Shock anafilattico in odontoiatria

Lo shock anafilattico in odontoiatria è un fenomeno abbastanza comune che, in assenza di un'adeguata terapia intensiva, può causare condizioni che minacciano la vita del paziente.

contenuto

Il concetto di shock anafilattico e le ragioni del suo verificarsi

Lo shock anafilattico è una reazione allergica rapida che si verifica quando si ri-contattare un allergene. Nel corpo, vi è una violazione della permeabilità dei vasi sanguigni, i muscoli dei bronchi e altri organi sono angusti, la pressione arteriosa scende, causando una grave condizione del paziente.

Qualsiasi allergene può causare lo sviluppo di shock presso l'ufficio del dentista:

  • Antidolorifici (ultracain, lidocaina, ecc.) Indipendentemente dal metodo di somministrazione.
  • Plastica acrilica
  • Materiale di tenuta
  • Incollare.
  • Anestetici e antibiotici.

Molto spesso, una reazione anafilattica si sviluppa quando i farmaci vengono iniettati per via endovenosa, ma l'applicazione locale dell'allergene (medicazioni, iniezione del farmaco nel pozzetto, antidolorifici, ecc.) Può anche causare lo sviluppo di shock.

Sintomi clinici

Le manifestazioni di shock anafilattico sono molto diverse: da eruzioni cutanee e prurito all'asfissia e perdita di coscienza.

È importante! Il grado di gravità della reazione non è influenzato né dal dosaggio dell'allergene, né dal suo tipo, né dalla forma di somministrazione del farmaco. Anche la più piccola dose può causare la morte.

A seconda del maggior grado di danno a un particolare sistema, lo shock anafilattico si verifica in diversi modi:

  • Danno primario al sistema respiratorio. Segni: congestione nasale e gonfiore, starnuti, lacrimazione, secrezione nasale, edema laringeo, attacco di soffocamento, broncospasmo, ecc.
  • Disturbo preferenziale del sistema nervoso: agitazione, isteria, sindrome convulsiva, vomito, emiparesi, ecc.
  • Danni al cuore e ai vasi sanguigni: polso debole, tachicardia, perdita di coscienza sullo sfondo di un forte calo della pressione sanguigna, arrossamento della pelle, ecc.
  • Disturbi gastrointestinali: nausea, vomito, dolore addominale, disturbi della sedia.
  • Manifestazioni cutanee: orticaria, gonfiore, arrossamento e prurito della pelle.

Upper Quincke Edema

Secondo la gravità della luce, forme moderate e fulminee (gravi) di shock. In quest'ultimo caso, il paziente non ha tempo per lamentarsi e quasi immediatamente perde conoscenza. Il ritardo nel fornire assistenza medica può essere fatale.

Criteri diagnostici

Se hai un'allergia nella storia, devi avvisare il medico in anticipo. Un'indagine paziente standard prima di eseguire le procedure dentistiche include un paragrafo separato con domande sulla precedente reazione ai farmaci. Inoltre, il medico dovrebbe sempre stare in guardia e ricordare la possibilità di sviluppare gravi manifestazioni anafilattiche.

La diagnosi di solito non causa difficoltà, poiché esiste una chiara connessione tra la rapida reazione perversa del corpo e la somministrazione del farmaco.

In rari casi, le reazioni allergiche ritardate si sviluppano, ad esempio, quando un farmaco viene iniettato in uno spillo.

Il medico conduce una diagnosi differenziale di shock anafilattico con altre malattie che manifestano sintomi simili:

  • Un attacco epilettico con un'immagine convulsa di una reazione anafilattica.
  • Corsa con emiparesi.
  • Ulcera duodenale perforata con quadro anafilattico gastrointestinale di shock.
  • E alcuni altri.
al contenuto ↑

Approcci terapeutici

Il trattamento inizia al primo segno di una reazione.

Prima di tutto, interrompono il contatto con l'allergene o riducono la sua ulteriore penetrazione nel corpo: rimuovono il medicinale dal dente, lavano via la pasta o la crema, sciacquano la bocca quando si usano gli aerosol. Se un'allergia si è sviluppata per iniettare il farmaco, è possibile mettere un laccio emostatico sul braccio o iniettare una soluzione di adrenalina nel sito di iniezione per provocare uno spasmo dei vasi sanguigni e prevenire ulteriormente la diffusione dell'allergene.

Con una caduta della pressione sanguigna e perdita di coscienza, il paziente viene posto sulla schiena o sul lato, spingendo la mandibola in avanti, in modo da non provocare lo sviluppo di asfissia a causa della caduta della lingua e del vomito.

Inizia immediatamente a entrare in droghe per un rapido aumento della pressione (adrenalina, norepinefrina) e altri farmaci:

  • Antistaminici (suprastin, tavegil, difenidrammina).
  • Glucocorticosteroidi (prednisone, idrocortisone).
  • Broncodilatatori (aminofillina, ecc.).
  • Anticonvulsivi e antidolorifici.

A seconda del quadro clinico dello shock, il medico determina la tattica del trattamento, i dosaggi e i metodi di somministrazione del farmaco.

Misure preventive

L'unica prevenzione è una scrupolosa discussione del paziente e la costante attenzione del medico in merito alle possibili allergie. Le persone con una storia di allergie potrebbero dover assumere antistaminici prima di recarsi dal dentista. Non dimenticare la possibilità di allergia crociata. Ad esempio, i pazienti con allergia alla penicillina hanno spesso reazioni allergiche alle cefalosporine (un altro gruppo di antibiotici).

Un'attenta attenzione alla tua salute aiuterà a evitare ulteriori problemi in futuro.

Shock anafilattico

Lo shock anafilattico (anafilassi) è una reazione acuta comune del corpo, che si verifica quando vari antigeni (allergeni) vengono reintrodotti nel suo ambiente interno. Questa condizione si manifesta con drastici cambiamenti nella circolazione sanguigna periferica con indebolimento dell'emodinamica e della respirazione, gravi disturbi del sistema nervoso centrale, interruzione del tratto gastrointestinale (vomito, diarrea), minzione involontaria e simili.

Lo shock anafilattico causato dall'introduzione di una soluzione anestetica o di altri prodotti farmaceutici (antigene) è un grave ed estremamente pericoloso per la vita umana un tipo immediato di reazione allergica, che a volte si osserva nella pratica clinica di un dentista.

Molto spesso, lo shock anafilattico si sviluppa in individui con malattie concomitanti di natura allergica, in soggetti predisposti a reazioni allergiche a determinate sostanze o in quelli i cui parenti stretti hanno una grave storia allergica.

Tra tutti i farmaci che causano questa reazione acuta pericolosa, la novocaina occupa un posto di rilievo. A parte lui, sfortunatamente, ci sono ancora molti antidolorifici, il cui uso può portare (anche se molto raramente) alla morte, se non fornire assistenza immediata. Pertanto, un'analisi approfondita delle cause dello shock anafilattico, nonché uno studio approfondito da parte dei dentisti di forme, manifestazioni cliniche, metodi di assistenza di emergenza e prevenzione meritano un'attenzione speciale.

Forme e corso di shock anafilattico

Lo shock anafilattico è un tipo immediato di reazione allergica, basato sul tipo di patogenesi del reagente. Le manifestazioni cliniche dell'anafilassi sono diverse e il tipo di allergene (antigene) e la sua quantità di solito non influenzano la gravità di questa condizione. Tre tipi di shock anafilattico si distinguono per il flusso:

La forma fulminante di shock anafilattico si verifica 10-20 secondi dopo l'introduzione o l'ingresso di un allergene nel corpo. È accompagnato da un quadro clinico severo, le cui manifestazioni principali sono:

  • ipovolemia (collasso)
  • broncospasmo
  • dilatazione della pupilla
  • il cuore sordo risuona fino alla loro completa estinzione
  • convulsioni
  • svenimenti
  • minzione involontaria e defecazione
  • morte (in caso di cure mediche premature o non qualificate, la morte avviene principalmente dopo 8-10 minuti)

Tra il lampo e le forme prolungate di anafilassi, c'è un'opzione intermedia - una reazione anafilattica di tipo ritardato, che appare principalmente dopo 3-15 minuti.

Una forma protratta di shock anafilattico inizia a svilupparsi 15-30 minuti dopo l'applicazione o l'iniezione dell'antigene; tuttavia, ci sono casi in cui questo tempo dura fino a 2-3 ore dal momento del contatto del "provocatore" con il corpo.

Gradi di anafilassi

Secondo la gravità dello shock anafilattico (anafilassi), gli esperti la suddividono in tre gradi:

Un lieve grado di shock anafilattico di solito si verifica 1-1,5 minuti dopo la somministrazione dell'antigene. Manifestata sotto forma di prurito alle varie parti del corpo, gonfiore delle labbra, lieve diminuzione della pressione sanguigna, tachicardia. A livello locale, sembra che l'edema cutaneo assomigli a ustioni di ortica.
L'anafilassi di grado moderato si sviluppa principalmente in 15-30 minuti dopo la somministrazione dell'antigene, sebbene a volte possa iniziare prima o, al contrario, in 2-3 ore; allora questo stato è giustamente definito come una forma di flusso prolungata. Le principali manifestazioni sono broncospasmo, alterazione della frequenza cardiaca, arrossamento e prurito del corpo in alcune aree.

