MirTesen

Istruzioni per tutte le occasioni.

Cosa non puoi mangiare con le allergie?

Con la pollinosi, una persona ha un'allergia crociata a certi cibi.

Chi soffre di allergie in primavera non è sufficiente a prendere antistaminici da solo. Ha anche bisogno di mangiare bene. Dopo tutto, se una persona che è allergica alla fioritura della betulla, decide di mangiare, ad esempio, una mela, quindi il prurito agli occhi e il desiderio di starnutire costantemente intensificato. Questa è un'allergia incrociata. Di regola, è associato a un insieme simile di amminoacidi in diversi allergeni. Questo è il motivo per cui i medici raccomandano fortemente alle persone che soffrono di pollinosi di riconsiderare l'assunzione giornaliera di cibo, prendendo in considerazione i gemelli degli allergeni. Pertanto, sarà possibile ridurre significativamente il carico allergico.

AiF.ru ti dirà quali alimenti possono causare una reazione allergica crociata durante la fioritura delle piante.

Se sei allergico al polline di betulla, nocciolo, ontano, mela, non dovresti mangiare e bere:

· Succhi da questi frutti

· Nocciole (specialmente nocciole)

Se sei allergico alla fioritura dei cereali, non dovresti mangiare e bere:

· Pane e prodotti da forno

· Prodotti di farina

· Cereali (semola, avena, frumento, orzo, ecc.)

Se sei allergico alla fioritura, nolyn, camomilla, tarassaco, girasole e dalia non mangiano:

Se sei allergico alla fioritura della quinoa e dell'ambrosia, non mangiare:

Sotto l'influenza delle condizioni ambientali e delle loro mutazioni, l'insieme di aminoacidi nelle piante cambia continuamente e quindi allergia crociata può verificarsi ad altre erbe, fiori, alberi, non elencati in questa lista.

Quali farmaci non possono essere assunti per le allergie?

Gli antistaminici sono presi per alleviare i sintomi di allergia. Tuttavia, non è necessario combinarli con farmaci, che includono componenti che possono dare una reazione allergica crociata. Ad esempio, nella primavera delle allergie, non è consigliabile bere prodotti a base di erbe a base di piante e medicinali che includono miele, polline e altri prodotti di apicoltura. Leggi di più nell'aiuto.

Allergia alla fioritura della dieta

Secondo l'Organizzazione Mondiale della Sanità, ogni terzo abitante della terra soffre di qualche forma di allergia. Questa è una statistica spaventosa: solo vent'anni fa le allergie non erano così comuni. La maggior parte delle persone non conosce il loro stato allergico, perché la reazione di ogni individuo - dal rapido e pericolosa per la vita (angioedema, shock anafilattico) a lenta, a volte senza sintomi pronunciati (dermatiti, riniti).

Con i sintomi di allergia, è importante analizzare attentamente la dieta e l'ambiente al fine di identificare con precisione l'allergene. Se non lo fai da solo, puoi andare in clinica e fare un esame del sangue dettagliato per i test di allergia. L'analisi rivelerà gli anticorpi a diverse sostanze nel sangue e determinerà accuratamente l'allergene.

Avendo trovato sintomi di un'allergia, è necessario analizzare la dieta

A seconda del tipo di allergia, ci sono un certo numero di diete speciali. Le diete più popolari per le allergie: non caseario, senza glutine, senza agrumi, dieta per allergie a pollini di vario genere, nonché una dieta ipoallergenica generale.

Dieta priva di latticini

Un numero enorme di persone soffre di intolleranza al lattosio. Lo zucchero del latte (o lattosio) è contenuto nei prodotti a base di latte fermentato e spesso causa allergie. Inoltre, con l'età, ogni seconda persona sviluppa un'intolleranza al lattosio. I sintomi di allergie includono flatulenza, flatulenza, diarrea.

Prodotti lattiero-caseari vietati

Latte intero; Panna acida; yogurt; Formaggio fuso; Gelato; Latte condensato

Prodotti lattiero-caseari ammessi

Latte senza lattosio (diabetico); Formaggio olandese; Formaggio a pasta molle; burro; Cagliata grassa media.

Raccomandazioni speciali: prima di acquistare qualsiasi prodotto leggere attentamente l'etichetta con la composizione. Il lattosio viene talvolta aggiunto come dolcificante ai dolci e ai dolci. Il divieto si applica solo ai prodotti caseari, tutti gli altri prodotti - carne, pesce, verdure, uova, frutta, cereali - possono essere usati senza paura.

Prima di acquistare i prodotti, assicurati di leggere l'etichetta con la composizione

Dieta senza glutine

L'allergia al glutine (celiachia) relativamente recentemente è diventata una medicina conosciuta. Per molti anni, usando prodotti familiari, le persone non sono riuscite a capire il motivo dei disordini intestinali sistematici. E solo dopo un saggio immunoenzimatico ha rivelato anticorpi al glutine. I principali sintomi dell'allergia al glutine sono il dolore allo stomaco e all'intestino, gonfiore addominale, diarrea. Dieta per celiachia esclude alimenti che contengono glutine.

Prodotti proibiti

di grano; segale; orzo; semolino; Porridge d'orzo; amido; birra; Cornflakes.

Dovrai evitare cibi privi di glutine.

Dovrai evitare quasi tutti i pasticcini, i cereali per la colazione, le patate, i dolci, che spesso vengono aggiunti all'amido. Tutti gli altri prodotti sono ammessi.

Raccomandazioni speciali: chi soffre di allergie sa che non possono usare il glutine, ma spesso dimenticano quali prodotti contiene. Ricorda che non puoi mangiare pane, biscotti, pasta. Ma puoi cucinare da solo piatti innocui, perché nei negozi è apparsa recentemente una farina senza glutine.

Dieta senza agrumi

L'allergia agli agrumi è una delle più comuni al mondo. Gli agrumi stessi sono molto allergenici e possono causare una reazione anche in individui che non hanno precedentemente avuto reazioni allergiche. I principali sintomi dell'allergia agli agrumi sono eruzioni cutanee, prurito, arrossamento, gonfiore, lacrimazione.

Prodotti proibiti

Acido citrico in qualsiasi forma; le arance; mandarini; limoni; Pompelmi.

Raccomandazioni speciali: sappiamo tutti che gli agrumi sono una delle principali fonti di vitamina C. Ma possono essere facilmente sostituiti da altri frutti non meno ricchi di vitamina C - ribes nero, bacche di rosa selvatica e kiwi.

Ribes nero - un degno sostituto per gli agrumi

Dieta per le allergie ai pollini

Durante la fioritura di alberi ed erbe, molte persone hanno un'allergia ai pollini. Gli allergeni più forti sono: assenzio, ambrosia, pioppo, segale, betulla, ontano, acero. Sintomi di allergia al polline - grave prurito, lacrimazione, gonfiore delle mucose, arrossamento della pelle. Una dieta con una tale allergia elimina gli alimenti che aumentano la produzione di anticorpi nel corpo.

Prodotti proibiti

miele; Fragola; Dolce ciliegia; agrumi; cioccolato; noci; marmellata; Carne affumicata; sottaceti; Alcol.

Nel periodo di esacerbazione, il pesce e la carne, i brodi non troppo ricchi, le verdure, i legumi sono ammessi.

Raccomandazioni speciali: durante la fioritura delle piante allergizzanti è necessario limitare la permanenza nei luoghi di crescita. Si raccomanda inoltre di indossare una maschera medica sul viso per evitare l'inalazione di polline.

Limita il tuo soggiorno nel campo delle piante da fiore

Dieta ipoallergenica generale

Persone che sono inclini a reazioni allergiche, di volta in volta è utile passare a una dieta ipoallergenica al fine di identificare un allergene specifico o ridurre la sensibilità del sistema immunitario.

Prodotti proibiti

Carne affumicata; uova; Caviale nero e rosso; frutti di mare; Varie marinate; Cibo in scatola; funghi; spezie; Verdure e frutta sono rosse; Tutti gli agrumi; Soda dolce; cioccolato; caffè; Miele.

