L'ascite come il sintomo principale dell'insufficienza cardiaca congestizia

L'ascite nell'insufficienza cardiaca è un evento abbastanza comune che segnala la progressione della patologia del cuore e dei vasi sanguigni. La caratteristica CH "stagnante" implica l'accumulo di sangue nel fegato, negli arti inferiori e nei polmoni. Tali condizioni si verificano quando il cuore perde la capacità di pompare il volume di sangue di cui il corpo ha bisogno.

Il ripristino del funzionamento di questo organo vitale richiede grandi sforzi sia dal medico che dal paziente.

Cos'è l'ascite?

L'ascite (idropisia) è una condizione in cui vi è un accumulo di liquido nella cavità addominale.

Probabili cause di ascite:

  • peritonite;
  • cirrosi alcolica del fegato;
  • cancro al fegato;
  • pancreatite cronica;
  • l'epatite;
  • cancro al pancreas;
  • cancro ovarico, insufficienza cardiaca;
  • pericardite;
  • linfoma non Hodgkin;
  • carcinomatosi.

La ragione per la formazione di ascite nell'insufficienza cardiaca cronica

Gli organi dell'addome sono nel guscio, che è chiamato peritoneo. La cavità addominale contiene normalmente una piccola quantità di fluido (circa 20 ml), il cui volume può variare nelle donne a seconda della fase del ciclo mestruale. Un aumento anormale della sua quantità si verifica per vari motivi, uno dei quali è l'insufficienza cardiaca cronica. In questa malattia, il liquido ristagna nel torace e nelle estremità inferiori.

  • addome allargato
  • guadagno di peso veloce
  • dolore addominale
  • mancanza di respiro
  • flatulenza
  • nausea
  • fatica
  • limitazione della normale attività fisica
  • cachessia

Oltre ai sintomi dell'ascite, CHF ha i seguenti segni:

  • dispnea (mancanza di respiro) durante l'esercizio o a riposo;
  • debolezza, letargia;
  • gonfiore dei piedi, delle caviglie e delle gambe
  • palpitazioni cardiache;
  • incapacità di eseguire attività fisiche usuali;
  • tosse persistente con espettorato leggero o rosato;
  • la necessità di urinare di notte;
  • perdita di appetito o nausea;
  • akrozianoz;
  • incapacità di concentrazione, distrazione;
  • dolore al petto;
  • attacchi improvvisi di dispnea con tosse e separazione di sputo rosa espettorato.

Complicazioni di insufficienza cardiaca cronica:

  • formazione di ernia a causa di una maggiore pressione intra-addominale;
  • peritonite batterica spontanea.

Osservazione dinamica di un paziente con ascite

Per diagnosticare la natura, la causa e la gravità dell'idropisia, sono necessari i seguenti studi di laboratorio e strumentali:

  • studi clinici generali (emocromo completo, test delle urine, glucosio e contenuto proteico nel siero, test di funzionalità epatica, coagulogramma);
  • test per l'epatite B e C;
  • radiografia delle cavità toracica e addominale (consente di stimare la quantità di fluido e verificare la presenza di idrotorace);
  • Gli ultrasuoni OBP possono rilevare la presenza di versamento nelle fasi iniziali, fino a 5-10 ml;
  • analisi del fluido ascitico, che viene effettuata secondo i seguenti criteri: globuli rossi, globuli bianchi, proteine;
  • microscopia: consente di determinare la presenza di cellule anormali;
  • ricerca batteriologica - microscopia e bakposev.

Per analizzare il fluido che si trova nella cavità addominale, è necessario condurre una paracentesi addominale (laparocentesi).

Questo metodo diagnostico più informativo può anche svolgere il ruolo di una procedura medica.

Il mantenimento di un paziente con insufficienza cardiaca richiede un'attenta osservazione. Per questo, vengono eseguite le seguenti misure diagnostiche:

  • l'elettrocardiografia fornisce informazioni sui cambiamenti nella natura del ritmo cardiaco (accelerazione o irregolarità), indica la conduzione patologica dovuta all'interruzione del pacemaker o all'ispessimento delle pareti cardiache. Inoltre, l'ECG consente di valutare gli effetti dell'infarto del miocardio;
  • l'ecocardiografia è una registrazione del rumore prodotto dal cuore mediante una macchina ad ultrasuoni. Grazie a questo metodo, il cardiologo valuta il lavoro delle valvole, del muscolo cardiaco e del flusso sanguigno;
  • scintigrafia miocardica con veloergometria (se il carico non è controindicato) - consente di valutare l'afflusso di sangue alle navi coronarie e la loro risposta allo stress.

Assistenza conservativa e chirurgica per il paziente

Un paziente con scompenso cardiaco che ha sviluppato edema richiede il ricovero immediato in un ospedale cardiologico.

Il complesso di azioni volte ad aiutare il paziente con ascite include:

  • trattamento della malattia di base;
  • assunzione di sale limitante;
  • reintegrazione del deficit proteico;
  • terapia diuretica;
  • paracentesi.
Terapia CHF:
  • ACE inibitori: dilata i vasi sanguigni, abbassa la pressione sanguigna, migliora il flusso sanguigno e riduce il carico sul cuore;
  • Antagonisti del recettore dell'angiotensina: il principio di azione è simile al farmaco precedente. Nominato con intolleranza agli ACE-inibitori;
  • Beta-bloccanti: battito cardiaco lento;
  • Diuretici: rimuovere il fluido che forma edema, abbassando in tal modo la pressione e migliorando la respirazione
  • Digossina: rafforza le contrazioni del cuore, rallentandole;
  • Nitroglicerina: migliora il flusso sanguigno nel miocardio;
  • Statine: usate per trattare l'aterosclerosi;
  • Anticoagulanti: normalizzano la coagulazione del sangue;
Per scopi terapeutici, la puntura della cavità addominale viene eseguita in questi casi:
  • attività respiratoria compromessa;
  • dolore addominale dovuto alla pressione del fluido (sindrome compartimentale addominale);
  • fallimento della terapia conservativa;
Tecnica della paracentesi:
  1. Trattamento del campo operatorio con antisettici.
  2. Infiltrazione della pelle sul sito di una futura puntura con anestetico.
  3. Piccola incisione con un bisturi per l'inserimento del catetere (eseguita sotto l'ombelico o su entrambi i lati).
  4. Introduzione di un catetere nella cavità addominale.
  5. Aspirazione del liquido (eseguita molto lentamente, entro 5 litri alla volta).
  6. Rimozione del catetere.
  7. Trattamento con medicazioni antisettiche e sterili sul sito di puntura.
  8. Controllo ad ultrasuoni

Durante il trattamento della paracentesi, viene prelevato un fluido peritoneale per l'analisi citologica e biochimica per chiarirne l'origine.