Grave shock anafilattico

Lo shock anafilattico grave di solito si verifica 3-5 minuti dopo la somministrazione dell'antigene. I sintomi principali di questa condizione pericolosa sono

  • ipotensione istantanea
  • mancanza di respiro (broncospasmo)
  • arrossamento e prurito del viso, delle mani, del corpo, ecc.
  • dolore di testa
  • grave tachicardia e indebolimento dei suoni cardiaci
  • dilatazione della pupilla
    comparsa di cianosi
  • vertigini (difficile stare in piedi)
  • svenimenti
  • spasmi dei muscoli scheletrici e persino convulsioni
  • minzione involontaria e defecazione

Poiché ogni organismo sensibilizzato reagisce a modo suo all'introduzione dell'antigene, le manifestazioni cliniche di tale reazione acuta possono essere puramente individuali. È probabile che il corso e il risultato finale del trattamento dipenderanno dalla tempestività della consegna e dalle qualifiche delle cure mediche.

Tipi di shock anafilattico

L'anafilassi può interessare l'intero corpo o, in larga misura, solo un organo specifico. Questo si manifesta con il quadro clinico corrispondente. I principali tipi di shock anafilattico includono:

  • tipico
  • cardiaco
  • asmatico (ischemia miocardica, disturbi del microcircolo periferico)
  • cerebrale
  • addominale (sintomo di "addome acuto", che si verifica principalmente a causa dell'introduzione di antibiotici)

È chiaro che ogni tipo di anafilassi, oltre alla direzione generale, richiede anche un trattamento specifico finalizzato al massimo ripristino della funzione dell'organo interessato.

Manifestazioni cliniche di shock anafilattico

L'emergenza dello shock anafilattico è preceduta dal cosiddetto periodo prodromico associato allo stadio iniziale dello sviluppo della malattia. Alcuni minuti dopo l'applicazione, l'inalazione di un farmaco, in particolare un anestetico locale, appare malessere generale, ma non ci sono segni caratteristici di una reazione.
Lo shock ha più spesso una varietà di sintomi, che di solito si manifesta nella seguente sequenza:

  • ansia, paura, eccitazione
  • debolezza generale che sta crescendo rapidamente
  • sensazione di calore
  • formicolio e prurito sul viso, mani
  • Sonitus
  • forte mal di testa
  • vertigini
  • arrossamento del viso seguito da pallore (grave ipotensione)
  • sudore freddo e appiccicoso sulla fronte
  • tosse e soffocamento a causa di broncospasmo
  • grave dolore al petto, specialmente nell'area del cuore
  • tachicardia
  • disagio nell'addome
  • nausea, vomito
  • eruzione cutanea ed edema del tipo angioedema (non sempre)

Se il trattamento urgente non viene avviato, le condizioni del paziente peggioreranno di volta in volta. Con questo:

  • arriva un debole
  • le pupille si dilatano e reagiscono a malapena alla luce
  • le mucose diventano di colore bluastro
  • i suoni del cuore sono sordi, scarsamente disturbati
  • il polso è già, appena palpabile
  • L'INFERNO diminuisce drasticamente (nei casi più gravi è difficile da determinare)
  • la respirazione rallenta, diventa difficile (broncospasmo), si verificano rantoli secchi, a volte asfissia si verifica dal gonfiore della membrana mucosa del tratto respiratorio
  • si verificano crampi, brividi o debolezza generale
  • in alcuni pazienti sono possibili distensione addominale, minzione involontaria e talvolta defecazione.

Con i gradi lievi e moderati di shock anafilattico, si osservano la maggior parte dei suddetti sintomi. Quando la forma è grave, prevalgono i segni di danni a determinati organi e sistemi. Se un paziente non riceve tempestivamente cure mediche, i fulmini e le forme prolungate di shock anafilattico sono spesso fatali.

Cause di morte nello shock anafilattico

Nello studio dentistico per l'implementazione dell'anestesia locale, ci sono anche casi in cui lo sviluppo di reazioni allergiche di tipo immediato ha conseguenze letali.
I principali fattori che causano la morte includono:

  • asfissia a causa di uno spasmo acuto dei muscoli dei bronchi
  • arresto respiratorio acuto e / o cardiaco o arresto cardiaco nella fase di brusco risveglio del sistema nervoso parasimpatico
  • una brusca violazione degli stadi della coagulazione del sangue, vale a dire: aumento della coagulazione del sangue si alterna con riduzione, che avviene attraverso la distruzione di leucociti granulari e labrociti e secrezioni in parallelo con istamina, serotonina, kinins e SRS di una grande quantità di eparina (di conseguenza, il sangue non coagula)
  • gonfiore del cervello
  • emorragie negli organi vitali (cervello, ghiandole surrenali)
  • insufficienza renale acuta

Un numero significativo di varianti delle conseguenze letali dello shock anafilattico, ovviamente, è spiegato dal fatto che in base a dati statistici raramente aggiungono erroneamente informazioni sulla morte di pazienti da anafilassi, ma, ad esempio, da infarto miocardico, edema cerebrale.

Diagnosi differenziale dello shock anafilattico

Distinguere lo shock anafilattico in odontoiatria dal solito, anche svenimento prolungato è relativamente semplice. Con lo sviluppo dell'anafilassi, ad eccezione della forma del fulmine, la coscienza del paziente viene mantenuta per un certo periodo di tempo. Il paziente è irrequieto, si lamenta della comparsa di prurito della pelle. Allo stesso tempo c'è tachicardia. Prima si sviluppano orticaria, angioedema e poi broncospasmo e distress respiratorio. Solo più tardi si verificheranno svenimenti e altre pericolose complicazioni.

Per quanto riguarda lo shock traumatico, a differenza della anafilattica, ha una caratteristica fase erettile iniziale, quando una persona è chiaramente agitata: eccessivamente mobile, allegra, loquace. Inizialmente, la pressione arteriosa è fissata su valori normali o leggermente elevati (con anafilassi, la pressione arteriosa diminuisce significativamente).

Con lo sviluppo dell'ipovolemia, la pelle diventa pallida, cianotica, coperta di sudore freddo e appiccicoso. C'è una diminuzione acuta e allo stesso tempo significativa della pressione sanguigna. Per chiarire la situazione clinica, prima di tutto, è necessario eliminare le cause di sanguinamento e grave perdita di liquidi (vomito, sudorazione eccessiva).
Con l'ipovolemia, non c'è ansia del paziente, prurito della pelle, mancanza di respiro (broncospasmo!) E altri sintomi caratteristici di una reazione allergica acuta.

L'insufficienza cardiaca acuta non è associata all'introduzione ripetuta di alcun antigene nel corpo e non ha un inizio improvviso e rapido. Per questo, il caratteristico soffocamento è di tipo inspiratorio, cianosi, rantoli umidi, che si sentono nei polmoni. Come con l'anafilassi, si osserva una significativa tachicardia, tuttavia la pressione arteriosa rimane pressoché invariata, mentre con l'inizio dello shock anafilattico si registra una diminuzione istantanea della pressione arteriosa.

La diagnosi di infarto del miocardio si basa principalmente sui dati di anamnesi (attacchi sempre più frequenti di angina pectoris). Durante un attacco di cuore, il paziente sviluppa dolori al petto di lunga durata che si irradiano ad una o entrambe le mani. L'uso di nitroglicerina non allevia le condizioni del paziente. In oltre l'80% dei casi di infarto del miocardio, le variazioni caratteristiche sono evidenti sull'ECG.
La differenziazione di anafilassi con l'epilessia si basa anche sulla storia raccolta da cui il medico apprende gli attacchi periodici di questa malattia. Una delle prime manifestazioni di epilessia, in contrasto con l'anafilassi, sono svenimenti improvvisi, e poi: rossore al viso, convulsioni, salivazione significativa (schiuma).

Nei pazienti con insufficienza epatica, c'è un rischio molto maggiore di anafilassi rispetto a quelli senza questa patologia. Inoltre, i pazienti con malattia da radiazioni con processi infiammatori del fegato e ridotta immunità sono più difficili da rimuovere dallo stato di shock anafilattico. Pertanto, prima di interventi in anestesia locale, devono prima essere preparati per la chirurgia (trattamento preventivo con acido epsilon-aminocaproico e altre misure). Il medico non dovrebbe dimenticare che i bambini con lo sviluppo di anafilassi non possono sempre indicare chiaramente i suoi sintomi specifici. In caso di edema laringeo, è necessaria l'intubazione tracheale urgente o la conicotomia (cricotirotomia).

Pronto soccorso per shock anafilattico

Con la comparsa dei primi segni di una reazione allergica acuta, è necessario un tipo immediato:

  • Interrompere immediatamente l'ingresso di un possibile allergene (provocatore) nel corpo, compresi eventuali anestetici
  • dare alla vittima una posizione orizzontale (giacere su una superficie piana e dura)
  • pulire con urgenza la cavità orale da rotoli di cotone, muco, coaguli di sangue, masse emetiche, protesi rimovibili, ecc.
  • liberare il paziente dalla pressione
  • rendere l'aria fresca e fresca accessibile
  • per evitare che la lingua si abbassi, se si sviene, lanciare la testa indietro il più lontano possibile, quindi tirare in avanti la mascella inferiore (ricezione Safara)
  • al fine di prevenire un ulteriore sviluppo dell'ipossia, l'inalazione continua di ossigeno deve essere iniziata immediatamente, se indicato, ventilazione polmonare artificiale
  • prendere tutte le misure per ridurre l'attività dell'antigene
  • iniziare la terapia farmacologica il più presto possibile

Per rimuovere il paziente dallo stato di shock anafilattico, tutte le misure non farmacologiche e farmacologiche devono essere eseguite contemporaneamente. Assistenza medica non tempestiva e non qualificata può essere fatale.