Prodotti consentiti

Ricotta; yogurt; Carne e pollame a basso contenuto di grassi; Pesce bianco; Frattaglie (fegato, reni); Farina d'avena e porridge di riso; ortaggi; Mele verdi; Frutta secca; Olio vegetale; Povero tè.

Raccomandazioni speciali: una dieta ipoallergenica dura da due settimane a un mese. Dopo questo tempo, è consentito aggiungere gradualmente gli alimenti alla dieta. Osservando i cambiamenti nel corpo, è possibile determinare con precisione quali prodotti provocano una reazione allergica.

Essere allergici è difficile, ma aderendo ad una dieta speciale, è possibile migliorare notevolmente la qualità della vita. Ascolta il tuo corpo, cambia le tue abitudini alimentari e segui le raccomandazioni di un allergologo, e quindi le allergie non possono mai rovinare la tua salute!

Dieta allergia

Secondo l'Organizzazione Mondiale della Sanità, ogni terzo abitante della terra soffre di qualche forma di allergia. Questa è una statistica spaventosa: solo vent'anni fa le allergie non erano così comuni. La maggior parte delle persone non conosce il loro stato allergico, perché la reazione di ogni individuo - dal rapido e pericolosa per la vita (angioedema, shock anafilattico) a lenta, a volte senza sintomi pronunciati (dermatiti, riniti).

Con i sintomi di allergia, è importante analizzare attentamente la dieta e l'ambiente al fine di identificare con precisione l'allergene. Se non lo fai da solo, puoi andare in clinica e fare un esame del sangue dettagliato per i test di allergia. L'analisi rivelerà gli anticorpi a diverse sostanze nel sangue e determinerà accuratamente l'allergene.

Avendo trovato sintomi di un'allergia, è necessario analizzare la dieta

Tipi di diete ipoallergeniche

A seconda del tipo di allergia, ci sono un certo numero di diete speciali. Le diete più popolari per le allergie: non caseario, senza glutine, senza agrumi, dieta per allergie a pollini di vario genere, nonché una dieta ipoallergenica generale.

Dieta priva di latticini

Un numero enorme di persone soffre di intolleranza al lattosio. Lo zucchero del latte (o lattosio) è contenuto nei prodotti a base di latte fermentato e spesso causa allergie. Inoltre, con l'età, ogni seconda persona sviluppa un'intolleranza al lattosio. I sintomi di allergie includono flatulenza, flatulenza, diarrea.

Prodotti lattiero-caseari vietati

  • Latte intero;
  • Panna acida;
  • yogurt;
  • Formaggio fuso;
  • Gelato;
  • Latte condensato

Prodotti lattiero-caseari ammessi

  • Latte senza lattosio (diabetico);
  • Formaggio olandese;
  • Formaggio a pasta molle;
  • burro;
  • Cagliata grassa media.

Raccomandazioni speciali: prima di acquistare qualsiasi prodotto leggere attentamente l'etichetta con la composizione. Il lattosio viene talvolta aggiunto come dolcificante ai dolci e ai dolci. Il divieto si applica solo ai prodotti caseari, tutti gli altri prodotti - carne, pesce, verdure, uova, frutta, cereali - possono essere usati senza paura.

Prima di acquistare i prodotti, assicurati di leggere l'etichetta con la composizione

Dieta senza glutine

L'allergia al glutine (celiachia) relativamente recentemente è diventata una medicina conosciuta. Per molti anni, usando prodotti familiari, le persone non sono riuscite a capire il motivo dei disordini intestinali sistematici. E solo dopo un saggio immunoenzimatico ha rivelato anticorpi al glutine. I principali sintomi dell'allergia al glutine sono il dolore allo stomaco e all'intestino, gonfiore addominale, diarrea. Dieta per celiachia esclude alimenti che contengono glutine.

Prodotti proibiti

  • di grano;
  • segale;
  • orzo;
  • semolino;
  • Porridge d'orzo;
  • amido;
  • birra;
  • Cornflakes.

Dovrai evitare cibi privi di glutine.

Dovrai evitare quasi tutti i pasticcini, i cereali per la colazione, le patate, i dolci, che spesso vengono aggiunti all'amido. Tutti gli altri prodotti sono ammessi.

Raccomandazioni speciali: chi soffre di allergie sa che non possono usare il glutine, ma spesso dimenticano quali prodotti contiene. Ricorda che non puoi mangiare pane, biscotti, pasta. Ma puoi cucinare da solo piatti innocui, perché nei negozi è apparsa recentemente una farina senza glutine.

Dieta senza agrumi

L'allergia agli agrumi è una delle più comuni al mondo. Gli agrumi stessi sono molto allergenici e possono causare una reazione anche in individui che non hanno precedentemente avuto reazioni allergiche. I principali sintomi dell'allergia agli agrumi sono eruzioni cutanee, prurito, arrossamento, gonfiore, lacrimazione.

Prodotti proibiti

  • Acido citrico in qualsiasi forma;
  • le arance;
  • mandarini;
  • limoni;
  • Pompelmi.

Raccomandazioni speciali: sappiamo tutti che gli agrumi sono una delle principali fonti di vitamina C. Ma possono essere facilmente sostituiti da altri frutti non meno ricchi di vitamina C - ribes nero, bacche di rosa selvatica e kiwi.

Ribes nero - un degno sostituto per gli agrumi

Dieta per le allergie ai pollini

Durante la fioritura di alberi ed erbe, molte persone hanno un'allergia ai pollini. Gli allergeni più forti sono: assenzio, ambrosia, pioppo, segale, betulla, ontano, acero. Sintomi di allergia al polline - grave prurito, lacrimazione, gonfiore delle mucose, arrossamento della pelle. Una dieta con una tale allergia elimina gli alimenti che aumentano la produzione di anticorpi nel corpo.

Prodotti proibiti

Nel periodo di esacerbazione, il pesce e la carne, i brodi non troppo ricchi, le verdure, i legumi sono ammessi.

Raccomandazioni speciali: durante la fioritura delle piante allergizzanti è necessario limitare la permanenza nei luoghi di crescita. Si raccomanda inoltre di indossare una maschera medica sul viso per evitare l'inalazione di polline.

Limita il tuo soggiorno nel campo delle piante da fiore

Dieta ipoallergenica generale

Persone che sono inclini a reazioni allergiche, di volta in volta è utile passare a una dieta ipoallergenica al fine di identificare un allergene specifico o ridurre la sensibilità del sistema immunitario.

Prodotti proibiti

  • Carne affumicata;
  • uova;
  • Caviale nero e rosso;
  • frutti di mare;
  • Varie marinate;
  • Cibo in scatola;
  • funghi;
  • spezie;
  • Verdure e frutta sono rosse;
  • Tutti gli agrumi;
  • Soda dolce;
  • cioccolato;
  • caffè;
  • Miele.

Prodotti consentiti

  1. Ricotta;
  2. yogurt;
  3. Carne e pollame a basso contenuto di grassi;
  4. Pesce bianco;
  5. Frattaglie (fegato, reni);
  6. Farina d'avena e porridge di riso;
  7. ortaggi;
  8. Mele verdi;
  9. Frutta secca;
  10. Olio vegetale;
  11. Povero tè.

Raccomandazioni speciali: una dieta ipoallergenica dura da due settimane a un mese. Dopo questo tempo, è consentito aggiungere gradualmente gli alimenti alla dieta. Osservando i cambiamenti nel corpo, è possibile determinare con precisione quali prodotti provocano una reazione allergica.

Essere allergici è difficile, ma aderendo ad una dieta speciale, è possibile migliorare notevolmente la qualità della vita. Ascolta il tuo corpo, cambia le tue abitudini alimentari e segui le raccomandazioni di un allergologo, e quindi le allergie non possono mai rovinare la tua salute!

Come evitare le allergie primaverili

Riconosciamo le allergie primaverili e adottiamo misure per prevenire riacutizzazioni e prevenire malattie terribili.

motivi

L'allergia è una risposta immunitaria complessa e complessa di un organismo di natura individuale ad alcuni fattori aggressivi dell'ambiente esterno ed interno.

Con una valutazione superficiale di una malattia abbastanza innocua, ed è solo un meccanismo di innesco che causa malattie molto più pericolose: l'asma, l'edema.

