Primo soccorso per shock anafilattico

Lo shock anafilattico (allergico) è considerato la manifestazione più terribile di allergia. Ogni persona, anche senza una laurea in medicina, è consigliabile sapere cosa fare in caso di shock anafilattico, in quanto può svolgere un ruolo cruciale nel salvare la vita di qualcuno o la vita di qualcuno intorno.

Lo shock allergico si riferisce alle cosiddette reazioni di ipersensibilità di tipo immediato e si sviluppa nelle persone allergiche quando rientrano nel loro corpo con qualsiasi sostanza che è diventata un allergene per quella persona. Anche conoscendo e attuando chiaramente l'algoritmo delle azioni per lo shock anafilattico, non è sempre possibile salvare la vita del paziente, poiché nel suo corpo si sviluppano processi patologici estremamente difficili.

contenuto

Cause e forme di shock anafilattico

Si ritiene che lo shock anafilattico si sviluppi più spesso in risposta a ripetuti ingestione dei seguenti tipi di allergeni:

  • Farmaci a base di molecole proteiche (farmaci per desensibilizzazione con allergie, antidoti sierici, alcuni vaccini, preparati insulinici, ecc.);
  • Antibiotici, in particolare penicillina e altri che hanno una struttura simile. Sfortunatamente, la cosiddetta "allergia crociata" si verifica quando gli anticorpi di una sostanza riconoscono un altro, simile nella struttura, come un allergene e scatenano una reazione di ipersensibilità.
  • Antidolorifici, in particolare la novocaina e i suoi analoghi;
  • Veleni di insetti hymenoptera pungenti (api, vespe);
  • Raramente: allergeni alimentari.

Questo è desiderabile conoscere e ricordare, perché a volte è possibile raccogliere anamnesi e ottenere informazioni sia sulla presenza di un'allergia in un paziente, sia sull'episodio di un potenziale allergene nel suo corpo.

Il tasso di sviluppo di una reazione anafilattica dipende in gran parte da come l'allergene è penetrato nel corpo umano.

  • Con la via di somministrazione parenterale (per via endovenosa e intramuscolare) si osserva lo sviluppo più rapido di anafilassi;
  • Quando una molecola di allergene attraversa la pelle (puntura d'insetto, iniezioni intradermiche e sottocutanee, graffi), così come attraverso il tratto respiratorio (inalazione di vapori o polvere contenente molecole di allergeni), lo shock non si sviluppa così rapidamente;
  • Quando un allergene penetra nel corpo attraverso il tratto digestivo (se ingerito), le reazioni anafilattiche si verificano raramente e non si sviluppano immediatamente, a volte entro mezz'ora dopo aver mangiato.

Esiste una relazione lineare tra il tasso di sviluppo dello shock allergico e la sua gravità. Si distinguono le seguenti forme di shock anafilattico:

  1. Fulminante (fulminante) shock - si sviluppa all'istante, in pochi secondi dopo che l'allergene entra nel corpo del paziente. Questa forma di shock porta più spesso alla morte, poiché è la più difficile e lascia poco tempo agli altri per aiutare il paziente, specialmente se lo shock si è sviluppato fuori dalle mura di un'istituzione medica.
  2. Una forma acuta di shock anafilattico si sviluppa nell'arco di diversi minuti fino a mezz'ora, il che dà al paziente il tempo di cercare aiuto e persino ottenerlo. Pertanto, la mortalità in questa forma di anafilassi è significativamente inferiore.
  3. La forma subacuta di shock anafilattico si sviluppa gradualmente, entro mezz'ora o più, il paziente ha il tempo di provare alcuni dei sintomi di una catastrofe imminente, e talvolta è possibile iniziare a fornire cure prima che si verifichi.

Quindi, nel caso dello sviluppo di una forma acuta e subacuta di shock anafilattico, un paziente può sperimentare alcuni dei sintomi dei precursori.

Segni di shock anafilattico

Quindi, quali sono questi segni di shock anafilattico? Elenchiamo in ordine.

  • Sintomi della pelle: prurito, orticaria da eruzione cutanea a rapida diffusione o eruzione cutanea, o arrossamento violento della pelle.
  • Edema di Quincke: il rapido sviluppo del gonfiore delle labbra, orecchie, lingua, mani, gambe e viso.
  • Sentirsi caldo;
  • Arrossamento degli occhi e delle mucose del naso e del rinofaringe, lacrimazione e fuoriuscita di liquido dalle narici, secchezza delle fauci, spasmo della glottide e dei bronchi, tosse spastica o abbaiante;
  • Cambiamenti dell'umore: depressione o, al contrario, eccitazione inquietante, a volte accompagnata dalla paura della morte;
  • Dolore: può essere un dolore cramping all'addome, un mal di testa palpitante, un dolore spremitura nella regione del cuore.

Come puoi vedere, anche queste manifestazioni sono sufficienti a mettere a rischio la vita del paziente.

In futuro, con forma acuta e subaffilata di anafilassi, e istantaneamente - con un fulmine, si sviluppano i seguenti sintomi:

  1. Un forte calo della pressione sanguigna (a volte non può essere determinato);
  2. Impulso rapido e debole (la frequenza cardiaca può aumentare di oltre 160 battiti al minuto);
  3. Oppressione della coscienza fino alla sua completa assenza;
  4. A volte - crampi;
  5. Grave pallore della pelle, sudore freddo, cianosi delle labbra, unghie, lingua.

Se in questo stadio non vengono fornite cure mediche di emergenza al paziente, la probabilità di morte aumenterà molte volte.

Meccanismi di sviluppo dello shock anafilattico

Per capire a cosa si basa l'algoritmo nell'aiutare lo shock allergico, è importante sapere qualcosa su come si sviluppa. Tutto inizia con il fatto che per la prima volta una sostanza riconosciuta dal sistema immunitario come estraneo viene rilasciata nel corpo di una persona incline all'allergia. A questa sostanza vengono prodotte immunoglobuline speciali - anticorpi della classe E. In futuro, anche dopo aver rimosso questa sostanza dal corpo, questi anticorpi continuano a essere prodotti e presenti nel sangue umano.

Quando rientrano nel sangue della stessa sostanza, questi anticorpi si legano alle sue molecole e formano immunocomplessi. La loro formazione funge da segnale per l'intero sistema protettivo del corpo e avvia una cascata di reazioni che portano al rilascio nel sangue di sostanze biologicamente attive - mediatori di allergia. Queste sostanze includono principalmente istamina, serotonina e alcune altre.

Queste sostanze biologicamente attive provocano le seguenti modifiche:

  1. Forte rilassamento dei muscoli lisci dei piccoli vasi sanguigni periferici;
  2. Un forte aumento della permeabilità delle pareti dei vasi sanguigni.

Il primo effetto porta ad un significativo aumento della capacità dei vasi sanguigni. Il secondo effetto porta al fatto che la parte liquida del sangue lascia il letto vascolare negli spazi intercellulari (nel tessuto sottocutaneo, nelle mucose degli organi respiratori e digestivi, dove si sviluppa l'edema, ecc.).

Quindi, c'è una ridistribuzione molto rapida della parte liquida del sangue: nei vasi sanguigni diventa molto piccola, il che porta ad una brusca riduzione della pressione sanguigna, all'ispessimento del sangue, alla distruzione dell'afflusso di sangue a tutti gli organi interni e ai tessuti, cioè allo shock. Pertanto, shock allergico e chiamato ridistributivo.

Ora, sapendo cosa succede nel corpo umano durante lo sviluppo dello shock, possiamo parlare di quali dovrebbero essere le cure d'emergenza per lo shock anafilattico.

Aiuto con shock anafilattico

È necessario sapere che le azioni durante lo shock anafilattico sono suddivise in pronto soccorso, primo soccorso e trattamento ospedaliero.