Droghe anafilattiche

Lo scopo della farmacoterapia. L'azione delle sostanze stupefacenti, introdotte durante lo sviluppo dello shock anafilattico, dovrebbe principalmente fornire:

  • normalizzazione della pressione sanguigna
  • diminuita attività antigenica
  • impostare la frequenza ottimale di contrazione del miocardio
  • rimozione di broncospasmo
  • eliminazione di altri pericolosi sintomi che possono svilupparsi

Quando il paziente ha una sensazione di freddo, è consigliabile mettere una piastra elettrica sul sito della proiezione dei vasi marginali, quindi coprire la vittima con una coperta calda; Per evitare possibili ustioni da una bottiglia di acqua calda, è necessario monitorare le condizioni della sua pelle.

Caratteristiche dell'introduzione di farmaci
Per salvare la vita di una persona che si trova in uno stato di shock anafilattico, ogni secondo è costoso. Pertanto, il compito principale del medico è quello di ottenere il massimo effetto terapeutico il più rapidamente possibile. È chiaro che in questa situazione estrema non ci saranno né pillole, capsule o tinture, né alcune misure di iniezione (intracutanee, sottocutanee).
È inoltre inappropriato che un paziente in stato di shock inietthi agenti farmacoterapici per via intramuscolare, poiché l'anafilassi rallenta notevolmente la circolazione sanguigna; pertanto, il medico non può determinare in anticipo il tasso di adsorbimento del farmaco somministrato e predire l'inizio e la durata della sua azione. A volte, in circostanze simili, l'iniezione intramuscolare di farmaci non fornisce alcun effetto terapeutico: le sostanze iniettate non vengono assorbite. Queste sono le caratteristiche della farmacoterapia nello sviluppo dello shock anafilattico. E quali dovrebbero essere le misure terapeutiche efficaci?

Il più appropriato per le condizioni allergiche da shock è la via di somministrazione endovenosa dei farmaci. Se non è stata eseguita prima un'infusione endovenosa e in questo punto dello sviluppo dell'anafilassi a Vienna non c'è un catetere installato, allora un ago sottile può essere iniettato in qualsiasi vena periferica mediante l'attività vitale (adrenalina, atropina, ecc.).
I medici oi loro assistenti impegnati nella ventilazione meccanica o nel massaggio cardiaco devono provvedere alla somministrazione per via endovenosa di soluzioni appropriate a tutte le vene disponibili delle braccia o delle gambe. In questo caso, la preferenza dovrebbe essere data alle vene delle mani, perché l'infusione nelle vene delle gambe non solo rallenta il flusso di farmaci nel cuore, ma accelera anche lo sviluppo di tromboflebiti.

Se per qualche motivo la somministrazione endovenosa dei farmaci necessari è difficile, allora l'uscita ottimale da una situazione così critica è l'iniezione immediata di farmaci di emergenza (adrenalina, atropina, scopolamina) direttamente nella trachea. Inoltre, gli anestesisti americani di rianimazione raccomandano anche l'introduzione di questi agenti sotto la lingua o la guancia. A causa delle caratteristiche anatomiche delle aree menzionate (forte vascolarizzazione, vicinanza ai centri vitali), tali metodi di iniezione di sostanze essenziali per il corpo possono contare su un rapido effetto terapeutico.

Adrenalina o atropina viene introdotta nella trachea con una diluizione 1:10. La puntura viene effettuata attraverso la cartilagine ialina della laringe. Inietti questi farmaci sotto la lingua o la guancia nella loro forma pura. In tutti i casi, viene utilizzato un ago per iniezione con una lunghezza di 35 mm e un diametro di 0,4-0,5 mm.
Prima dell'introduzione di farmaci sotto la lingua o la guancia è obbligatorio test di aspirazione. Vale la pena notare che l'iniezione di adrenalina presenta alcuni svantaggi: in particolare, la breve durata di questo agente. Pertanto, l'iniezione deve essere ripetuta ogni 3-5 minuti.

Adrenalina con shock anafilattico

Tra tutti i farmaci usati per rimuovere il paziente dallo stato di shock anafilattico, l'adrenalina (il principale farmaco per il trattamento dello shock anafilattico) si è dimostrata la più efficace, il medico dovrebbe procedere ad usarla il prima possibile.
L'introduzione di adrenalina viene effettuata con l'obiettivo di:

  • dilatazione dei vasi coronarici
  • aumentando il tono del muscolo cardiaco
  • stimolazione delle contrazioni spontanee del cuore
  • aumento della contrazione ventricolare
  • aumento del tono vascolare e della pressione sanguigna
  • attivazione della circolazione sanguigna
  • promuovere l'effetto del massaggio cardiaco indiretto

In molti casi, un'iniezione tempestiva e qualificata di adrenalina aumenta la possibilità di rimuovere con successo un paziente da una condizione grave e pericolosa di shock anafilattico. La più semplice, naturalmente, è l'iniezione intramuscolare di adrenalina con una dose di 0,3-0,5 ml. Soluzione allo 0,1%. Tuttavia, come già notato, questo metodo non si applica a efficaci; inoltre l'azione dell'adrenalina è breve. Pertanto, nella pratica clinica, si sono diffuse altre applicazioni di questo farmaco:

  • adrenalina per via endovenosa lentamente in 0,5-1 ml. Soluzione allo 0,1%, diluita in 20 ml. Glucosio al 5% o 10-20 ml. Concentrazione di cloruro di sodio allo 0,9%
  • soggetto all'assenza di un contagocce - 1 ml di una soluzione allo 0,1% diluita in 10 ml di concentrazione di cloruro di sodio allo 0,9%
  • l'adrenalina viene iniettata direttamente nella trachea sotto forma di aerosol attraverso un tubo endotracheale; tuttavia, il suo effetto è più breve
  • adrenalina sotto la lingua o la guancia (questa opzione è scelta da medici che non praticano la pratica chirurgica)

In parallelo con l'adrenalina, si dovrebbe usare anche atropina, che causa un blocco dei recettori M-colinergici del sistema nervoso parasimpatico. Come risultato della sua azione, la frequenza cardiaca viene accelerata, la pressione sanguigna viene normalizzata e viene alleviato uno spasmo della muscolatura liscia dei bronchi e del tratto gastrointestinale.

Adrenalina - Complicazioni

L'iniezione troppo rapida di adrenalina o il suo sovradosaggio causa lo sviluppo di alcune condizioni patologiche avverse, in particolare, come:

  • eccessivo aumento della pressione sanguigna
  • angina pectoris (a causa di tachicardia pronunciata)
  • infarto miocardico localizzato
  • insulto

Per prevenire il verificarsi di queste complicanze, specialmente nelle persone di mezza età e anziane, l'adrenalina deve essere iniettata lentamente, controllando allo stesso tempo la frequenza cardiaca e l'altezza della pressione sanguigna.

Prevenzione del broncospasmo progressivo

In caso di anafilassi, quando è accompagnato da broncospasmo grave, l'assistenza farmacoterapeutica di emergenza prevede un avanzamento del lume dei bronchi. Per fare questo, utilizzare:

Assistenza di emergenza per shock anafilattico in un appuntamento dentistico.

Lo shock anafilattico o l'anafilassi sono uno stato di sensibilità acuta del corpo che si sviluppa con la reintroduzione di proteine ​​e sieri estranei, droghe, ecc.
La base della patogenesi è una reazione di ipersensibilità di tipo immediato.
Un sintomo comune e più significativo di shock è una diminuzione acuta nel flusso sanguigno con alterata circolazione del sangue periferico e centrale sotto l'influenza di istamina e altri mediatori abbondantemente secreti dalle cellule. La pelle diventa cianotica fredda, umida e pallida. In connessione con una diminuzione del flusso sanguigno nel cervello e in altri organi, l'ansia, il blackout, la mancanza di respiro e la produzione di urina sono disturbati.

Il primo sintomo o foriero di shock anafilattico è un pronunciato reazioni locali al sito di contatto con l'allergene nel corpo - un dolore insolitamente acuto, gonfiore pesanti, gonfiore e arrossamento nel sito della puntura o l'iniezione del farmaco, un forte prurito della pelle, rapidamente si diffonde su tutta la pelle.
Un edema laringeo pronunciato, broncospasmo e laringospasmo si uniscono rapidamente, portando ad una netta difficoltà nella respirazione. Difficoltà di respirazione porta allo sviluppo di respirazione rapida, rumorosa, roca ("asmatica"). L'ipossia si sviluppa. Il paziente diventa molto pallido, le labbra e le mucose visibili, così come le estremità distali degli arti (dita) possono diventare cianotiche (bluastre).

Grado 1 (lieve): la lunghezza - da alcuni minuti a 2 ore, è caratterizzata da prurito eritema cutaneo della pelle e rash, cefalea, vertigini, vampate di calore, starnuti, il solletico, rinorrea, ipotensione, tachicardia, sensazione di calore, debolezza crescente, disagio in varie aree del corpo;
Grado 2 (moderata gravità): la gravità media di shock anafilattico è caratterizzata dal quadro clinico sviluppato: la reazione di droga, angioedema, congiuntivite, stomatite, disturbi circolatori - palpitazioni, dolore nel cuore, aritmie, abbassando la pressione sanguigna, una grave debolezza, vertigini, visione offuscata, ansia, agitazione, un senso di paura della morte, tremore, pallore, sudore freddo, appiccicoso, perdita dell'udito, squilli e rumori nella testa, svenimento. In questo contesto, lo sviluppo della sindrome ostruttiva è possibile come attacco di asma bronchiale con cianosi, gastrointestinale (nausea e vomito, distensione addominale, edema della lingua, dolore addominale inferiore, diarrea con sangue nelle feci, forte dolore addominale) e rene ( urinaria, poliuria) sindromi.
Grado 3 (grave): manifestato da perdita di coscienza, insufficienza respiratoria e cardiovascolare acuta (mancanza di respiro, cianosi, respiro sibilante, piccolo impulso rapido, forte diminuzione della pressione sanguigna, alto indice di Algover);
Grado 4 (molto pesante): fulmine sviluppa collasso (pallore, cianosi, fibrillazione, una brusca diminuzione della pressione sanguigna), coma (con perdita di coscienza, defecazione e minzione involontaria), le pupille si dilatano, la loro reazione alla luce è mancante. Con il successivo calo della pressione sanguigna, il polso e la pressione sanguigna non vengono rilevati, il cuore si ferma, la respirazione si ferma.

