Adenocarcinoma del retto: il pericolo di questa malattia

Come sapete, le neoplasie maligne possono colpire quasi tutti gli organi del corpo umano. Nessuna eccezione è una delle parti del tubo digerente coinvolte nel processo diretto di escrezione delle feci - il retto.

È soggetto a una malattia così pericolosa come l'adenocarcinoma. Cos'è? Il fatto è che la superficie interna dell'intestino diretto è ricoperta dal cosiddetto epitelio ghiandolare. Soffre della sconfitta di un tumore maligno con adenocarcinoma.

Adenocarcinoma del retto

L'adenocarcinoma del retto si verifica più spesso nella vecchiaia.

Ci sono alcuni gruppi a rischio di persone inclini a questa malattia. Il più spesso la malattia è suscettibile a rappresentanti dell'età senile. Un certo rischio sorge da coloro che hanno raggiunto il cinquantesimo anno.

La causa dell'adenocarcinoma dopo cinquant'anni non è completamente compresa. Forse in parte lo sviluppo del processo influisce sul naturale invecchiamento dell'organismo, così come sullo stile di vita e sulle abitudini alimentari.

Tuttavia, resta il fatto che il numero di casi di tumori maligni del retto negli ultimi decenni è aumentato più volte. Secondo i dati della ricerca, è stato anche rivelato un nesso definito tra la malattia e il tenore di vita di un determinato paese. Inoltre, più lo stato è sviluppato e civilizzato, più spesso include persone vittime di una terribile malattia.

Gli scienziati hanno identificato fattori che in qualche modo possono influenzare lo sviluppo di adenocarcinoma del retto. Questi includono:

  • età dai 50 anni in su;
  • cibo, povero di verdure e frutta, ma ricco di grassi, carne e prodotti a base di farina;
  • predisposizione ereditaria;
  • lavoro correlato all'esposizione del corpo umano a droghe o preparati tossici (compresi medicinali). Funziona anche con idrosilicati (amianto);
  • Shock nervosi e lunga stitichezza;
  • malattie intestinali, in particolare, della sua sezione spessa (colite, polipi, fistole croniche, tumori dei villi, ecc.);
  • impegnarsi in sesso anale non protetto, infezione da papilloma umano.

Tipologia della malattia

Sulla base dei dati ottenuti durante l'esame diagnostico, uno specialista può facilmente determinare il grado e il decorso della malattia. Sulla base di queste informazioni, sarà prescritto un trattamento appropriato. La malattia è divisa nei seguenti tipi:

  1. adenocarcinoma scarsamente differenziato. Una delle varietà include l'adenocarcinoma delle mucose, una caratteristica della quale è il rilascio di una grande quantità di muco;
  2. altamente differenziato;
  3. moderatamente differenziato;
  4. indifferenziata. Questo tipo è caratterizzato da corrente acuta e risultati avversi.

Prognosi stimata della malattia

Affrontare la malattia dovrebbe immediatamente dopo la sua scoperta.

C'è un indicatore particolare di quante persone possono vivere con questa malattia.

Secondo alcune statistiche, è stato scoperto che una persona ha cinque anni di estorsione, avendo un adenocarcinoma rettale in sua presenza, può vivere come molti, e qualche volta di più.

Quindi, gli anni decisivi sono i primi anni di lotta contro la malattia. Le seguenti caratteristiche influenzano il decorso e l'esito atteso della malattia:

  1. dimensione del tumore (più piccolo, meglio è);
  2. dati di studi istologici di educazione;
  3. indicatori della profondità di germinazione del tumore nella parete intestinale (più è superficiale, meglio è, e viceversa);
  4. il grado di differenziazione dell'educazione (più basso, peggio è il risultato);
  5. la presenza di metastasi regionali. Questo sintomo spesso dipende dalla capacità dei linfonodi di far fronte al loro aspetto.

sintomatologia

Il fatto è che nelle fasi iniziali della malattia i sintomi non sono così allarmanti che una persona sospetterà che qualcosa non va.

Le manifestazioni, che verranno descritte di seguito, possono essere caratteristici di altre condizioni patologiche e in un primo momento non destare il sospetto di una malattia grave. Quindi, per la fase iniziale della neoplasia maligna del retto è tipico:

  • dolore nella regione epigastrica che si verifica con una certa periodicità (di regola, la natura del dolore è dolorosa);
  • problemi con l'appetito nella direzione del suo declino (a causa di ciò che sta perdendo peso), a volte nausea, flatulenza;
  • manifestazioni di stitichezza e diarrea, in alternanza tra loro;
  • scarico mucoso e sanguinante (e successivamente purulento) nelle feci, diventando permanente;
  • malessere generale, pallore della pelle, aumento della temperatura corporea.

È interessante notare che nel tempo i sintomi aumentano. Le manifestazioni di nausea e talvolta vomito sono più frequenti e la sensazione di pesantezza e bruciore di stomaco è fastidiosa. I dolori sono aggravati dal fatto che il tumore si coalizza con i tessuti o gli organi vicini. Durante un esame medico mediante palpazione, attraverso la parete peritoneale si può sentire un tumore mobile con una tuberosità e una consistenza densa.

E a causa del fatto che il tumore si trova in un posto così specifico (intestino crasso), dove il movimento delle masse fecali si verifica costantemente, così come gli effetti fisici e chimici, gradualmente diventa ulcerato.

Il processo descritto è la causa dello sviluppo dell'infezione, che influenza anche l'intensificazione dei sintomi locali. Inoltre, vi è un aumento della temperatura e intossicazione generale, che causa cambiamenti nei parametri del sangue. Se l'infezione si diffonde oltre il peritoneo (in particolare, la sua fibra), le sensazioni dolorose nella regione lombare e i segni di peritonite possono essere fastidiosi.

Si noti che nelle prime fasi della malattia, il tumore ha l'aspetto di funghi strapiombanti. Nell'attuazione dell'incisione del tumore, che viene eseguita dopo averlo rimosso dal paziente per l'ispezione e l'analisi necessaria, visivamente c'è quanto segue:

  • il tumore può essere di consistenza solida;
  • in alcuni casi, granulare;
  • a volte ha un colore grigio-bianco.

Lo sviluppo del processo tumorale ha alcune fasi, che sono caratterizzate da quanto segue:

  1. Inizialmente, il neoplasma si trova all'interno della mucosa e della sottomucosa del grande parto dell'intestino. Allo stesso tempo, si può osservare un rigonfiamento al lume interno dell'intestino. Nel caso di metastasi a questo stadio di sviluppo del tumore, la parete intestinale è interessata a tutto spessore. Anche le metastasi possono raggiungere i linfonodi regionali.
  2. Quando una crescita maligna cresce di dimensioni maggiori, può colpire non solo gli organi vicini, ma anche i linfonodi e gli organi che si trovano a una discreta distanza da esso.

Come è la diagnosi della malattia?

Uno studio delle feci aiuterà a diagnosticare la malattia.

Il trattamento e il suo possibile esito dipenderanno dalla gravità e dalla diffusione del tumore.

La priorità è di visitare un oncologo specialista, che condurrà un'indagine dettagliata, effettuerà un esame approfondito e nominerà anche un esame appropriato.