Con lo sviluppo attivo dell'industria alimentare e chimica, la crescita della morbilità allergica aumentò bruscamente.

Secondo i medici, oggi su scala globale, questa malattia colpisce oltre il 20% delle persone. Figura colossale

Le cause dell'evento sono oggetto di discussione sia per i professionisti che per i medici teorici di tutto il mondo.

Alcuni esperti attribuiscono un grande ruolo ai fattori genetici, altri alla natura delle sostanze sono potenziali allergeni e altri diranno che la radice del problema sta nelle cause endogene.

Tutti avranno ragione, ma solo in parte.

Le allergie non dovrebbero essere considerate come una malattia comune causata da una causa specifica. Comporta tutta una serie di motivi.

La combinazione delle cause è determinata dai seguenti fattori:

  1. la genetica;
  2. frequenza di interazione con una particolare sostanza;
  3. fattori psicosomatici.

Come fanno gli allergeni sul corpo umano.

A livello cellulare, una reazione allergica assomiglia a questa:

  1. sostanza-allergene penetra nell'ambiente interno del corpo (ad esempio, il polline, che abbondano in primavera);
  2. se l'effetto di questa sostanza è frequente, il corpo al livello lo determina come un pericoloso intruso ei leucociti iniziano la produzione attiva di anticorpi. L'inizio della risposta immunitaria è iniziato;
  3. A seconda del metodo di penetrazione dell'allergene, la produzione di anticorpi viene effettuata dai leucociti in strutture separate del corpo (se inalato, le vie respiratorie superiori e inferiori soffrono, se stiamo parlando di graffi, quindi di strati del derma, ecc.). Nella prima fase, la reazione è locale;
  4. gli anticorpi prodotti dai globuli bianchi sono collegati all'antigene (allergeni) e sono depositati sui cosiddetti mastociti (basofili);
  5. il complesso risultante di strutture (antigene-anticorpo) danneggia la cellula adiposa e, come risultato, rilascia le ammine contenute in essa (istamina, ecc.);
  6. la sostanza rilasciata localmente danneggia le cellule e nei casi più gravi può avere un effetto generale sul corpo, causando una reazione grave (ad esempio, shock anafilattico).

Foto: calendario delle piante da fiore

Fattori aggravanti correlati

Tra i fattori che scatenano l'insorgenza di una reazione allergica ci sono molte componenti domestiche e ambientali.

Componente del clima

Ha una natura situazionale.

In un clima caldo, il livello di radiazione ultravioletta è più alto e la fioritura della flora locale è più attiva e diversificata.

Se esposti alla pelle e all'irradiazione ultravioletta, causano una risposta immunitaria.

L'attività di fioritura e la diversità della vegetazione in un clima caldo significa un sacco di particelle di polline, che a sua volta è un potente allergene.

Le riacutizzazioni possono anche essere causate da un aumento dell'umidità dell'aria (in climi umidi).

regione

Se una regione è caratterizzata da un cambio di stagioni, il problema della riacutizzazione sarà stagionale.

I malati di allergia sono particolarmente duri in primavera e in autunno.

L'allergia alla fioritura primaverile si verifica più frequentemente ed è quasi la prima in prevalenza, insieme alle reazioni allergiche alla pelliccia animale e agli stimoli alimentari.

Componente ambientale

Le emissioni industriali di sostanze chimicamente attive nell'aria e nell'acqua sono una delle principali cause di esacerbazioni nelle persone con allergie croniche.

L'impatto della componente ambientale sui residenti delle grandi città industriali è particolarmente significativo.

I gas di scarico causano non meno danni, circa il 70% dei quali sono particelle di carburante.

Nelle regioni con significativi depositi di torba e altri minerali combustibili, le persone sono esposte al fumo (specialmente in primavera e in estate).

Escludere questi fattori esterni aggressivi è problematico.

Stile di vita e dieta

Anche un prodotto naturale può causare allergie. Miele, noci, ecc.

Particolarmente rilevante è il problema del consumo di prodotti allergenici in primavera.

Per aumentare le rese, i produttori senza scrupoli usano fertilizzanti chimici pericolosi.

Sali - i nitrati (sali con residuo acido NO3) sono aggressivi e comportano gravi reazioni allergiche.

Malattie posticipate

La risposta immunitaria può essere più forte dopo aver sofferto di una malattia virale.

In primavera e in autunno, l'immunità di una persona è indebolita e aumenta la suscettibilità alla malattia catarrale.

Di conseguenza, vi è il rischio, anche dopo il recupero da infezioni respiratorie acute, di avere una grave complicazione di una reazione allergica.

Sintomi della manifestazione

Negli occhi

Il danno allergico agli occhi non è raro ed è dovuto all'apertura della mucosa e ad una piccola quantità di tessuto protettivo.

In primavera, l'occhio risponde più spesso al polline, che si deposita sulle membrane non protette dell'occhio.

I sintomi includono:

  • infiammazione delle palpebre. Il significato dell'infiammazione dipende dal grado della reazione individuale alla sostanza irritante;
  • infiammazione congiuntivale (può scatenare congiuntivite allergica);
  • prurito insopportabile negli occhi;
  • secrezione attiva della ghiandola lacrimale;
  • paura della luce;
  • secchezza e bruciore degli occhi causati dalla secchezza della mucosa;
  • in congiuntivite allergica è anche possibile il rifiuto di contenuti purulenti;

In gola

I sintomi si manifestano a seguito di deglutizione o inalazione di un allergene.

Esempio: il polline respirabile è parzialmente depositato sulle membrane mucose del tratto respiratorio superiore.

Oppure, durante la deglutizione, particelle di cibo e liquido irritano le mucose.

Tra le manifestazioni:

  • disagio alla gola;
  • gonfiore (compresi palato, ugola) e arrossamento;
  • dolore durante il tentativo di deglutire;
  • l'apparizione di vescicole dolorose dense con fluido sulla membrana mucosa (ulcere nella gola derivano dalla massiccia morte di leucociti e cellule danneggiate, che, se miscelate con il fluido cellulare, vengono rigettate);
  • cambio di voce (fino alla completa perdita);
  • sensazione di tosse e solletico.

Con una forte risposta immunitaria, è anche possibile l'infiammazione della laringe o della trachea.

Di conseguenza, i lumi si restringono e aumenta il soffocamento. Tale edema è pericoloso e richiede cure mediche immediate.

Dal naso

la sintomatologia:

  • La lamentela più comune di un paziente allergico è la difficoltà della respirazione nasale (congestione nasale). La congestione nasale è causata da irritazione e gonfiore della mucosa;
  • scarico di muco in volumi più grandi del solito;
  • arrossamento della pelle nel naso;
  • prurito, bruciore e starnuti;
  • deterioramento delle sensazioni olfattive.

comune

In assenza di una risposta immunitaria grave a un allergene, i sintomi comuni sono limitati a un aumento dell'affaticamento, o del tutto assenti.

Una reazione individuale può verificarsi a livello dell'intero organismo (in caso di gravi malattie e condizioni allergiche, come angioedema o shock anafilattico)

In questo caso, possono verificarsi i seguenti sintomi:

  • calo significativo della pressione sanguigna. Con livelli da severi a critici, che possono portare al collasso;
  • vertigini e nausea;
  • difficoltà a respirare;
  • ritardo di reazione;
  • pallore della pelle (o arrossamento, come con edema di Quincke);
  • confusione;
  • tinnito.

La presenza di sintomi comuni indica una reazione allergica abbastanza grave, il che significa che è necessaria l'assistenza medica immediata.

