacee - sulla fronte, sul cuoio capelluto, nella regione dell'orecchio, nelle aree delle pieghe facciali (nasolabiale e nososchechnyh) tra le scapole e nelle sezioni superiori della superficie anteriore del torace. Se sul viso, sulla schiena e sul petto, l'eruzione ha un carattere papule di colore rosso, che è ricoperto da piastre larghe bianche argentee, poi dietro i padiglioni auricolari sembra un'eruzione cutanea con dermatite seborroica, complicata dall'infezione da infezione.

La superficie delle macchie seborroiche e dei papuli dietro i padiglioni auricolari è più luminosa e più rigonfia rispetto ad altre aree. È ricoperto da squame di colore bianco-giallastro o bianco-grigiastro e buccia purulente (dovuta all'azione di impregnazione), che si adatta perfettamente alla pelle. Quasi sempre, l'eruzione cutanea è accompagnata da un forte prurito.

Questo tipo di seborrea dietro le orecchie e su altre parti del corpo, che è accompagnato da superfici piangenti e sanguinamento quando si rimuovono croste, scaglie, alcuni autori distinguono in una forma indipendente - psoriasi essudativa ("essudato" - versamento). Nonostante la significativa somiglianza con la dermatite seborroica, queste malattie si basano su diverse cause e meccanismi di sviluppo, il che significa che è necessario un approccio diverso nel loro trattamento.

La psoriasi palmare e plantare è abbastanza comune. La diagnosi della malattia non causa difficoltà se l'eruzione cutanea delle mani e dei piedi fa parte della comune forma di psoriasi. Ma negli ultimi anni, in alcuni pazienti, specialmente nelle donne nei periodi pre- e menopausale, la prima localizzazione dell'eruzione psoriasica è stata osservata isolatamente (solo in queste aree), ricordando dermatosi acquisita o cheratoderma di altre eziologie. Nella regione plantare, le eruzioni cutanee caratteristiche della psoriasi sono spesso combinate con funghi, che richiede un'attenta diagnosi e un trattamento combinato.

Malattia palmare e inferiore

Nella pratica dermatologia, ci sono tre forme di psoriasi palmare-plantare:

  1. Blyachchechnaya papulare, caratterizzato da eruzioni cutanee denso con confini chiari con un diametro di 2-5 a 25 mm, quasi non elevato sopra la superficie della pelle. Hanno un colore rossastro e sono ricoperti da squame argenteo-biancastre, che sono separate con difficoltà, a differenza di altre localizzazioni.
    La caratteristica triade psoriasica dei sintomi è spesso difficile da identificare, a causa delle peculiarità della struttura della pelle in queste aree. Le eruzioni cutanee sono spesso localizzate ai margini dei palmi e dei piedi. In questi luoghi, è abbastanza facile diagnosticare la triade e prelevare il materiale per l'esame microscopico.
    L'eruzione cutanea è accompagnata da grave cheratosi ed edema, che gradualmente porta alla formazione di crepe profonde, dolore, ridotta capacità lavorativa e qualità della vita. Inoltre, queste fessure sono buone condizioni per la penetrazione delle infezioni e il verificarsi di erisipele spesso esacerbate.
  2. Cornea, o "calli psoriasici", in cui predominano focolai arrotondati e densi di escrescenze di epidermide cheratinizzata di colore giallastro, difficili da pelare. Il rossore della pelle in queste aree è insignificante. Il diametro dei fuochi può variare da pochi millimetri a 2-3 cm. Sono simili ai calli o alla sconfitta dei piedi e dei palmi nella sifilide secondaria. Grandi papule psoriasiche talvolta si uniscono, coprendo l'intera superficie delle palme e dei piedi, assomigliando a forme fungine e ad altre forme di cheratoderma.
  3. Il pustoloso vescicolare è una forma relativamente rara della malattia. Può manifestarsi come singole bolle con contenuto siero-purulento sullo sfondo di eritema (arrossamento) con confini sfocati e pustole tese (bolle purulente) con un diametro fino a 2 mm situato su tipiche papule psoriasiche e placche. Di solito queste pustole si trovano simmetricamente all'altezza delle palme e dei piedi, così come nell'area della cresta periunguale, raramente sulla punta delle dita. A volte sono inclini a confluire e formano vaste aree di aree purulente ("laghi purulenti").

Psoriasi a lacrima, molti esperti attribuiscono a forme gravi. È osservato nel 2% di pazienti con questa malattia. La forma a goccia è più comune negli adulti sotto i 30 anni e nei bambini. Quest'ultimo è il tipo più comune di malattia psoriasica. Le caratteristiche cliniche della psoriasi guttata sono la comparsa improvvisa di una eruzione cutanea dopo aver sofferto di un'infezione streptococcica del tratto respiratorio superiore (80%), ad esempio faringite acuta, tonsillite, tonsillite.