Il primo soccorso deve essere fornito da persone vicine al paziente al momento dell'inizio delle reazioni allergiche. La prima e principale azione sarà, naturalmente, il richiamo della brigata di ambulanze.

Il primo soccorso per lo shock allergico è il seguente:

  1. È necessario posare il paziente sulla sua schiena su una superficie piana orizzontale, mettere un rullo o un altro oggetto sotto i suoi piedi in modo che siano sopra il livello del corpo. Ciò promuoverà il flusso di sangue al cuore;
  2. Fornire aria fresca al paziente - aprire una finestra o uno sfiato;
  3. Rilassati, stendi vestiti sul paziente, per dare libertà ai movimenti respiratori;
  4. Se possibile, assicurarsi che nulla nella bocca del paziente impedisca la respirazione (rimuovere le protesi rimovibili, se si sono mossi, girare la testa a sinistra o destra, o sollevare, se il paziente ha una lingua, se si hanno delle convulsioni, provare a posizionare un oggetto duro tra i denti).
  5. Se è noto che un allergene è entrato nel corpo a causa dell'iniezione di un preparato medico o di una puntura d'insetto, è possibile applicare un laccio emostatico al di sopra del sito di iniezione o mordere o ghiaccio su questa area per ridurre la velocità di ingresso di allergeni nel sangue.

Se il paziente è in una struttura medica ambulatoriale, o se è arrivato un team SMP, è possibile passare alla fase di pronto soccorso, che prevede i seguenti punti:

  1. L'introduzione di una soluzione allo 0,1% di adrenalina - per via sottocutanea, intramuscolare o endovenosa, a seconda delle circostanze. Quindi, quando l'anafilassi si verifica in risposta ad iniezioni sottocutanee e intramuscolari, così come in risposta a punture di insetti, il posto di ingresso dell'allergene viene eliminato con una soluzione di adrenalina (1 ml di 0,1% di adrenalina per 10 ml di soluzione salina) in un cerchio - 4-6 punti, 0,2 ml per punto;
  2. Se l'allergene entra nel corpo in un modo diverso, è comunque necessaria l'introduzione di adrenalina nella quantità di 0,5-1 ml, poiché questo farmaco è per sua azione un antagonista dell'istamina. L'adrenalina contribuisce al restringimento dei vasi sanguigni, riduce la permeabilità delle pareti vascolari, aiuta ad aumentare la pressione sanguigna. Gli analoghi dell'adrenalina sono la noradrenalina, il mezaton. Questi farmaci possono essere utilizzati in assenza di adrenalina per aiutare con anafilassi. La dose massima ammissibile di adrenalina è 2 ml. È auspicabile frazionare, in più fasi, l'introduzione di questa dose, che fornirà un effetto più uniforme.
  3. Oltre all'adrenalina, il paziente deve entrare negli ormoni glucocorticoidi - prednisone 60-100 mg o idrocortisone 125 mg o desametasone 8-16 mg, preferibilmente per via endovenosa, può essere gocciolato o gocciolare, diluendo in 100-200 ml di cloruro di sodio allo 0,9% (NaCl).
  4. Poiché lo shock anafilattico acuto si basa su una carenza acuta di fluido nel sangue, è indispensabile iniettare un grande volume di liquido. Gli adulti possono rapidamente, con una velocità di 100-120 gocce al minuto, immettere fino a 1000 ml di NaCl allo 0,9%. Per i bambini, il primo volume iniettato di una soluzione di cloruro di sodio allo 0,9% deve essere di 20 ml per 1 kg di peso corporeo (ovvero 200 ml per un bambino di 10 kg).
  5. Il team SMP dovrebbe fornire al paziente una respirazione libera e l'inalazione di ossigeno attraverso una maschera, in caso di edema laringeo, è necessaria una tracheotomia di emergenza.

Quindi, se è stato possibile stabilire un accesso endovenoso, il paziente viene avviato con l'introduzione di fluido già nella fase di primo soccorso e viene continuato durante il trasporto all'ospedale più vicino, che ha una unità di rianimazione e terapia intensiva.

Nella fase di trattamento ospedaliero, la somministrazione endovenosa del liquido inizia o continua, il tipo e la composizione delle soluzioni sono determinate dal medico curante. La terapia ormonale dovrebbe continuare per 5-7 giorni, seguita da un ritiro graduale. Gli antistaminici sono introdotti per ultimi e con molta cautela, poiché essi stessi possono innescare un rilascio di istamina.

Il paziente deve essere ricoverato in ospedale per almeno sette giorni dopo lo shock, perché a volte dopo 2-4 giorni si verifica un episodio ripetuto di una reazione anafilattica, a volte con lo sviluppo di uno shock.

Cosa dovrebbe essere nel kit medico in caso di shock anafilattico

In tutte le istituzioni mediche sono istituiti kit di pronto soccorso obbligatori per la fornitura di cure mediche di emergenza. In conformità con gli standard sviluppati dal Ministero della Salute, i seguenti medicinali e materiali di consumo devono essere inclusi nel kit di pronto soccorso per lo shock anafilattico:

  1. Soluzione allo 0,1% di adrenalina 10 flaconcini da 1 ml;
  2. Soluzione di cloruro di sodio allo 0,9% - 2 contenitori da 400 ml;
  3. Reopoliglyukin - 2 bottiglie da 400 ml;
  4. Prednisolone - 10 fiale da 30 mg ciascuna;
  5. Difenolo 1% - 10 fiale da 1 ml;
  6. Euphyllinum 2,4% - 10 fiale da 5 ml ciascuna;
  7. Alcool medico 70% - flacone da 30 ml;
  8. Siringhe sterili monouso con una capacità di 2 ml e 10 ml - 10 ciascuna;
  9. Sistemi per infusioni endovenose (gocciolamento) - 2 pezzi;
  10. Catetere periferico per infusioni endovenose - 1 pezzo;
  11. Cotone medico sterile - 1 confezione;
  12. Cablaggio - 1 pezzo

Shock anafilattico

Shock anafilattico - una reazione allergica acuta a certi tipi di sostanze irritanti, che possono essere mortali. Offriamo di scoprire perché si presenti e che tipo di aiuto dovrebbe essere fornito per eliminarlo e prevenire possibili conseguenze.

nozione

La causa dello shock anafilattico è la re-penetrazione dell'allergene nel corpo. La reazione si manifesta così rapidamente, spesso in pochi secondi, che un algoritmo di aiuto mal pianificato può uccidere una persona.

Gli effetti del processo patologico sono:

  • mucose e pelle;
  • cuore e vasi;
  • il cervello;
  • organi respiratori;
  • sistema digestivo.

Codice ICD-10

  • T78.0 shock anafilattico, provocato dal cibo;
  • T78.2 ASH, genesi non specificata;
  • T80.5 ASH, derivanti dall'introduzione del siero;
  • T88.6 ASH, che si è verificato sullo sfondo di farmaci adeguatamente utilizzati.

Cosa succede nel corpo con shock?

Lo sviluppo dell'anafilassi è complicato. La reazione patologica è innescata dal contatto di un agente estraneo con cellule immunitarie, a seguito della quale si producono nuovi anticorpi che provocano un potente rilascio di mediatori dell'infiammazione. Permeano letteralmente tutti gli organi e i tessuti umani, interrompendo la microcircolazione e la coagulazione del sangue. Tale reazione può causare un improvviso cambiamento dello stato di salute fino allo sviluppo di arresto cardiaco e alla morte del paziente.

Di norma, la quantità di allergeni ricevuti non influisce sull'intensità dell'anafilassi - a volte le micro-stimolazioni dell'irritante sono sufficienti a innescare un forte shock. Ma prima aumentano i sintomi della malattia, maggiore è il rischio di morte, a condizione che l'assistenza tempestiva sia assente.

motivi

Un gran numero di fattori patogeni può portare allo sviluppo di anafilassi. Considerali nella seguente tabella.