Metodi diagnostici

È possibile diagnosticare e determinare l'allergene sia in modo indipendente che con l'aiuto di specialisti qualificati:

  • Il primo e più semplice modo è smettere di contattare l'allergene. Se, presumibilmente, c'è una reazione allergica a una particolare sostanza, il contatto con essa dovrebbe essere limitato il più possibile, e sulla base delle osservazioni si può concludere che esiste una presenza e un carattere. Questo è il cosiddetto. test di eliminazione;
  • quando si tratta di polline, è abbastanza difficile eliminare l'interazione con esso in primavera. Pertanto, le conclusioni devono essere tratte sulla base di osservazioni stagionali (se in inverno i sintomi scompaiono alle stesse condizioni - c'è motivo di assumere una reazione al polline);
  • effettuando test cutanei. Durante i test, gli strati superiori del derma sono danneggiati (dalla scarificazione o mediante iniezione sottocutanea). Quindi una soluzione di vari allergeni viene applicata alle aree danneggiate (o iniettata per via sottocutanea) e viene monitorata la natura della risposta immunitaria.
  • Di conseguenza, se è presente una reazione individuale del corpo, compaiono sintomi locali: arrossamento e infiammazione, e più sono intensi, maggiore è il grado di risposta immunitaria;
  • analisi degli anticorpi lg E. Sulla base dell'analisi di anticorpi specifici contenuti nel sangue venoso, è possibile identificare i tipi di allergeni;
  • test provocatori. Il metodo più pericoloso che richiede la presenza costante di un medico in condizioni ospedaliere. Condotto introducendo nel corpo di un allergene in piccole quantità. Quindi monitorato.

Video: Prevenzione delle malattie

trattamento

farmaci

Il trattamento delle allergie primaverili dovrebbe essere prescritto solo da un medico.

Senza le conoscenze necessarie, è più probabile che il paziente danneggi se stesso che non aiuterà:

  • trattamento delle allergie oculari;
  • prima di tutto, è necessario eliminare il contatto con l'allergene (rimuovere il corpo estraneo, lavare gli occhi con acqua corrente, e se le lenti a contatto sono usurate, rimuoverle prima);

Per il sollievo dei sintomi utilizzati farmaci locali:

  1. preparazioni di membrane stabilizzanti di mastociti (Kromoglin, Ifiral, Lecrolin, ecc.) di azione locale sotto forma di gocce;
  2. antistaminici per somministrazione orale (Tavegil, Eslotin, Claramax, ecc.);
  3. trattamento delle reazioni allergiche dal naso.
  4. il contatto con l'allergene è eliminato;
  5. allora è necessario restaurare la respirazione nasale. A questo scopo, vengono utilizzate le seguenti classi di farmaci:
  • per la rimozione di gonfiore e vasocostrizione: Nazivin et al;
  • preparati topici immunomodulatori: Vilozen, ecc.;
  • farmaci ormonali (in forma grave o cronica): Flexonase, Avamys;
  • Lo spruzzo di Lecrolin mostra bene, gocce di Kromgexal;
  • antistaminici sono presi per alleviare la condizione generale;
  • trattamento di una reazione allergica dalla gola;
  • a causa del loro pericolo richiedono un trattamento più serio. Per cominciare, l'allergene che ha causato la reazione è stato eliminato;
  • allora è necessario rimuovere il gonfiore, altrimenti l'ulteriore sviluppo dell'asfissia potrebbe minacciare la vita della persona. Gli ormoni-glucocorticoidi, così come MgSo4 (solfato di magnesio) sono somministrati per via endovenosa;
  • antistaminici sono presi.

Cosa fare con l'allergia crociata? Dettagli qui.

Rimedi popolari

Se la reazione allergica è debole, provoca più disagio del pericolo.

Un tale attacco può essere rimosso indipendentemente, conoscendo alcuni semplici rimedi popolari:

  • manifestazioni oculari. L'estratto di camomilla più efficace. Durante la cottura, utilizzare la seguente proporzione: 1 cucchiaio per 400 grammi di acqua. Il tempo di infusione è di 25 minuti. Risciacquare 2-3 volte al giorno;
  • per rimuovere il gonfiore e il rossore - lozioni da verdure grattugiate (patate, mele, ecc.);
  • manifestazioni del naso:

Crusca di brodo In un rapporto di 1 cucchiaio di crusca a 400 g di acqua calda, un decotto viene preparato e infuso per un'ora e mezza. Accettato a stomaco vuoto

Un'altra ricetta efficace:

  • radice di calamo (25 g);
  • radice di elecampane (25 g);
  • madre e matrigna (50 g);
  • rosmarino selvatico (50 g);
  • seme citrico (125 g).

Proporzione: 1 cucchiaio per 400 g di acqua. Infuso 12 ore, dopo di che è preso 2-4 volte.
Puoi sciacquare il naso con un decotto di camomilla di 8 ore.

  • manifestazioni della gola. Per rimuovere il gonfiore della gola si usa la tintura a base di erbe
  1. camomilla (25 g);
  2. Erba di San Giovanni (25 g);
  3. salvia o treno - 25 g.

Raccolta schiacciata prodotta in un rapporto di 1 cucchiaio a 500 g di acqua e infusa per 8 ore.

È usato per il risciacquo 3-5 volte al giorno.

Le ricette semplici aiuteranno ad alleviare i sintomi lievi.

Ma devi essere consapevole che una reazione allergica può essere osservata sulle piante medicinali stesse, e quindi l'effetto sarà invertito.

Abusare metodi popolari non ne vale la pena.

Dieta per allergie primaverili

In primavera, quando la probabilità di esacerbazione è particolarmente elevata, è necessario rimuovere dalla dieta i prodotti con proprietà allergeniche. Tuttavia, se l'esacerbazione è avvenuta, è necessario stabilire una dieta rigorosa.

Naturalmente, la dieta deve essere selezionata rigorosamente in base alle caratteristiche individuali dell'organismo e alle sue reazioni specifiche agli allergeni. Tuttavia, esistono ancora regole comuni e universali.

Periodo acuto

Nel periodo acuto, è possibile includere nella dieta i seguenti prodotti:

  • prodotti da forno: pane integrale (non appena sfornato);
  • zuppe di cereali o zuppe cotte sul brodo di verdure;
  • porridge di avena e grano saraceno in acqua;
  • acqua, tè debole.

Se i sintomi diminuiscono, puoi espandere la tua dieta e includere:

  1. Piatti di carne: manzo magro o pollame. Bollito o cotto;
  2. piatti a base di uova: non più di 1 uovo al giorno;
  3. latticini a basso contenuto di grassi;
  4. frutta: fresca o essiccata Non più di 0,5 kg al giorno;

Prodotti a base di carne grassa, frattaglie, caffè, cioccolata, prodotti con pigmentazione brillante o aromatizzati con coloranti artificiali, sono completamente esclusi.

prevenzione

Dal momento che l'unica vera e radicale terapia per le allergie non esiste, la prevenzione è più importante nella sua lotta.

Al fine di prevenire il verificarsi della malattia (o riacutizzazione durante il periodo di remissione) in primavera, è necessario seguire alcuni semplici consigli:

  • il meno possibile essere sulla strada. La primavera è il picco della fioritura. Pertanto, in presenza di una malattia su esacerbazione dei pollini è quasi garantito. Inoltre, in primavera, l'attività del sole aumenta e il livello di umidità nell'aria oscilla drammaticamente (le persone allergiche sono già indesiderabili per respirare aria troppo umida, ma l'umidità aumentata causa anche lo sviluppo della muffa in casa, le cui spore sono gli allergeni più forti);
  • Le piante più attive spruzzano particelle di polline dalle 8 di sera alle 11 di mattina In tarda serata e notte. Non vale la pena uscire durante queste ore;
  • escludere dalla dieta cibi molto pigmentati e le prime frutta e verdura fresche, a causa dell'alto contenuto di sali di nitrati;
  • Uscire in strada è meglio indossare occhiali da sole. Quindi ci sarà almeno una sorta di barriera tra l'occhio e l'ambiente esterno. Ciò impedirà al polline di depositarsi sulla mucosa degli occhi;
  • lavare più spesso. Dopo ogni visita in strada, lavati accuratamente, sciacquando gli occhi e il naso. Le particelle di polline possono causare una reazione non immediatamente, ma successivamente.