Laparocentesi può essere complicata dalla formazione di aderenze e infezioni, poiché interferisce con l'ambiente sterile della cavità addominale.

L'aspirazione del liquido viene eseguita nuovamente quando necessario. Tuttavia, la necessità di riprendere la puntura suggerisce che il processo patologico sta progredendo e non è suscettibile di trattamento. In questo caso, è importante fornire cure palliative a pieno titolo, alleviare la sofferenza, rendere la vita del paziente il più confortevole possibile e prepararsi per una cura decente.

risultati

La prognosi riguardante la salute e la vita di un paziente che ha sviluppato ascite nell'insufficienza cardiaca può essere migliorata adottando azioni terapeutiche attive. Tuttavia, nonostante i risultati della medicina moderna, rimane sfavorevole. La presenza di comorbilità, età, complesse aritmie cardiache, alta ipertensione arteriosa e presenza di versamento nella cavità pleurica, suggerisce che la morte sia inevitabile. In questo caso, è importante garantire una fine decente al percorso di vita e alleviare la sofferenza del paziente.

Perché le ascite si sviluppano nelle malattie cardiache?

L'ascite è una collezione di fluido sieroso, giallo chiaro o trasparente, nella cavità addominale.

La cavità addominale si trova sotto il torace ed è separata da esso dal diaframma.

motivi

Il principio della formazione dell'ascite è simile a come si forma l'edema su qualsiasi altra parte del corpo, cioè a causa di uno squilibrio della pressione interna ed esterna. In altre parole, il portale ad alta pressione aumenta e la quantità di albumina (proteina nel sangue) diminuisce, il che contribuisce all'accumulo di liquido nella cavità addominale.

Importante: infarto e ictus - la causa di quasi il 70% di tutti i decessi nel mondo!

Ipertensione e aumenti di pressione causati da esso - nell'89% dei casi il paziente viene ucciso durante un infarto o ictus! Due terzi dei pazienti muoiono nei primi 5 anni di malattia!

Tali condizioni patologiche come malattie del fegato, cancro di qualsiasi eziologia, insufficienza cardiaca congestizia, insufficienza renale possono causare la formazione di liquido ascite (peritoneale).

L'insufficienza cardiaca congestizia può portare all'ascite

La causa più comune di ascite è la cirrosi epatica. Sebbene l'esatto meccanismo dello sviluppo dell'ascite non sia ancora chiaro, la maggior parte degli scienziati suggerisce che l'ipertensione portale è la causa di tutto questo (ipertensione nel flusso sanguigno del fegato).

Raramente, ma accade che l'ascite si sviluppi senza cirrosi, ma con altre gravi patologie epatiche, per esempio, se un tumore si forma in questo organo, che, crescendo, può iniziare a esercitare pressione sui vasi sanguigni, interferendo con il normale flusso sanguigno e causando un accumulo di liquido peritoneale nell'addome cavità.

Sebbene lo sviluppo di ascite si verifichi più spesso nei tumori degli organi addominali, può anche essere causato dal cancro di qualsiasi altro organo (ad esempio, cancro al seno, cancro ovarico, cancro ai polmoni, tumore al cuore, ecc.).

Un'altra causa di ascite è la pancreatite. Sia la pancreatite acuta che quella cronica, così come il danno al pancreas, alla fine portano alla formazione di liquido ascitico nella cavità addominale.

L'ascite con insufficienza cardiaca congestizia è molto meno comune, ma a volte accade ancora.

La ragione per lo sviluppo dell'ascite, con la malattia cardiaca, è un dato di fatto come il rallentamento del flusso sanguigno e, quindi, il ristagno di sangue nelle camere cardiache (insufficienza cardiaca cronica). L'eccesso di sangue (fluido) con cui il cuore non può far fronte, deve accumularsi da qualche parte e si accumula, di regola, nelle vene delle gambe e nella cavità addominale.

Scoperta sorprendente nel trattamento dell'ipertensione

Da tempo è stato fermamente stabilito che è impossibile sbarazzarsi definitivamente di HYPERTENSION. Per provare sollievo, è necessario bere continuamente costosi prodotti farmaceutici. È davvero così? Scopriamolo!

sintomi

Con una piccola (lieve) ascite, quando la quantità di liquido ascite non supera i 100-400 ml, il più delle volte non ci sono sintomi.

Tuttavia, più fluido nella cavità addominale, più i sintomi diventano più pronunciati. I segni comuni di ascite sono i seguenti:

  • Aumento dell'addome e della vita
  • Dolore addominale
  • Mancanza di respiro

Sintomi di insufficienza cardiaca congestizia

  • fatica
  • debolezza
  • Ingrandimento addominale
  • Gonfiore dei piedi, polpacci, cosce
  • Insufficienza respiratoria
  • Asfissia notturna
  • Aumento di peso
  • Sputa espettorato rosa (questo sintomo può essere assente)
  • Nella vecchiaia - la demenza

Tipi e diagnostica

Tradizionalmente, l'ascite è divisa in due tipi:

La classificazione è basata sulla quantità di proteina presente nel liquido ascitico. Lo scopo di questa separazione è identificare la causa dell'ascite. Recentemente, tuttavia, è stato dimostrato che questo approccio non fornisce risultati accurati. Pertanto, negli ultimi anni, per un'accurata diagnosi delle cause dell'ascite, è stata effettuata un'analisi comparativa della quantità di albumina nel sangue e nel fluido ascitico.

I medici non dimenticano di avere una lunga tradizione, ben noti da quando sono comparsi i primi medici, metodi chiamati palpazione (sensazione) e percussione (tapping).

trattamento

L'approccio terapeutico principale per l'ascite è quello di combattere la malattia che ha causato la formazione di liquido ascite.

Tuttavia, ci sono metodi di trattamento e ascite stessa, e questo principalmente:

Dieta - al paziente viene prescritta una dieta in cui l'assunzione di sale è limitata - non più di 2 grammi. al giorno Tuttavia, come si può vedere dalla pratica, questa misura da sola non allevia significativamente le condizioni del paziente.

Farmaci diuretici: l'uso di diuretici consente di aumentare la produzione di acqua e l'eccesso di sale dai reni. Il più comunemente usato è un diuretico come la furosemide. Tuttavia, molto dipende dalla causa dell'ascite e dalla tolleranza di alcuni farmaci da parte dell'organismo, quindi questo medicinale non è raccomandato per essere usato da solo.

La paracentesi terapeutica facilita enormemente la vita del paziente

Paracentesi terapeutica - è prescritto a pazienti per i quali l'uso di diete e diete non ha portato sollievo. Questa procedura è eseguita da un medico; il suo significato è che, con la massima sterilità, un ago speciale viene introdotto nella regione addominale, attraverso la quale il liquido di ascite viene pompato fuori. Tipicamente, la selezione di 4-5 litri di asti liquidi non causa alcun effetto collaterale. Per i pazienti con ascite maligna, sui quali i diuretici non agiscono, questa procedura è una buona alternativa.