Vaccini: contro l'influenza, la tubercolosi e l'epatite.

Siero: per il tetano, la difterite e la rabbia.

Alberi: pioppo, salice.

Fiori: liliaceae, rose.

Pesce: trota, storione.

Esaltatori di aromi artificiali

sintomi

Lo sviluppo delle manifestazioni cliniche dell'anafilassi si basa su tre fasi:

  1. Periodo dei precursori: una persona si sente improvvisamente debole e le vertigini, i segni di orticaria possono comparire sulla pelle. In casi complicati, un attacco di panico, la mancanza di aria e intorpidimento degli arti stanno già perseguendo il paziente in questa fase.
  2. Il periodo di altezza: perdita di coscienza associata a un calo della pressione sanguigna, respiro rumoroso, sudore freddo, minzione involontaria o, al contrario, la sua assenza.
  3. Periodo di rilascio: dura fino a 3 giorni - il paziente ha marcato debolezza.

Di solito, i primi stadi della patologia si sviluppano entro 5-30 minuti. La loro manifestazione può variare da un leggero prurito alla reazione più forte che colpisce tutti i sistemi del corpo e porta alla morte.

Primi segni

I primi sintomi di shock compaiono quasi istantaneamente dopo l'interazione con l'allergene. Questi includono:

  • la debolezza;
  • improvvisa sensazione di calore;
  • paura del panico;
  • fastidio al torace, problemi di respirazione;
  • palpitazioni;
  • convulsioni;
  • minzione involontaria.

I primi segni possono essere completati dalla seguente immagine di anafilassi:

  • Pelle: orticaria, edema.
  • Sistema respiratorio: asfissia, broncospasmo.
  • Apparato digerente: disturbi del gusto, vomito.
  • Sistema nervoso: aumento della sensibilità tattile, pupille dilatate.
  • Cuore e vasi sanguigni: punta delle dita blu, infarto.

Classificazione dello shock anafilattico

Il quadro clinico della malattia dipende interamente dalla gravità dell'emergenza. Ci sono diverse opzioni per lo sviluppo della patologia:

  • Maligno o rapido: in pochi minuti, ea volte in secondi, una persona sviluppa insufficienza cardiaca e respiratoria acuta, nonostante le misure di emergenza adottate. La patologia nel 90% dei casi è fatale.
  • Protratto: si sviluppa dopo un trattamento prolungato con farmaci ad azione prolungata, ad esempio antibiotici.
  • Abortivo: lieve shock, non minaccioso. La condizione è facilmente interrotta senza provocare serie complicazioni.
  • Ricorrenti: gli episodi di una reazione allergica si ripresentano periodicamente e il paziente non sa sempre a che cosa è allergico.

Anafilassi può verificarsi in una qualsiasi delle forme discusse nella tabella.

Shock anafilattico cerebrale. Viene isolato di rado. È caratterizzato da cambiamenti patogenetici da parte del sistema nervoso centrale, vale a dire:

  • eccitazione del sistema nervoso;
  • incoscienza;
  • sindrome convulsa;
  • disturbi respiratori;
  • gonfiore del cervello;
  • epilessia;
  • arresto cardiaco

Il quadro generale dello shock anafilattico cerebrale ricorda lo stato epilettico con una prevalenza di sindrome convulsiva, vomito e incontinenza di feci e urine. La situazione è difficile per le misure diagnostiche, soprattutto quando si tratta di utilizzare iniettabili. Questa condizione è solitamente differenziata dall'embolia gassosa.

La patologia cerebrale viene eliminata dagli effetti anti-shock con l'uso primario di adrenalina.

diagnostica

La determinazione dell'anafilassi viene effettuata il prima possibile, poiché la prognosi per il recupero del paziente può dipendere da questo. Questa condizione è spesso confusa con altri processi patologici, in relazione ai quali la storia del paziente diventa il fattore principale nel fare una diagnosi corretta.

Considera quali test di laboratorio per anafilassi mostrare:

  • emocromo completo - leucocitosi ed eosinofilia;
  • radiografia del torace - edema polmonare;
  • Metodo ELISA - la crescita di anticorpi Ig G e Ig E.

A condizione che il paziente non sappia che cosa il suo corpo è ipersensibile, i test allergologici vengono effettuati anche dopo che sono state prese le necessarie misure mediche.

Pronto soccorso e aiuti di emergenza (algoritmo di azione)

Algoritmo di primo soccorso:

  1. Posare la vittima, alzare le gambe sopra il livello del corpo.
  2. Ruota la testa della persona di lato per prevenire l'aspirazione del vomito delle vie aeree.
  3. Fermare il contatto con la sostanza irritante rimuovendo la puntura dell'insetto e mettendo a freddo il sito del morso o dell'iniezione.
  4. Trova l'impulso al polso e controlla il respiro della vittima. In assenza di entrambi gli indicatori, iniziare le manipolazioni per la rianimazione.
  5. Chiama un'ambulanza, se questo non è stato fatto prima, o consegna la vittima all'ospedale usando le sue risorse.

Algoritmo di emergenza:

  1. Monitoraggio degli indicatori vitali del paziente - misurazione del polso e della pressione sanguigna, ECG.
  2. Garantire la pervietà del sistema respiratorio - rimozione del vomito, intubazione tracheale. La tracheotomia è meno comune quando si tratta di gonfiore della gola.
  3. Introduzione di Adrenalina 1 ml di soluzione allo 0,1%, precedentemente collegata a soluzione salina a 10 ml.
  4. Nomina di glucocorticosteroidi per alleviare rapidamente i sintomi di allergie (Prednisone).
  5. L'introduzione di antistaminici, prima per iniezione, poi - per via orale in forma di pillola (Tavegil).
  6. Fornitura di ossigeno
  7. La nomina di metilxantine in caso di insufficienza respiratoria - 5-10 ml di Eufillina al 2,4%.
  8. L'introduzione di soluzioni colloidali per prevenire problemi al sistema cardiovascolare.
  9. La nomina di farmaci diuretici per prevenire il gonfiore del cervello e dei polmoni.
  10. L'introduzione di anticonvulsivanti per anafilassi cerebrale.

Cura adeguata del paziente per l'assistenza

Le manipolazioni pre-mediche per l'anafilassi richiedono un'azione competente in relazione alla vittima.

Il paziente viene posto sulla schiena, mettendo un rullo sotto i piedi o qualsiasi oggetto adatto con cui possa essere sollevato sopra la sua testa.

Quindi è necessario garantire il flusso di aria al paziente. Per fare questo, apri la finestra, la porta spalancata, sciogli i vestiti imbarazzanti sul collo e sul petto della vittima.

Se possibile, controlla che nella bocca nulla interferisca con la respirazione completa di una persona. Ad esempio, si consiglia di rimuovere la protesi, i paradenti, girare la testa nella direzione di abbassare leggermente la mascella inferiore - in questo caso, non soffocherà sul vomito casuale. In questa posizione, attendere gli operatori sanitari.

Cosa viene introdotto per primo?

Prima dell'arrivo dei medici, le azioni degli altri dovrebbero essere coordinate. La maggior parte degli esperti insiste sull'uso immediato dell'adrenalina - il suo uso è già rilevante ai primi segni di anafilassi. Questa opzione è giustificata dal fatto che il benessere del paziente può peggiorare in pochi secondi e un farmaco iniettato tempestivamente impedirà il deterioramento della vittima.

Ma alcuni medici non sono invitati a introdurre l'adrenalina da soli a casa. Con la manipolazione sbagliata c'è il rischio di insufficienza cardiaca. Molto in questo caso dipende dalle condizioni del paziente - se nulla minaccia la sua vita, è necessario continuare a monitorare il paziente prima dell'arrivo dell'ambulanza.