Consigli

Oltre alle misure specifiche per la prevenzione delle allergie in primavera, è opportuno aderire a suggerimenti più generali:

  • in primavera è quasi impossibile nascondersi dal polline delle piante. È meglio non aprire finestre e porte senza il bisogno. È meglio ventilare nelle ore che precedono l'alba, dopo aver preventivamente coperto le garze imbevute di acqua con una garza;
  • la casa dovrebbe essere mantenuta ad un livello normale di umidità. Troppo secco o troppo bagnato non dovrebbe essere. Questo aiuterà gli elettrodomestici speciali;
  • i vestiti per strada non devono essere asciugati;
  • in primavera, è necessario aumentare la quantità di acqua consumata. Quando la disidratazione dell'istamina del corpo è prodotta più attivamente;
  • Non trascurare la pulizia a umido. L'allergene della polvere domestica non è meno aggressivo;
  • Se possibile, non è possibile utilizzare sostanze sintetiche (prodotti chimici domestici). Le sue fragranze possono agire come un allergene secondario;
  • limitare il contatto con animali domestici. Gli allergeni epidermici possono causare una risposta immunitaria;
  • in nessun caso in modo indipendente non modificare il dosaggio e non annullare l'uso di farmaci prescritti da un medico;

predisposizione

La predisposizione dell'individuo è geneticamente determinata.

Se i genitori sono allergici, la probabilità di malattia di un bambino sarà dal 50 al 75% o più. Se uno dei genitori è incline alla malattia o ha una predisposizione ad esso - la probabilità è fino al 50%.

E anche quando i genitori non manifestano e sono completamente sani, la possibilità di avere un bambino predisposto alla malattia sarà del 20%.

Questo è particolarmente pronunciato quando i genitori hanno allergie specifiche.

Ma anche se sia il padre che la madre sono allergici - questo non significa che la malattia si manifesterà sicuramente nel bambino.

La malattia stessa non è ereditata, solo una predisposizione è possibile, che, con una profilassi adeguata, rimarrà insoddisfatta.

Nonostante tutto ciò, il ruolo dei fattori genetici sul meccanismo dell'occorrenza non è completamente compreso.

Come distinguere dai raffreddori

Le allergie possono essere distinte dai raffreddori con le seguenti caratteristiche:

  • tasso di sintomi. Il periodo di incubazione di una malattia infettiva può durare da alcune decine di ore a diversi giorni o più. Le allergie si sviluppano rapidamente. Ci vogliono alcune ore;
  • le allergie causano un forte prurito nel naso e la quantità di secrezione secreta aumenta drasticamente;
  • tosse senza espettorato (senza contare manifestazioni di asma bronchiale). Gli attacchi sono ossessivi. Con un raffreddore, la tosse è quasi sempre costante di intensità;
  • manifestazioni oculari. In caso di reazione allergica, le palpebre si gonfiano rapidamente, le membrane mucose assumono una tonalità rossastra. Prurito agli occhi e prurito;
  • manifestazioni cutanee. L'allergia è accompagnata da eruzioni cutanee;
  • i sintomi si presentano a livello di situazione, a contatto con un allergene (per esempio, stagionale);
  • un mal di testa è caratteristico del comune raffreddore, così come un dolore sibilante alla gola;
  • il calore. Con le allergie è assente;
  • il freddo viene trattato per molto tempo. I sintomi possono persistere fino a 2 settimane;
  • lo scarico da un raffreddore ha una consistenza opaca. Giallo o marrone Il naso è posato in modo non uniforme;

Effetti autoriparanti

Per il trattamento delle allergie occorrono conoscenze speciali e un approccio integrato competente.

Con la prescrizione dell'automedicazione, una persona corre il rischio di affrontare diversi problemi:

  • inefficienza. Il trattamento sintomatico può soffocare le manifestazioni principali, mentre lei stessa non andrà da nessuna parte e si svilupperà. Nel migliore dei casi, i sintomi allergici si ripresentano periodicamente (a seguito di una malattia cronica acquisita), nel peggiore dei casi si può sviluppare una grave malattia: asma bronchiale, edema di Quincke, ecc. E poi la malattia non sarà un problema temporaneo di primavera, ma un compagno costante, che complica la vita;
  • la probabilità di complicanze. Innocenti a prima vista, i sintomi possono causare manifestazioni di complicazioni (ad esempio, erosione corneale, ecc., In caso di danni agli occhi allergici);
  • effetti collaterali dei farmaci. Ormoni e altri farmaci usati nel trattamento di malattie allergiche hanno gravi effetti collaterali;
  • probabilità di verificarsi di condizioni di emergenza. In caso di sintomi, è urgente cercare un aiuto medico per evitare lo sviluppo di condizioni di emergenza;

Le cause e i metodi di prevenzione delle malattie allergiche, continua a leggere.

Per scoprire come trattare le allergie, l'orticaria, vai qui.

Domande frequenti

Qual è la causa della malattia?

Di norma, si basa sulla risposta immunitaria, poiché l'immunità passa dalla risoluzione del problema della lotta a fattori esterni veramente pericolosi (virus, batteri) alla risposta a un allergene.

Perché sta succedendo questo?

Perché l'immunità di una persona del 21 ° secolo è sottoposta a lavori forzati.

La malattia è associata alla vaccinazione?

Non esiste una tale connessione.

È possibile recuperare completamente?

Ad oggi, tale trattamento non esiste.

Come sopravvivere alla primavera: 20 consigli utili per le allergie

Home → Salute → Prevenzione → Come sopravvivere alla primavera: 20 consigli utili per le allergie

Qual è l'allergia primaverile e come trattarla, quanto costa ricevere un allergologo, cosa fare se semplicemente non esci per strada, mentre i tuoi occhi iniziano immediatamente ad annaffiare - Dima Solovyov ha parlato con uno specialista Elmira Dzybova e ha scoperto come affrontare una malattia che i medici chiamato "pollinosi stagionale".

Mito 1. La pollinosi causa lanugine di pioppo

  • alberi e arbusti (betulla, ontano, nocciolo, salice, quercia, castagno, pioppo, frassino, olmo);
  • erbe d'erba (coda di topo, loglio, festuca, coda di volpe, bluegrass, erba di grano, segale, grano);
  • erbacce (quinoa, ambrosia, canapa, ortica, assenzio).

Mito 2. La pollinosi si aggrava in primavera quando tutto intorno fiorisce

In Russia, ci sono tre picchi di esacerbazioni da febbre da fieno:

  1. primavera (aprile - maggio), a causa del polline degli alberi;
  2. estate (giugno-agosto), associata al polline dei cereali;
  3. autunno (agosto - ottobre), a causa del polline delle erbacce (ambrosia, assenzio).

Mito 3. Allergia - una malattia ereditaria

Mito 4. Se non c'è stata nessuna allergia dall'infanzia, allora non lo farà

Mito 5. L'allergia è quando starnutisci molto e i tuoi occhi si innaffiano

Mito 6. È impossibile recuperare dalle allergie.

Mito 7. L'allergia è innocua in linea di principio e non può essere trattata in modo specifico

Mito 8. L'esame allergologico è molto costoso

Elmira Dzybova

Tutti i test di base necessari per rilevare l'pollinosi sono coperti da un'assicurazione sanitaria standard. Devi solo raggiungere l'allergologo del distretto, dirgli in dettaglio le sue lamentele, e darà indicazioni per le prove e le ricerche necessarie.