Intervento chirurgico - quando i metodi sopra riportati non producono risultati, può essere prescritta un'operazione durante la quale gli shunt portosistemici vengono inseriti attraverso la vena del collo (vena giugulare interna) utilizzando l'anestesia locale per ridurre la pressione sul cuore. Questa procedura è piuttosto complicata e può essere trasferita da pazienti che rispondono bene a un trattamento aggressivo. Se tutto va bene, dopo l'operazione diventa possibile eliminare completamente l'uso di diuretici. Tuttavia, i candidati a tale trattamento vengono selezionati con grande cura e la procedura è estremamente rara, poiché i pazienti indeboliti possono morire durante l'operazione.

complicazioni

Tutti i pazienti con ascite hanno problemi respiratori e più ascite, più il fluido esercita una pressione sul diaframma e più difficile è per una persona respirare.

L'infezione da ascite è una delle complicanze più frequenti e gravi. Nei pazienti con ascite associata all'ipertensione portale, i batteri dell'intestino possono invadere spontaneamente il liquido peritoneale e causarne l'infezione. In tali casi, la diagnosi è fatta - peritonite batterica spontanea. Dato che non vi sono quasi anticorpi nel fluido ascidico, la risposta immunitaria alla sua infezione è molto limitata, cioè non ci sono segni esterni di infezione (per esempio, un aumento della temperatura corporea), e si può conoscere il processo della malattia solo dalla testimonianza di un esame del sangue o del peritoneo liquido.

La sindrome epatorenale è una complicanza rara e molto grave (la sopravvivenza dopo lo sviluppo di questa sindrome varia nell'intervallo di tempo da 2 settimane a 3 anni). Questa complicanza è associata a cirrosi epatica e porta a progressiva insufficienza renale. L'esatto meccanismo della sindrome epatorenale non è noto, ma si ritiene che si sviluppi a causa del frequente pompaggio di liquido ascitico e dell'uso eccessivo di diuretici, così come di altre forme farmacologiche che sono dannose per i reni.

Con un trattamento adeguato, l'ascite cardiologica ha una buona prognosi.

prevenzione

La prevenzione dell'ascite è la prevenzione dei fattori di rischio che portano a questa condizione più grave, vale a dire:

    1. Non abusare di alcol
    2. Evitare l'uso eccessivo di farmaci anti-infiammatori non steroidei (ibuprofene, Advil, Motrin, ecc.)
    3. Limitare l'assunzione di sale

Una misura particolarmente efficace che sicuramente non darà origine all'ascite, è quella di prevenire lo sviluppo di malattie (incluse le malattie cardiache) che lo causano.

prospettiva

La prognosi per le persone con ascite dipende dalla causa di esso.

Quindi, l'ascite maligna ha una prognosi molto deludente.

L'ascite causata dalla cirrosi del fegato, di regola, è un segno che il fegato è malato, quindi, a seconda dello stadio della malattia, può avere sia una spiacevole che una buona prognosi.

L'ascite cardiologica ha una buona prognosi, dal momento che il paziente, con un trattamento appropriato, può vivere per molti anni.

Accumulo di liquido nella cavità addominale con insufficienza cardiaca

Riducendo la contrattilità del ventricolo destro, il "pompaggio" di sangue nei polmoni e ulteriormente nel ventricolo sinistro del cuore viene disturbato. Si sviluppa insufficienza ventricolare destra. C'è un aumento della pressione idrostatica nei vasi venosi, in particolare nel sistema delle vene portale. Uno dei sintomi di questo processo è l'accumulo di liquido nella cavità addominale o ascite.

Cause di ascite nell'insufficienza cardiaca

Molto spesso questa condizione patologica si verifica nelle seguenti malattie cardiache:

  • cuore polmonare cronico (un gruppo di malattie che ha varie cause, tra cui molte malattie dei bronchi e dei polmoni, accompagnato da un aumento della pressione nella circolazione polmonare);
  • difetti cardiaci: acquisiti principalmente, ad esempio, stenosi tricuspide, grave stenosi mitralica; così come congenito, per esempio, il dotto arterioso aperto, un grande difetto del setto interatriale;
  • cardiosclerosi, sviluppata come conseguenza di miocardite, infarto miocardico acuto o grave aterosclerosi;
  • pericardite costrittiva;
  • tromboembolismo dei rami dell'arteria polmonare.

Segni clinici

In caso di insufficienza cardiaca, possono accumularsi fino a diversi litri di liquido nella cavità peritoneale. Il riconoscimento durante l'esame esterno del paziente si presta a un volume di un litro. Con una piccola quantità di versamento nella cavità addominale, non ci sono lamentele o manifestazioni esterne.

Se il volume del liquido aumenta, compaiono segni esterni di ascite:

  • un aumento dell'addome;
  • sporgenza dell'ombelico;
  • tensione e lucentezza della pelle della parete addominale;
  • mancanza di movimenti addominali durante la respirazione;
  • bande elastiche (striature) sulla pelle;
  • appiattimento dell'addome in posizione supina ("pancia della rana");
  • vene dilatate traslucide attraverso la pelle della parete addominale anteriore.

Con insufficienza ventricolare destra significativamente precedente all'ascite, appare l'edema. L'accumulo di versamento nella cavità addominale è un segno di un decorso trascurato di malattie cardiache. L'ittero per questo tipo di ascite è insolito, la milza non è palpabile, le vene dell'esofago sono leggermente dilatate. Questi sintomi aiutano a distinguere l'insufficienza cardiaca da altre malattie che causano ascite, come la malattia del fegato.
I pazienti si lamentano della mancanza di respiro a riposo, aggravati in posizione prona. La pelle dei pazienti è pallida con una sfumatura bluastra (cianosi). Un esame obiettivo può rivelare segni di ipertensione polmonare, congestione nei polmoni (suono di percussione sordo, rantoli umidi). Spesso, il liquido si accumula nella cavità della pleura e del pericardio, causando i sintomi corrispondenti.

diagnostica

Per determinare la presenza di liquido libero, il medico può utilizzare diverse semplici tecniche:

  • Il metodo di fluttuazione: il palmo della mano sinistra è posto su un lato dell'addome, con le dita della seconda mano si applicano leggeri scossoni sull'altro lato. In questo caso, la palma percepiva vibrazioni che trasmettevano fluido.
  • Il metodo delle percussioni: nella posizione del paziente sdraiato sulla schiena con le percussioni nel mezzo è determinato dalla timpanite ("suono di batteria"), e nelle parti laterali - un suono di percussione sordo causato dall'accumulo di liquido lì. Quando il paziente è seduto, la timpanite viene rilevata nell'addome superiore e il suono sordo si sposta verso il basso.