Come inserire l'adrenalina?

Questo farmaco costringe i vasi sanguigni, aumentando la pressione sanguigna e riduce la loro permeabilità, che è importante in caso di allergie. Inoltre, l'adrenalina stimola il cuore e i polmoni. Questo è il motivo per cui viene utilizzato attivamente per l'anafilassi.

Il farmaco viene somministrato per via intramuscolare o sottocutanea (attorno al sito di un'ingresso di allergeni) con un decorso non complicato di shock 0,5 ml 0,1%.

Nei casi più gravi, l'agente viene iniettato in una vena in un volume di 3-5 ml - con una minaccia per la vita, perdita di coscienza, ecc. Tali eventi sono preferibilmente effettuati in condizioni di rianimazione, dove è possibile condurre la fibrillazione ventricolare nell'uomo.

Nuovo ordine per lo shock anafilattico

L'anafilassi viene sempre più segnalata di recente. Per 10 anni, gli indicatori dello stato di emergenza sono aumentati di oltre 2 volte. Gli esperti ritengono che questa tendenza sia una conseguenza dell'introduzione di nuove sostanze irritanti chimiche nei prodotti alimentari.

Il ministero della Sanità della Russia ha sviluppato l'ordine n. 1079 del 20 dicembre 2012 e l'ha introdotto in esecuzione. Definisce l'algoritmo delle cure mediche e descrive il contenuto del kit di primo soccorso. I kit anti-shock devono essere eseguiti in reparti procedurali, chirurgici e dentistici, nonché nelle fabbriche e in altre istituzioni con postazioni di primo soccorso appositamente attrezzate. Inoltre, è auspicabile che fossero nella casa in cui vive una persona allergica.

La composizione del kit di primo soccorso 2018

La base del kit, che viene utilizzato nelle persone con shock anafilattico, secondo SanPiN, include:

  • Adrenaline. Il farmaco, restringendo all'istante le navi. In caso di emergenza, viene utilizzato per via intramuscolare, endovenosa o sottocutanea nell'area di penetrazione dell'allergene (tagliare intorno alla zona interessata).
  • Prednisolone. Un agente ormonale che crea antiedema, antistaminico ed effetti immunosoppressivi.
  • Tavegil. Droga ad alta velocità per uso iniettabile.
  • Diphenhydramine. Anche il medicinale incluso nel kit di pronto soccorso come secondo antistaminico ha un effetto sedativo.
  • Aminofillina. Elimina lo spasmo polmonare, mancanza di respiro e altri problemi respiratori.
  • Prodotti medicali Può essere siringhe, salviettine imbevute di alcol, cotone, antisettico, cerotto e cerotti adesivi.
  • Catetere venoso. Aiuta ad accedere alla vena per facilitare l'iniezione di farmaci.
  • Saline. Richiesto per la diluizione dei farmaci.
  • Imbracatura di gomma Sovrapposto sopra il luogo di ricezione dell'allergene nel sangue.

Kit antishock

Il Ministero della Salute ha approvato l'elenco esatto dei farmaci necessari in ogni kit di pronto soccorso in caso di anafilassi. Li elenchiamo:

  • Adrenalina 0,1%.
  • Sovrastin 2%.
  • Tavegil 0,1%.
  • Prednisolone 3%.
  • Eufillin 2,4%.
  • Mezaton 1%.
  • Desametasone 0,4%.
  • Solu-Cortef 100 mg.
  • Cordiamina 25%.
  • Glucosio 40%.
  • Glucosio 5%.
  • Salina 500 ml.
  • Sistema di infusione endovenosa 5 pz.
  • Siringa 2, 5, 10 e 20 ml in 5 pezzi.
  • Tubo IVL.
  • Borsa Ambu.
  • L'aspiratore è elettrico.

Raccomandazioni cliniche federali per lo shock anafilattico

Le prove degli ultimi anni suggeriscono che questa reazione allergica non è rara. Pertanto, gli operatori sanitari, senza eccezioni, devono diagnosticare correttamente la condizione e avere le capacità di assistenza di emergenza.

Considera cosa è incluso nell'elenco delle linee guida cliniche:

  • Prima di prescrivere un farmaco, è importante esaminare quali effetti collaterali ha e quanto spesso provoca allergie. È vietato prescrivere a una persona contemporaneamente più farmaci, le stesse serie farmacologiche.
  • Se in passato il paziente ha avuto una reazione ad un determinato farmaco, non è prescritto in futuro ed esclude qualsiasi mezzo simile a lui nella composizione chimica.
  • Dopo l'introduzione dell'iniezione, il paziente viene monitorato per 30 minuti a causa dell'insorgenza frequente di reazioni allergiche durante questo periodo di tempo.
  • In tutti gli armadi di manipolazione è necessario un kit di pronto soccorso anti-shock e un luogo in cui è possibile posizionare la vittima in senso orizzontale in caso di complicazioni.
  • Gli operatori sanitari devono essere preparati a sviluppare l'anafilassi e le loro azioni sono coordinate per adottare le misure necessarie per salvare una persona.

Processo infermieristico per shock anafilattico

Dopo aver deposto il paziente e sollevato le gambe sopra il livello del corpo, ruotando la testa di lato, vengono monitorati la respirazione e il polso della vittima. Successivamente, l'infermiera si offre di prendere il paziente con un antistaminico di tipo soprastinico o iniettarlo.

L'algoritmo di assistenza infermieristica a fasi sarà il seguente:

  • estrai o neutralizza l'allergene nel corpo usando epinefrina e lavanda gastrica o clistere, se parliamo di sostanze irritanti per il cibo;
  • valutare obiettivamente le condizioni del paziente - irritabilità nervosa, coscienza, letargia;
  • ispezionare visivamente la pelle della vittima per un'eruzione cutanea, il suo tono e carattere;
  • calcolare la frequenza cardiaca e chiarire il tipo di impulso;
  • determinare il numero di movimenti respiratori, la presenza di mancanza di respiro;
  • con la capacità tecnica disponibile di eseguire un ECG;
  • seguire rigorosamente le istruzioni del medico durante la fornitura di cure mediche.

In che modo i medici possono ridurre il rischio di sviluppare lo shock di un paziente?

Gli specialisti di anafilassi possono prevenire con le seguenti azioni:

  • Prima di iniziare il trattamento, il medico esamina la scheda ambulatoriale del paziente.
  • Tutti i farmaci sono prescritti solo se indicati. Il loro dosaggio è adeguato per tollerabilità e compatibilità con altri farmaci.
  • Lo specialista non prescrive diversi medicinali. I farmaci vengono aggiunti gradualmente, assicurandosi che il precedente sia ben tollerato dal corpo.
  • L'età del paziente viene presa in considerazione. Le persone anziane hanno farmaci cardiaci, ipotensivi e sedativi prescritti in un dosaggio ridotto rispetto alle persone di mezza età.
  • Gli antibiotici sono selezionati individualmente dopo aver determinato la sensibilità della microflora patogena a loro.
  • Anestetici per la coltivazione di sostanze medicinali, è auspicabile sostituire con soluzione salina, dal momento che Lidocaina e Novocaina stessi spesso provocano anafilassi.
  • Prima di prescrivere farmaci, il medico deve monitorare il livello di eosinofili e leucociti nel sangue, nonché la funzione dei reni e del fegato.
  • Nelle persone con un'elevata predisposizione alle allergie, 5 giorni prima del trattamento, viene effettuata la preparazione preliminare del corpo. A questo scopo, sono prescritti antistaminici come la soprastinina e altri.
  • La prima iniezione è posta nel terzo superiore dell'avambraccio. In caso di shock, lo specialista installerà il tourniquet sopra il sito di iniezione e preverrà complicanze.
  • Le persone che hanno subito patologia, nella storia della malattia in inchiostro rosso è il segno corrispondente.