Possibili opzioni per lo shock anafilattico con una lesione primaria:
pelle con prurito in aumento, iperemia, comparsa di orticaria comune, angioedema;
sistema nervoso (variante cerebrale) con sviluppo di forte mal di testa, nausea, iperestesia, parestesia, convulsioni con minzione e defecazione involontaria, perdita di coscienza con manifestazioni cliniche per tipo di epilessia;
organi respiratori (variante asmatica) con soffocamento dominante e sviluppo di asfissia a causa di alterazioni della pervietà delle vie respiratorie superiori dovute a edema laringeo e alterata pervietà dei bronchi medi e piccoli;
cuore (cardiogeno) con lo sviluppo di un quadro di miocardite acuta o infarto del miocardio e altri organi.

Il primo evento per shock anafilattico dovrebbe essere un'iniezione urgente di adrenalina - 0,2-0,5 ml di una soluzione allo 0,1% per via sottocutanea o, meglio, per via endovenosa.
A seguito dell'adrenalina, devono essere somministrati glucocorticoidi. dose tipica glucocorticoidi richiesta per shock anafilattico - un "grande" metilprednisolone ampolla 1 (per terapia impulsi) 500 mg (cioè 500 mg di metilprednisolone), o 5 fiale desametasone 4 mg (20 mg) o 5 fiale prednisolone su 30 mg (150 mg). Le dosi più piccole sono inefficaci.
Viene anche indicata la somministrazione di antistaminici tra quelli che non riducono la pressione sanguigna e che non hanno un alto potenziale allergenico: 1-2 ml di 1% dimedrol o suprastin, tavegila.
La somministrazione endovenosa lenta di 10-20 ml di una soluzione al 2,4% di aminofillina è stata dimostrata al fine di alleviare il broncospasmo, ridurre l'edema polmonare e facilitare la respirazione. Se necessario, è necessario praticare la respirazione artificiale bocca a bocca: i pazienti con shock anafilattico devono essere collocati in posizione orizzontale con la testata abbassata o piatta (non sollevata!) Per un migliore apporto di sangue al cervello (considerando la bassa pressione sanguigna e la bassa perfusione cerebrale). Regolare l'inalazione di ossigeno, flebo endovenoso di soluzione salina o altra soluzione salina per ripristinare i parametri emodinamici e la pressione sanguigna.

Metodi allergologici di laboratorio di diagnosi.

eosinofilia di sangue, fluido lacrimale, scarico dalla cavità nasale, espettorato;

altri segni (vedi "Orticaria", domanda 5).

Aiuto d'emergenza con pollinosi.

Include l'uso di antistaminici, instillazione di agenti vasocostrittori nel naso (naftintina, galazolina, sonarina, ecc.). Quando attacco d'asma - simpaticomimetici inalazione (Berotec, salbutamolo, astmopent), per via endovenosa ha broncodilatatore (aminofillina, aminofillina), aminofillina tablet ingestione, salbutamolo, terbutalina, e nei casi più gravi - applicazione di corticosteroidi (per via orale e per via endovenosa).

8. Shock anafilattico: clinica, diagnosi, cure d'emergenza.

Lo shock anafilattico è la manifestazione più grave di allergia, che è mortale e richiede un intervento medico urgente.

Shock anafilattico - una reazione allergica immediata grave che si verifica nella reintroduzione nel corpo dell'allergene, che ha portato i mediatori di rilascio che causano disturbi di pericolo di vita della funzione degli organi vitali e sistemi (cardio - vascolare, respiratorio, nervoso centrale, e altri).

Clinica per shock anafilattico.

Lo shock anafilattico si sviluppa da 1 a 60 minuti dopo il contatto con l'allergene (più velocemente si sviluppa lo shock, più difficile sarà).

Il periodo iniziale di shock (prodromico), a seconda del grado della sua gravità, dura da pochi secondi a 30 minuti. Più corto è il periodo prodromico, più grave è lo shock. Si manifesta con prurito della pelle, orticaria, iperemia e gonfiore della pelle, angioedema di qualsiasi luogo.

Dopo, ci sono dolori al cuore, vertigini, debolezza, sensazione di mancanza d'aria, rumore nelle orecchie, dolore all'addome, bassa schiena. La pelle diventa pallida, a volte c'è la sua cianosi. La respirazione diventa rumorosa. Potrebbe verificarsi vomito

dolori addominali crampi, defecazione involontaria e minzione sono comuni.

Molto spesso dopo questo c'è una perdita di coscienza, convulsioni toniche cloniche. La perdita di coscienza e la sindrome convulsiva si verificano raramente con un decorso lieve, con flusso moderato - dopo 5-10 minuti e con un grave decorso di shock - entro pochi secondi dall'esordio della sua clinica.

Dati di esame obiettivo di pazienti.

Inizialmente, vi è un iperemia della pelle, che viene sostituita dal loro pallore di marmo, accompagnato da sudore freddo appiccicoso e acrocianosi.

In caso di perdita di coscienza, le pupille sono ampie, non reagiscono alla luce.

le vie respiratorie. La respirazione è frequente, a volte sibilante, rumoroso, a volte gorgogliante, i rantoli secchi possono essere ascoltati a distanza. Quando le percussioni sui polmoni - spesso viene rilevato un suono in scatola, come un segno di enfisema acuto. Il più delle volte, si respira con difficoltà respiratoria, allungamento della fase espiratoria, rantoli secchi, più pronunciati durante l'espirazione. Nel caso di edema polmonare si determinano vari rantoli umidi.

Organi circolatori. Riempimento e tensione deboli del polso fino alla sua completa assenza; La pressione sanguigna è ridotta, nei casi gravi - non definita; i suoni del cuore sono sordi, tachicardia, extrasistole.

Organi digestivi Dolore addominale, tensione della parete addominale anteriore, stato spastico dell'intestino palpabile, defecazione involontaria.

Gli organi della minzione. Lombalgia, minzione involontaria.

Laboratorio e diagnostica allergica.

Non importa. La diagnosi è stabilita dalle manifestazioni cliniche della malattia.

Pronto soccorso per shock anafilattico - mira a eliminare le manifestazioni cliniche potenzialmente letali dello shock.

1. Tutti i farmaci sono somministrati per via endovenosa.

2. Il paziente è sdraiato sulla schiena, la testa è girata di lato, la mascella inferiore è avanzata, le protesi vengono rimosse, le vie aeree vengono pulite con un dito.

3. Nel luogo di introduzione dell'allergene iniettato 1 ml di soluzione allo 0,1% di adrenalina.

4. Per aumentare i livelli di pressione arteriosa, vengono prodotti fluidi sostitutivi del plasma per via endovenosa (disponibili) e vengono iniettati farmaci vasoattivi (adrenalina, norepinefrina, dopamina).

5. Se vi sono segni di sindrome broncopolmonare, viene somministrata una soluzione endovenosa di aminofillina.

6. Alla clinica di edema polmonare, una soluzione di strophanthin e lasix viene iniettata per via endovenosa.

7. È necessaria la somministrazione endovenosa di farmaci antistaminici (Dimedrol - 5 ml, suprastin - 4 ml, tavegil - 4 ml).

Se necessario, al paziente viene praticata la respirazione artificiale o un massaggio cardiaco artificiale.

Quando è necessario un intervento chirurgico di pronto soccorso in odontoiatria, una guida al trattamento di pronto soccorso per lo shock anafilattico e altre condizioni.

Nel condurre le cure dentistiche, il medico deve essere preparato per il fatto che il paziente può sviluppare condizioni di crisi rapida che richiedono l'attuazione di misure urgenti. Prima di iniziare un trattamento conservativo o operativo, il paziente deve informare il dentista sulla presenza di malattie croniche e acute, una reazione allergica ad alcuni farmaci (antibiotici, antisettici) e anestesia (Lidocaina, Ultracain, ecc.), Sui farmaci assunti e sul loro dosaggio. Se il paziente è a rischio, il trattamento dentale (estrazione, riempimento, impianto) deve essere effettuato con estrema cautela per evitare il verificarsi di gravi complicanze. Cosa fare se c'è un processo patologico acuto nell'ambulatorio medico che richiede una reazione urgente del dentista?

In quali situazioni una persona può essere in crisi?

Una condizione di crisi è una combinazione di sintomi che richiedono assistenza medica di emergenza e / o il posizionamento del paziente in un ospedale. Non tutte le condizioni minacciano la salute e la vita di una persona, ma devono essere eliminate il prima possibile al fine di evitare il deterioramento della salute fisica e mentale del paziente a causa di una prolungata esposizione a fattori negativi.