Papule scagliose rosa-arancio con diametro di 1-10 mm hanno l'aspetto di goccioline e sono spesso accompagnate da leggero prurito. La localizzazione delle papule è il corpo, le spalle e le parti femorali degli arti, meno spesso il cuoio capelluto e le orecchie. Molto raramente, gli elementi possono apparire nell'area dei palmi e delle piante dei piedi, mentre la lesione delle unghie è spesso assente.

Durante 1 mese potrebbero apparire nuovi articoli, che rimangono invariati per 2 mesi. A volte vengono formati piccoli ascessi da loro. Il regresso degli elementi si verifica con la formazione di aree di pigmentazione o depigmentazione aumentate senza la formazione di cicatrici. Nel 68% dei casi, la malattia diventa cronica con esacerbazioni in inverno e remissione in estate.

La psoriasi intertriginosa è più comune nelle persone con obesità, malattie cardiovascolari o diabete. L'eruzione psoriasica di grandi dimensioni e gravemente dolorosa sotto forma di placche con chiari confini è localizzata in grosse pieghe cutanee - tra i glutei, sotto le ghiandole mammarie, nelle pieghe della pelle sull'addome, nelle aree ascellari e inguinali. La superficie della pelle in questi punti si bagna, ha un odore sgradevole, si possono formare delle crepe. Pertanto, tutte le condizioni favorevoli sono create per l'attaccamento e la riproduzione di microrganismi patogeni.

La psoriasi ungueale (onychia psoriasica) si verifica nel 25% dei pazienti con psoriasi. Le lesioni delle unghie possono essere isolate (di solito sulle mani), ma solitamente combinate con altre forme e tipi di malattia. I loro cambiamenti nella psoriasi sono quasi indistinguibili da quelli di altre malattie della pelle con danni alle unghie - questi sono i sintomi di "macchia d'olio", ditale e "onde di sabbia", distacco indolore del piatto e deformazione come "artiglio di uccello" (oniogriposi), emorragia subarticolare, completo rifiuto della lamina ungueale (onihomadez), che spesso accompagna forme gravi di psoriasi.

Malattia grave

Questi includono:

  • eritroderma psoriasico;
  • psoriasi pustolosa;
  • psoriasi artropica.

Eritroderma psoriasico

Tra i pazienti con malattia psoriasica è il 2-3%, e tra il numero totale di eritroderma di qualsiasi origine - dal 38 al 50%. L'eritroderma psoriasico si sviluppa in seguito al decorso progressivo delle forme volgare o essudativa, nonché all'influenza di fattori provocatori - neuropsichiatrici (circa il 30%), trattamento inadeguato della psoriasi o sua cessazione prematura (circa il 20%), consumo di alcol (17%), malattie infettive acute (10%).

Nel corso di diverse settimane, placche tipiche si sono diffuse con tutti i sintomi caratteristici della "triade" e i fuochi delle lesioni si sono diffusi gradualmente. Se esposto a un agente allergico, lo sviluppo della malattia può essere rapido - entro poche ore.

La pelle acquisisce l'aspetto di una placca solida su uno sfondo rosso brillante edematoso con una sfumatura brunastra. C'è un abbondante peeling su tutta la superficie interessata, accompagnato da un forte prurito. Potrebbero esserci crepe e eruzioni cutanee sulle mucose.

Questi fenomeni sono accompagnati da sintomi di intossicazione generale del corpo - deterioramento, temperatura elevata, brividi, mancanza di appetito, dolore ai muscoli e alle articolazioni, aumento dei linfonodi periferici. Gradualmente caratteristici della psoriasi, i sintomi diventano meno pronunciati o completamente persi.

Psoriasi pustolosa

È raro ed è una forma pericolosa per la vita del paziente. Ci sono circa 7 delle sue varianti, le principali delle quali sono:

  1. Psoriasi generalizzata

La malattia inizia con l'improvviso sviluppo di eritema rosso fuoco, che copre ampie aree della pelle, e per molti versi ricorda l'eritroderma. La pelle diventa molto dolente anche con un leggero tocco. In questo contesto, compaiono eruzioni pustolose raggruppate, il cui numero aumenta rapidamente. Unendo insieme, formano grandi aree pus molto dolorose che si estendono alla pelle sana.

L'emergere di nuovi elementi dell'eruzione cutanea è solitamente di natura ondulata e dura per 1-8 settimane: dopo l'attenuazione degli elementi in alcune aree, ne appaiono di nuovi su quelli vicini. Quando le croste purulente cadono, viene esposta la superficie succosa erosa, sulla quale avviene una rapida epitelizzazione.