Per stimare il tasso di aumento dell'ascite, è necessario misurare la circonferenza addominale a livello dell'ombelico ogni giorno, pesare il paziente, registrare la quantità di liquido consumato e il liquido ad esso assegnato al giorno.

Per determinare la natura dell'ascite, prima di tutto, è necessario condurre esami generali del sangue e delle urine, esami del sangue biochimici con la definizione di parametri di fase acuta, frazioni proteiche e proteiche totali, bilirubina, eseguire raggi X polmonari ed elettrocardiografia.

Il prossimo passo nella diagnosi dell'ascite è la puntura addominale, cioè la puntura della parete addominale e l'analisi dell'effusione. Questa procedura può anche essere utilizzata per rimuovere il liquido per scopi medicinali. La puntura aiuta a diagnosticare malattie maligne, tubercolosi e altre cause di ascite. Il liquido nell'insufficienza cardiaca è trasparente, con una densità relativa non superiore a 1015, la concentrazione di proteine ​​non supera il 2,5%. La composizione cellulare è rappresentata principalmente dall'endotelio - cellule desquamate del peritoneo.

Per le ascite causate da insufficienza cardiaca, è necessaria l'ecografia del cuore. Aiuta a stabilire la causa della malattia, a determinare la gravità del processo, il grado di riduzione della funzione contrattile del cuore, a identificare l'ipertensione polmonare. Tutti questi indicatori determinano la tattica di trattare un paziente con ascite. Allo stesso tempo, un medico ecografico può trovare segni di accumulo di liquido tra i fogli del pericardio (idropericardio) e nella cavità pleurica (idrotorace).

Viene eseguita una ecografia degli organi della cavità addominale per valutare lo stato del fegato e determinare la quantità di fluido ascitico.

trattamento

Un paziente con ascite dovrebbe osservare il riposo a letto e una dieta priva di sale.

Viene eseguita la terapia della malattia che ha causato insufficienza cardiaca e ascite.

Per ridurre il volume di versamento ascitico, vengono prescritti antagonisti di aldosterone, se sono inefficaci, altri diuretici, violazioni corrette del metabolismo del sale marino, monitorare la concentrazione di proteine ​​nel sangue.

Con l'inefficacia dei farmaci in ospedale, al paziente viene data una paracentesi - evacuazione del liquido ascitico attraverso una puntura. È fatto nell'addome più basso nel mezzo tra l'osso pubico e l'ombelico. Il fluido viene rilasciato attraverso uno speciale catetere molto lentamente per prevenire l'insufficienza vascolare acuta e lo svenimento. In una procedura, vengono evacuati fino a 6 litri di liquido. Le condizioni del paziente di solito migliorano, ma poi il liquido si accumula nuovamente. Forature ripetute possono portare a complicazioni, come l'infiammazione del peritoneo.

Ascite con trattamento per insufficienza cardiaca

ascite

Gli asciti sono chiamati accumulo nel liquido della cavità addominale.

Cause di ascite

Il più delle volte, l'ascite si verifica nelle malattie dei reni, insufficienza cardiaca, distrofia alimentare, cirrosi epatica, a seguito di danni al dotto toracico linfatico, peritoneo (tubercolosi, contaminazione da cancro, ecc.), A seguito della compressione della vena porta del fegato o della trombosi dei suoi rami. Nei neonati, l'ascite si sviluppa con perdita di sangue nascosta o in presenza di una malattia emolitica nel feto. Nei bambini sotto i tre anni, l'ascite è solitamente associata a malattia del fegato, ma può anche essere il risultato di enteropatia essudativa, disturbi alimentari cronici e sindrome nefrosica. L'emergere di ascite contribuisce alle violazioni del metabolismo del sale marino.

Segni clinici di ascite

Grandi volumi di liquidi (a volte superiori a 20 litri) che si accumulano nella cavità addominale provocano spinte del diaframma nella cavità toracica e un aumento della pressione intra-addominale. Il risultato è una restrizione del movimento dei polmoni (fino a insufficienza respiratoria), la funzione cardiaca è disturbata e si sviluppa la deficienza proteica. Clinicamente, l'ascite può essere determinata solo se c'è almeno un litro di liquido nella cavità addominale. All'esame si nota un aumento dell'addome, la sua incurvatura, la sporgenza dell'ombelico. Nel paziente, in posizione supina, le sezioni laterali dell'addome si gonfiano, viene sparso ("pancia della rana"). Sulla pelle della rete venosa chiaramente visibile dell'addome. Le vene contorte, gonfie e dilatate si concentrano intorno all'ombelico e sotto forma di raggi si allontanano da esso formando la cosiddetta "testa di Medusa". Durante la percussione della cavità addominale, si sente un suono sordo sulla sua parte laterale o inclinata. Quando cambia la posizione del corpo, cambia anche il limite di ottusità. Con il palmo attaccato al lato di un lato dell'addome, si possono sentire i colpi che si verificano quando si toccano le dita dell'altra parte sul lato opposto (il cosiddetto sintomo di fluttuazione). L'esame a raggi X e le percussioni determinano la restrizione della mobilità del diaframma. Nei pazienti con ascite complicata da insufficienza cardiaca, l'idrotorace (fluido nella pleura) è spesso osservato.

Diagnosi di ascite

Il compito diagnostico principale è quello di stabilire la malattia di base, che ha provocato l'ascite. Nella cirrosi, l'ascite è spesso associata a sanguinamento dalle vene dell'esofago ed è accompagnata dallo sviluppo di collaterali sotto la pelle dell'addome. In caso di insufficienza cardiaca complicata da ascite, gonfiore dei piedi e delle gambe, si osserva acrocianosi. Nell'insufficienza renale, l'edema del tessuto sottocutaneo e della cute è comune.

Per la diagnosi di grande importanza è la puntura della cavità addominale con l'ulteriore studio del fluido risultante. Nei pazienti con insufficienza cardiaca e cirrosi epatica, il liquido è limpido, contiene principalmente cellule endoteliali, la concentrazione di proteine ​​non è superiore al 2,5%. Nel cancro peritoneale, le cellule tumorali si trovano nel liquido. Nei bambini al di sotto dei tre anni, l'ascite deve essere differenziata dalle pseudo-ascite, che possono essere osservate nella fibrosi cistica e nella celiachia.

Trattamento dell'ascite

Mira ad eliminare la malattia sottostante. Per ridurre la quantità di antagonisti di aldosterone utilizzati dai fluidi, i diuretici, normalizzano il metabolismo del sale dell'acqua. Se i metodi farmacologici sono inefficaci, è indicata la puntura addominale. Il trattamento chirurgico dell'ascite è fatto per ridurre l'ipertensione portale e creare le condizioni necessarie per l'assorbimento del fluido da parte dei tessuti circostanti. La prognosi della malattia principale con complicazioni dell'ascite peggiora.