Condizioni di emergenza in campo medico:

  1. chirurgia: sanguinamento e ferite, shock, ustioni, ferite e lesioni, congelamento;
  2. oftalmologia: lesioni e contusione dell'occhio;
  3. otorinolaringoiatria: sanguinamento da orecchio, faringe, laringe, ferite al naso;
  4. urologia: ritenzione urinaria acuta, colica renale;
  5. ostetricia e ginecologia: sanguinamento, tossicosi tardive;
  6. neurochirurgia: ictus, morte clinica, convulsioni, epilessia, meningite e altre malattie infettive del sistema nervoso;
  7. psichiatria: depressivo-paranoico, psicopatico, isterico e altri tipi di eccitazione;
  8. pediatria: neurotossicosi, insufficienza respiratoria acuta;
  9. trattamento dentale: shock anafilattico, crisi ipertensiva, angina pectoris, morte clinica e altre complicanze.

Nella clinica delle malattie interne, vengono identificate le seguenti condizioni patologiche che richiedono un'azione urgente:

  • shock anafilattico, infettivo-tossico e ipovolemico;
  • angioedema;
  • insufficienza respiratoria, epatica o renale in forma acuta;
  • crisi ipertensiva;
  • infarto miocardico;
  • attacco d'asma;
  • embolia polmonare;
  • intossicazione tossica;
  • coma ipoglicemico, ecc.

I pazienti odontoiatrici a rischio

I pazienti con le seguenti patologie sono a rischio del dentista:

  1. Malattie cardiovascolari Le persone con patologie di questo tipo hanno bisogno di cure speciali per la cavità orale. I pazienti che assumono anticoagulanti che abbassano la coagulazione del sangue dovrebbero avvisare il dentista di questo, dal momento che alcuni di questi medicinali possono causare gravi emorragie durante le procedure mediche. Il ricevimento di bloccanti dei canali del calcio può portare alla crescita del tessuto gengivale. Alcuni farmaci prescritti per insufficienza cardiaca portano a secchezza grave nella cavità orale. Si raccomanda di avvisare il dentista in anticipo sulla presenza di malattie cardiache e di informarlo di tutti i farmaci usati e dei loro dosaggi.
  2. Ipertiroidismo. Farmaci antitiroidei prescritti per la patologia della ghiandola tiroidea in esame possono portare a ipoprotrombinemia e sanguinamento, che è un pericolo per l'emorragia durante le procedure dentistiche. Gli analgesici sono controindicati nei pazienti e i farmaci antinfiammatori non steroidei sono indesiderabili. I pazienti con ipertiroidismo con ansia aumentata durante il trattamento dentale possono sviluppare una crisi tireotossica. L'anestesia con adrenalina è controindicata, poiché i pazienti con ipertiroidismo possono iniziare processi irreversibili con il cuore. Durante l'esame a raggi X, il dentista è obbligato a proteggere la tiroide del paziente con un collare speciale.
  3. Reazioni allergiche L'allergia all'anestesia non è rara negli studi dentistici. Si manifesta come arrossamento della pelle, orticaria o shock anafilattico. Nella maggior parte dei casi, la reazione non si verifica sull'anestetico stesso, ma sulle sostanze antisettiche in essa contenute, che contribuiscono alla sua conservazione a lungo termine - conservanti.
  4. Porfiria. Questa è una malattia ereditaria o acquisita del metabolismo dei pigmenti. Quando si eseguono procedure dentali, viene mostrato l'uso di un solo anestetico - ammide.
  5. Insufficienza polmonare Tutte le procedure dentistiche per il trattamento o l'estrazione dei denti in questi pazienti vengono eseguite esclusivamente in ambiente ospedaliero.
  6. Insufficienza renale. I pazienti affetti da questa malattia non hanno una maggiore sensibilità agli anestetici. Nonostante questo, devono essere prese precauzioni quando si visita un medico. I farmaci mostrati durante il periodo di recupero sono prescritti in dosi più piccole rispetto ai pazienti sani.
  7. Disturbi mentali I pazienti clinici affetti da malattie mentali e che assumono tranquillanti, antidepressivi e antipsicotici, sono controindicati in alcuni metodi di anestesia.

Guida di primo soccorso

Il primo soccorso è un insieme di azioni eseguite sulla scena dopo l'immediata rilevazione dei sintomi dei processi patologici acuti. La guida per l'attuazione delle misure urgenti contiene i seguenti punti obbligatori:

  • eliminazione del fattore irritante;
  • rimuovere il paziente da una condizione patologica pericolosa per la vita;
  • se necessario - assicurare il posizionamento del paziente in ospedale.

Un medico che esegue procedure dentali, se i sintomi di stati di crisi si riscontrano in un paziente, può essere di immediata assistenza, poiché ha un sufficiente livello di conoscenze mediche, abilità e capacità. Soffermiamoci su ciascuna delle complicazioni.

Shock anafilattico

Lo shock anafilattico è un fenomeno comune in odontoiatria, che si esprime nella comparsa di una reazione allergica acuta durante il contatto secondario con un allergene. Questo fenomeno può essere causato dai seguenti fattori:

  • l'introduzione di farmaci anestetici (lidocaina, Ultracain, ecc.);
  • l'uso di plastiche acriliche;
  • applicazione di materiali di riempimento;
  • reazione ad antibiotici e anestetici;
  • esposizione a paste dentali speciali.

Nella maggior parte dei casi, lo shock anafilattico appare quando i farmaci vengono iniettati per via endovenosa, ma l'uso locale di farmaci e spray non preclude lo sviluppo di tale reazione. Possibili sintomi:

  1. disfunzione del sistema respiratorio: soffocamento, starnuti, gonfiore della laringe e altri organi, congestione nasale;
  2. disturbo del sistema nervoso: convulsioni, nausea, eccessiva agitazione;
  3. malattie vascolari e cardiache: tachicardia, sincope, polso debole e diminuzione della pressione sanguigna;
  4. problemi gastrointestinali: dolore addominale, indigestione, nausea o vomito;
  5. manifestazioni sulla pelle: prurito, orticaria, scolorimento della pelle a rosa o rosso.

Ai primi segni di shock anafilattico, è necessario interrompere il contatto con l'allergene e prevenirne l'ulteriore ingresso nel corpo umano: sciacquare la bocca, rimuovere la medicina o il materiale di riempimento dal dente, lavare via la pasta dentale speciale e altri mezzi. Se la reazione è il risultato di un'iniezione endovenosa, è indicato mettere un'imbracatura sul braccio e iniettare una soluzione di adrenalina.

Se il paziente ha perso conoscenza o la sua pressione sanguigna è precipitata, è necessario poggiarlo sulla schiena e spingere la mascella inferiore in avanti per evitare l'asfissia ostruttiva con vomito e lingua infossata. Quindi il farmaco viene introdotto per aumentare la pressione sanguigna e altri farmaci:

  • antistaminici;
  • steroidi;
  • broncodilatatori;
  • anticonvulsivanti e antidolorifici.

Crisi ipertensiva

La crisi ipertensiva è un rapido aumento incontrollato della pressione sanguigna, che appare in concomitanza con altri sintomi del sistema nervoso centrale e degli organi interni:

  • mal di testa grave e acuto con sensazione di pulsazione nei vasi (di solito nella regione temporale);
  • acuità visiva compromessa ("moscerini negli occhi") a causa di problemi con il flusso sanguigno;
  • nausea o vomito;
  • forte eccitazione a livello psico-emozionale;
  • arrossamento delle mucose e della pelle;
  • dolore allo sterno;
  • mancanza di respiro;
  • convulsioni;
  • nei casi gravi avanzati - cessazione della circolazione sanguigna nel cervello.

Cause della crisi ipertensiva:

  • stress emotivo, ansia incontrollabile;
  • brusco cambiamento delle condizioni meteorologiche;
  • cancellazione di farmaci antipertensivi;
  • bere alcolici e una quantità significativa di sale.

L'obiettivo principale del medico quando si eseguono misure urgenti è quello di ridurre l'indice di pressione sanguigna al suo valore originale. Questo dovrebbe essere fatto con attenzione e molto lentamente - per ridurre la velocità di non più di 10 unità in 60 minuti. Altrimenti, c'è il rischio di un collasso.

I medici di emergenza e altri specialisti che si trovano nelle vicinanze usano i seguenti farmaci:

  1. ACE-inibitori: usati nella maggior parte dei casi per il trattamento dell'ipertensione arteriosa, ma possono anche essere prescritti per una crisi;
  2. Beta-bloccanti: contribuiscono all'espansione del lume vascolare e alla riduzione del ritmo cardiaco;
  3. Clonidina: un potente farmaco che deve essere bevuto con grande cura, perché può ridurre drasticamente la pressione sanguigna;
  4. mezzi di azione muscolare rilassante: rilassa i muscoli delle arterie;
  5. bloccanti dei canali del calcio;
  6. diuretici;
  7. nitrati: contribuiscono all'espansione dei lumi vascolari.