La localizzazione più comune della lesione è la superficie di flessione nell'area delle articolazioni grandi, le grandi pieghe della pelle, le zone degli organi urogenitali e l'orifizio anale. Pustole a volte si verificano sulla testa, viso, lingua, che porta a difficoltà nel mangiare. In casi molto rari, la caduta dei capelli è possibile dopo 2-3 mesi.

I cambiamenti nelle condizioni generali sono espressi in alta temperatura (fino a 38 - 40 0), nausea, dolore nei muscoli e nelle articolazioni, mal di testa, aumento dei linfonodi periferici, dolore nelle lesioni. Quando l'eruzione pustolosa scompare, la temperatura diminuisce, le condizioni generali migliorano. L'eritema e i soliti sintomi della psoriasi dopo la fine del periodo acuto persistono a lungo.

  1. Psoriasi pustolosa plantare ristretta o barbarica del barbiere

A differenza della psoriasi palmare e plantare sopra descritta, l'eruzione ha un carattere prevalentemente pustoloso (con un contenuto purulento).

Forma artropica

Consiste di infiammazione delle articolazioni distali, per lo più di piccole dimensioni. Può avere vari gradi di gravità, influire su una o più articolazioni asimmetriche e precedere o accompagnare manifestazioni cutanee. L'artrite può manifestarsi anche con un leggero dolore, specialmente nella fase iniziale. In futuro, il processo è spesso generalizzato con la comparsa di gonfiore nella zona delle articolazioni, accompagnato da forte dolore, restrizione dei movimenti, formazione di anchilosi articolare (immobilità) e lussazioni. Questa forma porta più spesso alla disabilità.

Terapia della psoriasi (principi generali)

Negli ultimi anni, un gruppo di esperti di 19 paesi europei ha proposto 3 principi principali su cui basare il trattamento efficace della psoriasi:

  1. Aderenza rigorosa agli algoritmi del trattamento terapeutico complesso.
  2. Monitoraggio costante da parte del dermatologo della risposta della malattia agli agenti prescritti per il paziente.
  3. Modifica tempestiva della terapia in caso di sua inefficienza.

La scelta dei farmaci e dei metodi di trattamento dipende direttamente dalla gravità delle manifestazioni della malattia: in caso di decorso lieve e moderato è possibile limitarla per mezzo dell'influenza locale, per le forme gravi è necessario ricorrere alla terapia sistemica.

Regimi approssimativi di trattamento topico

Sono selezionati in base allo stadio del processo:

1. Stadio di progressione:

  • Unna cream, i cui ingredienti sono olio d'oliva, lanolina e acqua distillata;
  • unguento salicilico 1-2%;
  • lozioni, creme o unguenti contenenti corticosteroidi - Fluorocort, Flucinar, Lorinden, Elokom, Okoid, Latikort, Advantan;
  • Beclometasone, che ha effetti anti-allergici, anti-infiammatori e anti-edema, in combinazione con calcipotriolo (analogo della vitamina "D3", Accelerando la maturazione dei cheratinociti e inibendone la crescita;
  • unguento moderno, altamente efficace, patogeneticamente provato dalla psoriasi "Daivobet", raccomandato per le sue varie forme cliniche. È una combinazione di betametasone glucocorticoide con calcipotriolo;
  • Pelle - Preparazione del cappuccio (zinco piritione, cynocap) sotto forma di crema, unguento, spray o emulsione, che ha attività anti-infiammatoria, antibatterica e anti-fungine;
  • disintossicazione e farmaci antiallergici prescritti per via endovenosa.

2. Fase stazionaria:

  • unguento salicilico 3-5%;
  • catrame di zolfo - 5-10%;
  • naftalan - 10-20%;
  • Calcipotriolo, Dayvobet, unguento Skin-Cap;
  • Terapia PUVA e altri tipi di fototerapia durante i periodi invernali e primaverili.

3. Lo stadio della regressione: gli stessi mezzi della fase precedente.

In caso di psoriasi ungueale, l'iniezione di triamxinolone (glucocorticoide) viene iniettata nei rotoli ungueali, viene prescritta l'acitretina retinoide sistemica, che regola la maturazione e la cheratinizzazione delle cellule epiteliali e la terapia locale PUVA.

Nelle forme gravi, oltre ai preparati esterni di catrame e corticosteroidi, si aggiungono retinoidi sintetici, citostatici ciclosporina e metotrexato, che possiedono una potente attività immunosoppressiva (soppressione immunitaria), endovenosa - disintossicante, antiinfiammatoria, antipiretica, cardiovascolare e altri mezzi e altri mezzi.

Va ricordato che ogni forma di psoriasi in ogni fase richiede una specifica selezione individuale di farmaci per l'esposizione locale e generale sotto la supervisione di un dermatologo esperto.