Ascite. Cause, trattamento

Ascite: accumulo di liquido nella cavità addominale.

1. Alta pressione portale e ristagno nel fegato.

2. Ipoproteinemia dovuta alla compromissione della sintesi proteica nel fegato, conseguenza di una diminuzione della pressione oncotica ematica e dell'effusione di liquido nella cavità addominale.

3. Violazione del metabolismo dell'acqua e degli elettroliti. Il ritardo di Na a causa dell'irritazione degli osmorecettori dovuta alla bassa pressione oncotica del sangue, la conseguenza è il rilascio di aldosterone e un ritardo ancora maggiore di Na, che attira acqua con esso e aumenta ulteriormente l'effusione.

4. L'alterata attivazione di renina, aldosterone, AT, una conseguenza di vasospasmo, Na ritardata e ancor più accumulo di acqua nella BCC e un aumento di versamento.

5. Aumento della permeabilità della parete vascolare a causa di ipossia e intossicazione.

Nei neonati, l'ascite può essere una manifestazione della malattia emolitica del feto e della perdita di sangue neonatale o latente del feto. Nei bambini dei primi 3 anni di vita, l'ascite è più spesso associata a malattie del fegato, ma può anche essere una conseguenza di disturbi alimentari cronici, enteropatia essudativa e manifestazione della sindrome nefrosica congenita. L'emergenza e l'aumento di ascite contribuiscono alla disregolazione del metabolismo del sale marino.

L'accumulo di liquido nella cavità addominale (a volte più di 20 litri) porta ad un aumento della pressione intra-addominale e spinge il diaframma nella cavità toracica. Di conseguenza, i movimenti respiratori dei polmoni sono significativamente limitati (fino allo sviluppo dell'insufficienza respiratoria), l'attività cardiaca è disturbata, la resistenza al flusso sanguigno negli organi addominali, le cui funzioni sono anche compromesse, aumenta. La concentrazione di proteine ​​nel liquido ascitico sierico è relativamente piccola, ma la sua perdita totale con ascite massiva può essere significativa, specialmente con frequente ripetuta rimozione del liquido mediante puntura della cavità addominale (con perdita di proteine ​​combinata con perdita di sale), che porta allo sviluppo di carenza proteica.

Clinicamente, l'ascite può essere rilevata avendo almeno 1 litro di liquido nella cavità addominale. Durante l'esame, viene rilevato un aumento dell'addome che, quando il paziente è in posizione eretta, appare cadente, spesso si nota una sporgenza dell'ombelico; in un paziente in posizione orizzontale, l'addome si sviluppa, le sue sezioni laterali sporgono (il cosiddetto addome della rana). In caso di grave ipertensione portale sulla pelle dell'addome, è visibile una rete venosa espansa a causa dello sviluppo di anastomosi tra i sistemi portale e vena cava. I collari venosi ingranditi, gonfiati e tortuosi si trovano intorno all'ombelico e partono da esso sotto forma di raggi, formando una figura caratteristica ("testa di Medusa"). Con la percussione dell'addome, un suono sordo viene rilevato sopra la parte inclinata o laterale di esso, il confine di ottusità si sposta mentre cambia la posizione del corpo. Palmo, attaccato alla parete laterale dell'addome da un lato, è possibile sentire i tremori causati toccando le dita dell'altra mano sul muro del lato opposto dell'addome (un sintomo di fluttuazione). Percussione e statura elevata del diaframma determinata dalla radiografia e limitazione della mobilità respiratoria. In ascite in pazienti con insufficienza cardiaca congestizia, il liquido nella cavità pleurica viene spesso rilevato - idrotorace.

In presenza di ascite, la determinazione della malattia sottostante diventa un importante compito diagnostico (se non è stato riconosciuto prima), che è aiutato da un'analisi dei sintomi associati con l'ascite. Nell'ipertensione portale grave in pazienti con cirrosi epatica, l'ascite è spesso associata a sanguinamento da vene varicose esofagee ed è solitamente accompagnata dallo sviluppo di collaterali sotto la pelle dell'addome. Oltre all'ascite, c'è gonfiore alle gambe e ai piedi, acrocianosi e, in caso di insufficienza renale, c'è un diffuso gonfiore della cute e del tessuto sottocutaneo. Di grande importanza è la puntura diagnostica della cavità addominale con uno studio di laboratorio del fluido ascitico. Nei pazienti con cirrosi epatica e insufficienza cardiaca congestizia, il liquido ascitico è solitamente trasparente, il suo peso specifico non è superiore a 1.015, la concentrazione di proteine ​​non è superiore al 2,5%; il fluido contiene principalmente cellule endoteliali, tuttavia, l'irritazione del peritoneo a causa della puntura ripetuta contribuisce alla comparsa dei leucociti. Nei tumori del peritoneo, le cellule tumorali possono essere rilevate nel liquido ascitico. Nelle lesioni tuberali peritoneali, si sviluppa la cosiddetta ascite peritonite, in cui il liquido ascitico può avere un carattere emorragico, di solito contiene linfociti, può essere rilevato micobatterio tubercolare. Nei bambini dei primi tre anni di vita, l'ascite spesso deve essere differenziata dalle pseudo-ascite (atonia dell'intestino con il suo gonfiore), osservata nella celiachia, nella fibrosi cistica.

Il trattamento è mirato alla malattia di base. Diuretici, antagonisti di aldosterone, sono usati per ridurre l'ascite e vengono prese misure per correggere i disturbi del metabolismo del sale marino e per ridurre l'ipertensione portale. In caso di inefficacia della terapia farmacologica, il liquido può essere rimosso mediante puntura della cavità addominale - laparocentesi (paracentesi addominale), che viene eseguita dopo lo svuotamento preliminare della vescica in posizione seduta del paziente (i pazienti gravemente malati sono distesi sul fianco) in conformità con le regole asettiche e antisettiche, che si ottiene meglio quando laparocentesi in ospedale. Il trocar di puntura dopo anestesia locale viene eseguito nella linea mediana dell'addome tra il pube e l'ombelico o lungo la linea che collega l'ombelico con la cresta iliaca. Il fluido deve essere rilasciato lentamente (a causa del pericolo di collasso) e di solito non più di 5-6 litri per puntura. Le punture ripetute possono causare infiammazione del peritoneo e fusione dell'intestino o dell'omento con la parete anteriore dell'addome, che crea il rischio di gravi complicazioni durante le perforazioni successive.