Un passo importante nella diagnosi è la radiografia con un agente di contrasto, che fornisce un'immagine più affidabile di ciò che sta accadendo all'interno del corpo. Sono anche prescritti i seguenti test:

  1. l'analisi del sangue è generale, dove viene prestata particolare attenzione all'indicatore ESR (tasso di sedimentazione degli eritrociti). Questo indicatore indica la gravità del processo infiammatorio;
  2. esame delle feci per sangue nascosto;
  3. studio della parte diretta dell'intestino usando il metodo della palpazione e dell'endoscopio.

Esistono numerosi altri metodi diagnostici che vengono nominati a discrezione di uno specialista o di una commissione. E, sebbene molte delle procedure siano piuttosto spiacevoli, è necessario esaminarle, perché le ulteriori tattiche di trattamento e la prognosi del decorso e dell'outcome della malattia dipendono in gran parte dall'affidabilità dei dati ottenuti nello studio.

L'esame affidabile dell'intestino crasso aiuterà anche ad escludere l'adenocarcinoma se il medico commette un errore nelle ipotesi su questo punteggio.

Per il cancro del colon, guarda nel video:

Com'è il trattamento dell'adenocarcinoma del colon?

È importante notare che il processo di trattamento dipende direttamente dalla forma e dallo stadio della malattia. Più spesso, i medici ricorrono a terapie complesse.

In particolare, viene prescritto un ciclo di radiazioni, dopo il quale si osserva una morte parziale delle cellule patologiche (tumorali), che porta ad una diminuzione della dimensione del tumore. Questo tipo di trattamento viene effettuato dopo la rimozione chirurgica della formazione.

Questo riduce al minimo la probabilità di trasferire cellule tumorali e riduce la possibile infiammazione dei tessuti circostanti. Con tutto questo, un posto importante è dato all'osservanza di una dieta speciale e di una terapia farmacologica.

I principali metodi di terapia per combattere con successo l'adenocarcinoma dell'intestino crasso

Fortrans - significa per pulire il tratto digestivo.

Rimozione del tumore mediante intervento chirurgico. Questo metodo è il più efficace, dal momento che durante l'intervento chirurgico viene rimossa una neoplasia, che è essenzialmente il punto focale della malattia.

Inoltre, la rimozione dei tessuti affetti da metastasi. È molto importante seguire tutte le regole di preparazione prima dell'operazione, vale a dire:

  • seguire una dieta priva di scorie, le cui sfumature il medico dice al paziente;
  • eseguire (indipendentemente o con l'aiuto del personale medico) manipolazioni relative alla pulizia dell'intestino dalle feci. Questo è fatto, di regola, 3-5 giorni prima dell'operazione per mezzo di clisteri e lassativi;
  • fare (come prescritto dal medico) il lavaggio del tratto digestivo con l'aiuto di mezzi moderni migliorati. I migliori per questo sono "Fortrans" e "Lavage".

Anche la terapia con chemioterapia è efficace. In particolare, vengono utilizzati i seguenti farmaci: Raltitrexide, Ftorafur e Capecitabine, Leucovorin, Irinotecan e 5-fluorouracile. Quando si combinano questi farmaci, il trattamento diventa più efficace.

Terapie adiuvanti

Clisma pulizia con l'aggiunta di solfato di rame ha un buon effetto.

Esposizione radio Questo metodo è adatto per il trattamento di un tumore prima e dopo l'intervento chirurgico allo scopo di ridurre la neoplasia in volume e prevenire l'insorgenza di metastasi.

In alcuni casi l'irradiazione è utilizzata come metodo principale di terapia. Ciò è dovuto al fatto che quasi tutte le parti dell'intestino crasso (ad eccezione del retto) sono abbastanza mobili e possono cambiare posizione con il cambiamento della postura del corpo da parte degli esseri umani.

Terapia dietetica Non esiste una dieta specifica per i pazienti con questo tipo di malattia. Tuttavia, dovrebbero prestare molta attenzione ad includere una quantità sufficiente di frutta e verdura fresca e al vapore nella loro dieta.

Non solo saturano il corpo con sostanze benefiche, ma sono anche più facili da digerire e contribuiscono al miglioramento dei processi perestali nell'intestino. I pazienti sottoposti a resezione (rimozione parziale) dell'intestino devono essere ricordati che il cibo che consumano deve essere leggero, non indugiare nello stomaco, senza causare nausea e accumulo di gas nell'intestino (flatulenza). Altrettanto importante è l'osservanza del bilancio idrico e della dieta.

Terapia vitaminica L'assunzione della quantità necessaria di vitamine migliora le condizioni generali del paziente e aiuta a mantenere un certo equilibrio nel funzionamento di organi e sistemi.

Esistono anche metodi popolari usati nel trattamento dell'Adenocarcinoma dell'intestino crasso. Tuttavia, sono un'aggiunta particolare al trattamento principale. E prima di usare rimedi popolari, è imperativo consultarsi con lo specialista presente.

Le proprietà curative del grasso baibaka (gopher o marmotta), che è necessario bere 4 cucchiai al giorno, o cuocere il cibo su di esso. I miglioramenti diventano evidenti in un mese.

L'acqua purificata del clistere con l'aggiunta di solfato di rame ha anche un buon effetto. Per fare questo, 2 litri di acqua devono assumere 100 mg di concentrato di solfato di rame. Il corso del trattamento non è più di due settimane.

Anche utile celidonia di brodo. Si prepara come segue: 1 cucchiaio di erbe viene versato con un bicchiere di acqua bollente e infuso per circa mezz'ora. Prendi 1 cucchiaio 2-3 volte al giorno prima dei pasti.

C'è un'altra ricetta: mescolare 1 cucchiaio di radice di calamo con 3,5 cucchiai di colore di patata, 1,5 cucchiai di fiori di calendula e 4 cucchiai di radice di assenzio. La miscela risultante deve essere versata acqua bollente e insistere per 5-6 ore. Il filtro per infusione risultante e bere 100 ml prima di mangiare.

Un po 'sulle sfumature dell'operazione

Intervento chirurgico: un metodo per trattare questa malattia.

Quando si esegue un intervento chirurgico, gli oncologi cercano di non toccare la neoplasia, ma bloccano i vasi sanguigni e tagliano la parte intaccata dell'intestino.

Questo viene fatto per garantire che le cellule tumorali non vengano trasportate con il flusso sanguigno in tutto il corpo. In una situazione in cui le metastasi si trovano a una discreta distanza dalla formazione maligna, l'operazione è inefficace.

Tuttavia, in alcuni casi, l'intervento è ancora effettuato. Ciò evita complicazioni ancora maggiori, dolore proveniente dal cuore e infiammazione. Se la malattia è allo stadio estremo, allora l'operazione è necessaria per normalizzare il lavoro dell'intestino e formare la cosiddetta colostomia (tubo con un foro).

Cosa succede in casi particolarmente difficili?

Quindi, quando il processo maligno ha dato complicazioni, la chirurgia viene eseguita urgentemente.

In primo luogo, la neoplasia viene rimossa e le complicanze vengono eliminate, quindi viene formata la colostomia, può essere fatta a canna singola oa doppia canna. Nel caso della prima opzione, il movimento delle feci passa direttamente attraverso la colostomia.