Shock anafilattico nei bambini

Riconoscere un'emergenza in un bambino è spesso difficile. I giovani pazienti, trovandosi in una tale situazione, non possono sempre descrivere correttamente il loro stato di salute.

Pertanto, è necessario prestare attenzione ai seguenti segni di anafilassi durante l'infanzia:

  • pelle pallida;
  • Stato semiconscious;
  • eruzione del corpo e prurito;
  • respirazione rapida;
  • gonfiore del viso - labbra o palpebre.

Si può affermare che il bambino ha l'anafilassi, se il suo stato di salute si è deteriorato bruscamente sullo sfondo dei seguenti fattori:

  • somministrazione di sieri e vaccini;
  • l'impostazione di test intradermici e iniezioni;
  • punture di insetti

Il rischio di shock è notevolmente aumentato se vi è evidenza di malattie allergiche nella storia dei bambini.

Come aiutare il bambino prima dell'arrivo dei medici? L'algoritmo di azione sarà il seguente:

  1. Metti il ​​bambino in posizione orizzontale.
  2. Girare la testa di lato, fissandolo in questa posizione. È auspicabile che l'assistente l'abbia fatto.
  3. Rimuovere i tappi dalla bocca se presenti, pulire la cavità da masse estranee (saliva, vomito, ecc.).
  4. Segui il polso e la pressione.
  5. Metti il ​​raffreddore sul sito di un'iniezione o una puntura d'insetto.
  6. Eliminare gli occhi e i passaggi nasali, a condizione che l'urto si sia sviluppato dopo l'uso di gocce oftalmiche o nasali.
  7. Lavare lo stomaco se il benessere del bambino è peggiorato a causa di un allergene alimentare.
  8. Ricevi consigli di esperti su come prendere antistaminici.

Shock anafilattico in odontoiatria

Lo shock anafilattico è un evento frequente in odontoiatria. I seguenti allergeni possono essere le sue cause:

  • anestetici: lidocaina, novocaina, ecc.;
  • plastica acrilica;
  • incollare;
  • materiale di riempimento

Le cure d'emergenza in odontoiatria iniziano con i sintomi di deterioramento della salute.

Inizialmente, è necessario interrompere ulteriori contatti con l'allergene o ridurre al minimo la sua penetrazione nel corpo. Per fare questo, i resti del farmaco vengono rimossi dal dente, pulire la bocca del paziente con un risciacquo. Quando si reagisce all'iniezione di farmaci, è necessario mettere un laccio emostatico sull'avambraccio o aggiungere 0,3-0,5 ml di adrenalina allo 0,1% nell'area di iniezione.

Se un paziente ha perso pressione e svenimento, viene posizionato orizzontalmente, spingendo in avanti la mascella inferiore per evitare il soffocamento. Inizia subito l'introduzione di farmaci come adrenalina, Tavegil, Prednisolone ed Eufillin.

Il dosaggio e la necessità di utilizzare i suddetti farmaci sono controllati da un medico.

Shock farmaco anafilattico

Lidocaina. Viene utilizzato attivamente in chirurgia, traumatologia, ostetricia e odontoiatria. Secondo le statistiche, l'anafilassi si sviluppa in un caso su quindicimila. Nel 5% delle situazioni, questa reazione è imprevedibile.

Shock e arresto cardiaco sono le conseguenze più pericolose dell'intolleranza alla lidocaina. Ma secondo gli stessi esperti, tali esiti tristi sono solitamente il risultato di una overdose del farmaco.

Anestesia. L'anafilassi è la complicazione più pericolosa dell'anestesia generale. Questa condizione si verifica in un paziente su diecimila. Questo è un rischio minore. Se questo accade sul tavolo operatorio, nel 95% dei casi i medici riescono a salvare il paziente, poiché tutto ciò di cui hanno bisogno è a portata di mano.

Droga causata da farmaci usati dall'anestesista. Per evitare questo problema, è consigliabile passare i test necessari prima dell'intervento in modo che lo specialista possa sapere in anticipo che cosa il paziente sta assumendo i farmaci e cosa dovrebbe essere scartato. Certo, non stiamo parlando di casi di emergenza.

Ceftriaxone. Appartiene al gruppo di potenti antibiotici, quindi il suo uso può essere accompagnato da un gran numero di effetti collaterali. Uno di questi è lo shock anafilattico derivante dall'intolleranza individuale al principio attivo del farmaco.

Ceftriaxone è miscelato con anestetici, meno comunemente con acqua per iniezione. Solventi - Lidocaina o Novocain possono anche provocare una reazione acuta, quindi per la prima volta il farmaco viene somministrato lentamente, osservando il benessere del paziente. Si raccomanda ai bambini e alle allergie di sottoporsi a un test antigraffio. Determina la suscettibilità di una persona al Ceftriaxone: il farmaco viene applicato ai graffi artificiali nell'area dell'avambraccio. Se non c'è reazione nei 30 minuti successivi, la pelle non si gonfia e non cambia colore, l'antibiotico viene trasferito.

Se c'è evidenza di intolleranza agli anestetici - Lidocaina o Novocaina, il farmaco viene diluito con soluzione salina.

Chi è più probabile che soffra di shock anafilattico?

Condizione di emergenza con uguale frequenza si verifica nei bambini, negli uomini e nelle donne, negli anziani. Può svilupparsi in qualsiasi persona, ma la più alta probabilità di accadimento in persone che soffrono di allergie. L'esito fatale nel caso di uno stato raggiunge l'1-2% del numero totale di tutte le vittime.

Memo per il paziente

Se una persona ha avuto un anafilassi almeno una volta nella sua vita, quindi in futuro dovrebbe aderire ai seguenti suggerimenti:

  • Chiedi al medico la causa dello shock. Se era una droga medica, ricorda il suo nome corretto e segnalalo ogni volta che entri in un istituto medico. In caso di intolleranza a un determinato prodotto alimentare, è importante evitare il suo consumo in futuro. È necessario escludere qualsiasi situazione di possibile interazione con un allergene noto.
  • La vittima stessa e i suoi parenti dovrebbero essere consapevoli dei primi sintomi di anafilassi. Non appena appaiono, è necessario chiamare l'aiuto urgente.
  • A volte gli esperti raccomandano che le persone che devono affrontare una volta uno shock dovrebbero sempre portare una siringa con Adrenaline. Questo dovrebbe essere consapevole e chiudere le persone della vittima, oltre a sapere come effettuare un'iniezione se necessario.
  • Parenti del paziente, è desiderabile imparare le abilità primarie della rianimazione cardiopolmonare. È questa abilità che spesso salva la vita di una persona prima che arrivi un'ambulanza.

prevenzione

Come prevenire lo sviluppo di anafilassi? Considera questi metodi in modo più dettagliato.

Prevenzione primaria Basato sulla prevenzione dell'interazione umana con una potenziale irritante:

  • rifiuto di dipendenze perniciose;
  • controllo sulla produzione di medicinali di alta qualità;
  • lotta all'inquinamento ambientale con prodotti chimici;
  • il divieto di utilizzare additivi artificiali in cucina;
  • esclusione della somministrazione contemporanea di diversi farmaci.

Profilassi secondaria Basato sulla diagnosi precoce e sul trattamento delle malattie associate:

  • raccolta obbligatoria della storia delle allergie (e dei segni corrispondenti sul frontespizio della carta ambulatoriale);
  • eliminazione tempestiva della rinite e della dermatite, causata dalla sensibilità individuale dell'organismo agli stimoli individuali;
  • Test allergologici per determinare la causa esatta della malattia;
  • monitoraggio dei pazienti per mezz'ora dopo l'iniezione di farmaci.