Il trattamento chirurgico dell'ascite viene utilizzato principalmente in caso di ipertensione portale significativa allo scopo di ridurla (imponendo vari anastomosi di portocavale) e creando condizioni per l'assorbimento del fluido ascitico da parte dei tessuti adiacenti. Una delle operazioni chirurgiche più efficaci - omentohepatofrenopeksiya - consiste nel guarire l'omento nelle aree del fegato e del diaframma precedentemente scarificate.

La prognosi della malattia di base con ascite peggiora. È particolarmente sfavorevole per un rapido aumento dell'ascite dopo forature ripetute.

Risposte popolari

Risposte correlate

Tutte le informazioni sono fornite solo a scopo informativo. Solo un medico può fare la diagnosi corretta e prescrivere il trattamento appropriato!

Ascite: accumulo di liquido nella cavità addominale. Si verifica più spesso a causa di ipertensione portale in caso di cirrosi epatica, insufficienza cardiaca congestizia, trombosi dei rami della vena porta o compressione del tronco; meno frequentemente a causa di lesioni peritoneali (cancro, tubercolosi, ecc.), del dotto linfatico toracico e anche come manifestazione di una sindrome edematosa generale nelle malattie renali, distrofia nutrizionale.

Nei neonati, l'ascite può essere una manifestazione della malattia emolitica del feto e della perdita di sangue neonatale o latente del feto. Nei bambini dei primi 3 anni di vita, l'ascite è più spesso associata a malattie del fegato, ma può anche essere una conseguenza di disturbi alimentari cronici, enteropatia essudativa e manifestazione della sindrome nefrosica congenita.

L'emergenza e l'aumento di ascite contribuiscono alla disregolazione del metabolismo del sale marino. L'accumulo di liquido nella cavità addominale (a volte più di 20 litri) porta ad un aumento della pressione intra-addominale e spinge il diaframma nella cavità toracica. Di conseguenza, i movimenti respiratori dei polmoni sono significativamente limitati (fino allo sviluppo dell'insufficienza respiratoria), l'attività cardiaca è disturbata, la resistenza al flusso sanguigno negli organi addominali, le cui funzioni sono anche compromesse, aumenta.

La concentrazione di proteine ​​nel liquido ascitico sierico è relativamente piccola, ma la sua perdita totale con ascite massiva può essere significativa, specialmente con frequente ripetuta rimozione del liquido mediante puntura della cavità addominale (con perdita di proteine ​​combinata con perdita di sale), che porta allo sviluppo di carenza proteica.

Clinicamente, l'ascite può essere rilevata avendo almeno 1 litro di liquido nella cavità addominale. Durante l'esame, viene rilevato un aumento dell'addome che, quando il paziente è in posizione eretta, appare cadente, spesso si nota una sporgenza dell'ombelico; in un paziente in posizione orizzontale, l'addome si sviluppa, le sue sezioni laterali sporgono (il cosiddetto addome della rana).

In caso di grave ipertensione portale sulla pelle dell'addome, è visibile una rete venosa espansa a causa dello sviluppo di anastomosi tra i sistemi portale e vena cava. I collari venosi ingranditi, gonfiati e tortuosi si trovano intorno all'ombelico e partono da esso sotto forma di raggi, formando una figura caratteristica ("testa di Medusa").

Con la percussione dell'addome, un suono sordo viene rilevato sopra la parte inclinata o laterale di esso, il confine di ottusità si sposta mentre cambia la posizione del corpo. Palmo, attaccato alla parete laterale dell'addome da un lato, è possibile sentire i tremori causati toccando le dita dell'altra mano sul muro del lato opposto dell'addome (un sintomo di fluttuazione).

Percussione e statura elevata del diaframma determinata dalla radiografia e limitazione della mobilità respiratoria. In ascite in pazienti con insufficienza cardiaca congestizia, il liquido nella cavità pleurica viene spesso rilevato - idrotorace.

In presenza di ascite, la determinazione della malattia sottostante diventa un importante compito diagnostico (se non è stato riconosciuto prima), che è aiutato da un'analisi dei sintomi associati con l'ascite. Nell'ipertensione portale grave in pazienti con cirrosi epatica, l'ascite è spesso associata a sanguinamento da vene varicose esofagee ed è solitamente accompagnata dallo sviluppo di collaterali sotto la pelle dell'addome.

Oltre all'ascite, c'è gonfiore alle gambe e ai piedi, acrocianosi e, in caso di insufficienza renale, c'è un diffuso gonfiore della cute e del tessuto sottocutaneo. Di grande importanza è la puntura diagnostica della cavità addominale con uno studio di laboratorio del fluido ascitico.

Nei pazienti con cirrosi epatica e insufficienza cardiaca congestizia, il liquido ascitico è solitamente trasparente, il suo peso specifico non è superiore a 1.015, la concentrazione di proteine ​​non è superiore al 2,5%; il fluido contiene principalmente cellule endoteliali, tuttavia, l'irritazione del peritoneo a causa della puntura ripetuta contribuisce alla comparsa dei leucociti. Nei tumori del peritoneo, le cellule tumorali possono essere rilevate nel liquido ascitico.

Nelle lesioni tuberali peritoneali, si sviluppa la cosiddetta ascite peritonite, in cui il liquido ascitico può avere un carattere emorragico, di solito contiene linfociti, può essere rilevato micobatterio tubercolare.

Nei bambini dei primi tre anni di vita, l'ascite spesso deve essere differenziata dalle pseudo-ascite (atonia dell'intestino con il suo gonfiore), osservata nella celiachia, nella fibrosi cistica.

Malattie con conseguente ascite:

  • lesione peritoneale tubercolare.
  • mesotelioma (tumore maligno proveniente dal peritoneo).

La sconfitta del peritoneo in altre malattie

  • lesione metastatica. Il più delle volte si verifica nel cancro dello stomaco, nel cancro del colon, nel cancro. ovarico, cancro al seno.
  • Pseudomixoma.

Ipertensione portale (aumento della pressione nella vena porta - una vena che raccoglie il sangue dagli organi addominali)

  • trombosi venosa epatica. Si trova nel cancro del fegato, ipernefroma, malattie del sangue, tromboflebite avanzata e uso di estrogeni.
  • trombosi (trombi di trombi) o stenosi (restringimento) della vena cava inferiore.
  • otturazione o stenosi della vena porta e dei suoi rami.
  • cirrosi epatica.
  • tumori al fegato.
  • sindrome nefrosica (accompagnata da perdita di proteine ​​con l'urina).
  • nefrite cronica nella fase terminale.

Cuore e malattie pericardiche

  • pericardite.
  • insufficienza cardiaca.

Malattie del tratto gastrointestinale

  • Malattia di Whipple, morbo di Crohn e altri, accompagnata da diarrea, perdita di proteine.
  • linfoangiectasia intestinale (dilatazione dei vasi linfatici della cavità addominale).
  • Myxedema (edema contro una diminuzione della funzione tiroidea).
  • Sindrome di Meigs (per tumori ovarici).
  • pancreatite.