Con la seconda opzione, le feci possono essere espulse naturalmente. Dopo l'operazione corrispondente, l'intestino inizia a funzionare normalmente dopo 2-5-7 mesi, dipende dal successo dell'operazione e dalle caratteristiche individuali dell'organismo di ogni singolo paziente.

Esito stimato di adenocarcinoma dell'intestino crasso

Se la malattia in tempo per rilevarlo è molto facile da curare.

Il risultato dipende direttamente in quale fase è stata rilevata la malattia e come è andato il processo di trattamento. Altrettanto importante è la presenza o l'assenza di metastasi e l'estensione della lesione.

A condizione che al paziente sia stato dato un intervento, i successivi cinque anni possono essere decisivi. È possibile restituire la malattia, ma se questa pietra miliare viene superata, ciò indica una previsione favorevole per il futuro.

Quando ectomia radicale della parte interessata dell'intestino crasso, che comporta la rimozione di un'area impressionante, il tasso di sopravvivenza raggiunge il 90%.

Tuttavia, più lo stadio è serio e maggiore è la prevalenza della malattia, meno è probabile che si tratti di eliminare la pericolosa malattia. In questo caso, anche dopo la rimozione chirurgica del tumore, il paziente, di regola, vive raramente più di 5 anni.

Se la malignità si è metastatizzata ai linfonodi, quindi, di regola, circa la metà dei pazienti sopravvive.

Prevenzione di adenocarcinoma dell'intestino crasso

  • Una dieta in cui prevarrà il cibo "sano": frutta, verdura, grassi vegetali, cereali e così via.
  • Trattamento tempestivo di infezioni e malattie dell'apparato digerente.
  • Evitare situazioni stressanti frequenti ed esposizione a fattori nocivi (ad esempio, condizioni di lavoro pericolose). Ciò può includere una restrizione rigorosa dell'uso di alcol e prodotti a base di tabacco o un completo rifiuto di questi ultimi.
  • Uso moderato di droghe, specialmente quelle che possono irritare le pareti dello stomaco e dell'intestino.
  • Non abusare del sesso anale, ma è meglio evitarlo.
  • Lo studio del loro pedigree per la presenza di uno qualsiasi dei parenti di neoplasie maligne. In questa occasione, puoi consultare uno specialista.

Di norma, l'emergere di una malattia pericolosa non influisce su un fattore di rischio, quindi è assolutamente necessario ascoltare i suggerimenti di cui sopra. Pertanto, gli effetti meno dannosi sul corpo, meno probabilità di ammalarsi di cancro.

Sii ragionevole e presta più attenzione alla tua salute!

Tutto su adenocarcinoma rettale

La patologia più comune del piano oncologico è l'adenocarcinoma del retto o, nel linguaggio comune, un cancro dell'intestino. Gli scienziati di tutto il mondo stanno lavorando sulla questione della diagnosi precoce di questa malattia, poiché nelle fasi avanzate del rilevamento, nel 95% dei casi il paziente è condannato.

L'adenocarcinoma è una neoplasia maligna che progredisce dalle cellule ghiandolari del tessuto epiteliale che riveste tutti gli organi del corpo umano. Questa forma di cancro è la più aggressiva e comune, ma sfortunatamente è quasi impossibile difendersi da essa, perché si basa sull'interazione del fattore ereditario con l'ambiente e i vari aspetti della vita umana.

Eziologia dell'adenocarcinoma

La principale causa di adenocarcinoma del retto, molti scienziati nel mondo moderno ritengono la presenza di neoplasie benigne. Le cellule alterate di un normale polipo o adenoma possono rinascere in cellule cancerose sotto l'influenza di vari fattori. Le ragioni principali per lo sviluppo del processo oncologico dell'intestino sono le seguenti:

  • la presenza nella famiglia di persone che hanno sofferto di una patologia simile, cioè una storia oncologica appesantita della vita;
  • malattie intestinali croniche (polipi, ulcere, dysbacteriosis, fistola e colite di diversa genesi) predispongono allo sviluppo di processi oncologici, soprattutto se la malattia ha una storia di oltre 10-15 anni;
  • età oltre 50 anni;
  • tendenza a frequenti stitichezza;
  • rare feci, costantemente manifestate nella colite ulcerosa, sono considerate un precursore molto pericoloso del cancro;
  • sesso anale;
  • Il papillomavirus umano in sé è considerato molto pericoloso in termini di sviluppo dell'oncologia di qualsiasi organo, incluso l'intestino;
  • neoplasia maligna del retto è spesso associata a gravi violazioni nella dieta, cioè l'abuso di grandi quantità di grassi animali, prodotti a base di farina, carne rossa, mentre ignorando verdure fresche e frutta contribuisce allo sviluppo del cancro del tratto gastrointestinale;
  • prevalenza di cibi fritti e affumicati nel menù del giorno;
  • mancanza di esercizio;
  • contatto con sostanze nocive o radioattive;
  • cattive abitudini (fumo, alcool);
  • sovrappeso.
Segnato dal fatto che l'adenocarcinoma del retto colpisce molto più spesso il maschio.

Specie di adenocarcinoma

Nell'adenocarcinoma del retto, ci sono diversi tipi:

  • altamente differenziato;
  • moderatamente differenziato;
  • scarsamente differenziato;
  • indifferenziata.
Il tipo di tumore è determinato nel processo di diagnosi, che è di particolare importanza nella scelta di un piano efficace e adeguato di misure terapeutiche. Ogni tipo di neoplasma ha una caratteristica specifica e dati prognostici.

Vista altamente differenziata

L'adenocarcinoma rettale altamente differenziato è diagnosticato meglio e più facilmente rispetto ad altri tipi di cancro, perché le cellule del focus patologico presentano differenze significative rispetto al tessuto sano, che consente agli specialisti esperti di identificare l'oncologia nelle prime fasi dello sviluppo.

Circa il 7% di tutti i tipi di oncologia appartiene a questa specie. La patologia è considerata abbastanza comune nel mondo. Il cancro ghiandolare in questa interpretazione può colpire qualsiasi organo, ma grazie ad una certa struttura della divisione delle cellule anormali, si trova negli stadi sottoposti a trattamento chirurgico, che dà una prognosi favorevole al 50%.

Il trattamento e la prognosi di un tipo altamente differenziato di adenocarcinoma hanno il risultato più favorevole e il numero minimo di recidive.

Vista moderatamente differenziata

Gli scienziati hanno adenocarcinoma moderatamente differenziato del retto al quarto posto tra tutti i processi oncologici registrati. La caratteristica di questo tipo è costituita dai seguenti aspetti:

  • proviene da cellule di tessuto ghiandolare;
  • la metastasi avviene attraverso il sistema linfatico;
  • il successo degli interventi terapeutici sta nella diagnosi precoce;
  • identificare le fasi iniziali di sviluppo di questo tipo di oncologia è molto problematico, poiché le cellule atipiche tendono a passare inosservate per lungo tempo, assumendo la forma e la struttura delle cellule sane;
  • pronunciata atipicità delle cellule tumorali è osservata solo negli ultimi stadi della malattia, che causa il 90% di mortalità.
L'adenocarcinoma di questo tipo nella maggior parte dei casi non può essere trattato e una persona muore entro un tempo abbastanza breve dall'intossicazione da cancro.