  1. Nei giorni secchi e ventosi, cerca di rimanere a casa. Con questo tempo, la maggior parte del polline si libra nell'aria. Al contrario, dopo la pioggia diventa molto più piccolo, quindi questo è il momento migliore per camminare o fare shopping.
  2. Indossare occhiali da sole quando si esce. Questo aiuterà in parte a proteggere gli occhi dal polline che li irrita.
  3. Chiudi i finestrini dell'auto durante il viaggio, soprattutto fuori città.
  4. In linea di principio, cerca di non lasciare la città durante il periodo di fioritura attiva, poiché al di fuori della città la concentrazione di polline di alcune piante e alberi è molto più alta che in città. Inoltre, gli amanti del lavoro sui letti in giardino o nei letti del loro giardino sono incoraggiati a rimandare queste lezioni fino alla fine della stagione di pollinosi.
  5. Dopo il ritorno a casa, fai una doccia e metti via i vestiti di strada. Le particelle di polline più piccole che supportano le allergie sono lasciate sul tuo corpo e sui tuoi vestiti.
  6. Asciugare i vestiti lavati nella stanza. Non dovresti farlo per strada: il polline delle piante fiorite può attaccarsi ad esso, il che causerà allergie non appena indosserai questi vestiti.
  7. Usa l'aria condizionata in auto ea casa. Ci sono filtri dell'aria speciali che ritardano gli allergeni. Effettua regolarmente la pulizia della casa raccogliendo la polvere con un aspirapolvere (per loro ci sono filtri anti-allergici HEPA).
  8. Dormi con le finestre chiuse.
  9. Attenzione per gli animali domestici. Se li fai uscire a fare una passeggiata, il polline può anche accumularsi sulla loro lana, che porteranno a casa tua.
  10. Fai una doccia e lavati i capelli prima di andare a letto. Questo pulirà la pelle e i capelli dagli allergeni che si attaccano a loro per la giornata. La probabilità di attacchi notturni di allergia diminuirà sensibilmente.
  11. In consultazione con il medico, inizia a prendere medicinali da banco. Gli antistaminici di solito aiutano con le allergie primaverili. È preferibile utilizzare antistaminici di 2 e 3 generazioni (loratadina, levocetirizina e altri), poiché causano sonnolenza in modo più sicuro e meno frequente.
  12. Irrigare la cavità nasale con acqua salata o distillata. Questo faciliterà la congestione nasale e laverà direttamente gli allergeni e il muco da esso.
  13. Il modo migliore per far fronte alle allergie primaverili è l'immunoterapia specifica per allergeni. Durante il suo corso, il medico determinerà in primo luogo cosa sta causando esattamente le tue allergie e poi effettuerà una serie di iniezioni sottocutanee. Permetteranno al corpo di "abituarsi" gradualmente all'allergene e ridurre la gravità dei sintomi. È necessario effettuare tali iniezioni in anticipo, mentre la stagione delle allergie non è ancora arrivata.
  14. Evitare lo sforzo fisico psico-emotivo e pesante.

Se possibile, viaggia verso una zona climatica con un calendario diverso, sul litorale o sulle montagne, dove le concentrazioni di polline sono molto più basse. Pianifica la tua vacanza, conoscendo in anticipo i tempi della fioritura delle piante allergizzanti nell'area del luogo di vacanza prescelto.

In caso di esacerbazione della febbre da fieno, rimandare l'attuazione delle operazioni programmate, le vaccinazioni preventive e le vaccinazioni.

Porta sempre con te il "Passaporto di un paziente con una malattia allergica", che il tuo allergologo ti rilascerà dopo la consultazione e l'esame. Il tuo passaporto includerà il tuo cognome, nome e patronimico, data di nascita, una diagnosi allergica, la gamma di allergeni a cui hai trovato sensibilità, nonché un elenco di misure per eliminare il contatto con l'allergene. Il passaporto contiene un elenco di farmaci che devono essere sempre presenti nel kit di pronto soccorso, l'ordine delle misure in caso di shock anafilattico e l'ordine di utilizzo dei farmaci.

Avviare il diario di un paziente con pollinosi, in cui è necessario specificare la data di insorgenza dei sintomi, in che modo sono stati espressi, quale trattamento si è utilizzato, indicando le dosi dei farmaci e la frequenza del loro uso e segnare anche la data della scomparsa dei sintomi allergici.

  • Nel periodo di esacerbazione della febbre da fieno, è necessario seguire una dieta ipoallergenica specifica, la cui composizione dipende dal tipo di febbre da fieno.
  • Allergia alla fioritura della dieta

    Allergia alla fioritura della dieta

    Secondo l'Organizzazione Mondiale della Sanità, ogni terzo abitante della terra soffre di qualche forma di allergia. Questa è una statistica spaventosa: solo vent'anni fa le allergie non erano così comuni. La maggior parte delle persone non conosce il loro stato allergico, perché la reazione di ogni individuo - dal rapido e pericolosa per la vita (angioedema, shock anafilattico) a lenta, a volte senza sintomi pronunciati (dermatiti, riniti).

    Con i sintomi di allergia, è importante analizzare attentamente la dieta e l'ambiente al fine di identificare con precisione l'allergene. Se non lo fai da solo, puoi andare in clinica e fare un esame del sangue dettagliato per i test di allergia. L'analisi rivelerà gli anticorpi a diverse sostanze nel sangue e determinerà accuratamente l'allergene.

    Avendo trovato sintomi di un'allergia, è necessario analizzare la dieta

    Tipi di diete ipoallergeniche

    A seconda del tipo di allergia, ci sono un certo numero di diete speciali. Le diete più popolari per le allergie: non caseario, senza glutine, senza agrumi, dieta per allergie a pollini di vario genere, nonché una dieta ipoallergenica generale.

    Dieta priva di latticini

    Un numero enorme di persone soffre di intolleranza al lattosio. Lo zucchero del latte (o lattosio) è contenuto nei prodotti a base di latte fermentato e spesso causa allergie. Inoltre, con l'età, ogni seconda persona sviluppa un'intolleranza al lattosio. I sintomi di allergie includono flatulenza, flatulenza, diarrea.

    Prodotti lattiero-caseari vietati

    Prodotti lattiero-caseari ammessi

    • Latte senza lattosio (diabetico);
    • Formaggio olandese;
    • Formaggio a pasta molle;
    • burro;
    • Cagliata grassa media.

    Raccomandazioni speciali: prima di acquistare qualsiasi prodotto leggere attentamente l'etichetta con la composizione. Il lattosio viene talvolta aggiunto come dolcificante ai dolci e ai dolci. Il divieto si applica solo ai prodotti caseari, tutti gli altri prodotti - carne, pesce, verdure, uova, frutta, cereali - possono essere usati senza paura.

    Prima di acquistare i prodotti, assicurati di leggere l'etichetta con la composizione

    Dieta senza glutine

    L'allergia al glutine (celiachia) relativamente recentemente è diventata una medicina conosciuta. Per molti anni, usando prodotti familiari, le persone non sono riuscite a capire il motivo dei disordini intestinali sistematici. E solo dopo un saggio immunoenzimatico ha rivelato anticorpi al glutine. I principali sintomi dell'allergia al glutine sono il dolore allo stomaco e all'intestino, gonfiore addominale, diarrea. Dieta per celiachia esclude alimenti che contengono glutine.

    Dovrai evitare cibi privi di glutine.

    Dovrai evitare quasi tutti i pasticcini, i cereali per la colazione, le patate, i dolci, che spesso vengono aggiunti all'amido. Tutti gli altri prodotti sono ammessi.

    Raccomandazioni speciali: chi soffre di allergie sa che non possono usare il glutine, ma spesso dimenticano quali prodotti contiene. Ricorda che non puoi mangiare pane, biscotti, pasta. Ma puoi cucinare da solo piatti innocui, perché nei negozi è apparsa recentemente una farina senza glutine.

    Dieta senza agrumi

    L'allergia agli agrumi è una delle più comuni al mondo. Gli agrumi stessi sono molto allergenici e possono causare una reazione anche in individui che non hanno precedentemente avuto reazioni allergiche. I principali sintomi dell'allergia agli agrumi sono eruzioni cutanee, prurito, arrossamento, gonfiore, lacrimazione.

    Raccomandazioni speciali: sappiamo tutti che gli agrumi sono una delle principali fonti di vitamina C. Ma possono essere facilmente sostituiti da altri frutti non meno ricchi di vitamina C - ribes nero, bacche di rosa selvatica e kiwi.

    Ribes nero - un degno sostituto per gli agrumi

    Dieta per le allergie ai pollini

    Durante la fioritura di alberi ed erbe, molte persone hanno un'allergia ai pollini. Gli allergeni più forti sono: assenzio, ambrosia, pioppo, segale, betulla, ontano, acero. Sintomi di allergia al polline - grave prurito, lacrimazione, gonfiore delle mucose, arrossamento della pelle. Una dieta con una tale allergia elimina gli alimenti che aumentano la produzione di anticorpi nel corpo.

    Nel periodo di esacerbazione, il pesce e la carne, i brodi non troppo ricchi, le verdure, i legumi sono ammessi.

    Raccomandazioni speciali: durante la fioritura delle piante allergizzanti è necessario limitare la permanenza nei luoghi di crescita. Si raccomanda inoltre di indossare una maschera medica sul viso per evitare l'inalazione di polline.