Il trattamento è mirato alla malattia di base. Diuretici, antagonisti di aldosterone, sono usati per ridurre l'ascite e vengono prese misure per correggere i disturbi del metabolismo del sale marino e per ridurre l'ipertensione portale.

In caso di inefficacia della terapia farmacologica, il liquido può essere rimosso mediante puntura della cavità addominale - laparocentesi (paracentesi addominale), che viene eseguita dopo lo svuotamento preliminare della vescica in posizione seduta del paziente (i pazienti gravemente malati sono distesi sul fianco) in conformità con le regole asettiche e antisettiche, che si ottiene meglio quando laparocentesi in ospedale.

Il trocar di puntura dopo anestesia locale viene eseguito nella linea mediana dell'addome tra il pube e l'ombelico o lungo la linea che collega l'ombelico con la cresta iliaca. Il fluido deve essere rilasciato lentamente (a causa del pericolo di collasso) e di solito non più di 5-6 litri per puntura.

Le punture ripetute possono causare infiammazione del peritoneo e fusione dell'intestino o dell'omento con la parete anteriore dell'addome, che crea il rischio di gravi complicazioni durante le perforazioni successive.

Il trattamento chirurgico dell'ascite viene utilizzato principalmente in caso di ipertensione portale significativa allo scopo di ridurla (imponendo vari anastomosi di portocavale) e creando condizioni per l'assorbimento del fluido ascitico da parte dei tessuti adiacenti.

Una delle operazioni chirurgiche più efficaci - omentohepatofrenopeksiya - consiste nel guarire l'omento nelle aree del fegato e del diaframma precedentemente scarificate. La prognosi della malattia di base con ascite peggiora. È particolarmente sfavorevole per un rapido aumento dell'ascite dopo forature ripetute.

Come trattare l'ascite causata da insufficienza cardiaca?

Le ascite sono trattate sullo sfondo del complesso trattamento della malattia che lo ha causato. Pertanto, il trattamento dell'ascite causato da insufficienza cardiaca dovrebbe essere combinato con il trattamento dell'insufficienza cardiaca.

Per quanto riguarda il problema di rimuovere il liquido dalla cavità addominale, ci sono solo due metodi.

Il primo è l'appuntamento dei diuretici. In questo caso, giorno dopo giorno, il liquido in eccesso verrà espulso dal corpo e, alla fine, tutto il fluido dalla cavità addominale lascerà. Tuttavia, qui è necessaria la pazienza - non è questione di una settimana, poiché a volte la quantità totale di liquido raggiunge 10 litri o più. La differenza tra il liquido prelevato e il liquido ubriaco non deve essere superiore a 1,5-2 litri, cioè l'urina media al giorno non deve essere superiore a 3 litri, altrimenti determinerà un effetto paradossale quando il corpo resiste, considerando questa situazione come disidratazione.

Il secondo metodo è laparocentesi o, più semplicemente, la puntura della cavità addominale. In questa procedura, un ago spesso fa una foratura nel basso addome e rimuove il fluido accumulato. Naturalmente, questo viene fatto solo in fase avanzata, quando i preparati diuretici non danno effetto. Inoltre, il fluido dalla cavità addominale è ricco di proteine, la cui perdita può portare ad una maggiore sindrome da edema per altri motivi. Allo stesso tempo, la somministrazione endovenosa di preparati contenenti proteine ​​può essere necessaria per ripristinare l'equilibrio proteico perso.

Ascite nell'insufficienza cardiaca: quanti pazienti vivono?

Insufficienza cardiaca può svilupparsi negli esseri umani a causa della progressione di un numero di disturbi o la presenza di cambiamenti legati all'età nel corpo. Questa malattia influisce negativamente sulla capacità del miocardio di ridurre, gli organi non possono essere forniti di sangue in quantità sufficiente. Nell'insufficienza cardiaca, la congestione viene spesso osservata, causando l'ascite - accumulo di liquido nella cavità addominale.

Caratteristiche della malattia

L'ascite è spesso indicata come l'idropisia addominale, poiché la malattia è caratterizzata dall'accumulo di una quantità significativa di liquido nella cavità addominale. La patologia si verifica a causa di un debole trasferimento di sangue a causa della insufficiente contrazione del miocardio.

Un gran numero di masse stagnanti nei vasi provoca la penetrazione del sangue attraverso le loro pareti, poiché la sua parte liquida semplicemente non ha un'uscita. L'umidità rilasciata occupa luoghi vuoti nel corpo, depositandosi nella cavità addominale, che è il posto più adatto per questo.

Sullo sfondo di questi cambiamenti, il paziente ha un rapido aumento dell'addome con la tensione della sua parete frontale. Questo è osservato sullo sfondo di una diminuzione generale del peso corporeo, che causa ansia nella maggior parte dei pazienti. Perdita di peso o cachessia si verifica a causa della lisciviazione delle proteine ​​dai tessuti, che indica un decorso insufficente dell'insufficienza cardiaca.

Le congestioni che si verificano in un ampio cerchio di circolazione sanguigna, influenzano negativamente il fegato, causando malattie croniche e lo sviluppo della cirrosi. L'ascite di solito si verifica dopo questi cambiamenti nel corpo.

motivi

Il meccanismo di formazione dell'ascite nell'insufficienza cardiaca assomiglia alla formazione di edema in qualsiasi parte del corpo: si verifica uno squilibrio tra la pressione interna e quella esterna. La patogenesi della malattia può essere una serie di condizioni, tra cui:

  • malattie oncologiche;
  • malattia del fegato;
  • insufficienza cardiaca in condizioni trascurate;
  • pancreatite;
  • insufficienza renale.


La cirrosi epatica, che spesso precede lo sviluppo di questa malattia, ne è la causa principale. In casi più rari, il decorso dell'ascite è possibile senza cirrosi, ma allo stesso tempo è necessaria un'altra grave malattia del fegato. Ad esempio, a causa della crescita di un tumore canceroso. Potrebbe esserci una pressione significativa sui vasi, che interferirà con il normale flusso sanguigno e il liquido peritoneale inizierà ad accumularsi nel peritoneo.

Nelle malattie del cuore, l'ascite si sviluppa a causa del ristagno di sangue nelle camere cardiache. Quando il corpo smette di far fronte al fluido in eccesso, si accumula, che è più spesso osservato nelle vene degli arti inferiori e il peritoneo.