Vista scarsamente differenziata

L'adenocarcinoma a basso grado del retto è chiamato tumore della mucosa, che è caratterizzato dalla produzione di grandi quantità di muco esogeno. In quasi tutti i casi, c'è un accumulo di liquido anormale intorno alla cellula cancerosa. Questo tipo di adenocarcinoma è caratterizzato dal più alto grado di malignità e aggressività. Già nelle prime fasi dello sviluppo della malattia si osserva una rapida progressione delle cellule tumorali. Anche per la vista di basso livello includono:

  • carcinoma a cellule squamose;
  • una neoplasia ghiandolare squamosa che raramente viene diagnosticata;
  • il tumore mucocellulare ha la tendenza ad infettare le persone di età giovane, a diffondersi significativamente nei tessuti del corpo, non ha confini chiari, il che complica enormemente il processo dell'intervento chirurgico.

Vista indifferenziata

La forma indifferenziata dell'adenocarcinoma del retto è chiamata cancro anaplastico. Il tumore consiste di cellule atipiche che non appartengono a nessuna delle definizioni istologiche. Questa forma provoca la formazione di infiltrazioni pronunciate e metastasi fulminanti nei vicini linfonodi regionali, che accelera la diffusione del processo patologico e l'intossicazione dalla rottura delle cellule atipiche. La probabilità di sopravvivenza in questa forma di adenocarcinoma non supera il 3-5%.

Sintomi di adenocarcinoma del retto

Sfortunatamente, al fine di individuare adenocarcinomi rettali in una fase precoce, bisogna essere estremamente attenti alla propria salute, dal momento che il cancro ghiandolare non dà sintomi caratteristici per molto tempo.

Le prime fasi del processo oncologico possono essere individuate abbastanza per caso nella diagnosi di un'altra patologia intestinale, che molto spesso precede la formazione di oncologia.

Le prime manifestazioni di un cancro già in atto attivamente nell'intestino sono:

  • dolore ricorrente nell'intestino, con predominanza di attacchi crampi;
  • frequente impulso ad agire di defecazione, con esito infruttuoso;
  • diminuzione dell'appetito;
  • rapida perdita di peso;
  • la temperatura corporea elevata è di natura subfebrile;
  • pallore della pelle;
  • frequente gonfiore dell'intestino;
  • la presenza di sangue, muco e pus è nota nelle feci;
  • la stitichezza può alternarsi a diarrea diffusa;
  • c'è dolore durante l'atto di defecazione;
  • aumento della debolezza generale;
  • lo sviluppo dello stato di cachessia (esaurimento estremamente pronunciato).
I sintomi di adenocarcinoma intestinale nella maggior parte dei casi attira l'attenzione del paziente già a 2-3 stadi della progressione del processo tumorale, che riduce significativamente la possibilità di successo di misure terapeutiche.

Diagnosi di adenocarcinoma

La presenza e lo stadio dell'adenocarcinoma del retto sono determinati utilizzando i seguenti metodi diagnostici:

  • esame di routine da parte di un medico di grande importanza informativa in termini di comparsa della manifestazione di sintomi patologici, natura dei disturbi, chiarimento degli episodi oncologici in famiglia;
  • esame visivo della pelle, delle mucose;
  • la palpazione esamina gli organi della cavità addominale e del bacino piccolo, che aiuta a fare una diagnosi preliminare;
  • la palpazione dei linfonodi porta anche informazioni molto utili (l'oncologia causa il loro aumento);
  • palpazione del retto;
  • esami generali del sangue e delle urine, test biochimici del complesso epatico e renale;
  • analisi delle masse fecali per la presenza di sangue nascosto (le cellule atipiche sono già presenti nel processo di disintegrazione di adenocarcinoma);
  • la radiografia dell'intestino inferiore mediante il contrasto consente di rilevare il processo tumorale in uno stadio iniziale di sviluppo;
  • l'esame endoscopico (colonscopia) è considerato il metodo più informativo;
  • L'ecografia degli organi addominali, in questo caso, aiuterà a determinare la prevalenza del processo di metastasi, danni agli organi vicini e linfonodi;
  • Nuovi metodi, come la tomografia computerizzata, la risonanza magnetica, aiutano a determinare la natura e il tipo di processo del tumore, nonché la quantità di adenocarcinoma distribuito nell'intestino, qual è la sua area e area di metastasi;
  • analisi specifica dei marcatori tumorali.

Tale esame su larga scala di pazienti con probabile sviluppo di adenocarcinoma consente di determinare con precisione la localizzazione, il tipo e il grado di progressione della forma ghiandolare del cancro.

Complicazioni di adenocarcinoma intestinale

L'adenocarcinoma del retto, oltre ai processi di intossicazione, è irto del possibile sviluppo di situazioni ancora più pericolose e di emergenza, cioè il seguente:

  • la crescita del tumore nel lume del retto, che provoca lo sviluppo di un'ostruzione intestinale acuta;
  • esfoliazione della parete intestinale dovuta alla progressione del processo tumorale, che minaccia con abbondante sanguinamento intestinale, che è praticamente non resecabile;
  • la formazione di fistole intraintestinali, peritonite con un'alta percentuale di mortalità;
  • germinazione da parte del processo tumorale degli organi vicini, che interrompe o interrompe il loro normale funzionamento.
Nella metà dei casi di progressione dell'adenocarcinoma intestinale, la morte dei pazienti è dovuta allo sviluppo di complicanze e non al processo oncologico stesso.

Metodi di trattamento e prevenzione di adenocarcinoma

Il trattamento di adenocarcinoma del retto di solito comporta i seguenti metodi:

  • intervento chirurgico, cioè rimozione del tumore, se questa manipolazione è possibile in base alle condizioni del paziente e alla prevalenza del processo del cancro o, in generale, ha senso;
  • la radioterapia viene utilizzata per rallentare la crescita progressiva del cancro, la divisione anormale delle cellule atipiche e la preparazione per la chirurgia;
  • la chemioterapia è considerata un metodo ausiliario per il trattamento dell'adenocarcinoma del retto, vale a dire il rinforzo dei risultati dell'intervento chirurgico.
In tutto il mondo, l'adenocarcinoma del retto, del colon e del colon è molto difficile da trattare, anche nelle prime fasi. La mortalità durante il primo anno è del 30%, dopo 1,5 anni - 42% e dopo 5 anni - il 78% del numero totale di casi registrati.

La prognosi per l'adenocarcinoma del retto, anche nelle fasi iniziali dello sviluppo, è piuttosto sfavorevole, quindi bisogna essere attenti alla propria salute e adottare misure preventive raccomandate dall'Associazione Internazionale degli Oncologi.

Per prevenire lo sviluppo di adenocarcinoma del retto, è necessario condurre uno stile di vita sano, cioè aderire a un'alimentazione corretta, esercitare e monitorare lo svuotamento tempestivo dell'intestino.

Trovato un errore? Selezionalo e premi Ctrl + Invio

Adenocarcinoma del retto o del cancro ghiandolare

L'adenocarcinoma del retto non viene trasmesso da una persona malata a percorsi di contatto sani, come previsto nel DNA. Pertanto, questa malattia è elencata in una categoria separata.

Cos'è l'adenocarcinoma del retto?