Prevenzione terziaria. Basato sulla prevenzione della ricorrenza della patologia:

  • norme igieniche;
  • pulizia regolare a umido;
  • messa in onda dei locali;
  • restrizione nello spazio abitativo di mobili imbottiti e giocattoli;
  • controllo del cibo;
  • indossare equipaggiamento protettivo (maschera medica, occhiali) durante la fioritura delle piante.

prospettiva

Se le attività di primo soccorso e di pronto soccorso sono coordinate e tempestive, esiste un'alta probabilità che si separeranno completamente dallo shock. Qualsiasi ritardo lento aumenta il rischio di morte.

Morte da shock anafilattico

La morte nelle malattie allergiche si verifica nel 2% dei casi. L'anafilassi porta alla morte a causa del suo rapido sviluppo e dell'assistenza mal riuscita. Le sue cause sono:

  • arresto cardiaco;
  • gonfiore del cervello;
  • soffocamento, ostruzione del sistema respiratorio.

Anafilassi richiede cure urgenti. Le attività pianificate in modo competente per salvare una persona possono salvare la vita della vittima. Pertanto, tutti devono sapere quale shock anafilattico è, come si manifesta e cosa può essere fatto prima dell'arrivo delle cure di emergenza.

Shock anafilattico: pronto soccorso, sintomi, trattamento

Lo shock anafilattico (dal greco "Protezione inversa") è una reazione allergica rapida generalizzata, che è una minaccia per la vita umana, perché può svilupparsi in pochi minuti. Il termine è stato usato dal 1902, quando è stato descritto per la prima volta usando i cani come esempio.

La patologia presentata si verifica nelle donne e negli uomini

persone anziane e bambini con la stessa frequenza.

Le morti possono accadere

in circa l'1% di tutti i pazienti.

Sviluppo di shock anafilattico: cause

Vari fattori sono in grado di provocare uno shock anafilattico: animali, droghe, cibo.

Le principali cause di shock anafilattico

Gruppo di allergeni

Principali allergeni

cibo

  • Frutta - bacche, fragole, mele, banane, agrumi, frutta secca
  • Prodotti ittici: ostriche, aragoste, gamberetti, gamberi, tonno, granchi, sgombri
  • Proteine ​​- manzo, uova, latticini e latte intero
  • Verdure - carote, sedano, patate, pomodori rossi
  • Grani - grano, legumi, segale, mais, riso
  • Additivi alimentari - additivi aromatici e aromatizzanti, conservanti e alcuni coloranti (glomanato, agar-agar, bisolfito, tartrazina)
  • Champagne, vino, noci, caffè, cioccolato

piante

  • Conifere - abete rosso, abete, larice, pino
  • Erbe - quinoa, tarassaco, assenzio, erba di grano, ambrosia, ortica
  • Alberi decidui - frassino, nocciolo, tiglio, acero, betulla, pioppo
  • Fiori - orchidea, gladiolo, garofano, margherita, giglio, rosa
  • Piante coltivate - trifoglio, luppolo, senape, salvia, calunnia, girasole

animali

  • Animali domestici: criceti di lana, porcellini d'India, conigli, cani, gatti; piume di galline, anatre, oche, piccioni, pappagalli
  • Elminti - trichinella, ossiuri, nematodi, toxocara, tricocefali
  • Insetti - morsi di calabroni, vespe, api, zanzare, formiche; pulci, insetti, pidocchi, mosche, acari, scarafaggi

farmaci

  • Ormoni - progesterone, ossitocina, insulina
  • Sostanze contrastanti - iodio, miscela di bario
  • Antibiotici - sulfonamidi, fluorochinoloni, cefalosporine, penicilline
  • Vaccini - antiepatite, anti-tubercolosi, anti-influenza
  • Siero - anti-rabbia (anti-rabbia), anti-difterite, anti-tetano
  • Rilassanti muscolari - tracrium, norkunon, succinilcolina
  • Enzimi - chimotripsina, pepsina, streptochinasi
  • Sostituti del sangue - Stabizol, Refortan, Reopolyglukine, Polyglukin, Albulin
  • Farmaci antiinfiammatori non steroidei - amidopirina, analgin
  • Latex - cateteri medici, strumenti, guanti

Shock anafilattico nel corpo

La patogenesi della malattia è piuttosto complessa e comprende tre fasi consecutive:

La patologia si basa sul contatto di un allergene specifico con cellule immunitarie, con conseguente rilascio di anticorpi specifici (Ig E, Ig G). Questi anticorpi provocano un ampio rilascio di fattori infiammatori (leucotrieni, prostaglandine, eparina, istamina, ecc.). Quindi i fattori del processo infiammatorio penetrano in tutti i tessuti e gli organi, causando una violazione della coagulabilità e della circolazione sanguigna in tali complicazioni gravi come l'insufficienza cardiaca acuta e l'arresto cardiaco. Di solito, la manifestazione di qualsiasi reazione allergica è possibile solo con l'esposizione ripetuta dell'allergene al corpo. Il pericolo di shock anafilattico è che può svilupparsi anche in caso di un iniziale ingresso di allergeni nel corpo.

Sintomi di shock anafilattico

Variazioni della malattia:

Abortivo - l'opzione più semplice in cui la minaccia per il deterioramento del paziente lì. Lo shock anafilattico non provoca effetti residui, si ferma facilmente.

Protratta - si sviluppa con l'uso di farmaci a lunga durata d'azione (bitillina, ecc.), Pertanto il monitoraggio dei pazienti e la terapia intensiva dovrebbero essere prolungati per diversi giorni.

Maligno (fulminante) - ha una natura molto rapida dello sviluppo dell'insufficienza respiratoria e cardiovascolare acuta in un paziente. Indipendentemente dall'operazione in corso, è caratterizzato da un tasso di mortalità del risultato nel 90% dei casi.

Ricorrente - è la natura degli episodi ricorrenti della condizione patologica per la ragione che, senza la conoscenza del paziente, il flusso dell'allergene nel corpo continua.

Durante lo sviluppo dei sintomi della malattia, i medici distinguono 3 periodi:

Periodo precursore

In primo luogo, i pazienti sentono mal di testa, nausea, vertigini, debolezza generale, eruzioni cutanee sulle mucose e pelle sotto forma di orticaria.

Il paziente ha lamentele sulla sensazione di disagio e ansia, intorpidimento delle mani e del viso, mancanza di aria, compromissione dell'udito e della vista.

Periodo di picco

È caratterizzata da perdita di coscienza, calo della pressione sanguigna, pallore generale, aumento della frequenza cardiaca (tachicardia), respirazione rumorosa, cianosi delle estremità e delle labbra, sudore freddo appiccicoso, prurito, incontinenza urinaria o, al contrario, interruzione della sua scarica.

Periodo per shock

Può continuare per diversi giorni. Mancanza di appetito, vertigini, debolezza nei pazienti.

La gravità della condizione

Riduce a 90/60 mm T.st

Scende fino a 60/40 mm T.st

Da 10 a 15 minuti

Effetto del trattamento

Bene trattabile

Richiede una lunga osservazione, l'effetto è lento

Con flusso facile

In lieve shock anafilattico, i precursori di solito si sviluppano entro 10-15 minuti:

Quincke gonfiore di diversa localizzazione;

con il gonfiore della laringe, la voce diventa rauca fino a un sussurro;

sensazione di bruciore e calore in tutto il corpo;

orticaria, eritema, prurito.

Il paziente ha il tempo di informare gli altri sui suoi sentimenti durante un lieve shock anafilattico:

Sensazione di dolore lombare, mal di testa, intorpidimento delle dita, labbra, lingua, vertigini, paura della morte, mancanza di aria, debolezza generale, riduzione della vista, dolore addominale, dolore toracico.