    Limita il tuo soggiorno nel campo delle piante da fiore

    Dieta ipoallergenica generale

    Persone che sono inclini a reazioni allergiche, di volta in volta è utile passare a una dieta ipoallergenica al fine di identificare un allergene specifico o ridurre la sensibilità del sistema immunitario.

    1. Ricotta;
    2. yogurt;
    3. Carne e pollame a basso contenuto di grassi;
    4. Pesce bianco;
    5. Frattaglie (fegato, reni);
    6. Farina d'avena e porridge di riso;
    7. ortaggi;
    8. Mele verdi;
    9. Frutta secca;
    10. Olio vegetale;
    11. Povero tè.

    Raccomandazioni speciali: una dieta ipoallergenica dura da due settimane a un mese. Dopo questo tempo, è consentito aggiungere gradualmente gli alimenti alla dieta. Osservando i cambiamenti nel corpo, è possibile determinare con precisione quali prodotti provocano una reazione allergica.

    Essere allergici è difficile, ma aderendo ad una dieta speciale, è possibile migliorare notevolmente la qualità della vita. Ascolta il tuo corpo, cambia le tue abitudini alimentari e segui le raccomandazioni di un allergologo, e quindi le allergie non possono mai rovinare la tua salute!

    Allergia alla fioritura della dieta

    Non conosco una dieta speciale, ma un allergologo, riferendosi alle raccomandazioni dell'Istituto di immunologia del Ministero della Sanità della Federazione Russa, raccomanda di escludere i prodotti semilavorati, le salsicce, le carni affumicate, che contengono molti additivi conservanti, stabilizzanti, coloranti che creano un carico maggiore sul sistema immunitario!

    Abbiamo avuto un ottimo allergologo in città, purtroppo spostato. Così ha raccomandato di escludere dal cibo i cosiddetti allergeni obbligatori (assoluti): cioccolato, miele, agrumi, uova, frutta rossa e verdura, per limitare la carne di pollo durante l'esacerbazione della febbre da fieno, cioè durante il periodo di fioritura.

    In realtà, la dieta non è necessaria da tenere. che non puoi - tesoro! Dal momento che arriva il polline, e questo è molto improbabile. Il fatto è che le allergie alimentari richiedono diete, le diete di pollinosi non richiedono, per quanto ne so. Dal momento che l'exoalergeny non sarà allergeni nel cibo.

    Se l'allergia alimentare non lo è, quindi la dieta a nulla. Se sei allergico al polline - anche morire di fame, non salverà.

    Ma nel periodo in cui non c'è fioritura, cerca di purificare il corpo nel suo insieme, il fegato. Allora nella stagione di manifestazione di allergie sarà significativamente più basso.

    Durante il periodo di fioritura, una persona allergica non mostra solo segni di febbre da fieno, ma anche le allergie alimentari, la cosiddetta allergia crociata, vengono esacerbate. Oltre agli allergeni evidenti, come cioccolato, miele, agrumi, frutti rossi, noci e spezie, abbiamo anche consigliato all'allergologo di escludere tutti i drupacee, anche le mele verdi. Siamo allergici al polline di betulla. È molto importante scoprire quali sono le allergie allergiche, poiché ogni gruppo ha le sue peculiarità nell'alimentazione.

    Allergia alla fioritura della dieta

    L'allergia stagionale ai pollini delle gemme di betulla e betulla ogni anno causa sofferenza a un numero sempre maggiore di persone. Un naso che cola, uno starnuto incontrollabile e frequente e prurito, prurito agli occhi - tutti questi sintomi sono una spiacevole manifestazione di questa malattia, aggravata da metà aprile a fine maggio. I pazienti che hanno incontrato per la prima volta l'pollinosi sul polline di betulla dovrebbero saperne di più sul disturbo, sul suo corretto trattamento e imparare ad alleviare le loro condizioni ricorrendo ad alcune precauzioni.

    Cause e segni della malattia

    I primi sintomi di pollinosi primaverile sono simili al comune raffreddore. La malattia può iniziare anche se non cresce la betulla nelle vicinanze. Il polline delle gemme fiorite viene trasportato da raffiche di vento su distanze abbastanza grandi, causando una reazione allergica di varia gravità in una persona.

    1. Insignificante. Si manifesta un lieve disagio e un debole grado di manifestazione dei sintomi principali. Facilmente tollerato senza cure mediche
    2. Media. La condizione ha sintomi più pronunciati, influenza la qualità e il ritmo della vita di una persona. È possibile fare a meno delle droghe.
    3. Pesante. Ha sintomi pronunciati, è difficile da tollerare. Richiede un trattamento. Può portare allo sviluppo di complicanze come allergie alimentari e asma bronchiale.

    Il più grande pericolo per le persone inclini alle allergie, è il polline. Per la maggior parte dei soggetti allergici, il contenuto di granuli di polline di betulla in 1 m³ di aria nella quantità di 1000 pezzi comporta già gravi rischi per la salute. Le proteine ​​allergeniche contenute nel polline di betulla causano problemi di salute, la più dannosa delle quali è la proteina glicoproteica. La manifestazione di allergie è la lotta del sistema immunitario contro l'irritante attraverso l'isolamento degli anticorpi.

    La prima ragione per cui c'è un'allergia alla fioritura della betulla - è un'immunità debole.

    Fattori che aumentano la probabilità di pollinosi:

    • interruzioni nel funzionamento del sistema immunitario;
    • malattia del fegato;
    • intolleranza individuale a qualsiasi componente di polline;
    • situazione ambientale negativa;
    • tonsillectomia, adenotomia (rimozione delle tonsille e adenoidi);
    • una storia di malattia bronchiale;
    • predisposizione genetica.

    Spesso i bambini soffrono di pollinosi. Va tenuto presente che la prima insorgenza di allergia alla betulla durante l'infanzia porta all'esasestamento stagionale di questa malattia ogni anno successivo.

    Sintomi di allergia ai pollini di betulla:

    • lacrimazione, prurito agli occhi;
    • arrossamento congiuntivale, gonfiore delle palpebre;
    • starnuti persistenti, congestione nasale;
    • arrossamento dei seni, secrezione di muco;
    • mancanza di respiro;
    • eruzione cutanea (orticaria);
    • tosse parossistica;
    • asma bronchiale;
    • aumento della temperatura corporea.

    L'esecuzione di pollinosi su betulla comporta seri problemi di salute, così come lo sviluppo di disturbi correlati.

    Reazioni incrociate

    Le allergie alimentari in tutto il mondo hanno preso le dimensioni dell'epidemia. L'allergia crociata è una risposta negativa del corpo all'interazione con prodotti che hanno una struttura simile con l'allergene principale. Nel nostro caso intendiamo l'allergene del polline di betulla.

    L'intolleranza alimentare si manifesta con gli stessi sintomi della pollinosi o rinforza quelli esistenti. Ma può anche essere accompagnato da:

    • gonfiore delle labbra e della lingua;
    • prurito nel cielo;
    • mal di gola;
    • arrossamento e gonfiore dei tessuti molli del viso;
    • difficoltà a deglutire;
    • edema laringeo;
    • orticaria;
    • vomito;
    • nausea;
    • rezmy nello stomaco;
    • disturbi delle feci.

    In rari casi, allergie alla betulla in combinazione con il cibo possono causare shock anafilattico.

    I "colleghi" di betulla sono piante come ontano, castagno, mela, nocciola, quindi qualsiasi interazione con i rami, la vegetazione, i fiori, la corteccia e i frutti di questi alberi e arbusti dovrebbe essere limitata. Non dovresti prendere in mano boccioli di betulla, ciliegie, coni di ontano, ci sono noci e mele.

    Manifestazioni di allergia crociata alla betulla possono verificarsi quando si prendono prodotti che potrebbero ottenere polline: miele, linfa di betulla. Dovresti stare attento con frutta, verdura e verdure scarsamente lavate che crescono vicino ai boschetti di betulle. Nella maggior parte dei casi, il lavaggio, il trattamento termico e il peeling aiutano a risolvere il problema.