Altri stati

Un certo numero di malattie somatiche del paziente nello studio dentistico può provocare il loro peggioramento e il verificarsi di condizioni terminali. Insieme allo shock anafilattico e alla crisi ipertensiva, il più delle volte nella pratica medica ci sono le seguenti complicazioni nel trattamento dentale:

  1. Morte clinica (arresto circolatorio). Sintomatologia: mancanza di coscienza e segni di respirazione, pupille allargate e la loro risposta zero alla luce intensa, nessuna pulsazione dell'arteria carotide. Tattica del medico: chiamare un'ambulanza, trasferire il paziente su un divano o una sedia in posizione sdraiata, sbottonarsi i vestiti e mettere un cuscino sotto le spalle o le scapole del paziente, eseguire un massaggio cardiaco indiretto insieme a un ventilatore per mezz'ora.
  2. Angina pectoris (forte dolore al cuore). Tattica del medico: mettere alcune pastiglie di nitroglicerina sotto la lingua del paziente, assicurare il flusso di aria esterna fresca, in assenza di una reazione positiva dopo l'assunzione di nitroglicerina, iniettare 2-4 ml di analgin al 50% per via endovenosa con soluzione fisiologica.
  3. Svenimento. Azioni del dentista: aiuta il paziente a piegarsi più volte sulle gambe da una posizione seduta (se è cosciente), lascia che il tampone immerso nella soluzione di ammoniaca annasci, metti la pillola di Validol sotto la lingua.
  4. L'attacco di asma. Azioni del dentista: per interrompere l'interazione del paziente con l'allergene, chiamare un'ambulanza, iniettare per via endovenosa la soluzione di Eufillin e Prednisolone.
  5. Quincke gonfiore. Le azioni del dentista: chiamare un'ambulanza, inclinare la testa del paziente, iniettare per via endovenosa adrenalina, Dimedrol o Prednisolone, perforare la trachea (se l'attacco di asma è in aumento).
  6. Infarto miocardico Azioni immediate: chiamare un'ambulanza, creare un riposo completo per il paziente, ogni 3 minuti somministrare 0,5 mg di nitroglicerina sotto la lingua, bloccare il dolore con analgesici, iniettare lidocaina per via endovenosa.

Perché hai bisogno di agire velocemente?

Non solo la salute, ma anche la vita del paziente dipende dalla tempestività e dalla qualità del primo soccorso. Indipendentemente dalle cause dello sviluppo di complicanze acute, è importante che il medico agisca senza indugio. La cosa principale - non fatevi prendere dal panico e concentratevi completamente sul paziente.

Dopo la chiamata di emergenza, il paziente non può essere lasciato senza aiuto:

  • Innanzitutto, è importante non commettere errori e stabilire la causa della patologia.
  • In secondo luogo, è necessario iniettare o mettere sotto la lingua del paziente un farmaco, mostrato in casi di emergenza - a seconda dei fattori della condizione (nitroglicerina, soluzione di epinefrina, Dimedrol, ecc.).
  • In terzo luogo, il paziente non può essere lasciato per un minuto. È importante monitorare i cambiamenti nel suo corpo nel tempo: misurare periodicamente la pressione sanguigna, sentire il polso, monitorare la respirazione.

La fornitura tardiva di cure mediche può comportare conseguenze irreversibili sotto forma di processi patologici distruttivi nel corpo del paziente. Nei casi più gravi, l'esordio della morte non è escluso. A partire dal trattamento dentale, il medico deve intervistare il paziente e assicurarsi che non soffra di malattie che lo portano a rischio e non mostra reazioni allergiche a determinati tipi di dolore, antibiotici e anestetici. La presenza di queste malattie non significa che l'estrazione, il riempimento o l'impianto dei denti debbano essere abbandonati.

Shock anafilattico

Shock anafilattico - una reazione allergica acuta a certi tipi di sostanze irritanti, che possono essere mortali. Offriamo di scoprire perché si presenti e che tipo di aiuto dovrebbe essere fornito per eliminarlo e prevenire possibili conseguenze.

nozione

La causa dello shock anafilattico è la re-penetrazione dell'allergene nel corpo. La reazione si manifesta così rapidamente, spesso in pochi secondi, che un algoritmo di aiuto mal pianificato può uccidere una persona.

Gli effetti del processo patologico sono:

  • mucose e pelle;
  • cuore e vasi;
  • il cervello;
  • organi respiratori;
  • sistema digestivo.

Codice ICD-10

  • T78.0 shock anafilattico, provocato dal cibo;
  • T78.2 ASH, genesi non specificata;
  • T80.5 ASH, derivanti dall'introduzione del siero;
  • T88.6 ASH, che si è verificato sullo sfondo di farmaci adeguatamente utilizzati.

Cosa succede nel corpo con shock?

Lo sviluppo dell'anafilassi è complicato. La reazione patologica è innescata dal contatto di un agente estraneo con cellule immunitarie, a seguito della quale si producono nuovi anticorpi che provocano un potente rilascio di mediatori dell'infiammazione. Permeano letteralmente tutti gli organi e i tessuti umani, interrompendo la microcircolazione e la coagulazione del sangue. Tale reazione può causare un improvviso cambiamento dello stato di salute fino allo sviluppo di arresto cardiaco e alla morte del paziente.

Di norma, la quantità di allergeni ricevuti non influisce sull'intensità dell'anafilassi - a volte le micro-stimolazioni dell'irritante sono sufficienti a innescare un forte shock. Ma prima aumentano i sintomi della malattia, maggiore è il rischio di morte, a condizione che l'assistenza tempestiva sia assente.

motivi

Un gran numero di fattori patogeni può portare allo sviluppo di anafilassi. Considerali nella seguente tabella.

Vaccini: contro l'influenza, la tubercolosi e l'epatite.

Siero: per il tetano, la difterite e la rabbia.

Alberi: pioppo, salice.

Fiori: liliaceae, rose.

Pesce: trota, storione.

Esaltatori di aromi artificiali

sintomi

Lo sviluppo delle manifestazioni cliniche dell'anafilassi si basa su tre fasi:

  1. Periodo dei precursori: una persona si sente improvvisamente debole e le vertigini, i segni di orticaria possono comparire sulla pelle. In casi complicati, un attacco di panico, la mancanza di aria e intorpidimento degli arti stanno già perseguendo il paziente in questa fase.
  2. Il periodo di altezza: perdita di coscienza associata a un calo della pressione sanguigna, respiro rumoroso, sudore freddo, minzione involontaria o, al contrario, la sua assenza.
  3. Periodo di rilascio: dura fino a 3 giorni - il paziente ha marcato debolezza.

Di solito, i primi stadi della patologia si sviluppano entro 5-30 minuti. La loro manifestazione può variare da un leggero prurito alla reazione più forte che colpisce tutti i sistemi del corpo e porta alla morte.

Primi segni

I primi sintomi di shock compaiono quasi istantaneamente dopo l'interazione con l'allergene. Questi includono:

  • la debolezza;
  • improvvisa sensazione di calore;
  • paura del panico;
  • fastidio al torace, problemi di respirazione;
  • palpitazioni;
  • convulsioni;
  • minzione involontaria.

I primi segni possono essere completati dalla seguente immagine di anafilassi:

  • Pelle: orticaria, edema.
  • Sistema respiratorio: asfissia, broncospasmo.
  • Apparato digerente: disturbi del gusto, vomito.
  • Sistema nervoso: aumento della sensibilità tattile, pupille dilatate.
  • Cuore e vasi sanguigni: punta delle dita blu, infarto.

Classificazione dello shock anafilattico

Il quadro clinico della malattia dipende interamente dalla gravità dell'emergenza. Ci sono diverse opzioni per lo sviluppo della patologia:

  • Maligno o rapido: in pochi minuti, ea volte in secondi, una persona sviluppa insufficienza cardiaca e respiratoria acuta, nonostante le misure di emergenza adottate. La patologia nel 90% dei casi è fatale.
  • Protratto: si sviluppa dopo un trattamento prolungato con farmaci ad azione prolungata, ad esempio antibiotici.
  • Abortivo: lieve shock, non minaccioso. La condizione è facilmente interrotta senza provocare serie complicazioni.
  • Ricorrenti: gli episodi di una reazione allergica si ripresentano periodicamente e il paziente non sa sempre a che cosa è allergico.

Anafilassi può verificarsi in una qualsiasi delle forme discusse nella tabella.

Shock anafilattico cerebrale. Viene isolato di rado. È caratterizzato da cambiamenti patogenetici da parte del sistema nervoso centrale, vale a dire:

  • eccitazione del sistema nervoso;
  • incoscienza;
  • sindrome convulsa;
  • disturbi respiratori;
  • gonfiore del cervello;
  • epilessia;
  • arresto cardiaco

Il quadro generale dello shock anafilattico cerebrale ricorda lo stato epilettico con una prevalenza di sindrome convulsiva, vomito e incontinenza di feci e urine. La situazione è difficile per le misure diagnostiche, soprattutto quando si tratta di utilizzare iniettabili. Questa condizione è solitamente differenziata dall'embolia gassosa.

La patologia cerebrale viene eliminata dagli effetti anti-shock con l'uso primario di adrenalina.

diagnostica

La determinazione dell'anafilassi viene effettuata il prima possibile, poiché la prognosi per il recupero del paziente può dipendere da questo. Questa condizione è spesso confusa con altri processi patologici, in relazione ai quali la storia del paziente diventa il fattore principale nel fare una diagnosi corretta.

Considera quali test di laboratorio per anafilassi mostrare:

  • emocromo completo - leucocitosi ed eosinofilia;
  • radiografia del torace - edema polmonare;
  • Metodo ELISA - la crescita di anticorpi Ig G e Ig E.

A condizione che il paziente non sappia che cosa il suo corpo è ipersensibile, i test allergologici vengono effettuati anche dopo che sono state prese le necessarie misure mediche.

Pronto soccorso e aiuti di emergenza (algoritmo di azione)

Algoritmo di primo soccorso:

  1. Posare la vittima, alzare le gambe sopra il livello del corpo.
  2. Ruota la testa della persona di lato per prevenire l'aspirazione del vomito delle vie aeree.
  3. Fermare il contatto con la sostanza irritante rimuovendo la puntura dell'insetto e mettendo a freddo il sito del morso o dell'iniezione.
  4. Trova l'impulso al polso e controlla il respiro della vittima. In assenza di entrambi gli indicatori, iniziare le manipolazioni per la rianimazione.
  5. Chiama un'ambulanza, se questo non è stato fatto prima, o consegna la vittima all'ospedale usando le sue risorse.