Pallore segnato o pelle cianotica del viso.

Alcuni pazienti possono mostrare broncospasmo, caratterizzato da difficoltà di espirazione e respiro sibilante, che può essere sentito da una certa distanza.

Nella maggior parte dei casi si osservano dolore addominale, diarrea, vomito, movimenti intestinali o minzione involontaria. Ma allo stesso tempo i pazienti rimangono coscienti.

Tachicardia, suoni cardiaci sordi, polso filamentoso, la pressione è nettamente ridotta.

Con flusso moderato

harbingers:

Minzione involontaria e defecazione, pupille dilatate, pelle pallida, sudore appiccicaticcio, cianosi labiale, orticaria, debolezza generale, angioedema - come con lievi perdite.

Spesso - convulsioni cloniche e toniche, dopo le quali una persona perde conoscenza.

La pressione non è determinata o molto bassa, bradicardia o tachicardia, suoni cardiaci sordi, polso filamentoso.

Raramente - sanguinamento dal naso, gastrointestinale, sanguinamento uterino.

Corrente pesante

Il rapido sviluppo dello shock non consente al paziente di avere il tempo di condividere le sue lamentele sulle sensazioni, perché in pochi secondi dopo l'attacco perde conoscenza. A una persona dovrebbero essere fornite cure mediche di emergenza, altrimenti si verificherà una morte improvvisa. Per un paziente in tale condizione, la dilatazione della pupilla, il pallore severo, il sudore sulla fronte sotto forma di grosse gocce, la cianosi diffusa della pelle, le convulsioni cloniche e toniche, e il respiro sibilante con un'uscita prolungata sono caratteristici. Non può determinare la pressione sanguigna, ascoltare i suoni del cuore, il polso non è quasi palpabile, filiforme.

Esistono cinque forme cliniche della malattia:

Asfittico - con questa forma di patologia, i pazienti sono caratterizzati da segni di broncospasmo (raucedine, difficoltà respiratoria, mancanza di respiro) e insufficienza respiratoria, spesso l'edema di Quincke (grave edema laringeo, il cui sviluppo può fermare la respirazione di una persona).

Addominale: il sintomo predominante è il dolore addominale, che imita i sintomi dell'ulcera gastrica perforata (dovuta a spasmi della muscolatura intestinale) o appendicite acuta, diarrea, vomito.

Cerebrale - questa forma è in particolare lo sviluppo di edema del cervello e meningi, che si manifesta come stato di coma o stupore, nausea e vomito, che non dà sollievo, convulsioni.

Emodinamica: un sintomo diagnostico di questa forma è il rapido calo della pressione arteriosa e del dolore nella regione del cuore, che è simile all'infarto del miocardio.

Generalizzata (tipica) - la forma clinica più comune di shock anafilattico, che include manifestazioni comuni della malattia.

Diagnosi di shock anafilattico

È necessario diagnosticare la patologia il più presto possibile.

perché per molti aspetti la questione della vita del paziente dipende dall'esperienza del medico.

Lo stato di shock anafilattico è facilmente confuso con altre malattie, il principale fattore di diagnosi è la presa della storia corretta!

Una radiografia del torace rivela un edema polmonare inverso.

L'analisi biochimica del sangue determina l'aumento di campioni renali (urea, cheratina), enzimi epatici (bilirubina, fosfatasi alcalina, ALT, AST).

L'emocromo completo può indicare anemia (diminuzione del numero di globuli rossi) e leucocitosi (aumento del livello dei leucociti) con eosinofilia (aumento del livello di eosinofili).

ELISA è usato per determinare anticorpi specifici (Ig E, Ig G).

Se il paziente non è in grado di nominare la causa della reazione allergica, si raccomanda di condurre test allergologici con una consultazione con un allergologo.

Prima cura pre-medica per shock anafilattico: un algoritmo di azione

Adagiare la persona su una superficie piana, sollevare leggermente le gambe (ad esempio, mettere un cuscino sotto le gambe o una coperta rotolata da un rullo).

Girare la testa di lato per evitare l'aspirazione di vomito, estrarre le protesi dalla bocca.

Aprire una porta o una finestra per consentire all'aria fresca di fluire nella stanza.

Effettuare attività volte a fermare l'ingresso dell'allergene nel corpo del paziente - rimuovere la puntura con veleno, applicare un impacco freddo sul sito di iniezione o morso, applicare una benda di pressione e altre azioni sopra il sito morso.

Per sondare il polso ferito: prima sul polso, e in assenza di esso sulle arterie femorali o carotidi. Se non è possibile rilevare l'impulso, è necessario eseguire un massaggio cardiaco indiretto: le braccia devono essere ripiegate nella serratura, posizionate al centro dello sterno e devono essere eseguite delle spinte ritmiche, fino a 5 cm di profondità.

Verificare se il paziente osserva la respirazione: seguire i movimenti del torace, appoggiandosi alla bocca dello specchio danneggiato. In assenza di respirazione, si raccomanda di iniziare la respirazione artificiale usando la tecnologia "bocca a bocca" o "bocca a naso", dirigendo il flusso dell'aria attraverso una sciarpa o un tovagliolo.

Trasportare autonomamente una persona in ospedale o chiamare immediatamente un'ambulanza.

L'algoritmo delle cure mediche di emergenza per lo shock anafilattico:

Monitoraggio delle funzioni vitali - elettrocardiografia, determinazione della saturazione di ossigeno, misurazione del polso e della pressione sanguigna.

Assicurarsi che le vie respiratorie siano percorribili - rimuovere il vomito dalla bocca, rimuovere la mascella inferiore sulla tripla dose di Safar, eseguire l'intubazione tracheale. Nei casi di angioedema o spasmo della glottide, si raccomanda la conitocomia (eseguita da un medico o paramedico in caso di emergenza, l'essenza di questa manipolazione sta tagliando la laringe tra le cartilagini pisiforme e tiroidee per assicurare l'assunzione di aria fresca) o una tracheotomia esegue un anello tracheale di incisione).

L'introduzione di adrenalina nel rapporto di 1 ml di soluzione allo 0,1% di epinefrina cloridrato per 10 ml di soluzione salina. Se c'è un luogo specifico attraverso il quale un allergene (sito di iniezione, morso) è penetrato nel corpo, è preferibile tagliarlo per via sottocutanea con una soluzione diluita di adrenalina. Successivamente, dovresti inserire da 3 a 5 ml della soluzione sublinguale (alla radice della lingua, poiché è ben fornita di sangue) o per via endovenosa. Il resto della soluzione di adrenalina deve essere diluito in 200 ml di soluzione salina fisiologica e continuare la flebo endovenosa, controllando il livello della pressione sanguigna.

L'introduzione di glucocorticosteroidi (ormoni della corteccia surrenale) - il più spesso usato prednisone (dosaggio 9-12 mg) o desametasone (dosaggio 12-16 mg).

Introduzione di farmaci antistaminici - prima iniezione, poi con la transizione alla forma della compressa (tavegil, suprasin, difenidramina).

Inalazione di ossigeno umidificato (40%) a una velocità compresa tra 4 e 7 litri al minuto.

Nel determinare l'insufficienza respiratoria raccomandata la somministrazione di aminofillina (5-10 ml) e metilxantine - 2,4%.

Come risultato della ridistribuzione del sangue, si sviluppa un'insufficienza vascolare acuta. Allo stesso tempo, si raccomanda l'introduzione di neoplasmagel colloidale (gelofusina) e cristalloidi (sterofundina, plasmalite, suoneria di lattante, suoneria).

Per prevenire l'edema polmonare e cerebrale sono prescritti farmaci diuretici - minnitolo, torasemide, furosemide.