    Gruppi di rischio e diagnostica

    Il rischio di allergia ai fiori di betulla è soggetto a:

    • bambini i cui genitori soffrono di pollinosi stagionale;
    • bambini e adulti immunocompromessi;
    • persone che vivono in aree di disastri ambientali e maggiori rischi ambientali;
    • pazienti con altri tipi di allergie;
    • persone con intolleranza individuale ai pollini.

    Prima di chiedere al medico come trattare le allergie alla betulla, dovresti assicurarti che la malattia sia presente. Questo può essere fatto con l'aiuto di speciali metodi diagnostici - test allergologici. Il metodo consiste nell'introduzione nel corpo di piccole dosi di allergeni tipici che compongono la composizione del polline di betulla. Se una persona ha una reazione positiva, viene diagnosticato come allergico alla betulla (pollinosi della fioritura delle gemme).

    • tutti i sintomi sono determinati;
    • una storia è fatta;
    • vengono eseguiti esami generali del sangue e delle urine;
    • vengono eseguiti test cutanei.

    La più difficile da diagnosticare allergia crociata, poiché la malattia si sviluppa contemporaneamente da diversi allergeni. Solo uno specialista competente e professionale è in grado di trovare la relazione tra polline e allergie alimentari in un solo paziente. In alcuni casi, gli allergologi raccomandano i loro reparti invece di dozzine di allergie per trovare ed eliminare tutte le coppie di antigeni trasversali.

    Metodi per affrontare la malattia

    Il trattamento delle allergie ai pollini di betulla comporta diversi metodi:

    1. Metodo di eliminazione Assume il completo isolamento del paziente dalla proteina dell'aggressore. In questo caso, si consiglia alla persona di lasciare la zona in crescita degli alberi in modo permanente o per il periodo di fioritura. Se ciò non è possibile, è consigliabile lasciare i locali il meno possibile, usare respiratori, occhiali e indossare indumenti chiusi.
    2. Terapia farmacologica
    3. Correzione e prevenzione della nutrizione. Il trattamento correttivo è prescritto dal medico in ogni singolo caso. I più comunemente usati sono antistaminici e altri farmaci ben raccomandati:
    • kromogeksal;
    • Aerius;
    • Zyrtec;
    • Singulair;
    • Fenistil;
    • desametasone;
    • suprastin;
    • Nasonex;
    • loratadina;
    • cetirizina;
    • Claritin;
    • Prednisolone.
    1. Il metodo di immunoterapia specifico allergene (ASIT). Viene effettuato con l'aiuto di un'introduzione costantemente aumentata nel corpo di una dose di una sostanza che provoca l'allergia (mediante iniezione o metodo sublinguale). È possibile utilizzare in piccole dosi estratto, tintura, tè da gemme di betulla. Aumentare gradualmente le dosi. I bagni sono consentiti con l'aggiunta di infusione. Il trattamento con questo metodo viene effettuato solo sotto la supervisione di un allergologo e non durante una esacerbazione della malattia.

    Quando è necessario vedere un medico urgentemente:

    • sono comparsi nuovi sintomi;
    • i vecchi sintomi peggiorarono;
    • per molto tempo non ci sono miglioramenti.

    È necessaria assistenza medica urgente nei seguenti casi:

    • apparve il respiro sibilante;
    • respirare è difficile;
    • Si osservano sintomi di shock anafilattico (perdita di coscienza, depressione respiratoria, bassa pressione sanguigna, angioedema, soffocamento).

    Restrizioni alimentari

    Se nel bel mezzo della primavera una persona avverte sintomi correlati allergia alla betulla, è necessario prendere seriamente in considerazione la dieta per un periodo di peggioramento della malattia. Più della metà delle persone che soffrono di pollinosi hanno un'allergia crociata ad alcuni alimenti, quindi è fondamentale sapere cosa mangiare se si è allergici alla betulla.

    I seguenti prodotti sono pericolosi:

    Buoni risultati sono dati non solo da una dieta per le allergie alla betulla, ma anche dal digiuno medico. Si consiglia di digiunare con acqua, acqua minerale o tisana dalle 24 alle 48 ore.

    Nel periodo acuto, sono ammessi porridge d'acqua, segale, pane bianco e grigio, minestre di verdure vegetariane leggere. Dopo aver attenuato i sintomi, è possibile inserire nella dieta carne magra stufata in bollito o al vapore, latticini, uova di quaglia, pasta di grano duro.

    Se sei allergico al polline di betulla, dovresti abbandonare temporaneamente:

    • dolci;
    • alcol;
    • il fumo;
    • pasticceria;
    • carne affumicata;
    • agrumi (specialmente mandarini);
    • sottaceti e conservazione.

    Non assumere droghe e integratori alimentari a base di boccioli di betulla e verdure.

    Raccomandazioni della medicina tradizionale

    Buoni risultati per alleviare lo stato di salute in caso di allergia alla betulla possono essere raggiunti con rimedi popolari. Una delle raccomandazioni della medicina tradizionale è il consiglio di risciacquare gli occhi e le narici con la seguente soluzione: aggiungere un pizzico di sale da cucina o due cucchiaini di estratto di camomilla a 0,5 l di acqua bollita fredda.

    1. 2 minuti con una forte forza per premere la punta degli indici sulle piccole depressioni sotto gli zigomi, sul lato delle ali del naso. Ripeti ogni 2 ore.
    2. Premi saldamente con il tuo indice e il medio sui punti su entrambi i lati del ponte nasale, vicino agli angoli degli occhi. Tenere premuto per diversi respiri. Ripeti ogni 2 ore.
    1. In acqua calda (0,5 litri) aggiungere un cucchiaio di camomilla secca o achillea. Respira il vapore.
    2. Bere giornalmente 2-3 tazze di tè dalla droga del eyehole, dal sambuco nero, dalla melissa, dall'echinacea o dalla camomilla.
    3. Bere tre volte al giorno, un bicchiere di ortica, zenzero, pan di zenzero marrone o tè di chiodi di garofano.
    4. Mangia aglio per ridurre il gonfiore delle mucose.
    5. Ogni giorno, bevi un bicchiere di tè dall'idromassaggio canadese, l'eufrasia.

    Prima di utilizzare le erbe, è necessario assicurarsi che la diagnosi sia corretta e consultare il proprio medico. Per comprare le erbe dovrebbe essere solo in una farmacia e solo i prodotti di aziende ben note e di fiducia. Non superare le concentrazioni e i dosaggi indicati. Senza il consenso del medico non deve assumere medicinali a base di erbe contemporaneamente ai farmaci.

    Misure preventive

    Se sei allergico alla betulla, il trattamento è notevolmente facilitato da misure preventive.

    Per ridurre l'effetto del polline sul corpo, si consiglia di:

    • mantenere le finestre in casa chiuse durante il periodo di fioritura della betulla, pulire l'aria con l'ausilio di dispositivi speciali;
    • indossare occhiali da sole per proteggere gli occhi quando si esce di casa;
    • pulizia giornaliera umida dell'alloggiamento;
    • fare la doccia almeno 2 volte al giorno;
    • lavare la faccia il più spesso possibile per lavare via il polline dalla pelle;
    • tornare a casa, indossare abiti puliti e inviare immediatamente vestiti sporchi alla lavanderia;
    • proteggere il viso con una benda di garza durante la pulizia.

    Nelle giornate calde, specialmente di sera, quando la concentrazione di pollini nell'aria è massima, è meglio astenersi dall'andare all'aperto. È necessario condurre la messa in onda dei locali dopo una pioggia. Pulisci bene l'aria negli ionizzatori domestici e filtri aria ad alta efficienza.

    Nei casi più gravi, quando l'allergia alla betulla è difficile da trattare, i medici raccomandano ai loro pazienti di andare in congedo e lasciare la regione di coltivazione della betulla per il periodo della fioritura.

    Il rispetto delle misure preventive, il trattamento tempestivo e il contatto limitato con il polline di betulla aiuteranno a sopravvivere nella stagione della fioritura nel modo più confortevole possibile.

    La copia dei materiali dal sito è possibile senza previa approvazione in caso di installazione di un link indicizzato attivo al nostro sito.