Il retto deve conservare e conservare le masse fecali formate prima della defecazione.

Consiste di tre strati:

  • lo strato mucoso che ricopre la cavità del retto e secernendo un muco speciale, che assicura il libero movimento delle feci;
  • strato muscolare - tessuto connettivo costituito da fibre muscolari che mantengono la forma dell'intestino. Durante la contrazione, rimuovono la massa fecale verso l'esterno;
  • strato peritoneale - assorbimento del tessuto adiposo che copre il retto.

Adenocarcinoma del retto: sintomi e manifestazioni

I linfonodi si trovano intorno all'intestino. Si attardano virus e batteri, così come le cellule tumorali. Il tumore del colon-retto o il tumore ghiandolare del retto non si manifesta nelle prime fasi, quindi nelle ultime fasi dopo l'intervento chirurgico e la chemioterapia nei pazienti vi sono poche possibilità di guarigione.

L'adenocarcinoma cresce dove c'è un epitelio ghiandolare. Nel retto, allinea il muro interno. Appare più spesso nelle persone anziane, specialmente in quelle che vivono in condizioni climatiche e di vita povere.

Codice ICD 10 - C20 Neoplasma maligno del retto.

Cause di adenocarcinoma del retto

L'adenocarcinoma intestinale si verifica con una complessa interazione del patrimonio (mutazioni genetiche complesse) con fattori esterni. Può svilupparsi da adenoma benigno (polipo).

Le cause di adenocarcinoma sono associate ai seguenti fattori:

  • lavorare con l'amianto e altri materiali chimici e tossici;
  • malattie del colon: polipi, colite, tumore villoso, fistola cronica;
  • lunga stitichezza;
  • stress nervoso;
  • sesso anale;
  • infezione da papillomavirus umano;
  • alimentazione di scarsa qualità.

Quadro clinico

I sintomi di adenocarcinoma del retto appaiono:

  • dolori dolorosi irregolari nell'addome;
  • dolore nel retto e nel perineo;
  • perdita di peso dovuta a mancanza di appetito e fame;
  • leggero aumento della temperatura;
  • addome gonfio e feci irregolari: la diarrea è sostituita da stitichezza o costipazione prolungata e diarrea;
  • defecazione accompagnata da attacchi dolorosi;
  • l'aspetto di sangue, muco e pus nelle feci;
  • debolezza di tutto il corpo;
  • pelle pallida.

complicazioni

Il cancro ghiandolare del retto lascia gravi conseguenze:

  • le cellule tumorali crescono nel lume del retto, la chiudono e provocano l'ostruzione intestinale;
  • segni dolorosi di adenocarcinoma del retto indicano sanguinamento dovuto alla rottura delle pareti intestinali da parte di un enorme tumore;
  • la metastasi dell'adenocarcinoma può colpire sia i tessuti sia gli organi vicini e distanti;
  • si sviluppa la peritonite, forma di fistole.

Tipi, tipi e forme di adenocarcinoma rettale

Il cancro ghiandolare del retto è diviso in tipi. Viene presa in considerazione l'omogeneità, cioè il grado di differenziazione per identificare il tipo di tumore.

La classificazione include:

  1. adenocarcinoma rettale altamente differenziato;
  2. adenocarcinoma rettale moderatamente differenziato;
  3. adenocarcinoma rettale scarsamente differenziato;
  4. cancro indifferenziato.

In un adenocarcinoma altamente differenziato, la struttura delle cellule tumorali rimane pressoché invariata, solo i nuclei aumentano. Le cellule, come quelle sane, svolgono le loro funzioni. Nei pazienti anziani, le metastasi non crescono e non penetrano in altri organi. Nei pazienti giovani, si possono formare foci secondari e la recidiva della malattia oncologica inizia entro 12 mesi dall'intervento. È difficile diagnosticare la malattia, dal momento che le cellule sane sono simili alle cellule tumorali.

Questo sottotipo risponde positivamente al trattamento, pertanto l'adenocarcinoma ad alto grado del retto ha una prognosi piuttosto elevata: fino al 98%. Dà speranza di guarigione, poiché non ci sono metastasi e la malattia si sviluppa lentamente.

Adenocarcinoma moderatamente differenziato del retto ha una prognosi che è molto peggio, è del 75%. In presenza di metastasi nei linfonodi, il tasso di sopravvivenza a cinque anni è ridotto al 50%. Una malattia con differenziazione moderata è caratterizzata dalla proliferazione delle cellule epiteliali, pertanto può verificarsi un'ostruzione intestinale. Un grosso tumore spesso abbatte la parete intestinale e si verifica un'emorragia. La malattia è aggravata dalla crescita di fistole e peritonite. Dopo l'intervento chirurgico e ulteriori metodi di trattamento, il corpo dà una buona risposta.

L'adenocarcinoma a basso grado del retto è uno dei tipi di adenocarcinoma del colon con sviluppo aggressivo, si verifica nel 20% dei pazienti oncologici. Procede con un polimorfismo cellulare pronunciato. Le cellule tumorali crescono rapidamente, le metastasi si diffondono precocemente agli organi adiacenti e tre volte più spesso che in forma altamente differenziata.

L'adenocarcinoma a basso grado del retto ha una prognosi deludente. Se il tumore viene rimosso nelle prime fasi e viene eseguita una terapia complessa, la remissione sarà lunga.

Il cancro ferruginoso è diviso in specie:

  1. Adenocarcinoma mucinoso del retto (mucosa). Contiene mucin (un componente del muco) e una piccola quantità di elementi dell'epitelio. Non ha confini chiari. Metastatizza alla regione dei linfonodi regionali. Il tumore è caratterizzato da frequenti recidive, poiché non ha sensibilità alle radiazioni.
  2. Adenocarcinoma cellulare ad anello. Sviluppa in modo aggressivo, metastatizza presto al fegato e ai linfonodi, cresce negli strati intestinali. Più spesso i giovani si ammalano.
  3. Adenocarcinoma squamoso. Il tumore è costituito da cellule piatte. Più spesso dispiegato nel canale anale. Il tumore ha un alto grado di malignità, uno sviluppo aggressivo. Gli onkokletki germinano nell'uretere, nella vescica, nella prostata, nella vagina. Spesso ricorre, quindi i pazienti dopo una diagnosi vivono non più di 3 anni. La soglia di sopravvivenza a cinque anni - fino al 30%.
  4. Adenocarcinoma tubulare. Il tumore è una formazione tubulare. La formazione di piccole dimensioni con confini fuzzy si verifica nel 50% o più di pazienti con cancro ghiandolare.

Il cancro indifferenziato cresce all'interno delle mura, che viene preso in considerazione durante l'operazione. Per il trattamento chirurgico, sono determinati la profondità della germinazione, i confini del tumore tumorale, la frequenza delle metastasi nel LN.

Pianificare la diagnosi e le tattiche di trattamento, prendere in considerazione le aree di germinazione dell'adenocarcinoma nel retto.

L'adenocarcinoma è distribuito nei dipartimenti (in centimetri dall'ano):

  • rettosigmoide - ad un'altezza di oltre 12 cm;
  • ampolle superiori - ad un'altezza di 8-12 cm;
  • sredneampulyarnym: ad un'altezza di 4-8 cm;
  • inferiore - 4 cm dalla linea dentata;
  • Canale anale - nell'ano.