I sintomi della malattia

Oltre all'addome visibilmente gonfio, i pazienti con ascite si lamentano dei seguenti sintomi:

  1. L'emergere di disagio e dolore nell'addome, difficoltà di respirazione. Con il deterioramento della condizione, il paziente ha difficoltà a mangiare e svolgere attività quotidiane.
  2. Lo sviluppo di peritonite batterica spontanea, che può provocare dolore addominale, causare nausea e febbre. In assenza di diagnosi tempestiva e il trattamento di questa malattia provoca insufficienza renale. Il sistema circolatorio è infetto, il paziente può provare confusione. In tali casi, esiste un rischio significativo di morte.
  3. Problemi di minzione
  4. Funzionamento improprio del sistema digestivo.
  5. Gonfiore degli arti.
  6. Mancanza di respiro e mancanza d'aria al minimo sforzo, anche a riposo. Ciò è dovuto all'accumulo di liquido nello sterno.

Molto spesso, quando vi è il sospetto di ascite in caso di insufficienza cardiaca, il paziente viene indirizzato per un'ecografia e una TAC. In alcuni casi, viene eseguita una paracentesi. Questa procedura è caratterizzata dall'inserimento di aghi di piccole dimensioni nella cavità addominale, che vengono utilizzati per raccogliere i test e quindi studiarli in laboratorio. Il fluido risultante viene esaminato per la presenza di oncologia e infezione, che consente di determinare la causa primaria del suo accumulo nel corpo.

I sintomi di cui sopra spesso portano a una diagnosi errata. A causa della mancanza di esperienza, i giovani medici spesso diagnosticano epatite virale in pazienti con CHF (insufficienza cardiaca cronica). In futuro, questo può complicare significativamente il processo di trattamento.

Con un significativo aumento del volume di liquidi nei pazienti, si osservano i seguenti sintomi:

  • ombelico sporgente;
  • non c'è movimento addominale durante la respirazione;
  • la presenza di smagliature cutanee;
  • quando il paziente è sdraiato sulla schiena, c'è un effetto "pancia ventre", nel quale si estende;
  • l'esecuzione delle vene sulla parete addominale anteriore;
  • appaiono fluttuazioni o fluttuazioni - uno dei segni più caratteristici di questa malattia.

Specialisti di previsione

L'ascite è una malattia molto pericolosa, che è caratterizzata da una rapida progressione e complicazioni nella forma di malattie che si verificano sul suo sfondo. Pertanto, la risposta esatta alla domanda: "Per quanto tempo le persone vivono con l'ascite per insufficienza cardiaca?" Solo un medico con una vasta esperienza può farlo basandosi su uno studio approfondito delle condizioni del paziente.

In media, in assenza di un trattamento adeguato, la durata della vita del paziente può variare da cinque mesi a diversi anni. Nella maggior parte dei casi, il paziente può vivere per 5-7 anni.

Se il fegato viene distrutto, solo la ricerca di un donatore può prevenire la morte.

A causa di varie complicazioni, c'è una significativa diminuzione della qualità della vita dei pazienti, perché oltre all'aumento dell'addome, l'ascite può manifestarsi come dolore. A causa dello sviluppo della cirrosi del fegato, la pelle può diventare giallastra. L'acrocianosi è anche possibile, derivante dalla mancanza di afflusso di sangue ai piccoli capillari, motivo per cui la pelle assume una tinta bluastra.

In molti modi, l'aspettativa di vita del paziente determina il trattamento di natura individuale, così come i seguenti fattori:

  • l'ambiente;
  • alimentazione;
  • attitudine alla vita e autoipnosi;
  • la presenza di comorbidità e il loro stadio.

Caratteristiche del trattamento

È necessario trattare l'ascite il più presto possibile, dal momento che la malattia è in grado di progredire rapidamente, causando complicazioni significative. In primo luogo, il medico deve identificare lo stadio del disturbo, determinando le condizioni del paziente. Se la persona ha sintomi di insufficienza cardiaca o respiratoria, il passo successivo sarà una diminuzione della pressione nell'addome e una diminuzione della quantità di liquido accumulato in quest'area.

Molto spesso, tali situazioni si verificano quando un numero significativo di cluster, a volte raggiungendo 15 litri. L'aumento della pressione nel peritoneo può influire negativamente sul lavoro non solo del cuore e dei polmoni, ma anche degli intestini. Per questo motivo ci sono problemi con il mangiare. Tali pazienti richiedono il ricovero urgente.


Il trattamento moderno dell'ascite addominale nell'insufficienza cardiaca suggerisce quanto segue:

  • assunzione di diuretici;
  • mantenimento di una dieta equilibrata e assunzione limitata di liquidi;
  • esercizio a bassa intensità;
  • laparocentesi, che comporta la puntura della parete addominale per rimuovere il liquido accumulato;
  • medicina tradizionale, che può essere assunta solo sotto la stretta supervisione di un medico.

Con una forma srotolata della malattia e l'inizio tempestivo del trattamento, la prognosi sarà favorevole, il paziente può vivere per molti anni. Se il paziente ignora i sintomi, alla fine, la malattia porta alla morte.

L'aspettativa di vita dei pazienti con ascite con insufficienza cardiaca dipende in gran parte dalla gravità della malattia, dalle complicazioni presenti e dal modo in cui il trattamento sarà rapido e professionale. Una previsione accurata può essere fatta solo da uno specialista esperto sulla base di una diagnosi approfondita. I metodi della medicina moderna possono alleviare in modo significativo il decorso della malattia e fornire una maggiore probabilità di esito favorevole.

Ascite. Metodi di diagnosi e trattamento, prevenzione e prognosi

Diagnosi di ascite

Percussione dell'addome con ascite

Palpazione dell'addome per ascite

Fluttuazioni del sintomo nell'ascite

Test di ascite

Ultrasuoni per ascite

Risonanza magnetica per ascite

Altri studi strumentali per l'ascite

Laparocentesi (puntura) per ascite

Stage ascites

Trattamento dell'ascite

Diuretici (diuretici) per l'ascite

Il meccanismo dell'azione terapeutica

Dosaggio e somministrazione

Promuove l'escrezione di sodio e liquidi attraverso i reni.

Endovenoso su 20 - 40 mg 2 volte al giorno. Con l'inefficacia, la dose può essere aumentata.

Diuretico osmotico. Aumenta la pressione osmotica del plasma sanguigno, facilitando il trasferimento di fluido dallo spazio extracellulare nel flusso sanguigno.

Assegnato a 200 mg per via endovenosa. Il farmaco deve essere usato contemporaneamente a furosemide, poiché la loro azione è combinata - il mannitolo rimuove il liquido dallo spazio extracellulare nel letto vascolare e la furosemide dal letto vascolare attraverso i reni.

Diuretico, che previene l'eccessiva escrezione di potassio dal corpo (che si osserva quando si utilizza la furosemide).

Assumere 100 - 400 mg al giorno (a seconda del livello di potassio nel sangue).

Altri medicinali usati per l'ascite

Dieta ascite

Cosa si consiglia di usare?

Cosa dovrebbe essere completamente escluso dalla dieta?