Algoritmo di emergenza:

  1. Monitoraggio degli indicatori vitali del paziente - misurazione del polso e della pressione sanguigna, ECG.
  2. Garantire la pervietà del sistema respiratorio - rimozione del vomito, intubazione tracheale. La tracheotomia è meno comune quando si tratta di gonfiore della gola.
  3. Introduzione di Adrenalina 1 ml di soluzione allo 0,1%, precedentemente collegata a soluzione salina a 10 ml.
  4. Nomina di glucocorticosteroidi per alleviare rapidamente i sintomi di allergie (Prednisone).
  5. L'introduzione di antistaminici, prima per iniezione, poi - per via orale in forma di pillola (Tavegil).
  6. Fornitura di ossigeno
  7. La nomina di metilxantine in caso di insufficienza respiratoria - 5-10 ml di Eufillina al 2,4%.
  8. L'introduzione di soluzioni colloidali per prevenire problemi al sistema cardiovascolare.
  9. La nomina di farmaci diuretici per prevenire il gonfiore del cervello e dei polmoni.
  10. L'introduzione di anticonvulsivanti per anafilassi cerebrale.

Cura adeguata del paziente per l'assistenza

Le manipolazioni pre-mediche per l'anafilassi richiedono un'azione competente in relazione alla vittima.

Il paziente viene posto sulla schiena, mettendo un rullo sotto i piedi o qualsiasi oggetto adatto con cui possa essere sollevato sopra la sua testa.

Quindi è necessario garantire il flusso di aria al paziente. Per fare questo, apri la finestra, la porta spalancata, sciogli i vestiti imbarazzanti sul collo e sul petto della vittima.

Se possibile, controlla che nella bocca nulla interferisca con la respirazione completa di una persona. Ad esempio, si consiglia di rimuovere la protesi, i paradenti, girare la testa nella direzione di abbassare leggermente la mascella inferiore - in questo caso, non soffocherà sul vomito casuale. In questa posizione, attendere gli operatori sanitari.

Cosa viene introdotto per primo?

Prima dell'arrivo dei medici, le azioni degli altri dovrebbero essere coordinate. La maggior parte degli esperti insiste sull'uso immediato dell'adrenalina - il suo uso è già rilevante ai primi segni di anafilassi. Questa opzione è giustificata dal fatto che il benessere del paziente può peggiorare in pochi secondi e un farmaco iniettato tempestivamente impedirà il deterioramento della vittima.

Ma alcuni medici non sono invitati a introdurre l'adrenalina da soli a casa. Con la manipolazione sbagliata c'è il rischio di insufficienza cardiaca. Molto in questo caso dipende dalle condizioni del paziente - se nulla minaccia la sua vita, è necessario continuare a monitorare il paziente prima dell'arrivo dell'ambulanza.

Come inserire l'adrenalina?

Questo farmaco costringe i vasi sanguigni, aumentando la pressione sanguigna e riduce la loro permeabilità, che è importante in caso di allergie. Inoltre, l'adrenalina stimola il cuore e i polmoni. Questo è il motivo per cui viene utilizzato attivamente per l'anafilassi.

Il farmaco viene somministrato per via intramuscolare o sottocutanea (attorno al sito di un'ingresso di allergeni) con un decorso non complicato di shock 0,5 ml 0,1%.

Nei casi più gravi, l'agente viene iniettato in una vena in un volume di 3-5 ml - con una minaccia per la vita, perdita di coscienza, ecc. Tali eventi sono preferibilmente effettuati in condizioni di rianimazione, dove è possibile condurre la fibrillazione ventricolare nell'uomo.

Nuovo ordine per lo shock anafilattico

L'anafilassi viene sempre più segnalata di recente. Per 10 anni, gli indicatori dello stato di emergenza sono aumentati di oltre 2 volte. Gli esperti ritengono che questa tendenza sia una conseguenza dell'introduzione di nuove sostanze irritanti chimiche nei prodotti alimentari.

Il ministero della Sanità della Russia ha sviluppato l'ordine n. 1079 del 20 dicembre 2012 e l'ha introdotto in esecuzione. Definisce l'algoritmo delle cure mediche e descrive il contenuto del kit di primo soccorso. I kit anti-shock devono essere eseguiti in reparti procedurali, chirurgici e dentistici, nonché nelle fabbriche e in altre istituzioni con postazioni di primo soccorso appositamente attrezzate. Inoltre, è auspicabile che fossero nella casa in cui vive una persona allergica.

La composizione del kit di primo soccorso 2018

La base del kit, che viene utilizzato nelle persone con shock anafilattico, secondo SanPiN, include:

  • Adrenaline. Il farmaco, restringendo all'istante le navi. In caso di emergenza, viene utilizzato per via intramuscolare, endovenosa o sottocutanea nell'area di penetrazione dell'allergene (tagliare intorno alla zona interessata).
  • Prednisolone. Un agente ormonale che crea antiedema, antistaminico ed effetti immunosoppressivi.
  • Tavegil. Droga ad alta velocità per uso iniettabile.
  • Diphenhydramine. Anche il medicinale incluso nel kit di pronto soccorso come secondo antistaminico ha un effetto sedativo.
  • Aminofillina. Elimina lo spasmo polmonare, mancanza di respiro e altri problemi respiratori.
  • Prodotti medicali Può essere siringhe, salviettine imbevute di alcol, cotone, antisettico, cerotto e cerotti adesivi.
  • Catetere venoso. Aiuta ad accedere alla vena per facilitare l'iniezione di farmaci.
  • Saline. Richiesto per la diluizione dei farmaci.
  • Imbracatura di gomma Sovrapposto sopra il luogo di ricezione dell'allergene nel sangue.

Kit antishock

Il Ministero della Salute ha approvato l'elenco esatto dei farmaci necessari in ogni kit di pronto soccorso in caso di anafilassi. Li elenchiamo:

  • Adrenalina 0,1%.
  • Sovrastin 2%.
  • Tavegil 0,1%.
  • Prednisolone 3%.
  • Eufillin 2,4%.
  • Mezaton 1%.
  • Desametasone 0,4%.
  • Solu-Cortef 100 mg.
  • Cordiamina 25%.
  • Glucosio 40%.
  • Glucosio 5%.
  • Salina 500 ml.
  • Sistema di infusione endovenosa 5 pz.
  • Siringa 2, 5, 10 e 20 ml in 5 pezzi.
  • Tubo IVL.
  • Borsa Ambu.
  • L'aspiratore è elettrico.

Raccomandazioni cliniche federali per lo shock anafilattico

Le prove degli ultimi anni suggeriscono che questa reazione allergica non è rara. Pertanto, gli operatori sanitari, senza eccezioni, devono diagnosticare correttamente la condizione e avere le capacità di assistenza di emergenza.

Considera cosa è incluso nell'elenco delle linee guida cliniche:

  • Prima di prescrivere un farmaco, è importante esaminare quali effetti collaterali ha e quanto spesso provoca allergie. È vietato prescrivere a una persona contemporaneamente più farmaci, le stesse serie farmacologiche.
  • Se in passato il paziente ha avuto una reazione ad un determinato farmaco, non è prescritto in futuro ed esclude qualsiasi mezzo simile a lui nella composizione chimica.
  • Dopo l'introduzione dell'iniezione, il paziente viene monitorato per 30 minuti a causa dell'insorgenza frequente di reazioni allergiche durante questo periodo di tempo.
  • In tutti gli armadi di manipolazione è necessario un kit di pronto soccorso anti-shock e un luogo in cui è possibile posizionare la vittima in senso orizzontale in caso di complicazioni.
  • Gli operatori sanitari devono essere preparati a sviluppare l'anafilassi e le loro azioni sono coordinate per adottare le misure necessarie per salvare una persona.

Processo infermieristico per shock anafilattico

Dopo aver deposto il paziente e sollevato le gambe sopra il livello del corpo, ruotando la testa di lato, vengono monitorati la respirazione e il polso della vittima. Successivamente, l'infermiera si offre di prendere il paziente con un antistaminico di tipo soprastinico o iniettarlo.

L'algoritmo di assistenza infermieristica a fasi sarà il seguente:

  • estrai o neutralizza l'allergene nel corpo usando epinefrina e lavanda gastrica o clistere, se parliamo di sostanze irritanti per il cibo;
  • valutare obiettivamente le condizioni del paziente - irritabilità nervosa, coscienza, letargia;
  • ispezionare visivamente la pelle della vittima per un'eruzione cutanea, il suo tono e carattere;
  • calcolare la frequenza cardiaca e chiarire il tipo di impulso;
  • determinare il numero di movimenti respiratori, la presenza di mancanza di respiro;
  • con la capacità tecnica disponibile di eseguire un ECG;
  • seguire rigorosamente le istruzioni del medico durante la fornitura di cure mediche.

In che modo i medici possono ridurre il rischio di sviluppare lo shock di un paziente?

Gli specialisti di anafilassi possono prevenire con le seguenti azioni:

  • Prima di iniziare il trattamento, il medico esamina la scheda ambulatoriale del paziente.
  • Tutti i farmaci sono prescritti solo se indicati. Il loro dosaggio è adeguato per tollerabilità e compatibilità con altri farmaci.
  • Lo specialista non prescrive diversi medicinali. I farmaci vengono aggiunti gradualmente, assicurandosi che il precedente sia ben tollerato dal corpo.
  • L'età del paziente viene presa in considerazione. Le persone anziane hanno farmaci cardiaci, ipotensivi e sedativi prescritti in un dosaggio ridotto rispetto alle persone di mezza età.
  • Gli antibiotici sono selezionati individualmente dopo aver determinato la sensibilità della microflora patogena a loro.
  • Anestetici per la coltivazione di sostanze medicinali, è auspicabile sostituire con soluzione salina, dal momento che Lidocaina e Novocaina stessi spesso provocano anafilassi.
  • Prima di prescrivere farmaci, il medico deve monitorare il livello di eosinofili e leucociti nel sangue, nonché la funzione dei reni e del fegato.
  • Nelle persone con un'elevata predisposizione alle allergie, 5 giorni prima del trattamento, viene effettuata la preparazione preliminare del corpo. A questo scopo, sono prescritti antistaminici come la soprastinina e altri.
  • La prima iniezione è posta nel terzo superiore dell'avambraccio. In caso di shock, lo specialista installerà il tourniquet sopra il sito di iniezione e preverrà complicanze.
  • Le persone che hanno subito patologia, nella storia della malattia in inchiostro rosso è il segno corrispondente.