L'adenocarcinoma più comune del retto ampular superiore.

Diagnosi e fasi di adenocarcinoma del retto

Per stabilire o confermare la diagnosi di adenocarcinoma del retto, è necessario il seguente esame diagnostico:

  1. esame ed esame digitale del retto da parte di un medico;
  2. esame del sangue per la presenza di marcatori tumorali;
  3. emocromo completo, dove la lettura dell'ESR è importante - tasso di sedimentazione dell'eritrocito, con ESR elevato;
  4. analisi di laboratorio del sangue occulto fecale;
  5. esame di radiopachi ed endoscopici (colonscopia);
  6. irrigoscopia e biopsia;
  7. Ultrasuoni del bacino e dell'addome;
  8. esame ecografico endorettale;
  9. CT e RM.

Fasi di adenocarcinoma del retto:

  • Adenocarcinoma dello stadio del retto 1: un tumore di piccole dimensioni, mobile, con un'area limpida e limitata della mucosa. Lo strato sottomucoso più profondo non penetra. Non ci sono metastasi regionali e distanti.
  • L'adenocarcinoma dello stadio retto 2 è diviso in 2 sottofasi:
  1. Lo stadio 2A è determinato quando i tumori oncone si diffondono a una terza o metà della circonferenza della mucosa, non va oltre il lume dell'intestino e le pareti, non c'è metastasi;
  2. Fase 2B - si distingue per metastasi nella LU vicino all'intestino. Le dimensioni possono essere inferiori alla fase 2A.
  • L'adenocarcinoma dello stadio retto 3, è anche diviso in 2 sottofasi:
  1. stadio 3A, che occupa più della metà della circonferenza dell'intestino. Cresce profondamente e coinvolge l'intera parete intestinale e il tessuto intestinale perineale nel processo del cancro. Registrare le metastasi rare nella LU del primo ordine;
  2. fase 3b con diverse dimensioni e profondità. Le metastasi multiple sono rilevate in tutti i linfonodi del retto.
  • Adenocarcinoma dello stadio del retto 4. Il tumore ha dimensioni diverse, ci sono metastasi distanti tra gli organi interni e LU. Il tumore tende a disintegrarsi e distruggere il retto. Crescere attraverso il tessuto pelvico ed essere combinato con metastasi regionali.

Trattamento di adenocarcinoma del retto

Il trattamento di adenocarcinoma del retto è effettuato: metodi chirurgici, combinati e complessi.

Il principale metodo di trattamento è la chirurgia, che viene eseguita nelle fasi iniziali del tumore. Prima di un intervento chirurgico, il paziente è pronto a raggiungere l'ablasticità e l'asetticità. Trattare l'intestino con cura, elaborare i vasi principali, mobilizzare l'intestino. Il chirurgo decide sulla rimozione delle metastasi e determina il volume dell'operazione.

Quando il trattamento con adenocarcinoma viene spesso prescritto combinato. In primo luogo, l'effetto sul tumore viene effettuato al fine di ridurne la massa, di devitalizzare le sue cellule, quindi viene eseguita un'operazione per adenocarcinoma del retto.

Nel 50% dei casi, il trattamento di adenocarcinoma del retto viene prescritto da bremsstrahlung per ridurre le dimensioni del tumore. Dopo la devitalizzazione delle celle onco, viene eseguita un'operazione. Prima e dopo l'intervento chirurgico, gli effetti della chemioterapia.

Le operazioni sono tipiche, combinate ed estese, a seconda delle fasi e dei gradi di tumore del tumore. Tumore tipico delle resezioni localizzato. La resezione combinata viene utilizzata quando la si diffonde ad altri organi. Le resezioni espanse rimuovono i tumori sincroni che si verificano contemporaneamente.

La chemioterapia previene la recidiva di adenocarcinoma. L'infusione di diversi farmaci (5-fluorouracile, oxaliplatino, leucovorin), a cui le cellule del cancro del colon-retto sono sensibili, viene eseguita all'interno della vena.

Se non è possibile eseguire l'operazione, la chimica viene eseguita come unico trattamento. Se non ci sono ostacoli alle operazioni, allora la chimica è combinata con la resezione.

Se ci sono più metastasi nella LU o metastasi singole nel fegato, la chimica viene eseguita con corsi che ritardano il trattamento per un lungo periodo.

Video informativo:

Metodi tradizionali di terapia

Il trattamento di adenocarcinoma del retto con rimedi popolari comprende i rimedi a base di erbe contenenti componenti antitumorali come parte, il che è confermato dalla moderna ricerca scientifica.

Queste piante includono:

  • funghi: betulla chaga, shiitake, maitake, cordyceps, reishi;
  • pietra miliare della radice, cicuta, aconito di Jungar, marsh belozer;
  • il giusquiamo è nero, l'assenzio è amaro, lembo di coda, celidonia, radice di bardana;
  • coni di ontano, propoli e altri mezzi.

È importante! Molte erbe medicinali sono velenose, quindi dovresti seguire la ricetta nella produzione e applicazione di decotti, tinture e tinture.

  1. Tintura della radice della pietra miliare: 1 cucchiaino. Pietra miliare della radice (prezzemolo felino) versare un bicchiere di alcol e insistere per 21 giorni. Applicato con metastasi epatiche. Alternando con la tintura di celidonia. A 50 ml. acqua aggiungere 1 goccia il primo giorno. Nei giorni successivi, aggiungere 1 goccia al giorno, anche la quantità d'acqua aumenta di 10-15 ml. Dopo aver preso 20 gocce in 100-150 ml. acqua, il loro conto alla rovescia è nella direzione opposta in una goccia. Nelle radici della pianta io contiene una cicutaxina sostanza tossica e medicinale. Prendi a stomaco vuoto al mattino.
  2. Un decotto di coni di ontano: coni frantumati (5 g) e versare acqua bollente (1 l.), Portare ad ebollizione, insistere per 2 ore e separare il liquido dal terreno. Assumere dopo i pasti - 1 cucchiaio / giorno.
  3. Tintura di funghi Veselka: funghi freschi (50 g) o secchi (5 g) si versa con la vodka - 200 ml. Insistere 2 settimane in un luogo freddo. La tintura non è filtrata. Assumi 1 cucchiaino. con acqua a stomaco vuoto. Le sostanze di Veselka producono attivamente perforanti nel corpo e, sotto l'influenza di sostanze attive, i linfociti maturi innescano i meccanismi per la distruzione delle cellule tumorali.
  4. Infuso di chaga: puro fungo imbevuto di acqua bollita e lasciato riposare per 4-5 ore. Quindi il fungo viene macinato in un tritacarne. L'acqua è usata come infuso. Una parte del fungo schiacciato viene versata con questa infusione (5 parti), riscaldata a 50 ° C e lasciata in infusione per 48 ore. Successivamente, l'infusione viene filtrata e aggiunge acqua bollita al volume originale. Conservare l'infusione non più di 3-4 giorni. Dall'adenocarcinoma, bevono in piccole porzioni da 3 cucchiai / giorno, mezz'ora prima dei pasti e tra i pasti.
  5. Befungin - estratto da chagi allevato: 3 cucchiaini. su 150 ml. acqua e bevanda 1 cucchiaio. l. 3 volte al giorno per mezz'ora prima dei pasti. Al giorno non superare la dose di chaga in 3,3-3,5 g, il corso - 3-5 mesi, una pausa di 7-10 giorni. Il farmaco non è tossico.
  6. Infuso: in un thermos a vapore per 1 cucchiaino. chagi e radici delle bobine con acqua bollente (250 ml). Insistere 10-12 ore, filtrato. Prendi prima dei pasti per 1 cucchiaio. l. 3 volte.
  7. Tintura: 3 cucchiai. l. il chagi e le radici di una bobina sono versati con vodka (0,5 l.) e insistono per 2 settimane in un contenitore di vetro scuro, periodicamente scosso. Bevi 1 cucchiaio. l. 5 volte al giorno.
  8. Prendi la tintura di propoli al 20% (30 gocce di tintura 0,5 cucchiai di acqua) 3 volte al giorno. Durata del corso 3 mesi. Masticare propoli puro - 3 anni alla reception.