Con la forma cerebrale di shock anafilattico, vengono prescritti tranquillanti (seduxen, Relanium, Sibazon), anticonvulsivanti - 25% di magnesio solfato (10-15 ml), 20% sodio ossibutirrato (GHB) 10 ml.

Shock anafilattico: come non morire di allergie? il video:

Conseguenze dello shock anafilattico

Non una singola malattia scompare senza lasciare traccia, quindi lo shock anafilattico. Dopo l'eliminazione dell'insufficienza respiratoria e cardiovascolare, il paziente può presentare i seguenti sintomi:

Dolore addominale, vomito, nausea, dolore al cuore, mancanza di respiro, brividi, febbre, dolore ai muscoli e alle articolazioni, debolezza, letargia, letargia.

Ipotensione prolungata (bassa pressione sanguigna) - viene trattata con una somministrazione a lungo termine di vasopressori: noradrenalina, dopamina, mezaton, epinefrina.

Il dolore cardiaco, come conseguenza dell'ischemia del muscolo cardiaco, è raccomandato l'introduzione di farmaci cardiotropi (ATP, Riboxin), antiipoxidanti (Mexidol, Thiotriazolin), nitrati (nitroglicerina, Isoket).

Riduzione delle funzioni intellettive dovute a ipossia prolungata del cervello, mal di testa - sostanze vasoattive (cinnarizina, ginkgo biloba, cavinton), farmaci nootropici (citicolina, piracetam).

In caso di infiltrati nel sito di iniezione o di un morso, si raccomanda un trattamento locale - unguenti e gel con effetto assorbibile (lyoton, troxevasin, unguento con eparina).

A volte dopo lo shock anafilattico si verificano complicanze tardive:

Danni diffusi al sistema nervoso, vestibolopatia, glomerulonefrite, neurite, miocardite allergica, epatite - sono spesso la causa della morte.

Circa 2 settimane dopo lo shock, si possono verificare edema di Quincke, orticaria ricorrente e sviluppo di asma.

Il contatto ripetuto con farmaci allergenici porta allo sviluppo di malattie come il lupus eritematoso sistemico, la periarterite nodosa.

Shock anafilattico, cos'è e come gestirlo, video:

Raccomandazioni generali per la prevenzione dello shock anafilattico

Prevenzione degli shock primari

Si basa sull'impedire al corpo di entrare in contatto con un allergene:

controllo sulla fabbricazione di qualità di dispositivi medici e farmaci;

esclusione delle cattive abitudini (abuso di sostanze, tossicodipendenza, fumo);

combattere i prodotti chimici che inquinano l'ambiente;

la lotta contro la prescrizione una tantum di un'enorme quantità di farmaci da parte dei medici;

il divieto di utilizzare determinati additivi alimentari (glolato, agar-agar, bisolfito, tartrazina).

Prevenzione dello shock secondario

Promuove la diagnosi precoce e il trattamento tempestivo della malattia:

condurre test allergologici per determinare l'allergene specifico;

trattamento tempestivo di eczema, pollinosi, dermatite atopica, rinite allergica;

indicazione di pasta rossa su una mappa ambulatoriale o sul frontespizio di una storia di preparazioni mediche intollerabili;

raccolta attenta di storia allergica;

osservazione dei pazienti per almeno mezz'ora dopo l'iniezione;

condurre test della sensibilità del corpo al farmaco IM o IV iniettato.

Prevenzione degli shock terziario

Previene la ricorrenza della malattia:

l'uso di maschere e occhiali da sole durante il periodo di fioritura delle piante;

controllo attento dell'assunzione di cibo;

rimozione di mobili imbottiti e giocattoli non necessari dall'appartamento;

pulizia frequente delle stanze per rimuovere insetti, acari, polvere domestica;

igiene personale.

Come possono i medici minimizzare il rischio di shock anafilattico in un paziente?

Al fine di prevenire la malattia, l'aspetto principale è la storia strettamente raccolta delle malattie e della vita del paziente. Per minimizzare il rischio del suo sviluppo dall'assunzione di farmaci è necessario:

Effettuare l'appuntamento di qualsiasi farmaco rigorosamente secondo le indicazioni, nel dosaggio ottimale, tenendo conto della compatibilità e della tollerabilità.

È necessario prendere in considerazione l'età del paziente. Dosi singole e giornaliere di antipertensivi, sedativi, neuroplegici, agenti cardiaci per gli anziani dovrebbero essere ridotte di 2 volte rispetto alle dosi per le persone di mezza età.

Non somministrare più farmaci contemporaneamente, solo un farmaco. Puoi prescrivere un nuovo farmaco solo dopo aver testato per la sua tolleranza.

Le persone con malattie fungine non sono raccomandate per prescrivere antibiotici penicillina, dal momento che penicillina e funghi hanno un determinante antigenico comune.

Quando si prescrivono diversi farmaci identici nella composizione chimica all'azione farmacologica, si deve tenere conto del rischio di reazioni incrociate allergiche. Ad esempio, in caso di intolleranza alla prometazina, è vietato prescrivere i suoi derivati ​​antistaminici (pipoleina e diprazina), in caso di allergia all'anestesia e alla procaina - un'alta probabilità di intolleranza ai sulfonamidi.

Gli antibiotici obbligatori dovrebbero essere prescritti, tenendo conto dei dati degli studi microbiologici e determinando la sensibilità ai microrganismi.

È meglio usare acqua distillata o soluzione salina come solvente per gli antibiotici, poiché l'uso di procaina causa spesso reazioni allergiche.

Durante il trattamento, prendere in considerazione lo stato funzionale dei reni e del fegato.

Monitorare il contenuto di eosinofili e leucociti nel sangue del paziente.

Prima della terapia farmacologica, i pazienti che hanno una tendenza a sviluppare shock anafilattico per 3-5 giorni e 30 minuti prima della somministrazione del farmaco devono essere prescritti antistaminici di seconda e terza generazione (Telfast, Semprex, Claritin), calcio e corticosteroidi - secondo le indicazioni.

Per poter applicare un laccio emostatico in caso di shock sopra l'iniezione, la prima iniezione del farmaco (dose da 1/10, antibiotici - a una dose inferiore a 10.000 UI) deve essere somministrata nel terzo superiore della spalla. Se compaiono segni di intolleranza, è necessario posizionare un laccio emostatico al di sopra del sito di iniezione prima di arrestare il polso al di sotto del sito di applicazione, tagliare il sito di iniezione con una soluzione di adrenalina (1 ml di adrenalina allo 0,1% insieme a 9 ml di soluzione salina), coprire quest'area con ghiaccio o applicare un panno imbevuto acqua fredda

Gli armadi procedurali devono contenere kit di pronto soccorso anti-shock e tabelle contenenti un elenco di farmaci con determinanti dell'antigene comuni che causano reazioni allergiche crociate.

Non ci dovrebbero essere reparti per i pazienti con shock anafilattico vicino alle stanze di manipolazione. È vietato posizionare pazienti che hanno ripetutamente sperimentato shock anafilattico nella stessa stanza insieme a quelli a cui vengono somministrati farmaci che causano allergie al primo.

Per prevenire il verificarsi del fenomeno di Artyus-Sacharov, il sito di iniezione deve essere monitorato (arrossamento, gonfiore, prurito della pelle, con ripetute iniezioni in una zona - necrosi cutanea).

I pazienti che hanno subito uno shock anafilattico alla dimissione dall'ospedale, sulla prima pagina della storia medica con pasta rossa hanno messo un marchio "shock anafilattico" o "allergia ai farmaci".

Dopo la dimissione, i pazienti sottoposti a shock anafilattico vengono indirizzati ai medici della comunità per essere inseriti in un ambulatorio e ricevono un trattamento iposensibilizzante e immunocorrettivo.