Shock anafilattico nei bambini

Riconoscere un'emergenza in un bambino è spesso difficile. I giovani pazienti, trovandosi in una tale situazione, non possono sempre descrivere correttamente il loro stato di salute.

Pertanto, è necessario prestare attenzione ai seguenti segni di anafilassi durante l'infanzia:

  • pelle pallida;
  • Stato semiconscious;
  • eruzione del corpo e prurito;
  • respirazione rapida;
  • gonfiore del viso - labbra o palpebre.

Si può affermare che il bambino ha l'anafilassi, se il suo stato di salute si è deteriorato bruscamente sullo sfondo dei seguenti fattori:

  • somministrazione di sieri e vaccini;
  • l'impostazione di test intradermici e iniezioni;
  • punture di insetti

Il rischio di shock è notevolmente aumentato se vi è evidenza di malattie allergiche nella storia dei bambini.

Come aiutare il bambino prima dell'arrivo dei medici? L'algoritmo di azione sarà il seguente:

  1. Metti il ​​bambino in posizione orizzontale.
  2. Girare la testa di lato, fissandolo in questa posizione. È auspicabile che l'assistente l'abbia fatto.
  3. Rimuovere i tappi dalla bocca se presenti, pulire la cavità da masse estranee (saliva, vomito, ecc.).
  4. Segui il polso e la pressione.
  5. Metti il ​​raffreddore sul sito di un'iniezione o una puntura d'insetto.
  6. Eliminare gli occhi e i passaggi nasali, a condizione che l'urto si sia sviluppato dopo l'uso di gocce oftalmiche o nasali.
  7. Lavare lo stomaco se il benessere del bambino è peggiorato a causa di un allergene alimentare.
  8. Ricevi consigli di esperti su come prendere antistaminici.

Shock anafilattico in odontoiatria

Lo shock anafilattico è un evento frequente in odontoiatria. I seguenti allergeni possono essere le sue cause:

  • anestetici: lidocaina, novocaina, ecc.;
  • plastica acrilica;
  • incollare;
  • materiale di riempimento

Le cure d'emergenza in odontoiatria iniziano con i sintomi di deterioramento della salute.

Inizialmente, è necessario interrompere ulteriori contatti con l'allergene o ridurre al minimo la sua penetrazione nel corpo. Per fare questo, i resti del farmaco vengono rimossi dal dente, pulire la bocca del paziente con un risciacquo. Quando si reagisce all'iniezione di farmaci, è necessario mettere un laccio emostatico sull'avambraccio o aggiungere 0,3-0,5 ml di adrenalina allo 0,1% nell'area di iniezione.

Se un paziente ha perso pressione e svenimento, viene posizionato orizzontalmente, spingendo in avanti la mascella inferiore per evitare il soffocamento. Inizia subito l'introduzione di farmaci come adrenalina, Tavegil, Prednisolone ed Eufillin.

Il dosaggio e la necessità di utilizzare i suddetti farmaci sono controllati da un medico.

Shock farmaco anafilattico

Lidocaina. Viene utilizzato attivamente in chirurgia, traumatologia, ostetricia e odontoiatria. Secondo le statistiche, l'anafilassi si sviluppa in un caso su quindicimila. Nel 5% delle situazioni, questa reazione è imprevedibile.

Shock e arresto cardiaco sono le conseguenze più pericolose dell'intolleranza alla lidocaina. Ma secondo gli stessi esperti, tali esiti tristi sono solitamente il risultato di una overdose del farmaco.

Anestesia. L'anafilassi è la complicazione più pericolosa dell'anestesia generale. Questa condizione si verifica in un paziente su diecimila. Questo è un rischio minore. Se questo accade sul tavolo operatorio, nel 95% dei casi i medici riescono a salvare il paziente, poiché tutto ciò di cui hanno bisogno è a portata di mano.

Droga causata da farmaci usati dall'anestesista. Per evitare questo problema, è consigliabile passare i test necessari prima dell'intervento in modo che lo specialista possa sapere in anticipo che cosa il paziente sta assumendo i farmaci e cosa dovrebbe essere scartato. Certo, non stiamo parlando di casi di emergenza.

Ceftriaxone. Appartiene al gruppo di potenti antibiotici, quindi il suo uso può essere accompagnato da un gran numero di effetti collaterali. Uno di questi è lo shock anafilattico derivante dall'intolleranza individuale al principio attivo del farmaco.

Ceftriaxone è miscelato con anestetici, meno comunemente con acqua per iniezione. Solventi - Lidocaina o Novocain possono anche provocare una reazione acuta, quindi per la prima volta il farmaco viene somministrato lentamente, osservando il benessere del paziente. Si raccomanda ai bambini e alle allergie di sottoporsi a un test antigraffio. Determina la suscettibilità di una persona al Ceftriaxone: il farmaco viene applicato ai graffi artificiali nell'area dell'avambraccio. Se non c'è reazione nei 30 minuti successivi, la pelle non si gonfia e non cambia colore, l'antibiotico viene trasferito.

Se c'è evidenza di intolleranza agli anestetici - Lidocaina o Novocaina, il farmaco viene diluito con soluzione salina.

Chi è più probabile che soffra di shock anafilattico?

Condizione di emergenza con uguale frequenza si verifica nei bambini, negli uomini e nelle donne, negli anziani. Può svilupparsi in qualsiasi persona, ma la più alta probabilità di accadimento in persone che soffrono di allergie. L'esito fatale nel caso di uno stato raggiunge l'1-2% del numero totale di tutte le vittime.

Memo per il paziente

Se una persona ha avuto un anafilassi almeno una volta nella sua vita, quindi in futuro dovrebbe aderire ai seguenti suggerimenti:

  • Chiedi al medico la causa dello shock. Se era una droga medica, ricorda il suo nome corretto e segnalalo ogni volta che entri in un istituto medico. In caso di intolleranza a un determinato prodotto alimentare, è importante evitare il suo consumo in futuro. È necessario escludere qualsiasi situazione di possibile interazione con un allergene noto.
  • La vittima stessa e i suoi parenti dovrebbero essere consapevoli dei primi sintomi di anafilassi. Non appena appaiono, è necessario chiamare l'aiuto urgente.
  • A volte gli esperti raccomandano che le persone che devono affrontare una volta uno shock dovrebbero sempre portare una siringa con Adrenaline. Questo dovrebbe essere consapevole e chiudere le persone della vittima, oltre a sapere come effettuare un'iniezione se necessario.
  • Parenti del paziente, è desiderabile imparare le abilità primarie della rianimazione cardiopolmonare. È questa abilità che spesso salva la vita di una persona prima che arrivi un'ambulanza.

prevenzione

Come prevenire lo sviluppo di anafilassi? Considera questi metodi in modo più dettagliato.

Prevenzione primaria Basato sulla prevenzione dell'interazione umana con una potenziale irritante:

  • rifiuto di dipendenze perniciose;
  • controllo sulla produzione di medicinali di alta qualità;
  • lotta all'inquinamento ambientale con prodotti chimici;
  • il divieto di utilizzare additivi artificiali in cucina;
  • esclusione della somministrazione contemporanea di diversi farmaci.

Profilassi secondaria Basato sulla diagnosi precoce e sul trattamento delle malattie associate:

  • raccolta obbligatoria della storia delle allergie (e dei segni corrispondenti sul frontespizio della carta ambulatoriale);
  • eliminazione tempestiva della rinite e della dermatite, causata dalla sensibilità individuale dell'organismo agli stimoli individuali;
  • Test allergologici per determinare la causa esatta della malattia;
  • monitoraggio dei pazienti per mezz'ora dopo l'iniezione di farmaci.

Prevenzione terziaria. Basato sulla prevenzione della ricorrenza della patologia:

  • norme igieniche;
  • pulizia regolare a umido;
  • messa in onda dei locali;
  • restrizione nello spazio abitativo di mobili imbottiti e giocattoli;
  • controllo del cibo;
  • indossare equipaggiamento protettivo (maschera medica, occhiali) durante la fioritura delle piante.

prospettiva

Se le attività di primo soccorso e di pronto soccorso sono coordinate e tempestive, esiste un'alta probabilità che si separeranno completamente dallo shock. Qualsiasi ritardo lento aumenta il rischio di morte.

Morte da shock anafilattico

La morte nelle malattie allergiche si verifica nel 2% dei casi. L'anafilassi porta alla morte a causa del suo rapido sviluppo e dell'assistenza mal riuscita. Le sue cause sono:

  • arresto cardiaco;
  • gonfiore del cervello;
  • soffocamento, ostruzione del sistema respiratorio.

Anafilassi richiede cure urgenti. Le attività pianificate in modo competente per salvare una persona possono salvare la vita della vittima. Pertanto, tutti devono sapere quale shock anafilattico è, come si manifesta e cosa può essere fatto prima dell'arrivo delle cure di emergenza.