Cibo durante il periodo di trattamento

Quando viene diagnosticato un adenocarcinoma rettale, la dieta prima dell'operazione deve supportare il sistema immunitario e aggiungere forza al paziente. Puoi mangiare tutto tranne cibo più pesante, fritto e grasso, speziato, salato. Il cibo dovrebbe essere frazionario (5-6 volte) in piccole porzioni.

Il menu per il giorno / settimana è indicato nella tabella:

Adenocarcinoma del retto

La malattia, che sarà discussa, cioè l'adenocarcinoma del retto, è pericolosa perché non viene trasmessa né da goccioline d'aria né sessualmente, né è una conseguenza dell'intervento dei medici. È inserito nel codice genetico di una persona, quindi c'è poca speranza per le siringhe usa e getta, le medicazioni di garza e un preservativo.

I precursori di questa terribile malattia sono stati osservati in un quarto della popolazione. Quando attivata, questa malattia uccide una persona assolutamente sana in un anno. I sopravvissuti dopo il primo sciopero, di regola, non vivono più di due anni. Incontro: l'adenocarcinoma rettale è il cancro del retto. Quell'adenocarcinoma è il più comune tra i tumori maligni conosciuti del retto.

Il cancro del colon-retto, ma lo chiameremo scientificamente adenocarcinoma del retto, è già stato riconosciuto nel mondo come il principale problema del cancro dell'umanità nel 21 ° secolo. E il più fastidioso è che la fase iniziale di un tumore benigno o maligno non causa alcun inconveniente alla sua portatrice. Se la diagnosi di adenocarcinoma si fosse verificata esattamente in una fase iniziale, non ci sarebbe un tasso di mortalità così alto. Sfortunatamente, i tumori, che sono già impossibili da curare, si stanno facendo sentire, e le possibilità di guarigione anche dopo l'intervento chirurgico e la chemioterapia sono piccole. Ecco perché i medici di tutto il mondo si concentrano sullo studio dell'adenocarcinoma rettale e, soprattutto, dei sintomi di questa malattia.

Codice ICD-10

Cause di adenocarcinoma del retto

I progressi della medicina hanno scoperto il mistero dell'origine del cancro collocale. Facciamo un esempio - nelle unità di un tumore - delle conseguenze delle mutazioni genetiche. Nella maggior parte dei pazienti con adenocarcinoma del retto, la malattia è una complessa interazione di fattori esterni e patrimonio. Gli scienziati hanno trovato un modello e sostengono che nella maggior parte dei casi l'adenocarcinoma del retto si sviluppa da un adenoma benigno (in altre parole, un polipo). Tra le cause della malattia come l'adenocarcinoma del retto, gli scienziati chiamano il seguente:

  • Prima di tutto, è, purtroppo, un fattore ereditario. Molto probabilmente, quelli i cui parenti hanno sofferto di questa malattia svilupperanno il cancro al colon;
  • Potenza. Una piccola quantità di fibra vegetale, che è contenuta nella frutta e verdura fresca, la predominanza di grassi, un eccesso di farina, non una dieta adatta;
  • Età. Secondo le statistiche, il numero maggiore di pazienti con adenocarcinoma del retto sono persone di età superiore ai cinquanta;
  • Una persona che lavora con l'amianto raddoppia il rischio di ammalarsi;
  • Costante stress nervoso, stipsi prolungata, esposizione a composti chimici tossici (inclusi farmaci)
  • Sesso anale, papillomavirus;
  • Malattie del colon - polipi, fistola, colite.

Sintomi di adenocarcinoma del retto

È importante conoscere i sintomi della malattia per diagnosticare e trattare il più presto possibile. Si dovrebbe essere cauti se si incontra uno, e ancora di più diversi fattori immediatamente elencati di seguito. Quindi, i principali sintomi della malattia:

  • Dolore doloroso irregolare nell'addome;
  • Nessuna fame, perdita di peso;
  • Leggero aumento della temperatura;
  • Lo stato indebolito del paziente, aspetto pallido;
  • La presenza di sangue, mucose o eventualmente di pus nelle feci;
  • Addome disteso;
  • Feci irregolari: quando la stitichezza si alterna alla diarrea, è possibile solo la stitichezza persistente o la diarrea persistente;
  • La defecazione è accompagnata da sensazioni dolorose.

Dove fa male?

Classificazione dell'adenocarcinoma rettale

Scienziati e medici tengono conto dei vari parametri di sistematizzazione del cancro del colon. Per tipo di malattia, l'indicatore principale è il grado di differenziazione (omogeneità), questo fattore è il metodo determinante per il trattamento del cancro e un'accurata diagnosi è necessaria per identificare il tipo di tumore. Quindi distinguere

  • Adenocarcinoma del colon altamente differenziato,
  • Adenocarcinoma moderatamente differenziato del colon,
  • Adenocarcinoma differenziato basso
  • E cancro indifferenziato mal trattabile.

Adenocarcinoma altamente differenziato del colon viene trattato più velocemente, più facilmente, la speranza di guarigione in questi casi di più.

L'adenocarcinoma a basso grado del colon è diviso nei seguenti tipi:

  1. Adenocarcinoma mucoso (è anche chiamato cancro delle mucose, cancro colloidale). La principale differenza è una grande quantità di secrezione di muco con cluster di dimensioni diverse;
  2. Cellulare anulare (tumore mucocellulare). Questo tipo di cancro si riscontra anche nei giovani. Il trattamento di questo tipo di adenocarcinoma è complicato dalla crescita diffusa del tumore con i confini sfocati. Allo stesso tempo la resezione di un intestino è complicata. Questo tipo di tumore "inizia" rapidamente le metastasi, di solito si diffonde non solo nell'intestino, ma anche negli organi e nei tessuti vicini se l'intestino è almeno leggermente danneggiato.
  3. Carcinoma a cellule squamose
  4. Carcinoma ghiandolare-cellulare (diagnosticato meno frequentemente rispetto ad altri tipi di tumore del colon).

Il tumore indifferenziato è caratterizzato dalla parete di proliferazione tumorale, che deve essere presa in considerazione durante l'intervento chirurgico.

Per il trattamento, è necessario conoscere un tale indicatore come la profondità della germinazione, la chiarezza dei confini del tumore, la frequenza delle metastasi linfogene.

Diagnosi di adenocarcinoma del retto

I metodi di trattamento moderni accettati suggeriscono la possibilità di rilevare il cancro del colon sempre seguendo le seguenti condizioni: un chiaro mantenimento dell'algoritmo diagnostico e l'uso di tutti i metodi diagnostici disponibili per la scienza. La sequenza di diagnosi di adenocarcinoma del colon è la seguente: valutazione dei reclami, studi clinici, esame digitale del retto, un'approfondita rectoromanoscopy, un'analisi clinica del sangue, un'analisi obbligatoria del sangue occulto fecale, colonscopia, e in particolare casi di irrigoscopia, ecografia dell'addome e del bacino, ecografia endorettale studiare, una biopsia del tumore quando viene rilevato. Qualsiasi sintomo disturbante nell'area intestinale dovrebbe essere considerato come un possibile rischio per le persone di età superiore ai cinquant'anni. Le statistiche mostrano che il settanta per cento dei tumori si trovano nel retto e nel colon sigmoideo. Pertanto, un semplice test delle dita dà buoni risultati nella diagnosi. È anche importante condurre un esame ecografico con competenza: la valutazione della prevalenza del tumore e delle possibili metastasi viene effettuata solo in questo modo. Nei casi più difficili, i medici di solito richiedono la tomografia computerizzata e la risonanza magnetica.

Cosa hai bisogno di esaminare?

Chi contattare?

Trattamento di adenocarcinoma del retto

Esistono tre metodi per trattare questo tipo di cancro: puramente chirurgico, combinato e complesso. Il primo metodo è utilizzato solo nelle fasi iniziali della malattia.

Il principale metodo di trattamento è l'intervento radicale e la rimozione chirurgica dell'organo infiammato. L'intervento chirurgico è radicale, ablastico e asettico. Chirurgia riuscita grazie alla preparazione completa per l'operazione. L'ablasticità e l'asetticità durante l'intervento chirurgico sono il risultato di un intero complesso di azioni correlate. Ad esempio, un'attenta manipolazione del colon, il trattamento precoce dei vasi principali, la mobilizzazione dell'intestino. Il radicalismo dell'operazione è la decisione del chirurgo circa una quantità adeguata di intervento con la rimozione obbligatoria della zona metastatica.

Più spesso, i medici ricorrono al trattamento combinato e complesso di adenocarcinoma del retto. In primo luogo, i medici agiscono sul tumore, al fine di ridurne la massa, per devitalizzare le cellule tumorali e solo successivamente ricorrere alla chirurgia. Adenocarcinoma del retto e del colon, secondo la ricerca, è radiosensibile, e quindi è irradiato con bebatron bremsstrahlung. In molti pazienti dopo tale procedura, si osserva una diminuzione della dimensione del tumore (nel 50% dei pazienti) a causa della devitalizzazione di cellule pericolose. Così, vengono create condizioni fruttuose per il successivo intervento chirurgico.

Ora un numero sufficiente di regimi di trattamento di adenocarcinoma del retto, che includono sia prima che dopo gli effetti chimici operativi sulle cellule tumorali, in alcuni casi, i medici decidono individualmente. Solitamente la combinazione di radiazioni e chemioterapia è raccomandata in casi estremi quando altri metodi non aiutano.

Chirurgia per adenocarcinoma del retto

In termini di volume, i chirurghi dividono gli interventi chirurgici in quelli tipici, combinati estesi. Tutto dipende dallo stadio del cancro, dal grado di diffusione, dalla presenza di metastasi. Resezioni tipiche - localizzare il tumore. Le resezioni combinate vengono utilizzate quando il tumore si è diffuso ad altri organi. Le resezioni avanzate vengono utilizzate per diversi tumori sincroni che sono comparsi simultaneamente.

Maggiori informazioni sul trattamento

Prevenzione di adenocarcinoma del retto

Sfortunatamente, i pazienti spesso sconfiggono la vergogna quando il problema diventa insopportabile. Di tutti i dottori, sono i proctologi a temere di più. Le persone subiscono l'inconveniente fino all'ultimo. Questo è un atteggiamento erroneo nei confronti di se stessi e della propria salute, che porta a conseguenze orribili, tra cui lo sviluppo di adenocarcinoma rettale. E la prognosi per questa malattia non è confortante. E il trattamento è uno dei più difficili. È necessario superare la sensazione di paura, perché il proctologo è impegnato nella diagnosi della malattia. Cosa dovrebbe essere fatto per evitare la malattia? Prima di tutto, si prende cura del suo tratto gastrointestinale. Trattare tempestivamente le malattie dell'apparato digerente. È necessario, prima di tutto, prestare attenzione alla corretta alimentazione, se necessario, per chiedere consiglio ad uno specialista in nutrizione. Se hai già nominato una dieta, attenetevi ad essa. Cerca di evitare l'esposizione all'amianto. Prendi solo i farmaci che ti sono stati prescritti dopo un esame approfondito. Lo stress da combattimento è d'obbligo. Sii consapevole del tuo problema e impara come gestirlo. Le malattie infettive dovrebbero essere trattate, il principio di "passare se stesso" è distruttivo. Il sesso anale è proibito. Studia attentamente ciò che i tuoi parenti erano malati. Se trovi casi di adenocarcinoma tra i tuoi parenti, tieni presente che sei a rischio. Intervistati! Di solito, una persona si ammala di adenocarcinoma rettale, quando più fattori avversi agiscono contemporaneamente. Quindi è in tuo potere e capacità di eliminare i fattori dannosi che interessano il tuo corpo. Lasciare uno, due fattori sfavorevoli dalla lista non è così grave come l'inazione generale.

Prognosi di adenocarcinoma del retto

La prognosi del cancro del colon dipende direttamente dallo stadio del processo tumorale. Le fasi iniziali della malattia sono buone statistiche di sopravvivenza dei pazienti, anche dopo operazioni radicali, i pazienti sopravvivono nel 90% dei casi. Ma con l'aumentare dello stadio della malattia, il tasso di guarigione si deteriora. Con la sconfitta del sistema linfatico, il tasso di sopravvivenza a cinque anni è già del 50% o meno. Con la localizzazione destra del tumore sul colon, la sopravvivenza a cinque anni è prevista solo nel 20% dei pazienti. La sopravvivenza media dei pazienti con tale diagnosi sottoposti a chirurgia radicale non supera il 50%.

Non possiamo farti piacere dicendo che esistono già metodi al mondo che rilevano questa malattia al momento del suo inizio. Sì, e anche i metodi di trattamento con piena garanzia di recupero. Il compito più importante per un paziente con adenocarcinoma del retto è sopravvivere per cinque anni dopo la diagnosi di cancro. Allora il corpo sarà più facile. Speriamo che i medici rivelino ancora la causa di questa malattia e ne interrompano la diffusione. Diamo solo due fatti a cui pensare: l'adenocarcinoma del colon non viene praticamente diagnosticato in Giappone e in Nord Africa e non si trova tra i vegetariani.

Redattore esperto medico

Portnov Alexey Alexandrovich

Istruzione: Università medica nazionale di Kiev. AA Bogomolets, specialità - "Medicina"